Sei sulla pagina 1di 10

Corso di Laurea in Disegno Industriale

Corso di Materiali e Tecnologie


A.A. 2014-2015
prof. arch. Tiziana Ferrante

Esercitazione: studio di un prodotto industriale

Tema: arredi e complementi di arredo per la casa 1970-1990

Studente:Matricola..
Tema prescelto:.
..

1. Il prodotto
Denominazione del prodotto industriale
Brevetto

si

Anno di produzione

no

Premi e riconoscimenti
Designer (denominazione, nazionalit, referenze)

A3
29,7 x 42 cm

Denominazione Azienda produttrice


Luogo di produzione

Punto 1
Descrizione del prodotto

Immagine identificativa del prodotto


(Foto)

La struttura dei materiali

2. Allorigine del prodotto: il Designer e lidea


2.1. il concept
(motivi di ispirazione, messaggio culturale sotteso, ecc..riferito attraverso
citazioni, testimonianze dirette del Designer e/o del team di progettazione,
schizzi preliminari e/o di studio, ecc.)

2.2. Le ragioni delle scelte effettuate:

Punto 2

Materiali
Forma
Funzione..
Utilizzatori..
Contesto duso
Altro

2.3. Caratteristiche dimensionali

Descrizione attraverso disegni elaborati a mano


a matita o china, quotati, riprodotti in scale appropriate
(1:5, 1:10, 1:20)

La struttura dei materiali

3. Dallidea al prodotto
(Individuare a quali requisiti lartefatto pu fornire risposte appropriate al suo
uso e perch)

3.1. i requisiti
Facilit duso
Maneggevolezza
Sicurezza duso
Manutenibilit/Sostituibilit..
Riciclabilit.
Integrabilit..
Economicit
Carattere di unicit.
Altro

Punto 3
3.2. Materie prime utilizzate.

3.3. Scomposizione del prodotto ed identificazione dei materiali


utilizzati per le singole parti
(uno o due materiali al massimo, ma va approfondito il materiale prevalente)

Schemi e/o immagini corredati da descrizioni

La struttura dei materiali

4. Materiale prevalente: propriet e caratteristiche


4.1. Indicatori ambientali
Rigenerabile
Biodegradabile
Omogeneo
Riciclato
Smontabile
Altro..

4.2. Indicatori percettivi


o

Punto 4

Opaco
Trasparente
Traslucido
Satinato
Riflettente
Duro
Molle
Rigido
Texture (liscia, incisa, ecc..)
Altro.

4.3. Indicatori di performance


o

La struttura dei materiali

Peso
Resistenza meccanica.,
Modulo di elasticit
Carico di rottura
Durezza
Coefficiente di attrito
Resistenza allabrasione
Resistenza agli urti
Resistenza ai fenomeni chimici e fisici
Comportamento al fuoco
Conducibilit termica
Conducibilit elettrica
Resistenza allacqua
Resistenza al vapore acqueo
Propriet ottiche..
Stabilit dimensionale
Regolarit daspetto
Emissione sostanze nocive..
Incidenza sui consumi energetici.

Unit di misura e
valori di riferimento

_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________
_____________

5. La produzione
5.1.le imprese manufatturiere
(Identificazione dellAzienda/e che hanno determinato il passaggio dallidea
alla realizzazione producendo lartefatto o eventuali parti di esso)

5.2. Le indagini di mercato


(Verificare quali sono state le indagini di mercato che hanno preceduto la
produzione ed a quali soggetti sono state rivolte)

Punto 5

5.3. Modifiche rispetto allidea originaria


Individuare se e come dallidea originaria alla produzione dellartefatto vi sono
state modifiche e perch (ragioni sociali, economiche, difficolt di produzione,
ecc..)

5.4. La verifica dei requisiti e sistemi di controllo della qualit del


prodotto
Quali strumenti di verifica sono stati applicati a partire dallinsieme delle
caratteristiche identificate in sede di prototipazione
(prove di laboratorio, test, ..)
Quali prove attestano una o pi qualit individuate (certificazioni di qualit)

La struttura dei materiali

5.5. Il processo di produzione


Illustrare sinteticamente per tappe, la sequenza del processo di produzione
dellinsieme e/o delle sue parti.

Descrizione della sequenza attraverso


schemi rappresentativi e/o immagini

Punto 5
(continua)

5.6. Eventuali trattamenti di finitura

5.7. Il ciclo di vita del prodotto


(dal reperimento delle materie prime fino alla dismissione e al sistema di
riciclaggio)

Descrizione, schemi rappresentativi e/o immagini

La struttura dei materiali

6. Ulteriori aspetti legati alla produzione

6.1. Economicit
(Valutare leconomicit delloggetto e ipotizzare quale sarebbe oggi lincidenza
della materia prima prevalente impiegata sui costi di produzione )

6.2. Modalit di imballaggio (packaging)


( Da valutare come sistema di protezione, conservazione e come veicolo di
comunicazione)

Punto 6

Descrizione, schemi rappresentativi e/o immagini

6.3. Manuale di assemblaggio

Descrizione, schemi rappresentativi e/o immagini

6.4. Modalit di trasporto e stoccaggio

Descrizione, schemi rappresentativi e/o immagini

La struttura dei materiali

7. Le implementazioni del prodotto


(Verificare se ci sono state delle versioni successive o altri prodotti che si
sono sviluppati a partire dal prodotto originario).

Punto 7

La struttura dei materiali

8. Fonti documentative e bibliografiche


(Riferirsi rispetto agli argomenti sviluppati nei vari punti a volumi o parti di
essi, articoli di giornali, riviste del settore, documentari, interviste, ecc..).
Le fonti non identificabili o generiche non costituiscono prova credibile dello
sviluppo dello studio effettuato per lesercitazione)

Punto 8

La struttura dei materiali