Sei sulla pagina 1di 33

Gestazione

&
parto

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Gravidanza (o gestazione)
stato fisiologico della femmina che va dal
concepimento al parto

Concepimento
nella vacca coincide grosso modo con il salto utile
o con lultima inseminazione strumentale

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Segni della gravidanza


1. non torna in calore
2. rifiuta il maschio
3. tranquilla, mangia di pi e tende ad ingrassare
4. fra il 3 e 4 mese, nei soggetti in asciutta, dalla
strizzatura dei capezzoli fuoriesce una sostanza
vischiosa
5. la mammella e la vulva si ingrossano
6. dopo il 5 mese di gestazione, sul fianco destro si
possono sentire i movimenti del feto
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Spesso per necessaria una diagnosi precoce di


gravidanza
Ecografia
Permette la diagnosi a 30 giorni dal
concepimento
Esplorazione rettale
Con lanimale in piedi,
calzando un apposito guanto
monouso che copre tutto il
braccio, loperatore introduce
la mano a cuneo nell'intestino
e, attraverso la parete
intestinale, palpa lutero per
esaminarne il contenuto
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Esplorazione rettale
Apparato riproduttivo di una bovina
matura (dopo diverse gravidanze)
Notare la posizione, appoggiato
direttamente sulla base della pelvi

Apparato riproduttivo di una


bovina giovane (veduta anteriore)
Notare la posizione della mano, con le
dita piegate a pugno, allinterno del
retto, direttamente oltre le corna
uterine
Tratto da: Determining
Determining Pregnancy in Cattle
Cattle - Educational program of the Texas Agricultural Extension Service
Texas Agricultural Extension Service - Zerle L. Carpenter, Director
The Texas A&M University System - College Station, Texas

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Separazione dei corni uterini

RUMINE
RENE DESTRO
RENE SINISTRO

PELVI

Posizione del rumine e dei reni


Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Posizione della mano in uno stadio


precoce di gestazione
(30-35 giorni)
Allinizio della gravidanza, lutero contiene
una modesta quantit di fluido e si avverte
la parete leggermente ispessita
Uno dei corni risulta di dimensioni
leggermente maggiori rispetto allaltro
In questo stadio possibile determinare la
presenza della vescicola embrionale,
facendo scorrere delicatamente il corno tra
le dita, in un atto simile alla mungitura (si
avverte la vescicola scivolare tra le dita)

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Gestazione (60 giorni)


Lutero comincia a debordare
oltre la rima pelvica

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Gestazione (90 giorni)


Il feto a 90 giorni posizionato
oltre la rima pelvica, allinterno
della cavit addominale

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

Gestazione (4 mesi)
Lapparato riproduttivo si trova
sul piano della cavit
addominale
possibile palpare larteria
uterina

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

10

Gestazione (5-6 mesi)


Il feto ormai riempie la cavit
addominale

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

11

Come trattare la bovina gravida


1.

non maltrattarla, non percuoterla

2.

non adibirla a lavori gravosi, specialmente dopo il 7 mese

3. non mandarla al pascolo su terreni accidentati, n farla


transitare
per passaggi o porte strette
4. somministrare alimenti non molto voluminosi e facilmente
digeribili,
n bevande molto fredde
5.

non lasciarla a contatto con tori giovani

6.

mandarla in asciutta almeno 45 giorni prima

7. farle fare della ginnastica funzionale, lasciandola per


alcune ore
allaperto
8. alimentazione adeguata al suo stato (specialmente dal 7
mese in
avanti il valore nutritivo della razione deve
aumentare fino al parto)

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

12

Accrescimento in lunghezza e in peso del feto bovino


durante il periodo della gestazione

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

13

Durata media della gravidanza nelle femmine degli animali


domestici

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

14

Parto
Gli ormoni estrogeni si accumulano nella femmina
gravida e la loro azione viene contrastata, durante la
gestazione, dal progesterone
Al termine della gravidanza, la repentina capacit
delle surrenali del feto a produrre cortisolo,
linsufficiente quantit di progesterone e, quindi, le
variazioni di rapporto degli ormoni placentari,
darebbero modo agli ormoni estrogeni (produzione
accelerata dal volume del feto nellutero) e
allormone ossitocina (secreta dal lobo posteriore
dellipofisi) di affrettare il parto
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

15

Segni premonitori del parto


1. sviluppo della mammella da qualche settimana
prima del parto
2. rilassamento dei legami allattacco della
coda e loro abbassamento fino a formare
dei cordoni (rottura dei cordoni)
3. labbra della vulva flosce ed arrossate, tutto
lorgano ingrossato
4. dai capezzoli, strizzandoli, fuoriesce il colostro
5. i fianchi si infossano
6. dalla vulva fuoriesce una secrezione biancogialliccia
7. comincia la dilatazione del canale cervicale

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

16

Circa una settimana prima del parto, la bovina deve


essere sistemata libera in un locale separato o, se
ci non possibile, in una posta, separata da altri
animali
La stessa bovina deve in ogni caso essere protetta
dal freddo e specialmente da correnti daria
Leventuale corda o catena con la quale legata
non deve essere troppo corta, per permettere alla
bovina di adagiarsi comodamente e agli assistenti al
parto di poterla liberare alla svelta nel caso fosse
necessario
Il locale (o la posta) deve essere pulito, lavato,
disinfettato e deve avere una abbondante lettiera di
paglia asciutta

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

17

Per il parto bisogna predisporre:


acqua potabile bollente (20 litri circa)
una bottiglia di olio (di vaselina, o di oliva, o di
semi)
una bottiglia di lisoformio o di creolina
un catino con sapone ed alcuni asciugamani puliti
2 o 3 corde lisce di circa un metro e mezzo e dello
spessore di un dito mignolo (le quali debbono
essere state in precedenza bollite e quindi
conservate pulite in un sacchetto di plastica)
2-3 bastoni solidi, lunghi 50 cm
un largo telo di plastica, pulito, da poter adagiare
fra la elettiera
e la parte
Organizzazione
Gestione Sostenibile
dellaposteriore dellanimale
Produzione Zootecnica e Tutela

Tecniche di allevamento in sistemi

18

Lassistente al parto deve:


lavarsi e disinfettarsi le mani, e calzare dei guanti lunghi di
plastica mono-uso
provvedere ad immobilizzare la coda della bovina (legare la
base terminale del fiocco con una cordicella abbastanza
lunga, farla girare attorno al collo della partoriente e
fissarla)
lavare con acqua tiepida e sapone i genitali esterni della
bovina, nonch le parti adiacenti
Il parto latto conclusivo della gravidanza che espone la
femmina a non lievi pericoli, sia per le lesioni che si possono
provocare nella fuoriuscita del feto, e sia perle condizioni
igieniche dellambiente in cui si opera
Nei casi pi complicati (presentazione anormale del feto,
torsione dellutero, lacerazioni gravi, ritenzione delle seconde,
inversione dellutero, ecc.) richiedere subito lintervento del
Organizzazione
e Gestione Sostenibile della
veterinario
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

19

FASI DEL PARTO


Il travaglio del parto si svolge in tre fasi:
fase preparatoria
fase dilatante o di apertura
fase di espulsione
Queste fasi costituiscono il vero e proprio parto, cui
si aggiunge una successiva fase, di particolare
importanza, che quella del secondamento, cio,
dellemissione delle membrane fetali
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

20

Fase preparatoria
In questa fase si notano in modo pi accentuato
tutti quei segni premonitori di cui si parlato
precedentemente
Lassistente al parto in questa fase non deve
intervenire se non per preparare il giaciglio per la
partoriente ed il materiale che potr essere utile
nelle fasi successive

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

21

Fase dilatante o di apertura


Il feto racchiuso negli invogli fetali che lo mantengono come in un
sacco, immerso nelle acque fetali
Nella parte pi interna si trova lamnion (seconda borsa o borsa
interna), che avvolge immediatamente il feto con interposizione del
liquido amniotico che, al termine della gestazione, di 2-4 litri
Segue, verso lesterno, lallantoide (borsa delle acque o prima
borsa), una specie di sacco a due corna che al termine della
gestazione contiene dai 5 ai 12 litri di liquido giallo-bluastro
I due invogli fetali precedenti sono completamente circondati dal
corion sulla cui superficie esterna si trovano i cotiledoni (i cosiddetti
bottoni) i cui vasi da una parte si riuniscono per formare i vasi del
cordone ombelicale diretti al feto e dallaltra hanno rapporti,
attraverso le carrucole fetali, con i vasi materni della mucosa uterina
Attraverso le carrucole ed i cotiledoni il feto assume dalla circolazione
materna i principi nutritivi necessari al proprio sviluppo e
lossigeno per la respirazione cellulare e, attraverso la stessa
placenta, allontana i prodotti del proprio catabolismo
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
5 22
Produzione Zootecnica e Tutela

Appena prima del parto, lutero inizia ad avere delle


contrazioni, dapprima leggere e distanziate una dallaltra e
quindi sempre pi forti e ravvicinate
Queste determinano la pressione del lallantoide (della
borsa delle acque o prima borsa) e del feto verso la cervice
dellutero
La stessa pressione favorita e provocata anche dallazione
delloxitocina e della prostaglandina PGF2 e contribuisce
al progressivo allargarsi del collo dellutero dove si insinua
la borsa delle prime acque la quale, per le contrazioni sempre
pi forti dellutero, fa aumentare la larghezza del canale
attraverso cui dovr passare il feto
La borsa delle acque infine fuoriesce dalla vagina,
presentandosi come un piccolo pallone rigonfio o pende come
una lunga bisaccia piena di liquido
Non bisogna mai provocare la rottura di questa borsa,
altrimenti si ha una incompleta e tardiva apertura del collo
delluteroeeGestione
quindi Sostenibile
un ritardodella
del parto
Organizzazione
Produzione Zootecnica e Tutela

Tecniche di allevamento in sistemi

23

iniziata la dilatazione del collo


uterino
La borsa delle acque si insinuata
affacciandosi in vagina

La dilatazione del collo uterino si accentua proseguendo il


movimento verso lesterno della borsa delle acque

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

24

Grazie alle contrazioni dellutero, il feto assume una posizione adatta per
lespulsione (posizione normale)

Presentazione anteriore
normale
la pi favorevole alla nascita
(da Sirri)

Posizione normale posteriore


(da Sirri)
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

25

Molte volte per il feto pu assumere delle posizioni


anormali per cui occorre lintervento del veterinario

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

26

Fase di espulsione
lunica fase del parto nella quale lassistente pu direttamente
intervenire per aiutare la partoriente
La borsa esterna delle acque (o prima borsa), che generalmente di
colore scuro con riflessi bluastri, si rompe spontaneamente e fuoriesce
il liquido contenuto (le acque dellallantoide), simile allurina, il
quale effettua una pulizia dordine meccanico di tutte le vie del parto
In seguito agli sforzi espulsivi (premiti), il feto (o almeno parte di
esso) entra nella cavit del bacino e quindi nel canale vaginale
Anche la seconda borsa non deve essere rotta dallassistente al parto,
tranne quando sporge dalla vagina per parecchio tempo senza
rompersi spontaneamente
Alla rottura della seconda borsa (che generalmente di colore grigio
biancastro) fuoriesce un liquido denso, mucillagginoso, quasi filante,
grigio-torbido o qualche volta giallo-bruno ( seconde acque o liquido
amniotico) che ha lo scopo di lubrificare le vie del parto per facilitare
il passaggio del feto
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
5 27
Produzione Zootecnica e Tutela

Dopo la rottura della seconda borsa giunto il momento (se


occorre e solo quando occorra) di aiutare la bovina nel suo
travaglio, avendo i seguenti accorgimenti:
non aver fretta di tirare fuori il feto
non praticare strappi bruschi
la forza di trazione, se occorre, deve essere regolare e
progressivamente crescente, assecondando i premiti della
bovina

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

28

Le cure alla bovina che ha partorito


Dopo il parto, la bovina va fatta alzare in modo da favorire il ritorno
dellutero in posizione normale
Bisogna lavare bene i genitali esterni e rinnovare la lettiera
Per scongiurare il rovesciamento dellutero buona norma di
mettere alla bovina un bendaggio (la cosiddetta imbraca) che pu
essere anche improvvisato con una corda pulita opportunamente
intrecciata e sistemata

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

29

E conveniente somministrare un pastone tiepido contenente:


500 g di panello di lino sfarinato
500 g di farina di avena
500 g di farina di orzo
500 g di cruschello e crusca di grano
4 cucchiai di sale pastorizio complesso
litri 4 di acqua calda
Si somministra anche una bevanda ristoratrice calda, che pu
essere rappresentata da un buon litro di vino dolce cui si
possono aggiungere 200-300 g di zucchero
Il pastone e la bevanda hanno lo scopo di dare alla bovina un
apporto energetico per recuperare lo stress dovuto al parto e
favorire il secondamento
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

30

Dopo 1-2 ore dal parto, la mammella e le parti circostanti vanno


lavate accuratamente con acqua tiepida e sapone e, quindi,
asciugate
Si raccolgono i primissimi spruzzi di ciascun capezzolo (come del
resto va fatto ogni volta che si munge) e poi buttati in concimaia
La vacca sar poi munta ed il colostro in parte somministrato al
vitello neonato ed in parte congelato e conservato

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

31

Secondamento
lespulsione degli invogli fetali (detti comunemente anche
placenta o secondina) che avviene 6-12 ore dopo il parto
Le seconde devono essere lasciate pendere liberamente dalla vulva
finch spontaneamente cadono al suolo, senza esercitare alcun tipo di
trazione
Nel caso ci non avvenisse entro 18-20 ore dal parto, occorre
ricorrere allintervento del veterinario
A parto e secondamento avvenuto, la vulva si affloscia riacquistando
le sue solite rugosit e la vagina si restringe dando un muco pi
abbondante del solito che si mescola alle altre secrezioni provenienti
dallutero
Lutero va incontro ad un processo dinvoluzione:
dopo 4 giorni dal parto diminuisce della met del proprio
volume
dopo 7 giorni di 2/3
Organizzazione e Gestione Sostenibile della
dopo 15 giorni ritorna normale
Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

32

Organizzazione e Gestione Sostenibile della


Tecniche di allevamento in sistemi
Produzione Zootecnica e Tutela

33