Sei sulla pagina 1di 2

La vita di Geoffrey Chaucer.

Nato circa nel 1343, Geoffrey Chaucer (ca 1343 - 1400) era il figlio di un merca
nte di vini, e la relativa ricchezza della sua famiglia gli permise di avere unec
cellente educazione. Trovo lavoro nella casa di Giovanni di Gand, figlio del re
Edoardo III dInghilterra e luomo pi ricco della sua terra. Alla morte della prima m
oglie di Giovanni di Gand, scrisse uno dei lavori pi importanti, Il libro della d
uchessa. Era la sua bravura ed originalit come scrittore, combinate con la sua in
telligenza e abilit pratica, che sollev il suo stato sociale. Lavor come ispettore
del dazio per il porto di Londra e prese parte in missioni diplomatiche importan
ti. Mor nel 1400, e fu il primo poeta ad essere sepolto nellabbazia di Westminster
, in quello che sarebbe divenuto Angolo dei poeti.
I racconti di Canterbury (ca 1387 - 1400)
Nel suo poema narrativo incompiuto, I racconti di Canterbury, Chaucer us la strut
tura dei tre ordini della societ. Questopera appartiene a un genere letterario not
o come Satira delle classi sociali, nel quale sono rappresentati personaggi tipo o
stereotipi, come il mugnaio disonesto, il frate lussurioso e il cavaliere virtu
oso. Chaucer, tuttavia, incluse anche un numero significativo di figure rapprese
ntanti la crescente classe mercantile del suo tempo.
La premessa dei racconti di Canterbury
La storia riguarda trenta persone, incluso Chaucer come narratore, che si incont
rano alla Locanda Tabard a Londra. Sono tutti l per andare in pellegrinaggio alla
cattedrale di Canterbury, e al santuario di Tommaso Becket. Loste decide di rend
ere le cose interessanti suggerendo che ogni pellegrino debba raccontare due sto
rie allandata per Canterbury e due al ritorno; il pellegrino che racconta la migl
iore storia vincer una cena gratuita. I vari racconti sono sia religiosi che dive
rtenti, sia morali che ironici. Prima che la storia cominci, tuttavia, Chaucer c
i d un ritratto di ogni viaggiatore nel Prologo generale.
Le tre classi sociali
Chaucer comincia le descrizioni dei personaggi con un cavaliere che, con il figl
io, lunico rappresentante del ceto nobile per questo particolare pellegrinaggio.
La sua descrizione quasi interamente incentrata sulle numerose campagne militari
in cui ha combattuto. Egli rappresenta il bellicoso aspetto del ceto dei nobili
- lautentica origine del loro potere e prestigio. Al contrario, il figlio del ca
valiere rappresenta il personaggio nobile caratterizzato con qualit raffinate e c
avalleresche.
Schernire il religioso
Nel Prologo generale, Chaucer in seguito si sposta dalla nobilt al clero. Il person
aggio della priora, una specie di monaca, descritto successivamente, ma invece d
i una descrizione che mette in luce la sua fede e venerazione, il narratore di C
haucer descrive il canto della priora, la sua abilit di parlare in francese, il s
uo galateo a tavola e il suo amore per i piccoli animali. Al tempo di Chaucer er
a pericoloso criticare il re, ma gli scrittori beffavano i monaci e le monache,
i frati e i distributori dindulgenze. La chiesa medievale rivendicava il suo pote
re assoluto. Era forte culturalmente, ma secondo i criteri moderni era debole co
me organizzazione. La gente ordinaria spesso ignorava le leggi della chiesa e al
cuni attaccarono la propriet della Chiesa. Quando un movimento dissidente (i loll
ardi, guidati da John Wycliffe) emerse intorno al 1380, le autorit divennero vigi
li per eresie, ma solo poche opinioni furono considerate eretiche.
Superare i tre ordini
Uno degli aspetti pi affascinanti della versione di Chaucer della satira delle cl
assi sociali il fatto che incluse diversi pellegrini - Il dottore, il marinaio e
il cuoco, solo per nominarne 3 - che non si integrano appropriatamente nel mode
llo dei tre ordini. La figura che espone meglio ci la donna di Bath, il suo stato
come vedova e mercante contraddice le idee medievali tradizionali sia per quant
o riguarda il sesso che la classe - dimostrando come la struttura sociale stesse

cambiando. Sposata cinque volte, lei probabilmente la pi simpatica tra i pellegr


ini. Lei, come moltissimi altri in questo gruppo, sembra che consideri il pelleg
rinaggio una sorta di attivit sociale, giacch stata in tutti i maggiori siti di pe
llegrinaggio del mondo medievale: Gerusalemme, Roma, Bologna, San Giacomo di Com
postella e Cologne. Ella ha visitato alcuni di questi siti pi di una volta. Ci sug
gerisce una considerevole libert di movimento e accesso alla ricchezza che era in
usuale nel Medioevo, ma ancora abbastanza comune per confondere e complicare lide
ale dei tre ordini.
Il pellegrinaggio
Chaucer us lidea di pellegrinaggio come un principio coesivo per la sua collezione
di racconti. Il pellegrinaggio a diversi siti religiosi era unimportante caratte
ristica della vita religiosa medievale per i membri di tutte le classi sociali.
Sebbene i pellegrini di Chaucer sembrano pi interessati alla socializzazione che
alla spiritualit, migliaia di cittadini medievali si sentirono obbligati a fare v
iaggi in posti lontani come Gerusalemme e vicini come il villaggio prossimo in c
erca di perdono, per rendere grazie o semplicemente dimostrare la loro fede.
La lingua di Chaucer
Durante il Medioevo, erano parlate tre lingue in Inghilterra: Francese, Anglosas
sone e Latino. dalla combinazione di queste tre che sorse il Middle English. Per
circa due secoli dopo la conquista, le classi dominanti e laristocrazia us il fra
ncese dei normanni, mentre i conquistati continuarono a parlare la loro nativa l
ingua Anglosassone; il Latino era usato principalmente per la chiesa e come ling
ua per listruzione. Al tempo in cui Chaucer scrisse i racconti di Canterbury, ling
lese aveva sostituito il francese come lingua per listruzione nelle scuole locali
. Linglese stava anche diventando la lingua del governo, e cera una crescente doma
nda per opere letterarie in inglese. Tuttavia, Chaucer conosceva il problema di
scrivere poesia in inglese: era richiesta una nuova forma del linguaggio - un li
nguaggio letterario - modellato largamente sui modelli francesi e latini ma cost
ruito sulla vecchia tradizione popolare e su una conoscenza profonda del linguag
gio realmente parlato, che form la base dello stile drammatico di Chaucer.