Sei sulla pagina 1di 29

Perch il corpo umano funzioni

correttamente occorre una


integrazione dei vari organi e la
conoscenza, in ogni momento,
delle caratteristiche
dellambiente in cui viviamo.
A questi compiti provvedono il
sistema nervoso e il sistema
endocrino.

il sistema nervoso
Riceve gli stimoli dallambiente esterno (come
il caldo, il freddo o lavvicinarsi di un
pericolo).
Riceve gli stimoli prodotti dal nostro corpo
(come la fame, la sete o il dolore).
Elabora risposte adeguate inviando istruzioni
agli organi interessati per farli entrare in
azione.
I messaggi sotto forma di impulsi elettrici
viaggiano a una velocit di circa 12,4 m/s,
consentendo agli animali di reagire prontamente
ad uno stimolo.

il sistema endocrino
Controlla attivit prolungate nel tempo (come
la crescita del nostro corpo).
Utilizza speciali sostanze chimiche: gli ormoni
Gli ormoni prodotti da organi chiamati
ghiandole endocrine, raggiungono gli organi
responsabili delle risposte tramite il sangue.
I messaggi trasportati dagli ormoni viaggiano pi
lentamente e impiegano diversi minuti prima di
raggiungere la sede della risposta

Il sistema nervoso e quello


endocrino agiscono in modo
coordinato, scambiandosi
continuamente informazioni

Ci possibile
perch una parte del
cervello, lipotalamo,
collegata ad una
ghiandola, lipofisi,
che ha funzione di
controllo sulle altre
ghiandole endocrine
(cervello endocrino)

Sistema nervoso
centrale (SNC)

Sistema nervoso
periferico (SNP)

Encefalo
Nervi cranici
Midollo spinale
Gangli

Nervi spinali

Nei vertebrati il sistema


nervoso sempre costituito
da un SNP controllato da un
SNC.
La caratteristica che
differenzia maggiormente i
vari vertebrati lo sviluppo
dellencefalo e della
complessit della corteccia
cerebrale.

Il tessuto nervoso
Il tessuto nervoso costituito da due tipi di
cellule:

NEURONI (cellule nervose)


che sono specializzati nella
ricezione e trasmissione
degli impulsi nervosi ad altre
cellule.

CELLULE GLIALI che


nutrono, isolano e sostengono
i neuroni, e contribuiscono a
formare la barriera
ematoencefalica e la guaina
mielinica che rende pi veloci
i segnali nervosi.

Struttura del neurone


Nei neuroni
distinguiamo:
Corpo cellulare
contenente il nucleo e gli
organuli citoplasmatici.
Dentriti
brevi ramificazioni
attraverso cui i neuroni
ricevono gli stimoli.
Assone
singolo filamento molto lungo che trasporta
i segnali elettrici dal corpo cellulare verso la
periferia. Pi assoni si riuniscono a formare i
Nervi.

I diversi tipi di neuroni


Esistono
tre tipi di neuroni:
I
I neuroni sensoriali (o
neuroni afferenti) trasmettono
al SNC le informazioni
provenienti dallesterno o da
un organo.
I neuroni motori (o efferenti)
trasmettono le istruzioni ai
muscoli o alle ghiandole.

I neuroni di associazione (o interneuroni) collegano i neuroni


sensoriali con quelli motori

Il viaggio lungo un neurone


Un neurone riceve le informazioni dallambiente o da altri
neuroni tramite i dendriti. Linformazione viaggia lungo i
dendriti verso il corpo cellulare e passa lungo lassone.
Lassone termina
con tanti rami
sottili su ciascuno
dei quali c un
piccolo
rigonfiamento detto
bottone sinaptico.
SINAPSI

Il collegamento tra i neuroni la sinapsi

La sinapsi la giunzione
tra due neuroni o tra un
neurone e una fibra
muscolare o una
ghiandola.
La sinapsi formata dalla
terminazione nervosa del primo
neurone, dallinizio del dendrite
del secondo neurone e dallo
spazio tra i due

Il sistema nervoso centrale


Il
I sistema nervoso
centrale (SNC)
costituito dallEncefalo
(formato da cervello,
cervelletto e midollo
allungato) circondato e
protetto dalla scatola
cranica e dal Midollo
Spinale, che
contenuto nel canale
vertebrale.
Entrambi sono circondati da tre membrane
protettive, le meningi, e sono bagnati dal liquido
cefalorachidiano che li nutre e li protegge

Encefalo: midollo allungato


Il midollo allungato (o
Bulbo) e la parte
dellencefalo che collega i
centri superiori con il
midollo spinale e contiene
importanti centri nervosi
che regolano lattivit
cardiaca e respiratoria
(ecco perch un colpo alla
base del cranio pu
essere molto pericoloso) oltre a fenomeni come la
tosse e il vomito.
I

Il cervello
Il
I cervello la parte pi voluminosa ed diviso da
un solco nei due emisferi:
emisfero sinistro che presiede alle funzioni della
parte destra del corpo e ospita i centri del
linguaggio e possiede le aree di associazione per le
capacit logiche e matematiche.
emisfero destro possiede invece aree di
associazione che riguardano lastrazione, le
percezioni spaziali, le abilit artistiche e musicali e
le emozioni.
Uno spesso gruppo di fibre nervose, detto corpo
calloso, collega gli emisferi cerebrali.

Osservando una sezione


del cervello, si notano:
la parte pi esterna del
cervello detta Corteccia
Cerebrale, o sostanza
grigia, formata dai corpi
cellulari e dendriti dei
neuroni.
la parte interna pi chiara, chiamata sostanza
bianca, costituita da assoni rivestiti di mielina, di
colore bianco

La corteccia cerebrale
Nelluomo la corteccia
cerebrale uno strato di
interneuroni, profondo
circa 3 mm che ricopre le
altre zone dellencefalo.
La corteccia fittamente
ripiegata, con numerosi
solchi che servono ad
aumentare la sua
superficie.

La corteccia cerebrale: le aree


corticali
In base alle funzioni primarie dei neuroni
corticali nella corteccia sono state individuate
tre aree:
aree sensoriali dove arrivano le informazioni
dagli organi di senso;
aree associative dove gli stimoli in arrivo sono
analizzati e confrontati con le informazioni
immagazzinate nella memoria, e dove sono
elaborate le risposte;
aree motorie che invia le risposte ai muscoli
volontari (tramite i neuroni motori):

La sostanza bianca
La sostanza bianca controlla ed elabora gli stimoli
provenienti dallinterno del corpo grazie a due
importanti gruppi di neuroni che formano le aree
chiamate Talamo e Ipotalamo
Talamo
Ipotalamo

Cervello

Corteccia prefrontale

Olfatto
Bulbo olfattivo
Gusto

Ippocampo

Talamo e Ipotalamo
Il talamo un
centro di
elaborazione e
smistamento degli
stimoli sensoriali di
tipo primario, quali
la sensazione del
caldo e del freddo,
della fame e della
sete, del piacere e
del dolore, ed
collegato con la
corteccia crebrale

Lipotalamo collega il
sistema nervoso con
quello endocrino
controllando la
produzione di ormoni
da parte della
ghiandola ipofisi.
Controlla tra laltro, il
sonno e la veglia,
laggressivit, la fame,
la sete, la temperatura
corporea e lattivit
sessuale.

Il midollo spinale
Un
I cordone di tessuto
nervoso lungo 45 cm e
spesso 1 cm, occupa il
canale vertebrale dal
collo alla regione
lombare. Presiede a due
funzioni:
trasportare le
informazioni dal corpo
al cervello e viceversa;
fornire semplici risposte motorie involontarie a
determinati stimoli sensoriali (riflessi spinali)

Osservando una sezione


trasversale si nota una
zona centrale di sostanza
grigia (a forma di H) e
una esterna di sostanza
bianca; la sostanza grigia
formata da interneuroni
e corpi cellulari di neuroni
motori e cellule gliali
La sostanza bianca costituita da fasci di assoni
che trasportano i segnali da una parte allaltra del
SNC

I riflessi spinali
I

Sono cos chiamati perch


lo stimolo e la risposta
sono elaborati soltanto
dal midollo spinale, senza
lintervento dellencefalo.
Un riflesso spinale
comincia da uno stimolo
(tattile, dolorifico,
termico o altro) che

agisce su di un recettore della pelle o di unaltra


parte del corpo. Lo stimolo genera un impulso che
entra nel midollo spinale e prontamente fuoriesce
come risposta allo stimolo stesso.

Il riflesso patellare
Encefalo

Ganglio
Midollo
spinale
Muscolo
quadricipite

SNC
Muscoli
flessori

Nervo
SNP

Il sistema nervoso periferico


Esistono 43 paia di nervi: 12 paia di nervi cranici,
che si collegano allencefalo e 31 paia di nervi

spinali che si
collegano al midollo
spinale. Per ogni
paio un nervo
collegato al lato
sinistro e laltro al
lato destro
dellencefalo e del
midollo spinale.

nervi

Il sistema nervoso somatico


Il sistema nervoso somatico formato da
nervi motori che controllano la contrazione
volontaria dei muscoli scheletrici, e quindi
tutti i movimenti che decidiamo consciamente
di compiere:
CAMMINARE, SORRIDERE, MASTICARE

Il sistema nervoso vegetativo


Il sistema nervoso vegetativo (autonomo,
involontario, viscerale) rappresenta la
porzione del SNP che innerva le ghiandole, la
muscolatura cardiaca e quella liscia di organi
e vasi, interessando in tal modo, le funzioni
del corpo che avvengono senza alcun controllo
cosciente (contrazione cardiaca, respirazione
peristalsi intestinale ecc..) Il Sistema
Vegetativo anche responsabile delle
reazioni di tipo lotta o fuga.
E diviso in: sistema simpatico e sistema
parasimpatico

Simpatico e Parasimpatico
I due sistemi lavorano in modo coordinato,
esercitando spesso un effetto antagonista. Gli
organi stimolati dai nervi del simpatico vengono
in genere inibiti dal parasimpatico e viceversa.
I corpi cellulari dei neuroni del
sistema simpatico sono riuniti in
due file di gangli collegati al
midollo spinale e posti a lato della
colonna vertebrale. Da questi gangli
si originano i nervi motori diretti
agli organi interni.
I corpi cellulari dei neuroni del
sistema parasimpatico si trovano
invece nel SNC, in parte
nellencefalo e in parte nella zona
sacrale del midollo spinale.