Sei sulla pagina 1di 18

Capitolo 1 2

Good content marketing makes a person stop, read, think and behave
differently
Formal Definition = Content marketing e il processo di marketing e di
business per creare e distribuire contenuti preziosi e avvincenti capaci di
attirare i consumatori target in maniera consapevole. In altre parole e la
strategia focalizzata nella creazione di una ricca esperienza e incentrata
nellaiutare i consumatori a realizzare che il proprio prodotto e in grado di
soddisfare i loro bisogni.
La focalizzazione non avviene quindi sul proprio prodotto del marketing, ma
sulle informazioni essenziali e necessarie per agganciare i consumatori target.
In questa maniera si crea uninteressante rete di informazioni che procureranno
lattenzione del consumatore.
Content marketing vs social media marketing
1- center of gravity
Il social media marketing e localizzato e opera nei social network
(twitter, fb, google+). Il content marketing si appoggia sui social network
per sostenere il proprio marketing in modo da distribuire sui vari social
network il contenuto del sito web del marchio e non il contenuto stesso
singolo.
2- Type of content
La differenza rimane molto sottile perche non si tratta solo di pubblicare
un articolo fine a se stesso (social media marketing) ma di creare intorno
allarticolo un content che possa attirare attivamente lattenzione del
pubblico.
3- Obiettivi
Il social media marketing si focalizza sulla brand awareness, (creare e
generare attivita e discussioni attorno al brand) e customer satisfaction
(open forum per dialogare con i consumatori). Il content marketing si
focalizza maggiormente sulla generazione di contenuti di qualita in
grado di generare interessi.

Capitolo 3
the job of marketing is no longer to create customers, it is to create
passionate subscribers to our brand
Il budget devoluto al content marketing e in continua crescita. Attualmente, si
puo calcolare che un terzo dei soldi investiti in marketing siano indirizzati alla
creazione, distribuzione e gestione dei contenuti.
Perche ci si sposta sempre di piu verso il content marketing?
1- Assenza di barriere tecnologiche: in passato la pubblicazione di contenuti
era piuttosto complessa e dispendiosa. Oggigiorno chiunque puo
pubblicare e diffondere dei contenuti in brevissimo tempo.
2- Gradimento dei contenuti: non e necessario essere il wall street journal
per potere attrarre contenuti da condividere. Il pubblico in modo

totalmente autonomo riesce a riconoscere i contenuti credibili e


stimolanti.
3- Social media: se un brand vuole avere successo deve esternare articoli
interessanti e avvincenti.
4- Google: se si vuole avere una certa visbilita sui motori di ricerca e
fondamentale una solida strategia di content marketing.
Lobiettivo e quello di costruire un audience, che apprezza i contenuti
pubblicati tanto da diventarne subscribers. Il passaggio successivo e quello in
cui si crecano i canali per monetizzare la propria popolarita una volta catturata
lattenzione.

Capitolo 4
Ce una differenza sostanziale nello sviluppo dei contenuti tra una societa di
media e un marchio (es. Intel): come generare flussi di cassa in entrata. Per
le societa di media i contenuti sono creati direttamente per generare ricavi: 1attraverso contenuti a pagamento 2- attraverso a vendite pubblicitarie. Per le
altre societa, il contenuto e creato, non per creare un profitto da esso, ma per
attrarre e conservare i consumatori.
Un importante esempio si puo trarre dalla Lego, nota societa affermata nel
mercato dei giocattoli. Nonostante avessero in mano il mercato, lascesa di
unagguerrita concorrenza ha comunque indebolito il potere di mercato della
Lego la quale ha deciso di puntare su diversi segmenti, o meglio, diversi
contenuti da proporre al pubblico.
7 linee guida per creare una potente ed efficace strategia dazione
1- Cellulari e smarphone al centro della strategia: attualmente, per fare un
esempio, il 32% del traffico sul sito del Wall Street Journal viene dai
talefoni cellulari (60%smartphones, 40% tablet)
2- Assumere giornalisti e scrittori professionisti: in questa maniera sono
assicurati degli articoli di qualita e quantita che attraggono lettori
3- Riproporre i contenuti: non e necessario pubblicare assiduamente
contenuti. E fondamentale che quando si pubblica qualcosa lo si fa
coinvolgendo al 100% i lettori in tutte i canali possibili disponibili
4- Sviluppare strategia di rent-to-own: creare una rete di partnership con
societa di media in modo da ottenere maggiore visbilita e opportunita
5- Sviluppare pratiche editoriali professionali: (cap. 15)
6- Acquistare una societa di media
7- Il lettore e la priorita numero 1: senza lettori non ce un pubblico a cui
arrivare

Capitolo 5
Uno degli svantaggi della pubblicita tradizionale e legato alla
conversazione monodimensionale: le vendite sono lunico indice di misurazione
per vedere se il messaggio e arrivato al mittente. Con il content marketing,
invece, lo scambio e bidimensionale con i consumatori, e vengono utilizzati
piu strumenti per la misurazione dellefficacia.

Da una parte il marketing tradizionale informa i consumatori riguardo a un


prodotto/servizio. Ma e il content marketing che mette in risalto la validita
della strategia..
Quindi il content marketing puo aumentare le vendite e la propria ampiezza
di mercato ma soprattutto porta ad un aumento del numero di visualizzazioni
del proprio spazio web o app.
Il content marketing aggiunge rilevanza, significato e dimensione ai tradizionali
approcci in modo da raggiungere piu consumatori potenziali possibili.
Alcune nozioni fondamentali:
1- Content marketing e una conversazione a due strade e non un
monologo. Quindi si rende partecipe il pubblico al 100%
2- E molto dinamico e facile da modificare
3- Possiede rischi piu contenuti
4- Massimizza lasset piu potente: word-of-mouth referrals
4 Benefici impliciti del content marketing:
1- Content can give you a recruiting edge (?): reclutare talenti di primissimo
livello e una delle priorita piu rilevanti
2- Content puo aiutare a incrementare il morale della societa: quando un
articolo riceve degli esiti positivi oltre a rafforzare la societa
3- Content offre nuove aperture di comunicazione: apre le porte alla
condivisione, al dibattito o alla sfida.
4- Content favorisce la fiducia: creare content validi e apprezzati dal
pubblico, di cui non deve pagarne un prezzo, incrementa la fiducia del
consumatore.
Metodi per inizializzare un content marketing infallibile
1- il pilot: e una prova di quello che verra per testare la reazione dei
consumatori
2- Fear: osservare le strategia di content marketing utilizzate dalla
concorrenza per poter apportare delle modifiche alle proprie che non
sono vincenti

Capitolo 6
Caso Coca-Cola: la tecnologia ha aiutato a influenzare e coinvolgere i
consumatori in modo piu efficace, creando cosi nuove opportunita di
marketing. Per coinvolgere servono contenuti stimolanti e avvincenti
Caso Jyske Bank: larma e la creazione di contenuti interessanti ad opera di
freelancer scrittori o impiegati della banca. In poco tempo hanno raggiunto dei
numeri superlativi di condivisioni e visualizzazioni ampiando cosi il loro raggio
dazione
Open View: ha iniziato con un semplice blog che in breve tempo ha attirato
lattenzione del pubblico (18'000 subscribers)

River Pools and Spas: spendevano circa 250000$ allanno di marketing.


Semplicemente hanno pubblicato qualsiasi tipo di articolo ipotizzabile su un
blog, rispondendo attivamente alle varie domande. Sono riusciti cosi a
diminuire le spese di marketing a 40'000$ e incrementare le loro vendite di
5mln.

Capitolo 7
La propria strategia di content marketing deve contenere sia gli obiettivi del
proprio business sia le informazioni che laudience necessita. Quindi quest
strategia e unica e diversa da quella di qualsiasi altra societa.
Maturity Model: e un approccio che aiuta a differenziare il valore offerto del
proprio business ai consumatori.
1. Content Aware: e la strategia che incontra la domanda -> la strategia
consiste nel generare contenuti affidabili e utili in modo da sensibilizzare
e procurarsi la fiducia dei consumatori (focalizzarsi su quale contenuto e
piu ricercato sui motori di ricerca in modo da massimizzare le
condivisioni e visualizzazioni).
2. Thought Leader: creare contenuti che trasmettano dei valori
indipendentemente dallobiettivo legato al proprio prodotto/servizio. In
questa maniera, non solo si va incontro alla domanda, ma si cerca di
creare un livello di fiducia ancora maggiore.
3. Storyteller: questa fase cerca di educare, intrattenere, attirare laudience.
Lobiettivo di questa fase e di creare consumatori migliori.

Capitolo 8
The six Principles of Epic Content Marketing
1. Sentire il bisogno: i contenuti devono rispondere rispondere a delle
domande che rimangono insoddisfatte oppure far sorger nuovi quesiti
che stimolino linteresse dei consumatori.
2. Essere consistenti: i contenuti devono essere rilasciati con costanza e
rispettando le attese dei lettori
3. Sii Umano: esprimere cio che si sente e cio che si pensa che sia giusto
condividere.
4. Avere un punto di vista preciso: bisogna esprimere cio che si pensa in
modo da coinvolgere maggiormente i lettori che cosi si sentiranno
chiamati in causa a favore o contro il contenuto in questione
5. Evitare discorsi di vendita: piu si parla si se e minore sara il valore e
lattenzione del lettore
6. Esternare i migliori contenuti: distribuire le migliori informazioni a
disposizione
The Perfect Content Product

1. Real time content: i contenuti popolari e di attualita sono quelli che


danno un vantaggio competivo in quanto i contenuti obsoleti potrebbero
coinvolgere con unintensita minore
2. Fact-driven content: i contenuti sviluppati devono essere basati su fatti
3. Visual content: visual design e parte integrante dei contenuti perche
aumentano in maniera esponenziale linteresse
4. Efficient content
5. Curated content: oltre ad ad essere efficienti, i contenuti devono essere
curati in ogni loro fase: ricerca, organizzazione, condivisione.

Capitolo 9
Fissare degli obiettivi
1. Brand Awarness: content marketing e un ottimo mezzo per attirare
attenzioni di ogni genere
2. Lead Conversation: attraverso il content marketing si favorisce lo
scambio e il coinvolgimento di terzi. Il terzo che verra coinvolto
manifestera quindi la volonta di voler essere attivamente al corrente di
novita e quindi e si ha il permesso di market them. (es. sottoscrizione
alla e-newsletter)
3. Customer Conversion: questa fase serve per convincere il lettore che la
soluzione della societa e unica e migliore rispetto alle altre (es. luso si
testimonial)
4. Customer Service: e importante che i consumatori sappiano come
ottenere il massimo dal proprio prodotto/servizio (es. FAQ)
5. Customer Loyalty: lobiettivo in pratica e quello di creare consumatori
ma soprattutto di conservarli in modo che diventino subscribers
appassionati, che leggono, condividono i contenuti, si iscrivono alle enewsletter etc.
6. Customer Upsell: si tratta di creare un continuo coinvolgimento
proponendo in continuazione un addizionale valore al prodotto/servizio
7. Passionate Subscribers: questi subscribers hanno implicitamente dato il
consenso a essere coinvolti nei contenuti. Sono fondamentali questi
consumatori in quanto garantiscono ricavi maggiori rispetto a quelli che
non sottoscrivono
Content = Asset -> risorsa con un valore economico
Il content marketing prevede un costo in termini monetari sia per lacquisizione
di una strategia che per la successiva distribuzione. Ma cio che bisogna
comprendere e che con il content marketing non si sa acquisendo un costo
vero e proprio perche in realta tale spesa costituisce un valore attivo
patrimoniale per la societa.
Guida alla sottoscrizione:
1. Creare contenuti su contenuti: in altre parole si vuole coinvolgere con
costanza i lettori in modo che da rendere chiara lofferta e portarla al
livello successivo
2. Pop-ups: anche se sono disprezzati a livello dei lettori, questo sistema
garantisce la sottoscrizione

3. Focalizzazione: incentrare la propria strategia punto per punto senza far


confusione

Capitolo 10
E fondamentale, prima di iniziare una strategia dettagliata, delineare e
conoscere in profondita il target che si vuole colpire.
Audience persona = e uno strumento indispensabile della propria strategia
di content marketing. In altre parole e a chi ci rivolgiamo. Per questo motivo
sara necessario impiegare piu persone che si occupino dettagliatamente dei
contenuti per i diversi gruppi di lettori.
Classici Errori nella Creazione della Personas
1- Non Attendibilita: Generalmente le fonti dalle quali si recuperano info
non sono molto attendibili causando di fatto degli errori di valutazione.
Lunico sistema per avere una chiara visione su come i consumatori
prendono decisioni e avere una conversazione diretta con loro. In questa
maniera si otterranno informazioni che non si potrebbero recuperare in
nessun altra manieta
2- Ingannevolezza: E facile cadere nellerrore di raccogliere informazioni
che, potrebbero sembrare utili, ma non aiutano davvero la campagna di
content marketing in quel campo. Lunica maniera per omettere questo
errore e decidere di includere altri dati del consumatore che possiamo
suddividere cosi:
Priority initiatives: quali sono i problemi a cui il compratore dedica
tempo e capitale?
Success factors: quali sono i parametri o ricompense se il compratore
associa con il successo?
Perceived barriers: quali fattori sono i fattori che spingono il
compratore a considerare la propria compagnia ad una soluzione
Buying process: quali processi vengono seguiti per la ricerca di una
soluzione che possa risolvere le barriere
Decision criteria: quali sono gli aspetti di ciascun prodotto che il
compratore valutera al fine di effettuare una comparazione con le
alternative disponibili?
Questo sistema aiutera a raggiungere i compratori indecisi, con
contenuti che si focalizzano sui processi di decisione chiave
3- Sviluppo di troppi buyer persona: sviluppare troppe categorie puo
risultare inutile quanto pericoloso per i rischi visti prima. Per questo
motivo bisogna cercare di creare un numero limitato di categorie
significative
4- Intervista ai compratori: sfruttare le informazioni che si ottengono dal
telefono oppure online non riveleranno nulla di nuovo per il marketer. Per
questo motivo la chiave per il successo e di proporre un sondaggio

basato sulle risposte dei compratori. non ci fermiamo quindi alla


valutazione base ma si scava in profondita per capirne le motivazioni

Setting up Listening Posts: e un modo per ottenere piu feedback possibili


dalle risorse disponibili in modo da avvicinarsi il piu possibile alla verita e
minimizzare gli errori.
12345-

One-on-one conversation
Search of keywords (es. google trends/alerts)
Web analytics
Social media listening (quale linteresse generale del pubblico?)
Customer surveys (non lho capito)

Capitolo 11
Il Engagement Cycle e combinazione del ciclo vendite e del ciclo acquisti.
Senza un dettagliato engagement cycle creiamo soltanto conentui sperando
che funzionino. In relata non dobbiamo sperare perche oltre al contenuto
dobbiamo curare il contesto (tempo e spazio adeguato). Il motivo per cui
diamo cosi importanza a questa concatenazione di cicli e legata al fatto che il
processo di acquisto e cambiato poiche i consumatori rispetto a qualche anno
fa hanno il controllo dellengagement cycle. Quindi la difficolta e doppia
poiche abbiamo una prima fase di attrazione dellattenzione e una seconda
fase successiva in cui i lettori vengono fidelizzati.
Sales Process: e il processo che accompagna il consumatore verso la
vendita (informazione, interesse, comparazione, soluzione)
12345-

Contacts (potenziali nuovi consumatori


Leads (interesse manifestato)
Qualified Opportunities
Finalists
Verbal Agreement

Buying Cycle: e il processo che porta il consumatore a comprare, o in


alternativa se ha gia comprato, a fare la mossa successiva.
1234-

Awareness (il consumatore percepisce le opzioni esistenti)


Information Search
Request for pricing/vendor
Purchase decision (non e sempre lultimo step perche a questo punto ci
puo essere un altro step di valutazione
5- Competitive alternatives
6- Short list (tutte le alternative sono chiare e si passa alla fase di
acquisizione)

The Content Segmentation Grid: e un mix tra il processo di vendita e i


contenuti. Lobiettivo e quello di minimizzare la probabilita che il proprio
content non funzioni e di fare chiarezza sui margini di miglioramente che si
possono fare. Riusciamo cosi a creare contenuti che non solo educano
laudience ma possono beneficiare del tipo di soluzione che la propria
compagnia fornisce

Capitolo 12
Definire il proprio Content Niche =e necessario avere consumatori che
necessitino dei tuoi contenuti. Questo perche le informazioni oggigiorno
possono essere reperibili facilmente sul web. Si puo cosi facilmente giungere
al destinaraio fornendo le informazioni necessarie.
Se si posside un prodotto o un servizio da fornire meritevole di esserne parlato
e condiviso, allora diventare il trusted expert nel proprio settore puo
determinare un influenza maggiore sui consumatori. E sempre piu difficile
attirare lattenzione, ma con gli elementi definiti nei capitoli successivi e con un
po di costanza ci si puo assicurare uno spazio nel mercato.
Thinking Big, Going Small: aprire una societa e farla diventare una potenza
assouluta in un settore e particolarmente difficile. Questo non significa non si
debba pensare in grande. Bisogna puntare ai massimi livelli ma cercare di farlo
in quei sotto-settori in cui la concorrenza non e stata in grado di coprire
adeguatamente i bisogni.
Fractal Marketing: Suddivisione ripetuta del consumatore verso una specifica
nicchia. Si tratta di sviluppare un content specifico di nicchia indirizzato a una
popolazione di validi consumatori. (es. mr Buffet)
The best place to start: si inizia dove sono focalizzati i migliori consumatori.
Linizio e sempre e comunque difficile ma e preferibile penetrare un modesto
gruppo di consumatori che pero danno risultati positivi.

Capitolo 13
The Content Marketing Mission Statement: e la ragione desistenza di
una compagnia.
Una strategia di content marketing e impossibile senza un chiaro e ragionevole
perche.
The core audience target
Material that will be delivered to the audience
The out come for the audience
LAutorita a Pubblicare: e importante capire quali in topics si ha lautorita
di pubblicare (es. una compagnia che vende latte non ha lautorita di
pubblicare notizie riguardanti il mercato del pesce)
Cosa ci facciamo con il CMMS?

1- Post it: metterlo in mostra in modo che sia facilmente visibile


2- Spread it: chi fa parte della strategia di content marketing deve avere
bene in mente il mission statement
3- Prova del nove: sfruttare la mission statement per decidere quale
contenuto verra; creato e quale no

Capitolo 14
Costruire il proprio calendario redazionale management tool
E critico per il successo di ogni tipo di programma di content marketing. il
content marketing ha prospettive di lungo periodo e per questo motivo la
strategia devessere supportata da unadeguata programmazione degli eventi.
I tre componenti di un calendario editoriale
1- Comprendere che cosa si intende esattamente per calendario: a chi
vogliamo vendere + engagement cycle (appropriati contenuti basati sul
processo si acquisto
Creare una lista con le priorita di pubblicazioni basate sulla strategia
Assegnare content producer e/o responsabile editoriale del contenuto
Metadata: sono i tag assegnati per tracciare cio su cui si lavora e che
ruolo hanno nel
content strategy
Data per creazione e pubblicazione
Workflow steps: tutti i passi necessari per la creazione dei contenuti
2- Organizzare il calendario (titolo contenuto, genere, audience, chi scrive,
data, modifica, channels, metadata, key metrics.
3- Sviluppare lo stile di guida editoriale: utile per il creatore dei contenuti,
leditore e il produttore.

Capitolo 15
Managing the Content Creation Process
1- Assemblare un tem con ruoli e responsibilita specifici
Chief Content Officer (CCO) = questa figura e responsabile del
raggiungimento degli obiettivi
Managing Editor(s) = aiutano gli scrittori a sviluppare e creare i
contenuti perche spesso e volentieri questi sono esterni alla societa e
quindi potrebbero commettere degli errori nella stesura dellarticolo
Content Creators = spesso questo ruolo e esternalizzato quando ci
sono dei vuoti della produzione dei contenuti.
Content Producers = crea lultimo pacchetto completo prima della
presentazione finale del content
Chief Listening Officer = controlla il traffico tra i social media e i diversi
canali mantenendo, monitorando e sostenendo le diverse discussioni.

Chief Content Officer


Vigila tutte le iniziative di content marketing, sulle diverse piattaforme e
formati esistenti e indirizza le vendite, lengagement e il comportamento
positivo del consumatore
Responsabilita:
Assicura che tutti i conentuti rispettino i paramentri di qualita,
stile e consistenza.
Pianifica una strategia di content marketing che supporti ed
estenda le iniziative di marketing.
Sviluppa un calendario definendo i diversi ruoli.
Criteri di successo
Riconoscimento positivo del marchio
Incremento dei valori degli indici di misurazione
dellaccoglimento
Incremento traffico web
Skills Required
Editorial, Leadership, Project Management Skills
Ispirare e sostenere il team
Passione per gli strumenti tecnologici
Freelancer
Lesperienza e fondamentale ma non e tutto. La ricerca e una cosa che si
puo insegnare mentre la passione no. E importante inoltre sviluppare la giusta
business relationship.
ottima qualita = 1$ a parola. Qualita mediocre = 5 cents a parola
Content Marketings Code of Ethics
Valori di onesta, integrita, responsabilita
Esporre la realta e citare fonti e risorse.

Capitolo 16
Blogs: offre una facile ed efficace strada per presentare il proprio contenuto
Alimentare la conversazione e il dibattito
Partecipare su altri blog

Usare titoli ad effetto (Focalizarsi su importanti keyboard: Google Keyboard


Tool)
Focalizzarsi sul problema
Brevi ma completi
Sfruttare linvito per la sottoscrizione ai diversi social media
Controllare gli indici di misurazione (time on site, bouce rate etc)

E-newsletter: e una regolare comunicazione con il consumatore distribuita


settimanalmente o mensilmente
Non Spammare. Ottenere sempre il permesso
Descrizione dei benefici
Mettere il Sign up o subscribe (non submit) nella parte superiore
Da compilare non piu di sette spazi e comunicare come verranno utilizzati i
dati (inserire anche il privacy statement)
Inserire un valido testimonial

White Paper: e una relazione (tipicamente di 8-12 pag) su argomenti che


ncessitano di spiegazioni.

Articolo: apre opportunita per toccare temi, argomenti e mode di interesse


immediato.
Crea impatto

Differenze tra Articolo e Blog: il blog ha un chiaro punto di vista mentre


larticolo descrive parzialmente un punto di vista.

E-Book: contenuti informativi e dintrattenimento

Case Study: una o due pagine che descrivono lesperienza diretta che possa
cosi rafforzare il proprio punto di vista
Testimonials: fa acquisire credibilita e aiuta a scacciare scetticismo.
Puntare su testimonials buoni e specifici a cio che si fa

Webinar: e una presentazione che puo avvenire dal vivo o pure essere
consultata on-line (slide+audio+video)

Video: oltre allimpatto visivo focalizzarsi sullaudio che e un elemento chiave


per il successo

Online News Release: e qualunque comunicato proveniente dalle news


media.

Custom Print Magazine: ha un ottimo impatto ma puo essere piuttosto caro


(40k per linizializzaizone)

Print Newsletter: diversamente da quelle on-line possono comunque attrarre


un buon numero di persone.

Stampare e ancora la chiave: ormai passiamo le giornate al computer. E


questo il motivo per cui il cartaceo puo costituire una fonte importante
Attira lattenzione
Fidelizza i consumatori
Il web e dove si cercano le risposte mentre il print e dove si cercano le
domande

Digital Magazine: e un ibrido tra un giornale e un pdf che viene rilasciato sul
web. Si puo cosi aggiungere video, podcast.

E-Learning Series: contenuti educativi che possono distributire una varieta


vasta di elementi interattivi come video, podcast, presentazioni, webinars e
slide.

Mobile App: interfacce facili e rapide con integrazione ai social networks

Teleseminar: e indispensabile il telefono e servono per promuovere la vendita


di un prodotto

Podcast: e un audio file che si puo ascoltare su un lettore mp3 o attravers


itunes.si puo integrare con i contenuti del proprio blog .

Executive Roundtable: riunione tra persone esperte in un determinato


campo che si scambiano opinioni riguardo a un determinato argomento.

Industry Ranking System: le liste sono immediate e interessanti e quindi


attirano i visitatori.

Printend Book: sono un investimento nel lungo termine perche fanno


acquisire una certa autorita e rispetto da parte del pubblico.

Audio Book: generalmente e unintegrazione da aggiungere al libro e


nellultimo periodo ha riscosso un buon successo.

Virtual Trade Show: aumenta la partecipazione ad un evento e migliora la


comunicazione con i consumatori correnti e futuri

Comic Book (vignette): hanno un potere modesto perche sono immediati e


rimangono in mente.

Road Show: sono minicoferenze che sono condotte per diffondere il proprio
prodotto o il proprio pensiero.
Alcuni consigli:
mettere nome twitter sulle slide
promuovere levento con hashtag
non piu di 20 parola a slide
sorridere e fai partecipare il pubblico

On-line game: meglio che funzionino senza un particolare sofware da


scaricare.

Infographic: oltre ad avere un impatto immediato sono ricche di informazioni


e di dati utili facilmente comprensibili.

Capitolo 17
Supervisione e Controllo dei Contenuti
E importante essere chiari, ordinati e trasparenti. Per questo motivo e
preferibile organizzare e ordinare i vari contenuti con una certa suddivisione
(titolo, nome, note, numero visualizzazioni totali e giornaliere, numero visitatori
totali).
Per non rendere i propri contenuti obsoleti e consigliato fare un inventario
semestrale in modo da misurare la qualita specifica dei contenuti.
Le qualita possono riassumersi in:
-

Utilita e rilevanza
Accuratezza e chiarezza
Completezza
Influenza e engagement
Rintracciabilita
Coerenza
Mantenimento

SEMPRE AGGIORNATO, ORGANIZZATO E RILEVANTE

Capitolo 18
Scrivere bene e un dono che in pochi hanno. Pero si puo scrivere in maniera
modesta riuscendo comunque a suscitare interesse. Alcune tecniche sono
descritte nei capitoli precedenti.
Usare il Freewriting per risolvere i blocchi da scrittore: alcune volte non si sa
proprio cosa scrivere. Questa tecnica fornisce una base da cui partire per
riuscire a creare un testo ricco di contenuti. Ci sono alcune linee guida da
seguire:
-

Darsi un limite di tempo


Scrivere ininterrottamente fino alla fine del tempo
Non badare a grammatica e punteggiatura
Se si esce fuori tema continuare a scrivere
Una volta finito rileggere e raccogliere tutte le informazioni che si
ritengono utili

Capitolo 19

Content Platform
Ce solo un modo per costruire una piattaforma: possederla e governarla.
Si possono avere molteplici follower su Facebook, Twitter, LinkedIn, ma su
questi channel non si possiede niente di concreto. Bisogna avere sia i contenuti
su altre piattaforma ma focalizzarsi che sul controllo della propria piattaforma.
WordPress: e una piattaforma open-source di content management. Una
volta scelto il CSM da usare e importante verificare che sia semplice
modificarne i contenuti e soprattutto mantenerli.

Capitolo 20
Content Distribution
1- The Channel: si intende il core canne dove si intende focalizzare le
iniziative di content marketing.
2- The Persona: e il targer audience .
3- The Content Goal: e lobiettivo e deve essere chiaro e ben definito.
4- Primary Content Type: per esempio in un blog si tratta del testo, video,
immagine e combinazione tra essi.
5- Struttura: per esempio alcune compagnie utilizzano un massimo di 500
parole per articolo. In ogni caso e importante fare molta attenzione alla
struttura.
6- Tono: impostare un tono definito.
7- Channel Integration: integrare la propria piattaforma con le altre
esistenti.
8- Desired Action: metrics, sono gli obiettivi associati alla storia che si sta
raccontando.
9- Editorial Plan: creare un processo efficiente che migliori i vari passaggi
editorial.

Capitolo 21
Social Media for Content Marketing
1- Facebook: piu di un miliardo di utenti
Page Post Targeting (ppt): servizio di face book che permette di
indirizzare un contenuto ad un preciso audience.
Graph Search: permette di identificare le informazioni degli utenti
(relationship, abitazione).
Includere keyword e descrizioni, location.
2- Twitter
Raccontare storie procura follower e attenzioni.
Utilizzare hashtag.
3- Youtube e Vimeo
Permettere lincorporamento dei video.
Video Corti ma che portano un messaggio concreto.

4- LinkedIN
Arricchire la propria pagina.
Qualita, non quantita.
Partecipare a gruppi.
5- Google+
Offrire un mix interesante di content media.
Condividere conenuti dei propri colleghi.
6- Pinterest: popolare sito di photo-sharing
decidere se questa piattaforma puo ospitare i propri contenuti.
E piu di un immagine pubblicata perche gira traffico verso la propria
piattaforma.
Mostrare la personalita della propria compagni.
7- FourSquare
effettuare checkin allo staff e ai vari eventi.
ce la possibilita di costruirsi cosi un badge.
condividere consigli utili e rilevanti allaudience
8- Instagram e Flickr
Postare immagini che sostengano i propri contenuti.
Condividere foto personali che facciano vedere il lato che spesso non si
scorge
Promuovere la propria immagine.
Stumbleupon
Registrarsi solo se si ha tempo da dedicarci

9- Tumblr
Usare i propri tag
commentare, bloggare, fare like
rimandare alla propria piattaforma
Focalizzarsi sui contenuti adeguati
10Slide Share: e il YouTube per i powerpoint presentation
condividere il proprio e-book
Riciclare vecchi contenuti
Titoli interessanti
11Quora: open-forum aperto al mondo
Seguire topics, e trovare influencers
fare e rispondere a domande

Capitolo 22
Tecniche alternative per la promozione dei contenuti
1- Search Engine Optimization: le compagnie non mettono abbastanza
risorse in questa area che in realta; ha un potenziale enorme.
2- Creare una lista di Keywords: e importante per avere piu visibilita
possibile. Immaginarsi cosa scriverebbe un consumatore sul motore di
ricerca.
Consigli su come selezionare i keywords
Keyword Discovery e WordTracker sono degli strumenti che possono
andare molto in profondita
Devono essere rilevanti e conformi al contenuto
Paid Search: ad esempio google ads, e un ottima fonte di ricerca delle
keywords
Web CEO, BrightEdge, Moz: sono strumenti per classificare
keywords
Controllare se lefficacia di simili keyword siano comunque efficaci
Sfruttare il supporto di pagine correlate per la propria strategia
3- Add Images: le immagini hanno un impatto determinante e sommato a
un contenuto interessante e bello organizzato visivamente puo costituire
unarma importante.
4- Blog Commenting Strategy: puo costituire unottima strategia per far
nascere nuove amicizie e aumentare linteresse intorno alle tue idee e
modi di pensare. Quindi trovare una decina di blog in cui intervenire
almeno un paio di volte a settimana magari cercando di analizzare dove i
potenziali consumatori si trovano.
5- Brandscaping: un altro step importante e creare content partnerhip
perche fa i tuoi contenuti senza alcun tipo di sforzo.

Capitolo 23
Fare Leva sui Social Influencers
Un influencer e un blogger, competitor, un media che crea dei contenuti al
proprio targer audience.
Attirare lattenzione degli influencer: e proprio questo lobiettivo. Puntare sulla
loro fama per aumentare la propria visibilita.
Social Media 4-1-1: e un sistema di condivisione che permette alla compagnia
di avere visibilita con i social influencers.
4 contenuti dal target dellinfluencer (condivisione di contenuti non
miei, che richiama lattenzione del target influencer)
1 contenuto originale

1 contenuto riguardante i propri prezzi di vendita, le proprie offerte.


Big Content Gifts: per avere maggiore visibilita dagli influencers e sufficiente
creare delle ranking da condividere con la massa.
Third Circle
1- first circle: sono le categorie di follower che condividono i tuoi contenuti
perche ti conoscono
2- second circle: sono gli amici del first circle
3- third circle: sono i contatti del second circle
da qui possiamo parlare di quelle che sono le conseguenze:
-

il first circle condivideranno tutto indipendentemente dal contenuto in se


il second circle: queste persone sono state realmente interessate al
contenuto e decidono di condividerlo perche si rispecchiano nei pensieri
espressi
arrivati al third circle si puo dire che il contenuto sviluppato ha
realmente toccato le persone che puo culminare in un sarin senza sosta