Sei sulla pagina 1di 4

Parrocchia S.

Giorgio Martire
V DOMENICA DI QUARESIMA
2 aprile 2006
ANTIFONA D'INGRESSO
Fammi giustizia, o Dio, e difendi la mia causa contro gente senza piet; salvami dall'uomo ingiusto e
malvagio perch tu sei il mio Dio e la mia difesa. (Sal 42,1.2)
C. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo
A. Amen
C. Il Dio della speranza, che ci riempie di ogni gioia e pace nella fede per la potenza dello Spirito Santo, sia
con tutti voi.
A. E con il tuo spirito.
ATTO PENITENZIALE
C. Molte volte abbiamo infranto lalleanza con il Signore, ma lui non desiste dalla sua opera di salvezza.
Continua ad offrirci unalleanza nuova ed eterna e ad usarci misericordia. Chiediamo al Signore di saper
accogliere il suo perdono e confessiamo con vera umilt i nostri peccati.
(Breve pausa di silenzio)

C.
A.
C.
A.
C.
A.

Signore, che sei il chicco di grano che muore nella terra mentre noi ci spaventiamo della pi piccola
sofferenza,abbi piet di noi.
Signore, piet.
Cristo, che sei il chicco di grano che conosce labbandono e il tradimento mentre noi ci rattristiamo
per la pi piccola indifferenza, abbi piet di noi.
Cristo, piet.
Signore, che sei il chicco di grano che produce vita nuova e rinnova la storia mentre noi non
sappiamo staccarci dal nostro egoismo, abbi piet di noi.
Signore, piet.

C. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.
A Amen

Non si dice il Gloria.

COLLETTA
C. Ascolta, o Padre, il grido del tuo Figlio che, per stabilire la nuova ed eterna alleanza, si fatto obbediente
fino alla morte di croce; fa' che nelle prove della vita partecipiamo intimamente alla sua passione redentrice,
per avere la fecondit del seme che muore ed essere accolti come tua messe nel regno dei cieli. Per il nostro
Signore Ges Cristo, tuo Figlio, che Dio...
Amen.
LITURGIA DELLA PAROLA
Prima Lettura

Concluder un'alleanza nuova, non mi ricorder pi del peccato.

Dal libro del profeta Gerema


Ger 31,31-34
Ecco verranno giorni - dice il Signore - nei quali con la casa di Israele e con la casa di Giuda io concluder
una alleanza nuova. Non come l'alleanza che ho conclusa con i loro padri, quando li presi per mano per farli
uscire dal paese d'Egitto, una alleanza che essi hanno violato, bench io fossi loro Signore.
Questa sar l'alleanza che io concluder con la casa di Israele dopo quei giorni, dice il Signore: Porr la mia

legge nel loro animo, la scriver sul loro cuore. Allora io sar il loro Dio ed essi il mio popolo. Non dovranno
pi istruirsi gli uni gli altri, dicendo: Riconoscete il Signore, perch tutti mi conosceranno, dal pi piccolo al
pi grande, dice il Signore; poich io perdoner la loro iniquit e non mi ricorder pi del loro peccato.
Parola di Dio.
Rendiamo grazie a Dio
Salmo Responsoriale
Dal Salmo 50

R. Crea in me, o Dio, un cuore puro.


Piet di me, o Dio, secondo la tua misericordia; nella tua grande bont cancella il mio peccato.
Lavami da tutte le mie colpe,
mondami dal mio peccato. R.
Rinnova in me, o Dio, uno spirito saldo. Non respingermi dalla tua presenza e non privarmi del tuo santo
spirito. R.
Rendimi la gioia di essere salvato,
sostieni in me un animo generoso.
Insegner agli erranti le tue vie
e i peccatori a te ritorneranno. R.
Seconda Lettura

Impar l'obbedienza e divenne causa di salvezza eterna.

Dalla lettera agli Ebrei


Eb 5,7-9
Cristo, nei giorni della sua vita terrena offr preghiere e suppliche con forti grida e lacrime a colui che poteva
liberarlo da morte e fu esaudito per la sua piet. Pur essendo Figlio, impar l'obbedienza dalle cose che pat
e, reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono.
Parola di Dio.
Rendiamo grazie a Dio
Canto al Vangelo
R. Gloria e lode a te, o Cristo!
Se uno mi vuol servire, mi segua, dice il Signore, e dove sono io, l sar pure il mio servo.
R. Gloria e lode a te, o Cristo!
Vangelo

Se il chicco di grano caduto in terra muore, produce molto frutto.

Dal vangelo secondo Giovanni


Gv 12,20-33
In quel tempo, tra quelli che erano saliti per il culto durante la festa, c'erano anche alcuni Greci. Questi si
avvicinarono a Filippo, che era di Betsaida di Galilea, e gli chiesero: Signore, vogliamo vedere Ges.
Filippo and a dirlo ad Andrea, e poi Andrea e Filippo andarono a dirlo a Ges. Ges rispose: giunta l'ora
che sia glorificato il Figlio dell'uomo. In verit, in verit vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non
muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la sua vita la perde e chi odia la sua
vita in questo mondo, la conserver per la vita eterna. Se uno mi vuol servire mi segua, e dove sono io, l
sar anche il mio servo.
Se uno mi serve, il Padre lo onorer. Ora l'anima mia turbata; e che devo dire? Padre, salvami da
quest'ora? Ma per questo sono giunto a quest'ora! Padre, glorifica il tuo nome.
Venne allora una voce dal cielo: L'ho glorificato e di nuovo lo glorificher!.
La folla che era presente e aveva udito, diceva che era stato un tuono. Altri dicevano: Un angelo gli ha
parlato. Rispose Ges: Questa voce non venuta per me, ma per voi. Ora il giudizio di questo mondo;
ora il principe di questo mondo sar gettato fuori. Io, quando sar elevato da terra, attirer tutti a me.
Questo diceva per indicare di qual morte doveva morire.
Parola del Signore.
Lode a te o Cristo
PROFESSIONE DI FEDE

CREDO IN UN SOLO DIO


PREGHIERA DEI FEDELI
C. Spesso siamo ciechi, non vediamo le tracce di Dio nei solchi dellumanit. Eleviamo a lui la nostra
preghiera, certi che nelle vicende oscure dellesistenza non ci far mai mancare il suo aiuto e la sua grazia.
L. Preghiamo insieme e diciamo:
Dona a noi la tua vita, Signore!

Dio della vita, in Ges, chicco di grano caduto in terra, ci hai rivelato il modello dellobbedienza alla tua
volont. Fa che la confessione di fede della tua Chiesa renda ragione della speranza che nel suo cuore,
preghiamo.

Dio della vita, attraverso il profeta Geremia hai annunciato una nuova alleanza. Apri il cuore dei tuoi figli
perch ti riconoscano come unico Signore, preghiamo.

Dio della vita, tu stesso ci offri la tua Parola e la incidi nel nostro cuore per sempre. Concedici lobbedienza
dellascolto, la sapienza del silenzio e la discrezione di un servizio compiuto solo nel tuo nome, preghiamo.

Dio della vita, nel Cristo in croce ci hai indicato il termine ultimo della nostra ricerca e vocazione. Dona a
tutti noi la fedelt di una sequela senza condizioni o resistenze, preghiamo.

Dio della vita, dona la vita senza fine al nostro venerato padre Giovanni Paolo II, che ricordiamo ad un
anno dalla sua scomparsa. Fa che il chicco della sua esistenza, morto allo scorrere del tempo, rinasca nel
tuo amore e canti in eterno la tua gloria, preghiamo.

C. Signore, che ci chiami a collaborare alledificazione del tuo regno, fa che impegniamo le nostre energie a
realizzare il tuo progetto di amore su di noi e nella storia. Te lo chiediamo per Cristo Ges, che vive e regna
nei secoli dei secoli. Amen.
LITURGIA EUCARISTICA
SULLE OFFERTE
Esaudisci, Signore, le nostre preghiere: tu che ci hai illuminati con gli insegnamenti della fede, trasformaci
con la potenza di questo sacrificio. Per Cristo nostro Signore.
Amen.

RITI DI COMUNIONE
ANTIFONA ALLA COMUNIONE
Se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. (Gv
12, 24-25)
DOPO LA COMUNIONE
Dio onnipotente, concedi a noi tuoi fedeli di essere sempre inseriti come membra vive nel Cristo poich
abbiamo comunicato al suo corpo e al suo sangue. Per Cristo nostro Signore
Amen.
Vivere cambiare
Qui in terra vivere cambiare ed essere perfetto aver cambiato spesso (J.H. Newman). il compito della
Quaresima: ricordarci che bisogna cambiare la nostra vita. La conversione cambiare lagire, il pensare.
Assumere quello di Dio. Quante resistenze ci bloccano?
Un ragazzino simpaticissimo partecipava per la prima volta a un Campo Ragazzi. Un giorno ha fatto la
doccia e stava indossando la stessa maglietta che aveva prima di lavarsi. Vi lascio immaginare in quali
condizioni doveva essere Invitato a cambiarla, con tutta semplicit e ingenuit, ha detto: Ma, io la stessa

maglietta posso tenerla anche per 20 settimane! chiaro che stava sbagliando. Forse non aveva ancora il
giusto concetto del tempo che passa, non aveva la comprensione di come poteva essere sporca.
Per essere puliti necessario non solo che si faccia la doccia, ma che si faccia il bucato anche alla biancheria.
Tanti cristiani dimenticano questa norma digiene spirituale: il bucato dellanima, il Sacramento del
Perdono, la confessione. C unaltra incongruenza: tanti cristiani si confessano regolarmente e non proprio
saltuariamente, ma continuano a portare sempre gli stessi abiti di peccato e non c' verso che li
abbandonino! Esistono due generi di peccato: uno dovuto alla fragilit umana, l'altro dovuto al cuore
dell'uomo che non accetta Dio come suo signore. Questo il peccato contro lo Spirito Santo che non pu
essere rimesso, non perch Dio non voglia, ma perch l'uomo non vuole. Cambiare, dunque! Prendiamo
coscienza del peccato che ci allontana da Dio, dai fratelli, da noi stessi, deponiamolo ai piedi della Croce e
chiediamo alla Chiesa di perdonarci. Non perdiamo loccasione in questi ultimi giorni di Quaresima. Sono
giorni santi, di grazia e di pace! Mettiamo un vaso nellangolo della preghiera e alla sera seminiamo i grani
dei gesti di carit fatti durante il giorno.

V SETTIMANA DI QUARESIMA
(3 8) Liturgia delle Ore:
I Settimana del salterio

Il messalino sussidio domenicale prodotto in proprio dai giovani della parrocchia.


Il foglietto pu essere portato a casa.