Sei sulla pagina 1di 2

AUTORE:

Tadao Ando

OPERA:

Casa Kidosaki

LUOGO:

Setagaja, Tokyo

COSTRUZIONE:

1985 - 1986

BIBLIOGRAFIA:

- "Tadao Ando 1983 - 1993", El Croquis n. 44+58, 1996, pagg. 116-131


- "Tadao Ando", Masao Furuyama, GG, 1996, pagg. 80-82
- "Tadao Ando: the complete works.", Francesco Dal Co, Phaidon Press, 1995,
pagg. 198-203
vista dall'alto - rapp. = 1 : 2000

B'
IL SITO
quartiere resideziale di Tokyo.
L'edificio, che sorge su un terreno irregolare, situato ad angolo fra due
WC

ZONA PRANZO

CAMERA

perfetto di 12 metri di lato, attorno al quale si sviluppa il resto della


costruzione, che consiste nel susseguirsi di cortili e volumi racchiusi da un
CUCINA

SOGGIORNO

A'
A

12.00

La posizione quasi centrale del volume cubico conferisce agli spazi periferici
un carattere tridimensionale. questa disposizione inoltre, crea una "zona
cuscinetto" attorno alla vita delle famiglia, una protezione dal caos della
metropoli.

WC
ZONA PRANZO
CUCINA

PROSPETTO OVEST
CAMERA

FUNZIONE, STRUTTURA E MATERIALE

GARAGE

12.00

di rompere l'andamento lineare dei muri di cinta. Il muro perimetrale


occidentale curva progressivamente verso il centro, sino a sbucare sul
fronte nord, dove genera uno spazio aperto che funge da ingresso agli
appartamenti dei genitori della coppia. All'appartamento della coppia si
accede attraverso lo stretto corridoio curvilineo che fiancheggia il muro ad
ovest.

PIANTA PIANO INTERRATO - rapp. = 1 : 200

austero e spoglio, espressione dello spirito giapponese. I volumi sono


completamente aperti, molto ampi e vuoti.
Dettaglio, elementi decorativi e colori sono intenzionalmente evitati al fine di
B'
si riscontrano il passaggio lungo e stretto, la porta, la rampa di scale, le
pareti discendenti e infossate, che aiutano a produrre i suoi spazi complessi.
dall'architettura giapponese. Colori artificiali sono stati evitati.

esempio. L'uso di altri materiali, come il vetro o il metallo, rispecchia la


tradizione giapponese di usare il materiale con il massimo spirito naturale
possibile.

ZONA PRANZO

VISTA DELLA ZONA PRANZO DEL PIANO INTERRATO

A'
CUCINA

L'ARCHITETTURA DEL TRADIMENTO

WC
CAMERA
WC

quanto, ovviamente, dalla tradizione giapponese.


Dall'architettura moderna egli conserva la geometria astratta e la purezza e

SOGGIORNO

filosofia orientale, apprende la "middle-way" della trascendenza. Questa


solo ordine o caos, yin o yang, pieno o vuoto.
Tradotto nei termini spaziali dell'architettura, egli utilizza la geometria, la

cortili esterni sono parte dello stesso spazio interno.


L'architetto stesso definisce la sua architettura come "architettura del

PIANTA PIANO TERRA - rapp. = 1 : 200

B'

configurazioni continue, libere, angolari e inaspettate; o attraverso sottili


cambiamenti di luce, buio, spazio aperto, chiuso.
Lo spazio intermedio agisce come un incentivo per la metamorfosi: dramma
inaspettato in cui si muove la gente.

VISTA DEL SOGGIORNO DEL PIANO TERRA

WC

A'
CAMERA

A
STUDIO

IL RAPPORTO CON LA NATURA


L'introspezione di questa casa palesa la sua visione della natura nel
insediamento contemporaneo, l'architettura diventa uno scudo,
generalmente chiusa al mondo esterno attraverso facciate prive di finestre, e
tende a rivolgersi verso il cortile interno, dove la natura viene richiamata in
modo astratto: uno scorcio di cielo, un raggio di sole, ecc.

zenitale, contrasto tra luce e ombra per il contatto con le superfici interne,
luci in movimento tra i muri di cemento grezzo, o la composizione di luci che
PIANTA PIANO PRIMO - rapp. = 1 : 200

B'
VISTA DEL SOGGIORNO DEL PIANO INTERRATO

SEZIONE TRASVERSALE BB' - rapp. = 1 : 200

A'
A

ASSONOMETRIE
SEZIONE LONGITUDINALE AA' - rapp. = 1 : 200

PIANTA COPERTURA - rapp. = 1 : 200


0 1 2 3 4 5m

PROSPETTO SUD - rapp. = 1 : 200

AUTORE:

Tadao Ando

OPERA:

Casa Kidosaki

LUOGO:

Setagaja, Tokyo

COSTRUZIONE:

1985 - 1986

BIBLIOGRAFIA:

- "Tadao Ando 1983 - 1993", El Croquis n. 44+58, 1996, pagg. 116-131


- "Tadao Ando", Masao Furuyama, GG, 1996, pagg. 80-82
- "Tadao Ando: the complete works.", Francesco Dal Co, Phaidon Press, 1995,
pagg. 198-203
FOTO AEREA DELLA CASA

SCHIZZI DI IDEE
permea questa casa: la successione di spazi individuati da
quadrati e circonferenze, forme semplici, geometrie pure.
Queste geometrie si inseguono creando un moto spiraliforme
e generando in alzato un vortice di complessi percorsi
tridimensionali.

SUPERFICIE LOTTO: 610,9 m


SUPERFICIE COSTRUITA: 351,5 m
SUPERFICIE COMPLESSIVA: 556,1 m
79,4 m

CONNETTIVO
SERVIZI 53,2 m

ZONA GIORNO 150,9 m


ZONA NOTTE

99,5 m

ALTRI LOCALI 83,2 m


TERRAZZE - GIARDINO 255 m

CONNETTIVO
BAGNO
CUCINA

33,7 m

BAGNO

16 m

PIANO TERRA

15,7 m

VANO SCALA

ZONA PRANZO

42 m

SOGGIORNO

40 m

ZONA NOTTE

45,9 m

ALTRI LOCALI

63,5 m

TERRAZZEGIARDINO

169 m

ZONA PRANZO

ZONA NOTTE

CONNETTIVO

CUCINA

SOGGIORNO

CONNETTIVO

ENTRATA

PIANO TERRA
ZONA PRANZO

BAGNO
ZONA NOTTE

GARAGE

CUCINA

VANO SCALA

PIANO TERRA

PIANTA PIANO INTERRATO - rapp. = 1 : 200

CONNETTIVO

25,3 m
PIANO SEMINTERRATO
PATIO D'INGRESSO

6,8 m

BAGNO
CUCINA

9,7 m

ZONA GIORNO

PRIMO PIANO

VANO SCALA

CUCINA

ZONA PRANZO

VANO SCALA

68,9 m
VANO SCALA

ZONA NOTTE

13,26 m

ALTRI LOCALI

8,7 m

TERRAZZEGIARDINO

86 m

ENTRATA

BAGNO
DISIMPEGNO

SOGGIORNO

CORRIDOIO

ZONA NOTTE

VANO SCALA

BAGNO

GARAGE

PIANTA PIANO TERRA - rapp. = 1 : 200

CONNETTIVO 20,4 m
BAGNO
ZONA NOTTE

18 m

STUDIO

22,38 m

ALTRI LOCALI

PIANTA PIANO PRIMO - rapp. = 1 : 200

0 1 2 3 4 5m

5m

11 m

BAGNO
ALTRI LOCALI
VANO SCALA
PIANO TERRA

CORRIDOIO

ALTRI LOCALI

ZONA NOTTE

STUDIO