Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Cronaca

Il Siracusa batte
il Messina e continua
la corsa in testa

Aggredirono imprenditore
Denunciati padre
e figlio siracsani
A pagina quattro

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
marted 17 marzo 2015 Anno XXVIIi N. 63 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Politica. Dopo la trasmissione La Gabbia nuovo guazzabuglio mediatico Vicenda del consulente infedele

Gettonopoli si rinfiamma Isab: sallarga


fronte dindagine
in attesa della magistratura sugli incolpati
E stamattina si torna in aula per discutere daltro
Piove sul bagnato di Get-

INTERVENTI

La DDA
su grandi
appalti
di Concetto Alota

Nei

giorni scorsi con


lavvento mediatico della Gettonopoili si riaperta la vecchia ferita,
mai cicatrizzata, per la
verit, in tutto il territorio
siracusano sui rapporti
tra la mafia, la politica e
gli affari da concludere
con il pubblico denaro attraverso il controllo degli
appalti, facendo ricordare alla pubblica opinione
che esiste nella specifica
condizione per i reati di
mafia, la Direzione Distrettuale Antimafia.

Sorpresi in strada cedere a


un acquirente alcune dosi
di droga, a nulla valso il
loro tentativo.

A pagina sei

A pagina cinque

cronaca

Spacciano
in strada
Arrestati

politica

I sindaci
tornano
in piazza
Tornano

in piazza i Sindaci siciliani, oggi con una


conferenza stampa pubblica indetta da AnciSicilia.
A pagina due

fantassunzioni

tonopoli. Non bastava la


trasmissione LArena della scorsa settimana, ieri
sera la replica su La Sette
con un servizio dedicato proprio alla questione delle 1201 riunioni di
commissione che hanno
prodotto un esborso per il
Comune di 656 mila euro
finite nelle tasche dei consiglieri comunali. Ognuno dei consiglieri ha dato
giustificazione.

ei prossimi giorni compariranno davanti al GUP


del Tribunale di Siracusa
tutti gli attori dellinchiesta denominata Fantassunzioni.

A pagina tre

A pagina sette

In sei
davanti
al Gup

di Concetto Alota

Caso Isab, i carabinieri in cerca dei riscontri per chiudere il cerchio sugli altri personaggi coinvolti nellinchiesta ancora corso piombata come un terremoto
inaspettato negli ambienti giudiziari.
A pagina quattro

Omicidi Giacona e Bologna


Al via il processo dappello
S avviato con la
relazione del procuratore generale dinanzi
alla Corte dAssise
dAppello di Catania
il processo a carico di
Antonino Linguanti.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
noto

56enne
carbonizzato
sulla sua
automobile

Sicilia 17 marzo 2015, marted

Potrebbe trattarsi di un evento accidentale quel-

lo per il quale morto carbonizzato nella sua auto


un uomo di 56 anni Ieri mattina stato trovato un
cadavere carbonizzato in automobile, sul posto i
Vigili del fuoco del distaccamento di Noto e militari dellarma intervenuti, poco prima delle ore 7,
al km 18 della strada 187, in localit San Corrado
di fuori nel territorio di Noto, per la segnalazione
dellincendio di unautovettura con persona allin-

17 marzo 2015, marted

terno dellabitacolo; subito dopo il ponte di Santa Chiara, le


fiamme avevano completamente avvolto una Ford C Max
ferma nei pressi della linea di carreggiata; i soccorritori hanno quindi estinto le fiamme e constatato che allinterno del
veicolo, al posto guida, giaceva il corpo carbonizzato di una
persona; si resta in attesa del magistrato e del medico legale
per estrarre dal veicolo il corpo della vittima, del quale si conosce lidentit; la dinamica del rogo e alcune testimonianze
pongono al vaglio diverse ipotesi sulle cause.

politica. stamattina a palermo

Crisi economica
I sindaci siciliani
nuovamente
in piazza
Tornano

in piazza i
Sindaci siciliani, oggi
con una conferenza
stampa pubblica indetta da AnciSicilia
nel cuore di Palermo,
in Piazza Politeama,
uscendo dai luoghi
chiusi per dare modo a
tutti, in primo luogo ai
cittadini, di sapere e di
conoscere la drammaticit della situazione

economica e sociale
che in questo periodo
stanno vivendo i Comuni e con essi tutta la
Sicilia ed i siciliani.
E lo fanno dopo mesi
e mesi di confronto e
di suppliche ad una
politica regionale e nazionale sorda che sta
scaricando sui Comuni
e sui cittadini le pesantezze di una crisi, cos

come le sue incertezze,


o come nel caso del
Governo regionale, la
totale mancanza di un
progetto politico-amministrativo che guardi
al futuro, per risollevare e fare crescere la Sicilia, in un momento in
cui la disoccupazione
giovanile supera drammaticamente il livello
del 65%, quella gene-

Linviato de La 7
ha messo alcuni
consiglieri di fronte
al fatto compiuto
dei verbali

Qui sopra, la protesta dei sindaci.

rale che viaggia oltre


il 35% e le imprese che
chiudono tutti i giorni.
Un peso non pi sostenibile da parte del
Sistema degli Enti
Locali che ha gi prodotto un eccessivo aumento delle aliquote
dei tributi locali e del
complessivo
livello
di pressione fiscale
(Imu, Tari e Tasi), che

Tutte considerazioni che facciamo nostre ha sottolineato il segretario territoriale della Uil Stefano Munaf ma
questo incontro servito soprattutto
per capire in che modo il sistema mafioso attecchisce nella nostra provincia
e come viene fronteggiato il problema
degli extracomunitari. Io sono attento a quello che succede ha ribadito
Munaf -, in particolare nel triangolo
industriale dove si punta lattenzione
sulle bonifiche, ma in realt il sindacato
ha perso i punti di riferimento in quelle che erano la Provincia (che non c
pi) e i Comuni. I tre centri del triangolo industriale? Uno sciolto per mafia
(Augusta), in uno il sindaco sospeso
(Melilli), nellaltro inquisito (Priolo).
Ecco perch mancano i punti di riferi-

verificato che non previsto allordine del giorno alcuna


proposta sulla riduzione dei costi della politica, nonostante
una sia gi stata protocollata dalla sottoscritta, considerato
che nessuno degli argomenti iscritti allordine del giorno riveste carattere durgenza ed indifferibilit, non parteciper per protesta ai lavori della seduta in programma questa
mattina nellaula Vittorini al quarto piano del palazzo del
Senato ed esorta la maggioranza dopo quanto accaduto in
questi giorni a dare assoluta priorit al tema della riduzione dei costi della politica.

Guazzabuglio mediatico
Gettonopoli ingabbiata

rende ancora pi problematica la tenuta


minima del rapporto
tra Amministrazioni e
cittadini, innescando
forti tensioni sociali.
Un peso reso ancora
pi pesante, come denunciato in questi due
anni di confronti con
i Governi nazionali e
regionali, dal Vice Presidente di AnciSicilia,

Il sistema mafioso
Un problema reale
per la provincia

il vertice della Commissione parlamentare antimafia con la


presenza di Rosy Bindi, presidente
nazionale. C stato un lungo incontro col prefetto Gradone, le amministrazioni locali e i sindacati. "Bisogna cambiare la legge sugli appalti
perch ci sono troppi pertugi aperti
ha detto la Bindi -. A Siracusa c'
una criminalit che forse non mafiosa ma usa metodi mafiosi. E' una
provincia che sotto pressione per
molti problemi, a cominciare dalla
crisi del mondo industriale. C' un
problema ambientale, e quando un
tessuto si indebolisce bisogna tenere
alta la vigilanza. Bisogna cambiare
la legge sugli appalti perch ci sono
troppi pertugi aperti".

rotesta da parte del movimento politico Fratelli dItalia, che non


parteciper questa mattina alla seduta del Consiglio comunale,
dove rappresentato dalla consigliera Cetty Vinci.
Nella nota diffusa alla stampa relativa alle motivazioni dellAventino, scritto testualmente che Dopo avere visionato lordine del
giorno della convocazione del Consiglio Comunale di Siracusa e

Cronaca di Siracusa

POLITICA. Reazioni alla trasmissione di domenica sera

il segretario generale della Uil, Munaf

Durante

Cetty Vinci non sar presente


oggi in Consiglio comunale

Sicilia 3

mento. Quando nei Comuni del triangolo industriale che in qualche modo
fanno da traino per tutta la provincia c
una situazione del genere, capisci che
c qualcosa che non va>>.
Ma lattenzione tanto nel summit con
la Commissione parlamentare quanto
dallo stesso segretario territoriale della
Uil, stata focalizzata anche sul problema degli extracomunitari, poich da
Augusta a Portopalo, una situazione
senza soluzione di continuit e di non
facile soluzione. Gli sbarchi? Io che
sono di Augusta ho qualche perplessit di come vengono gestiti gli extracomunitari solo per il fatto che non sono
seguiti. Molti passeggiano lungo la provinciale a loro rischio e pericolo e camminano dentro la citt.

Paolo Amenta, Sindaco di Canicattini Bagni, dalle condizioni


strutturali del Mezzogiorno, caratterizzate
dalla scarsa capacit fiscale dei territori ed, in
particolare, dalla mancata attuazione nella
Regione Siciliana del
Federalismo Fiscale.
Da mesi, ricorda il
Vice Presidente Paolo
Amenta, che marted
sar a fianco di Leoluca Orlando in Piazza Politeama, nelle
casse dei Comuni non
c pi un centesimo, non c liquidit,
e a farne spese sono i
servizi, i fornitori, gli
stipendi, in particolare
dei precari, di cui gli
Enti hanno ricevuto
dalla Regione appena
il 40%. Senza dimenticare che negli ultimi
quattro anni i trasferimenti correnti destinati
ai Comuni sono passati
da 900 milioni di euro
a soli 200 milioni. Un
taglio impressionante
che ha prodotto una
riduzione drastica dei
servizi e della qualit
degli stessi nei Comuni, che sempre pi
devono fare ricorso ad
anticipazioni di tesoreria, indebitandosi, e
sottraendo cos ulteriore risorse dagli gi
scarnificati Bilanci.

Piove

sul bagnato di
Gettonopoli. Non bastava la trasmissione LArena della scorsa settimana, ieri sera la replica
su La Sette con un servizio dedicato proprio
alla questione delle 1201
riunioni di commissione
che hanno prodotto un
esborso per il Comune di
656 mila euro finite nelle
tasche dei consiglieri comunali.
Ognuno dei consiglieri intervistati ha dato la
propria giustificazione a
quanto accaduto, come
nel caso di Gaetano Firenze che ha ammesso
che sono state convocate
troppe riunioni e che per
tale motivo i presidenti
avrebbero dovuto dimettersi. Rispetto a una set-

In foto, La trasmissione La Gabbia.

timana fa, lordine di


fare capire allItalia che i
consiglieri stanno facendo tesoro delle polemiche. Il consigliere Alberto Palestro ha riferito che
limpegno da loro assunto quello di abbassare i
costi della politica.
Particolare il caso del
consigliere Tony Bonafede, il cui genitore,
anchegli
consigliere

comunale prima di lui,


imputato per la vicenda fantassunzioni. Mio
padre innocente e lo
dimostrer nel processo ha detto Non era
opportuno che mi candidassi io? E perch? Sono
un giovane quasi laureato
in Giurisprudenza e partecipe della vita politica
e amministrativa della
citt.

Anche la consigliera comunale Simona Princiotta stata sorpresa dallinviato che le ha mostrato i
verbali con la nota di una
seduta di commissione,
durata pochi minuti, alla
quale la consigliera aveva partecipato. La stessa
Princiotta ieri mattina
aveva annunciato la convocazione di una conferenza stampa per domani
per dire la sua sullintera
vicenda e annunciando
di volere dire ci che gli
altri suoi colleghi non
avrebbero il coraggio di
rivelare. Pochi minuti
dopo, per, lha annullata. Molto efficace lintervento dello scrittore
Gianpiero Mughini che
parla della vicenda di
Siracusa.
Da siciliano, mia mamma seppellita in Sicilia,
premette quando sento parlare di politica siciliana mi si rizzano i capelli, quando sento che a
Bergamo spendono 1/10
di quello che spendono
a Siracusa mi si rizzano
i capelli in testa questa
vicenda ha dellassurdo.

I Grilli Aretusei tornano sulla vicenda gettonopoli

Il M5S: Parere di legittimit non


era per la delibera 109 di agosto
Ritornano sulla vicenda gettonopoli i Grilli Aretusei

che incalzano sulla triste storia sostenendo che quella


sorta di parere di legittimit che la Regione Siciliana
avrebbe dato al Comune di Siracusa in merito alla delibera 109, che la risposta di archiviazione della Regione
non si riferisce affatto alla Delibera 109, ma allesposto presentato dai consiglieri di Progetto Siracusa a fine
agosto 2013. Tale ricorso, sostengono i grilli aretusei
era relativo alle modalit di istituzione delle commissioni perch lo stesso diceva di non essere rappresentato in tutte e otto. La risposta della Regione, pertanto,

non poteva che essere pertinente alloggetto del ricorso


e cio relativamente alla rappresentanza e alla proporzionalit del voto. In questo senso, pertanto, la Regione
rispose che il comune di Siracusa aveva fatto tutto correttamente rispetto al ricorso.
Nello specifico - dicono gli esponenti del M5S importante precisare che il ricorso di Progetto Siracusa
nella parte in cui si parla dellarticolo 8 e 9 del regolamento delle commissioni consiliari e della delibera 109
non si parla mai di gettone di presenza, insomma la
vicenda si ingarbuglia.

Gulino (PD):
Castelluccio
rassegni
le proprie
dimissioni
Dopo che la vicenda

gettonopoli assurta
agli onori delle cronache
nazionali e fuori tempo
massimo, lesecutivo
provinciale del PD ha
chiesto la convocazione di
unassemblea provinciale
aperta, dimenticando che
lattuale assetto di tutti gli
organismi provinciali del
PD di Siracusa il frutto
di un congresso celebrato
in violazione delle norme
statutarie, delle pi elementari regole democratiche e su cui pende ancora
un ricorso innanzi alla
commissione nazionale di
garanzia del PD.
Lo sostiene Tony Gulino,
componente regionale
del Pd, che prosegue: I
tentativi, degli scorsi mesi,
di trovare un accordo
condiviso, al fine di dare
un nuovo corso al PD
di Siracusa, sono miseramente falliti, comera
prevedibile. Abbiamo
assistito, a tal proposito,
alle dichiarazioni di tutti
gli attori politici in campo,
che hanno rappresentato
la mortificazione della
politica. Tutti, in astratto,
disposti a fare un passo
indietro. Tutti, nel concreto, impegnati a proporre la
soluzione, pi conveniente
per la propria parte politica. Sarebbe questo partito,
delegittimato sul piano etico e politico, che dovrebbe
fornire indirizzi politici
ai consiglieri comunali
nellocchio del ciclone? La
stessa segretaria/consigliera ampiamente contestata, oltre che per la vicenda
congresso provinciale PD,
anche per la gettonopoli
siracusana in compagnia di
altri consiglieri vorrebbe forse dar consigli a se
stessa ed ai suoi colleghi
consiglieri?.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 17 marzo 2015, marted

17 marzo 2015, marted

Isab: sallarga linchiesta


sul ruolo degli incolpati
Nel coinvolgimento dei
tre personaggi
fin dalle prime
cure dellindagine, a seguito
della denuncia
collaborativa e
dettagliata della
direzione dellIsab, dallo stesso
Alberto Geraci,
che al momento
rimane lunico
indagato

In foto, il comando provinciale dei Carabinieri


di Siracusa.

per la legittima suspicione a causa del


coinvolgimento di
un magistrato in forza presso il Tribunale di Siracusa; i carabinieri del Nucleo
Investigativo
del
comando provinciale di Siracusa eseguirono lordinanza
della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal
gip del Tribunale di

Messina, Maria Militello, su richiesta


del pubblico ministero
Antonella
Frad.
Indagini, per la
cronaca, ancora in
pieno svolgimento
e che stanno continuando a ritmo serrato da parte degli
uomini del Nucleo
Investigativo
dei
carabinieri del Comando provinciale

di Siracusa, agli ordini del colonnello


Mauro Perdichizzi,
per sbrogliare la
matassa
dellinchiesta proprio nel
punto dove si imbrogliata: nel coinvolgimento dei tre
personaggi fin dalle
prime cure dellindagine, a seguito
della denuncia collaborativa e dettagliata della direzio-

ne dellIsab, dallo
stesso Alberto Geraci, che al momento
rimane lunico indagato nellinchiesta giudiziaria della
Procura della Repubblica di Messina, subito affidata ai
carabinieri del Nucleo Investigativo
del Comando provinciale di Siracusa.
Come si ricorder,
il professor Alberto

CTU dalla Procura della Repubblica


di Siracusa, nella
perizia dellincendio
sviluppatosi
nellimpianto Power
Former 500 nello
stabilimento dellIsab Sud di Priolo
Gargallo lo scorso
anno, secondo gli
inquirenti avrebbe
preso contatti subito
dopo la sua nomina
con i vertici della
raffineria dellIsab,
di propriet del colosso mondiale della
raffinazione, la russa Lukoil, per suggerirgli i nominativi
di due consulenti di
parte, un avvocato e un ingegnere,
coinvolgendo gi in
quelloccasione un
magistrato, che a
suo dire erano tutti
quanti suoi buoni
amici, in cambio
di una favorevole e
veloce conclusione della perizia, per
evitare il sequestro
dellintero impianto, con il solo blocco giudiziario della
parte esplosa, per
poter cos continuare la produzione.
Concetto Alota

Vicenda che risale al 2003 e riguarda la consumazione di una cena al ristorante

Tre fratelli condannati a 3 anni e 4 mesi


per avere preteso di pagare la met
Forse in preda ai fumi dellalcol, una notte sopra

putati. Pi dura era stata la richiesta da parte del puble righe costata a tre fratelli la condanna a 3 anni blico ministero, Tommaso Pagano, che aveva invocato
e 4 mesi ciascuno. Il Tribunale penale di Siracusa per Giuseppe Scaffidi la condanna a 6 anni mentre per
ha emesso sentenza di condanna a carico di France- gli altri due imputati aveva sollecitato la condanna a 5
sco, Giovanni e Giuseppe Scaffidi rispettivamente anni di reclusione.
di 30, 44 e 41 anni, tutti difesi dallavvocato Rosa La vicenda per la quale sono stati processati i tre fraCampisi. Quattro i capi dimputazione per i quali telli si consumata nella notte tra il 21 e 22 dicembre
vrebbe tradito la fiducia dei datosono finiti sotto processo ma per uno solo sono stati
2003.
Secondodenaro
quantoe ricostruito
dagli investigatori e
ri
di
lavoro,
trafugando
ogcondannati. In particolare, per avere consumato una
anche
in
fase
dibattimentale,
i
tre
avrebbero
dapprima
getti di
preziosi. Ma stata individuata
cena in un ristorante di Marzamemi pretendendo
costretto
unstati
uomo
a pagare loro dieci birre consumate
e
denunciata.
Sono
i
poliziotti
pagare la met rispetto al conto presentato dal ge- in un bar di Pachino. Poi avrebbero chiesto una sigadella squadra Mobile della Questura
store.
retta
a una coppia
di fidanzati e alla risposta negativa
di Siracusa
a notificare
allindagata,
I tre Caminanti sono stati assolti perch il fatto
non avrebbero
menato
le
mani. Dopo si sarebbero recati in
R.G. di 49 anni, il provvedimento
sussiste dallaccusa di avere costretto una persona
un ristorante
dove avrebbero
consumato la cena e anemesso
dalla
Procura
della
Repuba pagare delle birre e anche di avere aggredito un zich pagare il conto di 80 euro, avrebbero preteso di
blica di Siracusa. Secondo quanto
uomo per sottrargli una collanina doro. In prescripagare
met, ricorrendo
daglila investigatori,
laalle minacce.
zione, invece, il reato di lesioni contestato ai ricostruito
tre imR.L.
donna, di origini marocchine, ma da

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
L'intervento Perquote
stato fatto dai convivente
carabinieri che per gelosia
hanno indiviArrestato
duato i due
presunti autori In preda alla geloavrebbe aggredella cessione sia,
dito la convivente.
linterdi stupefacen- Inevitabile
vento dei Carabinieri della stazione
te a un uomo

I carabinieri indagano su delega della Procura della Repubblica di Messina


Geraci, fu nominato
Caso Isab, i carabinieri in cerca dei riscontri per chiudere
il cerchio sugli altri
personaggi coinvolti nellinchiesta ancora corso
piombata come
un terremoto inaspettato negli ambienti giudiziari, la
notizia pubblicata
domenica
scorsa,
da queste stesse
colonne, sul coinvolgimento di un
magistrato del Tribunale di Siracusa
nella vicenda del
consulente
infedele della Procura
della Repubblica di
Siracusa,
rispetto
al delicato compito che lUfficio del
pubblico ministero
gli aveva affidato e di cui era gi
stato gi pi volte
incaricato in varie
perizie in altri incidenti, che si erano
nel tempo verificati
nella zona industriale siracusana.
Un avvocato, un
ingegnere e un magistrato, coinvolti
nellindagine e tirati
in ballo dal professore Alberto Geraci,
nominato
consulente della Procura
della Repubblica di
Siracusa, sessantanove anni, di Acicastello in provincia
di Catania, professore alla Facolt di
ingegneria presso
lUniversit di Catania in quiescenza
dallinizio del 2015,
il quale fu arrestato
dai carabinieri del
comando provinciale di Siracusa, per
rispondere di induzione alla promessa
di utilit, nelloperazione denominata
Stige e coordinata dalla Procura
della Repubblica di
Messina, procuratore capo, Guido Lo
Forte, e affidata al
sostituto, dottoressa Antonella Frad,

Sicilia 5

Nella foto, la refurtiva


sequestrata
dai poliziotti.

Spaccia droga in strada


Coppia finisce in manette
Sorpresi in strada cedere a un acquirente
alcune dosi di droga,
a nulla valso il loro
tentativo di nascondersi in un palazzo
nei pressi del luogo
in cui sono stati individuati. I carabinieri li hanno seguiti
e arrestati nel giro di
pochi minuti. E cos
finita in manette una
coppia di siracusani
che deve adesso rispondere del reato di
detenzione ai fini di
spaccio di sostanze
stupefacenti.
Il provvedimento restrittivo stato adot-

I due sono stati individuati e arrestati


dopo un tentativo di fuga in un condominio

tato nei confronti di


Francesco Cassia di
19 anni con precedente di polizia specifico, e Krizia Guzzardi
di 18 anni, incensurata. A operare lintervento sono stati i
Carabinieri dellaliquota Radiomobile
della Compagnia di
Siracusa, la cui pattuglia ha sorpreso i
due indagati mentre
in concorso tra loro
stavano cedendo un
involucro di colore

bianco
contenente
sostanza stupefacente a una terza persona che si ha avuto il
tempo di allontanarsi
senza farsi identificare. Lazione non
passata inosservata
ai militari dellArma, che, usciti allo
scoperto, hanno tentato di bloccare i tre
soggetti. Mentre lacquirente della droga
riuscito a dileguarsi,
i due presunti spacciatori sono corsi a

piedi cercando riparo allinterno di un


condominio, salendo
fino agli ultimi piani.
La ragazza stata
raggiunta poco dopo
e bloccata, mentre
Cassia stato sorpreso sul pianerottolo
dellultimo piano davanti alla porta della
propria abitazione.
Dalla successiva perquisizione, luomo
stato trovato in possesso di un involucro
contenente venti dosi

Imputati sono Antonino Linguanti e Salvatore Battaglia

Omicidi Giacona e Bologna


Aperto il processo in appello

S avviato con la relazione del procuratore

generale dinanzi alla Corte dAssise dAppello di Catania il processo a carico di Antonino Linguanti e Salvatore Battaglia, condannati in primo grado allergastolo perch
ritenuti responsabili il primo dellomicidio
di Salvatore Bologna e di Salvatore Giacona, il secondo soltanto dellomicidio del
portalettere di Cassibile. Il ricorso in secondo grado stato avanzato dalla difesa dei
due imputati, avvocati Giambattista Rizza e
Domenico Mignosa, che ritengono di avere elementi sufficienti per potere ribaltare
il verdetto della Corte dAssise di Siracusa.
Il rappresentante della pubblica accusa ha
ricostruito le due vicende e nella prossima
udienza, fissata per il 24 aprile, detter la
requisitoria con le proprie richieste ai giudici del secondo grado.

di cocaina per un
peso complessivo di
6 grammi. Entrambi i
giovani indagati sono
stati tradotti presso le
rispettive abitazioni
per essere sottoposti
al regime degli arresti
domiciliari.
Il problema della
droga insomma, continua a tenere desta
lattenzione generale
delle forze dellordine, che non manca
giorno che individuano soggetti dediti allo
spaccio di stupefacenti. Siracusa e lintera provincia sono
dilaniati.

di Belvedere, che
hanno tratto in
arresto in flagranza
del reato di maltrattamenti contro
familiari e lesioni
personali aggravate Carmelo Carb
di 33 anni, siracusano, incensurato.
Luomo in preda
allira, a seguito
di una violenta
lite scaturita per
motivi di gelosia,
avrebbe procurato
lesioni alla propria convivente
causandole traumi
diffusi sul corpo
giudicati guaribili
in 5 giorni. Da una
ricostruzione fatta
dai militari, luomo avrebbe altre
volte aggredito la
donna con vessazioni di vario tipo,
ingiurie e umiliazioni. Luomo
stato sottoposto al
regime degli arresti
domiciliari presso
unaltra abitazione.

Libero agente assicurativo

Il Gip del Tribunale di Siracusa, Michele


Consiglio, ha disposto la convalida dellarresto del titolare di unagenzia assicurativa di
Lentini, ma allo stesso tempo lo ha rimesso
in libert con il solo obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il provvedimento
stato adottato nei confronti di Giuseppe Circo
di 52 anni, che, ieri mattina, assistito dallavvocato Nicola Aiello, comparso dinanzi al
giudice per le indagini preliminari. Era stato
posto in regime di arresti domiciliari perch,
a seguito di un controllo eseguito dalle forze
dellordine negli uffici dellagenzia assicurativa di Carlentini, stato trovato in possesso
di 2 grammi e mezzo di cocaina e di mezzo
grammo di marijuana oltre a tre bilancini di
precisione.

Lentini, romeno scarcerato

In foto, palazzo di Giustizia di Catania.

Il Gip del Tribunale, Michele Consiglio, ha


disposto la scarcerazione con il solo obbligo
di presentazione alla polizia giudiziaria nei
confronti di un 42enne romeno che ha dato in
escandescenza al pronto soccorso dellospedale di Lentini dove era stato trasportato per
un malore, aggredendo i sanitari.

societ 6

Sicilia 17 marzo 2015, marted

Rifiuti e grandi appalti


Le attenzioni della DDA

A Siracusa ogni anno circa 16 mila denunce di cui ben 6 anonime


Nei giorni scorsi
pu leggere cosa tuale antimafia

con lavvento mediatico della Gettonopoili si riaperta la vecchia ferita,


mai cicatrizzata, per
la verit, in tutto il
territorio siracusano
sui rapporti tra la
mafia, la politica e
gli affari da concludere con il pubblico
denaro attraverso il
controllo degli appalti, facendo ricordare alla pubblica
opinione che esiste
nella specifica condizione per i reati
di mafia, la Direzione Distrettuale
Antimafia di Cata- Palazzo Vermexio.
nia per competenza
sul territorio siracu- sarebbero finiti sotto lattenzione della
sano.
Gli aspetti della cor- DDA anche quello
relata cronaca, che dellacqua, degli asiinteressa Siracusa, li nido, della segnanella
fattispecie letica verticale, orizsono stati falsati zontale e luminosa,
dalla realt dei fat- mentre linteresse
ti; La Direzione Di- per la realizzazione
strettuale Antimafia, del nuovo ospedale
non si interessata di Siracusa inizi
alle vicende de- in occasione dello
gli appalti pubbli- scandalo dellExpo
ci siracusane, cos e i riferimenti sarebcome ai connessi bero stati trasmessi,
riscontri investiga- dai colleghi magitivi dordine mafio- strati milanesi, per
so, solo ora perch la conoscenza del
scoppiata Getto- riscontrato investinopoli e Fantas- gativo con Siracusa,
sunzioni insieme a che continuano antutto il resto, quindi cora oggi, con lagsolo nelloccasione; giunta di una nuova
niente affatto. Lat- risorsa investigatitenzione della cro- va che sarebbe stata
naca stata dettata in passato interessadalle dichiarazioni, ta dallattivit dinritenute nuove da- dagine sulla ndrangli inquirenti, rispet- gheta calabrese su
to a quelli gi cata- cui, ovviamente vige
logati nei rispettivi il pi stretto riserbo.
differenza
fascicoli dinchie- La
sta, ai sensi e per gli nellattuale situazioeffetti dellobbliga- ne, e il passato non
toriet dellazione tanto lontano, rimapenale da iscrivere ne solamente nella
nei rispettivi model- pubblicazione di cirli, o registri che dir costanze collegate
si voglia, delle noti- a fatti e persone gi
zie di reato: persone noti, che oggi si renote, ignoti, forma lazionano nella fatanonima o fatti non tispecie per le stesse notizie di reato e
costituenti reati.
E cos, sempre per degli stessi soggetti
la cronaca, oltre al confluiti nelle tante
bando dei rifiuti, inchieste giudizia-

rie e collegate dagli stessi interessi


di appalti pubblici,
quindi verso le casse
della pubblica amministrazione: bandi
di gara, servizi pubblici in concessioni,
interessi in quote societari di consiglieri,
prestanome, uomini
politici, connubi tra
la politica e gli affari collegati con clan
malavitosi, estorsioni e tanto ancora;
tutti fatti dove insistono interessi milionari, e dove si registrano ambiguit e
rancori, cos come
tante vendette.
Sui tavoli della Procura della Repubblica di Siracusa
arrivano ogni anno
circa
sedicimila
denunce di reato
dogni genere e natura (la seconda in
Sicilia), ma circa
seimila sono quelli
anonimi (in questi
Siracusa la prima),
che per la legge assumono lo stesso
identico valore, non
fosse altro per lobbligatoriet dellazione
giudiziaria;
denunce senza firma
che attengono, per
la maggior parte dei
casi, a fatti legati
allamministrazione
della cosa pubblica,

come appalti pilotati, soldi sperperati in


delibere a favore di
parenti e amici, consiglieri
comunali
che hanno interessi
nella gestione degli
asili nido, in attivit imprenditoriali
attraverso prestanome, in associazioni
sportive, gestione
dimpianti sportivi pubblici o la gestione di campi di
calcio privati. Per il
bando della gestione
del servizio idrico,
del bando dei rifiuti, della segnaletica
orizzontale, verticale e luminosa e persino delle somme
elargite dalla pubblica amministrazione per ogni singola delibera che in
un modo o nellaltro
conducono a soggetti vicini, come
moglie, figli, parenti
di uomini della politica, ma anche a
dirigenti e semplici
impiegati della pubblica amministrazione e via dicendo.
E mentre prima gli
inquirenti per lacquisizione degli atti
dovevano ricorrere
al necessario decreto di sequestro
della magistratura;
oggi tutto gira sul
Web, dove chiunque

c scritto nelle varie determinazioni


o nei bandi di gara,
come per i sussidi e
i contributi a privati
o associazioni, dove
addirittura in molte
missive arrivate agli
inquirenti in forma
anonima in allegato
si trova gi la documentazione necessaria.
Nella fattispecie e
alla luce della ribalta
riaccese per il caso
dellindagine sulla
raccolta dei rifiuti,
di cui si fatto cenno nei giorni scorsi
sia per bocca dei
consiglieri comunali, cos come negli
articoli dei giornali,
lacquisizione del
testo del bando e degli allegati disponibile sul sito del
comune di Siracusa
e chiunque pu salvare o stampare il
contenuto: nel caso
di unindagine giudiziaria poi, quale
miglior condizione
per non svelare linchiesta da parte degli inquirenti?
La nuova attenzione
sul connubio tra la
pubblica amministrazione, la mafia e
gli appalti pubblici
nel territorio siracusano, arrivata
gi nel febbraio del
2014 sul territorio
siracusano a seguito
dellinterrogazione
presentata dallonorevole Giuseppe
Zappulla il 20 febbraio del 2014, al
Ministro dell'interno, di seguito riportata:
Premesso che in
data 27 novembre
2013, su procedimento penale avviato il 21 ottobre e su
richiesta di misure
cautelari personali,
la procura distrettuale della Repubblica presso il tribunale di Catania
direzione
distret-

ha
proceduto all'arresto
ai domiciliari per
alcuni di ventiquattro persone e altre
ancora sono indagate (il riferimento
alla notizia che
lo scorso novembre,
il Gip del tribunale
di Catania Giuliana Sammartino, su
richiesta della Dda
di Catania, ha firmato unordinanza
di custodia cautelare che ha portato in
carcere ventiquattro
persone, decapitando il vertice di un
gruppo
criminale
detto Gruppo della
Stazione, facente
capo alla famiglia
Zucchero,
vicino
al clan Santapaola, con il dominio
sul controllo delle
estorsioni, secondo
gli inquirenti, erano
estese a tappeto tra
chiunque facesse affari nella zona dinfluenza degli Zucchero (il riferimento
dellon. Zappulla ,
per la cronaca, unoperazione antimafia
della DDA avvenuta a Catania il 27
novembre del 2007
e che colleg il territorio catanese con
quello
siracusano
perch tra le vittime
delle presunte estorsioni ci sarebbe stata lIGM Ambiente
S.r.l., della famiglia
Quercioli Dessena,
dove i capi dimputazione sono vari e
articolati e vanno
dai delitti contro la
persona e il patrimonio al traffico di sostanze stupefacenti,
ma rimane centrale
l'accusa di associazione per delinquere
di tipo mafioso del
cosiddetto Gruppo
della Civita, inserito nellassociazione
di tipo mafioso denominata Santapaola-Ercolano.
Concetto Alota
1 - Continua

Sicilia 7

17 marzo 2015, marted

Cronaca di Siracusa

nuova udienza per i sei consiglieri

Fantassunzioni
E la volta del Gup
a decidere
N

ei prossimi giorni
compariranno davanti
al GUP del Tribunale di
Siracusa tutti gli attori
dellinchiesta denominata Fantassunzioni.
Ludienza era stata fissata per il 6 marzo scorso, ma fu rinviata ad altra data e per la seconda;
lultima per la mancata
presentazione in aula di
alcuni avvocati. Il Giudice per le Udienze Preliminari dovr decidere
per il rinvio a giudizio
o meno degli indagati
coinvolti nella vicenda
giudiziaria denominata
Fantassunzioni a carico di sei ex consiglieri comunali siracusani
(tranne uno che fu rieletto nellultima tornata
elettore) e di sette imprenditori, tutti coinvolti nellinchiesta portata
a termine dagli uomini
della Digos della Questura di Siracusa, diretta dal dottor Vincenzo
Frontera e coordinata
dal sostituto procuratore della Procura della di
Repubblica di Siracusa,
Marco Bisogni; tutti
gli imputati sono accusati del reato di truffa
ai danni del Comune
di Siracusa, nellambito dellinchiesta legata
alle presunte assunzioni
fittizie per ottenere dal
Comune di Siracusa i
relativi rimborsi previsti
dalla normativa regio-

Aula del Consiglio comunale.

Quando la storia si ripete nella Gettonopoli con


possibili risvolti identici alla precedente inchiesta
nale vigente e che ha
riacceso le luci della ribalta politica in Sicilia.
Il rinvio della prima
udienza, che era stata
fissata per il 12 dicembre scorso, fu causata
per dare la possibilit
di approfondire il necessario
argomentare
sul processo, al pubblico ministero, Tommaso
Pagano, subentrato al
collega Marco Bisogni,
che aveva coordinato le
indagini di prime cure,
sulla richiesta di rinvio
a giudizio in occasione
delludienza. Davanti
al GUP dovranno comparire Sergio Bonafede,
Adolfo Mollica, Piero
Maltese, Riccardo Cavallaro, Riccardo De
Benedictis, Franco Formica, tutti consiglieri
in carica fra il 2008 e il
2013, e gli imprenditori, nella qualit di datori
di lavoro di questi ultimi, Natale Calafiore,
Giuseppe Serra, Sebastiano Solerte, Roberto
Zappal, Paolo Pizzo,
Marco Romano, Maurizio Masuzzo. Linchiesta nella prima fase
port al sequestro di una
somma complessiva di
657.965,000 euro; provvedimento che fu confermato dal tribunale

del Riesame di Catania.


Sono complessivamente cinquanta gli episodi
di truffa singolarmente
contestati agli imputati dove si aggiunge la
contestazione di falso
ideologico.
Secondo
quanto ricostruito dagli
inquirenti, i consiglieri
comunali finiti nellindagine degli uomini
della Digos avrebbero
attestato in pi occasioni la loro presenza alle
riunioni indette dalle
diverse
commissioni
senza in realt partecipare ai lavori degli
organi dellassemblea;
secondo laccusa avrebbero indotto in errore i
segretari delle diverse
commissioni che, a loro
volta, attestavano inconsapevolmente nelle
certificazioni riepilogative mensili il numero
delle commissioni alle
quali risultavano avere partecipato i diversi
consiglieri. Dagli ac-

certamenti condotti dagli investigatori della


Digos della Questura di
Siracusa, attraverso lanalisi approfondita di
tutti i verbali trascritti
dalle commissioni consiliari nel periodo preso in esame, sarebbero
emerse altre irregolarit
nella gestione dei lavori
delle diverse commissioni sempre riferite al
periodo compreso tra
il 2008 e il 2013. Lindagine, scattata nel settembre del 2012 port al
sequestro di un numero
indefinito a proposito dei rimborsi elargiti
alle ditte dal Comune
di Siracusa e dove risultavano impiegati i
consiglieri in carica dal
2008 al 2013. Gli uomini della Digos eseguirono una seria di sequestri
preventivi, conti correnti bancari e postali, ma
anche cassette di sicurezza intestate ai tredici
imputati. Stando a quan-

to ipotizzato dalla magistratura inquirente, i


consiglieri comunali, in
concorso con i rispettivi
datori di lavoro, avrebbero stipulato in maniera
fittizia contratti di lavoro
subordinato, in occasione della loro elezione,
presentando successivamente la documentazione attestante lesistenza
del rapporto di lavoro
presso gli uffici del Comune, senza tuttavia
svolgere alcuna attivit
lavorativa nelle aziende
coinvolte, e sfruttando a
loro vantaggio la normativa regionale avrebbero
compilato e presentato
periodiche richieste di
rimborso relative alle
commissioni
permanenti, inducendo cos in
grave errore il Comune
di Siracusa a versare le
somme di denaro che per
la Procura di Siracusa
non sarebbero state dovute. E se vero che la
Storia a volte si ripete
e torna indietro, questa
vicenda esplode in maniera quasi identica e
parallela a quella appena
raccontata e denominata
Gettonopoli, dove la
cosa diversa appare il
nome e il cognome dei
consiglieri comunali in
carica stavolta incolpati,
ma la sostanza politica e
morale rimangono uguali.
Marco Giusti

Scoperti per la visione delle immagini delle telecamere

Aggredirono imprenditore
Denunciati padre e figlio

Padre e figlio sono stati denunciati a piede

Pattuglia della Polizia di Stato.

libero per lesioni ai danni di un imprenditore, che li aveva sorpresi a gettare rifiuti. Il
provvedimento la conseguenza delle indagini eseguite congiuntamente dai poliziotti
della squadra mobile, delle Volanti e dagli
agenti della polizia municipale. Lepisodio
avvenuto l11 marzo scorso quando, limprenditore edile, gi protagonista di una clamorosa protesta la scorsa settimana, quando

salito sulla gru per attirare lattenzione delle istituzioni pubbliche sul fatto che i lavori
alla rotatoria di Faro Carrozzieri impedissero
laccesso alla sua impresa, avrebbe avuto una
discussione con i due indagati, sorpresi con il
loro camion a conferire rifiuti in una discarica
abusiva. Dalla visione delle immagini della
videosorveglianza, gli investigatori sono riusciti a risalire allidentit dei due indagati che
si vedono aggredire la vittima a calci e pugni.

SOCIET 8

17 marzo 2015, marted

Sicilia 17 MARZO 2015, MARTED

di Roberto Tondelli

Cristo
Ges colui
che ancor
oggi ci mostra quale
sia il bene
che Dio,
solo Buono, desidera per
la donna
(e per
luomo)

Donna

e uomo
vengono
dalla
stessa
matrice
creativa benefica,
che lamore di
Dio. Per cui onorare e dare valore
alla donna significa onorare e dare
valore alluomo,
e viceversa, perch in Cristo n
la donna senza
luomo n luomo
senza la donna.
Entrambi hanno
bisogno di ritrovare onore e valore nel loro Fattore.
Cristo Ges colui che ancor oggi
ci mostra quale
sia il bene che
Dio, solo Buono,
desidera per la
donna (e per luomo).
Ges
accolse
con stima e cura
le lacrime della
peccatrice che gli
baciava e gli ribaciava i piedi. Un
gesto che significava
ravvedimento profondo,
pi di tante parole, perch quella
donna cercava il
perdono dei propri peccati, che
infatti
ottenne
(Lc 7,48). Lonore da ricercare
anzitutto quello
presso Dio che
perdona la persona ravveduta. Che
dire del fatto triste che tante donne siano ancora
sfruttate nel mestiere pi antico
del mondo?
Ges guarisce la
suocera di Pietro,
e mostra cos la
propria potenza e
restituisce a Pietro e alla sua famiglia una aiuto
molto valido in
casa (Mt 8,15). Il
valore della donna (e anche quello
delluomo?)
sta nel servizio.
Non amaro notare come ancor
oggi, in genere,
il servizio della
donna sia valutato
e pagato meno del
servizio delluomo?
Contraddicendo
la mentalit co-

La donna
nella Bibbia
mune, che voleva
la donna priva di
unanima intelligente, Ges si intrattiene a parlare
di scelte di vita
con una donna
samaritana
che
era al sesto marito. Le spiega che
ladorazione
al
Signore va attuata non nei templi
o sui monti, ma
in spirito e verit, e che luomo
con cui vive non
suo marito (Gv
4,18). Il Profeta
Ges sconvolge

categorie
mentali abitudinarie
per generare sana
conversazione,
intelligenza acuta, sapienza fattiva.
Che siano anche
questi i valori capaci ancor oggi di
restituire energia
alla vita personale e forza al tessuto sociale?
Quando
Ges
ferma un triste
corteo
funebre
a Nain per risuscitare il figlio
di una vedova,

prima le dice di
Non piangere!,
poi le restituisce
il figlio vivo (Lc
7,13). Quel figlio le restituisce
lonore,
perch
annulla la condizione di estrema
povert di lei.
Forse un mondo
umano anche
un mondo che
sa guardare alla
povert di chi ci
vive accanto?
A Betania Ges
accolto in casa
di Marta, sorella
di Maria. Come

spesso accade, le
due sorelle hanno indole diversa.
Marta attiva nel
dare disposizioni per il servizio
agli ospiti, mentre Maria si siede
ai piedi di Ges e
ascolta la sua parola. linizio di
una amicizia che
attrarr poi anche il loro fratello
Lazzaro.
Lamicizia
con
Ges onora la
casa e insaporisce i rapporti dei
famigliari. Ges
restituisce onore
e valore a questa famiglia, alla
famiglia di Priscilla e Aquila
(Atti 18,1), come
alla famiglia di
Cornelio, centurione di Cesarea
(Atti 10,24).
cos anche per la
nostra famiglia?
Non sar il caso
di rimboccarsi le
maniche per ritrovare i valori
morali spirituali
onorevoli e veraci
della famiglia in
Cristo e nella sua
parola sapiente,
e smetterla di seguire i modelli effimeri di un mondo che non sa pi

neppure che cosa


per il suo bene?
Pensiamo di essere gente moderna perch a
sessantanni lasciamo il marito
(padre dei nostri
figli) e ci accompagniamo
con
uno di trenta o di
quaranta; perch
a
quarantanni
abbandoniamo
nostra moglie (e
madre dei nostri
figli) e ci prendiamo una donna di
ventanni; perch
ci preoccupiamo
di far sparire le
rughe, le borse
sotto gli occhi e
il sottomento con
pomate ed esercizi. Questa, si
dice, vita moderna. Ma basta
leggere il Satyricon di Petronio
Arbitro (romanzo
del I secolo dopo
Cristo), per renderci conto che
non abbiamo inventato proprio
niente di moderno. Non c dunque proprio niente di nuovo sotto
il sole? Il nuovo
questo, che ciascuno
ricever
secondo le sue
opere: vita eterna
a chi ha perseverato nelloperare
bene alla ricerca
di gloria, onore
e immortalit vivendo qui e ora
per il Signore, e
come se si fosse
gi presso Dio
(Rom 2,7). Sta
qui il valore e lonore della donna,
e anche il valore
e lonore delluomo.
Non un giorno
allanno, ma tutti
i giorni della vita
in Cristo proiettata verso leternit
con Cristo. (Chiesa di Cristo Ges
via Modica 3
di fronte ingresso
Istituto F. Insolera
mercoled e venerd ore 19:30,
conversazioni
bibliche; domenica ore 10:30,
culto al Signore info: 093124639
3404809173
email: chiesadicristo@alice.it).

Sicilia 9

Lapproccio
alla tematica
stato trattato dal punto
di vista della
specificit del
proprio profilo
professionale.
una riflessione
sulla citt e sul
tema: Come il
cibo trasforma
le nostre citt!
LIstituto Juvara
Sotto, la dirigente
Giovanna Strano.

LIstituto Filippo Juvara vince


il progetto Expo 2015 del Miur
G

reen Food and


Green drinking il
tema del progetto elaborato dagli studenti
dellIstituto Tecnico
Superiore F.Juvara
della Classe II presso
la Casa di Reclusione
di Augusta che vince
il Concorso bandito
dal Ministero dellIstruzione nellambito dellevento Expo
2015.
Il progetto guidato
dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Giovanna Strano e dalle
insegnanti Attardo
M., Russo E., Bosco
M., Boscarino S.,
con il coordinamento
delle referente dellIstituto
F.Juvara
presso la Casa di
Reclusione prof.ssa
Nucifora L., ha visto
coinvolti con grande
impegno gli allievi
dellindirizzo
Costruzioni, Ambiente e
Territorio della sede
carceraria.
Tale attivit nata in
sordina e inizialmente con una finalit
puramente didatticoeducativa
nonch
motivazionale, considerato la tipologia
di allievi coinvolti, ha acquisito nel
tempo un crescente
interesse, tanto da
ottenere il patrocinio
da parte del Comune
di Siracusa, dellOr-

Lobiettivo che ci si posti stato quello


di intervenire sulla citt e nello specifico Siracusa

dine degli Architetti


della Provincia di
Siracusa, dellOrdine
degli Ingegneri ed infine del Collegio provinciale Geometri e
Geometri laureati di
Siracusa.
Lapproccio alla tematica
proposta
dallExpo2015 stato trattato dal punto
di vista della specificit del proprio
profilo professionale
e pertanto scaturito da una riflessione
sulla citt e sul tema:
Come il cibo trasforma le nostre citt!

Questa
asserzione
ha indotto ad unattenzione verso la
citt contemporanea
ed alla riflessione e
osservazione di un
diffuso dualismo tra
citt storica, consolidata, con i suoi manufatti antichi e quella
moderna spesso rivestita con ostentazione
di simboli.
Lobiettivo che ci si
posti stato quello di
intervenire sulla citt
e nello specifico sulla
citt di Siracusa, operando una ricucitura
tra antico e moderno

in cui il cibo ha rappresentato lelemento


di trait dunion. Sono
stati pertanto individuati dei siti dislocati
tra la citt storica e
quella moderna scelti
per valenze naturalistiche, paesaggistiche
ma anche logistiche
a seconda se lambiti
dai percorsi di mobilit sostenibile attualmente presenti nella
citt. Cinque sono in
totale le aree prescelte anche se il progetto
ha preso poi le mosse
dal parcheggio Talete. Si ritenuto che

questo sito necessiti


di un intervento di riqualificazione urbana e sociale in quanto
completamente abbandonato e degradato ma allo stesso
tempo luogo dalle
grandi potenzialit
naturalistiche e paesaggistiche e dalle
mille
suggestioni
provocate dallessere prospiciente lasse
viario del mercato di
Ortigia, caratteristico per i suoi sapori,
odori e per il folklore che ne fa una vera
e propria attrazione
per i turisti.
Sulla
passeggiata
panoramica del Talete stato progettato un vero e proprio
borgo del gusto con
padiglioni
pensati
secondo i principi e
le indicazioni della
bioarchitettura ove
assaporare i prodotti
della nostra terra e
del nostro mare, riscoperti e proposti
secondo le metodologie di un tempo e
nelle loro ricette originarie
Il progetto concepito attraverso una
logica modulare e
tipologica dunque
ripetibile, opportunamente adattato, ed
ampliabile in altri siti
possibili indicati nella Tonnara di Santa

societ

Panagia e nellarea
marina protetta del
Plemmirio.
Durante il percorso
di analisi e studio le
porte della struttura carceraria si sono
aperte a tre interessanti seminari con
professionisti
ed
esperti locali che hanno rappresentato un
importante momento
di approfondimento
delle tematiche e al
contempo di apertura
al mondo esterno.
Il progetto ha superato la fase regionale del concorso con
grande soddisfazione
da parte di docenti ed
allievi e per questi si
scorge la possibilit
di essere presenti ed
un evento internazionale di grande spessore come lExpo.
Ci ha contribuito
a far crescere negli
studenti detenuti una
grande motivazione
e lo scoraggiamento
iniziale dovuto ai limiti tecnologici con
cui lavorare e le difficolt di dover raccontare e ridisegnare
un luogo senza poterlo vedere e vivere si
trasformato pian piano in consapevolezza
del proprio contributo e del ruolo allinterno di un gruppo
ove ognuno ha partecipato alla riuscita
secondo le proprie
attitudini e capacit.
Il lavoro finale si
concretizzato in tavole grafiche, plastico di studio in balsa
ed una pubblicazione
inerente alcuni nostri alimenti tipici e
alcune ricette della tradizione che ci
hanno fatto scoprire
che spesso dietro di
essi si cela una vera
e propria storia, affascinante e coinvolgente che si intreccia
con miti e leggende
del passato.
Questo intenso operato ci si augura possa essere gradito dal
pubblico che visiter
questa grande manifestazione internazionale e da tutti coloro
che hanno voglia di
conoscere meglio la
nostra splendida isola e la nostra citt
raccontata attraverso
chi in questo momento la pu vivere solo
con i ricordi.

speciale sanit 12

Sicilia 17 marzo 2015, MARTED

Oncologia a Catania, un Dipartimento


con cinque strutture collegate fra loro

Prof. Hctor Soto Parra: Nuove terapie in oncologia


A

di Arturo Messina

ncora oggi vivamente


sentita leco dellemozione
e della disapprovazione suscitata allopinione pubblica
siracusana dalle gravi notizie
diffuse dai mass media sui
processi che si sono svolti - e
tuttora si stanno svolgendo sui gravissimi danni provocati
dallamianto alla salute, non
solo di tanti lavoratori, ma
anche di tante altre persone
che, in un modo o in un altro,
sono state a contatto di quelle
polveri micidiali
Senza dire che la causa di
gravi malattie e di nascite
con malformazioni attribuita ai miasmi della zona
industriale
Proprio a Siracusa recentemente stato presentato un
libro proprio sullargomento:
Amianto. Una storia operaia Questa la storia di Renato, un operaio un uomo
che respirava zinco, piombo
e buona parte delle tavole
degli elementi Mendeelev!.
Lautore Alberto Prunetti.
La cos grave problematica
dei veleni industriali non riguarda soltanto Siracusa, ma
anche Catania, se si considera
che a valorare nella zona industriale non vi erano soltanto
operai che dalla libert della
loro compagna siracusana
venivano a incarcerarsi nel

Dottor Hector Soto Parra, Direttore Unit Operativa Complessa Oncologia Medica
dellAzienda Ospedaliera Universitaria, Policlinico Vittorio Emanuele.
carcere di cimento armato e guenze che indubbiamente a domani, ma pare che finora
di tutti quei macchinari che sono scaturite dai miasmi il giorno dellinaugurazione
facevano sfoggio di s nella della zona industriale stato stato stabilito semplicemente
zona che da meravigliosa ma- accertato che sia stato il tu- allacalende greche! Cosicrina era divenuta industriale more. Ha cercato di mettervi ch i Siracusani per cos ime che si chiam Sincat, cio rimedio, e spesso con risultati portanti rimedi devono recarsi
Societ Industriale Cata- ben positivi, la radioterapia. a Catania e non si tratta dun
nese, ma vi erano tanti che Ebbe, a Siracusa ancora in giorno o due, ma addirittura
provenivano da Catania e da questi giorni si parla di pros- dun mese et ultra! Quali
tutta la provincia etnea e sima apertura dellattrez- disagi debbano sopportare
andavano a lavorare - e tanti zatura e della collocazione essi, ben si pu immaginare
anche a risiedere a Priolo, a di tale possiamo ben dire Oggi la divisione oncologica
Siracusa,
provvidenziale cura: si dice nel corso degli ultimi anni
Una delle pi gravi conse- che deve inaugurarsi da oggi ha avuto una significativa
evoluzione, sia per quanto
attiene alle conoscenze, che
agli atteggiamenti terapeutici.
Per quanto riguarda la chemioterapia, si assistito allo
sviluppo di nuovi farmaci
che presentano due tipi di
vantaggi: una maggiore o pari
efficacia rispetto a quelli finora utilizzati, con effetti collaterali meno importanti, e un
aumento delle probabilit di
guarigione e un miglioramento della qualit di vita. Inoltre
limpiego di nuovi farmaci
ha consentito di estendere i
trattamenti chemioterapici
anche a pazienti che, per et
avanzata, condizioni generali
compromesse o presenza di
patologie concomitanti, un
tempo ne venivano esclusi.
I pi interessanti sviluppi
della ricerca riguardano le
cosiddette terapie biologiche. Esse sono accomunate
da alcune caratteristiche quali

lazione selettiva su bersagli


specifici delle cellule tumorali, linibizione della crescita
tumorale pi che la massiva
distruzione della massa neoplastica, la modesta insorgenza di effetti collaterali anche
nel caso di impiego prolungato, la possibilit di essere
somministrati per via orale in
regime ambulatoriale.
Laffinamento di tali procedure potrebbe consentire in
futuro di individualizzare in
maniera sempre pi precisa
la terapia, in funzione delle
specifiche caratteristiche
genetiche della malattia e
del paziente.
Abbiamo chiesto al dottor
Hector Soto Parra, uno dei
pi apprezzati oncologi in
Italia e allestero, Direttore
Unit Operativa Complessa
Oncologia Medica dellAzienda Ospedaliera Universitaria, Policlinico Vittorio
Emanuele, che con la massima gentilezza ci ha accolto
nel suo studio per un servizio
speciale sul quotidiano siracusano Libert Sicilia, di
spiegare in modo semplice i
recenti risultati della ricerca
medica e farmacologica in
questo campo.
Loncologia allinizio era
molto precaria perch i
farmaci erano aspecifici,
perch non si conoscevano
i rimedi per curare i tumori;
non se ne conoscevano ancora che potessero influire
sul rimedio da opporre a
tali mali e sullorganismo
complessivamente. Il medico
di allora voleva affrontare il
tumore offrendo al paziente
la possibilit della guarigione
ma con farmaci aspecifici:
con i mezzi di allora non gli
era possibile cronicizzare
quelle malattie, nel senso che
allora, purtroppo, si moriva
nella massima percentuale
dei casi, persino con lo stesso
diabete, mentre oggi basta
usare linsulina nella dose
adeguata e il problema si pu
ritenere risolto.
- Quali sono le ultime conquiste della chemioterapia?
In questo settore la priorit
rimane quella di individuare
farmaci sempre pi attivi
e specifici. Una maggiore
selettivit dazione pu consentire infatti di risparmiare

17 marzo 2015, MARTED

Sicilia 13

I pi interessanti sviluppi della ricerca riguardano le cosiddette terapie biologiche. Esse sono accomunate da alcune
caratteristiche quali lazione selettiva su bersagli specifici
delle cellule tumorali. A Siracusa presto la Radioterapia
dallazione del chemioterapico le cellule sane e pertanto
di ottenere una riduzione
della tossicit, soprattutto
per quanto riguarda i disturbi
che i pazienti presentano pi
comunemente quali nausea,
vomito e caduta dei capelli.
Un secondo fronte di sviluppo rappresentato dalla
disponibilit di nuove modalit di somministrazione.
Ad esempio, il passaggio da
una somministrazione per via
endovenosa, che costringe
il paziente alla dipendenza
dallospedale, a una somministrazione per via orale, che
pu essere assunta a domicilio, rappresenta un significativo vantaggio non solo da un
punto di vista logistico, ma
anche psicologico.
- Quali sono le novit nellambito dellormonoterapia?
noto da tempo che la somministrazione o la sottrazione
di ormoni pu interferire
con la crescita di alcuni tumori. I maggiori successi
in questambito sono stati
ottenuti per la cura dei tumori della mammella e della
prostata. I vantaggi di tale
tipo di trattamento sono una
limitatissima tossicit, che ne
consente limpiego anche per
periodi molto prolungati, e la
possibilit di somministrazione nella maggior parte dei casi
per via orale.
Negli ultimi anni gli inibitori
dellaromatasi hanno rappresentano la maggiore novit
in questambito, soprattutto
come arma terapeutica in fase
avanzata e precauzionale dei
tumori della mammella.
Le terapie biologiche, cui si
accennato in precedenza,
rappresentano gi oggi una
valida alternativa terapeutica?
S, per alcune specifiche
malattie questi farmaci hanno superato rapidamente le
fasi della sperimentazione
controllata, diventando di
comune impiego nella pratica
clinica.
Il fronte su cui la ricerca
attualmente pi attiva
quello dello sviluppo di molecole dirette contro specifici
recettori per fattori di crescita.
Unazione cos selettiva rende
tali agenti potenzialmente pi
efficaci e meno tossici rispetto
alla chemioterapia. Lo spettro

Azienda Ospedaliera Universitaria, Policlinico Vittorio Emanuele.


dazione peraltro limitato a
quei sottogruppi di neoplasie
che dipendono dalle specifiche alterazioni molecolari
contro cui il farmaco svolge
la sua azione.
Dati derivati dalla recente
ricerca clinica documentano
la possibilit di impiegare
unampia gamma di agenti
indirizzati verso differenti
bersagli molecolari: anticorpi
monoclonali diretti contro la
porzione extracellulare dei

recettori per il fattore di crescita epidermico (EGFR) di


tipo I e II; inibitori specifici
delle proteine tirosin kinasi
associate allEGFR e al recettore c-kit; inibitori della
farnesilazione; oligonucleotidi antisenso; modulatori
della trascrizione.
Gli anticorpi monoclonali
sono molecole in grado di
stimolare il sistema immunitario ad aggredire le cellule
tumorali, senza danneggiare

in modo rilevante le cellule


normali.
- Chemioterapici e farmaci
biologici sono due strade
alternative?
Assolutamente no, i nuovi farmaci biologici sono
spesso utilizzati in associazione alla chemioterapia.
Ovviamente lo sviluppo dei
nuovi chemioterapici, meno
tossici, associati alle terapie
biologiche, apre prospettive
nuove e interessanti. Nella

speciale sanit
maggior parte degli studi
basati sullassociazione tra
anticorpi monoclonali e
chemioterapia viene infatti
riportato un importante potenziamento dellazione terapeutica. Questa non per
una regola generale, tanto
che per alcune molecole, pur
essendo stata documentata la
loro efficacia quando impiegate come agenti singoli, non
stata documentata unutile
interazione con la chemioterapia.
Che cos lormonoterapia
o terapia ormonale
Lormonoterapia un trattamento medico con farmaci
che agiscono sui segnali
ormonali, prescritta quando
la neoplasia presenta determinate caratteristiche biologiche. Viene utilizzata sia da
sola che con la radioterapia
o con la chemioterapia, dopo
lintervento chirurgico.
Viene somministrata prevalentemente per bocca oppure
per iniezioni. Questa terapia
pu essere effettuata per
lunghi periodi di tempo e
produce pochi effetti collaterali (ritenzione dei liquidi,
modeste perdite vaginali,
vampate di calore, modesta
nausea, leggera diminuizione
del desiderio sessuale), che
peraltro non sempre compaiono.
I farmaci biologici
I farmaci biologici sono molecole derivate da organismi
viventi, prodotte a partire
dalla met degli anni 70 mediante la tecnologia del DNA
ricombinante. Rappresentano uno dei maggiori progressi
ottenuti dalla medicina negli
ultimi anni in campo terapeutico. Oltre a patologie di natura endocrino-metabolica,
reumatologica e gastroenterologica, anche alcune
malattie dermatologiche,
come la psoriasi, trovano in
questi farmaci indicazioni di
successo. Il successo di queste nuove terapie risiede nella
loro eccezionale selettivit
dazione che consentirebbe
di ottenere, nelle maggior
parte delle indicazioni, una
notevole efficacia terapeutica
in tempi brevi e la riduzione
degli effetti collaterali rispetto alle terapie tradizionali di
tipo chimico.
Nella Provincia di Catania
c un dipartimento oncologico di 5 strutture che formeranno un collegamento!.
Che invidia, pensando che
ancora a Siracusa non ce n
nessuna, ci consola il fatto
che entro quest'anno sar
inaugurata la Radioterapia
presso l'istituto Rizza.

SPECIALE 10

Sicilia 17 MARZO 2015, MARTED

17 MARZO 2015, MARTED

RUBRICA A CURA DEL DR SALVATORE FONTANA

La sinistra, in tutte le sue versioni,


da sempre in cerca di se stessa
In Tsipras credeva di avere trovato luomo dellavvenire. Non solo ne condivideva
la politica, lo esaltava, da fare capire di avere trovato luomo del destino

In Tsipras credeva di avere


trovato luomo dellavvenire. Non solo
ne condivideva
la politica, lo
esaltava, da fare
capire di avere
trovato luomo
del destino. E
qui ha avuto un
sussulto storico; 1102.1929,
quando il Cardinale Gasparri, Segretario di
Stato del Vaticano, defin un
Tizio luomo
del destino. Ma
lasciamo stare.
Vero che nella
circostanza di
riferimento era
stata scritta una
luminosa pagina
storica, tuttavia
sappiamo come
dopo, finita.
Chiusa parentesi.
La sinistra, come
abbiamo detto
prima, ha gioito per la strepitosa vittoria
di Tsipras, vedova com di
idee. Si d da
fare per trovare
un identit, da
quando le circostanze universali
le hanno imposto
di chiudere la
pagina pure e
identica comunista. Addirittura
la frangia pi
estremista di ex
comunisti, trov
esaltante, aprire
in Italia una finestra Tsipras. Il

greco distribuiva
ceffoni in tutte
le direzioni. Un
Europa da rifondare , le discipline economiche
finanziarie da
riscrivere. Tutto
al macero. E
dopo queste furenti battute, si
accorto che il
mondo economico finanziario
altra cosa. Dunque ora langue in
custodia.
Ma scusate, in
Italia non che
eravamo privi
di simili soggetti, guastatori del
sistema Stato?
Grillo come vi
sembra? Non vi
sembra un gridatore? Contro
tutto e tutti. E
poi com finita.
Il palloncino
forte dellae-

rodinamica del
20% dei consensi, si vedeva gi
assiso al Quirinale e uno dei
suoi profeti a
palazzo Chigi.
E com finita?

Che il palloncino
ha perso aria
e lentamente si
sta afflosciando.
Il nostro, si fa
per dire, aveva
confuso il palcoscenico, sua sede

naturale professionale, col sistema socio-filosofico Stato. Vero


che la nuova
formula Stato
non intesa sintesi di etica, ma

come suprema
unit del mondo
socio economico finanziario.
E come Tsipras
ha deposto arco
e frecce nella
custodia, Grillo
lo esegue e cerca da qualche
giorno dialogo
col Governo. E
i suoi ex hanno
chiesto a Renzi un ministero.
Non scherzano i
voltagabbana di
ogni risma.
Dunque fra il
distruggo tutto
del greco e liconoclasta italiano,
emerge per similitudine Salvini,
Lega Nord, che
anche lui si presenta come salvatore dellItalia e del mondo.
Fra laltro ha un
problema in pi,
la diaspora tra
Zaia e Tosi, per
la candidatura a
governatore del
Veneto. E non
che il problema, dopo il voto
unanime del
Consiglio federale a favore di
Zaia si sia sopito, tuttaltro,
Tosi, sindaco in
carica a Verona,
forse far, lui
candidato, una
lista civica. Ma
il punto focale
il populismo che
Salvini impronta
alla Lega Nord.
Mai, da costui,
sentita unesposizione dettagliata programmatica, come si addice ai leader; solo
una tiritera di
cose.
E poi, in ambito
europeo con chi
mantiene unintesa europeistica? Con Marin La
Pen?! Ma questa
ultranazionalista, mentre lui

secessionista. La
dinamica politica della francese
conduce a sperati
esiti, lontano e
diversi di quelli
che da sempre,
ascoltiamo da
Salvini.
E in quella ottica
che la francese
contro lunione
europea, Salvini,
nella sua sintesi ha orizzonti
diversi e differenziati, molto
confusi e mai
esplicitati e dettagliati, come si
conviene ai leader dei partiti o
coalizioni. Repetita iuvant.
Per quanto esposto, da unanalisi
psico - programmatica, non
sinistra soltanto
quella frazione
di politica che s
data la mostrina
dem, no, sono
sinistra tutte le
frazioni; coalizioni e spezzoni
vari, che vedono
la Nazione palcoscenico di protesta, pi o meno,
con proposizioni
comportamentali incivili. Provate a riflettere quello che in
certe circostanza
succede, sotto
lo sguardo del
mondo civile;
gli scanni parlamentari funzionano da trincee,
vere barricate.
Abbiamo iniziato queste riflessioni con la
premessa: La
sinistra in cerca
di se stessa. La
sinistra questa,
in tutte le sue
versioni. E del
1898, congresso di Genova,
che non emerge
qualche orientamento composito
socio-politico di

quello e quanto
osserviamo tuttora. Se qualcuno
che non condivide questa nostra
sintesi, provi a
capire perch,
quando andata al Governo,
i suoi Governi
sono rimasti in

carica poco pi
di una stagione.
Non certamente per azioni e
comportamenti
dellopposizione
che ha fatto il
suo mestiere
correttamente,
ma perch il ribollore inter-

no al partito che
ha espresso il
Governo, lo ha
demolito. Non
necessario andare troppo lontano nel tempo,
basta osservare nellambito
dellultimo ventennio.

Sicilia 11

E quando al Governo andata


unaltra componente politica,
hanno fatto di
tutto per bloccarne lazione modernatrice dello
Stato, e la soluzione dei diversi
problemi. Tutta-

speciale

via, questa quasi


sempre, ha completato la legislatura; quando non
sono intervenute
azioni demolitrici dai custodi
della Carta, vedi
Scalfaro 1995,
vedi lultimo vegliardo tessitore
di una intrigatissima tela.
E nellultima
trancia temporale, Governo
Monti, nonostante voluto dai
convenuti extra, perch <Berlusconi parlava
italiano e dal
grande tessitore
(oggi si gode il
meritato riposo) e Enrico
Letta, nonostante
lassicurazione
di Matteo Renzi.
Non c chi non
ricordi: Enrico stai sereno.
L indomani lo
mise in minoranza nel Consiglio provinciale
del partito e lo
mand a casa.
Occorrono altre
prove a sostegno
della nostra tesi?
Crediamo di no.
Qualcuno pu
osservare che la
destra non sta
meglio in fatto
di lotte intestine e frazionamenti. Lesempio fribillante
lo offre la Meloni, che sta a ruota con Salvini,
nonostante il suo
F.d.I. Esagerata, semmai una
sorella, lei un
fratello, La Russa Ignazio.
E s, vero. Per
questo inciso
rimandiamo i
nostri lettori al
precedente pezzo, pubblicato
su questo giornale il giorno
10.03.2015.

Cultura 14

Sicilia 17 MARZO 2015, MARTED

La scuola a Siracusa
ieri e oggi

di Arturo Messina

Abbiamo recentemente concluso la seconda


fase dellanalisi funzionale sociologica sul
territorio di Siracusa
ieri e oggi con la collaborazione- indicataci dallattuale signor
Questore- del Capo
della Volante, dr. Francesco Bandiera, che
ci ha gentilmente ed
esaurientemente descritto la situazione
dellordine pubblico
del passato e del presente a Siracusa, focalizzandone in particolare i peccati contro il
settimo comandamento: non scippare, non
rubare! : ne stata
la sessantesima parte,
mentre la prima fu conclusa con la preziosa
collaborazione del prefetto Elio Priore, che ci
parl del lavoro ieri e
oggi a Siracusa. Considerando che proprio
in questi giorni si sta
parlando duna riforma scolastica in campo
nazionale, abbiamo ritenuto opportuno iniziare la terza fase con
lanalisi funzionale sociologica proprio sulla
scuola di ieri e di oggi
nel territorio aretuseo.
Pertanto abbiamo chiesto ed ottenuto la collaborazione di una delle
pi note e apprezzate
figure del mondo della
scuola aretusea, che gi
da oltre un ventennio
andata in pensione
dallIstituto Commerciale Rizza di Siracusa
ma che ancora, sulla
breccia come scrittrice
di storia patria: la prof.
ssa Renata Russo Drago che ha accettato volentieri la visita che le
ho fatto e di rispondere
nel modo pi sorprendente, pi circostanziato e pi ampio alle
domande
specifiche
che sullargomento le
ho rivolto, tanto che la
conversazione durata
ben 90 minuti, senza
che lei manifestasse la
ben che minima stanchezza: e dire che - a
binidichi! si direbbe
in gergo nostrano- ha
gi compiuto ben novantadue anni ed pi
lucida e vegeta duna
che ne ha la met! Ovviamente, buona parte
della
conversazione
non poteva non riguar-

Approfittando che in questi giorni si parla della riforma della scuola, iniziamo la terza
fase dellanalisi funzionale sociologica intervistando la prof.ssa Renata Drago Russo
dare lindimenticabile suo consorte, colui
che stato il pilastro
portante della scuola
aretusea, della cultura
dessai di Siracusa, esimio storico, scrittore di
tante opere riguardanti

formare le migliaia di
alunni che ha avuto) e
la scuola doggi?
Soprattutto la disciplina! Tanto! Tantissima!
Innanzitutto
la disciplina, che un
tempo era molto attua-

considerato <lesa maest!> Oggi, invece, il


senso della disciplina
quasi completamente
scomparso, mentre ritengo che sia la prima
cosa per apprendere di
pi!

do ho insegnato a Catania. Per da qualche


tempo ne ho sentito
dire con sempre maggior frequenza.
-Il rendimento degli
alunni nel corso degli
anni

Abbiamo chiesto
ed ottenuto la
collaborazione di
una delle pi note
e apprezzate figure
del mondo della
scuola aretusea,
che nonostante si
andata in pensione, sulla breccia
come scrittrice
di storia patria

In alto, la prof.ssa Renta Russo Drago a


ben 92 anni
A fianco, i coniugi proff. Salvatore Russo e Renata Drago in gita;
soprattutto quella del
nostro territorio, presidente della Societ
di Storia Patria nonch
preside del liceo scientifico Corbino: il prof.
Salvatore Russo, perla
di galantuomo oltre
che di uomo di scuola!
La prima domanda che
le ho rivolto stata:
-Qual la differenza che pi nota da
quando lei cominci a
percorrere il cos lungo cammino della sua
formazione (conditio
sine qua non per potere

ta, a cominciare dalla


scuola elementare, che
allora sembrava un
po eccessiva ma non
lo era, perch gi avviava i ragazzini alla
convinzione e alladempimento dei doveri
che doveva compiere.
E la famiglia era ben
convinta. Oggi, invece c stato persino
un dibattito perch una
persona aveva <osato>
dire che ogni tanto al
figlio che si comporta
male si d uno schiaffo, il che oggi invece

-Il comportamento degli alunni di ieri e quelli di oggi?


Allora gli alunni era
consapevoli che si doveva essere ordinati, di
comportarsi in un certo modo, di rispondere
in un certo modo agli
educatori; oggi rispondono male
-Riguardi ancora la
comportamento:
la
droga ieri e la droga
oggi a scuola?
Io non avevo mai sentito dire che ci fosse a
scuola, neanche quan-

Devo dire che sempre pi diminuito nel


corso degli anni. Studiavano sicuramente
di pi prima. Oggi ce
ne sono che non stanno attenti nemmeno
alla lezione, durante la
quale si vede qualcuno
che usa il telefonino!
Io non sarei capace di
tollerarlo, se fossi ancora a scuola!
-Il comportamento dei
docenti? Sono stati e
sono educatori o semplici informatori?
Ce nerano alcuni che

erano eccessivamente severi: alcuni miei


compagni mi hanno
detto che avevano pi
paura di certi professori
a scuola che durante la
guerraGeneralmente
il loro comportamento
era molto corretto; usavano molta distanza tra
la cattedra e i banchi.
Corretto anche nel privato; non cerano certi
scandali, come quelli
delle lezioni private al
Corbino, priva che venisse a fare il preside
mio mariton quelli
di certi professori che
lasciano la moglie e si
prendono addirittura
una allieva o collega.Oggi,
purtroppo, il privato di certi
docenti non si addice
alla missione dun educatore; dico educatore perch questa deve
essere la funzione.
Anche la preparazione e laggiornamento
oggi lasciano sempre
pi a desiderare. Molti
sono insegnanti improvvisati:
persone
che non hanno trovato
altra collocazione nella vita, per cui linsegnamento stato un
ripiego; pertanto non
hanno, non diciamo la
preparazione culturale,
ma nemmeno quella
professionale,
quale
quella psicologica,
sociologica,
umana,
caratteriale, per essere
educatori e non semplici e superficiali informatori. La famiglia
doggi spesso si disinteressa dei figli, per cui
leducatore chiamato a supplire a questa
grave carenza, per cui
deve avere unadeguata preparazione e soprattutto una specifica
vocazione. Solo allora
pu pretendere un pi
adeguato
stipendio.
Ci nella riforma della scuola deve essere
tenuto nella massima
considerazione, prima
ancora dellaggiornamento delle discipline.
Non mi pare affatto
che serva al miglioramento della scuola fare
scegliere al Preside i
docenti: si rischia linteresse privato in atto
pubblico!
-Cosa
suggerirebbe
agli studenti di oggi?
Di essere pi simili a
quelli di ieri!. Sante
parole!!!

17 marzo 2015, marted

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Prova generale degli azzurri in vista della trasferta di Barcellona

Siracusa, copione rispettato


battuto il Citt di Messina
A segno Mascara e Contino, nel quadro di una simpatica
lotta in famiglia per il titolo di bomber, ma al DAlcontres
servir una prova corale di tutta la squadra

Superato anche il
Citt di Messina,
ma con lo Scordia
sempre incollato
a due punti, pronto ad approfittare
del minimo passo
falso degli azzurri, il campionato
per il Siracusa
come se cominciasse dalla prossima
domenica
quando gli toccher di affrontare lIgea Virtus.
Una partita chiave nelleconomia
del primato che il
Siracusa chiamato a giocare a
viso aperto in uno
dei campi pi difficili del girone.
Contro il Citt
di Messina si
avuta
limpressione che proprio
in previsione del
big-match di domenica prossima

il Siracusa si sia
risparmiato
e,
una volta messo al
sicuro il risultato,
abbia tirato i remi
in barca in attesa
del triplice fischio
dellarbitro. Ma
pur giocando una
ripresa in tono
minore le occasioni non sono
mancate, facendo
registrare una costante superiorit
che per lormai

cronica imprecisione sotto rete


non si tramutata
in un punteggio
pi rispondente
alla differenza dei
valori emersi in
campo.
Purtroppo in questo finale di campionato quel che
manca al Siracusa
oltre ad una manovra pi snella
e meno farraginosa lapporto
dei rinforzi arrivati in dicembre sul conto dei
quali, per motivi diversi,alcuni
anche
seri
e
comprensibili, bisognerebbe
chiedere notizie
aChi lha visto?. A portare
avanti
comunque il Siracusa
c uno zoccolo
duro individuato

In foto, i festeggiamenti dopo la vittoria.

negli under (Liistro, Santamaria


e Palermo) che
hanno mantenuto
le promesse della vigilia, in Mascara che non ha
esitato a prendere
letteralmente per
mano la squadra,
in Pettinato che
si sta rivelando
un punto di forza
e in Contino che
in maglia azzurra
sta rinverdendo le
doti di implacabile cecchino delle
aree di rigore. Ci
non significa che
Arena, Vitale, lo
stesso
Montella e DAgosta,
specialmente
questultimo, non

Basket, per lAretusa quarta


vittoria consecutiva

Non si ferma pi l'avanzata dell'Aretusa. Gli arertusei in rimonta vincono


anche a Cosenza con il punteggio di 7680 e ottiene il quarto successo consecutivo. Alla vigilia della difficile trasferta in terra silana coach Anastasi aveva
chiesto alla sua squadra una prova di
forza per blindare la sesta posizione in
classifica. Dopo un avvio disastroso,
30-16, nel secondo quarto la squadra di
casa ha intensificato il ritmo riuscendo
ad andare allintervallo lungo avanti di
17 lunghezze. Alla ripresa del gioco,
Anastasi ha ordinato ai suoi di passare a
zona, ed stata la svolta della gara. Sugli scudi un ritrovato Casiraghi autore
di 4 bombe da tre che hanno cambiato il
volto alla partita. Inutile lo sforzo finale
dei rossobl costretti a cedere di 4 lunghezze. Raggiante il tecnico Alessandro

bisogna essere in
due e i giallorossi
di Giuseppe Raffaele,
prossimo
avversario, sono
forse, insieme al
Siracusa, la squadra in possesso di
maggior tecnica.
Peccato che un
incontro del genere cada in un
momento decisivo del campionato in cui non si
pu indulgere alle
finezze,
anche
se ci sono tutti i
presupposti
per
respirare, pur in
maniera forzatamente soft, linebriante profumo
di serie D.
Armando Galea

Calcio serie D, Noto beffato nel finale


Cannazza: Direzione di gara pessima

Anastasi. E stata una delle partite pi


intense della stagione commenta lallenatore bianco verde- volevamo la vittoria a tutti i costi e i ragazzi sono stati
fantastici. Splendida rimonta e due punti doro in vista di un finale di stagione
che vogliamo onorare nel migliore dei
modi.

stiano dando il
loro valido contributo alla serie utile che dura dalla
seconda giornata,
ma da qualcuno,
leggi
DAgosta, ci sarebbe da
aspettarsi
qual
cosina in pi in
chiave di maggior
concretezza.
Quel che in un
certo senso rassicura sul conto del
Siracusa in vista
dei tre ultimi gravosi impegni che
laspettano che
questa
squadra
contro gli avversari di rango trova
il modo di esaltarsi forse perch
a giocare bene

confitto a tempo abbondantemente scaduto il Noto


calcio dal Rende che capitola al 96 dopo essere passato in vantaggio. Siamo andati in vantaggio meritando, poi sotto gli occhi di tutti-ha dichiarato il
vicepresidente Giuseppe Cannazza- larbitraggio che
ha rovinato la gara.
E stata fischiato anche ci che non era fallo innervosendo la gara e la situazione degenerata con le
espulsioni che poi hanno portato al gol avversario.
Non abbiamo demeritato ma la direzione di gara
stata pessima e ha portato alla nostra sconfitta.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 17 marzo 2015, marted

Con questa vittoria il Calcio a 5


Palazzolo A1/F, Le
balzato al 5 Formiche
posto, ultimo tornano
disponibile
alla vittoria
per raggiunRitornano alla vitgere play off toria
le Formiche
In foto, esultazione
gialloverde

Calcio, vittoria per il Palazzolo contro


lAtletico Catania che apre ai play off
Con

un gol per
tempo e grazie ad
una prestazione praticamente perfetta il
Palazzolo non fallisce lappuntamento
con la vittoria superando lAtletico Catania al termine di
una gara divertente e
ricca di occasioni sia
dalluna che dallaltra parte. Le due reti
di splendida fattura
che hanno consentito
alla formazione iblea
di battere gli etnei
nellanticipo della
dodicesima di ritorno e di scavalcarli in
classifica balzando

Le due reti che hanno consentito alla formazione iblea di battere


gli etnei, sono state siglate da capitan Calabrese e da Miraglia
al quinto posto, lultimo disponibile per
raggiungere i playoff, sono state siglate
rispettivamente, da
capitan
Calabrese
nel primo tempo e da
Miraglia in avvio di
ripresa.
Al quarto d'ora, il
Palazzolo, al primo
vero affondo, fa centro grazie al diagonale vincente di capitan
Calabrese, che calcia
da posizione defilata
beffando Far. Gli

ospiti dimostrano di
essere ben organizzati, e, nonostante la
rete subta, rispondono immediatamente
con un gran tiro dalla
distanza di Tummiolo che termina di
poco alto.
ancora Tummiolo,
al 20, a calciare forte dai 25 metri impegnando Aglian che
para in due tempi. Il
Palazzolo si rivede
in avanti al 25, con
una splendida azione

personale di Miraglia, che, partendo


dalla destra, salta
due avversari e calcia di controbbalzo
mandando il pallone
alto.
Con il passare dei
minuti, comunque,
la squadra di casa
alza sempre pi il
baricentro della sua
azione sfiorando il
raddoppio poco dopo
la mezzora, con un
gran tiro di Quarto
che non trova la por-

Pallanuoto, l'under 17 della 7 Scogli vince facile


nel derby contro la Citt dello Sport Catania
P

rova di forza
per gli aquilotti
under 17, guidati oggi da mister
Filippo Legrenzi,
che con un indiscutibile 21 a 1
hanno liquidato,
presso la piscina di Nesima di
Catania, la Citt
dello Sport Catania.
Grande
prova di carattere
dei giovani pallanuotisti aretusei,
guidati in acqua
da tre ragazzi pi
esperti, in rosa da
tempo nellorganico della prima
squadra, e cio

il portiere Matteo
Cappuccio, il difensore Leonardo Denaro e lattaccante Alberto
Giuliano sui quali
coach Aldo Baio
conta molto in
proiezione futura. Ma stata la
prova del collettivo a soddisfare
pienamente mister
Legrenzi che sicuramente va oltre il risultato. In
formazione, oggi,
anche due giovanissimi dellunder 15, il portiere
Corallo Giacomo
e
lattaccante

La formazione under 17 della 7 Scogli.

Vinci Salvatore.
Con questo risultato gli aquilotti dellunder 17,
consolidano
il
secondo posto in

classifica. Fermo
il campionato under 11,13 e 15 che
riprender regolarmente la prossima settimana.

ta avversaria per una


questione di centimetri.
La ripresa inizia con
il Palazzolo ancora
in avanti e con un
gran tiro al volo di
Germano che sorvola di poco la traversa.
il preludio alla rete
del 2 a 0 che viene
siglata da Miraglia,
al minuto 51, dopo
un preciso passaggio
smarcante di Sollano: il pallone, dopo
la conclusione telecomandata dellattaccante gialloverde,
colpisce il palo alla
sinistra di Far e termina in rete.
LAtletico accusa il
colpo ma dimostra
di non voler assolutamente mollare la
presa e prova ad accorciare le distanze
con Ventura, che al
60, sugli sviluppi
di un tiro da fermo
di Montale, tocca il
pallone di testa costringendo Aglian
ad una superparata.
Nel finale, per, il
Palazzolo non corre
pi nessun pericolo. Anzi c ancora
tempo per una bella
azione di rimessa degli iblei, vicinissimi
al tris con Germano: il suo destro,
per, viene respinto
di piede da Far che
bravo a limitare i
danni e ad impedire
al Palazzolo di dilagare.

del presidente Basile, dopo lultima


gara vinta contro
Real Stigliano del
25 gennaio. Due
reti di Firrincielli,
poi Guardo e Zagarella portano sul
4-0 Le Formiche a
Potenza chiudento
il match, contro il
fanalino di coda
ormai retrocesso.
Gol della bandiera
del Cus Potenza a
match quasi concluso di Gerardi . Nell altre gare
del girone C, ventitreesima vittoria
consecutiva per il
Real Statte, che
festeggia la Coppa
Italia a Montemesola battendo per
6-2 la Futsal P5.
L'ITA Salandra recupera con Masero Cunill l'iniziale
vantaggio del Real
Five siglato da
Rodriguez Ruiz e
resta seconda da
sola, con un punto
sullo Sporting Locri, prima capace
di rimontare tre
volte il risultato a
Rionero, per poi
piazzare la stoccata
decisiva con Marino a quattro minuti
dalla fine. La Salinis vince per 4-1
in casa del Futsal
Melito. Il pareggio
con l'ITA Salandra
frutta un ulteriore
punto di vantaggio
al Real Five Fasano sulla Futsal P5
ko al "Curtivecchi": le palermitane vedono cos avvicinarsi Arcadia
Bisceglie e Vittoria
ambedue corsare.
Le pugliesi sbancano Palermo3-2 , le
ragusane vincono
nettamente a Stigliano.

Potrebbero piacerti anche