Sei sulla pagina 1di 44

UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CASERTA

ISTITUZIONE SCOLASTICA

CIRCOLO DIDATTICO

ANNO SCOLASTICO

PIANO EDUCATIVO PERSONALIZZATO

ALUNNA :
CLASSE

INSEGNANTE :

SEZ

..

PIANO

EDUCATIVO

PERSONALIZZATO
Anno Scolastico

Cognome

Nome

Nata il

Scuola
classe

Prov.
- Plesso

sez.
REDATTORI
Scuola _______________________
________________________________
_______________________________
_______________________________
A.S.L. __________________________________
Famiglia ________________________________
Altri __________________________________

Data __________________

MOMENTI DELLA CONOSCENZA DELL'ALUNNA

Osservazioni iniziali

Lalunno iscritto nella classe


sez.
ha 9 anni, proviene da unaltra
scuola e risulta, ad una prima indagine, fortemente descolarizzato.
Presenta un grave ritardo nellapprendimento. Non sa leggere n scrivere,
conosce i numeri solo fino al 9 (nove), non ha padronanza del rigo n dello
spazio sul quaderno.
Conosce le lettere ma solo come risultato di una acquisizione meccanica.
Non riesce a stare seduto nel proprio banco, si muove continuamente e
chiede di uscire spessissimo. Non sa nemmeno abbottonarsi e sbottonarsi il
grembiule.
Anche se educato ha, a volte, atteggiamenti di rifiuto verso le insegnanti
della classe. Salvo poi cercare il loro affetto.
Con i compagni, essendo tutti volti nuovi, non sembra avere particolari
problemi. Chiuso nel suo egocentrismo per lui quasi non esistono se non per
prendere qualcosa che loro possiedono e che magari in quel momento
cattura la sua attenzione.
Dalle prime indagini svolte con la mamma sembra che il bambino abbia
sempre frequentato un centro di riabilitazione motoria ma i risultati, da quel
che ci dato vedere, risultano veramente insufficienti.
Da qualche mese la mamma ha cambiato struttura riabilitativa, il bambino
infatti frequenta il centro e la mamma dice che qui si trova
molto meglio e che da quel che vede gli interventi sono pi mirati.
Per poter intervenire in modo mirato abbiamo chiesto alla mamma di poter
avere un incontro con gli specialisti che si occupano della terapia
riabilitativa.
Il Piano Educativo Personalizzato che stato formulato il risultato
dellesame dei prerequisiti e delle competenze possedute dallalunno
allingresso nella nostra scuola in quanto, dalla precedente istituzione
scolastica che lui ha frequentato per i primi due anni delle elementari, non
pervenuto (nonostante la richiesta da noi fatta) alcun documento che ci
consentisse di stabilire gli interventi che erano stati fatti ed i risultati
conseguiti.

CLASSE

sez.

N ALUNNI :
MODALITA' DI FUNZIONAMENTO :

Insegnanti della classe

Area disciplinare e/o ambito


dintervento

Lingua Inglese
Religione
Sostegno

PRIME CONSTATAZIONI

DIAGNOSI CLINICA SINTETICA E CURRICULUM SANITARIO

Diagnosi clinica sintetica :


Data della prima diagnosi .
Conseguenze funzionali e settori di attivit in cui si riscontrano maggiori
difficolt:
Area : cognitiva, linguistica, neurologica motoria.
Eventuali periodi di ospedalizzazione e/o interventi chirurgici :
= = = = =========================================
Interventi socio-educativi e riabilitativi precedenti

Lalunna usufruisce dellinsegnante di sostegno con rapporto 1: 1


In atto

...
Previsti:

AREA COGNITIVA

Obiettivi
Potenziare la memoria.
Esercitare la percezione.
Controllare lattenzione.

Contenuti
Si svolgeranno attivit educative e didattiche al fine di potenziare la memoria, esercitare
la percezione, controllare lattenzione.

Uso ed adattamento materiali


Sussidi didattici, schede, griglie, puzzle,giochi e passatempi.
Organizzazione didattica
Si programmeranno attivit per sviluppare processi metacognitivi - memoria, lettura,
scrittura, matematica- per mezzo di esercizi e schede strutturate . Si
stimoler lattenzione e la memoria attraverso attivit motivanti.

AREA NEURO-PSICOMOTORIA
Obiettivi
AREA NEUROLOGICA

Esternare le proprie emozioni.


Esercitare, per potenziare, la memoria a breve e termine. Rafforzare quella a
lungo termine perch impari a trattenere le informazioni per ripescarle al
momento opportuno.
Percepire luso dellattenzione selettiva, per distribuire meglio le risorse attentive
Distendere i tempi di attenzione.
Attivare la concentrazione.
Sviluppare la percezione.
.

AREA PSICOMOTORIA

Muoversi secondo modalit e ritmi prestabiliti.


Migliorare le prassie complesse e il coordinamento dinamico generale.
Migliorare luso dello spazio grafico.
Potenziare le abilit di base.

Contenuti

Attivit mimico gestuale, movimento- ritmo- suono per migliorare la percezione


del s corporeo in rapporto all altro e alla realt delle cose

Uso ed adattamento materiali


La scuola non dispone di spazi attrezzati si cercher di utilizzare quanto a
disposizione per migliorare e sviluppare le abilit previsti dagli obiettivi.

Organizzazione didattica

Si organizzeranno attivit motivanti da fare sia da solo che con il gruppo classe.

Metodi di valutazione e verifica

Valutazioni e verifiche verranno fatte in itinere attraverso losservazione diretta delle


suddette attivit.

AREA AFFETTIVO - RELAZIONALE


Obiettivi

Migliorare le abilit di mettersi in relazione e di socializzare in classe


facilitandone il pieno inserimento (art.12 L.104/92).

Costruire una relazione positiva e di fiducia tra alunno e insegnante.


Rafforzare la sua, poco evidente,autostima con il superamento delle sue difficolt.
Controllare le proprie azioni per prenderne coscienza.
Rispettare le regole della convivenza in gruppo classe/laboratorio.
Potenziare comportamenti adeguati alla situazione in atto.

Contenuti
Favorire conversazioni.
Stimolare riflessioni su atteggiamenti e comportamenti per favorire lo sviluppo
metacognitivo.
Attivare situazioni favorevoli per rimuovere l insicurezza di fondo..

Uso ed adattamento materiali

Quindi si utilizzeranno materiali strutturali e non al fine di trasformare lattivit


ludica in momenti di concentrazione e riflessione.

Organizzazione didattica

Si cercher di suscitare ed attuare esperienze, nuove e sempre pi ricche, nell'ambito


della vita scolastica, svolgendo attivit formative al fine di decondizionare i
comportamenti negativi.
Si offriranno diverse forme di gioco scelte ed organizzate secondo il criterio di
validit, significativit, interesse, possibilit di apprendimento e di
adattamento alle sue capacit. Si cercher di alternare momenti statici a
quelli dinamici, momenti liberi a quelli guidati creando un clima sereno e un
ambiente rassicurante. Per accrescere lautostima si valorizzeranno tutte le
sue proposte assumendo un atteggiamento di rispetto verso le sue
possibilit. E' importante rispettare i tempi ed i ritmi relativi
all'apprendimento (tempi di attenzione e di stanchezza) ed all'esecuzione,
avendo cura di passare da momenti di forte coinvolgimento e partecipazione
ad altri di intimit e di tranquillit .. verr condotto ad avere
consapevolezza sia delle proprie capacit sia delle proprie difficolt e dei
propri limiti al fine di favorire la metacognizione.
Non va dimenticato che lalunno potr trovare nel gioco un motivo di integrazione
con i coetanei nonch una modalit esplorativa di mezzi espressivi e
conoscitivi.

Metodi di valutazione e verifica


In itinere.

AREA DELLE AUTONOMIE


Obiettivi

Gestire correttamente il proprio tempo.


Iniziare unattivit e portarla a termine.
Eseguire consegne.
Adeguare il suo comportamento rispettando le regole che caratterizzano lo stare in
classe, in gruppo, andare in bagno, uscire dalla classe ecc. Eseguire autonomamente le attivit proposte.

Contenuti
Essendo i suddetti obiettivi parte integrante della formazione educativa dellalunno i
contenuti previsti per le altre aree sono strettamente legati a quelli dellarea
dellautonomia.

Uso ed adattamento materiali


Quanto specificato per i contenuti valido pure per i materiali.
Organizzazione didattica
Per sviluppare nellalunno comportamenti adeguati si privilegeranno strategie che
prevedano premi e gratificazioni per il lavoro svolto bene al fine di
accrescere lautostima e la fiducia in se stesso in modo da renderlo
autonomo nello svolgimento delle attivit didattiche.

AREA LINGUISTICO - COMUNICAZIONALE


Obiettivi
Nel rispetto dei ritmi di apprendimento e delle capacit dellalunno si stilata una
programmazione personalizzata al fine di :
Sviluppare le abilit linguistiche, logico-matematiche e le capacit cognitive di
base.
Far acquisire all'alunno competenze comunicative ed espressive.
Stimolare la motivazione all'acquisizione di nuove conoscenze.

Contenuti
Pre-grafismi e grafismi, letture, conversazioni libere e guidate, esercizi logici e
matematici, problem solving.
Uso ed adattamento materiali
I materiali saranno gli stessi che si utilizzeranno nelle altre aree.

Organizzazione didattica
La legge 104/92 chiede lintegrazione dellalunno con difficolt nel gruppo classe a cui
appartiene, per tale motivo si cercher di far lavorare il pi possibile Carmine insieme ai
compagni. Solo nel momento in cui la sua eccessiva disattenzione ostacoler lo
svolgimento delle normali attivit didattiche lalunno verr condotto in un
aula,specificamente attrezzata, dove potr lavorare senza eccessive distrazioni.

Metodi di valutazione e verifica


In itinere con schede strutturate e semistrutturate.

AREA SENSORIALE
Obiettivi
Obiettivo a medio e lungo termine quello di:
potenziare la conoscenza senso-percettiva della realt;
sviluppare la coordinazione oculo-manuale;
potenziare le sue capacit di attenzione visiva;
sviluppare la sua capacit allascolto.
migliorare le capacit motorio-prassiche.

Contenuti
Attivit di manipolazione, ascolto di canzoni e musiche, giochi di memory.

Uso ed adattamento materiali


Musicassette, puzzle, materiale vario, come luso di forbicine , album da colorare
ecc
Organizzazione didattica
Per favorire al meglio queste attivit sarebbe auspicabile un aula-laboratorio ed una
palestra che al momento la scuola non dispone, trovandosi in una sede provvisoria. Si
cercher di realizzare quanto programmato nellambiente classe.
Metodi di valutazione e verifica
Valutazione e verifica dei risultati si effettueranno attraverso losservazione sistematica
delle competenze acquisite.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : ITALIANO


COMPETENZE
Ascolto, comprensione e comunicazione orale
OBIETTIVI FORMATIVI (tenendo conto delle potenzialit e delle carenze)
Comprendere semplici messaggi orali.

Saper comunicare i propri bisogni oralmente e non.


CONTENUTI
Comandi e semplici consegne.
Disegni.
Semplici racconti e fiabe.
METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE
Giochi di mimo e drammatizzazione.
Creazione di disegni per indicare ambienti quali il bagno o la classe.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Arte e immagine : attivit grafico-pittoriche.
Attivit motorie e sportive : gestualit del corpo e mimica facciale.

COMPETENZE
Lettura e comprensione di testi di vario tipo
OBIETTIVI FORMATIVI
Saper abbinare i suoni vocalici al grafema corrispondente.
Saper abbinare i suoni consonantici pi semplici ai grafemi corrispondenti.
Saper leggere i suoni consonantici e vocalici in successione sonora.

Saper abbinare suoni a immagini che corrispondono a parole che iniziano con
quel suono.

CONTENUTI
Corrispondenza fonema-grafema.
Parole ed immagini di oggetti di uso comune.
METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE
Uso di lettere di colori diversi tra suoni consonantici e vocalici
Uso di disegni ed immagini di vario tipo.
Schede strutturate (Metodo FOL).
RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARE
Arte e immagine : creazione di lettere mobili.
Geografia : ordinatori spaziali.

COMPETENZE
Produzione e rielaborazioni di testi scritti.
OBIETTIVI FORMATIVI
Saper scrivere suoni vocalici in stampatp maiuscolo.
Saper scrivere suoni consonantici in stampato maiuscolo.
Saper scrivere semplici sillabe.

Saper scrivere semplici parole come un insieme di pi sillabe.


CONTENUTI
Produzione dei grafemi in stampato maiuscolo corrispondenti ai suoni
pronunciati.
Giochi combinatori di consonanti e vocali.
Giochi combinatori di pi sillabe.
METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE
Uso di materiale manipolativo di vario tipo per costruire grafemi
tridimensionali e fissarne nella mente la forma.
Attivit di ritaglio di giornali di vario tipo.
Uso di lettere mobili.
Uso della videoscrittura.
RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI
Arte e immagine: attivit di manipolazione, ritaglio e composizione.
Attivit motorie e sportive: motricit fine e spazio grafico.

COMPETENZE
Riconoscimento delle strutture della lingua e arricchimento del lessico.
OBIETTIVI FORMATIVI
Saper riconoscere semplici parole che indicano una persona, un animale o un
oggetto.
Saper abbinare queste parole allimmagine corrispondente.

CONTENUTI
N
omi di persone, di animali ed oggetti vicini al vissuto dellalunno.
Abbinamento parola-immagine.
METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE
Giochi di corrispondenza parola-immagine.
Giochi linguistici per smontare e rimontare le sillabe operando sostituzioni e
combinazioni di lettere.
Giochi ritmici con battiti di mani, piedi e piccoli strumenti a percussione per
scandire le sillabe.
RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI
Arte e immagine : creazione e colorazione di immagini.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : INGLESE

COMPETENZE
Ascolto, comprensione di semplici messaggi.

OBIETTIVI FORMATIVI
Acquisire un patrimonio lessicale minimo
Comprendere semplici comandi o frasi di saluto.

CONTENUTI
Comandi e semplici consegne.
Disegni.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Ripetizione individuale e collettiva di parole e realizzazione di cartelloni e
flashcards per lassociazione parola/immagine, immagine/parola.
Giochi di mimo e drammatizzazione.
Utilizzo di audiocassette.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: nomi di persona, di animali e di cosa.
Arte e immagine: coloritura, associazione parola-immagine.
Musica: ascolto, memorizzazione ed esecuzione di canti.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : MATEMATICA

COMPETENZE

Riconoscimento, rappresentazione e risoluzione di problemi.

OBIETTIVI FORMATIVI

Ricavare le informazioni utili da un disegno o da un semplice testo.


Rappresentare, attraverso disegni, una situazione problematica.
Individuare loperazione matematica adatta a risolvere la situazione
problematica (addizione e sottrazione)

CONTENUTI
Problemi desunti da semplici situazioni quotidiane.
Problemi semplici con laddizione e la sottrazione.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

Conversazioni e drammatizzazioni riguardo alle situazioni problematiche.


Uso di materiale concreto per simulare situazione.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI

Italiano: comprensione di un testo letto o ascoltato.


Arte e immagine: attivit lettura e produzione di immagine.
Educazione allaffettivit: laiuto reciproco.
COMPETENZE
Padroneggiamento delle abilit di calcolo.

OBIETTIVI FORMATIVI
I NUMERI
Saper contare collegando correttamente la sequenza numerica verbale con
quantit reali.
Contare sia in senso progressivo che regressivo.
Rappresentare quantit attraverso materiale strutturato e non.
Confrontare e ordinare quantit e numeri.
Rappresentare i numeri fino a 20.
Raggruppare in base 10.
Comprendere il valore posizionale delle cifre.
LE OPERAZIONI
Acquisire il concetto di addizione e sottrazione e saperne usare il simbolo.
Comporre e scomporre i numeri.
Eseguire addizioni e sottrazioni entro ed oltre il 10.

CONTENUTI
I numeri da 0 a 9.
Conte, cantilene, filastrocche.
I numeri oltre il 10.
Conteggio di movimenti e di oggetti.
Spostamenti sulla retta dei numeri.
Composizione e scomposizione.
Raggruppamenti.

La decina.
Addizione e sottrazione.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Uso di materiale manipolativo di vario tipo.
Conversazioni su situazioni problematiche.
Schede strutturate.
Giochi sulla linea dei numeri.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Arte e immagine: attivit grafico-pittoriche.
Scienze motorie e sportive: gli spostamenti nello spazio.
Italiano: filastrocche; arricchimento lessicale.
Musica: il ritmo e il canto.

COMPETENZE
Operazioni con figure geometriche, grandezze e misure.

OBIETTIVI FORMATIVI
LO SPAZIO E LE FIGURE
Individuare la posizione di un oggetto prendendo come spunto di riferimento
se stessi.
Eseguire percorsi rispettando dei comandi.

Acquisire lidea di confine, regione interna e regione esterna.


Trovare forme uguali.
MISURA
Misurare grandezze usando unit di misura arbitrarie.
Conoscere le unit di misura del tempo (giorni, mesi, anni).

CONTENUTI
Relazioni spaziali: davanti/dietro, sopra/sotto, dentro/fuori, destra/sinistra.
Percorsi guidati e liberi.
Rappresentazioni grafiche di percorsi.
Le principali figure piane.
I giorni della settimana, i mesi e le stagioni.
Le forme degli oggetti di uso comune.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Osservazione dellambiente e riconoscimento degli oggetti nello spazio.
Giochi e percorsi, in aula e in cortile, con modalit libere e guidate.
Rappresentazione grafica dei percorsi.
Conversazioni guidate.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Arte e immagine: rappresentazione grafica di percorsi, di forme e figure
geometriche.
Scienze motorie e sportive: i movimenti del corpo; percorsi.
Geografia: le relazioni spaziali.

Storia: il tempo ed il suo trascorrere.

COMPETENZE
Utilizzo di semplici linguaggi logici e procedure informatiche.

OBIETTIVI FORMATIVI
LOGICA
Classificare gli oggetti secondo un criterio.

CONTENUTI

Classificazione.
Costruzioni di insiemi.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

Piccoli gruppi di lavoro.


Oggetti e materiali tratti dal vissuto quotidiano.
Osservazione con discussione collettiva.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI

Arte e immagine: creazione e colorazione di immagini.


Scienze: propriet dei materiali.
Italiano: arricchimento lessicale.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : STORIA

COMPETENZE
Orientamento e collocazione nello spazio e nel tempo di fatti ed eventi.

OBIETTIVI FORMATIVI (tenendo conto delle potenzialit e delle carenze)


Ordinare in successione temporale semplici eventi vissuti e non.
Comprendere le scansioni temporali: giorno-notte e mattina-pomeriggio-seranotte.
Conoscere gli strumenti di misurazione del tempo.

CONTENUTI
Le sequenze.
Il ritmo giorno-notte.
La giornata scolastica.
I nomi e la successione dei giorni della settimana, dei mesi, delle stagioni.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Utilizzo di materiale fotografico e schede predisposte per riordinare semplici
eventi temporali.
Riorganizzazione di semplici storie in disordine.
Disegnare la propria giornata.
Osservazione dello spostamento apparente del sole nel cielo come scansione
del tempo.
Costruzione di calendari e orologi che rappresentino lalternarsi dei mesi e
delle stagioni.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: arricchimento lessicale.
Arte e immagine: creazione di disegni e cartelloni.
Scienze: il ciclo vitale.
Geografia: il ciclo del sole; le caratteristiche climatiche dei mesi e delle
stagioni.
Musica: canzoni, conte.

COMPETENZE
Ricostruzione e comprensione di eventi e trasformazioni storiche.

OBIETTIVI FORMATIVI
Cogliere i cambiamenti che il tempo determina su cose e persone.
Ricostruire cronologicamente semplici eventi personali e familiari.

CONTENUTI
Trasformazioni e mutamenti nellambiente.
Rapporti causa-effetto.
Trasformazioni nel tempo di oggetti di uso comune.
Linea del tempo del proprio vissuto.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Osservazione dei cambiamenti che produce il trascorrere del tempo (sulle
persone, sulle piante, sugli oggetti).
Ricostruzione di eventi vissuti personali e non.
Ricerca di materiale per ricostruire fatti del passato.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: arricchimento lessicale.
Arte e immagine: creazione di disegni.

Scienze: il ciclo vitale.


Geografia: lambiente circostante.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : GEOGRAFIA

COMPETENZE
Orientamento e collocazione nello spazio e nel tempo di fatti ed eventi.

OBIETTIVI FORMATIVI
Acquisire e saper usare i termini topologici (vicino/lontano, dentro/fuori,
sopra/sotto).
Riconoscere e saper descrivere la propria posizione in un ambiente usando i
termini topologici.

CONTENUTI
Le relazioni spaziali.
Il corpo in uno spazio.
Lambiente circostante.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Utilizzo di materiale presente nellambiente(astucci, oggetti di uso comune in
aula ed in palestra, giocattoli).
Giochi per indicare la posizione di persone ed oggetti che si vedono nellaula o
in palestra usando i termini topologici.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI

Italiano: descrizione di spazi ed oggetti.


Arte e immagine: creazione di disegni dellambiente.
Scienze motorie e sportive: esercizi e giochi.

COMPETENZE
Osservazione, descrizione e confronto di paesaggi geografici con luso di
carte e rappresentazioni.

OBIETTIVI FORMATIVI
Distinguere in un paesaggio gli elementi naturali da quelli antropici.

CONTENUTI
Paesaggi di mare, pianura, montagna, citt.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Esplorazione dellaula.
Scoperta delle funzioni degli arredi scolastici.
Esecuzione di disegni degli ambienti frequentati dagli alunni.
Raccolta di immagini di paesaggi di vario tipo.
Composizioni creative di vari tipi di ambienti (disegni, collages, cartelloni).

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: arricchimento lessicale.
Arte e immagine: disegni e composizioni creative; disegni di mappe.
Scienze: differenze climatiche dei vari ambienti

Scienze motorie e sportive: esecuzione di percorsi e labirinti.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : SCIENZE


COMPETENZE
Osservazioni, domande, ipotesi e verifiche.

OBIETTIVI FORMATIVI
Distinguere gli organismi viventi dagli oggetti inanimati.
Identificare e descrivere le caratteristiche di oggetti, piante,animali.

CONTENUTI
Oggetti e esseri viventi nellambiente.
Somiglianze tra animali.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Osservazione di oggetti e esseri viventi; descrizione a parole; rappresentazione
con disegno; scoperta di somiglianze e differenze.
Descrizione di animali mettendo in evidenza le differenze.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: arricchimento lessicale; descrizione di oggetti e animali osservati;.
Arte e immagine: attivit manipolative; disegni dellambiente, di animali, di
frutti, di foglie.
Geografia-Motoria: rapporti spazio temporali; lambiente naturale.
Matematica: formazione di gruppi; classificazione e raggruppamenti.

COMPETENZE
Riconoscimento e descrizione di fenomeni fondamentali del mondo fisico,
biologico e tecnologico.

OBIETTIVI FORMATIVI
Distinguere i vari stati della materia.
Scoprire le condizioni essenziali per la vita degli organismi.

CONTENUTI
I cinque sensi.
Gli stati della materia: solido, liquido, gassoso.
Il ciclo vitale.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Esercitazioni con i propri organi di senso.
Identificazione delle caratteristiche dei materiali.
Osservazioni dei comportamenti dei materiali solidi e liquidi.
Scoperta che tutti gli essere viventi nascono, crescono, si riproducono,
muoiono.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI

Italiano: arricchimento lessicale; descrizione e verbalizzazione.


Arte e immagine: attivit grafico-pittoriche.
Storia: trasformazione del tempo.
Geografia: individuazione delle principali caratteristiche dellambiente.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI :MUSICA


COMPETENZE
Ascolto, analisi e rappresentazione di fenomeni sonori e linguaggi
musicali.

OBIETTIVI FORMATIVI
Distinguere il suono dal rumore e dal silenzio.
Analizzare il paesaggio sonoro in cui si vive.
Classificare i suoni in base al contesto in cui li possiamo ascoltare.

CONTENUTI
Percussioni.
Giochi motori di gruppo.
Brani del repertorio vocale e strumentale sia registrati che eseguiti dal vivo.
Fenomeni sonori naturali e artificiali.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

Sperimentazione e manipolazione di oggetti e sonorit che fanno parte del


vissuto degli alunni.
Lavoro individuale e di gruppo.
Attivit senso-motoria e sonora allinterno del laboratorio musicale.
Utilizzo di attrezzature e sussidi didattici.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: la comunicazione orale e scritta e le convenzioni della scrittura.
Arte e immagine: i colori ed i disegni.
Educazione allaffettivit: la conoscenza di s ed il rapporto con gli altri.
Matematica: le classificazioni.
Educazione ambientale: linterdipendenza uomo-natura.
COMPETENZE
Espressioni canore e uso di semplici strumenti.

OBIETTIVI FORMATIVI
Esplorare e conoscere le proprie possibilit vocali.
Cantare in gruppo.
Osservare e sperimentare le possibilit sonore degli oggetti.
Costruire nuovi oggetti sonori con materiale di uso quotidiano.

CONTENUTI
Varie tipologie di espressioni vocale: parlato, cantato, recitato.
Repertorio vocale e strumentale legato alla tradizione del gioco collettivo
infantile.

Differenze timbriche dovute alla percussione di materiali diversi.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Attivit ludiche e giochi simbolici.
Attivit motoria e musicale in un locale ampio, ma non dispersivo.
Utilizzo e attrezzature di sussidi didattici.

RACCORDO PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARE


Educazione allaffettivit: le regole e la cooperazione.
Scienze motorie e sportive: i giochi motori collettivi.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : ARTE E IMMAGINE


COMPETENZE
Produzione di messaggi con luso di linguaggi, tecniche e materiali diversi.

OBIETTIVI FORMATIVI
Osservare e riconoscere i colori nella realt e nella sua rappresentazione
grafica.
Utilizzare i colori giusti nella rappresentazione della realt.

CONTENUTI

I colori
I colori nei diversi ambienti naturali.
Macchie di colori.
Colori mescolati.
Semplici forme.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Uso del colore sperimentando i diversi mezzi grafici: colori a dita, pennarelli,
colori a cera
Manipolazione di materiali plastici diversi per sviluppare la mobilit delle
braccia, delle mani e delle dita.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: filastrocche e fiabe.
Scienze motorie e sportive: i movimenti della mano.
Scienze: i materiali.

COMPETENZE
Produzione di messaggi con luso di linguaggi, tecniche e materiali diversi.

Lettura e comprensione di immagini di diverso tipo.

OBIETTIVI FORMATIVI
Sviluppare la motricit fine e la coordinazione oculo-manuale per promuovere
abilit nella coloritura.

Acquisire semplici tecniche manipolative.


Rappresentare semplici oggetti tridimensionali.

Leggere e codificare il messaggio di un immagine.


Rappresentare attraverso unimmagine una realt vissuta.

CONTENUTI
Gli ambienti domestici e naturali.
Dipinti artistici.
Fotografie.
Figura-sfondo.
La linea di terra e la linea del cielo.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Lalunno sar lasciato libero di scegliere fra le diverse modalit con cui
esprimere al meglio la propria creativit, ed allo stesso tempo verr
costantemente guidato nella comprensione e nella decodificazione di messaggi
visivi che lo circondano.
Osservazioni di immagini tratte da libri, riviste e quotidiani.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Scienze: la natura e lambiente.
Logica: le sequenze di immagini.
Italiano: descrizione orale e scritta.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : SCIENZE MOTORIE E


SPORTIVE
COMPETENZE
Padroneggiamento di abilit motorie di base in situazioni diverse.

OBIETTIVI FORMATIVI
Sviluppare la percezione e la conoscenza del proprio corpo.
Conoscere e denominare le parti principali del corpo.
Sviluppare la coordinazione dinamica generale.
Percepire la lateralizzazione.

CONTENUTI
Il corpo.
Le parti del corpo.
Le posizioni del corpo.
La coordinazione dinamica: salto, corsa.
La lateralizzazione.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Attraverso lo stimolo delle potenzialit motorie, sar possibile raggiungere gli
obiettivi previsti sfruttando qualsiasi tipo di ambiente. Sar comunque
necessario abituare lalunno a muoversi con sicurezza allinterno della palestra.
RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI

Scienze: il corpo umano.


Geografia: spazio vissuto e rappresentato.
Matematica: classificazione e raggruppamenti.

COMPETENZE
Partecipazione alle attivit di gioco-sport ri spettando le regole.

OBIETTIVI FORMATIVI
Accettare tutti i compagni di gioco.
Sviluppare comportamenti relazionali positivi.
Rispettare il proprio turno.

CONTENUTI
La diversit come risorsa.
La collaborazione.
Lorganizzazione del gioco.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Dopo un primo periodo in cui saranno effettuati frequenti incontri in uno
spazio adeguato, ma brevi, si potr pensare a lezioni strutturate di tempo pi
lungo, due volte la settimana cos articolate:
- un primo momento di libera espressione
- un tempo di esercizio motorio gestito dalladulto
- un tempo di gioco di gruppo con regole da rispettare

Giochi di gruppo, individuali e percorsi motori.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Educazione alla cittadinanza: regole diverse per ambienti diversi.
Educazione allaffettivit: il gioco con i compagni.
Italiano: arricchimento lessicale.

AREA DEGLI APPRENDIMENTI : RELIGIONE

COMPETENZE
Conoscenza dei contenuti essenziali della Religione cattolica.

OBIETTIVI FORMATIVI
Conoscere alcuni momenti significativi dellinfanzia e della vita di Ges.

CONTENUTI
Nascita di Ges.
Ges e gli apostoli.
Le parabole.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

Schede operative. Realizzazione di cartelloni.


Lettura di semplici testi estrapolati dal Vangelo, rappresentazioni sul quaderno.
Drammatizzazioni.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: verbalizzazione.
Arte e immagine: colorazione e disegno.

COMPETENZE
Riconoscimento ed uso di linguaggi propri della Religione Cattolica.

OBIETTIVI FORMATIVI
Individuare il natale e la Pasqua come principali feste cristiane.
Scoprire i segni della festa nellambiente.

CONTENUTI
La festa: momento di gioia ed unione.
Annunciazione e nascita di Ges.
Ges sconfigge la morte.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI PRGANIZZATIVE


Riflessione guidata.
Lettura di semplici testi estrapolati dal Vangelo.

Drammatizzazioni.
Osservazioni ed escursioni nel quartiere.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: lettura e memorizzazione.
Musica: canti natalizi.
Educazione alla cittadinanza: le tradizioni nei diversi luoghi.

COMPETENZE
Capacit di riferirsi alla Bibbia ed agli altri documenti della Religione
cattolica, utilizzandoli correttamente.

OBIETTIVI FORMATIVI
Scoprire nel Vangelo il grande libro delle storie di Ges.

CONTENUTI
Il libro scritto dagli amici di Ges.
I quattro evangelisti.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Lettura di semplici testi estrapolati dal Vangelo.
Rappresentazione sul quaderno della lettura ascoltata.
Esecuzione di schede.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI

Educazione allaffettivit: lamicizia e la cooperazione.


Italiano: ascolto e comprensione del testo.

COMPETENZE
Riconoscimento, rispetto e apprezzamento dei valori religiosi ed etici
nellesistenza delle persone e nella storia dellumanit.

OBIETTIVI FORMATIVI
Scoprire la vita da cristiani come ispirata al comandamento dellamore.

CONTENUTI
La chiesa come luogo di incontro.
Limportanza dellamicizia e della solidariet nella vita familiare e non.

METODI, ATTIVIT E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE


Costruzione di cartelloni.
Discussioni guidate.
Racconti.

RACCORDI PLURI, INTER E TRANSDISCIPLINARI


Italiano: racconti personali.
Arte e immagine: creazione e colorazione di cartelloni.

VALUTAZIONE
FINE ANNO SCOLASTICO
Alunno/a
____________________________________________________
Scuola___________________________________
Considerazioni generali
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_______
Necessita pertanto per l'anno scolastico ____________/ ______
di sostegno scolastico specializzato

SI NO

necessita di aiuto personale perch non autonomo


necessita di particolari presidi

SI NO

SI NO

incontra difficolt a superare le barriere architettoniche

SI NO

Redattori
Scuola
_____________

A.S.L.
________________

Famiglia
_________________

_____________

________________

_________________

_____________

________________

_________________