Sei sulla pagina 1di 95

Felice Spingola

IL BAMB
- per una economia sostenibile -

Indice
Premessa
1

1.1
1.2
1.3
1.4
1.5
1.6
1.7
1.8
1.9
1.10
1.11
1.12

Caratteristiche biologiche e ciclo vegetativo ................................................7


Le differenze nella struttura dei culmi e il loro diverso utilizzo...................9
Fioritura del bamb.....................................................................................12
Diffusione delle foreste di bamb nel mondo.............................................14
Le foreste di bamb in Asia ........................................................................17
Le foreste di bamb in Africa .....................................................................18
Le foreste di bamb in America..................................................................19
Funzione ecosistemica delle foreste di bamb: il caso del Sud-Est asiatico19
Sostenibilit ambientale e bamb ...............................................................21
Gli usi del bamb: dalla radice alla chioma................................................22
La sostenibilit economica del bamb per le economie locali....................24
Dagli acquedotti romani agli acquedotti in bamb .....................................25
2

2.1
2.2
2.3
2.4

3.5.4
3.5.5
3.5.6
3.5.7
3.5.8
3.6

Storia del bamb............................................................... 28

Il bamb in Asia e in Occidente..................................................................28


Il bamb in Colombia .................................................................................31
Il bamb in Australia...................................................................................31
Il bamb in Indonesia..................................................................................32
3

3.1
3.2
3.2.1
3.2.2
3.3
3.3.1
3.3.2
3.4
3.5
3.5.1
3.5.2
3.5.3

Il bamb ............................................................................6

Il bamb come materiale da costruzione ............................... 34

Caratteristiche strutturali.............................................................................36
Il rischio di rottura.......................................................................................37
Guadua spp................................................................................................ 37
Oxytenanthera abyssinica e Oreobambos buchwaldii .............................. 38
Il deterioramento .........................................................................................39
I principali metodi per la conservazione del bamb ................................. 40
Il metodo del Vertical Soak Diffusion (VSD) .......................................... 41
Le giunture in bamb ..................................................................................43
Realizzazioni edilizie in bamb: casi studio ...............................................45
Ecuador ..................................................................................................... 46
Costa Rica ................................................................................................. 47
Esempi di abitazioni vernacolari in bamb: Yomata House in Malawi e
Bahareque in Colombia.......................................................................... 50
Il bamb per costruzioni in Bangladesh.................................................... 52
Filippine: bahay kubo ............................................................................... 54
Indonesia ................................................................................................... 55
Il Padiglione ZERI di Hannover (Expo 2000) e il Padiglione di Vergiate 57
Bamboo House della Grande Muraglia..................................................... 60
Impatto ambientale......................................................................................62
2

4.1
4.2
4.3
4.4
4.5
4.6

Il bamb nel settore tessile................................................. 63

La regolamentazione dei mercati sulla viscosa di bamb...........................64


Le problematiche ambientali legate alla lavorazione delle fibre in bamb 65
Il processo di lavorazione delle fibre di bamb ..........................................65
I vantaggi dei tessuti in viscosa da bamb..................................................67
Vantaggi e svantaggi ambientali delluso del bamb come tessuto............68
La pasta di bamb per la produzione della carta: le problematiche ambientali
.....................................................................................................................69
5

5.1
5.2
5.2.1
5.2.2
5.2.3
5.2.4
5.3

Impiego del bamb nel settore alimentare ............................ 71

Il bamb nellalimentazione indonesiana ...................................................71


Ricette a base di bamb ..............................................................................73
Lodeh rebung ............................................................................................ 73
Sayur rebung ............................................................................................. 74
Garang come am ....................................................................................... 74
Gulai Manis rebung................................................................................... 74
Luso del bamb nella medicina tradizionale .............................................74
6

6.1
6.2
6.3
6.4
6.5
6.6
6.7

Aspetti economici legati al Bamb........................................ 75

I Paesi detentori della risorsa ......................................................................75


Overview del mercato mondiale del bamb ...............................................79
Le dimensioni future del mercato ...............................................................83
Attrattiva per il mercato ..............................................................................85
Scenari industriali .......................................................................................86
Il ruolo dei mercati nazionali e regionali ....................................................87
Il contesto del commercio ...........................................................................88
7

Bibliografia ....................................................................... 92

Indice delle tabelle


TABELLA 1 ESTENSIONE DELLE FORESTE DI BAMB REGISTRATE NEL CORSO DEL TEMPO DA DIVERSI
INVENTARI (LOBOVIKOV ET AL., 2007) ................................................................................................................15
TABELLA 2 ELENCO DEI GENERI DI BAMB E LORO DISTRIBUZIONE NEI DIVERSI STATI DELLASIA. DATI DA
DRANSFIELD ET AL., 1995.........................................................................................................................................17
TABELLA 3 PROPRIET FISICHE E MECCANICHE GENERALI DEL BAMB. DA EMISSIONIZERO.IT
(DE MIRANDA, 2005).................................................................................................................................................36
TABELLA 4 VALORI STRUTTURALI RELATIVI AL BAMB DEL GENERE ..........................................................38
TABELLA 5 - VALORI STRUTTURALI RELATIVI AL BAMB DEL GENEREGUADUA, .........................................39
TABELLA 6 - SPECIE DI BAMB DEL COSTA RICA (LEIJDEKKERS, 1999) ..............................................................47
TABELLA 7 - FASI DEL PROCESSO DI COSTRUZIONE (PNB, 1993) ...........................................................................48
TABELLA 8 DOMANDA ED OFFERTA DEL BAMB (ESPRESSO IN MILIONI DI CULMI) IN BANGLADESH. DA:
NURUZAMMAN, 1999 ................................................................................................................................................52
TABELLA 9 CONFRONTO DEI DATI OTTENUTI DALLA FMPA DI STOCCARDA SUL BAMB E SU ALTRI
MATERIALI COSTRUTTIVI.......................................................................................................................................58
TABELLA 10 PRODUZIONE MONDIALE DI FIBRE TESSILI.........................................................................................63
TABELLA 11 PARAMETRI FISICI DELLA FIBRA DI BAMB, CONFRONTATA CON ALTRE FIBRE TESSILI
(DATI DA BAMBROTEX)...........................................................................................................................................67
TABELLA 12 - ESTENSIONE DELLE FORESTE DI BAMB IN ASIA, AMERICA LATINA E AFRICA (FAO, 2007)
.......................................................................................................................................................................................70
TABELLA 13 - CALORIE DEL BAMB (PER 100 GR DI PRODOTTO)..........................................................................71
TABELLA 14 - PROPRIET DELLE AREE FORESTALI DI BAMB IN ASIA E AFRICA (FAO, 2007) ...................76
TABELLA 15 - MOVIMENTAZIONE DEL BAMB, PRODUZIONE E VALORE ECONOMICO .................................79

Allegati:
Allegato 1: Esempi di costruzioni in bamb

Premessa
"La pianta di bamb l'oro verde dell'uomo povero: una persona pu sedersi in una casa di bamboo
sotto un tetto di bamb, su una sedia ad un tavolo fatti dello stesso bamb, con un capello di bamb
sulla sua testa e sandali di bamb ai piedi. Allo stesso tempo pu tenere in un mano una ciotola di
bamb, nell'altra bacchette di bamb che gli servono per mangiare germogli di bamb. Dopo aver
consumato il suo pranzo, cucinato in un fuoco alimentato dalla combustione del bamb, il tavolo
potrebbe essere pulito con un panno di fibre di bamb, pu rinfrescarsi con un ventaglio in bamb,
fare la siesta in un letto su di un materasso ed un cuscino fatti tutti di bamb. Al risveglio potrebbe
fumare in una pipa di bamb e scrivere con una penna di bamb su carta da bamb, e poi portare in
giornale i suoi articoli in cesti di bamb sospesi su di un'asta di bamb, con un ombrello di bamb
sulla sua testa. Potrebbe attraversare un ponte sospeso costruito esclusivamente col bamb, bere
acqua da una tubatura in bamb, ed asciugarsi il viso con un fazzoletto, ottenuto con le fibre di
bamb" (Atal Bihari Vajpayee, ex primo-ministro dell'India).
Se questa considerazione descriveva efficacemente la funzione economica del bamb per milioni di
esseri umani per il passato e tuttoggi permane veritiera, va rimarcato che superata dal moderno ruolo
che diverse specie di bamb assumono nelleconomia globalizzata a causa del loro diffuso utilizzo da
parte di moderne e diversificate industrie.
Parlare di economia del bamb assume una dimensione nuova e planetaria sia per i Paesi dove le
foreste spontanee di bamb sono largamente diffuse e sfruttate nei moderni processi industriali, sia in
quei Paesi dove sono presenti e sono in atto azioni volte ad una loro utilizzazione industriale e sia,
infine, nei Paesi industrializzati per i quali lutilizzo dei differenti derivati del bamb rappresentano una
valida alternativa sostenibile al tradizionale utilizzo del legname es.: bamb lamellare, carta da
bamb, tesuti da bamb ecc. -.
E una economia quella determinata dallutilizzo moderno del bamb che occupa attualmente, a livello
planetario, oltre 600milioni di persone ed in rapida crescita non solo nelluso delle risorse forestali
spontanee ma soprattutto per i vasti progetti di riforestazione programmati e in corso in Paesi come la
Cina e lIndia in Asia e il Cile in America Latina.
Le industrie del legno e del tessile in Europa, negli USA, in Canada e Russia non potranno prescindere
dallattivazione di una innovazione tecnologica finalizzata allutilizzo economico della risorsa bamb.

1 Il bamb
Le specie di bamb nel mondo sono circa 1200 suddivise in 90 generi (FAO, 2007) e vengono
impiegate per numerosi e svariati utilizzi che vanno dalla cucina alla realizzazione di oggetti di
artigianato, ad attrezzi per la pesca, a materiale per uso edile, filati biologici ed altro ancora.
Le diverse specie possono raggiungere differenti altezze, dai 10
centimetri delle variet nane agli oltre 20-30 metri delle variet
giganti; il pi grande conosciuto (Dendrocalamus giganteus)
cresce fino a 40 metri con un diametro di 30 cm, ha foglie
lanceolate, di colore verde intenso.
Le radici di questa specie hanno ampia capacit di diffusione in
direzione delle fonti di umidit, ed essa possiede unelevata
resistenza. a cicloni ed uragani.
LAsia conta circa 1000 specie che coprono unarea
corrispondente a circa la met della Germania. La Cina conta 300
specie di 44 generi diversi, mentre lIndia conta 130 specie che
ricoprono circa il 13% dellarea forestale. Altre nazioni con una
produzione e utilizzazione significativa sono il Bangladesh,
lIndonesia e la Tailandia.
Gli impieghi tradizionali del bamb sono migliaia e la sua
utilizzazione mondiale di circa 20 milioni di tonnellate l anno:
pi della met viene utilizzato dalle popolazioni povere nelle
aree rurali (sono state individuate circa 1500 applicazioni
commerciali di cui la maggior parte in Asia).
Le fibre del Bambu sono relativamente lunghe (1.5-3.2 mm) e
questo e ideale per la produzione della carta o dei tessuti; inoltre Figura 1 Dendrocalamus
i germogli di bamb di un certo numero di specie vengono giganteus
impiegati nella cucina asiatica e il bamb trova anche applicazioni energetiche. Infatti luso del bamb
come combustibile per la generazione di energia allo studio, considerando che il legno, una volta
tagliato, si presenta con un basso tasso di umidit e che quindi riduce notevolmente i tempi di
essiccamento ed inoltre allo studio lutilizzo della polpa delignificata come substrato per la
fermentazione etanolica.
A livello internazionale linteresse per lutilizzo industriale del bamb aumentato soprattutto in
relazione al mercato di mobilio lamellare e parquet e ultimamente anche nella realizzazione di
abitazioni.
Il mercato in enorme espansione e la richiesta di questo materiale raggiunge pressioni notevoli su
differenti segmenti di mercato a livello mondiale.
Molte grandi agenzie di cooperazione considerano luso sostenibile del bamb un possibile ed efficace
strumento di lotta alla povert. Il bamb infatti una graminacea che si rinnova facilmente e raggiunge
la sua maturazione in circa 4 anni: una velocit di accrescimento estremamente interessante dal punto di
vista commerciale. Inoltre, essendo costituito da fibre molto pi resistenti rispetto ad altre specie
legnose, risulta molto pi appetibile nelle lavorazioni destinate allindustria edile e allarredamento.

1.1 Caratteristiche biologiche e ciclo vegetativo


Il Bamb una pianta perenne che presenta una crescita rapida con elevata produzione di biomassa.
una pianta monocotiledone1 che appartiene alla famiglia delle Poacee, sotto-famiglia Bambusoideae: si
contano circa 90 generi e pi di 1200 specie.
La pianta caratterizzata da un fusto tipico delle graminacee (detto culmo), dai vari colori, composto
da nodi cilindrici e internodi (cavi) da cui prendono origine i germogli e le foglie.
La crescita molto rapida e i bamb sono diffusi in quasi tutti i continenti, eccetto che in Europa e
nellAntartico, essendosi adattati a numerosi tipi di clima (tropicali, subtropicali e temperati).
I bamb sono composti essenzialmente da tre parti: i rizomi, ossia lapparato radicale nel suolo, il
culmo (canna), ossia il fusto, ed i rami. Queste parti sono formate da un sistema di serie alternate di
nodi ed internodi.
Gli internodi, man mano che la pianta cresce, sono
dapprima avvolti luno sullaltro, in seguito si
allungano fino a raggiungere la loro massima
estensione, che si mantiene costante per tutto il corso
della loro vita. I nodi separano gli internodi e
solitamente contengono una gemma dormiente che
potr svilupparsi in un ramo, nel caso dei culmi, o di
un nuovo tratto di rizoma sotterraneo.
I rizomi sono la struttura sotterranea dei bamb ed
hanno funzione di supporto, rendono possibile
linsediamento in nuove aree e permettono il
Figura 2 - Figura 3 - Struttura di rizoma
trasferimento dellenergia vitale alla pianta. I rizomi
monopodiale
si sviluppano formando un reticolo sotterraneo
compatto e stabile, ed esistono anche apparati radicali composti da filamenti sottili che si allungano dai
rizomi.. Lapice del rizoma appuntito e molto resistente cos da riuscire a penetrare e diffondersi nel
suolo. I rizomi possono essere monopodiali e simpodiali.
I rizomi monopodiali crescono orizzontalmente e possono
farlo in maniera estremamente veloce: ad ogni internodo del
rizoma si pu sviluppare una nuova crescita in orizzontale,
oppure in verticale con lo sviluppo di un culmo, e questo
tipo di comportamento conferisce alla piante un notevole
potere di invasione. I bamb con rizoma monopodiale
formano un bosco a struttura aperta con culmi che si ergono
distanziati l uno dall altro; essi sono caratteristici dei climi
temperati.
I rizomi simpodiali sono corti e tozzi e danno origine ad un
boschetto compatto con i culmi molto vicini fra loro. Il
boschetto quindi si sviluppa uniformemente aumentando la propria circonferenza in modo non

Figura 3 - Struttura di rizoma simpodiale

Piante monocotiledoni: sono le piante i cui semi hanno una sola foglia embrionale, o cotiledone. Esse si differenziano dalle
dicotiledoni per numerosi caratteri che riguardano sia l'appartato vegetativo della pianta, sia i fiori.

invasivo. L habitat naturale dei bamb simpodiali sono le regioni tropicali ed includono, fra gli altri, il
genere Bambusa. Molte specie simpodiali si sono ben adattate anche al clima italiano, come ad
esempio i bamb del genere Fargesia.
Esistono anche specie che presentano una struttura rizomale intermedia fra i monopodiali ed i
simpodiali. Queste specie sono tipiche dei bamb che crescono ad altitudini elevate dove le condizioni
climatiche estreme ne
influenzano la crescita ed il comportamento. Un esempio l Arundinaria anceps.
Il nuovo germoglio che emerge dal
terreno ha gi il diametro uguale a quello
che manterr quando il culmo sar
maturo. Infatti i bamb non crescono in
larghezza e l altezza raggiunta dal
germoglio nelle prime settimane si
manterr durante tutta vita della pianta. La
struttura del culmo, per, necessariamente
cambia con gli anni: infatti essa aumenta
di densit nel tempo, rendendo la parete
pi spessa con la crescita (Liese, 1985).
I bamb possono avere un incredibile
variet di forme e colori, raggiungendo
lunghezze di molti metri oppure di pochi
centimetri. Anche il diametro del culmo
Figura 4 - Phyllostachys pubescens variet heterocycla
pu variare: si possono avere diametri di
molti centimetri, oppure pi sottili, alcuni bamb crescono eretti, mentre altri si piegano sinuosamente.
Solitamente sono di colore verde ma possono anche essere marroni, gialli, neri, rossastri, maculati o
con strisce di colore diverso.

Figura 5 - Chimonobambusa quadrangularis

La classica struttura del bamb fatta da nodi ed internodi,


ma esistono bamb con strutture particolari: il Phyllostachys
aurea per esempio pu avere spesso inclinazioni del culmo,
nodi irregolari, ed internodi corti alla base del culmo.
Particolare il caso del Phyllostachys pubescens variet
heterocycla che presenta nodi inclinati a 45 gradi nella parte
bassa del culmo ed internodi gonfi e panciuti. I culmi
normalmente sono rotondi, ma nel caso del
Chimonobambusa quadrangularis si nota una sezione quasi
quadrata. Il genere Chusquea dotato di culmi pieni. Il
culmo considerato la parte pi importante della pianta
oltre che per i suoi fini ornamentali, anche ai fini
commerciali.

Il numero di rami che si sviluppano da ogni nodo un dato utilizzato per l identificazione dei bamb.
Nelle regioni tropicali e subtropicali i bamb tendono a formare fusti simpodiali, mentre nelle regioni
temperate, incluse vaste aree della Cina e del Giappone, essi sono monopodiali2.
I bamb possono propagarsi attraverso i semi oppure per via vegetativa; molte piante per non
producono affatto semi e quelle che lo fanno spesso presentano una fioritura che compare ad intervalli
molto prolungati, dai 30 ai 70 anni (Bambusa bambos, B. polymorpha, Dendrocalamus strictus,
Melocanna baccifea e Phyllostachys spp.).
Alcune specie di bamb non producono semi, come i Bambusa balcooa ed i Bambusa vulgaris: in
generale la riproduzione attraverso i semi
poco pratica e richiede tempi troppo lunghi
e non essendo possibile per tutte le specie a
livello commerciale viene preferita la
riproduzione per propagazione vegetativa.
Questo tipo di propagazione pu essere
effettuata in tre diversi modi: attraverso la
riproduzione del rizoma con segmento di
fusto, oppure attraverso parti di fusto utile
per specie che presentano culmi di grosso
diametro.

Figura 6 - Fiori di Phyllostachys nidularia

Infine un altro metodo di riproduzione praticato in laboratorio, in


condizioni controllate, quello in vitro, e consiste nel far
sviluppare embrioni di semi o gemme, preservando e favorendo in
questo modo la diversit genetica delle popolazioni.
1.2

Le differenze nella struttura dei culmi e il loro


diverso utilizzo
Il culmo del bamb, costituito da nodi ed internodi, ha un diametro
restringente dalla base alla cima con differenze fra le diverse
specie: normalmente la base del culmo e le porzioni centrali
vengono utilizzate per costruire strutture da lavoro, mobili, assi e
stuoie. La riduzione del diametro normalmente presenta anche una
riduzione dello spessore delle pareti: le propriet meccaniche del
culmo aumentano allaumentare del peso e della densit, ma
diminuiscono allaumentare del diametro degli internodi e delle
pareti del culmo (Latif and Liese 2002).
La distanza internodale una caratteristica che differisce da specie Figura 7 - Sezione di un culmo di Bambusa
polymorpha Munro, che evidenzia i fasci
a specie, ed pi lunga nella parte centrale del culmo. Ovviamente vascolari con fibre addizionali
2

Un tipo di pianta monopodiale quando presenta un fusto principale che continua ad allungarsi con una velocit maggiore rispetto ai rami
laterali secondari e la cui gemma apicale sopravvive indefinitamente. Le piante simpodiali presentano invece una ramificazione in cui dopo
ogni periodo di crescita la gemma apicale degenera e la sua funzione viene assunta o dalle due gemme laterali immediatamente sottostanti
le quali danno origine a due rami laterali che si biforcano dall'estremit del fusto principale (dicasio), o da una gemma sottostante che si
allunga nella direzione del fusto principale (monocasio; a prima vista non si capisce che si tratta di due rami distinti)

internodi molto distanziati sono preferiti nella scelta dei culmi destinati alla produzione di mobili, ma
anche negli altri campi di produzione. La specie Bambusa textilis quella favorita, avendo una distanza
internodale superiore ai 60 cm.
Il culmo ricoperto, da entrambi i lati della sua parete, da speciali tessuti:
La parte esterna funzionale
ad evitare la perdita di acqua e
Clumping bamb
svolge anche una funzione di
Il rizoma leptomorfo si presenta come un lungo fusto sotterraneo, composto da
protezione
contro
danni
nodi e internodi, che si pu estendere in tutte le direzioni e che forma, con le
sue ramificazioni, una rete sotterranea estremamente complessa. L'apparato
meccanici,
grazie
alla
radicale simile a qyuello delle altre Graminacee: la radice primaria viene
compattezza delle sue fibre.
sostituita dalle radici avventizie, che svolgono sia la funzione di ancoraggio al
Questi aspetti comportano che
terreno, sia quella di assorbimento, e si formano dai nodi dei rizomi e dai nodi
dei culmi che si trovano sotto il livello del terreno. Ogni nodo contiene una
durante la lavorazione dei
gemma e le gemme si dispongono lungo il rizoma alternandosi di nodo in nodo
culmi essi siano molto
con regolarit. Ogni gemma ha la capacit di originare una nuova pianta e
refrattari al disseccamento e
grazie a questa caratteristica, ogni anno viene assicurata una elevata quantit
di nuovi germogli annuali. La densit di un canneto dipende in gran parte dalla
alla penetrazione di sostanze
velocit con cui il rizoma leptomorfo si propaga e dalla capacit riproduttiva
liquide esterne, come quelle
delle sue gemme. Annualmente la singola ramificazione rizomatosa pu
conservanti: la superficie
aumentare la propria lunghezza di 90 - 300 cm e anche 600 centimetri. In
media il ciclo vitale di un rizoma viene stabilito in circa 10 anni, oltre i quali
altres refrattaria ad essere
perde la capacit riproduttiva. L'et del rizoma influisce sulla rigogliosit del
dipinta e/o decorata: a tal fine
canneto: il periodo pi prolifico quello che va dai 3 ai 5 anni di et,
necessario rimuovere lo
contrariamente, verso il decimo anno le gemme nodali si fanno sempre pi
rare. Il complesso di rizomi sotterranei crea una rete, di contenimento del
strato superficiale dalla cerosa
terreno, di straordinaria lunghezza. La propagazione sotterranea dei rizomi
patina silicea che ricopre il
leptomorfi avviene prevalentemente in senso orizzontale e si mantiene in una
culmo
attraverso
un
fascia di profondit ridotta. In alcune specie il rizoma affiora a tratti in
superficie con formazioni arcuate.
trattamento alcalino.
La parte interna del
culmo presenta uno strato di
cellule parenchimatiche che
formano un tessuto speciale:
esso molto spesso e le sue
caratteristiche
meccaniche
variano da specie a specie.
I fasci vascolari dei culmi
possono avere una struttura
differenziata a seconda del
genere o anche della specie,
essi possono raggrupparsi in
guaine aggiuntive che si
sovrappongono alla struttura
standard mostrata nella sezione
Bambusa multiplex.
di culmo in figura 7.
La quantit di fasci presenti
dipende strettamente dalla
struttura dei culmi e dallazione della gravit sul culmo: infatti i fasci vascolari si adattano alla forza di
gravit che aumenta dalla base verso la cima e determina una pi marcata riduzione dei fasci in senso
radiale piuttosto che tangenziale. La tipologia dei fasci vascolari influenza la finitura dei manufatti in
bamb. Le bacchette cinesi vengono normalmente prodotte con le guaine fibrose di bamb del genere
Phyllostachys.
10

Il sistema di vasi metaxilematici assolve la funzione del trasporto idrico attraverso il culmo: essi hanno
dimensioni maggiori alla base del culmo e minori verso la parte esterna.
Il loro volume complessivo occupa circa il 6-8% del tessuto totale e la sua funzionalit vitale per la
traspirazione e il mantenimento delle foglie e le caratteristiche specie-specifiche di questo aspetto
influenzano i trattamenti effettuati sul culmo.
Le fibre del bamb costituiscono delle guaine fibrose che si associano ai fasci vascolari: esse possono
ammontare a circa il 40% della massa del culmo. La loro estensione lungo il culmo segue uno schema
ben definito e la loro lunghezza fortemente correlata con il loro diametro, con lo spessore delle pareti
cellulari, la loro elasticit, e la loro capacit di sopportare pressioni esterne.
La parte esterna del culmo
presenta una maggiore densit
di
fibre,
e
la
specie
Neohouzeaua dulloa, diffusa in
Vietnam e con fibre di spessore
superiore ai 4 mm, viene
utilizzata per la produzione di
cappelli da donna e tappetini.
La parte fibrosa costituita da
un elevato numero di strati che
hanno micro fibrille con
orientamento diverso e che
creano in questo modo una
microstruttura
di
grande
flessibilit.

Running bamb
Il rizoma pachimorfo formato da porzioni brevi e ingrossate,
fusiformi, pi o meno ricurve, con internodi molto brevi, di solito pi
lunghi sul lato in cui presente la gemma. Nei rizomi pachimorfi
solo la gemma apicale produce fusti aerei, mentre le gemme laterali
producono nuovi segmenti sotterranei.
Questo tipo di rizoma ha una struttura molto ramificata e compatta
e produce fusti aerei molto vicini tra loro, per cui la pianta nel suo
insieme assume un aspetto cespitoso. Le Bambusoidee dotate di
rizomi pachimorfi hanno radici maggiormente addensate rispetto a
quelle dotate di rizomi leptomorfi; per questo motivo che qualora
si richieda di impedire azioni erosive, in zone soggette a questo
fenomeno, vengono preferiti i tipi pachimorfi.

La parte parenchimatica del


culmo
rappresenta
il
substrato in cui trovano posto
tutte le altre strutture cellulari
finora descritte: essa conferisce
stabilit e flessibilit al culmo,
e grazie alle cavit radiali poste
verso le sue pareti, permette la
diffusione di liquidi al suo
interno.
Lamido
immagazzinato, che costituisce
Phyllostachys sp.
la riserva di energia per la
pianta, viene mobilitato durante
il periodo di ripresa vegetativa
con la produzione di germogli e rappresenta anche il maggior attrattivo per molte specie di coleotteri ed
alcune specie di funghi. Composti contenenti una sospensione di fibre di bamb vengono addizionati
alle amalgame di cemento per conferire al materiale maggiori propriet di stabilit.
Il fusto delle Bambusoidee suddiviso in nodi e internodi alternati tra loro. Ogni nodo separa
interamente le due cavit internodali che gli sono attigue con un diaframma di tessuto parenchimatico:
dagli anelli esterni in molti casi si dipartono i rami.
11

In alcune specie i nodi della met inferiore del culmo presentano radici avventizie, pi o meno
sviluppate, che formano una serie di corone circolari conficcate a diverse profondit nel suolo,
interpretabili anche come struttura di fondazione della canna in grado di resistere allo sradicamento. Le
cavit internodali hanno dimensioni variabili e la loro struttura composta da cellule parenchimatiche e
fasci vascolari costituiti da vasi, fibre a parete spessa e tubi a setaccio. La resistenza meccanica quasi
interamente dovuta alle fibre.
Durante il suo arco vitale il culmo del bamb subisce un processo di maturazione che diviene completo
intorno ai 3-4 anni, mentre il processo di invecchiamento interessa culmi di et superiore ai 10 anni.
Questi aspetti determinano delle modificazioni di alcune strutture, e questo un fattore importante da
considerare ai fini del suo utilizzo commerciale: sia le fibre che il parenchima presentano un
ispessimento delle pareti cellulari dovuto ad una progressiva deposizione di lamelle addizionali che
determinano una maggiore lignificazione dei tessuti e di conseguenza un aumento della loro densit e
resistenza.
Nella produzione di oggetti artigianali e nei processi
produttivi che utilizzano la pasta di bamb, viene
maggiormente impiegato materiale proveniente da culmi
giovani, che hanno un minore contenuto in lignina.
Le propriet tecniche dei culmi pi vecchi rimangono
inalterate, ci che cambia lefficienza funzionale nel
trasporto di acqua e nutrienti, che spesso viene ridotta da
occlusioni e riduzioni nella funzionalit dei vasi: questi
fattori possono indurre la pianta alla morte. Un altro tipo di
processo che determina la morte delle piante di bamb la
loro fioritura: esso, pur non essendo ancora ben conosciuto,
potrebbe determinare un cambiamento di tipo bio-chimico
nel complesso lignino-cellulosico dei tessuti, causando una
fragilit del culmo che arriva a piegarsi fino a spezzarsi.
Figura 8 - Dettaglio della sezione della parete
del culmo, che mostra il pattern dei vasi e dei
fasci vascolari

1.3 Fioritura del bamb


A cicli di 20, 30 o 50 anni (a seconda della specie) i bamb disperdono i propri semi e muoiono,
insieme e di colpo, per risorgere soltanto due, tre, cinque anni dopo.
Forse all'origine del fenomeno c' un comune orologio genetico, ma i geni che lo regolano ancora non
si conoscono; al contrario si conoscono bene le negative conseguenze: orde di ratti richiamati dai semi
di cui vanno ghiotti invadono le foreste e in quella breve stagione di abbondanza si riproducono
velocemente e i piccoli nati da quell'esplosione demografica si ritrovano senza cibo e si disperdono in
altre aree, divorando tutto ci che trovano sul proprio cammino, infettando acque, persone e animali.
I danni provocati dai monsoni non sono pi frenati dallazione frangivento dei bamb, le cui radici non
trattengono pi il terreno, che frana a valle in alluvioni mostruose.
I bamb morti cadono, si seccano, dopo i monsoni marciscono e diventano inutilizzabili. In questi casi
tutto ci che il bamb produce da un punto di vista economico, sociale e alimentare, viene perduto
negli anni della post-fioritura.
In Cina le popolazioni rurali, a causa di una diffusa fioritura dei bamb, hanno patito gravi disagi e
sciagure tra il '74 e il '76; di ci hanno pagato le conseguenze anche i panda giganti, che in quegli anni,
12

stando a una ricerca americana, nella sola provincia del Sichuan sono morti d'inedia; il numero sarebbe
138, quasi tutti piccoli o in et riproduttiva.
I Panda giganti, fino ai primi del Novecento, sarebbero migrati verso la Birmania o il Vietnam, mentre
oggi sono intrappolati: del loro territorio e vivono su poche cime di montagna impervia, isole in mezzo
a terreni agricoli e citt.
In Madagascar, alla prossima fioritura del bamb, i lemuri
dei bamb (Hapalemur simus, H. griseus ), patiranno gravi
conseguenze, restando poche centinaia.
Le conseguenze della fioritura di bamb generano purtroppo
disagi e catastrofi non solo sugli animali ma anche sulle
popolazioni locali, come gli abitanti di alcune regioni nel
nord-est dell'India: Tripura, Manipur, Meghalaya, e parte
dell'Assam.
noto che soprattutto i Mizo, l'etnia prevalente del Mizoram
ed in maggioranza cristiana (infatti le testimonianze furono
rese note proprio dai missionari inglesi), vissero a pi riprese
enormi disagi e sofferenze durante i periodi di fioritura dei
bamb sulle colline dei Mizo: nel 1961, i 18 milioni di ettari
che ora producono 38 milioni di tonnellate di bamb, quasi il
40% della produzione dell'intera India, furono bruciati dalla
siccit.
La mancanza dacqua perdur per quattro anni interessando
anche aree al di l dei confini dello Stato, con temperature
che furono pi elevate del solito, probabilmente a causa del
Figura 9 - Fiore di bamb
riverbero del terreno spoglio. A seguito di quelle condizioni
ci fu un disastro umanitario nellarea e anche disordini civili con guerriglie e migliaia di morti.
I governi locali, in collaborazione con organismi internazionali di ricerca, come l'International Network
for Bamboo and Rattan (INBAR) e l'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo (Undo),
stanno cercando di individuare delle strategie di intervento che permettano di fronteggiare le gravi
conseguenze delle fioriture di massa dei bamb, salvando sia i terreni coltivati che la produzione di
bamb.

Figura 10 Fiore di bamb foto di Rob Hans

13

1.4 Diffusione delle foreste di bamb nel mondo


Il bamb, come accennato in precedenza, presente nelle regioni tropicali, subtropicali e temperate di
tutti i continenti, eccetto lEuropa e lAsia occidentale, e cresce sia nelle pianure al livello del mare che
oltre i 4000 m di altitudine. La
maggior parte dei generi di
bamb non sono ancora ben
conosciuti, ma alcune ipotesi
riguardanti la loro origine ne
individuano i principali centri di
biodiversit nellAmerica
tropicale, nel Madagascar, nelle
regioni meridionali della Cina e
quelle settentrionali del Burma,
in Thailandia e in Vietnam.

Figura 11 Cartina di diffusione del bamb nel mondo (puntini in rosso)

14

Tabella 1 Estensione delle foreste di bamb registrate nel corso del tempo da diversi inventari
(Lobovikov et al., 2007)

La distribuzione geografica di questa pianta strettamente legata alle attivit umane: infatti la riduzione
di aree forestali per costruire nuove strade e per il taglio del legname hanno favorito la crescita
spontanea di bamb autoctoni, che hanno formato delle foreste con specie miste o con una sola specie.

15

Figura 12 Distribuzione potenziale delle specie di bamb nelle aree dellAfrica, del Madagascar e dellAmerica.
Lelaborazione, eseguita sulla distribuzione di 379 specie, mostra lelevata diversit di generi in Brasile (da:
Bystriakova et al., 2004).

Figura 13 Mappa a scala regionale con la distribuzione potenziale delle specie bamb, sulla base di
unelaborazione eseguita sulla distribuzione di 998 specie (da: Bystriakova et al., 2003.)

16

1.5 Le foreste di bamb in Asia


La Cina lo Stato asiatico con la pi elevata presenza di bamb sul suo territorio: le foreste di bamb
hanno unestensione che viene stimata da 44 000 a 70 000 km2 (Feng Lu 2001), e le specie
maggiormente diffuse sono le Phyllostachys spp e le Dendrocalamus spp.
La loro biomassa stimata in oltre 96 milioni di tonnellate e la produzione annuale di pali di bamb
ammonta a circa 6-7 milioni di tonnellate (un terzo della produzione mondiale, FAO 2001).
Oltre alla Cina, che ha il pi elevato numero di specie di bamb con 626 specie, al secondo posto c
lIndia con 102 specie, ed il Giappone con 84 specie. Le specie di in Asia variano notevolmente nella
loro distribuzione: esse spaziano da quelle ampiamente diffuse, come la Cephalostachyum pergracile,
che allinterno del suo range di distribuzione presenta quasi 1,5 milioni di km2 di foresta, sino a specie
che sembrano apparentemente confinate a residui di foreste naturali (come la Dinochloa dielsiana con
appena 4 600 km2). Per alcune specie (come la Dendrocalamus giganteus) le riserve di bamb,
coltivate allinterno di zone tutelate, hanno reso possibile un aumento della loro estensione, favorendo
lampliamento della loro distribuzione.
Nella tabella sottostante viene indicata la distribuzione dei principali generi di bamb dellAsia sudorientale:
Tabella 2 Elenco dei generi di bamb e loro distribuzione nei diversi stati dellAsia. Dati da
Dransfield et al., 1995.
Genere

Bambusa
Cephalostachyum

Numero di
specie

Distribuzione

37 (circa)

Tropical and subtropical Asia, especially in monsoon and wet tropics; mostly cultivated

11

From north eastern Himalayas to Thailand and Mindoro; mountain to lowland forest

Dendrocalamus

29 (circa)

From Indian subcontinent throughout South-East Asia; dry and humid tropics

Dinochloa

20 (circa)

Malesia; hill and lowland dipterocarp forest

Gigantochloa

24 (circa)

South-East Asia, wild or cultivated; humid tropics

Holttumochloa

Peninsular Malaysia; hill forest

Kinabaluchloa

Malaysia; mountain forest

Maclurochloa

Peninsular Malaysia; mountain forest

Melocalamus

Bangladesh, India, Burma (Myanmar), Thailand, Southern China; lowland

Nastus

15 (circa)

Indonesia, Papua New Guinea (also in Mascarene and Madagascar), mountain forest

Neohouzeaua

Bangladesh to Thailand, wild or cultivated in lowlands

Pseudostachyum

Burma (Myanmar) and India

Racemobambos

16 (circa)

Malesia; mostly mountain forest

Schizostacyum

30 (circa)

South East Asia, wild or cultivated mostly in lowlands

Soetjatmia

Peninsular Malaysia, wild in lowland and hill forest

Sphaerobambos

Malesia, lowland forest

Thyrsostachys

Thailand to Vietnam, dry lowlands

Vietnamosasa

Thailand to Vietnam; dry grassland, lowland to hill forest

Taiwan to Sabah (Malaysia); mountain forest

Yushania

17

1.6 Le foreste di bamb in Africa


Il continente africano, con i suoi cinque generi di bamb, fra tutti i continenti presenta la pi bassa
diversit di specie. Il maggior numero di specie presente in Tanzania, e in modo decrescente in
Malawi, Uganda e Zambia. NellAfrica occidentale
presente soltanto la Oxytenanthera abyssinica.
La ragione di tale esigua diversit di specie in Africa,
rispetto alle altre regioni del mondo, pu essere ricondotta
alle variazioni climatiche avvenute in passato nel
continente: in origine i bamb si sono sviluppati nelle
foreste umide della Pangea, ed probabile che a seguito
della deriva dei continenti i generi dislocati nel continente
africano non abbiano beneficiato di condizioni climatiche
e vegetazionali utili ad una loro ulteriore espansione verso
habitat differenti, contrariamente a quanto invece
avvenuto per i generi presenti negli altri continenti.
Per ci che riguarda la distribuzione dei bamb in
Madagascar necessario un discorso a parte: esso
possiede 33 specie di bamb legnosi, tutte endemiche
tranne la Bambusa vulgaris, che una specie a larga
distribuzione e probabilmente introdotta dalluomo,
considerata la sua presenza in aree molto antropizzate. La
presenza di un cos alto numero di endemismi rispecchia
il lungo isolamento dellisola dalle alle altre terre emerse
e la maggior parte dei bamb endemici trova un ambiente
favorevole nelle pendici orientali che presentano ancora
zone residuali di foreste pluviali.
Lestensione totale di bamb nei cinque stati africani
Figura 14 - Mappa a scala regionale con la
distribuzione potenziale delle specie bamb,
summenzionati raggiunge i 2,7 milioni di ettari, ossia il
sulla base di unelaborazione eseguita sulla
4,1% della loro area forestale totale.
distribuzione di 33 specie, tutte endemiche del
Madagascar (da: Bystriakova et al., 2004.)

Figura 15 le foreste di bamboo del Madagasca occidentale


costituiscono lhabitat della pi rara tartaruga del mondo, il
Geochelone niphora

18

1.7 Le foreste di bamb in America


Le Americhe hanno una maggior ricchezza di specie di bamb sia rispetto allAfrica continentale che al
Madagascar, ma presentano una minore diversit di specie rispetto allarea Pacifico-Asiatica. Nel
continente americano sono presenti 20 generi esclusivi di questo continente e la maggiore diversit di
specie si trova in Sud America, specificamente nel versante
atlantico del Brasile. Questa caratteristica, che ha valore
indicativo, considerata la mancanza di dati estesi, suggerisce
che la zona costiera atlantica ha favorito levoluzione e
ladattamento delle foreste di bamb durante lultima
glaciazione (Judziewicz et al. 1999).
Sulla diffusione dei bamb in America Latina non sono
disponibili grandi quantit di dati affidabili, e quelli forniti dagli
esperti parlano di unarea di circa 11 milioni di ettari (Londoo,
2001): ma si riferiscono principalmente ad informazioni
disponibili solo per gli stati del Brasile, della Colombia e
dellEcuador, dove effettivamente lutilizzo ed il valore
economico del bamb rappresentano un fattore rilevante nella
piccola economia locale, e dove vengono principalmente
coltivate le seguenti specie endemiche Guadua angustifolia, G.
amplexifoli , a fianco di altre specie introdotte, come Bambusa
vulgaris e B. tuldoides.
Figura 16 - Guadua angustifolia
Uno studio condotto in Messico rivela che le specie presenti
sono circa 39, di cui alcune endemiche nellarea che si affaccia sullOceano Pacifico, con una
distribuzione prevalentemente tropicale.
1.8 Funzione ecosistemica delle foreste di bamb: il caso del Sud-Est asiatico
I bamb svolgono unimportante funzione nella salvaguardia della biodiversit e contribuiscono alla
tutela del suolo e delle risorse idriche: essi inoltre danno ospitalit a numerose specie animali che si
sono adattate in maniera peculiare agli ecosistemi costituiti dalle sue foreste e ricoprono per questa
ragione un ruolo fondamentale nella loro conservazione.

Figura 17 Rizomi di bamb con le loro numerose ramificazioni

19

I bamb, con il loro esteso apparato di rizomi, svolgono una funzione importante per il compattamento
degli strati superficiali del suolo: nelle zone di pendio e lungo le rive dei fiumi, dove si colloca il loro
habitat, rendono maggiore la resistenza del suolo a frane e smottamenti: considerando che le foreste di
bamb si sviluppano in zone ad elevata altitudine, tale rilevante caratteristica si rivela molto preziosa
nelle zone a rischio sismico.
Preservare la presenza delle foreste di bamb significa proteggere tutte le specie che vivono allinterno
di tali ecosistemi: i bamb svolgono una funzione di protezione ad ombrello che funziona con un
effetto a catena su molti componenti dellecosistema. Nel Sud-Est asiatico, fra gli esempi meglio
conosciuti e pi famosi non si pu non menzionare il Panda gigante (Ailuropoda melanoleuca), la cui
sopravvivenza strettamente legata alla conservazione delle foreste di bamb, di cui la sua dieta
composta per quasi il 99%.
A fianco a tale esempio interessante il caso di un piccolo pipistrello, (Tylonycteris pachypus) che
trova ricovero allinterno dei nodi della specie di bamb Gigantochloa scortechiniii, dove penetra
allinterno dei fusti grazie ai fori scavati da alcune specie di coleotteri che ne mangiano il culmo.
Il pipistrello del bamb (Tylonycteris
pachypus)
I cosiddetti pipistrelli del bamb hanno
dimensioni ridottissime e sono i pipistrelli
pi piccoli sinora conosciuti: la loro
lunghezza non supera i 6 cm e il loro
peso si aggira dai 2,5 ai 6 grammi.
Essi sono cos chiamati poich
trascorrono le ore diurne allinterno delle
cavit dei culmi dei bamb, dove
accedono per mezzo di fori di poco pi di
4
mm,
scavati
dai
coleotteri,
comprimendo il loro corpo ed il loro
cranio che nel corso della loro
evoluzione divenuto estremamente
elastico.

Figura 18 Il pipistrello del bamb (Tylonycteris pachypus)

Questi pipistrelli vivono nelle foreste di


bamb delle basse pianure agricole e
sono insettivori: si cibano principalmente
di termiti, ed altri Imenotteri, nonch di
varie specie di Ditteri, Coleotteri ed
Emitteri.
I pipistrelli del bamb svolgono un utile
ruolo nel contenimento delle specie
insettivore dannose nelle piantagioni
agricole.

In Kenia, fra le specie che legano la loro sopravvivenza alle


foreste di bamb vi sono il Tragelaphus euryceros isaaci,
unantilope africana che durante la stagione secca trova
rifugio nelle foreste di bamb di Yushania alpina. Allo
stesso modo anche il Gorilla beringei beringei deve la sua sopravvivenza alle foreste di bamb, che da
giugno a novembre provvedono, con i germogli della pianta, a soddisfare il 90 % della dieta giornaliera
di un individuo (WWF 2003).

20

1.9 Sostenibilit ambientale e bamb


Il bamb cresce in modo molto rapido e raggiunge velocemente la maturazione, permettendone la
raccolta gi entro 3-4 anni. Non ha bisogno di essere ripiantato dopo il raccolto, perch avendo
unampia rete di radici produce continuamente germogli nuovi, ed inoltre favorisce lassorbimento e la
fissazione di sostanze inquinanti presenti nellatmosfera. Inoltre, aspetto principale, non necessita di
pesticidi e fertilizzanti o di petrolio per alimentare macchinari che ne favoriscano la crescita.
Lutilizzo del bamb in numerose applicazioni
Bioremediation: la fitodepurazione
permette la sostituzione di materiali plastici derivati dal
dal bamb
petrolio e quindi sottoposti a numerosi processi di
Il bamb una pianta che ama molto
produzione richiedenti lutilizzo di sostanze chimiche,
lacqua e sviluppa un sistema radicale
3
il cui life cycle assessment (LCA) si configura in modo
molto esteso.
non compatibile con la salvaguardia ambientale e che
Lapparato di rizomi si dirama nel
sottosuolo ed capace di assorbire,
risultano, una volta abbandonati, non biodegradabili.
oltre ai nutrienti, anche sostanze
Purtroppo per, al di l del crescente entusiasmo nutrito
azotate, composti del fosforo e metalli
nei confronti del bamb quale materiale sostenibile da
pesanti, imprigionandoli allinterno del
un punto di vista ambientale e completamente
suo sistema radicale o dellapparato
sostituibile, nella sua versatilit, ai numerosi impieghi
fogliare.
Il Professor Chin Ong del World
dei prodotti di derivazione plastica, la valutazione
Agroforestry
Centre
(ICRAF),
finale ed effettiva su di esso deve necessariamente
dellEastern Africa Regional Programme,
contemplare limpatto ambientale connesso sia alla sua
in Kenia, sta sperimentando queste
lavorazione, che spesso utilizza tecniche non sostenibili
importanti caratteristiche del bamb
per lambiente e con la salute dei lavoratori e dei
lungo le rive dei fiumi, verificando in che
modo e con quale grado di efficacia le
consumatori finali, e considerando anche limpatto
specie di bamb locali (africane) o
dovuto al suo trasporto che molto spesso proviene da
asiatiche siano in grado di espletare la
luoghi molto lontani rispetto a quelli di destinazione.
funzione
di
filtraggio
di
acque
Malgrado un ettaro di piantagione di bamb maturo
contaminate, specialmente in quelle
assorba circa 62 tonnellate di CO2/anno (J. A. Janssen,
aree densamente popolate dove il
sovraffollamento non garantisce le
2000) e un ettaro di
adeguate condizioni igieniche per
piantagione
di
laccesso alle risorse idriche.
giovani piantine di
bamb assorbano
15 tonn/anno, il bamb pone un grave problema ecologico nella
corsa ad una sua coltivazione estensiva.
Infatti, proprio a causa di questo suo vasto utilizzo in numerosi
campi (dalle fibre in ambito industriale a quelle in ambito tessile,
dal suo impiego nellalimentazione alle sue applicazioni
bioenergetiche), nelle aree di coltivazione si verificata una sua
estensiva diffusione a scapito delle foreste naturali, degli arbusti e
delle piantagioni miste.
Soprattutto nelle aree di maggiore povert, molto frequente che le
popolazioni locali, pur di ricavarne un reddito, abbattano alberi e
arre di foreste esistenti per sostituirli con il bamb. Poich il bamb
Figura 19 Progetto di biofiltrazione nel
Porto di Oakland
si espande in maniera invasiva, il suo comportamento determina
3

LLCA linsieme di interazioni che un prodotto o un servizio ha con l'ambiente, considerando il suo intero ciclo di vita che include i punti
di pre-produzione (quindi anche estrazione e produzione dei materiali), produzione, distribuzione, uso (quindi anche riuso e manutenzione), il
riciclaggio e la dismissione finale. La LCA riconosciuta a livello internazionale attraverso alcune norme ISO (International Organization for
Standardization).

21

una riduzione delle foreste naturali soprattutto in quelle zone a ridosso delle sue piantagioni.
Malgrado le piantagioni di bamb posseggano le caratteristiche necessarie ad una loro gestione
sostenibile, importante che questo prezioso materiale venga gestito e mantenuto secondo criteri
ambientali sostenibili e rispettosi dellambiente, e che non venga ceduto il posto ad una gestione che
privilegi esclusivamente laspetto produttivo ed economico.
Questo discorso vale anche ai fini della stessa conservazione del bamb: una gestione intelligente
dovrebbe garantire la conservazione genetica della sua diversit di specie, favorendo le foreste gi
esistenti e tutelando le specie a minore diffusione. Sarebbe importante stabilire criteri adeguati per la
certificazione del bamb affinch il suo commercio possa seguire strade virtuose che ne garantiscano
realmente le caratteristiche di materiale eleggibile ai fini della sostenibilit ambientale.
Per realizzare ci necessario che la sua tracciabilit venga sostenuta e seguita da organismi
competenti e sovranazionali, attraverso una rete di controllo che possa assicurare ai produttori locali
condizioni eque e sicure e soprattutto rispettose della salvaguardia del territorio, e ai consumatori finali,
spesso dislocati molto lontano rispetto alle aree di produzione, la qualit di una merce frutto di iter
produttivi che corrispondano a dei criteri eticamente e commercialmente corretti.
1.10 Gli usi del bamb: dalla radice alla chioma

Figura 20 Principali utilizzi commerciali delle diverse parti di bamb (fonte: Environmental Bamboo
Foundation)

22

Ogni parte del bamb ha una funzione ed un impiego nella vita umana, oltre che un valore a livello
commerciale (fig. 16):
I germogli di bamb vengono utilizzati per scopi alimentari e sono disponibili nei supermarket
in svariate forme:

come condimento (germogli di bamb in salamoia) oppure saltati in padella
come piatto tipico asiatico;

come vino dolce ottenuto dalla fermentazione della linfa dei giovani rami.
Il culmo del bamb fornisce legno molto resistente, soprattutto se stagionato. I suoi impieghi
sono molteplici: da materiale per la costruzione di case, recinti, ponti, impalcature e mobili, alle
pentole, ai giocattoli, strumenti musicali. Esso viene anche ampiamente impiegato per la
produzione di parquet. Per gli scopi descritti, per necessario che il legno venga
adeguatamente trattato contro linfestazione di muffe e parassiti.
Le fibre di bamb vengono utilizzate sin dai tempi antichi per la produzione della carta, fra cui
viene prodotta in quantit limitata un tipo di carta di qualit superiore.
Il legno viene usato inoltre per produrre aghi da cucito e le fibre vengono impiegate
nellindustria del filato.
Nellambito della medicina popolare cinese, il bamb ha vaste applicazioni, che vengono
riportate nello schema sottostante, con la corrispondente terminologia cinese:
Nome cinese (corsivo) ed
inglese

Parti della pianta utilizzate

Propriet

Zhuru;
(scaglie di bamb; bamb)

Vengono utilizzate le parti al di sotto della


parte esterna del culmo, che viene
grattata via. Hanno un colore biancoverdastro.

dolce, leggermente fresco, guarisce


la febbre e gli stati flemmatici, indicato
per la febbre alta, le convulsioni, il
sanguinamento e il vomito.

La linfa di bamb secca viene secreta


dalle giunture e dalle lesioni presenti sul
culmo (causate da vespe parassite). Ha
un aspetto giallognolo.

dolce e fresco, viene usato per la


febbre, gli stati flemmatici, le
convulsioni, la perdita di coscienza e
specialmente nel caso di febbre infantile
ed epilessia.

Tianzhuhuang;
Linfa di bamb

Zhuli; linfa liquida di bamb

La linfa viene raccolta dai culmi di bamb


con la superficie appena grattata via (con
lo stesso procedimento per fare lo zhuru)
e riscaldata al fine di far colare la linfa
dalle estremit dei pezzi tagliati. La linfa
ha colore giallo.

dolce e fresco, viene usato per la


febbre, gli stati flemmatici, la tosse le
convulsioni, la perdita di coscienza.

Danzhuye; foglie di bamb

Sono le foglie e i rami essiccati di una


piccola pianta di bamb, la Lophatherum
gracile.

dolce e fresco, viene usato per la


febbre, gli stati flemmatici, irritabili, in
caso di ritenzione idrica e di ematuria.

Kuzhuye; foglie amare di


bamb

Sono le foglie secche di Pleioblastus


amarus, un bamb molto alto del Sud
della Cina.

Leggermente amaro, pungente, usato


per la febbre, gli stati di irritabilit, e le
affezioni polmonari.

23

1.11 La sostenibilit economica del bamb per le economie locali


La sostenibilit del bamb non si ferma solo ad una valutazione ambientale, questa materia prima ha
anche ampie ricadute sociali in tutto il mondo: circa 2,5 miliardi di persone dipendono
economicamente da esso (INBAR, 1999), ed il giro daffari a livello internazionale intorno al bamb
di circa 2,5 milioni di dollari (INBAR, 2005).
Sfortunatamente per, le numerose attivit economiche e commerciali ruotanti intorno al bamb sono
sconosciute in quanto estranee alle statistiche ufficiali, infatti esse sono legate a dimensioni territoriali
molto piccole e rappresentano realt molto diversificate, difficili da ricondurre e registrare nelle
raccolte dati ufficiali (FAO, 2001).
Esso infatti rappresenta gi, o pu diventarlo, una fonte di reddito per moltissime popolazioni che
vivono in aree in via di sviluppo o in aree povere: seguendo una corretta gestione delle piantagioni,
sarebbe possibile massimizzare la produzione necessaria per il fabbisogno locale e alimentare quindi in
maniera continua il mercato.
Da un punto di vista economico stato studiato limpatto del commercio del bamb e dei suoi prodotti
sulle economie locali e sono state evidenziate le seguenti conclusioni:
Nelle piccole economie locali, dove il bamb un prodotto commerciale poco attraente, il
maggiore beneficiario della catena economica il piccolo mercante/artigiano che massimizza i
guadagni con un minimo sforzo;
In un mercato in rapida espansione, dove il bamb copre un ruolo chiave nelle entrate
economiche dei contadini, i mercanti pi ricchi sono quelli pi avvantaggiati, in quanto il
bamb risulta pi attraente di altri prodotti, ed essi hanno lopportunit di capitalizzare meglio
le risorse, reinvestendo in modo fruttuoso i guadagni;
In un mercato del bamb stabile o in via di
stabilizzazione,
che
offre
ampie
opportunit
commerciali sul mercato locale, i piccoli-medi
imprenditori e quelli di medie dimensioni rappresentano
il target che riceve i pi elevati benefici dal commercio
del bamb.
Rimandando una trattazione pi dettagliata degli aspetti
economici del bamb nei successivi capitoli, interessante
citare alcuni esempi che descrivono le ricadute socioeconomiche del mercato del bamb sulle popolazioni locali
e linfluenza del suo impiego nella vita quotidiana
sullambiente.
Uno studio condotto in Indonesia afferma che dalla
lavorazione del bamb un artigiano pu ricavare
giornalmente una somma di guadagno notevolmente diversa
a seconda della tipologia di prodotto ed in base alla capacit Figura 21 setaccio indonesiano
ed ai tempi di realizzazione artigianale: da circa 5000 Rp al in bamb del tipo nyiru
giorno per la vendita di setacci (nyiru) fino a circa 400 Rp
per utensili da cucina quali laseupan.
La remunerazione aumenta al diminuire del costo della materia prima, ossia il culmo di bamb, ed
in media ogni artigiano riesce a lavorare 1 culmo al giorno.
In Indonesia la maggior parte dei coltivatori del bamb ha piantagioni inferiori ad 1 ettaro: secondo
Reilingh (Reilingh, 1921) nelle piantagioni di bamb tropicali un ettaro fornirebbe giornalmente
24

allincirca 6 culmi: da ci deriva che i piccoli artigiani del bamb devono necessariamente
approvvigionarsi della materia prima lontano dal loro luogo di lavoro (il territorio di ogni villaggio
non disporrebbe dellestensione necessaria alla coltivazione del bamb necessaria a tutti gli
artigiani!) e ci determina un traffico di culmi che in alcune zone dellIndonesia, come ad esempio
il Ciliwung River, si attesta intorno ai 3000-4000 culmi al giorno.
Ovviamente questo aspetto un elemento di grande importanza sulla valutazione della sostenibilit
ambientale del bamb e sullimpatto che queste piccole imprese industriali generano sui traffici
interni e non solo.
La trattazione di questi aspetti porta ad una duplice conclusione: da una parte indurre la piccola
economia locale, quasi sempre rappresentata da artigiani/contadini, ad assecondare le richieste del
mercato, puntando alla produzione e vendita degli articoli maggiormente remunerativi, in modo da
avviare un tipo di piccola-media industria capace di crescere e ampliare gli orizzonti produttivi;
dallaltra studiare le modalit per massimizzare la produzione locale attraverso una corretta ed
intelligente gestione forestale (creando una filiera corta del bamb) e privilegiando la produzione
in loco rispetto alle aree di trasformazione.
1.12 Dagli acquedotti romani agli acquedotti in bamb
Lapprovvigionamento idrico un elemento chiave dello sviluppo di una popolazione e la sua
gestione pu determinare impatti politici di grande rilievo, capaci di segnare conseguenze
incontrollabili negli equilibri e nello sviluppo di un Paese.
Luso delle canne di bamb per la costruzione
di reti deputate al trasporto di acqua antico,
ma le tecniche per la preparazione e
lassemblaggio delle singole canne sono state
soltanto di recente migliorate e applicate nella
costruzione di acquedotti e reti irrigue. Il
vantaggio di costruire un acquedotto in canne
di bamb non risiede soltanto nella
economicit del materiale, che deve comunque
essere sottoposto a trattamenti adeguati per
poter assicurare una durata medio-lunga
Figura 22 Sistema irriguo agricolo nel Nord dellIndia
dellimpianto, ma soprattutto nellabbattimento
di tutti quei costi legati allimportazione e al trasporto delle tubazioni e degli elementi necessari alla
costruzione delle reti.
La costruzione di reti idriche, deputate allirrigazione agricola o allapprovvigionamento di acqua
potabile per la popolazione, diffusa in quasi tutto il mondo, principalmente nelle regioni asiatiche,
dove ampiamente usato per lirrigazione delle aree rurali.
Anche in Africa sono state realizzate delle reti idriche in bamb: in Tanzania, gi alla met degli
anni 70, sono state costruite, nelle zone rurali del paese, delle reti idropotabili capaci di
approvvigionare circa 150.000 persone. Mentre per la costruzione di reti irrigue a fini agricoli la
rete viene costruita fuori dal terreno, passando su appositi supporti di legno incrociato, e la
preparazione delle canne di bamb molto pi semplice e veloce (vedi box BAMB PER RETI
IRRIGUE), i trattamenti da eseguire per garantire gli standard igienici necessari allacqua potabile
sono leggermente pi complessi, anche e soprattutto in considerazione del fatto che necessario
25

interrare la rete idrica al fine di preservarla da incidenti e contaminazioni che ne


comprometterebbero il funzionamento.
BAMB PER RETI IRRIGUE
Il bamb pu essere utilizzato come ottimo materiale a basso costo per la realizzazione di reti
irrigue: necessario procurarsi delle canne diritte e tagliate da poco, con un diametro di almeno
7 cm nellestremit pi piccola.
Rimozione dei nodi
necessario procurarsi uno strumento adatto a rimuovere i nodi allinterno del bamb e le
piccole sporgenze. Usando diversi tubi di ferro lunghi almeno 3 metri e con differenti diametri,
necessario inserirli allinterno del bamb, aumentando di volta in volta il diametro del tubo di
ferro inserito, in modo da eliminare i nodi interni, anche aiutandosi con un martello. Una volta
rimossi i nodi, importante eliminare la linfa allinterno del bamb e il suo amido: per fare ci la
canna deve essere immersa in acqua corrente per quattro settimane

Trattamento per la conservazione dei tubi in bamb


I tubi di bamb possono conservarsi fino a circa cinque anni se non vengono attaccati dalle
termiti o dai funghi. Se sottoposti a trattamenti con acido borico, borax ed acqua, possono anche
prolungare la loro durata ed consigliabile, periodicamente, far scorrere al loro interno, composti
clorati per favorirne la conservazione.
importante evitare accuratamente che i pali siano in contatto con il suolo, e a tal fine
necessario porli su dei supporti che dovranno essere dipinti con olio da motore o catrame per
favorirne lisolamento dallumidit. Questo sistema permette di trasportare lacqua da un pozzo o
da una risorsa dacqua anche per distanze notevoli.
Supporting pipes

Nel progetto realizzato in Tanzania, le specie di bamb usate per costruire le reti idropotabili sono
state la Arundinaria alpina e la Bambusa vulgaris, diffuse nelle foreste locali e quindi facilmente
reperibili. Il trattamento dei tubi di bamb per il trasporto di acqua potabile, prevede innanzitutto la
rimozione dellamido attraverso limmersione delle canne in acqua corrente per 8 settimane.
Successivamente necessario che lacqua che scorre allinterno dei tubi sia purificata e per fare ci
necessaria la presenza di un filtro che sia capace di rimuovere il 100% di batteri e funghi presenti
nellacqua non filtrata. Collegando il sistema ad un serbatoio, possibile saturare costantemente
linterno dei tubi in bamb con questacqua purificata: in questo modo si impedisce lingresso
26

dellaria, evitando fenomeni di degradazione del legno. anche importante far fluire, ad intervalli
regolari, composti clorati nei tubi, al fine di disinfettarne linterno. La parte esterna dei tubi deve
essere ricoperta di bitume, che respinge gli attacchi dei funghi, e di piretroidi, che agiscono come
battericida.
Il legno dei tubi deve essere impregnato con un fungicida (a base di rame ed ammoniaca) attraverso
metodi quali quello detto Boucherie4 che permette di fissare i preservanti nel culmo, che ha un
alto potere di ritenzione, senza pericolo di contaminare lacqua che vi scorre allinterno.
Oltre ad impregnare i tessuti del culmo, la miscela
di bitume e piretroidi spalmata sulla parte esterna
delle canne ha la funzione di tenere lontane le
termiti (qualora esse non ci fossero non sarebbe un
trattamento necessario). La parte interna dei tubi
pu essere spalmata di sostanze bituminose, oppure
pu essere rivestita con un film di polietilene. In
questo modo non vi contaminazione fra lacqua
corrente del tubo e le sostanze chimiche di cui sono
impregnati i tessuti.
Da un punto di vista igienico-sanitario una
conferma della qualit dellacqua trasportata dalle
tubature in bamb, che risultata conforme alle
disposizioni dellOrganizzazione Mondiale della
Sanit, stata data dallUniversit di Delft, Paesi
Bassi, e dalle Autorit Tanzanesi.
Luso del bamb per la costruzione di reti idriche
presenta sicuramente innegabili vantaggi economici,
in quanto comprende costi di manodopera
bassissimi ed estrema facilit nel reperimento della
Legenda
materia prima, che pu in taluni casi essere
a. Drum on tower; b. Tube, pressuree resistant
addirittura a costo zero. I costi di manutenzione, che
c. Valves; d. Pipe, steel or iron
comunque sarebbero sostenuti anche per una rete
e. Connecting tubes with metallic clamps;
f. Bamboos; g. Drip trough
idrica convenzionale sono anchessi bassissimi:
meno di 5 $ allanno, e le attivit di manutenzione
Figura 23 - Boucherie Method
possono essere affidate a persone della popolazione
locale, limitando il ricorso a professionalit specializzate.

Il Metodo Boucherie usa come principi di funzionamento la pressione e la naturale diffusione vascolare nei culmi di
bamb. Le sostanze chimiche normalmente usate sono lacido borico ed il Borax.

27

Storia del bamb

Figura 24 - Ripartizione del bamb nel mondo

2.1 Il bamb in Asia e in Occidente


Il bamb rappresenta un elemento importante della storia della
civilt umana: prima dellultima glaciazione esso era diffuso su
gran parte del pianeta e anche in Europa, da dove scomparve
circa
tre
L'Homo erectus e le prime zattere
milioni
di
anni
fa

stato
ipotizzato
che
l
Homo
erectus
(Leffond
nellavventurarsi in mare abbia potuto trarre
1996).
ispirazione non solo dal vedere gruppi di elefanti che
nuotavano, ma anche in seguito a tentavi di pesca con
Per le culture
piccole zattere.
asiatiche
in
particolare
Poich le piroghe e le canoe avevano necessit di
esso ha svolto
essere costruite con luso del fuoco, possibile che le
prime imbarcazioni siano state realizzate con tronchi
un
ruolo
legati insieme con corda di dure fibre vegetali.
chiave nello
sviluppo
e
Nei luoghi dove il bamb era abbondante molto
nellinnovazio Figura 25 antichi utensili in bamb
probabile che imbarcazioni costruite con questo
materiale siano state utilizzate anche per spostamenti
ne, si ipotizza che il suo uso in Cina risalga a pi di
su lunghe distanze.
6000 anni fa, ed i ritrovamenti dei primi utensili in
bamb sono databili a circa 3000 anni fa (Ding
1996).
Secondo Marden (1980), un antico dizionario cinese,
chiamato Erh Ya, fa riferimento al bamb,
chiamandolo tsao.
Risale al nono secolo la produzione della carta con il
bamb e tuttora esso ampiamente sfruttato a questo
scopo.
28

Alcuni studi relativi alle migrazioni avvenute in epoca preistorica dallAsia allAmerica attraverso il
Pacifico, ipotizzano che i viaggi siano partiti da Taiwan, dove era presente una specie di bamb, il
Dendrocalamus gigantis, capace di raggiungere i 20 metri di altezza con un diametro di 40 centimetri.
Utilizzando le canne di questa specie stato possibile costruire zattere per la navigazione costiera: le
imbarcazioni venivano create legando
in serie 7 o 8 tronchi, e potevano
essere costruite anche di dimensioni
molto maggiori ed attrezzate con
timoni verticali, infissi al centro.
Sembra che proprio grazie ai viaggi
compiuti con queste zattere fatte di
bamb, la patata dolce sia stata diffusa
in tutta la Polinesia e nel Sud-Est
asiatico.
Il golfo del Bengala, che il cuore del
territorio del bamb gigante, unarea
dove sono presenti la maggior parte
delle specie vegetali introdotte in
Europa nel corso della storia: l le
popolazioni residenti, grazie al bamb
e alla possibilit di costruire facilmente Figura 26 - Foresta di Guadua angustifolia
attrezzature per tutte le necessit,
progredirono molto rapidamente.
Il bamb si presta difatti ad essere tagliato molto pi facilmente di qualsiasi altro legname: con
segmenti di grandezza varia si costruiscono palizzate e capanne e contenitori.
Inoltre le canne, spesso dimezzate, venivano e vengono ancora utilizzate con la funzione di tubature
negli acquedotti dei villaggi della Thailandia, in Indocina e in Indonesia e senza dubbio la loro
presenza ha facilitato lirrigazione essenziale nellorticultura e nella cultura del riso. Il bamb tagliato
obliquamente fornisce armi micidiali: pugnali o spade o fasci di lance utilizzati nella caccia di grossi
animali catturati con trappole munite sul fondo di queste armi.
Il bamb pi sottile, essendo pi flessibile viene utilizzato per
la costruzione di archi e fornisce ovviamente le frecce. La
canna di diametro viene utilizzata da molte popolazioni
primitive come cerbottana.
Con le canne pi sottili si fanno cesti e stuoie. Quelle di varie
misure vengono utilizzate per far musica con strumenti come
il flauto semplice o la siringa. Inoltre il bamb un
combustibile perfetto: forse grazie a ci nelle sue aree di
diffusione si sviluppata la metallurgia del rame, gi nel 300
avanti Cristo. Risale alla Dinastia Jin intorno al 4-3 secolo
a.C., un libro sul bamb dove ne sono state descritte in
dettaglio numerose specie.
Figura 27 ideogramma cinese del bamb

La Cina considerata la patria del bamb poich sul suo territorio si annoverano pi di 400 specie,
ossia circa un terzo di tutte le specie di bamb conosciute nel mondo.
Le aree di maggiore produzione sono quelle della parte meridionale del fiume Changjiang (Yangtze),
delle province del Sichuan, An hui, Zhejiang, Fujian, Hunan, Guangdong, Jiangxi, e Jiangsu e della
Regione autonoma del Guangxi Zhuang.
29

I pi antichi ritrovamenti di prodotti in bamb in Cina sono stati scoperti fra i resti di un popolo
primitivo vissuto circa 7000 anni fa, situato nella attuale provincia di Zhejiang. Allinizio della Dinastia
Shang (16-11 secolo a.C.) i Cinesi utilizzavano il bamb per fabbricare numerosi articoli e
suppellettili come archi e frecce, ma venivano anche prodotte delle strisce in bamb utilizzate come
carta, che non era ancora stata inventata.
Il tessuto di bamb era molto pi utilizzato della seta, poich offriva caratteristiche di alta resistenza ed
economicit: in tutti i settori di uso quotidiano il bamb rivestiva un ruolo di preminenza, tanto da
indurre uno scrittore vissuto allepoca della Dinastia Song (X-XIII d.C.) ad affermare che i Cinesi non
avrebbero potuto vivere senza bamb. Basti pensare che il bamb era innanzitutto utilizzato come
legna da ardere e per fabbricare tegole, carta, zattere, cappelli, e scarpe.
Inoltre esso rappresentava e rappresenta tuttora un elemento base dell alimentazione: i suoi germogli,
ricchi di nutrienti e di gusto gradevole per la loro fragranza e dolcezza, rappresentavano un alimento
base della dieta.
Durante la Dinastia Han (202 a.C.- 220 d.C.) il bamb ha iniziato ad essere utilizzato per la produzione
della carta: tre tonnellate di bamb forniscono una tonnellata di pasta: gi circa 1600 anni fa la
popolazione cinese scriveva con i pennelli sulla carta prodotta da giovani piante di bamb.
Larte e lartigianato di oggetti in bamb intrecciato spaziano attraverso unampia variet di articoli:
giocattoli dalle forme di animali, lanterne, cestini, vasche, paraventi, tende. Larte di creare oggetti in
bamb intrecciato infatti sviluppata nelle regioni centro-orientali cinesi da pi di 2000 anni. Il bamb
stato ampiamente utilizzato nella medicina cinese: le foglie, il succo e le radici trovano impiego nella
cura di numerosi disturbi, fra cui la cura dellastenia.
La resistenza del suo legno e la solidit nel sostenere pesi elevati, due volte maggiore rispetto ad altri
tipi di legno, hanno reso il bamb un materiale adatto alla costruzione di case, impalcature, pilastri di
sostegno e capannoni.
Oltre che negli usi comuni e quotidiani, il bamb ampiamente utilizzato come pianta ornamentale in
parchi e giardini privati, grazie alla sua bellezza ed eleganza, che ha inoltre ispirato artisti e pittori nel
corso dei secoli.
Il primo riferimento della cultura occidentale al bamb viene riportato nellenciclopedia di Storia
Naturale (I sec. d. C.) di Plinio, secondo cui Alessandro Magno ne parla in una lettera ad Aristotele.
A partire dal XIII secolo la presenza del bamb si espande anche in Europa, alimentando un intenso
flusso commerciale dai paesi dellEstremo Oriente, rafforzandosi ulteriormente intorno al 1400 con
limportazione dalla Cina di oggettistica e di mobili darredamento dalle Indie Occidentali, nonch di
piante vive da coltivare nei giardini e nei parchi. Nel 1600 si deve ad uno scienziato olandese la
realizzazione della prima vera illustrazione sul bamb: il comandante Hendrik Adriaan van Rheede, di
stanza sulla costa del Malabar (India occidentale), impieg alcuni brahmini, con approfondite
conoscenze sulla vegetazione locale, per la compilazione dellopera Hortus Malabaricus, unopera in
12 volumi che usc in Olanda nella seconda met del 1600. Nelle tavole che riguardano il bamb, esso
viene indicato con il nome Illy, il nome usato dai locali, e nei disegni vengono riportati anche dei
rami in fioritura: il collaboratore di van Rheede, Jan Commelin, che si occup degli approfondimenti
sul bamb, descrisse che il ciclo di fioritura avviene ogni 60 anni e in seguito ad essa la pianta muore.
Nella famosa pubblicazione di Linneo, Species Plantarum del 1753, al bamb viene attribuito per la
prima volta il nome scientifico di Arundo bambos, secondo la nomenclatura botanica, nome attribuito a
pi taxa.
Linneo riprese il nome di Arundo bambos dal medico e botanico Caspar Bahuin, che nel suo libro
Pinax, pubblicato nel 1623, raccolse tutte le conoscenze e i dati relativi alle piante conosciute
allepoca, indicando con il nome Arundo arbor gli alberi-canna provenienti dallIndia e da cui si
ricavava il tabaxir, un succo dolce di cui aveva dato precedentemente notizie anche il medico e
scienziato arabo Avicenna, vissuto nel XI secolo d.C.
30

Nel 1815 il botanico Kunth defin i bamb come uno dei dieci gruppi di piante erbacee da lui
individuate sino a quel momento, e mise le basi per la classificazione dellattuale sottofamiglia dei
Bambusoideae.
La prima classificazione riguardante i bamb fu fatta da Nees von Esenbeck nel 1835, nel suo trattato
brasiliano sui bamb, in cui fu fatta la seguente suddivisione in tre gruppi: due gruppi considerati
arborei, i Bambusae e gli Arundinariae, ed un gruppo erbaceo, quello degli Streptochaeteae.
Nel 1961 Parodi (Parodi, 1961) formalizz la suddivisione della sottofamiglia Bambusoideae durante
uno studio di classificazione delle piante erbacee in Argentina: in tale studio egli inser i bamb arborei
nella trib dei Bambuseae, e quelli erbacei nelle trib degli Olyreae, Phareae e Streptocheteae.
In seguito al lavoro di Parodi, malgrado ci siano stati progressi nella scoperta di nuove specie e generi,
la classificazione dei bamb rimasta immutata ed stata anzi confermata, da studi morfologici ed
anatomici, la suddivisione da lui proposta.
2.2 Il bamb in Colombia
Il bamb del genere Guadua veniva impiegato per le costruzioni molto tempo prima dellarrivo degli
spagnoli (XVI secolo), e la parola Guadua, viene menzionata gi nel 1527 da Cieza de Len, cronista
dellepoca.
In Colombia le foreste di bamb conobbero grande diffusione nel XIX secolo: esse erano
principalmente diffuse nelle aree di produzione del caff, dove esso stato un elemento chiave per lo
sviluppo delle popolazioni locali che hanno sfruttato principalmente il legno della specie gigante
Guadua angustifolia e di altre due specie non ancora classificate scientificamente, che offrivano elevata
resistenza allaggressione da parte di insetti e funghi.
Il bamb ha fornito alle popolazioni locali un ottimo materiale resistente e versatile per la costruzione
dei villaggi e soprattutto un materiale economico facilmente modellabile per la dotazione di
attrezzature impiegate nelle attivit rurali agricole e dellallevamento.
Grazie al suo impiego, il bamb ha permesso una rapida crescita di insediamenti in vari distretti
colombiani, quali Antioquia, Caldas, Risaralda, Quindo e la North Valley.
Luso del bamb rappresenta tuttoggi in Colombia una valida alternativa a materiali da costruzione
tradizionali, e, sebbene ancora largamente utilizzati soprattutto dalle fasce pi povere della
popolazione, ormai da diverso tempo che proprio in Colombia stanno nascendo tendenze
architettoniche e stili nuovi che vedono questo materiale protagonista nel creare costruzioni innovative
e soprattutto economiche e a basso impatto ambientale.
2.3 Il bamb in Australia
La flora australiana si sviluppata in maniera isolata per 30 milioni di anni, e soltanto in epoche
geologicamente recenti il bamb si aggiunto ai gruppi vegetali gi esistenti, inserendosi a partire dai
confini settentrionali (White, 1986).
LAustralia ha sei specie di bamb native delle sue terre: tre sono delle specie di bamb erbacei
Leptaspis banskii R. Brown, Scrotochloa urceolata (Roxburgh) Judziewicz e Scrotochloa tararaensis
(Jansen) Judziewicz, distribuite nelle foreste umide di Capo York e nelle Isole Pacifiche, e tre
appartengono invece alle specie legnose: Bambusa forbesii e Bambusa moreheadiana distribuite nella
penisola orientale di Capo York, e Bambusa arnhemica nella parte occidentale della penisola.
Ci sono testimonianze, raccolte da James Edge-Partington e Charles Heape (1890), sulluso da parte
delle popolazioni primitive australiane e di alcune isole oceaniche, che confermano lutilizzo del
31

bamb nella produzione di numerosi oggetti e utensili di uso comune, quali pettini, strumenti musicali,
coltelli, archi, lance e strumenti musicali.
Un ruolo rilevante ha avuto il bamb nellambito della pesca: esso ha rappresentato un materiale di
grande utilit e versatilit nelle attivit e nelle tecniche di pesca praticate dalle popolazioni locali: ha
fornito lance e fiocine ed stato un materiale molto usato anche nella costruzione delle canoe e per
creare piccole pensiline su di esse per ripararne i passeggeri.
Molto diffuse fra gli isolani dello Stretto di Torres e gli aborigeni Nord-Australiani erano le pipe per
fumare il tabacco: queste pipe avevano dimensioni leggeremente variabili, ma con una lunghezza
compresa fra 1,7 m e 0,70 m, e un diametro fra i 10 e i 20 cm.
Altri usi di cui viene riportata menzione (Davidson, 1937), riguardano limpiego dei culmi di bamb
per contenere lacqua, a quanto pare diffusi anche in questo caso nellarea nord dellAustralia e dello
Stretto di Torres.
2.4 Il bamb in Indonesia
La distribuzione delle specie di bamb in Indonesia stata determinata in maniera preponderante da
fattori naturali, ma in qualche misura anche i gruppi etnici che nelle loro esigenze quotidiane fanno
largo uso del bamb e ne coltivano alcune specie hanno giocato un ruolo importante.
Gigantochloa apus, per esempio, la specie di bamb pi importante per i popoli giavanese e balinese,
e per tale motivo essi portano sempre con s delle piante durante gli spostamenti e le migrazioni.
Gigantochloa apus ampiamente diffusa nelle
regioni del Lampung, del West Kalimantan e nel
Sulawesi centrale, dove i giavanesi e balinesi si
sono reinsediati negli ultimi cento anni.
Questa specie, molto probabilmente, stata
introdotta in Indonesia molto tempo fa,
probabilmente quando il popolo indonesiano Sian
emigrato nel Paese, circa 3500 anni fa.
Sembra che questa specie di bamb sia stata
introdotta a Java e successivamente a Bali dagli
ind. Attualmente questa specie svolge anche un
ruolo importante a Bali, in quanto impiegato per
realizzare il panarak, una sorta di paniere
utilizzato in ogni cerimonia.
Il bamb pi utilizzato dai gruppi etnici non
giavanesi la Schizostachyum brachycladum, che
cresce allo stato selvatico.
Al di fuori dellisola di Java ampiamente
utilizzato per costruire contenitori di acqua, utensili
da cucina o nellallestimento delle abitazioni.
Figura 28 - Schizostachyum brachycladum

32

Questa specie ha 2 variet: quella a culmo giallo culmo e quella a culmo verde. La variet gialla
molto importante per i balinesi ngahen che la utilizzano durante le cerimonia di sepoltura. Questa
variet usata anche a scopi ornamentali, a Java, a Sumatra e nelle Molucche.
La variet a culmo verde molto pi diffusa, e probabilmente tale distribuzione correlata con la sua
utilizzazione da parte della popolazione, infatti, una volta tagliato il culmo e gettati via gli scarti, i pezzi
di culmo tagliato attecchiscono al terreno, creando dei piccoli boschetti di bamb.
A differenza della Cina o l'India, in Indonesia le foreste di bamb molto estese sono rare; in particolare
a Java, dove la densa sovrappopolazione dellisola relega la presenza delle foreste di bamb solo alle
riserve naturali, come ad esempio il Pangalengan, che conserva la specie endemica Nastus
elegantissimus, oppure la Riserva Naturale Meru Betiri, con la specie Gigantochloa manggong.
La Riserva Naturale Blambangan ha 4 specie, e quella di Gunung Baung presenta circa 8 o 9 specie
autoctone.

33

Il bamb come materiale da costruzione


Cos come in passato, il bamb ancora
diffusamente
utilizzato
per
la
costruzione di abitazioni e non solo:
esso infatti viene impiegato con
successo per costruire case, ponti,
mobili, laminati, pavimenti, materiali
compositi. Nelle regioni dellAsia e
dellAmerica latina, dove questo
materiale si trova in abbondanza, esso
rappresenta un materiale da costruzione
di primaria importanza.
Negli ultimi decenni importanti
architetti e ingegneri in tutto il mondo
hanno ridato valore al bamb come
materiale da costruzione ed in corso
una sua rivalutazione in seguito
allutilizzo diffuso di materiali moderni
quali calcestruzzo, acciaio e legno che
lo hanno relegato ad un ruolo di legno
dei poveri.
Oggi il bamb si affaccia nel mondo
delledilizia e delle innovazioni
architettoniche grazie allimpiego di
tecnologie e tecniche di costruzione
capaci di renderlo un materiale
affidabile e durevole nel tempo, e
soprattutto rispondente agli attuali
targets di progettazione sensibili agli
aspetti di sostenibilit ambientale e
sociale per la sua economicit.

Il bamb pi resistente del legno a


tensione e compressione: la resistenza
delle sue fibre alla tensione pu arrivare sino a 12.000 kg/cm2, ossia quasi due volte quella
dellacciaio. Nella resistenza alla compressione esso supera addirittura il calcestruzzo. Le variet di
bamb utilizzate per scopi edilizi sono centinaia e la scelta della specie pi adatta fondamentale per la
qualit e la durata della costruzione.

34

In America latina, in particolare in Colombia, le specie utilizzate sono la Guadua Angustifolia, ed altre
due specie del genere Guadua non ancora classificate scientificamente.
Oltre allutilizzo di specie pi resistenti
allaggressione da parte di insetti e funghi,
anche unattenta scelta del taglio dei culmi alla
loro maturit e nel periodo della stagione delle
piogge, quando il livello di amido molto
basso, migliora la qualit e le caratteristiche del
legno di bamb.
Infatti la quantit di amido nel culmo raggiunge
il massimo livello durante le stagioni di siccit
ed stato evidenziato sperimentalmente che in
questo stadio il legno pi suscettibile
allattacco degli insetti (Liese, W. 1998).

10-15 CM DI
DISTANZADAL NODO
TAGLIO A CIRCA

20 CM DALLE RADICI

Il taglio del bamb rappresenta un altro fattore


importante per ottimizzarne lutilizzo e la
durata: normalmente il taglio viene effettuato
alla base, sopra il primo nodo fuori terra e let
viene scelta in base alluso a cui destinato: per
fini costruttivi si scelgono individui di tre o
quattro anni di vita e i culmi, una volta tagliati,
Figura 29 - Parametri per un taglio ottimale del culmo di
vengono stagionati e poi lavorati.
bamb
La stagionatura prevede un essiccamento
allaria per almeno due mesi prima di poter utilizzare i culmi, e per rendere pi rapida lessiccazione si
dispongono in posizione verticale.
Un fattore fondamentale per migliorare la durata del bamb costituito dai trattamenti contro gli agenti
esterni che lo rendono deperibile. I trattamenti possono essere di tipo fisico e chimico: il metodo fisico
riduce o elimina del tutto lamido allinterno dei culmi, il trattamento pi economico e maggiormente
diffuso.
Pu essere praticato con differenti tecniche: immersione in acqua, nella terra bagnata, nella sabbia,
oppure attraverso lessiccazione con il fuoco o con il fumo.
Questultima tecnica impregna i culmi con il fumo proveniente dal fuoco prodotto da scarti di bamb o
legno, fino alla saturazione; un procedimento che dura tre o quattro settimane e risulta molto efficace
nella protezione contro insetti e funghi, lunico inconveniente lalterazione del colore originale della
pianta.
Il sistema chimico utilizza invece prodotti efficaci contro
insetti e funghi, ma che risultano altamente nocivi per
lambiente e per le persone che abitano e lavorano in
queste costruzioni. possibile praticare due tipi di
trattamento chimico: un tipo con efficacia temporanea,
che ha valenza profilattica, ed un altro a lungo termine. I
trattamenti chimici vengono applicati normalmente alle
strisce di bamb, ma soltanto in pochi casi possibile
trattare i culmi. Infine, laspetto pi importante da
privilegiare nella edificazione con questo materiale, la
Figura 30 strumenti e tipi di taglio del bamb
protezione degli elementi strutturali attraverso la
35

progettazione. Il bamb deve essere protetto dallacqua e dalla luce: lattacco a terra e la copertura sono
cruciali per la sua durata nel tempo.
3.1

Caratteristiche strutturali
Le propriet fisiche e meccaniche del bamb risultano, ad
unanalisi delle sue caratteristiche strutturali, del tutto
comparabili con quelle di altri materiali correntemente usati nelle
costruzioni occidentali: acciaio, calcestruzzo, legno e leghe di
alluminio.
La sua struttura a nodi ed internodi favorisce la non deformabilit
del materiale e, come mostrato nelle tabelle seguenti, il bamb ha
un sostanziale vantaggio: un materiale pi leggero e soprattutto
con costi decisamente inferiori rispetto ad altri materiali, una
risorsa rinnovabile e facilmente disponibile (grazie allelevato
tasso di crescita delle piante, i culmi raggiungono in pochi anni le
dimensioni necessarie al loro impiego edilizio) ed inoltre ha
elevati tassi di assorbimento della CO2 atmosferica.

Figura 31 Sezione longitudinale di un


culmo di bamb

Le propriet fisiche (contenuto di umidit, densit, punto di


saturazione delle fibre, restringimento) determinano nel bamb
effetti quali il rigonfiamento, le spaccature e il raccorciamento.
Le propriet meccaniche (modulo di elasticit, modulo di rottura, resistenza alle compressioni e
resistenza al taglio) determinano la forza e la rigidit del bamb.
Le propriet chimiche comprendono il contenuto di componenti pi importanti come cellulosa,
emicellulosa e lignina, e componenti minori, come resine, tannini, cere, e sali inorganici (Liese in
Dransfield e Widjaja 1995) e si riflettono sulla resistenza al fuoco e agli insetti.
Tabella 3 Propriet fisiche e meccaniche generali del bamb. Da Emissionizero.it (De Miranda, 2005)
PROPRIETA

CONFRONTO CON
ALTRI MATERIALI

VALORI

Basso valore della massa:


migliore reazione in caso di
eventi sismici

PESO SPECIFICO

Legno:
Bamb:
Acciaio:
Leghe alluminio
Calcestruzzo

RESISTENZA ELASTICA
ALLA TRAZIONE
LONGITUDINALE

Legno:
300-700 kg/cm2
Bamb:
1000-1500 kg/cm2
Leghe alluminio
2.700 kg/cm2
Acciaio:
5.100 kg/cm2

Alta

Capacit di resistenza a forti


pesi, necessario che i
giunti siano progettati
adeguatamente.

RESISTENZA ALLA
COMPRESSIONE

Bamb:
Calcestruzzo

Alta

Le forze di compressione
sono normalmente inferiori
alle forze di tensione

Media

Difficolt nel costruire giunti


capaci di trasferire pesi
elevati

Bassa

Necessita trattamenti
protettivi per essere
preservato nel tempo

RESISTENZA AL
TAGLIO
STABILITA DEL
MATERIALE IN NATURA

550-800 kg/m3
600-750 kg/m3
7.850 kg/m3
2.700 kg/m3
2.400 kg/m3

NOTE AGGIUNTIVE

500-600 kg/cm2
300-600 kg/m2

90-100 kg/cm2

Basso

Basso peso: permette di


maneggiare elementi di
grandi dimensioni con mezzi
di trasporto pi semplici

36

Il bamb un materiale facile da trovare, la cui lavorazione, ai fini del suo impiego edilizio, richiede
strumenti di lavoro e trattamenti sostanzialmente semplici, infatti i culmi di bamb rappresentano un
prodotto quasi pronto alluso a meno di alcuni trattamenti protettivi e di rifinitura.
A fronte dei numerosi vantaggi offerti nelluso del bamb come materiale da costruzione, su due
elementi necessario prestare cautela ed adottare i dovuti accorgimenti ai fini del suo impiego nel
settore delle costruzioni:
- il rischio di rottura;
- il deterioramento dovuto allazione di funghi e batteri;
- la conformit delle giunture.

3.2 Il rischio di rottura


Questo aspetto richiama alla cautela nella scelta della specie di bamb da impiegare, infatti bene
ricordare che differenze strutturali possono esserci da specie a specie e perfino nello stesso lotto di
culmi. Tali differenze possono riguardare la resistenza del culmo, il suo spessore, il diametro, la forma
e le propriet elastiche. A tal fine necessario quindi analizzare e valutare attentamente le
caratteristiche strutturali della variet da impiegare in base alle finalit costruttive previste.
Nel grafico sottostante (Fig. 29) sono riportati i dati relativi alle prove di rottura su un singolo culmo
effettuate durante la realizzazione de Padiglione di Vergiate (Varese).
Questi e altri dati derivati da prove effettuate sperimentalmente indicano come le valutazioni teoriche
suggeriscano dati al ribasso rispetto al comportamento strutturale effettivo del materiale, e
suggeriscono di effettuare valutazioni ad hoc per le singole realizzazioni architettoniche.

Figura 32 - Prove di carico su un culmo di Guadua angustifolia (da


Emissionizero.it studio De Miranda et al., 2005)

3.2.1 Guadua spp.


Nell'industria delle costruzioni, in particolare in alcuni stati dell'America Latina, la variet di bamb
maggiormente impiegata quella comunemente chiamata Guadua (da Guadua spp.).

37

Nel 1820 il botanico Kunth identific questo


genere utilizzando la parola che la
popolazione autoctona usava per chiamare
questo tipo di bamb.
Questa specie proviene originariamente
dallarea settentrionale del Sud America, ed
molto diffusa in Colombia, Venezuela ed
Ecuador.
La Guadua comunque diffusa anche in altri
stati del centro e del sud America, come le
isole dei Caraibi, il Per e le Hawaii.
Le principali caratteristiche di questo genere
di bamb sono il fusto dritto ed eretto con una
leggera curva sulla cima, radici forti e ben
ancorate al suolo, corpo della canna legnoso e
molto solido. L'altezza varia fra 7 e 20 metri
con un diametro che va dai 5 ai 25 cm.
La qualit del legno la rende un ottimo
materiale da costruzione.

Il taglio tradizionale del bamb in Colombia


Pochi studi sono stati effettuati sulle metodologie di gestione
tradizionale nelluso del bamb, e sui loro effetti relativi alla
ostenibilit e conservazione della risorse nel tempo.
In Colombia le tradizionali tecniche di raccolta dei culmi di
Guadua prevedono metodi diversi riguardo lora della giornata
in cui si deve effettuarne il taglio, e la fase lunare in cui ci
deve avvenire.
Nelle aree di Quintino e Risaralda, la raccolta dei culmi di
Guadua viene effettuata normalmente nel periodo di luna
calante, dalla mezzanotte sino alle cinque del mattino. I tempi
di maturazione della Guadua variano da regione a regione
entro un range che va dai 15 ai 20 giorni.
Nella tecnica di taglio la tradizione orale suggerisce anche su
altre indicazioni: non fare toccare la parte di culmo reciso con il
terreno, effettuare loperazione di taglio durante le ore notturne,
verificare la maturit del culmo attraverso il riconoscimento del
suono prodotto dalla sua percussione con una pietra (un suono
sordo indica che il culmo non ancora maturo), osservare il
colore assunto dal culmo, che quando presenta sfumature
biancastre maturo. Questi principi di tecnica forestale, che
appartengono alla cultura agricola locale, sono stati applicati
per secoli dalle popolazioni locali e permettono di
massimizzare sia la resa del materiale raccolto, che la
propagazione e la ricrescita delle piante da cui origina, e quindi
la conservazione della materia prima.
(Rafael Chaguendo, Gruppo Cooperativo San Andrs, La Plata

Esistono almeno 20 specie attribuibili al


genere Guadua, che si identificano in base alla regione di provenienza. Fra le variet principali si
possono ricordare: Guadua Macana detta anche Guadua Macho, Guadua Cebolla detta anche
Guadua Hembra e Guadua Rayada
Le possibilit di utilizzo della Guadua, cos come per le altre variet di bamb, dipendono dallet della
pianta, infatti andando avanti con la crescita, la pianta diventa sempre pi forte e resistente. Infatti, i
culmi di Guadua impiegati nelle costruzioni sono quelli raccolti a circa 4 - 8 anni di et, essi presentano
le caratteristiche mostrate in tabella 4, i cui valori sono stati determinati sperimentalmente durante la
costruzione del padiglione ZERI per lExpo 2000 di Hannover. .
Questi culmi, oltre che nelle costruzioni, vengono con successo impiegati anche per produrre laminati,
pannelli o pavimentazioni.
Tabella 4 Valori strutturali relativi al bamb del genere
Guadua, rilevati sperimentalmente nellambito della realizzazione
del Padiglione ZERI allExpo 2000 di Hannover
Modulo Elastico

1800 KN/cm2

Resistenza a trazione

15,0 KN/cm2

Resistenza a compressione

3,9 KN/cm2

Resistenza a flessione

7 KN/cm2

3.2.2 Oxytenanthera abyssinica e Oreobambos buchwaldii


La diffusione e luso di lunga data del bamb nelle aree sud americane ha permesso di identificare e
definire con un affidabile grado di sicurezza le variet d bamb adatte nellimpiego edilizio, ed stato
possibile stabilire sperimentalmente e scientificamente le caratteristiche meccanico-strutturali delle
variet maggiormente impiegate allo scopo.
38

Anche in diversi stati africani luso del bamb a scopo edilizio e non solo, ha iniziato a prendere piede
negli ultimi decenni, al fine di sopperire, soprattutto nelle aree rurali, alla carenza di abitazioni che
offrissero una certa resistenza e stabilit e soprattutto al fine di evitare un ulteriore depauperamento
delle risorse boschive utilizzate parzialmente per la loro costruzione.
Presso lUniversit del Malawi sono stati quindi realizzati degli studi per verificare le propriet
strutturali delle due specie di bamb pi diffuse localmente: Oxytenanthera abyssinica e Oreobambos
buchwaldii. Queste due specie presentano caratteristiche completamente differenti,

Figura 34 - Oxytenanthera abyssinica

Figura 34 - Oreobambos buchwaldii

che sono evidenti gi ad una prima occhiata.


Le caratteristiche delle due specie non differiscono sensibilmente dalle propriet del genere Guadua
spp. Nella tabella seguente sono riportati i valori relativi alla specie Oreobambos buchwaldii, ottenute
in seguito agli studi sperimentali condotti presso il politecnico del Malawi (Ngoma, 2005)
Tabella 5 - Valori strutturali relativi al bamb del genereGuadua,
rilevati sperimentalmente nellambito della tesi di dottorato
svolta dal Dott. Ngoma presso lUniversit di Pisa (Ngoma, 2005)
Modulo Elastico

1186 KN/cm2

Resistenza a trazione

18,0 KN/cm2

Resistenza a compressione

4,3 KN/cm2

Resistenza a flessione

10,8 KN/cm2

3.3 Il deterioramento
Il bamb un materiale naturale suscettibile allattacco di insetti e funghi e per tale ragione deve essere
sottoposto ad adeguati trattamenti conservativi.
Esistono diverse tecniche per la cura e il trattamento dei culmi di bamb al fine di preservarlo da
spaccature, infestazioni di insetti e propagazione di funghi.
Infatti i funghi possono degradare velocemente il legno, facendolo marcire, mentre gli attacchi di
alcune specie di coleotteri (comunemente indicati come tarli) ed in particolare della specie Dinoderus
minutus Fabr. (Casin & Mosteiro, 1970), possono portare alla completa distruzione del bamb.
39

Evidenze sperimentali hanno confermato che l'amido allinterno del bamb rende il legno
maggiormente suscettibile agli attacchi dei coleotteri (Liese, 1970).
Se il bamb viene utilizzato in ambienti esterni, in condizioni normali la sua durata va da uno a tre
anni, mentre da quattro a sette anni se usato all'interno (Casin & Mosteiro, 1970).
Materiali in bamb esposti ai fumi delle cucine nelle case rurali, presentano una durata che va dai 10 ai
15 anni, mentre il bamb utilizzato per imbarcazioni ha una durata che non supera i sei mesi.
In uno studio condotto da Villaflor (1988) riguardante la costruzione e la valutazione di case create a
scopo dimostrativo, risulta che la Bambusa vulgaris aveva un deterioramento di circa sei mesi, mentre
la B. blumeana e Gigantochloa levis si mantenevano buone condizioni molto pi a lungo.
Nella lavorazione del bamb, necessario che i culmi vengano essiccati (Casin e Mosteiro, 1970) in un
magazzino asciutto, fresco e ben ventilato, per un tempo variabile da due a quattro mesi. Se invece i
culmi vengono essiccati in forno il trattamento deve durare circa nove giorni.
I trattamenti che migliorano la conservazione del bamb possono essere chimici (fumigazione,
spazzolatura e spruzzatura, trattamento a pressione, metodo greentank, metodo Boucherie) oppure non
chimici (stagionatura, fumigazione a pressione, imbiancatura e ammollo) (Casin & Mosteiro, 1970) .
3.3.1 I principali metodi per la conservazione del bamb
Come conservanti, vengono utilizzati principalmente soluzioni di fissatori a base di sali, diluiti in
acqua, che penetrano per diffusione, proteggendo l'intero culmo.
I composti di boro sono i pi ampiamente utilizzati ma anche i sali di CCA (rame, cromo e arsenico) e
di CCB, (rame, cromo e boro) sono utilizzati soprattutto dalle compagnie commerciali che operano nel
settore del legname. Il creosoto usato di rado a causa della pericolosit dovuta sia alla manipolazione
che allimpatto sullambiente.
Come riportato da Garcia e Tesoro (1979), trattando B. vulgaris con varie soluzioni di conservanti
solubili in acqua (CCA, FCAP tipo A e Tanalith C) ognuna ad una concentrazione del sei per cento, e
successivamente procedendo allimmersione dei culmi in acqua fresca secondo diverse durate (da pochi
giorni a 8 settimane), i risultati della protezione dai tarli sono parimenti efficaci e il materiale risulta
adeguatamente protetto dagli attacchi di insetti.
Il trattamento in spray su listelli di bamb, o sue intere sezioni, fatto con una soluzione ci cherosene
con il 5% di DDT o BHC, risultato efficace contro le infestazioni da tarli e pu essere, nella sua
temporaneit, particolarmente utile nel bosco, quando i culmi sono in attesa di trasporto.
Fra i metodi chimici di conservazione, il meno impattante quello del Vertical Soak Diffusion (VSD)
che utilizza composti borati a basso grado di tossicit per gli uomini e lambiente.
Fra i metodi che non impiegano prodotti chimici rientra la pratica della intonacatura dei graticci di
bamb con fango, argilla o cemento.
Questa pratica viene utilizzata sia per la costruzione di case nei villaggi rurali, che per le case urbane di
molti paesi. Il bamb, coperto coperti su entrambi i lati con malta, viene sigillato allinterno e protetto
contro l'umidit e lattacco dei tarli.
Unaltra tecnica molto simile, comune in paesi come la Colombia e il Costa Rica si chiama
bahreque e consiste nellintonacare con il cemento pannelli di bamb su entrambi i lati.
La fumigazione del bamb un metodo applicato tradizionalmente in Giappone, ripreso e
ulteriormente sviluppato in Colombia per il trattamento del bamb su larga scala a fini commerciali.
40

Il metodo consiste nel riempire un forno quadrato o cilindrico e provvisto di ciminiera, con i culmi
semi secchi di bamb, e sottoporli alla fumigazione dovuta alla combustione di sostanze organiche a
circa 55 C per un periodo di 15-30 giorni finch il contenuto di umidit verr ridotto a circa il 12%.
La combustione incompleta genera fumo, che penetra nel culmo. Durante il trattamento di fumigazione
avviene una parziale pirolisi di componenti del bamb, inducendo una aumentata resistenza contro
l'attacco di funghi e coleotteri.
A questo trattamento stato sottoposto il materiale in bamb con cui stato costruito il padiglione
ZERI all'EXPO 2000 di Hannover: circa 3.500 culmi di 9 m di lunghezza sono stati trattati con la
tecnica della fumigazione in Colombia e poi trasportati in Germania.
Poich altri materiali legnosi vengono sottoposti alla stessa operazione ma a temperature superiori a
150 C , sono stati effettuati esperimenti anche sul bamb, arrivando a temperature superiori a 200C.
Ci ha portato ad una maggiore resistenza agli attacchi dei funghi e delle muffe, ma ha fortemente
alterato e ridotto le propriet meccaniche. Per questa ragione trattamenti di fumigazione a temperature
cos alte sono da applicarsi soltanto nella produzione di alcuni manufatti.
Per la protezione profilattica di bamb in deposito, vengono prevalentemente applicati insetticidi,
mentre i composti ignifughi sono poco utilizzati.
Sostanze tossiche di origine naturale derivate dalle piante, quali Azadirachta indica (detta neem),
Calotropis gigantea (Calotropin) e Stemona tuberosa (Stemonacol), sono impiegati come preservanti
nel settore dell'artigianato, infatti la scelta dei trattamenti preservanti per il bamb dipendono
essenzialmente dalla destinazione d'uso, dal tipo di materiale e dagli aspetti ambientali.
Fra gli altri processi si ricorda inoltre il "butt end treatment", che prevede limmersione della base dei
culmi appena tagliati in un contenitore riempito di un conservante a base di boro, dove vengono
conservati per 7-10 giorni.
Per il metodo Boucherie, si rimanda al paragrafo 1.11.
Nel trattamento del bamb a fini conservativi, bene ricordare che i conservanti, essendo tossici,
presentano dei rischi per la salute umana e per l'ambiente.
importante pertanto ricordare il rispetto di semplici regole e precauzioni per evitare il contatto e la
dispersione delle sostanze preservanti: evitare di disperdere la soluzione durante la sua preparazione, e
durante lapplicazione del trattamento, pulire le attrezzature e smaltire correttamente i residui delle
soluzioni, i residui del materiale trattato e i fanghi derivanti dagli impianti di trattamento.
3.3.2 Il metodo del Vertical Soak Diffusion (VSD)
Tale metodo stato testato in Indonesia su tre specie di bamb:
Asper dendrocalamus *
Apus gigantochloa *
Atter gigantochloa *
Mentre il metodo Boucherie (sistema a pressione, introdotto dal Prof. Dr. Liese, Amburgo, Germania)
indicato per il trattamento di quantit di culmi su larga scala, finalizzati allimpiego nel settore delle
costruzioni, della produzione di mobili e di altri ambiti, il sistema VSD pu essere applicato per
piccoli quantitativi, come nel caso delle produzioni artigiane sviluppate a livello locale nei villaggi
rurali.
Preparazione della soluzione di Borace:
41

Acqua
45 litri
BORACE
3 kg
ACIDO BORICO
2 kg
Per calcolare il volume interno dei culmi ci sono 3 modi differenti:
1. Volume in litri = raggio interno quadrato x 3,1416 x altezza in centimetri del culmo diviso 1000
Esempio: un culmo di bamb con raggio di 6 centimetri, altezza di 400 centimetri =
Volume (litri) = ((6x6) x 3,1416 x 400)) / 1000 = 45 litri
2. Riempire un culmo perforato con acqua e misurare semplicemente litri quanti ci vuole per
riempirlo. Moltiplicare per il numero di culmi.
3. Riempire un internodo medio, misurare la quantit in litri e moltiplicarlo per il numero di
internodi e per il numero di culmi.
Alla miscela va aggiunto del colorante tessile rosso, che, penetrando nelle fibre dei culmi dall'interno
fuoriuscir attraverso la parete esterna. Se il colorante non sar abbastanza solubile e le sue particelle si
scioglieranno solo parzialmente, esse rimarranno troppo grandi, andando a tappare i pori de e
impedendo cos la penetrazione del conservante.
Aggiungere lentamente l'acqua mescolando in maniera costante finch il BORACE e lacido borico
non siano completamente mescolati alla tintura, e non vi siano pi cristalli sul fondo del contenitore.
Testare la soluzione con un densimetro5 a temperatura ambiente. Riempire un piccolo contenitore di
prova con la soluzione preparata, evitando di formare bolle daria.
Introdurre il densimetro in un contenitore, agitandolo leggermente in modo da eliminare le bolle d'aria
che potrebbero essersi accumulate su di esso.
Se il valore riportato sulla scala dellidrometro 1.035 (o un numero approssimativamente vicino)
quello sar il valore di riferimento a cui rifarsi per effettuare nuovi test in seguito.
E necessario ora intervenire sulle parti esterne dei culmi: esse devono essere pulite e levigate
accuratamente con acqua, usando spazzole adatte allo scopo, oppure con gusci di noce di cocco e
sabbia, o altri strumenti/materiali abrasivi.
Usando una vite a dado esagonale saldata ad una lunga asta di ferro , sar possibile perforare le
membrane interne, creando fori di grande diametro al fine di prevenire la formazione di bolle d'aria che
possono ostruire il percorso allinterno del culmo durante loperazione di riempimento. Posizionare i
culmi di bamb contro un muro. Inserire l asta di ferro e perforare i nodi dei culmi, lasciando lultimo
nodo non forato.
Spostare il bamb in una vasca di cemento, dove, posizionati verticalmente (con linternodo non forato
in basso) e tenuti saldamente insieme, verranno riempiti dalalto con la soluzione di Borace e Acido
Borico. necessario fare attenzione alla stabilit dei culmi in questa fase, poich una volta riempiti di
soluzione diventano molto pesanti.
A questo punto pompare quotidianamente la soluzione preparata allinterno dei culmi, riempiendola
ogni giorno al mattino per 13 giorni: ciascun culmo si riempir di soluzione in quantit di circa l1%
per ogni notte.
Al 14 giorno, si effettua la prova di controllo verificando che la tintura abbia penetrato il culmo
colorando in rosa le pareti del culmo.
Spostare con attenzione i culmi pieni di soluzione verso il bacino di scolo, dove lultimo internodo dei
culmi (quello rimasto chiuso) verr aperto con un punteruolo metallico posizionato a terra, e in questo
modo la soluzione allinterno defluir nel bacino di scolo e potr essere recuperata per il suo riuso.

Un densimetro uno strumento utilizzato per misurare il peso specifico (o densit relativa) di liquidi, cio il rapporto tra la
densit del liquido e la densit dell'acqua.

42

A questo punto il bamb deve essere lasciato per almeno unora nel bacino di scolo, per scaricarsi
completamente della soluzione ed in seguito i culmi potranno essere stoccati allombra e in posizione
sopraelevata dal terreno, disposti sia orizzontalmente che verticalmente.
La soluzione raccolta nel bacino di scolo potr essere riutilizzata pompandola nuovamente nel
contenitore. Prima di riutilizzarla bene verificare con il densimetro il
valore della soluzione.
3.4 Le giunture in bamb
I giunti strutturali sono determinanti nella previsione del comportamento
statico di una struttura e su di essi possibile sviluppare diversi modelli
di calcolo in grado di indicare sia la risposta complessiva alle diverse
sollecitazioni, sia il ruolo svolto dai singoli componenti che lo
costituiscono.
L'uso del bamb nelle costruzioni limitato alla possibilit di realizzare
opportune giunture che ne colleghino i diversi elementi: i giunti sono
parti complicate e difficoltose da costruire, e non sempre se ne conosce
laffidabilit meccanica per la sicurezza strutturale.
Fra le tipologie di strutture realizzate in bamb, quelle di cui si conosce Figura 35 - Giunto realizzato
con fibre intrecciate
meglio il comportamento dei giunti sono le impalcature.
I giunti daltro canto presentano linsostituibile vantaggio di dissipare l'energia sismica grazie al loro
comportamento plastico.
Per conferire resistenza sismica alla struttura essa dovrebbe essere progettata considerando che gli
elementi strutturali e i giunti dovrebbero avere una resistenza sia ai movimenti lineari che a quelli non
lineari provocati da un terremoto. A questo scopo devono essere preventivati sistemi dissipativi come
giunti in plastica che conferiscano duttilit alla struttura.
Fondamentalmente le caratteristiche di un giunto, come studiato da Janssen (1982) dovrebbero essere le
seguenti:
1. La trasmissione della forza fra due culmi pu avvenire o per contatto diretto fra le facce delle
due sezioni oppure attraverso un elemento di raccordo;
2. II trasferimento dello sforzo pu avvenire attraverso la parte interna del culmo, oppure l'intera
sezione o l sua parte esterna;
3. L'elemento di raccordo pu essere orientato parallelamente alle fibre o perpendicolarmente ad
esse.
In base alle diverse combinazioni di questi elementi,i giunti sono stati classificati in sei gruppi:
a. Giunto che impegna l'intera sezione. uno dei pi diffusi, e comprende anche i giunti
realizzati con legature.
b. Giunto che collega la parte interna della canna ad un elemento parallelo di raccordo. Sono i
giunti rinforzati da riempimenti con malta e ad esempio collegati ad una barra in acciaio,
oppure a cilindri in in legno.
c. Giunto che collega l'intera sezione a un elemento parallelo di raccordo.
d. Giunto che collega l'intera sezione a un elemento perpendicolare di raccordo
e. Giunto che collega l'esterno della sezione a un elemento parallelo di raccordo. una
variante moderna della tradizionale tecnica di legatura con corde.
f. Giunto per laminati di bamb.
43

Le problematiche riguardanti i giunti in bamb sono dovute a diversi fattori:


i.
Connettere diversi profili circolari come quelli di pi canne di
bamb pu determinare complicate geometrie nella zona del nodo.
ii. Le fibre di bamb crescono solo in senso longitudinale.
iii. Il bamb cavo, per cui al centro della canna non c una massa
che tiene insieme le pareti esterne.
iv. La parete esterna dura e scivolosa.
v. Non possibile applicare alle canne in bamb carichi trasversali.
Lo studio dei giunti in bamb ha portato alla sperimentazione e
realizzazione di numerose tipologie di giunture dei culmi, che utilizzano o
meno altri materiali. Fra le giunture pi tradizionali sono da annoverare
Figura 36 Giunto ad
quelle realizzate con fibre e corde di vari materiali, in cui una legatura tiene
incastro
insieme i culmi di bamb grazie a lacci opportunamente posizionati.
Questi lacci possono essere costituiti da strisce di fibre di bamb, rattan o liane. Nella pratica esse
vengono normalmente bagnate prima dell'uso per essere pi flessibili e facili da maneggiare e per
rendere pi salda la giuntura fra i pali di bamb in seguito in seguito al restringimento dovuto
allasciugatura.
Vengono utilizzate anche corde in plastica o di acciaio nelle realizzazioni pi avanzate.
importante considerare che culmi non ben stagionati e trattati, possono perdere volume nel tempo,
generando una variazione delle dimensioni che pu causare un allentamento della giuntura.
Sulle giunture ad incastro fra pali di bamb o attraverso luso di altri materiali, gli studi effettuati hanno
dato una notevole quantit di risultati con una vasta scelta di tipologie di giunti. Fra quelli pi utilizzati
e diffusi, vi sono i giunti realizzati con il sistema dellincastro e bullonatura rinforzati da malta.
Utilizzando un trapano, vengono praticati dei
fori in un culmo di bamb ed un altro,
opportunamente lavorato alla sua estremit,
generalmente intagliato in forma conica, viene
incastrato nel foro e bullonato per dare un
maggiore rinforzo.
Questa tecnica pu essere applicata ai bamb
Guadua angustifolia e Chusquea, ma
sconsigliata a culmi di bamb particolarmente
vecchi oppure secchi. Le zone di connessione
sono riempite con la malta, affinch linterno
vuoto del culmo non collassi a causa delle
sollecitazioni. Un rinforzo alla giuntura pu
essere conferito inserendo nel culmo vuoto un
Figura 37 - Giunto di Renzo Piano
pezzo di culmo di diametro inferiore, in modo
da sostenere le sollecitazioni delle pareti esterne, oppure possono essere applicate legature con fibre di
vari materiali, come descritto sopra.
Giunti di varie altre tipologie e coniuganti varie tecniche e materiali, sono stati realizzati negli ultimi
anni dagli architetti che hanno dato nuovo impulso alla ricerca e allo studio sullarchitettura del bamb,
al fine di dimostrare come questo materiale possa avere le stesse potenzialit di impiego possedute dai
materiali di uso comune soprattutto nei Paesi occidentali.
44

Figura 38 Giunzione multi-culmo

3.5 Realizzazioni edilizie in bamb: casi studio6


La costruzione di case in bamb una pratica tradizionale comune in gran parte dei Pesi in via di
sviluppo dellAmerica Latina, dellAsia e dellAfrica e diventa particolarmente diffusa nelle aree rurali
dove le comunit locali costruiscono basandosi su metodi tradizionali e attraverso luso di tecniche
tramandate da generazioni.
Linteresse di numerosi architetti prevalentemente
occidentali e sud-americani, che negli ultimi decenni hanno
dedicato i loro studi e le loro sperimentazioni alle propriet
meccanico-fisiche del bamb, e al suo impiego nel settore
delledilizia, hanno prodotto risultati innovativi apportando
un notevole sviluppo nella concezione di questo materiale,
che, come stato dimostrato con la costruzione del
Padiglione Zeri allExpo di Hannover nel 2000, non pu
essere declassato al solo impiego nellarchitettura popolare
povera, ma deve essere proficuamente impiegato anche e
soprattutto nellarchitettura contemporanea occidentale, in
quanto capace di combinare le sempre pi stringenti esigenze
di sostenibilit ambientale con esigenze abitative e
architettoniche.

Il processo di laminazione del bamb


Il bamb trova largo impiego come laminato: iI
processo di lavorazione abbastanza semplice
e non richiede macchinari costosi e ingombranti
come nel caso del legno.
La parte esterna della canna viene divisa in 6 12 parti, lasciando intatti i diaframmi.
Successivamente la canna, ridotta, viene
passata all'interno di una macchina che
restituisce Ie strisce di bamb,
E possibile scegliere quale parte del fusto
utilizzare: la parte esterna della canna, quella in
cui presente una maggior quantit di lignina,
pi dura di quella interna, pertanto rimuovendo
la parte centrale possibile ottenere lamine pi
resistenti.

Le potenzialit del bamb nel campo delle costruzioni e le


strutture realizzabili in questo materiale sono numerose:
archi, impalcature, muri, pannellature, laminati. Il bamb
permette di costruire tutto ci che necessario a creare
strutture architettoniche leggere, a basso impatto ambientale
e soprattutto a basso costo.
Nella fig. 36 viene illustrata la costruzione di un muro realizzato con una struttura di base in bamb.
Questo metodo usato comunemente in Ecuador e consiste nel creare una struttura di base con pali di
6

Per quanto concerne lutilizzo del bamb nelledilizia in Cina si rinvia al nostro Report Missione - aprile-maggio 2009
La fibra di bamb una opportunit per le imprese toscane del settore tessile e del mobile Allegato fotografico pag. 69 70.

45

bamb verticali intrecciati ortogonalmente con fasci di bamb di una certa larghezza, riempiendo gli
spazi con fango e pietre e stuccando da entrambi i lati la parete.
Anche in Per vengono realizzati
muri con una tecnica simile, in cui
strisce flessibili di bamb sono
tessute insieme, creando una parete
che viene intonacata da entrambi i lati
con il fango. interessante notare
che in ogni parte del mondo dove il
bamb diffuso e presente come
materiale di facile accesso, ogni
popolazione, ogni cultura presenta dei
parallelismi nel suo impiego a fini
costruttivi.
Figura 39 - Muri costruiti con unintelaiatura costituita da strisce di
bamb intrecciato

Nelle popolazioni locali, le tecniche


di costruzione di edifici in bamb ad
uso familiare si avvalgono di una lunga conoscenza trasmessa per tradizione orale di famiglia in
famiglia, e contenenti indicazioni tipiche a seconda delle aree considerate. Infatti in ogni regione si
trover limpiego di specie diverse di bamb, tecniche differenti di raccolta, trattamento e lavorazione
dei culmi, peculiarit costruttive nelluso dei giunti o delle forme delle abitazioni.
Con gli studi effettuati negli ultimi decenni sul bamb, le conoscenze sul suo impiego ottimale e sulle
modalit pi adeguate a garantire una maggiore durabilit e resa del materiale, diventano parte
integrante e arricchimento di questa estesa cultura costruttiva del bamb detenuta da secoli da parte
delle popolazioni che lo hanno nel tempo utilizzato.
3.5.1 Ecuador
Nella localit Viviendas Hogar de Cristo, a partire dagli anni
70 sono state costruite abitazioni per 16.000 famiglie, in
unarea
suburbana
alla
periferia
di
Guayaquil.
Fondamentalmente, la finalit perseguita dalle autorit locali,
insieme ai Padri Gesuiti operanti nellarea, nellavviare questo
piano abitativo fu quello di fornire in tempi brevi un ricovero
alle famiglie disagiate che fino ad allora avevano vissuto in
strada. Fornire unabitazione nellimmediato, seppur in legno e
bamb, era molto pi importante che fornire unabitazione in
cemento a distanza di cinque anni.
Ispirandosi alle abitazioni rurali, costruite in bamb ed altri
materiali reperibili localmente, stata avviata la realizzazione
di queste case dalle funzionalit elementari, sprovviste di
impianti elettrici ed idrici.
La struttura, costruita su pali, aveva pianta rettangolare, con
una superficie dai 20 ai 40 m2 circa, che costituiva lunico
ambiente vivibile. Questa scelta, malgrado la sua evidente
Figura 40 - costruzione di Viviendas
Hogar de Cristo
limitatezza, fu fatta al fine di incrementare e rendere pi solida
la struttura sociale di quelle aree, permettendo alle famiglie di realizzare un piccolo segno tangibile che
46

portasse loro una maggiore solidit esistenziale, e consentendo loro di impegnarsi anche nel futuro al
fine di migliorare la propria condizione di vita.
Lammontare del costo unitario delle case fu inferiore ai 400 $,
pagabili in rate biennali/triennali e si avvi un sistema locale per
lassegnazione di fondi di aiuto alle famiglie. Questa operazione
produsse effetti sia sulla popolazione che sulleconomia, in quanto
avvi una produzione di case prefabbricate in bamb a livello
nazionale, favorendo anche limpiego di risorse locali. Il materiale
utilizzato fu quello della Guadua angustifolia, prelevato per il 95%
dalle foreste locali, dove fu inoltre avviato un programma di
riforestazione da parte di societ private.
Le case, essendo prefabbricate, furono vendute in imballaggi
contenenti loccorrente per il montaggio, che comunque doveva essere
eseguito da un esperto.
Le caratteristiche strutturali delle abitazioni garantivano la protezione
da umidit, marciume, elevate temperature e terremoti .
Figura 41 particolare interno di
unabitazione di Viviendas Hogar
de Cristo

3.5.2 Costa Rica


Le problematiche abitative in Costa Rica furono presenti durante tutto il XX secolo e furono
fattivamente affrontate dal governo locale con lattuazione di un piano di sviluppo edilizio (National
Housing Program 1986-1990) iniziato nel 1986 e terminato nel 1990, che si proponeva di costruire
80.000 unit abitative.
Poich il bamb era un materiale da costruzione di uso abituale nella tradizione locale, esso fu
ampiamente impiegato nellarchitettura delle nuove abitazioni, che furono realizzate utilizzando
materia prima locale prodotta nellambito del progetto Proyecto Nacional de Bambu, lanciato dal
governo e collegato al National Housing Program 1986-1990.
Tale piano fu finalizzato proprio a dare nuovo impulso a questo materiale, esaltando la sua importanza
in ambito edilizio e incontrando la necessit di fornire unit abitative a basso prezzo, insieme
allutilizzo di una materia prima di qualit, preservando le foreste locali dalla deforestazione.
Le applicazioni del bamb nella realizzazione delle nuove abitazioni furono molteplici, dai prodotti
artigianali, alle tubazioni, alle recinzioni, ai mobili, agli elementi architettonici decorativi.
Nella tabella sottostante sono elencate le specie utilizzate e il loro settore di impiego.
Tabella 6 - Specie di bamb del Costa Rica (Leijdekkers, 1999)
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Specie
Bambusa textilis
Bambusa tulda
Bambusa tuldoides
Bambusa vulgaris
Dendrocalamus
giganteus
Gigantochloa apus
Guadua aculeata
Guadua amplexifolia
Guadua angustifolia
Melocanna baccifera

Localit
Turrialba
Turialba, Guapiles
Aiquirres, Alajuela,
Guapiles
Costa Rica
Alajuela

Impieghi
Costruzioni
Artigianato
Artigianato

Turrialba
Guapiles, Golfito, Paquita
Costa Rica
Guapiles, Golfito, Paquita
Turrialba

Costruzioni, Artigianato
Costruzioni, sistemi idrici, recinzioni
Costruzioni
Costruzioni, mobili, decorazioni
Costruzioni, Artigianato

Artigianato
Costruzioni, Artigianato

47

11.

Phyllostrachys aurea

San Jose, Alajuela

Mobili, decorazioni

Per la realizzazione delle abitazioni in bamb, collaborarono, per laspetto tecnologico, molte
universit e centri di ricerca nazionali nellambito di un programma di ricerca e sviluppo che permise di
studiare e acquisire numerose conoscenze ingegneristiche legate alle applicazioni edilizie delle specie
locali di bamb.
In totale, i finanziamenti stanziati dal National Housing Program 1986-1990 furono impiegati per il
56% nella costruzione di nuove abitazioni, per il 28% nellacquisto di case gi esistenti (per il 28%),
per il 10% nella ristrutturazione e manutenzione di vecchie case e per il 6% nellacquisto di terreni.
Il Proyecto Nacional de Bamb (PNB), finalizzato a rilanciare limpiego del bamb nelle costruzioni,
nella sua fase iniziale (fase pilota) produsse i seguenti risultati:
- la costruzione dimostrativa di 760 abitazioni in aree rurali;
- la coltivazione di 700 ettari di bamb del genere Guadua, per avviare la produzione
del materiale necessario al programma quadriennale,
- training per circa 1000 figure professionali, tecnici e proprietari terrieri al fine di
apprendere i metodi di coltivazione, produzione e trattamento del bamb nelle
costruzioni.
Le case realizzate furono di dimensioni di circa 40-50 m2, fornite dei servizi e di aree funzionali
separate, con unestetica molto gradevole e non riconducibile alle abituali costruzioni in bamb.
Le tempistiche di costruzione vengono di seguito descritte nella tabella sottostante:
Tabella 7 - fasi del processo di costruzione (PNB, 1993)
Fasi
1. Preparazione del terreno
2. Fondazioni
3. Fabbricazione dei pannelli
4. Installazione dei pannelli
5. Realizzazione del tetto
6. Intonacatura delle pareti
7. Realizzazione delimpianto
idrico
8. Pavimento
9. Porte e finestre
10. Installazione sanitari
11. Elettricit
12. Impianto drenaggio e
depurazione
13. Rifiniture finali
Tempo complessivo di
costruzione

Tempo (giorni)
2.0
5.0
4.0
1.5
3.0
8.5
0.5
4.0
5.0
1.0
4.0
3.0
3.0
44.5

I costi di realizzazione delle case si attestarono intorno ai 100 $ al m2, determinando quindi un costo
medio di circa 4,000 5,000 $ per abitazione e risultarono quindi accessibili allacquisto da parte di
fasce sociali di bassa-media disponibilit economica.
Le prove edilizie sulla sicurezza offerta in caso di terremoti o uragani, valutarono positivamente le case
del PNB, che risultarono adeguate anche nellevitare il ristagno di calore, di umidit e nel resistere alle
piogge.

48

Figura 42 - case in bamb - Costa Rica


(a dx, particolare di parete in costruzione fase di intonacatura)

49

3.5.3 Esempi di abitazioni vernacolari in bamb: Yomata House in Malawi e Bahareque


in Colombia
Con il termine architettura vernacolare ci si riferisce alle abitazioni e tutti gli altri edifici costruiti
attraverso tecniche tradizionali che rispondono alle conoscenze popolari tramandate nel corso del
tempo e relative al contesto ambientale e alle risorse disponibili da parte delle popolazioni locali.
Tutte le forme di architettura vernacolare sono costruite per soddisfare esigenze specifiche, e per
conciliare i valori, le risorse economiche e i modi di vita delle culture che li producono (Oliver, 1997)
La tecnica costruttiva delle bahareque, edifici vernacolari sviluppati e diffusi in Colombia durante il
periodo coloniale, diffusa in tutta I' America Latina e incontra le necessit delle popolazioni locali,
che hanno adattato le tecniche e le tipologie costruttive alle diverse condizioni ambientali del loro
territorio.
Le bahareques colombiane possono essere classificate secondo quattro diverse tipologie:
- Edifici vernacolari rurali: piccole abitazioni costruite dai contadini nei villaggi,
oppure case di grandi dimensioni, dette 'haciendas', nelle campagne. Il bamb come
materiale da costruzione ben accettato da queste fasce sociali e anche le costruzioni
pi recenti continuano a seguire tale tradizione.
- Edifici vernacolari urbani, edificati generalmente nella prima met del 20 secolo,
prima che le costruzioni i cambiamenti culturali inducessero a scartare il bamb
come materiale da costruzione in favore di edificazioni in muratura, cemento armato
e altri materiali moderni. Molti di queste case sono ancora in uso e molto ben
conservato e si trovano nelle zone centrali delle principali citt.
- Edifici vernacolari urbani periferici: costruiti nelle aree periferiche delle citt
utilizzando materiali di fortuna ed economici: essendo il bamb il materiale pi
economico, esso ampiamente utilizzato, ma non accettato culturalmente e viene
considerato come un materiale temporaneo per una soluzione provvisoria.
- Edifici architettonici di nuova concezione costruiti secondo limpulso che
recentemente larchitettura, attraverso gli studi e limpegno di numerosi architetti
sudamericani e non, ha tentato di conferire alle costruzioni in bamb, in
considerazione delle straordinarie potenzialit della Guadua come materiale da
costruzione e il suo impiego in progetti di edilizia abitativa per le fasce di reddito
basso e medio o anche in case di lusso
per i pi ricchi
Le bahareque tradizionali sono costruite
a pianta rettangolare con la struttura
portante realizzata in bamb, i muri
laterali costituiti da "esterilles', canne di
bamb tagliate longitudinalmente e
spianate, da cui viene rimossa la parte
interna pi molle. Per migliorare
I'isolamento termico i muri sono
costituiti da due strati di questo
particolare tavolato, ancorati ai due lati
alle canne di bamb portanti.
Figura 43 - Edifici vernacolari urbani ad Antiguo Caldas

50

La parte esterna veniva in passato intonacata con un miscuglio di terra e escrementi di cavallo, mentre
attualmente lintonacatura viene realizzata in cemento. La struttura portante del tetto, costituita da
canne di bamb, veniva ricoperta da mattonelle di argilla.
Le bahareques in passato venivano costruite anche in legno, ma nel corso del XX secolo, la crescente
scarsit del legname ha portato alla sua sostituzione con il bamb.
Dal punto di vista strutturale queste costruzioni rispondono ai criteri basilari di protezione nei confronti
dei sismi, e in Colombia la normativa antisismica nazionale ha dedicato una sezione apposita per
fornire precise indicazioni sulla realizzazione di abitazioni ed edifici in bamb capaci di essere
resistenti a fenomeni sismici e allo stesso tempo duraturi.
Per la preservazione nel tempo delle costruzioni in bamb importante, come gi evidenziato in
precedenza, che gli agenti atmosferici non vengano direttamente in contatto con le fondamenta della
struttura, e che essa sia adeguatamente protetta dalla copertura sovrastante.
Un esempio di tale applicazione da un punto di vista tecnico, visibile nelle figure in basso, che si
riferiscono alla costruzione del padiglione di Vergiate, realizzato da Emissionizero.
Per un approfondimento sullimpiego e ladattamento dello schema tradizionale delle bahareques in
differenti condizioni ambientali, si veda lallegato 1 CoCoon - Contextual Construction.

Figura 44 - Particolare della giunzione a terra delle canne di bamb - Padiglione di Vergiate,
Emissionizero (www.emissionizero.net)

51

In Malawi il bamb ha un
impiego di tipo prettamente
rurale ed il suo utilizzo
prevalentemente diffuso nelle
campagne del Nord e in quelle
dellarea centrale.
Labitazione realizzata con
materiali economici e di
semplice reperimento, fra cui
appunto il bamb, si chiama
Yomata
House
ed

caratterizzata da una pianta


circolare, costruita con pali di
legno, canne di bamb, argilla
ed erba.
La sua realizzazione avviene
Figura 45 - Yomata House in Malawi
attraverso la preparazione dei
pali di legno o bamb che vengono successivamente inseriti in buche scavate appositamente lungo il
perimetro su cui sorger la casa. Le buche, di ampiezza ridotta, vengono prima collegati fra loro
attraverso elementi orizzontali e successivamente fissati al terreno.
II tetto, sostenuto sia dai pali laterali che da un palo centrale interno all'abitazione, viene ricoperto da
uno strato di erba pressata dello spessore di 10 cm circa.
I muri laterali, costituiti da una serie intrecciata di pali di legno o bamb vengono intonacati con
argilla. Questa tipologia di abitazione, per la sua semplicit e immediatezza di costruzione,
estremamente elementare e ovviamente meno complessa rispetto alle costruzioni sudamericane, in
particolare colombiane, ma fornisce, cos come le abitazioni di Viviendas Hogar de Cristo in Ecuador,
la possibilit per i nuclei familiari, di avere un abitazione nellimmediato.
3.5.4 Il bamb per costruzioni in Bangladesh
In Bangladesh, malgrado il bamb sia abbondante e largamente diffuso sul territorio (vedi fig. 44), a
causa principalmente di una cattiva gestione delle risorse, vi una forte carenza nella sua disponibilit
di approvvigionamento.
Tabella 8 Domanda ed offerta del bamb (espresso in milioni di culmi) in Bangladesh. Da: Nuruzamman, 1999

Stima al 1988
Prevista per il 2008
Prevista per il 2013

Domanda
761.1
*868.1
*901.5

Offerta
679.8
**637.8
**576.9

Gap
81.3
230.3
324.6

Fra le specie pi abbondanti c la Melocanna baccifera (Muli) che la pi comune e pertanto quella
maggiormente utilizzata nel Paese e in particolare nellarea sudorientale, la Chittagong Hill Tracts
(CHT).
Il bamb a livello nazionale non gode dellattenzione che meriterebbe per le sue potenzialit nello
sviluppo delle risorse del Paese e per le sue molteplici applicazioni.
Il settore residenziale del Bangladesh soffre di unenorme carenza di alloggi, e il problema, oltre che
laspetto quantitativo, riguarda anche laspetto qualitativo, come nel CHT, dove le case sono costruite o
di bamb e legno o di sola terra, mentre il tetto rappresenta di solito l'unica eccezione all'uso di
52

Figura 46 - Distribuzione del bamb in


Bangladesh. da Nuruzzaman, 1999

materiali locali vegetali, in quanto normalmente vengono


preferiti materiali non vegetali, come lo stagno, per
realizzarne la copertura.
Il processo di costruzione, se la casa non viene costruita
dagli stessi proprietari, controllato dai majis (esperti
locali), che applicano le conoscenze tradizionali
tramandate di generazione in generazione.
Le costruzioni in bamb realizzate in Bangladesh,
malgrado un recente progetto portato avanti
dallINBAR7, mantengono unarchitettura ed una
complessit costruttiva essenziali, che derivano
fondamentalmente da limitazioni di tipo economico, con
limpiego di unattrezzatura minimale e di facile
reperibilit, lutilizzo di manodopera locale o
lautocostruzione ed un tempo di realizzazione delle
costruzioni che non supera alcune settimane.
Ovviamente questo tipo di costruzioni non forniscono la
possibilit di avere delle facilities in casa, ossia servizi,
ma garantiscono standard di sicurezza minimi contro gli
eventi naturali frequenti sul territorio.

Figura 47 - case in bamb - Bangladesh

INBAR, International Network for Bamboo and Rattan, unorganizzazione intergovernativa


finalizzata a migliorare e promuovere a livello sociale, economico ed ambientale, I benefici
derivanti dalle applicazioni del bamb e del rattan.
7

53

3.5.5 Filippine: bahay kubo


Sin dai tempi pi antichi il bahay kubo, detto anche nipa hut, stata labitazione tipica delle
popolazioni filippine, e lo tuttora nelle zone rurali del Paese.
Questo tipo di abitazioni pre-ispaniche erano perfettamente adattate al clima e potevano essere
facilmente riparate o ricostruite dopo i frequenti tifoni, o inondazioni o terremoti con strumenti
semplici e materiali locali. Dopo la colonizzazione, gli spagnoli introdussero la loro architettura, ma si
resero conto che i loro edifici in pietra non erano adatti a resistere a lungo in un territorio
continuamente interrelato da fenomeni sismici.
Allingrandirsi delle citt e allestendersi delle piantagioni le classi sociali emergenti hanno costruito
case pi resistenti e con caratteristiche differenti, combinando le caratteristiche strutturali del bahay
kubo con elementi stilistici da Europa e Asia. Da questa mescolanza di elementi venne fuori il bahay na
bato, ossia la "casa di pietra", utilizzata dal 19 secolo fino alla seconda guerra mondiale.
Le antiche case filippine erano uniche, e vi risiedeva ununica famiglia. Esse presentavano unampia
gamma di stili e potevano avere delle differenze a livello regionale, pur mantenendo la maggior parte
delle caratteristiche in comune.
Queste abitazioni arano tipicamente di due piani, con la parte principale della casa situata al livello
superiore, dove, per sfruttare lazione di raffreddamento delle brezze, venivano costruite grandi finestre
apribili.
Sotto le grandi finestre venivano
realizzate delle piccole finestre,
chiamate ventanillas, che erano
schermate da griglie o balaustre e
consentivano unadeguata ventilazione
quando le finestre pi grandi erano
lasciate chiuse di notte o in caso di
temporali.
Le pareti inferiori del bahay na bato
erano tradizionalmente costruite in
pietra o in muratura, mentre nelle
abitazioni pi modeste questi materiali
potevano essere sostituiti dal legno per
entrambi i piani della casa, oppure
potevano essere utilizzati blocchi di
materiale di risulta per il livello
Figura 48 - Bahay kubo con la parte inferiore, nel retro, costrita in
inferiore.
blocchi di materiale di risulta. Camiguin Island, foto di Robert
Il livello inferiore della casa, detto
Gardner
Zaguan, era una sorta di garage, ed in
passato era utilizzato come magazzino, mentre attualmente ha spesso funzione di ufficio o negozio di
famiglia. Sfortunatamente queste abitazioni fatte in legno/bamb e pietra stanno scomparendo,
alterando le caratteristiche del paesaggio urbano e rurale filippino.

54

I centri commerciali invadono molte citt, facendo comparire mucchi di case senza carattere, e i bahay
na bato, che era naturalmente illuminato di luce filtrata e rinfrescato dalle brezze che lambivano la
struttura, ha visto le grandi finestre venir chiuse dal vetro e introdurre laria condizionata per

Figura 49 - Immagine di sinistra: vecchie e nuove abitazioni a confronto, Clarin, Bohol Island. Immagine di destra:
una elegante abitazione in bamb di Albuquerque, Bohol Island. Foto di Robert Gardner

climatizzare gli ambienti domestici.


Si possono trovare interessanti esempi di queste case nelle citt di provincia.
Alcune citt si sono impegnate per conservare il loro patrimonio architettonico, ed esempi di
architettura locale tradizionale possono ancora essere ammirati a Vigan in Ilocos Sur.
Inoltre il Museo Nazionale di Manila ha una mostra di foto e disegni architettonici delle antiche case di
Vigan.Anche nelle citt di Taal e Batangas sono ancora presenti edifici ben conservati.
Cos come si possono ammirare alcune belle case antiche in Quiapo e Binondo e in alcune parti di
Manila, che non sono stati distrutti nella seconda guerra mondiale.
3.5.6 Indonesia
Come in molti altri paesi del Sud-Est asiatico, il bamb rappresenta il materiale predominante nelle
costruzioni della cultura tradizionale e attualmente nelle abitazioni rurali. Probabilmente le case
tradizionali pi interessanti e pittoresche sono quelle che si trovano a Nord e ad Ovest di Sumatra, con i
loro tetti acuti con i profili rivolti in alto, che formano una cresta
In Indonesia sono presenti 15 specie principali di bamb, di cui sei sono abbondantemente diffuse e
molto in uso fra la popolazione.
Bambusa bambos
("Bamb Oriduri")
Bambusa vulgaris
("Bamb Grading")
Dendrocalamus asper
("Bamb Petung")
Bambusa spinosa
("Bamb Greng'')
Gigantochloa apus
("Bamb Apus")
Gigantochloa venticallatta
("Bamb Andong")

Altezza (metri)
25

Diametro (centimetri)
15

20

10

30

20

20

12

20

15

26

15

55

Nella costruzione di una casa rurale, la specie di bamb Petung generalmente usato per i pali e le
strutture, mentre il tetto viene realizzato con bamb Andong e listelli di piastrelle di Petung o Andong
(7 centimetri di diametro per la realizzazione
del tetto, e non meno di 4 centimetri per le
intelaiature e rinforzi). Il Bmab Apus
considerato idoneo se assemblato in piccoli
pannelli di centimetri di diametro o gi di l.
Le strutture degli edifici rurali sono in genere
legati con funi in rattan, o in corda di bamb.
Nelle costruzioni migliori, i bamb sono
tagliati allaltezza dei nodi e vengono occluse
le estremit aperte per impedire lingresso dei
parassiti.
In caso di contatto con il suolo, i gruppi di
bamb vengono abitualmente ricoperti con la
Figura 50 - Anni '30: costruzione rurale tradizionale in
"injuk" (fibre di palma) e vengono anche
bamb
asfaltate per prolungarne la durata.
E anche diffuso poggiare su un basamento di mattoni o pietre le strutture in bamb.
I tetti sono generalmente costituiti da culmi di grande diametro divisi a met e assemblati, con il primo
strato legato con la faccia concava verso l'alto.
Il secondo strato viene invece posizionato sopra il primo con il lato convesso verso l'alto. Questo tetto
semplice e ma non indicato nelle zone a diffusione di peste, poich pu offrire riparo ai ratti e
favorire la loro colonizzazione.
In molte zone dell'Indonesia la peste endemica e si scatena talvolta in epidemie, perci necessario
attuare le giuste precauzioni per evitare il contatto con i topi ed il loro stazionamento nella costruzione.
In Indonesia, e in particolare per Java con
la sua pi alta densit di popolazione, si
sono costituiti dei comitati scientifici al
fine di individuare i metodi per
migliorare le propriet e gli usi del
bamb, a scapito delluso di altri
materiali.
Alcune ricerche sono ancora in corso di
realizzazione sulle propriet meccaniche
del bamb indonesiano quando viene
utilizzato come materiale di rinforzo in
calcestruzzo
e
sui
metodi
di
impregnazione per la conservazione.
Figura 51 - Costruzione moderna in bamb

56

3.5.7 Il Padiglione ZERI di Hannover (Expo 2000) e il Padiglione di Vergiate


Il Padiglione ZERI stata la prima costruzione in bamb presentata in Europa in via temporanea, con
funzioni architettoniche del tutto simili a quelle di edifici costruiti con materiali convenzionali.
La costruzione ha forma circolare, senza inizio e senza fine, aperta, con il proposito ideale di invitare
tutti ad entrare e partecipare senza difficolt. E' simbolo di unorganizzazione universalmente
accessibile che incarna i concetti e le
tecnologie che sono applicabili ovunque e
accessibili a tutti." (Marshall McLuhan)
Poich uno degli obiettivi di ZERI quello di
rendere il bamb il materiale da costruzione
pi largamente utilizzato nel Sud America,
l'organizzazione ha deciso nel 1997 di
costruire il padiglione al fine di renderlo un
punto di riferimento nelledilizia.
Simon Velez, architetto colombiano di Bogot,
stato colui che ne ha realizzato il progetto:
lavorando con il bamb da lungo tempo, ha
sviluppato una nuova tecnologia per collegare
le canne di bamb a basamenti in cemento,
Figura 52 - Particolare delle fondazioni del Padiglione ZERI riuscendo cos a costruire anche edifici di
grandi dimensioni e con grandi campate.
Il progetto del padiglione di Simon Velez costituito da una struttura circolare in bamb, o pi
esattamente da un poligono con dieci lati, con un diametro di 40 metri. La copertura sovrastante eccede
la base della struttura di 7 metri di larghezza, determinando quindi la possibilit di lasciare il padiglione
aperto, ma protetto dalla pioggia.
Ledificio costituito da due cerchi concentrici sostenuti da 20 colonne di sostegno in legno che
misurano misura 8-14 metri d'altezza. Larea offerta complessivamente dal padiglione su entrambi i
livelli di 2.150 m (1.650 m al livello inferiore e 500m nella gallery al primo piano). Il tetto del
padiglione decagonale e si protende sette metri oltre il livello della galleria. Ha un diametro di 40 m,
ed alto 14,5 m al colmo del tetto e alto 7 m alla grondaia. La copertura fatta di piastrelle di cemento
di 9 millimetri di spessore, rinforzate con elementi in bamb impiantati su uno strato di cemento di 3
centimetri di spessore. Questo strato di malta
poggia su un sotto-strato di metallo laminato
che scarica il suo peso su stecche radiali
disposte concentricamente e strettamente
vicine le une alle altre.
Il tetto tipico dello stile architettonico di
Simon Velez, che si definisce un architetto dei
"tetti". Infatti la sporgenza del tetto, che
molto pi grande del necessario, una
costante nelle strutture di Velez.
Il padiglione, con il suo ampio tetto somiglia
ad un fungo, accentuando la fisicit della
struttura: non a caso, i funghi occupano un
ruolo molto importante nella progettazione di
alcune fattorie di Velez.
Figura 53 Vista della parte inferiore del tetto del Padiglione
ZERI di Hannover

57

Il materiale utilizzato ha compreso oltre 3.500 culmi della specie Guadua angustifolia proveniente
dalla Colombia, e la costruzione stata realizzata da circa 40 operai.
Poich in Europa non esistono standard di certificazione per le costruzioni in bamb, per ottenere
lautorizzazione a realizzare questa costruzione in Germania, lingegner Klaus Steffens ha condotto
prove statiche su un prototipo del padiglione realizzato a scala reale a Manizales, Colombia.
Leccellente esito delle prove ha rappresentato un importante precedente, che, a seguito delle prove
statiche condotte, ha permesso di ottenere parametri scientifici del materiale in bamb impiegato.
Due modi diversi sono stati utilizzati per calcolare le caratteristiche statiche degli elementi strutturali.
Inizialmente i calcoli sono stati effettuati applicando i valori gi conosciuti in letteratura sulle propriet
statiche e meccaniche del legno, successivamente sono stati applicati i valori ottenuti dagli esperimenti
condotti dalla FMPA dellUniversit di Stoccarda su culmi di Guadua angustifolia di diametro
compreso fra 10 e 14 cm e spessore delle pareti del culmo compreso fra i 15 e i 20 mm. I primi calcoli
utilizzarono i valori conosciuti per il legno approssimandoli per il bamb, ma i risultati ottenuti dagli
studi condotti dal FMPA hanno rilevato che i valori relativi alla resistenza del bamb sono superiori ai
valori riscontrati per il legno anche se flessuosit e taglio risultavano leggermente peggiori. Le
giunzioni sono state testate in due modi diversi, utilizzando sia i risultati degli esperimenti condotti in
Colombia, sia quelli dei test condotti a Stoccarda.
Tabella 9 Confronto dei dati ottenuti dalla FMPA di Stoccarda sul bamb e su altri materiali costruttivi.
(kN/cm)
elastic modulus
compressive compressive
tension strength
bending strength
shearing strength

spruce
1100
4,3
8,9
6,8
0,7

bamboo
2000
6,2-9,3
14,8-38,4
7,6-27,6
2,0

steel St37
21000
14
16
14
9,2

In Italia stata costruita la prima struttura dEuropa a uso pubblico interamente in bamb e a carattere
permanente: si trova a Vergiate (Va) ed destinata a ospitare le manifestazioni estive del paese.
Per costruirla sono stati utilizzati 400 culmi di bamb per un totale di circa 500 metri quadrati. La
specie utilizzata la Guadua angustifolia e proviene dalla
Colombia.
La costruzione del padiglione in bamb di Vergiate, in provincia
di Varese, nata da una proposta formativa di learning-by-doing
promossa e realizzata dallAssociazione EMISSIONIZERO, su
ispirazione della costruzione del padiglione ZERI dellExpo di
Hannover.
Il padiglione copre unarea di circa 500 metri quadri su uno
sviluppo planimetrico di 30 metri per 16 circa. formato da tre
corpi a due falde, uno centrale, alto4 metri in corrispondenza alle
travi principali, e lungo 13, e due corpi che lo fiancheggiano pi
bassi di un metro e lunghi rispettivamente 8 metri (quello a
sinistra) e 11 metri (quello a destra).
La struttura, ispirata da uno schizzo dellarchitetto colombiano
Simon Velez, costituita da 15 capriate poste su un interasse di
due metri luna dallaltra e ognuna sostenuta da tre pilastri: uno
verticale e due inclinati a mo di contrafforte. La luce tra gli
appoggi delle capriate di 10 metri.
Figura 54 - Particolare delle
fondazioni del Padiglione di Vergiate
La sequenza operativa ha ricalcato quella seguita usualmente da
58

Simon Velez, che prevede linversione di quella


delle tecnologie costruttive correnti: inizia dalla
costruzione del tetto e termina con le fondazioni.
Il motivo sostanziale di questinversione nella
costruzione quella di trasferire le tolleranze
dimensionali alle fondazioni che non sono
visibili.
I mezzi dopera utilizzati sono stati elementari:
hanno richiesto, oltre i normali attrezzi di
carpenteria in legno e in ferro, lutilizzo di
trapano dotato di punte tazza e di levigatrici
fisse e mobili per la realizzazione di alcune delle
giunture realizzate.
Le movimentazioni in cantiere sono state
completamente manuali (in parte grazie alla
leggerezza del bamb) e alcune operazioni sono
Figura 55 - sezionetrasversale del portale tipo del
state condotte attraverso unautogru.
Padiglione di Vergiate (Va)
Gli operatori sono stati circa 15/20, essi erano
partecipanti ai corsi della durata di una settimana che, sotto la direzione di due istruttori, hanno posato
le capriate di tre portali senza pilastri e attacchi al suolo.
Il primo modulo, costituito da tre portali, poi stato completato, nel giro di una quindicina di giorni, da
una squadra formata da sei operatori professionalizzati e un capocantiere.
Lorganizzazione del lavoro di cantiere ha poi ricalcato questa composizione di due squadre di tre
persone, pi un capocantiere, con la sola introduzione di una piccola gru su autocarro per le operazioni
di posa dellorditura secondaria.

Figura 56 - Il Padiglione di Vergiate

59

3.5.8 Bamboo House della Grande Muraglia


In Cina, nella zona della Grande Muraglia, stato realizzato un progetto particolare: un'area a
destinazione turistico/ricettiva formata da undici abitazioni e una club-house progettate dai pi
importanti architetti asiatici contemporanei.
Uno dei dodici edifici stato progettato dall'architetto giapponese Kengo Kuma, conosciuto per il suo
approccio ambientale sostenibile e per la sua ricerca progettuale che mira ad idee di fusione tra lo
spazio costruito e lo spazio naturale.
Il progetto si propone di contestualizzare la struttura nellambito del paesaggio della Grande Muraglia,
rendendolo parte integrante di esso ed utilizzando un materiale tradizionale cinese come il bamb.
Kengo Kuma dice che stato ispirato proprio dalla
forma della Grande Muraglia in questo progetto.
Egli spiega di essere stato attratto dal suo percorso,
dal modo in cui si estende quasi all'infinito lungo il
crinale e stabilisce un legame indissolubile con
essa. La Grande Muraglia, costruita da mani
umane, non mai un oggetto isolato nel paesaggio,
ma vive in perfetta simbiosi con esso.
L'idea di integrazione, di fusione di architettura e di
terra - che Kuma ha detto perfettamente incarnata
Figura 57 - Vista della struttura turistica ricettiva della dalla Grande Muraglia ha guidato il progetto
piano per la Bamboo House.
Grande Muraglia
Bamb, carta di riso, ardesia e vetro sono i
materiali utilizzati per contestualizzare la casa nella sua collocazione ambientale. In particolare il
bamb, il materiale tradizionale locale, diventa la pelle della casa, coperto da una cortina di canne.
Lo spazio interno pi protetto in alcune parti, pi
aperto in altri, ma lapertura verso lesterno
"filtrata", oppure si apre completamente verso il
paesaggio in un gioco sapiente di luci e ombre,
utilizzati come materiali da costruzione vera.
L'interno prende forma attraverso la distribuzione e
la trama della "cortina di bamb: a seconda della
densit del bamb e il suo diametro, questo
materiale offre una variet di opzioni per il
partizionamento dello spazio ". L'ambiente esterno
penetra nel cuore della casa, ma non come un ospite.
Il paesaggio sembra avere un rapporto di grande
fiducia con la casa, nella misura in cui l'architettura
di Kuma sembra essere un episodio naturale.
Il pavimento in ardesia "chiude" la casa a terra e gli
elementi naturali esterni si fondono con ledificio,
dove il pavimento in ardesia lascia il posto a una
distesa d'acqua che riflette l'immagine della collina.
Il materiale in bamb, di provenienza locale, stato
lavorato in Giappone a causa dell'incapacit tecnica, Figura 58 Particolare del pavimento in ardesia e della
vista sul paesaggio
in Cina, di scavare l'interno delle canne.
60

Il bamb prima di poter essere utilizzato stato sottoposto ad alcuni trattamenti di base a protezione da
tarli e muffe. Il sistema impiegato un antico metodo giapponese tuttora in uso e consiste in un rapido
riscaldamento a fiamma della superficie laterale della canna (270) fino a provocare l'emissione di una
resina che polimerizza naturalmente, formando una pellicola autoprotettiva. Dopo questo trattamento il
bamb stato ricoperto con un olio, come suggerito dai carpentieri locali cinesi.
Il taglio verticale interno del bamb stato realizzato attraverso l'uso di uno speciale perforatore. Dopo
la rimozione del midollo interno si passati alla realizzazione di un pilastro strutturale inserendo
all'interno della canna un'asta in acciaio per tutta la lunghezza dello stelo.
A questo punto stato eseguito un getto
controllato
di
cemento
per
apportare
compattezza all'insieme. In pratica la canna di
bamb stata usata come cassaforma a perdere.
In seguito a questa lavorazione piuttosto
semplice si sono incrementate le propriet
strutturali del bamb risolvendo alcune fragilit
causate dalla sua intrinseca flessibilit senza
modificarne minimamente le caratteristiche
estetiche.

Figura 59 - Particolari interni della Bamboo House della


Grande Muraglia

61

3.6 Impatto ambientale


L'impatto ambientale del settore edilizio enorme. Si stima che in tutto il mondo la fabbricazione di
cemento contribuisce al 10% di tutte le emissioni di CO2 industriali.
La sostituzione, anche parziale, di materiali da costruzione tradizionali con materiali di origine vegetale
potrebbe generare un promettente filone di nuovi e innovativi impieghi caratterizzati da un basso tenore
di CO2 rispetto ai cementi e al calcestruzzo per ridurre l'impatto ambientale delle nuove infrastrutture.
Oltre a ridurre questa impronta ambientale, questi nuovi materiali da costruzione offrirebbero altri
nuovi vantaggi fra cui un livello di isolamento termico ed una migliore regolamentazione del livello di
umidit.
I principali vantaggi ambientali derivanti dallimpiego del bamb nel settore edilizio possono essere
cos sintetizzati:
1. riutilizzo, con un notevole valore aggiunto, degli scarti del bamb;
2. riduzione del consumo di cemento Portland e relativa riduzione delle emissioni di CO2 per la
sua produzione, in misura di 1 ton di CO2 per ogni tonnellata di cemento sostituito
3. contenimento dellestrazione di inerti naturali a seguito della minor quantit di calcestruzzo
necessario per la realizzazione delle opere (opere pi snelle in virt della maggiore resistenza
specifica dei materiali utilizzati).
4. riduzione della quantit di rifiuti da demolizione per effetto delle ridotte dimensioni delle opere
e dellaumento della loro vita utile;
5. aumento dellautonomia di costruzione nei Paesi dove tale materiale si trovi in abbondanza;
6. riduzione dellinquinamento prodotto dai mezzi pesanti adibiti al trasporto in opera del
calcestruzzo per effetto delle minori quantit da movimentare e ridotte.

62

Il bamb nel settore tessile

La specie di bamb utilizzata per la produzione tessile il Phyllostachys heterocycla pubescens,


comunemente nota come bamb Moso.
Questa variet cresce ed utilizzata principalmente in Cina, dove ampiamente sviluppato il settore
della tessitura che utilizza nella produzione di filati e tessuti creati viscosa prodotta da bamb. Il
bamb Moso una delle specie pi grandi presenti nelle zone temperate e viene anche coltivata da
aziende agricole a conduzione familiare, che ne utilizzano inoltre i suoi germogli a scopi alimentari.
Nel mondo la produzione totale di fibre
tessili, per lanno 2004, stata di oltre
66 milioni di tonnellate.
Tabella 10 Produzione mondiale di fibre
tessili
2003

2004

SINTETICHE

33.648

36.228

54,5

7,7

ARTIFICIALI

2.847

3.078

4,6

8,1

36.495

39.305

59,1

7,7

20.700

26.000

39,1

25,6

(.000 ton)

Quota % Var. %
04/'03

Fibre

CHIMICHE
COTONE
LANA
TOTALE

Figura 60 - Bamb "Moso"

1.231

1.208

1,8

-1,9

58.426

66.513

100,0

13,8

Fonte: Saurer, JCFA, stime Assofibre

La produzione di fibre tessili dal bamb segue in maniera schematica la struttura della figura
seguente (fig. 59):

Figura 61 Fasi produttive della fibra di bamb

Come risulta evidente, per la produzione delle fibre tessili le strade perseguibili sono due:
a- la lavorazione meccanica che riguarda in particolare la fase di lacerazione delle parti
legnose e la loro separazione dalle parti fibrose attraverso varie fasi di lavorazione esempio
produzione di tessuti con canapa, lino, ginestra ecc. -; un procedimento oggi molto costoso poich
eseguito generalmente a mano;
b- il trattamento chimico, a base di NaOH (soda caustica) oppure il disolfuro di carbonio,
entrambi molto pericolosi per lambiente e la salute.
Lutilizzo del bamb nel tessile sta diventando un prodotto sempre pi popolare e spesso viene
pubblicizzato come un prodotto "sostenibile", con cui vengono realizzati moltissimi articoli come
asciugamani, calzini e T-shirt che vengono spinti moltissimo sul mercato,
esaltando le virt del bamb e classificandoli come prodotti "a base di
bamb".
Tuttavia, attualmente8, la totalit dei "tessuti di bamb" sono in realt
tessuti in viscosa, una fibra di cellulosa rigenerata, prodotta attraverso il
trattamento chimico del bamb, con un processo molto simile alla
produzione della viscosa a partire da residui di legno o altri scarti.
Figura 62 -

4.1 La regolamentazione dei mercati sulla viscosa di bamb


Le autorit dei pi grandi mercati tessili mondiali UE, USA e Canada, hanno definito norme
specifiche che regolamentano letichettatura e la commercializzazione del bamb tessile.
In particolare lUnione Europea ha emanato la direttiva n 2008/121/EC (pubblicata il 14 gennaio
2009) relativa alle denominazioni del settore tessile, che armonizza i requisiti di etichettatura e le
denominazioni delle fibre tessili, e descrive inoltre le condizioni e le regole da seguire
nell'etichettatura dei prodotti tessili per essere immessi sul mercato UE.
Le informazioni che devono essere fornite riguardano il contenuto di fibre tessili del prodotto tessile
e in questo ambito possono essere utilizzati solo i nomi delle fibre riportate nellallegato I della
presente direttiva. Il nome "bamb" non incluso nell'allegato I, e pertanto, non pu essere
utilizzato ai fini della descrizione obbligatoria di composizione delle fibre.
Al contrario, la "viscosa" inclusa nell'allegato I e quindi dovrebbe essere correttamente usata per
descrivere le fibre corrispondenti alla definizione, compresa la viscosa ottenuta a partire da fibre di
bamb.
Anche negli Stati Uniti d'America, la Federal Trade Commission, l'agenzia statunitense di tutela dei
consumatori, ha stabilito ("Textile Fiber Products Identification Act") che le fibre tessili in bamb
non possano essere definite tali, a meno che il prodotto non sia fatto direttamente in fibra di bamb
ottenuto da "lavorazioni meccaniche".
In caso contrario , ossia se esso un prodotto in cui la fibra di bamb stato soltanto la fonte
vegetale, deve essere etichettato e pubblicizzato utilizzando il nome generico per la fibra, ossia,
viscosa da banb.
In Canada, la CCB - Canadian Competition Bureau ha imposto agli importatori e rivenditori di
rispettare la nomenclatura del Textile Labeling Act (TLA) e il Textile Labeling and Advertising
Regulations (TLAR) nei rapporti commerciali con il Paese.

Vedi nostro Report Missione - aprile-maggio 2009 La fibra di bamb una opportunit per le imprese toscane del
settore tessile e del mobile - Parte I pag. 14 e seguenti e Parte III pag. 24-29.

64

Queste normative prevedono che se il prodotto realizzato in fibre sintetiche di viscosa derivate dal
bamb, il nome generico di fibra deve innanzitutto fare riferimento alla viscosa "o al corrispondente
processo delineato nella TLAR, seguito dalla parola" da bamb ".
Se inoltre i prodotti ottenuti da fibre sintetiche derivate da bamb sono dichiarate "naturalmente
antibatteriche" o "protettive contro i raggi UV", necessario che queste affermazioni siano
supportate da prove sperimentali adeguate. Infine, se il prodotto viene definito "eco-friendly", esso
deve anche a rispettare le norme in materia di dichiarazioni ambientali.
4.2 Le problematiche ambientali legate alla lavorazione delle fibre in bamb
Il bamb presenta unelevata sostenibilit ambientale nei processi di produzione primaria: esso
viene generalmente coltivato senza luso di pesticidi9 ed inoltre una pianta a basso consumo
idrico, ha dei tassi di crescita estremamente veloci e il suo apparato radicale viene preservato al
momento della raccolta (favorendo la stabilit del terreno e permettendo la rigenerazione delle
piante), contrariamente a quanto avviene invece per il cotone.
Purtroppo sono i processi di trattamento del materiale grezzo successivi che lo rendono
ambientalmente pericoloso e ad elevato impatto ecologico, in quanto vengono impiegati solventi
molto forti necessari a renderlo adatto a qualsiasi uso tessile.
I solventi impiegati generano dei prodotti di scarto del processo di fabbricazione che vengono
eliminati attraverso le acque reflue e possono inquinare le falde acquifere sotterranee attraverso i
processi di dilavamento del terreno.
Tali sostanze sono anche pericolose per la salute dei lavoratori e generano un inquinamento locale
nellimpianto di trasformazione. Per la lavorazione del bamb in queste prime fasi sono disponibili
anche metodi meccanici, ma sono meno utilizzati perch pi costosi.
Tali metodi meccanici consistono nelleffettuare un lavoro di schiacciamento della pasta di legno
del bamb, senza aggiungere solventi nocivi. Sono stati sviluppati recentemente anche processi a
circuito chiuso (il Lyocell viene prodotto riciclando quasi il 90% dei prodotti di scarto) che
permettono di sviluppare dei trattamenti ambientalmente sostenibili per la lavorazione delle fibre
tessili.
I vantaggi della coltivazione del bamb rispetto al cotone sono gi stati accennati, ma importante
considerare anche la resa che ha il bamb rispetto al cotone: senza l'utilizzo di fertilizzanti o
pesticidi, il bamb ha un rendimento 10 volte
superiore a quello del cotone, ed importante ricordare
che anche il cotone biologico utilizza una quantit
enorme di acqua per la coltivazione. stato stimato
infatti, che riciclare un kilo di cotone, permette di
risparmiare circa 20.000 litri di acqua.

4.3

Il processo di lavorazione delle fibre di


bamb
La maggior parte dei tessuti in bamb fabbricati
secondo londa ecologica del settore abbigliamento,
sono fabbricati chimicamente attraverso la cottura delle
foglie di bamb e dei germogli lignei in forti solventi
chimici, come ad esempio lidrossido di sodio (NaOH)
Figura 63 - Velour di bamb
Purtroppo ci incomincia non essere pi vero poich in Cina si fa largo uso di pesticidi nelle foreste di bamb per
proteggere i culmi dagli attacchi dei parassiti. Vedi nostro Report Missione - aprile-maggio 2009 La fibra di bamb
una opportunit per le imprese toscane del settore tessile e del mobile pag. 64.
9

65

e il disolfuro di carbonio, in un processo anche noto come idrolisi alcalinizzante combinata con
candeggio multi-fase.
Tali processi possono essere riassunti nelle fasi seguenti:
1. Estrazione delle foglie e della parte morbida, del midollo interno al disco del tronco del
bamb: queste parti vengono estratte e tritate;
2. La cellulosa di bamb schiacciata viene messa a bagno in una soluzione composta dal 15%
al 20% di idrossido di sodio a una temperatura tra i 20-25 gradi C, da una a tre ore, per
formare alcali di cellulosa;
3. Gli alcali di cellulosa di bamb vengono quindi premuti per eliminare ogni eccesso di
soluzione di idrossido di sodio; in seguito vengono schiacciati da una smerigliatrice e
lasciati ad asciugare per 24 ore;
4. Circa un terzo di disolfuro di carbonio viene aggiunto agli alcali di cellulosa di bamb per
solforare il composto al fine di farlo rapprendere;
5. Ogni residuo di disolfuro di carbonio viene rimosso attraverso un processo di evaporazione
dovuto alla decompressione: il risultato la cellulosa di sodio xanthogenato;
6. Una soluzione diluita di idrossido di sodio viene aggiunta alla cellulosa di sodio
xanthogenato per dissolverlo, in modo da creare una soluzione viscosa composta di circa il 5%
di idrossido di sodio e dal 7% al 15% di
fibra di cellulosa di bamb.
Il Lyocell
7.
La viscosa di cellulosa di bamb
viene costretta, mediante beccucci da
filatore, in un grande contenitore con una
soluzione diluita di acido solforico e di
sodio xanthogenato che indurisce la viscosa
di cellulosa di bamb e la riconverte in fili
di cellulosa i quali vengono filati per essere
intrecciati e commercializzati come tessuti
di bamb.

I processi chimici di fabbricazione impiegati per la


produzione del lyocell di cellulosa dal legno possono
essere modificati per lutilizzo della cellulosa di bamb.
Il processo di produzione di lyocell (Tencel), utilizza
N-methylmorpholine-N-ossido per dissolvere la cellulosa
di bamb in una soluzione viscosa. Il Nmethylmorpholine-N-ossido un membro della famiglia
dellossido di ammina. Gli ossidi di ammina sono
debolmente alcalini, sono tensioattivi e aiutano a
rompere la struttura della cellulosa. Il perossido di
idrogeno viene aggiunto come stabilizzatore e la
soluzione viene costretta, attraverso filiere, in un bagno
di indurimento che genera sottili flussi di viscosa di una
soluzione per indurirla in fili di cellulosa di bamb. Il
bagno di indurimento avviene di solito in una soluzione
di acqua e metanolo, etanolo o di un alcol simile.

Esiste anche un processo meccanico di


frantumazione delle parti legnose della
pianta di bamb, allo stadio di ricerca che
impiega enzimi naturali per rompere le
barriere in modo tale che le fibre naturali
possano essere pettinate e filate. Questo
essenzialmente lo stesso metodo di
fabbricazione utilizzato per il lino o la
canapa.
La tecnologia nellambito della produzione
dei tessuti di bamb sta comunque
progredendo anche in funzione della spinta
alla sostenibilit ambientale da parte dei
consumatori e del mercato, e per questa
ragione nuove nanotecnologie sono state
introdotte nel settore dellabbigliamento
con lo studio di tessuti a base di nanoparticelle
di
carbone
di
bamb
(GreenYarn Ecofabric).
Questo tessuto particolare viene prodotto
66

con fibre di bamb dellet di 4/5 anni coltivato in Taiwan, essiccato e bruciato in forno a 800 gradi
C, fino ad essere ridotto a carbone. Il bamb viene trasformato in sottili nano-particelle che
vengono poi inserite nel cotone, nel poliestere o nelle fibre di nylon.
4.4

I vantaggi dei tessuti in viscosa da bamb

Gli esperimenti sinora condotti sui tessuti da fibra naturale di bamb, soprattutto in Cina e Taiwan,
ne decantano le caratteristiche come di un prodotto simile alla seta le cui caratteristiche possono
essere riassunte nei punti seguenti:

I tessuti in bamb hanno una naturale lucentezza e una morbidezza che si sente al tatto,
come la seta, ma meno costoso e dura di pi.
I capi dabbigliamento in bamb possono essere tranquillamente messi in lavatrice e
nellasciugatrice.
Grazie alla struttura liscia e rotonda delle sue fibre, i capi dabbigliamento in bamb sono
morbidi e non irritanti, anche per le pelli sensibili. Alcune persone affette da sensibilit
chimica non possono tollerare abiti in bamb. Non siamo sicuri che questa intolleranza sia
dovuta alla natura intrinseca del bamb ma pi probabile che sia causata da altre sostanze
chimiche aggiunte o utilizzate nel corso della fabbricazione e nei processi di finitura dei capi
di abbigliamento.
Il bamb un materiale naturalmente antibatterico ed antifungino, presumibilmente grazie
ad un agente antibatterico unico delle piante di bamb, chiamato correntemente "bamb
kun", che conferisce al bamb la propriet di trattenere gli odori.
Bamb

grezzo

Strati di
bamb

Prodotto finale

Cottura ed
evaporazione
strati di bamb

Fibra di bamb
finale

Frammentazione
e catabolismo

Cardatura delle
fibre

Figura 64 - le fasi di lavorazione della fibra tessile di bamb


Tabella 11 Parametri fisici della fibra di bamb, confrontata con altre fibre tessili (dati da BambooTex)

Linear density (dtex)


Single dry tensile strength (cN/dtex)
Single wet tensile strength (cN/dtex)
Dry tensile elongation percentage %

Bamboo fiber
1.67
2.2~2.5
1.3~1.7
14~18

Viscose fiber
1.67
2.5~3.1
1.4~2.0
18~22

Cotton fiber
1.5~1.7
2.5~3.1
1.5~2.1
8~10

Moisture regain %
Absorbency rates %
Specific density (g/cm3)
Double length (mg/100g)
Mass specific resistance /.g. cm -2

13
90~120
1.32
1.2
1.09x108

13
90~110
1.32
1.2
2.29x107

8.5
45~60
1.5~1.6
/
108

67

4.5 Vantaggi e svantaggi ambientali delluso del bamb come tessuto


Gli studi attribuiscono inoltre ai tessuti da fibra naturale bamb numerose vantaggiose ricadute
ambientali rispetto ad altri tessuti:
1) lutilizzo del bamb come materiale tessile aiuta a combattere il riscaldamento globale della terra
in quanto assorbe quasi 5 volte la quantit di gas a effetto serra di una quantit equivalente di alberi
e produce il 35% in pi di ossigeno.
2) la produzione del bamb combatte la deforestazione.
3) il bamb ha una crescita naturale fra le pi rapide rispetto alle altre piante terrestri.
4) il bamb preserva la stabilit dei bacini idrografici, poich con le sue radici previene l'erosione, il
dilavamento del terreno dovuto alla pioggia, il riassetto del suolo e la depurazione e bonifica di
acque e terreni.
5) il tessuto in bamb facile da colorare e non richiede l'uso di prodotti chimici corrosivi,
utilizzando inoltre meno acqua rispetto ai tradizionali metodi di tintura.
6) il bamb inoltre resistente alle precipitazioni estreme, e ai periodi di siccit ed di facile
coltivazione.
Purtroppo per, alcune di queste affermazioni, anche se in parte corrette, vengono smentite da
alcuni pericolosi fenomeni locali che derivano dallindiscriminata coltivazione del bamb per fini
commerciali. Di seguito vengono elencati alcuni casi su cui porre attenzione al fine di garantire che
con lincremento delluso e della coltivazione del bamb, vengano salvaguardati i relativi aspetti
ambientali.
In alcune aree dellAsia (Cina e Taiwan principalmente) la diffusione di bamb si estesa a scapito
delle foreste naturali, degli arbusti e delle piantagioni miste e di aree a destinazione agricola. Infatti
in tali aree diventata quasi una prassi acquisita abbattere alberi esistenti (con conseguente
distruzione dei loro relativi ecosistemi) e sostituirli con il bamb.
Inoltre le foreste naturali tendono ad essere situate in aree collinari e in zone di montagna con forti
pendenze, e il taglio pianificato delle piante di bamb ha portato ad un aumento dei fenomeni di
erosione che si arrestano soltanto quando la rete di rizomi sotterranei di bamb non si sia
adeguatamente estesa.
Il bamb inoltre presenta una vigorosa ed incontrollabile espansione, che spesso pu realizzarsi a
discapito delle foreste naturali nelle vicinanze delle piantagioni. Questo processo ha ricadute
altamente negative sugli ecosistemi naturali esistenti e sulla loro biodiversit.
Anche se il bamb difficilmente attaccabile da parassiti e non necessita di pesticidi chimici,
tuttavia diserbanti vengono normalmente impiegati per mantenere pulito il sottobosco, contribuendo
a far aumentare lerosione e generando di fatto delle monocolture molto estese.
A conclusione di questo capitolo va comunque sotto lineato che la domanda internazionale di
teesuti da fibra naturale di bamb in forte crescita e per soddisfarla lICBR - International Centre
for Bamboo and Rattan e lAccademia cinese del tessile con sede entrambi a Pechino stanno
conducendo studi ad alto contenuto scientifico e tecnologico in direzione delluso industriale della
fibra naturale di bamb nel settore tessile.
I risultati della ricerca hanno raggiunto uno stadio avanzato e pronti per essere trasferiti alle
industrie del settore - Per un approfondimento circa le possibilit di utilizzazione della fibra naturale
di bamb si rinvia a pag. 14 e seguenti del nostro Report Missione - aprile-maggio 2009 La fibra
di bamb una opportunit per le imprese toscane del settore tessile e del mobile -.

68

4.6 La pasta di bamb per la produzione della carta: le problematiche ambientali


Con laumento di una diffusa sensibilit alle tematiche ambientali e alla salvaguardia del patrimonio
naturale mondiale, cresciuto anche linteresse pubblico verso tipologie di carta non derivate dagli
alberi.
Alcune aziende nel campo della produzione di carta e cellulosa hanno individuato nel bamb
lalternativa 'verde' alla fibra di legno vergine e nel corso degli anni 90 hanno iniziato ad investire
su questo materiale, spostando una parte della produzione
Purtroppo l'uso industriale di bamb come materia prima, combinato con una crescente domanda
mondiale di carta, minaccia ci che rimane delle ultime foreste vergini di bamb del mondo.
Negli anni novanta molti produttori americani di carta iniziarono ad importare bamb proveniente
da piantagioni estensive del sud-est asiatico, e ci rese ampiamente disponibili sul mercato i
prodotti cartacei derivati da bamb. Purtroppo per, di pari passo con questo fenomeno, furono
generati numerosi effetti negativi sulle aree di coltivazione e produzione della materia prima: infatti
lavvio delle coltivazioni estensive aveva provocato lallontanamento degli abitanti locali dai loro
luoghi nativi, lalterazione degli ecosistemi locali e linquinamento dei corsi dacqua.
Non possibile ignorare gli effetti negativi che unindiscriminata coltivazione del bamb a livello
estensivo pu provocare sui delicati ecosistemi tropicali dei Paesi del Sud Est Asiatico: secondo il
World Wildlife Fund, gli ecosistemi di bamb in Asia sono abitati da circa 100 specie di
mammiferi, oltre 200 specie di uccelli, almeno 20 specie di rettili e 14 di anfibi".
stato stimato che l'industria globale della carta utilizza annualmente circa 1,46 milioni di
tonnellate di pasta di bamb, di cui quasi l 80 % per cento prodotto in Cina e in India.
In Asia le restanti riserve di bamb disponibili sono oltre 4 milioni e mezzo di ettari e il 60 - 70 %
delle foreste protette dell'India forniscono il bamb per scopi industriali.
Estese foreste di bamb, non ancora pienamente sfruttate, si trovano in Myanmar (Birmania), dove
vengono prodotte annualmente circa 20.000 tonnellate di pasta di cellulosa; fortunatamente un
quantitativo molto inferiore rispetto alle potenzialit delle estese foreste presenti, ma probabilmente
destinato a crescere.

69

Tabella 11 - Estensione delle foreste di bamb in Asia, America Latina e Africa (FAO, 2007)

70

Impiego del bamb nel settore alimentare

I germogli di bamb sono ampiamente utilizzati nel campo dellalimentazione, e data la


straordinaria diffusione di questa pianta in quasi tutto il mondo, unitamente alla sua rapidit di
crescita, essi costituiscono la base dellalimentazione di molte popolazioni asiatiche.
Sono circa 200 le specie di bamb commestibili che forniscono germogli di gusto gradevole, e
appartengono a vari generi, sia monopodiali (Phyllostachys spp.) che simpodiali (Bambusa spp.,
Dendrocalamus spp.).
Da un punto di vista nutritivo i germogli di bamb freschi rappresentano un alimento sano,
nutriente, ma a basso contenuto di grassi ed elevato contenuto di fibre.
Data la loro diffusione anche nelle cucine occidentali, le verdure di bamb possono essere trovate
nei negozi di alimentari e ristoranti cinesi in tutto il mondo.
Anche dopo la cottura i germogli di bamb mantengono la loro fragranza, poich la cottura non
distruggere la loro struttura.
Una volta cotti, i germogli di bamb possono essere conservati e distribuiti in tutto il mondo.
Tabella 12 - Calorie del bamb (per 100 gr di prodotto)
Amounts Per Selected
Serving
Calories
From Carbohydrate
From Fat
From Protein
From Alcohol

%DV
11.0
5.4
1.8
3.7
~

(46.1 kJ)
(22.6 kJ)
(7.5 kJ)
(15.5 kJ)
(0.0 kJ)

1%

Il Percent Daily Values (% DV) riguarda gli adulti e i bambini dai 4 anni di et, e si basano su una dieta di riferimento di
2.000 calorie. I valori giornalieri individuali possono essere superiori o inferiori a quelli indicati a seconda delle personali
esigenze.

5.1 Il bamb nellalimentazione indonesiana


La produzione di germogli di bamb in costante aumento in Indonesia, infatti attiva una
produzione, apparentemente su ampia scala, di germogli in scatola per l'esportazione.
I germogli principalmente utilizzati sono tradizionalmente quelli della specie Dendrocalamus asper,
ma, come descritto successivamente, altre specie vengono utilizzate a seconda delle differenti zone
rurali. L'industria conserviera finora utilizza solo Dendrocalamus asper, che viene coltivato a Java,
ma si trova allo stato selvatico anche sulle altre isole.
Anche se il bamb viene coltivato principalmente da proprietari privati, sarebbe auspicabile, al fine
di incrementarne la produzione, che si attuasse un pi efficace sistema di gestione della risorsa, al
fine di ottimizzarne la coltivazione nelle varie fasi di pre- e post-raccolta, di lavorazione e di
esportazione.
Per migliorare la produzione dei germogli, l'industria conserviera dovrebbe ottenere adeguati
quantitativi di bamb prima le fabbriche inizino la produzione.
Non necessario che le fabbriche posseggano e gestiscano piantagioni proprie: anzi sarebbe
vantaggioso per lintera economia del settore che questa parte della produzione fosse condivisa con
altri gruppi della comunit o con altre istituzioni nazionali: in questo modo, l'impresa cooperativa
svilupper una filiera di produzione capace di ottenere la quantit necessaria di bamb,
migliorandone anche gli standard di qualit.
In Indonesia, i germogli di bamb sono usati come risorsa alimentare da tempo immemorabile.

71

I vari tipi di piatti e le loro tecniche di preparazione, come descritto in molti libri di cucina, variano
da un gruppo etnico all'altro, e spesso differenti gruppi etnici attribuiscono nomi diversi alla stessa
pietanza: ci induce una moltiplicazione esponenziale dei piatti e alle tecniche di preparazione, che
a volte differiscono per piccoli particolari.
I germogli di bamb vengono ampiamente usati come ortaggi dagli indonesiani, sia dalle
popolazioni che vivono in citt che nei villaggi: lorigine di questo uso alimentare non
storicamente noto in Indonesia, ma la commestibilit del bamb conosciuta da tutte le trib che la
abitano, eccetto i nativi delle montagne Jayawijaya in Irian Jaya.
Anche se le foreste di bamb selvatici sono comuni in quel territorio, questa popolazione utilizza
solo i vecchi culmi per costruire frecce, ma non raccoglie i giovani germogli. Il motivo per cui non
utilizzano il bamb per scopi alimentari potrebbe essere legato al fatto che questa popolazione non
ne conosce le tecniche di cottura.
Ogni trib indonesiana ha uno o due piatti molto particolari fatti di germogli di bamb e la variet
del cibo diverso da un gruppo etnico all'altro. Fanno eccezione le trib Batak e Minangkabau che
vivono a Sumatra, che hanno un modo molto simile di cucinare il bamb.
In Europa e in America l'abitudine di mangiare germogli di bamb stata probabilmente introdotta
dagli asiatici, (cinesi, malesi, vietnamiti, giapponesi o thailandesi). Di solito si potevano acquistare i
germogli di bamb in scatola oppure essiccati.
Sebbene tutte le specie di bamb producano
apparentemente germogli commestibili, stato
riportato che alcune specie hanno bisogno di
un trattamento speciale prima che ne vengano
consumati i germogli.
Un metodo molto particolare di preparare i
germogli di bamb per fini culinari avviene nei
piatti bubui kuyuk e rendam kuvuk, che
sono preparati attraverso un processo di
fermentazione che consiste nellimmersione
dei germogli di bamb nel fango del fiume.
Figura 65 - Piatto indonesiano di Gulai Rebung (foto
A.G. 2008)

La specie utilizzata per questi piatti la


Gigantochloa nigrociliata, che cresce allo stato
selvatico nellarea di Banten (a part of West

Java), dove diffuso questo piatto.


Ci sono 8 tipi di pietanze che utilizzano i germogli di bamb come verdura principale. Sono i
seguenti:
1. Rebung Lodeh - Zuppa mista di germogli di bamb con latte di cocco.
2. Rebung Sayur - Zuppa di germogli di bamb con latte di cocco.
3. Asam Garang - Pollo o manzo agrodolce con germogli di bamb.
4. Gulai Manis rebung Zuppa dolce di germogli di bamboo.
5. Masam Gulai rebung - Minestra acida di germogli di bamb.
6. Gulai Basah Teri rebung - Zuppa di germogli di bamb mescolata con piccoli pesci di
mare essiccati.
7. Beko: zuppa di pesce con germogli di bamb e zucca.
8. Capcay - verdure miste.
In Indonesia molto popolare il lumpia, una sorta di frittella di farina e uova che costituiscono il
rotolo esterno contenente verdure cotte e spezie. Questo piatto stato introdotto dai cinesi, ma oggi
conosciuto in tutta l'Indonesia: i Lumpia pi famosi vengono fatti a Semarang (Giava Centrale).

72

La caratteristica principale del Lumpia che i germogli di bamb sono il suo ingrediente base:
infatti esso costituito da germogli di bamb a fette, germogli di soia e pollo speziato con cipolla,
aglio, sale e pepe.
Un altro popolare uso dei germogli di bamb
consiste nellessiccarli e questa pratica
molto usata in alcune trib.
Questa preparazione stata ben sviluppata in
Giappone, Cina e Thailandia. Nel corso di
una esplorazione botanica del Sud Sulawesi,
si osservato che le popolazioni locali, e
soprattutto le persone pi anziane,
praticavano la preparazione di questo
alimento.
Durante unaltra esplorazione nelle Molucche
di recente, stato rilevato che anche altre
Figura 66 - Lumpia Semarang
trib che vivono nella parte centrale del West
Seram Island consumano bamb essiccati ene conoscono la tecnica di essiccazione.
Non si sa quando questa pratica ha iniziato in quella zona isolata, ma l'obiettivo quello di
preservare i germogli di bamb durante la stagione di crescita, ed averli disponibili durante la
stagione di scarsit di risorse vegetali.
In Indonesia, sotto linfluenza cinese, si sono diffusi numerose tecniche per la conservazione dei
germogli: la produzione di bamb sottoaceto (con aceto, zucchero e sale), bamb sungsi, ossia
bamb fermentato utilizzato come contorno/condimento di numerosi piatti di carne. Questo cibo
normalmente preparato con i germogli di Dendrocalamus asper e Gigantochloa spp.
Inoltre un altro piatto il Kuyuk, molto simile a sungsi, ma a base di Gigantochloa nigrociliata.
Viene prodotto principalmente da persone provenienti dal Sud Sukabumi.
Infine, il bubui kuyuk, molto simile a sungsi, un tipo di piatto con i germogli non sbucciati prima
di essere cucinati. Questo piatto particolare peculiare si trova solo in Sud Sukabumi dove diffusa
la G. nigrociliata, che cresce allo stato selvatico.
5.2 Ricette a base di bamb
Di seguito si riportano alcune delle pi popolari ricette indonesiane,
5.2.1 Lodeh rebung
Ingredienti: 2 kg di germogli di bamb, 100 gr
di foglie di Gnetum gnemon, Tempe
(formaggio di soia fermentato), 1 kg di cocco
per fare il latte di cocco. Spezie: 5 cipolle, 3
agli, 3 chili, 2 Aleuritas moluccana (noce
indiana), un galangal, 2 foglie di Syzygium
polyanthum, zucchero di palma, sale.
Affettare i giovani germogli e farli bollire fino
a renderli morbidi. Rosolare il peperoncino, la
cipolla, laglio. Macinare tutte le spezie,
tranne le foglie di Syzygium e il galangal.
Fare bollire il latte di cocco, aggiungere i
germogli, le foglie di Gnetum gnemon e le
Figura 67 - Lodeh Rebung
spezie e mescolare fino a cottura.
73

5.2.2 Sayur rebung


Ingredienti: 1 kg di germogli di bamb, 1 kg di cocco per fare il latte di cocco.
Spezie: 3 cipolle, 1 aglio, coriandolo, curcuma, zenzero, zucchero, sale.
Affettare i germogli di bamb e far bollire fino a renderli morbidi. Macinare le spezie. Far bollire il
latte di cocco e aggiungere i germogli a fette e le spezie. Mescolate fino a completa cottura.
5.2.3 Garang come am
Ingredienti: 1/2 kg di pollo o manzo, 1 kg di germogli di bamb.
Spezie: 10 cipolle, 2 agli, 5 chili, un galangal, tamarindo e sale. Tritare il pollo in piccoli pezzetti e
affettare i germogli di bamb. Tritare 5 cipolle, 2 agli e 3 chili di sale. Far bollire l'acqua con il
tamarindo e aggiungere il pollo e i germogli gi morbidi.
Quindi, tritare le altre spezie e aggiungerle alla zuppa insieme alle spezie macinate. Quando il pollo
risulter morbido il piatto sar pronto.

5.2.4 Gulai Manis rebung


Ingredienti: 1 kg di bamb, 1/2 litro di cocco per fare il latte di cocco, 100 gr di patatine, 4 cucchiai
di olio. Spezie: 6 cipolle, due peperoncini, un pezzo di galangal, 2 foglie di Syzygium polyanthum,
un pezzo di zenzero, sale.
Far bollire i germogli di bamb e friggere le patatine. Tritare le cipolle e peperoncini. Far bollire il
latte di cocco con le spezie. Quando il latte di cocco bollito, aggiungere i germogli affettati e
patatine, mescolare e portate a bollore.
5.3

Luso del bamb nella medicina tradizionale

Il bamb tradizionalmente usato nella medicina di molte culture, soprattutto quella cinese, che ne
impiega varie specie, fra cui soprattutto la "Phyllostachys nigra Munro" e la Phyllostachys
bambusoides Sieb & Zucc..
I rizomi di queste piante sono considerati astringenti,
antiemorragici e antipiretici, mentre le foglie hanno propriet
antipiretiche e diuretiche e i decotti di foglie di bamb
vengono prescritti in caso di stomatiti, laringiti, sinusiti e
raffreddori. La pellicola dei giovani culmi ha propriet
sedative e antiemetiche.
II succo estratto dai culmi viene usato come sedativo e
antipiretico, nelle infezioni catarrali e bronchiali.
La resina silicea contenuta all'interno degli internodi,
chiamata tabashir o bamboosil, e viene largamente impiegata
come rimedio medicinale in India e in Ciba. Esso molto ricco
di silicio ed viene utilizzato come rinforzante per le
cartilagini e tutti i tessuti connettivi delle ossa e della pelle, ed
inoltre per le unghie e i capelli. Ha propriet stimolanti,
astringenti, febbrifughe, toniche, antispasmodiche.
Figura 68 - Phyllostachys nigra Munro

Il bamb viene impiegato come cura degli stati di debolezza


fisica e nelle affezioni bronchiali, ma anche epilessia,

74

svenimenti e perdita di coscienza nelle malattie febbrili, ed in una variet di disturbi mentali che si
sviluppano con l'invecchiamento.
In India una variet molto usata per i rimedi medicinali quella del Bambusa arundinacea, anche se
sono utilizzate anche altre specie di Bambusa.
Un rimedio ayurvedico, Sitopaladi Churna, stato utilizzato tradizionalmente per la tubercolosi e
altre malattie del ricambio ed stato adottato come rimedio popolare per il comune raffreddore, mal
di gola, congestione sinusale, e tosse. Si tratta di una polvere (= Churna) realizzata con tabasheer
come ingrediente principale, oltre a piccole quantit di pepe, cardamomo, cannella e in una base di
zucchero.
In Tibet, formule con tabashir come ingrediente principale sono utilizzate per la cura delle malattie
polmonari.
Un certo numero di studi di bamb hanno fornito informazioni sui componenti chimici, ma nessuna
valutazione sistematica stata effettuata, per cui difficile determinare quali dei composti
individuati potrebbero essere tra i costituenti primari attivi. stato osservato che la pianta di bamb
possiede livelli insolitamente alti di acetilcolina (che agisce come un neurotrasmettitore negli
animali e nell'uomo, il suo ruolo nelle piante ancora sconosciuto), soprattutto in alcune parti della
pianta (ad esempio, parte superiore dei germogli di bamb).
Le foglie di bamb, ottenute dai bamb di taglia grande (Phyllostachys spp) sono state
recentemente utilizzate come fonte di flavonoidi (ad esempio, vitexin e orientin), ed utilizzati come
antiossidanti. I flavonoidi possono ridurre le infiammazioni, promuovere la circolazione, ed inibire
le reazioni allergiche.
6 Aspetti economici legati al Bamb
Circa 2,5 miliardi di persone nel mondo dipendono economicamente dal bamb (INBAR, 1999), e
il commercio internazionale di bamb ammonta a circa US $ 2,5 milioni (INBAR, 2005).
Oltre 600.000.000 di individui sono occupati in settori che a vario titolo utilizzano il bamb.
Statistiche attendibili sul mercato mondiale del bamb sono per ancora carenti, poich la maggior
parte delle attivit economiche connesse al bamb non sono registrate ufficialmente. Esse sono
molto legate al territorio e le loro dinamiche quindi cambiano in funzione dellarea considerata.
La classificazione di prodotti in bamb ancora complessa e a causa della multifunzionalit non
segue regole standard, infatti esso pu essere utilizzato in ambito edilizio, per la produzione di pasta
di legno, cartone, tessuti, cibi, carburanti, medicine, utensili e per l'artigianato.
La crescente importanza industriale e i risvolti ambientali del bamb richiederebbero
lapprofondimento di statistiche pi complete sulle risorse di bamb disponibili, sulla sua
utilizzazione e il commercio.
6.1 I Paesi detentori della risorsa
Le foreste di bamb si estendono complessivamente per pi di 36 milioni di ettari in tutto il mondo,
con una media del 3,2 % della superficie forestale totale dei Paesi considerati (vedi tabella 11),
incluse le aree di crescita del bamb al di fuori delle aree forestali.
In sedici Paesi asiatici sono presenti quasi 24 milioni di ettari di foreste di bamb, pari a circa il
4,4% della superficie forestale totale dei paesi esaminati.
Sulla base delle informazioni parziali possedute (FAO, 2007), oltre 2,7 milioni di ettari di foreste di
bamb si trovano in sei paesi Africani (Etiopia, Kenya, Nigeria, Uganda, Repubblica Unita di
Tanzania e Zimbabwe), mentre in America Latina sono almeno dieci i Paesi che hanno le pi
significative risorse in termini di aree di crescita del bamb: se si considerano complessivamente il
Brasile, il Cile, la Colombia, lEcuador e il Messico esse ammontano a oltre 10 milioni di ettari.
In alcuni Paesi, significative aree a bamb si trovano in cinture di aree forestali che corrono lungo i
fiumi e in aree ristrette non classificate come foreste, perci queste aree alterano leggermente i dati
percentuali sulla presenza del bamb nei territori considerati.
75

Tabella 13 - Propriet delle aree forestali di bamb in Asia e Africa (FAO, 2007)

76

I dati sulla propriet delle aree forestali di bamb sono importanti nella formulazione di politiche
efficaci nella gestione di tale risorsa.
I dati statistici raccolti indicano che oltre l'80 % delle foreste asiatiche sono pubbliche, infatti la
maggior parte delle aree forestali sono sotto la giurisdizione formale dei governi, e la gestione delle
foreste rimane una prerogativa della gestione governativa.
Negli ultimi 20 anni, avvenuto un graduale spostamento verso la decentralizzazione: la tendenza
seguita stata di spostare la propriet e il controllo delle risorse naturali verso le comunit locali e il
settore privato, e in molti paesi alle singole famiglie (Scherr, White e Kaimowitz, 2003).
I Paesi africani presentano il 63% delle aree a bamb appartenenti a privati, ma questo dato non
rispecchia la situazione reale del continente africano, in quanto il risultato stato fortemente
influenzato dalla condizione della Nigeria, che nei dati ufficiali attribuiva tutte le foreste di bamb
al settore privato.
Per la Cina un'importante distinzione viene fatta tra la propriet della terra e la propriet degli
alberi: infatti il terreno pubblico, ma pu essere dato in affitto ad agricoltori e soggetti privati per
un massimo di 50 anni.
La propriet pubblica include sia la terra che gli alberi di propriet di enti pubblici.
Relativamente al bamb un significativo cambiamento nella propriet terriera avvenne tra il 1990 e
il 2000: infatti nel 1990 tutti i bamb in aree forestali erano di propriet dello Stato, mentre nel
2000 circa un terzo del bamb risultava appartenente ai privati. Una strutturazione del genere ha
offerto maggiori opportunit di produzione e accesso al mercato.

Figura 69 - Paesi con le pi abbondanti risorse in bamb (FAO, 2007)

77

Il mercato del bamb a livello mondiale viene stimato in circa 7 miliardi di dollari americani/anno e
la quasi totalit dei prodotti (95%) rappresentato da articoli tradizionali, che comunque coprono
unampissima variet di settori commerciali.
Tuttavia le pi recenti industrie offrono imponenti opportunit di sviluppo: basti pensare ai mercati
emergenti che puntano sul bamb come sostituto del legno o della plastica.
Questa tendenza stata ulteriormente accelerata da due fattori:
- la spinta ambientale dei consumatori e quindi del mercato verso materiali
ecologicamente pi sostenibili, e a minore impatto ambientale;
- le sempre maggiori restrizioni nel reperimento dei certificati necessari al
commercio del legname; il suo impiego come risorsa combustibile.
Negli ultimi anni il bamb stato proposto come materiale per la realizzazione degli oggetti di uso
quotidiano pi disparato: dai cellulari alla scocca dei pc, alla costruzione di auto o di biciclette.
Alla luce di questi dati, il bamb svolge quindi un ruolo significativo nel mercato mondiale, e il suo
impiego riguarda svariati
settori che generano intensi
scambi di materie prime e
di merci fra diversi Paesi.
In Cina lindustria del
bamb contribuisce per
circa 2,2 miliardi di
dollari/anno alleconomia
nazionale, e lesportazione
verso altri Paesi ammonta a
circa 400 milioni di. USD.
Limpiego nel settore del
bamb attesta che in Cina
vi lavorano circa 5,6
milioni di persone, di cui di
cui 4,5 milioni nelle foreste
Figura 70 - Bicicletta in bamb
e pi di un milione nelle
fabbriche.
L'attenzione verso il bamb pu essere concentrata su dieci categorie di settori/prodotti legati ad
esso:
1. L artigianato
2. La produzione di tende
3. I germogli ad uso alimentare
4. Le bacchette
5. I mobili
6. Le pannellature
7. I pavimenti
8. I lavori di falegnameria e carpenteria
9. Il carbone combustibile
10. Il carbone attivo
Altri aspetti che possono essere considerati sono quelli legati alla produzione di carta e pasta. Anche
il bamb non trasformato trova impiego in vari settori delle industrie edili nazionali; tuttavia in
questo caso l'aspetto legato al valore aggiunto marginale.

78

Tabella 14 - Movimentazione del bamb, produzione e valore economico

6.2 Overview del mercato mondiale del bamb


Si stima che il mercato legato ai 10 punti sopra elencati abbia complessivamente un valore annuo di
circa 7 miliardi di dollari. I prodotti tradizionali rappresentano quasi il 95% di tale valore. Le
industrie pi recenti mostrano un interessante potenziale di crescita e nel medio periodo possono
rivaleggiare con i mercati tradizionali.
I mercati legati al bamb possono cos essere suddivisi in mercato tradizionale e mercato
emergente. La domanda rimane forte nei mercati tradizionali come l'artigianato, le persiane e i
79

germogli di bamb, con opportunit di profitto, nonostante una crescita moderata. Altri mercati
tradizionali, come le bacchette, mostrano invece bassa crescita e margini bassi.
I mercati emergenti legati al bamb, in particolare quelli legati ai possibili usi come sostituto del
legno, sono stati pioneristicamente sviluppati da parte dei produttori asiatici e comprendono
pavimenti, pannelli e mobili (non tradizionali).
Questi mercati rappresentano la pi grande opportunit di crescita per il bamb. La forte domanda
nel mondo (e in Cina) e la capacit produttiva e di esportazione della Cina hanno prodotto
cambiamenti strutturali nelle industrie del legno: le sempre crescenti restrizioni per la fornitura di
legname certificato hanno creato una prospettiva positiva per il mercato di bamb e ulteriori
opportunit di mercato di nicchia esistono per il carbone combustibile da bamb (mercato trainato
dalla domanda crescente di bio-combustibili) e per il carbone attivo da bamb che ha ottime
potenzialit per svilupparsi fortemente in un mercato in crescita.
Nel complesso le prospettive per i settori diversificati del bamb sembrano molto promettenti.
Le stime ufficiali relative alle dimensioni dei vari mercati dei prodotti in bamb non sono state
ancora pubblicate.
Tuttavia un fattore chiave che una grande percentuale di crescita potenziale per l'industria del
bamb si basa sulla crescente sostituzione di prodotti tradizionali con quelli in bamb. Per
evidenziare landamento dei mercati basta considerare i seguenti due elementi:
In primo luogo, le stime vengono fatte in quei mercati in cui il bamb in concorrenza con
altri prodotti e ha il potenziale per essere un sostituto di prodotti tradizionali come per
esempio per i pavimenti in legno e laminato.
In secondo luogo, le stime sono sviluppate per i mercati tradizionali del bamb. Questa
seconda fase si basa sia sulla stima diretta delle dimensioni di mercati quali quello dei
germogli di bamb, che sulle stime delle percentuali dei prodotti di bamb nel segmento di
mercato considerato, come ad esempio il settore dei pavimenti di bamb.
La figura successiva mostra la stima della dimensione attuale del mercato globale per i 10 elementi
specificati all'inizio. In questa figura si vede che il mercato globale pi importante quello dei
mobili in legno, seguito da quello dei pannelli di legno e da quello dei pavimenti in legno laminato.

Figura 71 - Dimensione dei mercati globali selezionati (USD m)

80

La figura successiva mostra invece la dimensione corrente dei mercati legati tradizionalmente al
bamb.

Figura 72 - Dimensione delle aree di mercato tradizionalmente legate al bamb (USD m)

La figura mostra che la componente principale dei mercati legati tradizionalmente al bamb
dominata dai prodotti tradizionali di artigianato in bamb, dai germogli di bamb, dai mobili in
rattan, dalle persiane di bamb e dalle bacchette. Questi prodotti tradizionali rappresentano quasi il
95% del mercato attuale del bamb nel mondo (esclusa la carta e le costruzioni).
La base per le stime attuali di mercato del bamb sono riassunte nella tabella seguente (tab. 15).

81

Tabella 15 - Rationale delle stime di mercato attuali sul bamb

82

6.3 Le dimensioni future del mercato


Mentre la domanda attuale fortemente concentrata nei mercati tradizionali, i tassi di crescita per i
prodotti di bamb sono pi alti nei mercati emergenti come sostituto del legno (ad esempio,
pavimenti, pannelli, mobili). Come questi fattori concorrano a determinare la struttura del mercato
del futuro una questione importante.
L'entit della domanda futura dei prodotti di bamb sar determinata da:
a) tasso di crescita del 'mercato globale': la crescita nei mercati globali, in cui i prodotti di bamb
competono, legata alla crescita del PIL mondiale;
b) il tasso di espansione del bamb in questi 'mercati globali': guidata dalle scelte degli acquirenti
e dalla competitivit dei prodotti di bamb in termini di prezzo/prestazioni rispetto alle alternative
esistenti.
Vi incertezza su entrambi questi fattori. Per valutare meglio la potenziale importanza dei diversi
mercati per il bamb in futuro, si sono delineati un certo numero di scenari di mercato, che sono
stati analizzati, considerando l'impatto combinato di questi due elementi nel mercato.
La ricerca in ogni singolo 'mercato globale' ha dato informazioni sulle previsioni prevalenti per la
crescita industriale. Questi tassi di crescita previsti sono quindi stati estrapolati per stimare la
dimensione del mercato globale in futuro.
Contro queste stime di mercato globale, gli analisti hanno inoltre sviluppato diversi scenari per
lespansione del bamb nei mercati globali. Questi sono basati sulle attuali stime di espansione del
bamb e modulati dallo studio dei mercati internazionali e della competitivit del bamb in termini
di prezzo/prestazioni. Tali dati sono riportati nella tabella 11.
Tabella 16 - Mercato mondiale del bamb

83

Gli scenari del mercato del bamb che vengono presentati per un'ulteriore analisi riguardante
limpatto potenziale sul commercio globale sono due, ma riflettono l'elevato grado di incertezza
circa la crescita del mercato del bamb, soprattutto nei nuovi mercati:
Scenario 1: scenario di crescita zero dell'attuale mercato (caso peggiore), basato sulla
dimensione attuale del mercato e assumendo la crescita zero per i mercati globali o per lespansione
del bamb (evidenziato a sinistra nella figura successiva).
Scenario 2: scenario futuro di medio livello, sulla base delle prevalenti previsioni di crescita
per il 'mercato globale' e lo scenario di medio livello per la crescita dellespansione del bamb
(figura 57).
Sebbene sia utile prendere in considerazione lo scenario peggiore, la dinamica attuale di espansione
del settore e le prospettive economiche globali rendono improbabile il verificarsi dello scenario di
'crescita zero'.

Figura 73 Scenari di crescita del bamb nei mercati mondiali

Dietro questi due scenari, vi un cambiamento significativo per l'importanza relativa di settori
diversi:
secondo l'ipotesi di crescita zero del mercato mondiale (Scenario 1), i mercati tradizionali,
come l'artigianato, le persiane, i germogli, i bastoncini di bamb e i mobili tradizionali
rappresentano il 95% del mercato, come attualmente.
secondo l'ipotesi di crescita di medio livello (Scenario 2), i nuovi mercati per il bamb, quali
i mobili moderni in laminato, i pavimenti e i pannelli, emergono fino a raggiungere il 45%
del mercato mondiale, mentre attualmente ne rappresentano solo il 5%.

84

6.4 Attrattiva per il mercato


L'attrattiva per il mercato di ogni settore non dipende soltanto dalla dimensione del mercato, ma
anche da quanto il mercato sia accessibile e di quanto sia redditizio per i produttori.
Per gli scopi attuali, l'accessibilit una misura di quanto sia facile per i prodotti di bamb
penetrare nei 'mercati globali'.
L'accessibilit il risultato di una combinazione di fattori, tra cui: la competitivit del rapporto
prezzo/prestazioni, le condizioni del mercato, le norme e i regolamenti e le tendenze dei
compratori.
Per ciascuno dei mercati selezionati sono state usate dagli analisti informazioni qualitative e
feedbacks dal mondo industriale per valutare la 'facilit di accesso' e 'la redditivit' indicativa.
In combinazione con stime della dimensione del mercato, questo fornisce una prima valutazione dal
lato della domanda dell'attrattiva dei diversi mercati, come illustrato nel grafico successivo.
Come gi discusso, la domanda attuale (cerchi scuri) concentrata nei mercati tradizionali, ma la
crescita futura (circoli tratteggiati di colore chiaro) dominata dai mercati emergenti basati sulla
sostituzione del legno (mobili, pavimenti, pannelli, carbone attivo).
Tuttavia, per questi mercati in crescita l'accesso meno facile e quindi c' una maggiore incertezza
circa il loro potenziale futuro.
Le indicazioni dicono che la profittabilit attuale varia notevolmente nei diversi settori (alto per i
germogli di bamb, bassissimo per i bastoncini), ma che al loro interno ci sono nicchie redditizie
per la maggior parte dei mercati.

Figura 74 - Diagramma sulle capacit attrattive del mercato del bamb

85

La figura successiva sintetizza, in forma pittorica i vantaggi ottenuti sostituendo i prodotti in legno
con il bamb.

Figura 75 - Vantaggi ottenuti dalla sostituzione del legno con il bamb. (Da:
Environmental Bamboo Foundation)

6.5 Scenari industriali


Attualmente ci sono variazioni macro-economiche significative che dirigono i mercati basati sul
legno:
Una forte domanda mondiale di materie prime insieme ad una crescente consapevolezza
ambientale stanno forzando cambiamenti nel modo in cui i manufatti di legno sono prodotti
e commercializzati.
La produzione e le esportazioni in Cina stanno cambiando il contesto economico dei
produttori USA ed Europei che sono costretti a spostare i propri stabilimenti in paesi con
costi di produzione minori o a uscire dal business.
Una carenza globale di legno certificato rinnovabile e la carenza di tutti i tipi di legno in
Asia stanno aprendo nuove opportunit per i prodotti sostitutivi del legno quale il bamb.
La crescita di interesse per le fonti energetiche rispettose dell'ambiente, come le biomasse,
avr un effetto per le industrie basate sul legno e potenzialmente per il bamb.
Questioni fondamentali sono emerse nel corso di interviste con operatori del settore:
Tematiche a livello macro
Aumento della domanda di prodotti in legno certificato;
Carenza di prodotti in legno certificati;
Il problema pi grande, a parte il trovare il legno, rimane la garanzia di qualit.
Percezione del bamb
Disposizione generalmente positiva nei confronti di bamb come materiale;
Percezione del bamb come un prodotto adatto per l'uso nei mobili e nei pavimenti ma non per i
prodotti da costruzione di base per quanto riguarda l'esportazione;
Percezione del bamb come non competitivo con i pannelli di legno, in particolare nelle economie
ad alto reddito.

86

6.6 Il ruolo dei mercati nazionali e regionali


I mercati mondiali del bamb, forniscono gli elementi per delineare il contesto di macro livello nel
quale giudicare la domanda potenziale per i diversi prodotti di bamb.
Tuttavia, in termini di sviluppo specifici per singoli Paesi, la domanda interna e dai mercati vicini
dovrebbe svolgere un ruolo altrettanto importante, soprattutto durante le fasi iniziali di sviluppo e
per prodotti particolari.
A titolo di esempio si presenta uno studio settoriale per i Paesi asiatici nella zona del Mecong: la
comprensione dei meccanismi e delle opportunit locali pu essere utile per poter individuare simili
meccanismi in altri mercati locali.
Il Vietnam rappresenta una grandissima opportunit come mercato per i produttori, con una
popolazione di 82 milioni di persone e la crescita media annua del PIL di circa il 7,5% - 8,0%
annuo nei prossimi anni (World Bank, 2006).
Nello stesso periodo si registrato un aumento di dieci volte per le esportazioni di prodotti
manifatturieri passando da 1,4 miliardi di dollari a 14,8 miliardi di dollari, con tassi di crescita
simili che dovrebbe continuare nei prossimi anni (World Bank, 2005).
Mentre il reddito nazionale lordo (RNL) pro capite di 540 dollari annui ancora basso rispetto alla
media per l'Asia orientale e Pacifico (1240 dollari annui), la forte crescita dell'economia e settore
manifatturiero significa che il Vietnam destinato a diventare un mercato sempre pi importante
per i prodotti di bamb sia per i consumatori finali che per le industrie manifatturiere.
Laos e Cambogia, con le popolazioni pi piccole e le economie pi deboli sembra non abbiano
sufficiente domanda interna a guidare la crescita per i produttori interni. Mentre la Cambogia e il
Laos potrebbero, per la mancanza di mercati nazionali, non riuscire a costruire i propri settori del
bamb, la vicinanza di economie pi grandi e in crescita nella regione sono tali da creare
opportunit di crescita importanti per i settori di bamb.
La Thailandia gi il mercato pi importante per la Cambogia e il Laos nel settore del bamb. La
sua importanza come mercato chiave nella regione dovrebbe confermarsi avendo una popolazione
di 64 milioni di persone, RNL pro capite quasi 5 volte superiore a quella del Vietnam (2.550 dollari
nel 2004) e la recente crescita del PIL superiore al 5% annuo.
La Cina, con la continua e rapida crescita economica, con previsioni di crescita del PIL superiori
all'8% annuo, la sua vasta popolazione e RNL pro capite di 1.290 dollari annui, sta rapidamente
diventando uno dei mercati pi importanti della regione e del mondo intero E' anche la
superpotenza globale del bamb, con una produzione industriale stimata di 5,5 miliardi di dollari
nel 2004, quasi l'85% dei quali consumato nel mercato interno.
Questi mercati chiave emergenti a livello nazionale e regionale continueranno ad essere dominanti
sui mercati di diversi prodotti di bamb tradizionali come germogli di bamb e bacchette.
Essi possono anche fornire opportunit utili per il settore emergente nella regione del Mekong per
prodotti pi recenti, come i pannelli, i pavimenti e i mobili sia per i mercati rivolti all'utente finale
(ad esempio, per la pavimentazione di bamb), o per i fabbricanti in altri settori (ad esempio
pannelli di bamb per i mobili o industrie di costruzione).
Requisiti di qualit e di prezzo sui mercati nazionali e regionali sono sostanzialmente diversi da
quelli dei mercati dei paesi sviluppati e possono quindi fornire percorsi alternativi per lo sviluppo
del settore del Mekong.
Un esempio di questo l'uso di pannelli di bamb nelle costruzioni. Mentre l'uso di questi prodotti
nel settore della costruzione in Cina sta crescendo rapidamente, nei paesi sviluppati le norme pi
rigorose di costruzione e gli atteggiamenti del settore edilizio hanno limitato la penetrazione di
questi prodotti.

87

6.7 Il contesto del commercio


Il contesto degli scambi tra paesi produttori e paesi del mercato potenziale sar un fattore
determinante per competere nei mercati di esportazione.
Mentre altri ostacoli non tariffari possono esistere, le tariffe commerciali sono una componente
essenziale del contesto commerciale.
Come caso studio si riporta quello dei Paesi del Mekong. Per Vietnam, Laos e Cambogia le tariffe
commerciali con i principali mercati potenziali di bamb sono determinati da quattro quadri
commerciali principali:
ASEAN10 Free Trade Area (AFTA Area di libero commercio dell'ASEAN)
ASEAN China Free Trade Area (ACFTA Area di libero commercio ASEAN Cina)
Status per gli USA di Most Favoured Nation (MFN nazione pi favorita)
Status per la UE di MFN
Alla fine del 2006, il Laos era l'unico dei tre paesi, che non fosse membro dell'Organizzazione
mondiale del commercio, ma MFN tariffari si applicano ancora tra Laos, Vietnam e Cambogia e
l'UE e gli Stati Uniti. L'impatto di ciascuna delle discipline di cui sopra sui beni di bamb sono
riassunte qui di seguito.
AFTA
I membri dell'ASEAN hanno accettato di eliminare tutti i dazi all'importazione (tariffe) entro il
2010 per i sei membri originali e entro il 2015 per i nuovi membri (compresi Laos, Cambogia e
Vietnam). La zona di libero scambio comprende tutti i prodotti fabbricati e agricoli. Tuttavia, 734
linee tariffarie (1,09%) nella lista delle eccezioni generali sono definitivamente escluse dalla zona di
libero scambio. Non ci sono prodotti di bamb inclusi in questo elenco e quindi, tutti i prodotti di
bamb dovrebbero passare a uno stato tariffario zero all'interno dell'ASEAN nei prossimi anni e tra
tutti i paesi ASEAN, entro un massimo di 10 anni.
ACFTA
Le tariffe di questo accordo sono simili a quelle tra i membri dell'ASEAN sotto la zona di libero
scambio. Tuttavia, a differenza dellAFTA, il ACFTA ha una lista di beni suddivisa tra elevata
sensibilit, sensibile e normale - la differenza in quanto tempo le tariffe verranno eliminate. Se un
bene non in alcuna di tali liste, significa che il bene non stato incluso nell'accordo e si applicano
i tassi MFN. Il calendario di riduzione tariffaria sotto ACFTA sintetizzato di seguito.

Figura 76 - Calendario di riduzione AFTA

10
ASEAN l'acronimo inglese di Association of South-East Asian Nations (in italiano: Associazione delle
Nazioni dell'Asia Sud-Orientale), un'organizzazione politica, economica e culturale di nazioni situate nel Sud-est
asiatico. stata fondata nel 1967 con lo scopo principale di promuovere la cooperazione e l'assistenza reciproca fra gli
stati membri per accelerare il progresso economico e aumentare la stabilit della regione.

88

Per i beni di bamb questo significa che:


I germogli di bamb sono coperti dal Programma Early Harvest e le tariffe devono essere rimosse
entro il 2010 al pi tardi per il Vietnam, Laos e Cambogia, fino ad allora si applicano le tariffe
MFN (10% per gli ortaggi).
Per tutte le altre merci in bamb l'eliminazione delle tariffe, iniziata nel 2005, sar completata entro
il 2015 per la Cina e per il Vietnam, Laos e Cambogia e dal 2010 per i membri originali
dell'ASEAN (eccetto i due prodotti denominati Sensibile / Altamente Sensibile da parte della Cina e
della Cambogia) .
Fino ad allora si applicano le seguenti percentuali MFN:
Artigianato: 10%
Ortaggi (commestibili e da intreccio): 10%
Persiane:16%
Legno e Carbone: 10,5% -12,4%
Solo la Cina e la Cambogia hanno elencato le merci di bamb come sensibili o altamente sensibili.
Per tali beni, le tariffe d'importazione saranno eliminate entro il 2018:
Cambogia: persiane (attuale tariffa = 35%)
Cina: mobili (tariffario attuale = 12%).
Tariffe MFN per USA e UE
In generale, i tassi di MFN che si applicano ai principali prodotti di bamb provenienti da Vietnam,
Laos e Cambogia negli Stati Uniti e Unione europea sono relativamente bassi. Le attuali tariffe di
MFN per i prodotti selezionati sono riportati di seguito:

Figura 77 - Tariffe di MFN per EU ed USA

In sintesi, le barriere tariffarie per i prodotti di bamb non sono elevate per i principali mercati
potenziali e non ci sono tariffe estremamente elevate per qualsiasi paese:
89

Per l'ASEAN e la Cina, le tariffe che interessano la maggior parte delle merci di bamb da
Vietnam, Laos e Cambogia previsto che siano eliminati entro il 2015 sotto AFTA e
ACFTA. Non ci sono prodotti di bamb che rientrano nell'elenco delle eccezioni generali.
Per gli Stati Uniti e l'Unione europea, si applicano i tassi di MFN che sono per lo pi nel
range di 0 - 7%.

Mentre gli ostacoli non tariffari non sono stati valutati, questa breve rassegna delle tariffe
commerciali suggerisce che essi non dovrebbero essere un ostacolo insormontabile per lo sviluppo
dell'esportazione in Vietnam, Laos e Cambogia.
In sintesi, dal punto di vista della domanda, ci sono tre raggruppamenti di industrie, che dovrebbe
essere esaminate pi in dettaglio:
1. Produzione e commercializzazione a livello di impresa e di artigianato familiare per una variet
molto ampia di prodotti diversi.
2. Mercato autonomo a livello agricolo per i germogli.
3. Lavorazione industriale (mobili, pavimenti, pannelli, bacchette, tende). Molti produttori sono
piccoli e ancora grande parte delle lavorazioni avviene manualmente. Tuttavia la maggior parte di
queste industrie ha concrete opportunit per realizzare una produzione pi intensiva.
Per formulare una strategia di intervento sul mercato, questa combinazione sembra offrire:
Dimensioni e crescita;
Possibilit per i Paesi di competere efficacemente;
Diversificazione nellapprovvigionamento di materia prima, nelle tipologie di prodotto, dei
mercati di riferimento.
Altri mercati richiedono ulteriori approfondimenti in particolare quelli che permettono lo sviluppo
di una pi alta domanda di tecnologia di bamb come per il carbone attivo. Questo mercato ha un
potenziale di collegamento con altri mercati significativi, in particolare per lo sviluppo di un pi
elevato valore aggiunto delle imprese basato su prodotti finali che utilizzano carbone attivo.
L'analisi macro-economica suggerisce che i prodotti che possono sostituire quelli basati sul legno
avranno una grande richiesta per la mancanza di legno certificato (e non certificato).
Nel complesso le prospettive per l'industria del bamb sembrano molto promettenti e capaci di
aprire scenari di mercato impensabili.

90

Figura 78 - Figura schematica sullutilizzo delle diverse parti del bamb. Immagine elaborata dal Prof. Zhu. INBAR
(2006)

91

Bibliografia

Bahuin, C. 1623. Pinax theatri botanici.. sive Index in Teophrasti Dioscoridi Plinii et botanicorum,
qui a seculo scripserunt , opeera... Basel
Bystriakova, N., Kapos, V., Stapleton, C. & Lysenko, I. 2003. Bamboo Biodiversity. UNEPWCMC/INBAR.
Bystriakova, N., Kapos, V., Stapleton, C. & Lysenko, I. 2004. Bamboo Biodiversity. UNEPWCMC/INBAR.
Casin, R. F., and A. D. Mosteiro. 1970. Utilization and preservation of bamboos, pp. 8692.
InWood preservation report, vol. 3. Forest Products Research and Industries Development
Commission College, Laguna, Phils.
Davidson D.S. 1937. Transport and Receptacles in Aboriginal Australia.Journal of the Polynesian
Society 46.4: 175-205
De Miranda Mario (2005). Progettare e Costruire in Bamb: Introduzione allanalisi e alle verifiche
statiche. Design of bamboo structures: Conceptual Design. Firenze, Workshop Avanzato di
Progettazione Strutturale in Bamb (7 e 8 ottobre 2005)
Ding, Y .1996, "Phyllostachys in China and its Utilization" Belgian Bamboo Soc. Newsletter, 12, 715.
Dransfield S., and E. A. Widjaja (eds), 1995. Plant Resources of South East Asia No 7: Bamboos,
Backhuys Publishers, Leiden, 189 pp
Edge-Partington, J. & Heape, C. 1890. An album of the Weapons, ToolsNatives of the Pacific
Islands. fac. ed.1969 in two parts. The Holland Press, London
FAO. 2001. Global Forest Resources Assessment 2000: Main Report. FAO Forestry Paper 140.
Food and Agriculture Organization of the United Nations, Rome.
FAO, 2007. WORLD BAMBOO RESOURCES. A thematic study prepared in the framework of the
Global Forest Resources Assessment 2005.
Feng Lu. 2001. Chinas Bamboo Product Trade: Performance and Prospects. INBAR Working
Paper No 33. International Network for Bamboo and Rattan, Beijing.
Garcia, M.L. & Tesoro, F.O. 1979. Efficacy of nonpressure treatment of bamboo against
powderpost beetles (unpublished).
INBAR. 1999. Socio-economic issues and constraints in the bamboo and rattan sectors: INBAR's
assessment. INBAR Working Paper No. 23. Beijing.
INBAR. 2005. International Network for Bamboo and Rattan Web site (available at www.inbar.int).
Janssen J.JA. 2000. Bamboo: a series of articles on the use of bamboo in building construction.
Eindhoven: University of Technology, 1982

92

Janssen J.J.A. 2000: Building with Bamboo: A handbook. Intermediate Technology Publications
limited. 103-105 Southampton Row, London WC1B 4HH, UK
Judziewicz, E.J., Clark, L.G., Londoo, X. and Stern, M.J. 1999. American Bamboos. Smithsonian
Institution Press, Washington DC, USA.
Kumar, A., Ramanuja Rao, I.V. and Sastry, Ch, 2002. Bamboo for Sustainable Development, pp.
89-95 VSP Eds.
Kunth, C.S., 1815. Considerations gnrales sur les Gramines, Mmoires du Musum dHistoire
Naturelle, 2: 62-75
Latif M.A. and Liese W.D. 2002. Culm characteristics of two bamboos in relation to age, height and
site. Pp. 223233 in Bamboo for sustainable development. Proceedings of the 5th International
Bamboo Congress and the 6th International Bamboo Workshop, San Jos, Costa Rica, 26
November 1998, ed. by A. Kumar, I.V.R. Rao and C. Sastry. VSP International Science
Publishers, Utrecht.
Leffond G., 1996, "Les Bambous en France Trois Millions D' Annes en Arrire," Newsletter Belg.
Bamboo Soc., 14, 18-19
Leijdekkers, M.J.A. (1999). Bamboe: van mandje naar high-end product. Ook in Costa Rica?
Eindhoven: Technische Universiteit Eindhoven.
Liese, W. 1970. Natural decay resistance of some Philippine bamboos. (Unpublished).
Liese, W. 1985. Bamboos - biology, silvics, properties, utilization - GTZ
Liese W., 1998. The Anatomy of Bamboo Culms; INBAR Technical Report, Volume 18. 204 pgg
Linnaeus, C. 1753, Species plantarum, 2 volumi, Stoccolma
Lobovikov, M., Paudel, S., Piazza, M., Ren, H., Wu, J. 2005. World Bamboo Resources. A
thematic study prepared in the framework of the Global Forest Resources Assessment 2005 Food
And Agriculture Organization Of The United Nations, Rome, 2007
Londoo, X. 2001. Evaluation of bamboo resources in Latin America. Summary of the final report
of Project 96-8300-01-4. Beijing, INBAR.
Marden L., 1980. Bamboo: the giant grass. National Geographic 158 (4): 502-528
Nees von Esenbeck, C.G.D. 1835. Bambuseae brasiliensis: recensuit et alias in India orientalis
provenientes adjecit, Linnaea, 9: 461-494
Ngoma, I. 2005. State of Art and Sustainable Improvement of traditional Sub-Saharan African
housing, with special reference to Malawi. PhD Thesis, University of Pisa.
Nuruzzaman (1999). National report on the state of bamboo and rattan development in Bangladesh.
INBAR Member Country Workshop, Beijing, China, April 11-23, 1999.
Oliver P, Editor. The encyclopedia of vernacular architecture of the world. Cambridge University
Press, 3 Volumes, 1997
93

Parodi, L.R., 1961.La taxonomia de las Graminaea argentinas a la luz de las investigaciones ms
recientes, in Recent Advances in Botany (from lectures and symposia presented to the IX
International Botanical Congress, Montreal, 1959) 1: 125-130. Toronto: University Toronto Press
Proyecto Nacional de Bambu (1993). Paquete tecnologico construccion, version 1.
Reilingh, A., 1921. De bamboebosschen en de exploitatie daarvan in het bosch district Besoecki.
Tectona 14: 597-638
Rheede tot Draakestein, H.A. van 1607-1703. Hortus indicus malabaricus. Amsterdam.
Scherr, S., A. White, and D. Kaimowitz. 2003. A New Agenda for Forest Conservation and Poverty
Reduction: Making Forest Markets Work for Low-Income Producers. Washington, DC: Forest
Trends. Online at http://www.cifor.cgiar.org/publications/pdf_files/Books/A%20New%20Agenda.pdf.
Villaflor, A.A. 1988. Construction and evaluation of bamboo houses for demonstration purposes
(unpublished)
White, M.E. 1986. The Greening of Gondwana. Reed. Frenchs Forest.
World Bank (2005) 1 China at a glance. World Bank
World Bank (2005) 2 Thailand at a glance. World Bank
World Bank (2005) 3 Vietnam at a glance. World Bank
World Bank (2006) East Asia Update March 2006. World Bank
World Habitat Awards (1990). The National Housing Programme Costa Rica, 1986-1990. The
world habitat awards 1985-1989.
WWF 2003. Gorillas. http://www.worldwildlife.org/gorillas/natural_history.cfm (accessed 22
October 2003).

94

ALLEGATIO 1
Esempi di costruzioni in bamb

95