Sei sulla pagina 1di 2

SE UN AVVOCATO VIENE MINACCIATO LORDINE

DEGLI AVVOCATI PU COSTITUIRSI PARTE CIVILE


NEL PROCEDIMENTO PENALE
Con la sentenza della Cassazione Penale Sezione I del 12 gennaio 2015, n. 846 stato stabilito che lintimidazione rivolta ad un avvocato legittima lOrdine professionale a costituirsi
parte civile per la tutela dei propri diritti nel processo penale celebrato a carico del responsabile
in quanto ad essere minacciato lesercizio stesso del diritto di difesa tutelato direttamente dalla Costituzione. Se un avvocato subisce una minaccia o comunque qualsiasi forma di intimidazione, lOrdine professionale di appartenenza legittimato a costituirsi parte civile nel processo
a carico dellautore del reato.
Limportante principio di diritto, affermato dalla Suprema Corte, aveva tratto origine da una
articolata vicenda processuale, che aveva visto protagonista un imputato processato per aver
incendiato lo studio professionale di un avvocato, che era stato considerato il responsabile dei
problemi dellautore del reato. La Suprema Corte ha confermato che il danneggiato dal
reato legittimato a proporre lazione civile nel processo penale per il risarcimento dei danni
che assume aver subito, indipendentemente dalle azioni proposte o proponibili dalla persona
offesa, che restano autonome e distinte (Cass. Pen., Sez. I, Sent., n. 13408 del 2 marzo 2005,
dep. 12 aprile 2005, Rv. 231336).

STUDIO LEGALE CECATIELLO


Via Carducci, 12 -20123 Milano
T +39 02 72022862 F +39 02 89016054 E-mail studio@cecatiello.it C.F. CCTRND70S12F205P P.IVA 06067090966
www.cecatiello.it
cecatiello@pec.it

La Cassazione ha riconosciuto, dunque, la piena legittimit ad agire degli Enti in generale, tutte
le volte che, come nel caso di specie, per la loro funzione, per gli interessi (anche normativamente) perseguiti, per il loro sviluppo storico, per lattivit concretamente svolta e per la posizione assunta, facciano proprio, quale fine primario, quello di tutelare gli interessi coincidenti
con quelli lesi o posti in pericolo dallo specifico reato considerato.
In particolare, la legittimazione dellOrdine degli avvocati ad intervenire in giudizio a tutela
delle proprie posizioni soggettive deriva direttamente dallart. 24 Cost., che sancisce linviolabilit del diritto di difesa, cui si correla direttamente la libert nellesercizio del mandato
difensivo.
Alcuni espressi riferimenti si rinvengono nella nuova disciplina dellordinamento della professione forense, approvato con la L. 31 dicembre 2012, n. 247, che, allart. 1, sancisce il principio
fondamentale secondo il quale lordinamento forense, stante la specificit della funzione difensiva e in considerazione della primaria rilevanza giuridica e sociale dei diritti alla cui tutela
essa preposta, garantisce lindipendenza e lautonomia degli avvocati, indispensabili condizioni delleffettivit della difesa e della tutela dei diritti.
La libert dei singoli avvocati assicurata dagli Ordini di appartenenza e la lesione al diritto del
singolo lede anche quello dellorganismo collettivo o associativo, perch un difensore minacciato o intimidito non potrebbe garantire la pienezza della difesa del proprio assistito.

Avvocato Armando Cecatiello, Milano


www.cecatiello.it

STUDIO LEGALE CECATIELLO


Via Carducci, 12 -20123 Milano
T +39 02 72022862 F +39 02 89016054 E-mail studio@cecatiello.it C.F. CCTRND70S12F205P P.IVA 06067090966
www.cecatiello.it
cecatiello@pec.it