Sei sulla pagina 1di 2

Al Presidente

del Consiglio regionale


Dott. Giuseppe Di Pangrazio
SEDE

Risoluzione
(Programmazione sanitaria e socio-sanitaria)
Premesso che
in questo periodo si sta discutendo sulla realizzazione di una mega struttura sanitaria nellarea
metropolitana Chieti-Pescara;
alla costruzione di tale struttura dovrebbero essere destinate risorse per centinaia di milioni di euro;
il principio dellaccentramento delle strutture e dei servizi sanitari non solo sta creando notevoli
disagi ai cittadini abruzzesi ma rischia, altres, di produrre ulteriori costi alla programmazione
sanitaria, dato che laccentramento dovrebbe comportare ampliamento delle strutture e aumento del
personale se si vuole che i servizi resi siano efficienti e in sicurezza;
constatato che
a oggi, per effetto del commissariamento della sanit abruzzese, il Consiglio regionale stato
esautorato, da tempo, dalla discussione in merito alla programmazione sanitaria regionale;
gli atti pi importanti, in materia sanitaria, vengono annunciati ma non sono mai oggetto di
confronto, cosa che non pu essere pi giustificata dal commissariamento della sanit;
mentre le maggioranze che si succedono in Regione vantano i provvedimenti adottati in materia
sanitaria, definendo, altres, la sanit abruzzese una delle migliori dItalia, i cittadini, gli operatori
ospedalieri, i medici di base, gli operatori sanitari in genere, si lamentano continuamente dello stato
della sanit abruzzese;
ritenuto che
la programmazione di interventi rilevanti devono essere discussi in un ambito pi generale di
programmazione e riorganizzazione delle strutture e dei servizi sanitari, tali da investire i nuovi
strumenti della programmazione, quale il nuovo Piano sanitario;
in tale discussione deve essere coinvolto tutto il Consiglio regionale;
rilevato che
in altre Regioni sottoposte al Piano di rientro e al Commissariamento la Programmazione sanitaria
stata portata allattenzione del Consiglio Regionale;
appreso che
il Presidente della giunta regionale, nonch Commissario alla Sanit, ha previsto la fine del
commissariamento entro lanno in corso;
appreso, inoltre, che

in questi giorni, si discusso anche di integrazione socio-sanitaria e lAssessore alla Sanit ha


assicurato, entro breve tempo, un provvedimento ad hoc, soprattutto con lobiettivo di far coincidere
i Distretti sanitari con gli Ambiti sociali;
preso atto che
le istituzioni destinatarie delle funzioni in materia di servizi sociali sono i Comuni e che,
attualmente, la gestione dei Servizi Sociali sta attraversando, almeno in alcuni Ambiti sociali,
soprattutto nelle aree montane, un momento di grande incertezza;
esiste una forte discrepanza tra le risorse per il servizio sanitario e quelle per le prestazioni sociali,
tanto che il grosso della spesa sociale a carico dei Comuni stessi;
i Comuni e i cittadini non sono mai stati coinvolti nella predisposizione e nellanalisi di atti
importanti che li riguardino da vicino;
considerato che
la discussione in merito alla programmazione sanitaria e socio sanitaria pu segnare un passaggio
fondamentale per collettivit abruzzese;
una delle pietre angolari del programma elettorale regionale del Movimento 5 stelle era ed e il
concetto di una sanit alla portata di tutti;
il Consiglio regionale
impegna
il Presidente della giunta regionale
a rendere partecipe il Consiglio Regionale dei provvedimenti, in materia sanitaria, adottati o da
adottare;
ad avviare, da subito, la discussione sugli atti della Programmazione sanitaria e socio-sanitaria in
seno alla Commissione competente e al Consiglio regionale;
a voler garantire forme di confronto con gli Enti locali e i cittadini destinatari dei servizi sociali e
sanitari.

Il Consigliere regionale del M5S


Leandro Bracco

Interessi correlati