Sei sulla pagina 1di 38

Indice

Il gruppo GDF Suez, la JV con Acea e la struttura di AceaElectrabel Trading SpA

Trading di energia elettrica (finalit, operatori, piattaforme di negoziazione e


prodotti)

Clean Spark spread & Clean Dark spread

Location spread
Appendici

La domanda
L offerta
Funzionamento di un commodity swap sul PUN
Quote di mercato per MW istallati
Schema Interconnector

Il gruppo GDF Suez


GDF Suez

Energy France

Energy Europe &


International

Global Gas &


LNG

Infrastructures

Energy Services

Environment

Ricavi 2009: 79,9 MLD

214 700 occupati in pi di 100 nazioni

Opera in 5 continenti

72,7 GW di capacit istallata

296 TWh di produzione elettrica nel 2009

20 GW di capacit under costruction

Portfolio di oltre 110 MLD mc di gas supply

Flotta di 20 LNG vessels, 5 under costruction

N 2 come fornitore di servizi ambientali nel mondo

4 core values:

MIX di Produzione di energia elettrica

DRIVE COMMITMENT DARING COHESION


performace economica rispetto per il pianeta ottimismo per il futuro sostenibilit ambientale

GDF Suez in Italia


AceaElectrabel SpA: dalla JV alla separazione
GDF Suez
40,59 %

ACEA spa
59,41%

AceaElectrabel Holding

ELECTRABEL: 70,3% ACEA: 29,7%

AceaElectrabel
Produzione S.p.A.

Acea Produzione
Voghera Energia
Piemonte Energia
Roselectra
50 % di Tirreno Power
Greenfields

ELECTRABEL: 50,0% ACEA: 50,0%

AceaElectrabel
Trading S.p.A.
Dispatching User in the IPEX
(Italian Power Exchange)
Power Trading
Gas Trading
Central Risk Management
ST, LT portfolio management
+ Logistic Services

ELECTRABEL: 40,6% ACEA: 59,4%

AceaElectrabel
Elettricit S.p.A.

Elictricity Sales
Gas Sales
Other consulting
services
4

Capacit istallata di AceaElectrabel Produzione e di


Tirreno Power

+ Rosen, 356 MW, CCGT (Toscana) = Totale di 3.536 MW istallati


Gli altri azionisti del 50 % di Tirreno Power sono: Sorgenia 78%, Hera 11 % e Iride 11 %
5

Struttura organizzativa di AceaElectrabel Trading Spa


AceaElectrabel S.p.A.
President

AET S.p.A.

CEO

HR

BIM

Legal

BO & Controlling

COO
Middle
Office

Fuels trading &


Portfolio Management

Fuels Trading

Gas Logistics
& Operations

Supply &
Portfolio
Management

Central Risk
Management

Gas Sales

Power trading &


Portfolio Management

Power trading

LT Power portfolio

ST power portfolio
Optimizaiton

Caratteristiche dellenergia elettrica


Fonte secondaria
(uranio, gas, olio combustibile, carbone, acqua, vento, sole, attivit geotermica,
biomasse, rifiuti, idrogeno, ecc...)
Non stoccabilit
In ogni istante

produzione = consumo
concetto di delivery

Presenza di una marcata ciclicit


stagionalit giornaliera, settimanale, mensile, annuale
Vincoli fisici derivanti dallinfrastruttura (rete di trasmissione e distribuzione) e
dalle tipologie di produzione
Elettricit come commodityelettricit come servizio pubblico
rigidit della curva di domanda
7

Definizioni di trading di elettricit


1) Trading commerciale:

Lattivit di acquisto e vendita di una


certa quantit di energia elettrica (fisica
o finanziaria) per un dato periodo di
tempo

Margin locking assicurare up front (prima che si giunga in delivery) la


necessaria marginalit dei propri impianti

Ottimizzare e gestire il proprio energy portfolio (assets, clienti)

Stretto legame tra attivit industriale e trading

Utilizzo congiunto di strumenti liquidi e prodotti pi strutturati

2) Trading speculativo:

Finalit speculative

Trarre vantaggio dalle fluttuazioni del mercato

Utilizzo di strumenti standard

View per lhedging

Operatori
ENERGY UTILITIES players che possiedono assets fisici e vendono energia
elettrica ai clienti finali come core business e non
(EDF, E.ON, ENEL, RWE, GDF Suez, GAZPROM, IBERDROLA, EDISON,
VATTENFAL, ALPIQ, EGL, ENI, ecc)

SOCIETA COMMERCIALI (GROSSISTI) players che vendono energia


elettrica ai clienti finali senza possedere assets fisici

BANCHE players che utilizzano il settore energy per differenziare il proprio


portafoglio
(BARCLAYS, GOLDMAN SACHS, MORGAN STANLEY, JP MORGAN,
CITIGROUP ecc..)
CLIENTI ENERGIVORI acciaierie, cartiere, imprese chimiche, consorzi di
imprese medio - piccole ecc

Tipologia di prodotti: La forma dei prodotti e le scadenze negoziate

PEAKLOAD

OFF

PEAK

BASELOAD
Baseload = tutti giorni dalle 00:00 alle 24:00
Peakload = dal luned al venerd dalle 9:00 alle 20:00
Off peak = dal luned al venerd dalle 21:00 alle 8:00 + il sabato e la domenica
Atri prodotti = 0 6; offpeak 1; off peak 2, super peak, ecc

S
c
a
d
e
n
z
e

Day ahead (d+1)


D+2, ecc..
Week end
Week ahead (w+1)
W + 2, ecc..
Month ahead (m+1)
M + 2, ecc..
Quarters (es: Q1_10 Gen, Feb, Mar; Q2_10 Apr, Mag, Giu)
Calendar (es: CAL 10 Gen 10Dic 10)

10

Prodotti e piattaforme di negoziazione (1)


Contratti spot
Contratti negoziati
sulle varie borse
elettriche per il
giorno di delivery D
+1
La cpty la borsa

Contratti forward
fisici

Contratti forward
finanziari (swap)

Attraverso un contratto fwd due cptys


si impegnano a scambiarsi una certa
quantit di elettricit, ad un certo
prezzo, per un certo arco temporale,
con determinate clausole accessorie
relative ai pagamenti e alle garanzie.

Attraverso un commodity swap due


controparti fissano il prezzo di una
certa merce, per una certa quantit, in
un dato arco temporale. Anche in
questo caso sono previste clausole
relative ai pagamenti e alle garanzie.

Contratto bilaterale

Nel Commodity swap NON prevista


la consegna fisica ma soltanto la
regolazione del contratto attraverso lo
scambio di flussi di cassa sulla base
di un indice sottostante (es: ICE
BRENT, PUN, ecc..).

Solitamente sono i BROKERS che


fanno incontrare la domanda e
lofferta

Contratto Bilaterale
Solitamente sono i BROKERS che
fanno incontrare la domanda e
lofferta

Contratti Futures
I contratti futures
sono contratti
negoziati su borse organizzate: (ICE,
NYMEX, BORSA ITALIANA).
I t e r m i n i c o n t r a t t u a l i s o n o
standardizzati e definiti dallexchange.
(borsa)
Le transazioni sono eseguite sulla
base delle normative definite dalla
borsa.
Le transazioni sono garantite dalla
Clearing House, che di fatto
rappresenta la controparte del
contratto.
I contratti sono sottoposti alle
procedure di margini sul Mark to
Market .
I contratti ed i partecipanti al mercato
sono regolamentati dalle autorit
finanziarie.

11

Un esempio di futures mensile


sullenergia elettrica quotato sul
segmento IDEX (Italian Derivative
Energy Exchange) di Borsa
Italiana.
Il sottostante di tale contratto
lindice PUN del GME. Il contratto
prevede anche lopzione di
consegna fisica.

12

Prodotti e piattaforme di negoziazione (2)


1) BROKER
BID - ASK
Disponibilit a
comprare e a vendere
a quel dato prezzo

2) TELEFONO
con linee
registrate

3) MESSENGER

Terminologia
13

Assets hedging (1): Principi di ottimizzazione


Portfolio clienti
Gas
Borsa Spot
Co2
Mercati Fwd & Futures

Il Portfolio Management, nel perseguire una politica efficiente ed efficace gestione degli
impianti, opera scelte di make or buy richiedendo la produzione di energia elettrica in
house o lacquisto / vendita sui mercati OTC Power e Gas

Impianti

in the money: costi marginali < prezzi power;

Impianti

out the money: costi marginali > prezzi power;

Buy

Back: comprare energia dal mercato e fermare la

produzione dellimpianto.

Vendere

tutti gli impianti in the

money disponibili
Buy

Back dal mercato tutti gli

impanti ouf of the money

14

Assets hedging (2): Spark & Dark


Costi marginali

Il CSS e CDS rappresentano due tra i concetti fondamentali nel settore dellenergia; quasi tutti i movimenti del
mercato possono essere spiegati da questi due valori. Il CSS rappresenta la profittabilit di un impianto a gas,
mentre il CDS quello di un impianto a carbone. Cio quanto si guadagna facendo girare una centrale elettrica
(gas o coal).
Lefficienza sia di un impianto a gas che di un impianto a carbone pu variare da impianto a impianto. LItalia, per
esempio, ha un parco impianti a gas (CCGT) tra i pi efficienti dEuropa, dove la sua efficienza sfiora molto spesso
il 55 %.
Fare Trading di gas o di power significa sempre indirettamente tradare CSS o CDS. In alcuni mercati pi evoluti
(UK ad esempio) alcuni BROKERS quotano direttamente prodotti come il MONTH AHEAD CSS. In Italia ormai quasi
tutte le Utilities pi evolute fanno trading (anche speculativo) di SS.
Al momento il CSS in Italia per il CAL 11 circa 6,00 EUR/MWh, molto in compressione rispetto a qualche anno fa
per effetto della forte competizione sul mercato spot.

Prezzo Gas in Italia??? Gas to Gas? Gas to Oil?

15

Assets hedging (3): Gestione degli impianti di produzione


Power
Gas
CO2

Azione

Risultato =

53 /MWh
21 /MWh
22 /ton

CSS
5,7 /MWh

80 /MWh
42, 3/MWh
23 /ton

CSS
- 6,1 /MWh

Vendere power
Comprare gas & CO2

Comprare power
Vendere gas & CO2
(Avvio piano di
manutenzione)

+4,2 /MWh

+7,6 /MWh
Power

Totale = 27,8 /MWh


Per ogni mese
scontiamo 1,5 /MWh
di costi O&M

100
95
90
85
80
75
70
65
60
55
50
45
40
35
30
25
20
15
10
5
0
-5

Gas

CO2

71 /MWh
36 /MWh
10 /ton

CSS
1,5 /MWh

58 /MWh
19 /MWh
16 /ton

CSS
17,5 /MWh

Spread non significativo

Vendere power
Acquistare gas & CO2
(Posticipo piano di
manutenzione)

0 /MWh

+16 /MWh

CSS

O&M
Clean Spark Spread =
Power Gas x (1/55%) 0,4 x CO2 O&M

16

Trading speculativo: Directional trading


Directional trading

NOTA1 Il contrario di una view


bullish BEARISH, penso che il
mercato scenda .

Importante mettere a punto possibili scenari e preferibilmente un valore di


STOP LOSS & PROFIT TAKING
262800
219000

PAY OFF:
Long outright 10 MW CAL11 Baseload
(8760 h) @ 68,00 EUR/MWh
1 EUR di swing positivo ha un impatto sul valore del
mio portfolio (Profit & Loss, P&L) di:
+ 87600 EUR = 1 EUR x 10 MW x 8760

175200
131400
87600
43800
0
-43800

65 65,5 66 66,5 67 67,5 68 68,5 69 69,5 70 70,5 71

-87600
-131400
-175200
-219000
-262800

17

Location Spread (1): Net Transfer Capacity e Cross Border Trading


Fonte: TERNA, winter 2010

500 MW

La FRANCIA produce il 77 % della sua elettricit da


nucleare, il resto da Rinnovabili 12 %, Gas 5 %,
Carbone 4 %.
La SVIZZERA il 55 % da Rinnovabili, il resto da
Nucleare.
Infine la GERMANIA produce il 47 % da Carbone, 22
% da Nucleare, 15 % da Rinnovabile, il resto da Gas.

18

Location Spread (2): Un esempio di un BID per la capacit mensile


Prodotto:
MONTHLY
BASELOAD

Dicembre
2010
Asta per
GENNAIO
2011
Gli Operatori di rete
definiscono la CAPACITA
DISPONIBILE

400 MW

Regole dasta:
Prezzo Marginale

Aspetti da valutare:
1. Serie storiche
2. Informazioni disponibili su Domanda e Offerta nei due mkt
Q

19

Location Spread (3): Prezzi giornalieri dello Spread Italia Francia dal 2007 ad oggi
130,00
125,00
120,00
115,00
110,00
105,00
100,00
95,00
90,00
85,00
80,00
75,00
70,00
65,00
60,00
55,00
50,00
45,00
40,00
35,00
30,00
25,00
20,00
15,00
10,00
5,00
0,00
-5,00
-10,00
-15,00
-20,00

2000
EUR/
MWh!!!

ITA

FR

IT - FR

600
EUR/
MWh

Gli spread tra lITALIA e gli altri paesi continentali stanno diminuendo soprattutto nei periodi invernali.
FRANCIA e SVIZZERA sono caratterizzate da un costo marginale inferiore rispetto a quello italiano ma anche da un
elevata rigidit del loro parco impianti . Overcapacity in Italia???
Lattivit di X Border Trading attualmente implica un elevato grado di ottimizzazione oraria nello scegliere quali ore
importare e quali esportare. In futuro questa necessit di ottimizzazione sar ancora maggiore e non solo nei periodi
invernali.

20

Location Spread (3): Spread annuali realizzati e forward


Yearly Spread ITA-FR baseload (Realised + forward)

Yearly Spread FR - DE baseload (Realised + forward)

25,47 30,11
25,00

4,13

5,00
4,00

3,22

3,00

22,50

20,69

2,00

2,00

1,25

0,75

1,00

20,00

18,50

17,84
17,50

3,00

3,30

17,50

16,77
15,85

0,00
-1,00

2006

2007

2008

2009

2010

2011

2012

2013

-2,00
-3,00

15,00

2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013

Location Spread

-4,00
-5,00

-15,07
Acquistare o vendere lo spread esistente tra
due contratti uguali in due paesi differenti.
Cio scommettere su una riduzione o su un
aumento del differenziale di prezzo.

MOTIVAZIONI di una posizione SHORT:


Andare long si intende che si scommette un aumento
del differenziale di prezzo tra i due paesi su quello
specifico contratto. Short il contrario.

Aumento della competizione in Italia


Overcapacity nella generazione
Decoupling tra elettricit italiana e prezzo del petrolio
Mercato del GAS
In Francia non sono previsti sostanziali aumenti di
capacit.

21

Location Spread (4): Spread ITA FR CAL + 1


CAL + 1 ITALY
110
108
106
104
102
100
98
96
94
92
90
88
86
84
82
80
78
76
74
72
70
68
66
64
62
60
58
56
54
52
50
48
46
44
42
40

CAL + 1 FRANCE

CAL + 1 Spread Italy - France

Brent @ 150 $
Forte discesa
dei Gas e
della CO2

Brent perde
15 $

Forte aumento
del COAL e
del GAS

Spikes sullo
spot in
Francia

23
22
21
20
19
18
17
16
15
14
13
12
11
10
9
8
7
6
5
4
3
2
1
0

In circa 3 anni lo spread ITA FR CAL Y + 1 si mosso da un min di 3 EUR/MWh fino ad un massimo di 22 EUR/MW.
Nellultimo anno si sempre mosso nel range 15 20 EUR/MWh.
Tradare questo spread significa fare attenzione a tutte le principali commodities.

22

Conclusioni
Trading di energia elettrica

Necessario
Utile
Divertente

anche se

Lattivit di un Trader

Consapevolezza
Disciplina

Passione
23

Grazie per lattenzione!

www.gdfsuez.com
www.
angelo.andretta@aceaelectrabel.it
angelo.andretta@gdfsuez.com
angelo.andretta@yahoo.it

.it

La Domanda (1)
Livello di prezzo
Pausa pranzo

Week days

Domanda

Attivit
industriale

Ore di luce

Nuvolosit
Vacanze e Festivit

Temperatura

25

La Domanda (2)

26

Lofferta (1): Curva di carico e costi di generazione


Carico
(MW)

8760
Costi

Peak

Ore

Mid
merit
Base

Fonte: Biancardi,
Fontini 2005

Ore
8760
27

Lofferta (2)
EUR/MWh

Impianti
di picco

Carbone
H/W
0 EUR/MWh

Nucleare

CCGT
45 55 EUR/MWh

(Turbogas e
Olio
combustibile)
110 130 EUR/
MWh

35 40 EUR/MWh

10 EUR/MWh

MW

28

Lofferta (3): il vento


EUR/MWh

Impianti
di picco

Carbone
H

Eolico

CCGT

(Turbogas e
Olio
combustibile)

Nucleare

MW

29

Lofferta (4): Il ventoin Germania (EEX)

30

Contratti forward finanziari: SWAP (1)

Data:
NOV
2007

10
MW

10
MW

Flusso monetario (EUR)


Flusso fisico (elettricit)
31

SWAP (2)
Strike = 78,00 EUR/MWh

Data:
NOV
2007

10
MW

?
Per eliminare questa incertezza le
parti (Produttore e FIAT) decidono
di concludere un contratto per
tutto il 2008 puramente finanziario
basato sui differenziali tra il
prezzo di tale contratto (prezzo
STRIKE) e le medie mensili dei
prezzi di Borsa (PUN).
Flusso monetario basato sui differenziali
di prezzo (EUR)

10
MW

?
Le parti negoziano che 78,00 EUR/
MWh pu essere un buon valore per
entrambi per chiudere il DEAL!
Il produttore disponibile a vendere a
78,00, cosi come la FIAT disponibile
a comprare a 78,00!!!

Flusso monetario (EUR)


Flusso fisico (elettricit)

32

SWAP (3), Un Esempio : Gennaio 2008 MEDIA PUN 86,24 EUR/MWh


Data:
GEN
2008
DELIVERY

Il produttore paga alla FIAT


(86,24
78,00) = 8,24 EUR/MWh

10
MW
Strike = K = 78,00
EUR/MWh

La Fiat non paga


nulla al
produttore

86,24 EUR/
MWh

REGOLA SETTLEMENT MENSILE:


1. se (PUN K) > 0
allora
PRODUTTORE paga [(PUN K) x MW x h] alla FIAT
2. se (PUN K) < 0
allora
PRODUTTORE riceve [-1 x (PUN K) x MW x h] dalla FIAT

Flusso monetario basato sui differenziali


di prezzo (EUR)

10
MW
86,24 EUR/
MWh

MW contratto
swap = 10 MW
h Gen = 744

SETTLEMENT:
GENNAIO 2008
Il Produttore paga alla FIAT
8,24 x 10 x 744 = 61.305 EUR
Il Produttore riceve dal GME
86,24 x 10 x 744 = 641.625 EUR
La FIAT paga al GME
86,24 x 10 x 744 = 641.625 EUR

Flusso monetario (EUR)


Flusso fisico (elettricit)

33

SWAP (4),un esempio: Marzo 2008 MEDIA PUN 74,55 EUR/MWh


Il produttore non paga nulla alla FIAT

Data:
MAR
2008
DELIVERY

Il produttore riceve dalla FIAT

1 x (74,55 78,00) = 3,45 EUR/MWh


Strike = K = 78,00
EUR/MWh

10
MW
74,55 EUR/
MWh

REGOLA SETTLEMENT MENSILE:


1. se (PUN K) > 0
allora
PRODUTTORE paga [(PUN K) x MW x h] alla FIAT
2. se (PUN K) < 0
allora
PRODUTTORE riceve [-1x (PUN K) x MW x h] dalla FIAT

Flusso monetario basato sui differenziali


di prezzo (EUR)

10
MW

74,55 EUR/
MWh

MW contratto
swap = 10 MW
h Mar = 743

SETTLEMENT:
Marzo 2008
Il Produttore riceve dalla FIAT
3,45 x 10 x 743 = 25.633 EUR
Il Produttore riceve dal GME
74,55 x 10 x 743 = 553.906 EUR
La FIAT paga al GME
74,55 x 10 x 743 = 553.906 EUR

Flusso monetario (EUR)


Flusso fisico (elettricit)

34

SWAP (5): riepilogo


A fine anno 2008, il produttore ha venduto i suoi 10 MW a 78,00 EUR/MWh, e la FIAT ha comprato lenergia necessaria ai suoi
processi (10 MW) a 78,00 EUR/MWh attraverso lo SWAP!!!

Strike = ?
INDICE Sottostante = ?

MW contratto swap = ?
PERIODO = ?

Uno swap un contratto derivato in cui due


controparti fissano il prezzo di una certa merce, per
una certa quantit, per un certo arco di tempo,
scambiandosi soltanto flussi di cassa.
Solitamente il SETTLEMENT MENSILE

Da qualche anno lo swap su PUN divenuto il


pi utilizzato strumento nel trading finanziario di
elettricit poich permette di speculare sui
movimenti di prezzo senza porsi il problema
delladelivery fisica!!!

Il commodity swap il pi semplice e utilizzato


strumento di copertura dal rischio prezzo
(HEDGING) dove la controparte spesso una Banca

Flusso monetario basato sui differenziali


di prezzo (EUR)

Flusso monetario (EUR)


Flusso fisico (elettricit)

35

CAPACITA ISTALLATA (quota di mercato)

Totale Produzione Nazionale 2008: 339,1 TWh

36

INTERCONNECTOR (1): Fonti normative


Legge 23 luglio 2009 n 99: Disposizioni per lo sviluppo e
linternalizzazione delle imprese, nonch in materia di energia

Art. 32: Impulso alla realizzazione del mercato unico dellenergia elettrica
attraverso lo svolgimento di interconnector con il coinvolgimento di clienti
finali energivori
Al fine di contribuire alla realizzazione del mercato unico dellenergia elettrica, la societ Terna Spa provvede,
a fronte di specifico finanziamento da parte di soggetti investitori terzi, a programmare, costruire ed esercire a
seguito di specifici mandati dei medesimi soggetti uno o pi potenziamenti delle infrastrutture di
interconnessione con lestero nella forma di interconnector ai sensi del regolamento (CE) n. 1228/2003 del
Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 giugno 2003, nonch le necessarie opere di decongestionamento
interno alla rete di trasmissione nazionale, in modo che venga posto in essere un incremento globale fino a
2000 MW della complessiva capacit di trasporto disponibile con i Paesi esteri, in particolare con quelli
confinanti con il nord dellItalia.
Entro 120 gg dallentrata in vigore della legge Terna Spa organizza una procedura concorsuale per la
selezione dei soggetti che intendono sostenere il finanziamento dei singoli interconnector specificando nel
bando i corrispettivi degli stessi [].
In considerazione dellimpatto che il significativo incremento della capacit complessiva di interconnessione
indotto dalle disposizioni del presente articolo pu avere sulla gestione del sistema elettrico italiano, alle
procedure concorsuali possono partecipare esclusivamente clienti finali, anche raggrupati in forma consortile
con potenza non inferiore a 10 MW, caratterizzati da un fattore di utilizzazione della potenza impegnata
mediamente nel triennio precedente non inferiore al 40 % [] e che si impegnino a riduzioni del proprio
prelievo dalla rete [].
37

INTERCONNECTOR (2)
Funzionamento operativo dello schema interconnector: come andata lanno
scorso
Spread CAL 10 a dic 2009: 19,00 EUR/MWh
Lo schema INTERCONNECTOR d la possibilit ad alcuni
clienti energivori, che hanno stipulato un CONTRATTO DI
FORNITURA di energia elettrica in un paese confinante
con lItalia, di USUFRUIRE di tale energia IN ITALIA, a
fronte del pagamento di UN CORRISPETTIVO che andr a
finanziare la costruzione di ULTERIORE CAPACITA di
INTERCONNESSIONE.
Realt operativa Dicembre 2009:
A dicembre dello scorso anno i clienti in questione
avevano gi concluso i rispettivi contratti di fornitura
come ogni anno.
I clienti hanno pagato 4,00 EUR/MWh TERNA per entrare
nello schema.
I clienti hanno chiuso contratti di approvvigionamenti in
GERMANIA per i MW di cui sono risultati assegnatari.
I clienti tramite i loro fornitori abituali in Italia essendo
gi LONG Italia, hanno concluso anche contratti in
vendita sul mercato italiano per equivalenti volumi per
monetizzare lo spread acquistato da TERNA.

Asta di shipping:
Attraverso unasta al ribasso PAYS as BID TERNA ha
selezionato gli SHIPPER che a fronte del premio
proposto, sono stati obbligati a ritirare energia dai clienti
in Germania e renderla disponibile agli stessi in Italia
sulla PCE.
Oneri per il sistema (Art. 6 della delibera, comma 6.2):
Leventuale differenza maturata in capo a Terna tra i corrispettivi al
comma 3.2, lettera a) ed i corrispettivi riconosciuti agli shipper, sulla
base dei contratti di cui al comma 4.2, per rendere possibile
l'esecuzione dei contratti di approvvigionamento all'estero dei
soggetti selezionati sia conguagliata attraverso il corrispettivo di cui
allarticolo 44 dellallegato A alla deliberazione n. 111/06

Costo per il sistema paese oltre 262 mln EUR


38