Sei sulla pagina 1di 6

--- ML CRESCERE ---

La Salute del Corpo - 6


Spedita in dicembre.
Arretrati e materiale vario in: www.viveremeglio.org
Coordinatore: Dr. Mario Rizzi

SOMMARIO:
LE VITAMINE
I MINERALI
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
BIBLIOGRAFIA

LE VITAMINE
Dare una definizione di "vitamina" non facile, tanti e molteplici sono i loro interventi nei processi biofisiologici
dell'organismo. E' comunque possibile affermare con certezza scientifica che esse sono indispensabili per la salute ed il
benessere dell'organismo.
Le vitamine sono presenti in piccolissima quantit negli alimenti di cui ci nutriamo, principalmente nei vegetali. Il nostro
organismo in grado di utilizzare solo parzialmente quelle che non sono introdotte con gli alimenti (ad. esempio quelle
prodotte in laboratorio). Una loro carenza pu condurre a serie disfunzioni o malattie.
L'unit di misura delle vitamine, a parte la vitamina C, l'Unit Internazionale (U.I.) che corrisponde ad uno standard di
peso stabilito che generalmente il milligrammo (mg) o addirittura il millesimo di milligrammo o microgrammo (mcg).
I principali nemici delle vitamine sono: estratti di ghiandole e ormoni; purganti salini; olio di paraffina e di vaselina; i
medicinali allopatici (quelli tradizionali); i preparati salicilici che, a lungo andare, distruggono il contenuto vitaminico del
fegato, del cervello e distruggono completamente la vitamina C; i barbiturici, che agiscono negativamente sulle vitamine A
e C delle capsule surrenali; gli antiartritici; il Bismuto, che impedisce il normale accumulo di vitamine; i sulfamidici, che
distruggono la vitamina PP, gli arsenobenzoli (Salvarsan, ecc.) e gli antibiotici.
L'azione del calore di una cottura prolungata, pu distruggere completamente la vitamina C, alterare le altre vitamine e far
perdere al cibo gli enzimi necessari per una buona assimilazione.
Lo zucchero raffinato ed prodotti che lo contengono, sono in grado di distruggere le vitamine del gruppo B con special
riguardo a quelle che governano il sistema nervoso (B6). Se presente nervosismo o irritabilit bene ridurlo drasticamente
e cos pure gli alimenti che lo contengono. Come alternativa usare poco miele o fruttosio.
Le vitamine conosciute sono circa una ventina e appartengono a due categorie:
- Solubili nell'acqua (idrosolubili): es. B, C, P.
- Solubili nei grassi (liposolubili): es. A, D, E, F, K.
Le vitamine liposolubili entrano nel nostro organismo attraverso gli alimenti grassi e vengono immagazzinate nel nostro
corpo. Questo significa che non necessario che noi le introduciamo giornalmente.
Per le vitamine idrosolubili la situazione critica perch la quantit non utilizzata viene eliminata dall'organismo e
dobbiamo pertanto provvedere al loro rimpiazzo giornaliero.
Vediamo in modo succinto le propriet delle vitamine pi importanti e dove trovarle. Rimandiamo alla Bibliografia i lettori
che desiderano una documentazione pi completa.

VITAMINE SOLUBILI NELL'ACQUA (IDROSOLUBILI)

VITAMINA B1 (tiamina)
E' necessaria per il buon funzionamento del sistema nervoso, dell'apparato muscolare e del sistema digerente. Alimenti che
la contengono: lievito di birra, cereali integrali, pane e pasta, carne di maiale.
VITAMINA B2 (riboflavina)
Aiuta il processo con cui l'energia contenuta negli alimenti viene trasformata in energia utilizzabile per l'organismo.
Alimenti che la contengono: lievito di birra, legumi secchi, noci, arance, yogurt, germi di grano, latte, formaggi, fegato,
vegetali biologici, tuorlo d'uovo, latte in polvere.
VITAMINA B3 (acido pantotenico)
Aiuta a ritardare l'et ed importante per la salute dei capelli. Alimenti che la contengono: lievito di birra, germi di grano,
farina integrale, riso integrale, arachidi, mandorle dolci, latte in polvere, spinaci, fegato di bue, vegetali biologici, tuorlo
d'uovo.
VITAMINA B6 (piridossina)
Necessita agli individui contratti, nervosi, insonni, ed a tutti coloro che hanno bisogno di rilassarsi. Serve per la
utilizzazione degli aminoacidi contenuti nelle proteine. E' molto efficace nelle dermatiti ed utile nei casi di alterazione
delle sensibilit delle estremit. Alimenti che la contengono: lievito di birra, germi di grano, pesce, pollame, spinaci,
piselli, banane.
VITAMINA B12 (cianocobabmina)
Per la protezione del sistema nervoso. Aiuta l'organismo a combattere svariate malattie, tra cui: problemi al fegato,
dermatiti, anemia, malattie dei nervi e del cervello, emicrania. E' un buon coadiuvante nell'alcolismo cronico. Alimenti che
la contengono: lievito di birra, orzo, tuorlo d'uovo, pesci di acqua salata, pollame non d'allevamento, fegato, carne magra
bovina.
VITAMINA C (acido ascorbico)
Combatte: raffreddori, infezioni, allergie, artrite. Tende ad allungare la durata della vita. Alimenti che la contengono: frutta
e verdura fresca, agrumi, pomodori e vegetali a foglie verdi.
Per aumentare le difese naturali dell'organismo contro le malattie infettive; per evitare un eccessivo sanguinamento delle
gengive.
ACIDO FOLICO (fa parte del gruppo delle vitamine "B")
E' essenziale nella formazione dei globuli rossi del sangue per la sua azione sul midollo osseo. Aiuta nella gestione delle
proteine e contribuisce ad una crescita normale. E' anche adatto a combattere l'anemia ed a conservare il colore dei capelli.
Alimenti che lo contengono: vegetali a foglia verde scuro (spinaci, ecc.), lievito di birra, fegato, reni. Viene ridotto dal
consumo di caff e di alcoolici.

VITAMINE SOLUBILI NEI GRASSI (LIPOSOLUBILI)


VITAMINA A (retinolo)
Indispensabile per la salute degli occhi e della pelle. Provvede alla ricostruzione ed alla protezione delle mucose, delle ossa
e dei denti. Rallenta l'invecchiamento. E' importante per la visione nelle ore notturne. Alimenti che la contengono: olio di
fegato di merluzzo, carote, cavoli, barbabietole, burro, fegato, uova, verdure gialle o verdi.
VITAMINA D (calciferolo)
Indispensabile per la salute delle ossa e dei denti. Una ottima sorgente di vitamina D la luce del sole presa direttamente
sulla pelle. Aiuta nei casi di tensione nervosa, miopia ed altri problemi. Alimenti che la contengono: lievito di birra, olio
di fegato di merluzzo, olio in genere, formaggi freschi, fegato di maiale e di vitello, tuorlo d'uovo.
VITAMINA E (tocoferolo)
Protegge il sangue e le altre sostanze del corpo dalle intossicazioni. E' molto valida per i disturbi di cuore e della
circolazione. Aiuta a combattere i processi di invecchiamento. Alimenti che la contengono: ortica, vegetali a foglie verdi,
cereali integrali, semi in genere, margarina e germi di grano, fegato, tuorlo d'uovo.
VITAMINA F
Promuove la creazione di nuove cellule. Dona salute ai nervi ed al cervello. Tende a sciogliere il colesterolo. Alimenti che
la contengono: cereali integrali, noci, nocciole, mandorle, semi di zucca e di girasole, germi di grano e olii vegetali.
VITAMINA K

Coagula il sangue in caso di ferite. Aiuta le cellule ad immagazzinare energia. Alimenti che la contengono: yogurt,
vegetali a foglia verde, patate, carote, pomodori e kelp (alga marina).

Importante!
Quando si usano le vitamine in capsule o gocce, importante che vengano assunte - dopo - un pasto. In caso contrario gli
acidi gastrici le potrebbero neutralizzare.

I SALI MINERALI
I minerali danno forza alla struttura scheletrica e preservano il vigore del cuore, del cervello e del sistema nervoso. Vi
comunque una notevole differenza tra i minerali che provengono direttamente dalla terra (esempio quelli contenuti
nell'acqua) e quelli presenti nei regni vegetale ed animale che hanno subito un'elaborazione che li ha, in un certo senso,
"vitalizzati".
I minerali, provenienti dalla terra, non hanno alcun dinamismo energetico e, dopo esser stati introdotti nell'organismo, ne
possono uscire solo con il sudore o l'urina. Per questa ragione non si dovrebbe usare molto sale da tavola e quel poco
dovrebbe essere di tipo marino. Ci per evitare eventuali accumuli che provocherebbero un progressivo irrigidimento del
corpo.
I minerali servono per importanti funzioni organiche come il mantenimento dell'equilibrio acido/basico dei fluidi corporei,
la penetrazione del nutrimento all'interno delle cellule e la fuoriuscita delle tossine. Una dieta mista, che comprenda frutta,
verdura, semi (noci, nocciole, mandorle, ecc.), cereali e qualche prodotto di provenienza animale, in grado di fornire tutti i
minerali necessari per il benessere dell'organismo.
Segue l'elenco dei minerali pi importanti con le loro caratteristiche peculiari e la fonte alimentare. Rimandiamo alla
Bibliografia i lettori che desiderano una documentazione pi completa.
CALCIO
Equilibra il sistema nervoso ed interviene nell'attivit ritmica del cuore. Evita: carie dentarie, crampi alle gambe, unghie
fragili, irritabilit e alcune forme di mal di testa. L'assimilazione di questo prezioso elemento controllato dalla ghiandole
endocrine ed il corpo capace di ricavare tutto il Calcio che gli necessario da una dieta sana e naturale. Per garantirsi
sull'apporto giornaliero del Calcio perci sufficiente utilizzare: cereali, frutta fresca, noci e semi crudi, frutta secca,
germe di grano, avena, e verdure con foglie verdi. In caso di necessit si potr usufruire del decotto di equiseto fatto bollire
lentamente almeno 12 minuti.
Attenzione: l'aceto, ed i sottaceti, sono pericolosi nemici del calcio e vanno usati con molta cautela.

-- Alcune note di biochimica sul Calcio -Il Calcio necessario per la propagazione degli impulsi nervosi, la salute delle ossa e denti e la regolazione del battito
cardiaco.
In questi ultimi anni, si diffusa la credenza che sia necessario utilizzare latte e formaggio per essere sicuri di averne
sempre a disposizione. Questa un'idea piuttosto falsa come vedremo in questa breve trattato. Infatti, i mammiferi, durante
la loro infanzia, ricevono il calcio dal latte materno e, una volta cresciuti, i carnivori lo ricevono dalle loro prede e gli
erbivori dal regno vegetale. Nessuno di loro lo prende dal latte!
Secondo la teoria della trasmutazione di Kervran-Ohsawa, Sodio, Calcio, Potassio e Magnesio si possono trasmutare l'uno
nell'altro. In particolare la trasmutazione Si - Ca (del Silicio in Calcio) molto diffusa in natura anche nelle piante.
Su queste basi, diventa comprensibile l'effetto remineralizzante e ricalcificante osseo, di alimenti ricchi di Silicio come il
miglio e il frumento (65/68%) e ricchi di Magnesio come il grano saraceno. Non un caso, infatti, che da sempre in
medicina popolare si usi l'equiseto (Equisetum arvensis - detto anche coda cavallina) sotto forma di decotto, carbone
vegetale o altre preparazioni come ricalcificante nelle fratture ossee e cartilaginee, nell'osteoporosi, per le unghie soggette a
facili fratture, nelle carie, ecc.
Nella formazione di Calcio, il Magnesio non certo meno importante del Potassio e del Silicio. E' questa trasmutazione
(Magnesio + Ossigeno = Calcio) che ci spiega ad esempio il meccanismo di formazione della corazza di aragoste e granchi e
della costituzione del corallo.
La mania di usare molti latticini, per non restare senza calcio, non pertanto fondata su verit. Diremo anzi che
pericolosa, visto che recenti ricerche hanno dimostrato come l'osteoporosi ed il cancro al seno siano pi diffuse nei paesi
dove vi un maggior consumo di latte e formaggio.
Pertanto preferibile ottenere il Calcio necessario mangiando cibi che provengono dal regno vegetale; che ne danno
conferma le mucche e molti altri mammiferi che mangiano solo erba ed hanno una struttura ossea molto sviluppata.

Bibliografia sul Calcio:


Comunicato Andromeda n. 4/1991,
Andromeda, via S. Allende 1, 40139 Bologna.

P. Antognetti, Latte e formaggio, rischi e allergie per aduli e bambini,


Macro/Edizioni, Cesena (FO).
A. Kushi, Dieta salute e bellezza,
Edizioni Mediterranee, Roma.
FERRO
Riduce la possibilit di: debolezza, pallore, anemia, fragilit delle unghie, alcuni disturbi ai reni e i gas intestinali. Alimenti
che lo contengono: cereali integrali, lenticchie, manzo magro, tuorlo d'uovo, uva passa, frutta secca, lievito di birra.
Nota: l'assorbimento del ferro non pu avvenire nel modo opportuno (vedi le varie anemie) qualora nell'organismo vi
carenza di calcio, di vitamina C oppure scarsa la produzione di acido cloridrico.

-- Alcune note di biochimica occulta sul ferro -"Il ferro in realt la base dell'esistenza separata. Senza il ferro, il sangue rosso, sorgente di calore, non sarebbe possibile e
l'Ego non avrebbe potere sul corpo. Quando il sangue rosso si svilupp nell'ultima parte dell'Epoca Lemuriana il corpo
divenne eretto, l'Ego pot abitarvi e controllarlo" (1).
"Come prova dell'asserzione che l'Ego non pu agire nel corpo quando il sangue troppo freddo o troppo caldo,
richiamiamo l'attenzione sul fatto ben noto che il caldo eccessivo rende l'individuo assonnato, e se questo oltrepassa un certo
limite ne scaccia l'Ego, lasciando il corpo senza conoscenza. Anche il freddo eccessivo tende a rendere l'individuo
sonnolento o inconscio. Soltanto quando il sangue alla temperatura normale o ad essa vicino, I'Ego pu usarlo come
veicolo di consapevolezza (2).
Da queste note, appare chiaro come la mancanza di ferro possa creare tutta una serie di problematiche, imputabili al fatto
che l'Ego ("burattinaio") non ha pi un buon controllo sul "burattino" (corpo fisico, mente ed emozioni). Tra queste
problematiche citiamo gli svenimenti, l'essere "via con la testa", avere problemi nell'essere presente, ecc. Ricordiamo che in
mancanza di calcio il ferro non riesce ad essere assorbito.
FLUORO
Seppur in minutissime parti presente in quasi tutti i tessuti umani ma si trova primariamente nelle ossa e nei denti. E'
presente in molti alimenti perci una sua carenza piuttosto rara. Alimenti che lo contengono: t, polvere di ossa, cibi che
provengono dal mare.
FOSFORO
Partecipa con il calcio alla formazione delle ossa e dei denti, concorre inoltre alla digestione ed assorbimento dei
carboidrati, grassi e proteine. Alimenti che lo contengono: lievito di birra, formaggio, tuorlo d'uovo, frutta secca, legumi,
fegato di vitello, sardine e sgombri sott'olio. Integratori alimentari: olio di fegato di merluzzo, polvere di ossa, olio di
germi di grano e spirulina.
POTASSIO
Riduce la possibilit di: debolezza muscolare, stanchezza, costipazione, artrosi ed i crampi muscolari. Alimenti che lo
contengono: cereali integrali, frutta, noci, verdura in genere e germi di grano.
RAME
Riduce la possibilit di: debolezza, artrite, infiammazioni della pelle, perdita dei capelli ed alcuni disturbi digestivi.
Alimenti che lo contengono: cereali integrali, frutta secca e insalate verdi.
SELENIO
Allontana la vecchiaia. E' un antiossidante pertanto elimina le tossine nel sangue e protegge le cellule nel caso di
infiammazioni, storte e contusioni. Alimenti che lo contengono: germe di grano, pesce, pollame, latte, cereali integrali,
lievito di birra, broccoli, aglio, cipolla e pomodori.
SODIO
Controlla l'energia muscolare, riduce le crisi depressive, migliora la memoria, evita i disturbi nervosi e l'irritabilit.
Alimenti che lo contengono: noci, fagioli di soia e verdure con foglie verdi (spinaci esclusi), sale marino integrale (ne
basta pochissimo).
ZINCO
Riduce la possibilit di: cicli mestruali irregolari, difficolt nel rimarginarsi delle ferite, inappetenza e i dolori alle giunture.
Alimenti che lo contengono: pane integrale, semi di zucca e di girasole, noci, germi di grano.

ZOLFO
Si combina (sotto forma di solfato) con altre sostanze, provvedendo un ruolo importante nella disintossicazione e difesa
dell'organismo. Alimenti che lo contengono: cuore e fegato di bue, manzo e vitello, carne di tacchino, bue, manzo e vitello,
legumi, carne di maiale, pesce fresco, parmigiano, cavolini di Bruxelles. Integrativi alimentari: olio di fegato di merluzzo,
olio di germi di grano e la lecitina di soia.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
1) Max Heindel, La Cosmogonia dei Rosacroce, pag. 193,
Edizioni del Cigno, Peschiera del Garda (VR)
2) Ibid., pag. 106.

BIBLIOGRAFIA
Valter Giraudo - Giuseppe Gregorio, Vitamine e Minerali,
Edizioni Atlantide, Tel. 02-93.548.007.