Sei sulla pagina 1di 14

IL DIRITTO DAUTORE

OGGETTI DEL DIRITTO DAUTORE


Sono protette le opere dellingegno di carattere creativo che appartengono a:
Letteratura in forma sia scritta che orale
Musica con o senza parole
Opera coreografica o pantomimica con traccia scritta
Arti figurative compresa la scenografia e la fotografia
Architettura disegni e opere
Teatro
Cinematografia
Programmi per elaboratore compreso il materiale preparatorio atto alla progettazione
Banche di dati lasciando impregiudicati i diritti sul loro contenuto

Le opere collettive come enciclopedie, dizionari, riviste e giornali sono sono protette come opere
originali senza negare i diritti delle singole opere
Sono inoltre protette le elaborazioni dellopera stella quali le traduzioni in altra lingua, gli
adattamenti da una in altra forma artistica, le modificazioni ed aggiunte che costituiscono un
rifacimento sostanziale dellopera originaria e le riduzioni.
Il diritto di utilizzazione economica appartiene allautore che ha il diritto esclusivo di pubblicare
lopera ma, per i programmi, banche dati e disegno industriale, salvo patto contrario, tale diritto
appartiene al datore di lavoro.
Il diritto di riproduzione ha per oggetto la moltiplicazione in copie dellopera, quello di trascrizione
ha per oggetto la trasformazione dellopera da orale a materiale. Lesecuzione, rappresentazione o
recitazione e considerata privata se svolta allinterno della cerchia della famiglia, del convitto, della
scuola o dellistituto di ricovero, purche non effettuata a scopo di lucro. Se fatta a fini di promozione
culturale e valorizzazione culturale allinterno di musei, archivi e biblioteche pubblici non e
considerata pubblica, purche non a scopo di lucro. Agli autori spetta un compenso ridotto quando le
opere sono rappresentate allinterno di istituti di assistenza e associazioni di volontariato pureche
destinate ai soci, che devono essere limitati e documentati, e non a scopo di lucro.
Il diritto di comunicazione al pubblico su filo o senza filo ha per oggetto limpiego dei mezzi di
diffusione a distanza che provengano o incaricati da organismi di radiodiffusione collocati in Italia.
I diritto di distribuzione ha per oggetto la messa in commercio o circolazione delloriginale dellopera
o esemplari.
Il diritto di traduzione ha per oggetto la traduzione in altra lingua, quello di elaborazione comprende
tutte le forme di modificazione e trasformazione dellopera.
Il diritto di noleggio ha per oggetto la cessione in uso di originali o copie dellopera per un periodo

limitato di tempo e a scopo di lucro; altrimenti e considerato prestito, se tali diritti vengono ceduti ad
un produttore, lautore, ha il diritto di conseguire guadagno quando il primo noleggia lopera a terzi.
SOGGETTI DEL DIRITTO DAUTORE
E reputato autore dellopera, salvo prova contraria, chi e in essa indicato come tale nelle forme
duso; egli ha i diritti morali inalienabili e non possono essere quindi ceduti, e consistono nel diritto di
rivendicare la paternita dellopera e di opporsi alla modificazione che pregiudichino lonore o
reputazione dellautore, questo non puo pero essere rivendicato nelle opere di architettura se tali
modificazioni sono necessarie.
Dopo la morte dellautore i diritti di utilizzazione economica e morale passano agli eredi, rimanendo
indivisi per i primi tre anni dalla morte; se al termine di detti anni si decida di far rimanere in
comunione tale diritto, per una data stabilita, essi dovranno nominare un amministratore, conferito
dalla SIAE in mancanza di nomina da parte degli eredi, che curera i diritti di utilizzazione dellopera,
ma non potra concedere modificazioni e trascrizi dellopera se contro il consenso della maggioranza
degli eredi.
I diritti di utilizzazione economica durano fino al settantesimo anno dalla morte dellautore. Entro
questo periodo, se vengono pubblicate opere inedite, alle quale non sia stata vietata tale azione da
parte dellautore, la durata e di settanta anni dalla prima pubblicazione e spetta esclusivamente agli
eredi, dopo lestinzione dei diritti la durata del materiale inedito e di 25 anni dalla p. pubblicazione.
Se se si tratta di opera anonima puo far valere i diritti dautore chi ha pubblicato lopera finche
lautore non si sia rivelato. tali diritti vanno da settantanni dalla prima pubblicazione; per acquisire il
beneficio della durata normale lautore o gli eredi devono rivendicare la paternita, entro i detti
settantanni, presso il ministero dei beni culturali di fronte ai terzi che in precedenza avevano i diritti
sullopera.

In unopera collettiva il diritto dautore appartiene in comune a tutti i coautori ed e necessario


laccordo di tutti i coautori nella pubblicazione di inediti o modificazione delloriginale, tuttavia
lautorita giudiziaria puo concedere tali azioni se una parte dei coautori rifiuta senza giustificazioni
valide; la difesa del diritto morale puo essere esercitata individualmente da ciascun coautore. La
durata e di settanta anni dalla morte dellautore che decede per ultimo, in caso di opera collettiva si
considerano le vite dei singoli autori o, se considerata lopera come un tutto, dura settanta anni dalla
prima pubblicazione. Se si tratta di opera collettiva periodica la durata e di venti anni dalla fine di
ogni anno di pubblicazione.
Se i diritti appartengono alle amministrazioni pubbliche, accademie o enti pubblici o priviati che non
perseguano scopo di lucro il diritto economico vale ventanni dalla prima pubblicazione
I termini finali di durata si calcolano dal 1 gennaio dellanno successivo a quello in cui si verifica la
morte dellautore o altro evento considerato dalla norma.

OGGETTI DEL DIRITTO DAUTORE


OPERE DRAMMATICO-MUSICALI, COREOGRAFICHE E PANTOMIMICHE E
COMPOSIZIONI MUSICALI CON PAROLE
Il profitto e ripartito in proporzione del valore del rispettivo contributo letterario o musicale: nelle
opere liriche la parte musicale e considerata di 3/4 del complessivo, nelle opere coreografiche o
pantomimiche in cui la musica non abbia funzione o valore principale essa perde i diritti economici
negli altri casi e eguale. Ciascun collaboratore puo utilizzare indipendentemente la propria opera,
pero lautore della parte letteraria non puo congiungerla ad altro testo musicale tranne se lopera:
Non sia stata posta in musica dopo cinque anni dalla consegna del testo nel caso dellopera e un
anno negli altri casi.
E completa e non viene pubblicata entro i limiti sopra citati o se e consegnata alleditore ma non
viene pubblicata entro cinque anni per le opere liriche e due per gli altri casi, o meno se fissato da
contratto, lautore ha diritto inoltre di risoluzione del contratto.
Dopo una prima rappresentazione lopera cessi di essere rappresentata per un periodo di dieci
anni per opere liriche e due negli altri casi, se non viene rappresentata ulteriormente dalleditore,
sotto richiesta dellautore, questultimo puo risolvere il contratto
Negli ultimi due casi lopera completa rimane in comunione.

OPERE COLLETTIVE, RIVISTE E GIORNALI


Nelle opere collettive il diritto economico spetta alleditore tranne patto contrario ed e considerato
autore chi organizza e dirige la creazione dellopera stessa.
Se un articolo e inviato da una persona estranea alla redazione, egli riprende il diritto di disporre
dellopera se non ha ricevuto accettazione entro un mese dallinvio o non viene pubblicata da sei mesi
dellaccettazione. Cio non vale se lautore e parte della redazione ma puo riprodurre il proprio
articolo in altra pubblicazione dopo sei mesi dalla consegna.
Nelle opere collettive il collaboratore ha diritto ad essere indicato nella stessa, tranne se si tratti di
riviste o giornale, tranne patto contrario.
Il direttore del giornale ha diritto, a modificare larticlo se non vennisse indicato il nome dellautore o,
se stipulato differentemente ad apporre modifiche, tranne patto contrario, di forma richieste dalla
natura del giornale senza pero nuocere lonore dellautore.
Lautore dellarticolo ha diritto a riprodurlo in raccolte diverse poiche indichi lopera collettiva dalla
quale e tratto e la data di pubblicazione.
Leditore o direttore non ha lobbligo di conservare o restituire i manoscritti non riprodotti, che gli

siano pervenuti senza sua richiesta.


OPERE CINEMATOGRAFICHE
Si considerano coautori dellopera cinematografica lautore del soggetto, della sceneggiatura, della
musica e il direttore artistico. I diritti economici spettano al produttore indicato sulla pellicola stessa o
nel registro della SIAE.
Salvo patto contrario il produttore non puo modificare lopera senza il consenso dei coautori. Gli
autori della musica hanno il diritto di percepire, direttamente da coloro che proiettano lopera, un
compenso separato; i restanti coautori hanno diritto, qualora non vengano retribuiti mediante un
percentuale sulle proiezioni, a ricevere un ulteriore compenso raggiunta una quota di incassi
prestabilita col produttore. Se il diritto di diffusione viene ceduto allautore, spetta agli autori un equo
compenso a carico degli organismi di emissione per ciascuna utilizzazione delle opere, essi hanno
diritto ad un equo compenso anche per altri sfruttamenti economici dellopera. Un compenso spetta
anche a traduttori di opere straniere. Tali diritti non sono rinunciabili.
Il produttore ha diritto ad apporre modifiche necessarie per il loro adattamento cinematografico e,
qualora manchi laccordo tra il produttore e uno o piu autori, sara svolto un accertamento da un
collegio di tecnici. Gli autori hanno diritto che i loro nomi e mansioni siano indicato nellopera. Gli
autori possono utilizzare separatamente le proprie opere sempre che non rechi pregiudizio allopera
stessa. Se il produttore non porta a compimento lopera o non pubblichi lopera completa entro tre
anni gli autori possono disporre liberamente dellopera stessa.
Chiunque abusivamente diffonde al pubblico al pubblico per via telematica, unopera cinematografica
e punito con la sanzione di 1.500 euro e, chi promuove tali condotte e punito con la sanzione di 2.000
euro.
OPERE RADIODIFFUSE
Il servizio della radiodiffusione e riservato allo Stato che lo esercita direttamente o per mezzo di
concessioni.
Lente esercente il servizio ha la facolta di diffondere opere da teatri, sale di concerto e altri luoghi
pubblici, i gestori di tali luoghi sono tenuti a permettere gli impianti e le prove tecniche necessarie per
preparare la radiodiffusione, e necessario il consenso dellautore per la diffusione di opere nuove o
le prime rappresentazioni stagionali di opere non nuove, non e considerata nuova lopera eseguita in
tre diverse occasioni pubbliche. Nelle stagioni di rappresentazione non inferiore a due mesi, lente
indicato puo diffondere tali performance una volta alla settimana per le rappresentazioni e ogni
cique giorni, o frazioni di cinque, per i concerti. Il nome dellautore e il titolo dellopera devono essere
indicati contemporaneamente allopera. La conformita della radiodiffusione spetta agli organi dello
Stato preposti. Lente esercente e autorizzato a registrare lopera al fine della sua radiodiffusione in
differita e tale copia deve o essere distrutta o conservata a carattere documentario no a scopo di lucro
altrimenti si necessita del consenso dellautore. Lautore ha diritto ad un compenso in base al numero
delle trasmissioni. Per lesecuzione in pubblici esercizio dellopera radiodiffusa spetta allautore un
equo compenso stipulato dalla SIAE.

OPERE REGISTRATE SU SUPPORTI


I supporti fonografici non possono essere distribuiti se non indichino il titolo dellopera, il nome
dellautore e dellinterprete o esecutore e la data di fabbricazione.
E punito chi abusivamente duplica, riproduce, trasmette o diffonde in pubblico fonogrammi,
videogrammi o opere multimediali, chi detiene per la vendita supporti privi di contrassegno SIAE,
dove previsto, chi abusivamente altera le misure tecnologiche di protezione o diffonde opere con
protezioni rimosse e i produttori o importatori i quali non comunicano alla SIAE, entro trenta giorni
dalla data di immissione sul mercato o di importazione i dati necessari allidentificazione dei supporti
medesimi. Tali atti, se non sono stati commessi per uso personale sono puniti con la reclusione da sei
mesi a tre anni e con la multa da 5.000.000 a 30.000.000 di lire
PROGRAMMI PER ELABORATORE
I diritti di riproduzione, traduzione e modifica non devono essere autorizzate dallautore se esse sono
necessarie alluso del programma, salvo patto contrario, o per ottenere informazioni necessarie per
conseguire linteroperabilita con un altro programma creato autonomamente.
Chiunque abusivamente duplica, per trarne profitto, programmi o detiene a scopo commerciale
programmi contenuti in supporti non contrassegnati dalla SIAE e soggetto alla pena della reclusione
da sei mesi a tre anni e della multa da 5.000.000 a 30.000.000 di lire
BANCHE DI DATI
Non sono soggette allautorizzazione dellautore la consultazione della banca di dati per finalita
didattiche o di ricerca scientifica, non svolta nellambito di unimpresa e non svolta a scopo di lucro,
purche si indichi la fonte; eventuali operazioni di riproduzione del contenuto su altro supporto sono
comunque oggetto di autorizzazione da parte dellautore. Non e soggetto ad autorizzazione
limpiego della banca dati per fini di sicurezza pubblica o per effetto di procedura amministrativa. Un
utente legittimo puo riprodurre, tradurre, modificare , distribuire o comunicare al pubblico la banca
dati se tali attivita sono necessarie allaccesso della stessa o per il suo normale impiego.
Chiunque, al fine di trarne profitto, riproduce, distribuisce, comunica, presenta il contenuto di una
banca di dati senza il consenso dellautore e soggetto alla pena della reclusione da sei mesi a tre anni
e della multa da 5.000.000 a 30.000.000 di lire.

DIRITTI CONNESSI
E reputato titolare di un diritto connesso chi e individuato come tale nei materiali protetti
PRODUTTORE DI FONOGRAMMI

Il produttore di fonogrammi e colui che assume liniziativa e la responsabilita della prima fissazione
audio e, salvi i diritti spettanti allautore egli ha il diritto di autorizzare la riproduzione e la messa a
disposizione al pubblico dei suoi fonogrammi e la distribuzione, noleggio e prestito dei suoi
esemplari. Egli ha diritto ad un compenso per lutilizzazione a dei propri fonogrammi e spartira il
pagamento con gli aventi diritto.
Il produttore ha il diritto di opporsi allutilizzazione di fonogrammi che arrechi pregiudizio ai propri
interessi industriali.
La durata dei diritti e di cinquanta anni dalla fissazione e, se il fonogramma e lecitamente pubblicato
o comunicato al pubblico durante detto periodo, e di settantanni dopo la data di tali azioni.
I supporti fonografici non possono essere distribuiti se non indichino il titolo dellopera, il nome
dellautore e dellinterprete o esecutore e la data di fabbricazione.
PRODUTTORE DI OPERE CINEMATOGRAFICHE
Il produttore di opere cinematografiche ha il diritto esclusivo di autorizzare la riproduzione,
distribuzione, noleggio, prestito e messa a disposizione del pubblico degli originali e delle copie delle
proprie realizzazioni. La durata di tali diritti e di ciquantanni dalla fissazione o, se le seguenti azioni
siano eseguite durante tale termine, da cinquantanni dalla prima pubblicazione o comunicazione al
pubblico.
ARTISTI INTERPRETI O ESECUTORI
Fanno parte di questa categoria le persone che rappresentano, cantano, recitano, declamano o
eseguono opere tutelate o di dominio pubblico.
Essi hanno il diritto esclusivo di autorizzare la fissazione delle loro prestazioni artistiche, la
riproduzione, la distribuzione, il prestito o il noleggio delle fissazioni delle loro prestazioni artistiche
il quale, anche in caso di cessione del diritto di noleggio al produttore, conserva il diritto di ottenere
un equa remunerazione per il noleggio concluso dal produttore con terzi. Essi, anche avendo il diritto
di autorizzare la comunicazione al pubblico, non possono esercitarlo se le loro rappresentazioni siano
rese in funzione di una loro radiodiffusione o siano gia oggetto di una fissazione utilizzata per la
diffusione delle loro prestazioni artistiche.
Gli artisti interpreti o esecutori che sostengono le prime parti nellopera o composizione hanno diritto
che il loro nome sia indicato nella comunicazione al pubblico della loro performance e sui supporti
contenenti la relativa fissazione.
Presumendo che gli artisti interpreti o esecutori di un opera cinematografica abbiano ceduto i diritti
di fissazione, riproduzione, radiodiffusione, distribuzione e noleggio contestualmente alla stipula del
contratto, coloro che sostengano una parte di notevole importanza artistica spetta, per ciascuna
utilizzazione dellopera a mezzo di comunicazione via etere, via cavo o via satellite un equo
compenso a carico degli organismi di emissione e, per i casi che non riguardino questi appena citati e
quello di distribuzione.
Qualora un contratto di cessione o trasferimento conferisca allinterprete o esecutore, il diritto a
esigere una remunerazione non ricorrente egli ha il diritto di ottenere un compenso annuo

supplementare da parte del produttore di fonogrammi, del 20% del ricavo che il produttore ha
percepito, considerato prima della detrazione delle spese, nel corso dellanno precedente allanno in
cui e versata detta tassa, per ogni anno completo immediatamente successivo al cinquantesimo anno
dalla pubblicazione o comunicazione al pubblico del fonogramma.
Se decorsi cinquanta anni dalla prima pubblicazione o comunicazione al pubblico del fonogramma il
produttore non mette in vendita un numero sufficiente di copie del fonogramma o non lo mette a
disposizione del pubblico su fil o senza filo, linterprete o esecutore puo fare richiesta di recedere dal
contratto di trasferimento o cessione con il produttore, tale azione puo essere concretizzata se, a un
anno dalla notifica, il produttore non realizza entrambe le forme di utilizzazione sopra elencate.
EMISSIONE RADIOFONICA E TELEVISIVA
Fermo restando le norme che tutelano gli aventi diritto, coloro che esercitano lattivita di emissione
radiofonica o televisiva hanno il potere esclusivo di autorizzare le fissazioni, riproduzioni,
ritrasmissioni, distribuzioni delle proprie emissioni, la comunicazione al pubblico se essa avvenisse in
luoghi accessibili mediante pagamento.
Tali diritti durano cinquanta anni dalla prima diffusione di una emissione.
E punito chi diffonde un servizio criptato ricevuto per mezzo di apparati atti alla decodifica, in
assenza di accordo con il legittimo distributore e chi detiene a fini fraudolenti, promuove
commercialmente o installa dispositivi atti alla decodifica che consentono laccesso ad un servizio
criptato senza il pagamento di un canone dovuto con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la
multa da 5.000.000 a 30.000.000 di lire.
EDIZIONI CRITICHE E SCIENTIFICHE DI OPERE DI PUBBLICO DOMINIO
Leditore ha i diritti esclusivi di utilizzazione economica ma spetta al curatore il diritto alla
indicazione del nome. I diritti economici durano ventanni a partire dalla p. pubblicazione
BOZZETTI DI SCENE TEATRALI
Lautore ha diritto ad un compenso quando lopera e ulteriormente usata in altri teatri, il diritto dura
cinque anni dalla p. rappresentazione in cui il bozzetto e stato adoperato.

FOTOGRAFIE
Non sono comprese le fotografie di scritti, documenti e disegni tecnici. Spetta al fotografo il diritto
esclusivo di riproduzione, diffusione e spaccio della fotografia, tuttavia se lopera e stata ottenuta nel
corso del contratto di impiego con un datore di lavoro, spettano a questultimo i diritti esclusivi. Lo
stesso vale, salvo patto contrario, a favore del committente quando si tratti di cose in possesso del
committente o di un suo ritratto ma sotto compenso a favore del fotografo per ogni uso commerciale.

La cessione del negativo, o analogo mezzo, comprende la cessione dei diritti esclusivi, tranne patto
contrario, sempreche tali diritti spettino al cedente.
Gli esemplari della fotografia devono portare il nome del fotografo o datore di lavoro e dellautore e
lanno di produzione altrimenti la loro riproduzione non e considerata abusiva.
I diritti esclusivi durano ventanni dalla produzione della fotografia.
RITRATTO
Un ritratto di una persona non puo essere esposto, riprodotto o messo in commercio in mancanza di
un consenso suo o degli eredi. Non e necessario il consenso se la riproduzione dellimmagine e
giustificata dalla notorieta, da necessita di giustizia, da scopi scientifici o culturali, o in
corrispondenza di fatti, avvenimenti, cerimonie svoltisi in pubblico.

CORRISPONDENZE EPISTOLARI E MEMORIE PERSONALI


Qualora tali opere siano di carattere confidenziale o si riferiscano allinimita privata dellautore, esse
non possono essere pubblicate o riprodotte in mancanza di un consenso suo o degli eredi.
PROGETTI DI LAVORO DELLINGEGNERIA
Lautore ha il diritto esclusivo di riproduzione e ad un equo compenso, se inserita sopra al piano una
dichiarazione di riserva e dopo il suo deposito al ministero dei beni culturali, a carico di coloro che
realizzano il progetto tecnico a scopo di lucro senza il suo consenso
BANCA DI DATI
Il costitutore di una banca di dati e colui che effettua investimenti rilevanti per la costruzione o
impiego di una banca di dati, se e un cittadino o residente europeo egli ha il diritto di vietare le
operazioni di riproduzione e distribuzione della totalita o di una parte sostanziale della stessa, tali
diritti durano quindici anni dall1 gennaio dellanno successivo a quello del completamento o messa a
disposizione del pubblico, se tale azione avviene entro il periodo di possesso dei diritti, della stessa.
Se vengono apportate modifiche comportanti nuovi investimenti rilevanti da parte del costitutore
decorrera un nuovo termine di durata della protezione pari a quelli detti in precedenza.
CONCORRENZA SLEALE
Il titolo dellopera e ogni altra particolarita dellaspetto esterno dellopera (disp, embl), non possono
essere riprodotti sopra altra opera, della stessa specie o carattere, senza il consenso dellautore, tranne
che si tratti del titolo di un giornale o rivista la cui pubblicazione sia cessata da due anni.

La riproduzione di informazioni e notizie e lecita purche se ne citi la fonte e, se si tratta di un


bollettino distribuito da agenzie giornalistiche o di informazione, devono essere trascorse sedici ore
dalla diramazione del bollettino munito di giorno ed ora di diramazione e devono essere state
comunque prima pubblicate in un periodico autorizzato dallagenzia. E illecita la riproduzione
sistematica di informazioni o notizie pubblicate a fine di lucro .
ECCEZZIONI
Possono essere liberamente riprodotti e utilizzati ai fini dellesercizio del diritto di cronaca purche si
indichi la fonte, la data e il nome dellautore, se riportato:
Gli articoli di attualita messi a disposizione del pubblico , se tali azioni non siano espressamente
riservate.
Le opere protette in occasione di avvenimenti di attualita
I discorsi o estratti di conferenze di interesse politico o amministrativo aperti al pubblico
Opere o brani possono essere riprodotti ai fini di pubblica sicurezza, nelle procedure parlamentari,
giudiziare o amministrative, purche si indichi la fonte, ove possibile, e il nome dellautore.
E consentita:
La riproduzione di singole opere per uso personale dei lettori fatta a mano o con mezzi di
riproduzione non idonei allo spaccio dellopera;
La fotocopia di opere esistenti negli organismi pubblici, se non a scopo di lucro
La riproduzione del 15% di ciascun volume o fascicolo di periodico, a meno che le opere non
siano fuori dai cataloghi editoriali o di difficile reperibilita; i responsabili dei centri che
permettano tale riproduzione, anche non a scopo di lucro, devono corrispondere un compenso
in ,base al numero di pagine o, se si tratta di una biblioteca sara un contributo di base forfetaria,
alla SIAE che ripartira i proventi fra gli aventi diritto .
E vietato lo spaccio al pubblico di tali riproduzioni ed ogni guadagno economico.
Il prestito eseguito dagli enti pubblici a fini esclusivi di promozione culturale e studio personale,
opere musicali e cinematografiche devono essere trascorsi almeno un anno e mezzo dal primo
atto di distribuzione o, se non fosse stato esercitato, dopo almeno due anni dalla realizzazione di
dette opere
La riproduzione negli enti pubblici, non a scopo di lucro, di opere musicali e cinematografiche in
un unico esemplare.
La riproduzione, il riassunto e la citazione di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico se
effettuata per scopo di critica o discussione, purche non costituisca concorrenza allutilizzazione
economica dellopera, e a fini di insegnamento o ricerca scientifica se non a scopo di lucro. E
obbligatoria pero la citazione del titolo dellopera, del nome dellautore ed editore ed
eventualmente del traduttore.
La pubblicazione, non a scopo di lucro, di parti di opere a bassa risoluzione, con limiti stabiliti
dalle commissioni parlamentari e ministeri competenti.

La riproduzione nelle antologie ad uso scolastico elargendo equi compensi.


Lesecuzione di parti di opere musicali di bande musicali dei corpi armati dello Stato, se non a
scopo di lucro
La riproduzione per uso personale e la comunicazione al pubblico ai portatori di handicap nei
limiti stabiliti dal Ministero competente.
La comunicazione o la messa a disposizione destinata ai singoli individui su terminali destinati a
tali funzioni, per scopi di ricerca o attivita privata di studio, negli enti pubblici limitatamente a
materiali contenuti nelle rispettive collezioni e non soggette ad atti di cessione o licenza
La riproduzione di emissioni radiotelevisive effettuate da ospedali pubblici ed istituti di
prevenzione e pena, per uso interno, sotto equo compenso determinati dal ministero per i beni
culturali
La riproduzione ad uso personale ai beneficiari legittimi, non a scopo di lucro, nel rispetto delle
protezioni tecnologiche. I rivenditori di apparecchiature di registrazione devono elargire un
compenso stabilito dal decreto del ministero dei beni culturali e destinato alla SIAE, la quale
provvede alla spartizione del profitto tra gli aventi diritto
I titolari di opere che abbiano applicato misure tecnologiche di protezione sono tenuti alla rimozione
delle stesse dietro richiesta di autoria competente a fini di sicurezza e per garantire ai beneficiari
legittimi di avvalersi dei propri diritti (copia rad differ, ripr no ido spac, copie bibl, fini crit, hand, osp)
REGISTRI DI DEPOSITO DELLE OPERE
Presso il ministero per i beni culturali e istituto un registro pubblico generale delle opere protette dal
diritto dautore e la SIAE cura la tenuta di un registro pubblico speciale per le opere cinematografiche
e i programmi per elaboratore, per questultimi la registrazione e facoltativa e onerosa.
In detti registri dono registrate le opere soggette allobbligo del deposito con la indicazione necessarie
stabilite dal regolamento (come il nome dellautore e del produttore e la data di pubblicazione).
Possono altresi essere registrati gli atti tra vivi che trasferiscono, in tutto o in parte, i diritti
riconosciuti da questa legge come pure gli atti di divisione o societa relativi ai diritti medesimi.
I proprietari dei diritti delle opere devono depositare presso il ministero dei beni culturali un
esemplare o copia dellopera stessa; qualora si tratti di opera drammatico musicale o sinfonica di cui
non si sia stampata la partitura dorchestra bastera una copia della riduzione per canto e pianoforte o
per pianoforte solo, per i programmi per le fotografie e escluso lobbligo del deposito.
Lomissione del deposito non pregiudica lacquisto e esercizio del diritto di autore sulle opere salvo
per le opere straniere.
TRASMISSIONE DEI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE
Lautore che abbia compiuto sedici anni di eta ha la capacita di compiere tutti gli atti giuridici relativi
alle opere da lui create e di esercitare le azioni che ne derivano.
La trasmissione dei diritti di utilizzazione deve essere provata per iscritto.
I diritti di pubblicazione e utilizzazione dellopera non possono essere oggetto di pegno,

10

pignoramento o sequestro finche spettano personalmente allautore; possono invece essere pignorati
o sequestrati i proventi dellutilizzazione e gli esemplari dellopera.

CONTRATTO DI EDIZIONE
Il contratto di edizione puo avere per oggetto tutti i diritti di utilizzazione che spettano allautore nel
caso delledizione con il contenuto e per la durata che sono determinati dalla legge vigente al
momento del contratto. Salvo patto contrario si presume che siano trasferiti i diritti esclusivi;
lalienazione dei diritti non si estende ai diritti di utilizzazione dipendenti dalle eventuali
elaborazioni e trasformazioni di cui lopera e suscettibile; lalienazione di uno o piu diritti di
utilizzazione non implica il trasferimento di altri diritti che non siano necessariamente dipendenti
anche se compresi nella stessa categoria di facolta esclusive.
Se il contratto ha per oggetto opere che non sono state ancora create e nullo se ha per oggetto tutte le
opere che lautore possa creare senza limite di tempo, esso non puo comunque avere una durata
superiore a dieci anni; se e stata determinata unopera da creare ma non il termine ultimoleditore ha
sempre diritto a ricorrere allautorita giudiziaria per fissarlo, essa ha la facolta di prorogarlo se
invece e stato fissato.
Se lautore muore o si trova nellimpossibilita di terminare lopera, dopo che una parte notevo o a se
stante e stata compiuta e consegnata, leditore ha la scelta di considerare risoluto il contratto oppure
considerarlo compiuto per la parte consegnata pagando un compenso proporzionato, salvo che
lautore o i suoi eredi si impongano alla pubblicazione; se essi richiedono la risoluzione del contratto,
lopera non puo essere ceduta ad altri.
Il contratto di edizione puo essere:
Per edizione in cui sia indicato il numero delle edizioni e il numero di esemplari per ogni
edizione con relative ipotesi, se mancano tali indicazioni il contratto ha per oggetto una sola
edizione per il numero massimo di duemila esemplari.
A termine che conferisce alleditore il diritto di eseguire il numero di edizioni stimate necessarie
dalleditore durante il termine indicato, che non puo essere superiore a ventanni, e il numero
minimo di esemplari per edizione che deve obbligatoriamente essere indicato nel contratto.
In entrambi i contratti leditore e libero di distribuire le edizioni nel numero di ristampe che stimi
conveniente.
Se piu edizioni sono previste nel contratto, leditore e obbligato ad avvisare lautore sul periodo in
cui egli presuma lesaurimento di quella in corso e deve comunicargli se intenda o no procedere ad
una nuova edizione; se leditore dichiara di rinunciare ad una nuova edizione o se avendo dichiarato
il contrario non vi procede nel termine di due anni il contratto si intende risoluto, in questultimo caso
lautore ha diritto al risarcimento dei danni se non sussistono giusti motivi da parte delleditore.
La pubblicazione o la riproduzione dellopera deve aver luogo entro il termine fissato dal contratto,
che non puo essere superiore a due anni dal giorno della consegna alleditore dellesemplare
completo dellopera o, in mancanza di termini contrattuali, entro due anni dalla richiesta scritta
fattane alleditore; e nullo ogni patto che contenga rinuncia alla fissazione di un termine.
Se entro tali termini lopera non viene pubblicata o riprodotta lautore ha diritto di domandare la

11

risoluzione del contratto, lautorita giudiziaria puo accordare alleditore una dilatazione del termine
non superiore alla meta di quello predetto e puo altresi limitare la risoluzione soltanto ad una parte
del contenuto del contratto.
Lautore puo introdurre nellopera tutte le modificazioni che crede, purche non ne alterino il
carattere e la destinazione, fino a che lopera non sia stata pubblicata per la stampa, ma deve
sopportare le maggiori spese derivanti dalla modificazione, lautore ha il medesimo diritto nei
riguardi delle nuove edizioni; se la natura dellopera esige che essa sia aggiornata prima di una nuova
edizione e lautore rifiuti di aggiornarla leditore puo farla aggiornare da altri avendo cura di
distinguere lopera dellaggiornatore.
Il prezzo di copertina e fissato dalleditore, esso deve essere pero comunicato allautore che puo
opporsi in caso di grave pregiudizio dei sui interessi e della diffusione dellopera
Leditore non puo traferire ad altri i diritti acquistati senza il consenso dellautore salvo pattuizione
contraria o cessione dellazienda.
Se lopera non trova smercio sul mercato al prezzo fissato, leditore, prima di svedere o mandare al
macero gli esemplari deve interpellare lautore se intende acquistarli per un prezzo calcolato su
quello ricavabile da tali azioni.
RITIRO DELLOPERA DAL COMMERCIO
Lautore, qualora concorrano gravi danni morali, ha diritto a ritirare lopera dal commercio con
lobbligo di indennizzare coloro che hanno acquisito i diritti di riprodurre, diffondere o eseguire
lopera; questo diritto e personale e non trasmissibile e, per esercitare tale diritto deve notificare le
persone alle quali ha ceduto i diritti e al ministero dei beni culturali. Entro un anno dallultima data
delle notifiche e pubblicazioni, gli interessati possono ricorrere allautorita giudiziaria per opporsi
allesercizio della pretesa dellautore o per ottenere la liquidazione ed il risarcimento del danno.
VENDITE SUCCESSIVE
Gli autori hanno linalienabile diritto ad un compenso sul prezzo, a carico del venditore, di ogni
vendita successiva alla prima cessione degli originali di manoscritti o le opere delle arti figurative o le
copie limitate prodotte dallautore stesso, che devono essere numerate, ad un soggetto che operi
professionalmente nel mercato dellarte come case dasta, gallerie darte e qualsiasi commerciante di
opere darte, solo se il prezzo di vendita e superiore a 3.000 euro; tale diritto non si applica quanto il
venditore prova di aver venduto lopera, per un prezzo non superiore a 10.000 euro, meno di tre anni
dopo lacquisto della stessa dallautore. Il compenso per ogni vendita non puo comunque superare i
12.500 euro. Questo diritto dura fino ai settantanni dalla morte dellautore e, in mancanza di
successori entro il sesto grado, il diritto e devoluto allente nazionale di assistenza per gli artisti
(ENAP). Il professionista deve denunciare la vendita delle opere soggette al compenso alla SIAE che
comunichera allautore lavvenuta vendita e la percezione del compenso; presso la SIAE sono tenuti a
disposizione i compensi che non sia stato possibile versare agli aventi diritto per un periodo di cinque
anni dopo i quali, in caso di mancata rivendicazione degli stessi, saranno devoluti allENAP.

12

DIFESE E SANZIONI CIVILI


Chi ha ragione di temere la violazione di un diritto di utilizzazione economica a lui spettante o
intende impedire la continuazione o ripetizione di una violazione gia avvenuta puo agire in giudizio
e il giudice puo fissare una somma dovuta per ogni violazione o inosservanza successivamente
constatata o per ogni ritardo nellesecuzione del provvedimento.
Chi si trova nellesercizio dei diritti di rappresentazione o esecuzione di unopera adatta a pubblico
spettacolo, puo richiedere al prefetto della provincia la proibizione della rappresentazione o
esecuzione ogni qualvolta manchi la prova scritta del consenso da esso prestato.
Chi venga leso nellesercizio di un diritto di utilizzazione economica a lui spettante puo agire in
giudizio per ottenere, oltre al risarcimento del danno, che sia do distrutte le copie illecitamente
prodotte nonche gli apparecchi impiegati per la riproduzione o diffusione che non siano
prevalentemente adoperati per diversa riproduzione o diffusione, se tali oggetti sono suscettibili,
previa adeguata modifica, di una utilizzazione legittima da parte dellautore della violazione, puo
essere disposto dal giudice un loro ritiro temporaneo dal commercio con possibilita di un loro
reinserimento, se gli oggetti hanno singolare pregio artistico o scientifico il giudice puo ordinare il
deposito in un pubblico museo; il danneggiato puo chiedere che gli oggetti destinati alla rimozione o
distruzione gli siano aggiudicati per un determinato prezzo in conto del risarcimento dovutogli; i
provvedimenti della distruzione e aggiudicazione non colpiscono gli esemplari contraffatti acquistati
in buona fede per uso personale.
Lautore dellopera oggetto del diritto di utilizzazione, anche dopo la cessione di tale diritto, ha
sempre la facolta di intervenire nei giudizi promossi dal cessionario, a tutela dei suoi interessi
DIFESE E SANZIONI PENALI
E punito con la multa da 10.000 a 4.000.000 di lire chiunque, senza averne diritto, a qualsiasi scopo e
in qualsiasi forma:
Riproduce, trascrive, recita in pubblico, diffonde, vende, o rivela il contenuto prima che sia reso
pubblico di unopera o ne introduce e mette in circolazione nello stato esemplari prodotti
allestero
Compie i fatti indicati precedentemente mediante una delle forme di elaborazione
Riproduce, esegue o rappresenta un numero di esemplari, esecuzioni o rappresentazioni
maggiore di quello che aveva diritto di fare
Ritrasmette su filo o per radio o registra le trasmissioni radiofoniche o le smercia
Mette a disposizione del pubblico in un sistema di reti telematiche unopera, in questo caso e
possibile estinguere il reato pagando, prima dellemissione della condanna,, una somma
corrispondente alla meta del massimo della pena (2.000.000 lire) oltre le spese di procedimento
Se i reati citati precedentemente sono commessi su unopera altrui non destinata alla pubblicazione,
con usurpazione della paternita dellopera o con la modificazione della stessa, qualora ne risulti
offesa allonore dellautore la pena e la reclusione fino ad un anno o della multa non inferiore a
1.000.000 di lire

13

E punito con larresto sino ad un anno o con lammenda da 1.000.000 a 10.000.000 di lire chi, in
maniera abusiva e a fini di lucro, noleggia o fissa su supporto le prestazioni artistiche.
E sempre ordinato il sequestro o, se esso risulti di difficile custodia, la distruzione degli strumenti
utilizzati o destinati ad infrangere le leggi del diritto dautore e i supporti non provvisti di
contrassegno SIAE.
Chi, ad uso personale, abusivamente utilizza, duplica, acquista o noleggia supporti non conformi alle
prescrizioni e punito con la sanzione di 154 euro, o se si tratta di recidiva o ftto grave fino a 1.032
euro, e con la confisca del materiale.
Enti per la protezione del diritto d'autore
Alla SIAE e riservata lattivita di intermediario sotto ogni forma di intervento di opere tutelate, essa
concede, nellinteresse degli aventi diritto, le autorizzazione per lutilizzazione economica delle opere,
ne percepisce i proventi derivanti e li ripartisce tra gli aventi diritto. Tali poteri non pregiudicano la
facolta degli aventi diritto di esercitare direttamente i loro diritti.
Se gli aventi diritto non provvedono alla percezione di proventi in paesi stranieri, la SIAE ha il potere
di riscuoterli un anno dopo lesigibilita e, se tali proventi non sono riscossi dagli aventi diritto entro
tre anni essi saranno devoluti alla confederazione nazionale professionisti ed artisti.
Il diritto di autorizzare la ritrasmissione via cavo e esercitato dai titolari de diritti esclusivamente
attraverso la SIAE.
La SIAE appone un contrassegno su ogni supporto che rechi fissazioni di opere destinati ad essere
utilizzati a fine di lucro previa attestazione da parte del richiedente dellassolvimento dei relativi
obblighi, tale contrassegno no puo essere apposto sui supporti contenenti programmi per elaboratore
utilizzati esclusivamente mediante computer, a meno che non contenga altri tipi di opere non
realizzate espressamente per il programma; le spese e gli oneri, anche di controllo, sono a spese del
richiedente. Il contrassegno deve avere caratteristiche tali da non poter essere trasferito su altro
supporto e riportare il titolo dellopera, il nome del titolare del diritto dautore, un numero
progressivo per ogni singola opera riprodotta e la destinazione dei fini dellopera.
Alla SIAE e lautorita per le garanzie nella comunicazione e attribuita vigilanza, con possibilita di
accesso ai locali dove vengono svolte le attivita di riproduzione, duplicazione, vendita, emissione via
etere e via cavo o proiezione cinematografica, nonche alle attivita connesse e richiedere la relativa
documentazione, in caso non si tratti di luoghi pubblici o esercizi commerciali o industriali e
necessaria lautorizzazione dellautorita giudiziaria e, in caso di violazione delle norme
trasmetteranno un verbale agli organi di polizia giudiziaria permettendogli di prendere
provvedimenti.

14