Sei sulla pagina 1di 1

CULTURA

Corriere della Sera Gioved 19 Febbraio 2015

41

I libri di Beast Quest

Sperimentazioni
e giochi: il trionfo
di un genere antico

Il fenomeno
Limpresa (riuscita)
di far appassionare
milioni di ragazzi
di Severino Colombo

Linvasione dellultimo ventennio favorita


dalla multimedialit e dal cinema
di Vanni Santoni

Le uscite

na delle maggiori preoccupazioni dei fruitori di fantasy lannosa questione della


percezione di tale genere come
trastullo per bambini. Ricordo
bene quanto, ai tempi del liceo, fosse cruciale tenere ben
nascosta la passione che avevamo per il gioco di ruolo Dungeons & Dragons e le carte Magic,
se si voleva avere qualche esigua possibilit col gentil sesso.
Prima ancora che per il fatto di
essere roba da nerd, era il rischio di venire considerati infantili che terrorizzava noi
adolescenti in cerca di un barlume di sex appeal.
Se oggi, in epoca di pieno
mainstreaming del fantasy,
vengono in aiuto alla causa
opere come Il trono di spade,
sufficientemente cariche di
sesso e violenza da non poter
essere intese come destinate ai
fanciulli, pur vero che il pregiudizio in parte permane. Se
lo fa, per, anche per ragioni
del tutto legittime: perch il
genere fantasy ha dato alla narrativa per ragazzi alcuni dei
suoi maggiori capisaldi, e continua ad affascinare i pi piccoli oggi come allora.
Anzi, oggi pi che allora: girando per la citt durante il
marted grasso si notavano
non poche bimbe vestite da Elsa di Frozen, classico Disney virato assai pi sul fantasy che
sulla fiaba, visti i poteri della
protagonista, che includendo
la criomanzia vanno ben oltre
la solita combinazione di grazia e buon carattere, e bimbi
vestiti da nani giunti direttamente dalla versione cinematografica dello Hobbit.
Proprio lo Hobbit, volendo
prendere Tolkien come capostipite del fantasy moderno
una semplificazione ammissibile vista la portata del suo lavoro rispetto a quello degli altri padri E. R. Eddison, Robert E. Howard e C. S. Lewis
viene a rivelare lindicibile verit. Il fantasy nasce comunque
come letteratura per ragazzi. I
recenti film di Peter Jackson,
appiattendone limmaginario
e lestetica su quelli del Signore
degli anelli, potrebbero far dimenticare a qualcuno che il libro dello Hobbit ha una lingua
molto pi semplice e unestetica e una struttura molto pi vicine alla fiaba rispetto al suo
successore.
Lo stesso Lewis, amico di
Tolkien e suo sodale nel circolo
letterario inglese degli Inklin-

Dallalto, le
copertine dei
tre prossimi
volumi della
serie Beast
Quest: Sepron.
Il mostro
marino, in
uscita il 26
febbraio, in cui
il giovane
cavaliere Tom
affronta il suo
nemico
combattendo
nelloceano;
Arcta. Il gigante
della montagna
(in edicola il 5
marzo), dove
leroe armato
di spada e
scudo sfida un
essere dalla
forza
sovrumana; e,
Tagus. Luomo
cavallo
(disponibile dal
12 marzo) che
racconta
lavventura del
valoroso
guerriero
contro
un centauro

gs, pensava il suo ciclo di Narnia come unopera per ragazzi,


se non addirittura, come ha
avuto a sostenere Philip Pullmann, a sua volta autore del ciclo di Queste oscure materie,
come uno strumento per propagandare le proprie idee religiose presso linfanzia.
Rimanendo nel Regno Unito, ma arretrando di un passo,
in unepoca precedente alla codificazione del genere, viene
naturale incontrare lAlice di
Lewis Carroll, protagonista dei
due romanzi Alice nel paese
delle meraviglie e Attraverso lo
specchio e quel che Alice vi trov, che sono storie per bambini
nel senso pi puro del termine,
giacch inventata specificamente per divertire una bimba
(e generalmente considerate
capostipiti tout court del romanzo moderno per linfanzia), ma anche anticipatrice,
nel lontano 1865, tanto del fantastico psichedelico quanto del
fantasy avventuroso la D&D,
col suo Jabberwock e la spada
Vorpal necessaria per sgominarlo.
Solo mezzo secolo dopo
luscita delle fiabe dei fratelli
Grimm (date alle stampe nel
1812), si era dunque pronti al
salto dalla fiaba al fantasy. La
suggestione della bimba perduta in un mondo fantastico
lanciata da Carroll ci consegna
peraltro altri due classici per

Evoluzione
Opere come Il trono di
spade dissipano i
pregiudizi su un genere
nato per fanciulli
linfanzia ascrivibili nettamente al genere, con la Dorothy del
Mago di Oz di L. Frank Baum,
del 1900, che segna il primo approccio statunitense al fantasy
e la Wendy del Peter Pan nei
Giardini di Kensington (1906),
entrambi dunque molto precedenti al lavoro di Lewis e
Tolkien. E volendo scavare
pur vero che gi nel 1751, in
perfetta concomitanza con laffermazione delle teorie lockiane sulleducazione dellinfanzia
e sulla necessit della produzione di contenuti a essa specificamente orientati, la rivista
per ragazzi Lilliputian Magazine di John Newbery proponeva storielle con protagonisti
bambini che si ritrovavano in
lande bizzarre e magiche.
Se poi, nella prima met del
ventesimo secolo, la narrativa
destinata al pubblico pi gio-

vane aveva preso altre direzioni, pi avventurose e tecnologiche, e solo negli anni 60 e 70
sono emersi nuovi capolavori
del fantasy per ragazzi, come
La fabbrica di cioccolato di
Willy Wonka di Roald Dahl (del
64) e La storia infinita di Michael Ende (del 1979), il genere
non aveva mai cessato di affascinare i pi piccoli, forse perch, come sosteneva Terry
Brooks, autore di romanzi fantastici derivativi e mediocri,
ma acuto analista dei propri
lettori, i mondi fantasy, pi
che unoccasione di escapismo, sarebbero per bambini e
ragazzi un ambito di sperimentazione, morale e percettiva, in un campo pi ampio e
dalle regole pi flessibili di
quello del reale, e dunque pi
adatto allastrazione e allapprendimento.

10

11

12

13

14

23 aprile

30 aprile

7 maggio

14 maggio

21 maggio

Vipero
L'uomo
serpente

Arachnid
Il re
dei ragni

Trillion
Il leone
a tre teste

Torgor
Il minotauro

Skor
Lo stallone
alato

LArmatura dOro

LArmatura dOro

LArmatura dOro

Il Reame Oscuro

Il Reame Oscuro

E se le ragioni sono cos profonde, non sorprende allora


che il fantasy fosse pronto a
rientrare dalle finestre delle
camerette grazie alla sua naturale propensione alla transmedialit. Ricomparse in tutte le
case attraverso giochi di ruolo
come Dungeons & Dragons
(1975, in Italia nel 1985), videogiochi come Legend of Zelda
(1986) e la serie Ultima (i cui titoli pi significativi sono usciti
nella seconda met degli anni
80) o medium ibridi come i LibroGame (il primo volume della serie Lupo Solitario usc in
Italia per E.Elle nel 1985), le
narrazioni fantasy erano tornate per rimanere e linvasione dellultimo ventennio,
tra hobbit di ritorno e nuovi
maghetti con gli occhiali, ne
levidentissima prova.

Illustrazioni di
Camilla Guerra

olete venire con noi?


Avantia vi d il
benvenuto. Con
questa semplice formula il
mago buono Aduro
accoglie coloro che si
avventurano tra le pagine
della serie fantasy Beast
Quest. Parole magiche che
hanno leffetto incredibile
di catturare i lettori e di
affezionarli alle storie.
Bastano al riguardo i
numeri di vendita della
serie. Ideata da un team di
autori, la saga fantasy pu
contare su un esercito
crescente di appassionati e
su un successo a sei zeri.
Venti milioni sono le copie
vendute nel Regno Unito
dove Beast Quest nata
nel 2007 e dove oggi
(pubblicata da Hachette)
sfiora i cento titoli. Altri
dieci milioni di copie sono
state vendute in Germania.
E questo solo linzio
dellera Beast Quest: la
collana di avventure per
bambini e ragazzi sbarca in
Italia ed in via di
traduzione in altri trenta
Paesi. In Inghilterra il
quotidiano The
Guardian, che ha sempre
un occhio attento sulle
produzioni di editoria per
ragazzi, ha sottolineato il
valore della serie (libri
davventura eccezionali),
mentre il periodico The
Observer in proposito ha
avanzato accostamenti
lusinghieri: Un perfetto
mix tra Le cronache di
Narnia, i Pokmon e Harry
Potter. Non si potevano
trovare punti di riferimento
pi efficaci per catturare
lattenzione dei ragazzini,
soprattutto di quelli poco
amanti della lettura.
Attenzione ben ripagata da
Beast Quest che ha due
meriti: da un lato utilizza
un linguaggio semplice e
immediato, capace di non
far sentire inadeguati i
bambini che hanno meno
familiarit con la pagina
scritta; dallaltro la serie fa
leva sul Fattore Avventura.
Tom, il protagonista,
coraggioso e inesperto,
poco pi di un bambino ma
viene investito di una
missione importantissima,
salvare il regno. Qui scatta
la complicit con il lettore
pure alle prese con una
impresa difficile da portare
a termine (la lettura).
Insieme sfideranno i
nemici che rappresentano
una minaccia per la
sicurezza di Avantia: dopo
Ferno il drago sputafuoco
prigioniero di un maleficio,
toccher a un centauro, poi
a un serpente marino, a un
gigante rimasto nascosto su
una montagna...
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

15

16

17

18

28 maggio

4 giugno

11 giugno

18 giugno

Narga
Il mostro
marino

Kaymon
Il segugio
letale

Tusk
Il possente
mammut

Il Reame Oscuro

Il Reame Oscuro

Il Reame Oscuro

Sting
Luomo
scorpione
Il Reame Oscuro