Sei sulla pagina 1di 4

FCI Standard N153 / 14.4.

1999
DALMATA
ORIGINE : Dalmazia, Repubblica Croata
DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:
14.04.1999
UTILIZZAZIONE: Cane da compagnia, di famiglia, adatto ad essere addestrato per
diversi scopi.
CLASSIFICAZIONE F.C.I.

Gruppo 6
Segugi e razze affini
Sezione 3
Razze affini
Senza prova di lavoro

BREVE CENNO STORICO:


Lorigine del cane Dalmata resta ancora oscura e si
basa solo su supposizioni. Da raffigurazioni, scoperte nelle tombe degli antichi Faraoni
e assomiglianti a pitture che risalgono al periodo dal 16 al 18 secolo, si pu supporre
che lesistenza del Dalmata si possa far risalire a qualche migliaio di anni. Cronache
ecclesiastiche del 14 secolo e dellanno 1719 fanno pensare in modo chiaro che la
razza ebbe origine nella regione Mediterranea e specialmente nelle vicinanze della costa
dalmata.
Si possono trovare le prime illustrazioni della razza in pitture di artisti italiani del 16
secolo e in un affresco a Zaostrog (Dalmazia) che pu essere datato circa allanno 1710.
Unopera di Thomas Bewick, pubblicata nel 1792, contiene una descrizione e il disegno
di un Dalmata, che Bewick cita come il Dalmata o il Cane da carrozza.
Il primo standard per il Dalmata fu redatto da un Inglese, di nome Vero Shaw,
nellanno 1882; nel 1890 questo standard fu trasferito nello standard ufficiale della
razza.
ASPETTO GENERALE
un cane ben equilibrato, a macchie ben distinte, forte, muscolose e attivo.
Simmetrico nei profili, senza grossolanit e pesantezza, e come lantico cane da
carrozza, capace di grande resistenza e buona velocit.
PROPORZIONI IMPORTANTI.
Lunghezza del corpo:altezza al garrese = circa 10 : 9
Lunghezza del cranio: lunghezza del muso = 1 : 1
COMPORTAMENTO CARATTERE
Estroverso e amichevole, non timido o esitante, senza mai nervosismo e
aggressivit
TESTA

piuttosto lunga

REGIONE DEL CRANIO

2
Cranio
Stop

piatto, abbastanza ampio fra gli orecchi, con tempie ben definite. Sutura
metopica leggera. Nessuna piega.
moderatamente pronunciato

REGIONE DEL MUSO


Tartufo
sempre nero nei cani a macchie nere, sempre marrone nei cani a
macchie fegato.
Muso
lungo, potente e mai appuntito. Canna nasale rettilinea e parallela alla
linea superiore del cranio.
Labbra
pulite, aderenti piuttosto fermamente alla mascella, non pendule.
Richiesta una completa pigmentazione.
Mascelle/Denti
mascelle forti con un perfetta e regolare chiusura a
forbice, cio con i denti superiori che si sovrappongono, a stretto
contatto, agli inferiori e sono impiantati perpendicolarmente alle
mascelle. Desiderabile una dentatura completa di 42 denti secondo la
formula dentaria. I denti sono regolarmente proporzionati e bianchi.
Occhi
posizionati piuttosto distanziati, di media grandezza, rotondi, luminosi e
brillanti con unespressione intelligente e vivace. Marrone scuro nei
soggetti a macchie nere, e marrone chiaro fino al color ambra nei soggetti
a macchie fegato. Rime palpebrali completamente nere nei soggetti a
macchie nere, e con rime palpebrali fegato scuro nei soggetti a macchie
fegato. Palpebre aderenti al globo oculare.
Orecchi
inseriti piuttosto alti, di media grandezza, piuttosto ampi alla base. Portati
aderenti alla testa, si restringono gradatamente fino a una punta
arrotondata. Di tessitura fine con macchie ben distribuite, preferibilmente
tonde.
COLLO

abbastanza lungo, graziosamente arcuato, pi sottile verso la testa, senza


giogaia

CORPO
Garrese
Dorso
Rene
Groppa
Torace

ben definito.
Potente, orizzontale
pulito, muscoloso, leggermente arcuato.
molto poco avvallata
non troppo ampio, ma profondo e capace. Lo sterno deve raggiungere i
gomiti. Punta dello sterno ben visibile di profilo. Costole ben
proporzionate, lunghe, ben cerchiate, mai piatte, a botte o malformate.
Linea inferiore
ventre distintamente retratto verso la regione lombare
CODA

ARTI

che raggiunge approssimativamente il garretto. Forte alla base, si


assottiglia verso la punta. Non mai grossolana. Inserita n troppo alta
n troppo bassa. A riposo portata pendente con una leggera curva verso
lalto del suo ultimo terzo. In movimento portata leggermente al di
sopra della linea dorsale, ma mai gaiamente o arrotolata. Preferibilmente
con macchie

ANTERIORI:
perfettamente diritti, con robuste ossa, rotonde, fino ai piedi
Spalla
moderatamente obliqua, pulita e muscolosa
Gomiti
aderenti al corpo, non girati in fuori, n in dentro
Carpo
forte, leggermente scattante
POSTERIORI arrotondati, muscolosi, puliti. Visti da dietro gli arti sono verticali e
paralleli
Ginocchio
ben angolato
Gamba
robusta
Garretto
forte, ben angolato
PIEDI

rotondi, compatti con dita ben arcuate (da gatto). Cuscinetti rotondi, duri
ed elastici. Unghie nere o bianche nella variet bianco/nera, e marroni o
bianche nei bianco/fegato.

AN DATURA
grande scioltezza di movimento. Movimento sciolto, potente,
ritmico con buon allungo e spinta del posteriore; visti da dietro gli arti si
muovono in parallelo, i posteriori sulla pista degli anteriori. Un passo
corto e lanteriore aperto non sono corretti.
MANTELLO
PELO

corto, duro, fitto, liscio e lucente

COLORE

colore di base bianco assoluto Variet a macchie nere con macchie


nere, variet a macchie fegato con macchie fegato. Le macchie non si
mischiano ma sono rotonde, ben delineate e il meglio distribuite
possibile. La loro misura di 2 3 cm di diametro. Le macchie sulla
testa, coda e arti, pi piccole di quelle del corpo

TAGLIA E PESO
La cosa pi importante larmonia dellinsieme
Altezza al garrese:
Maschi .
56 - 61 cm
Femmine
54 - 59 cm
Peso: Maschi circa
Femmine circa

27-32 Kg
24-29 Kg

DIFETTI:
qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto e la
severit con cui verr penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravit.
Tonalit bronzo (macchie nere che temporaneamente scolorano)
DIFETTI ELIMINATORI

Netto enognatismo prognatismo


Entropion, ectropion, occhio gazzuolo, occhi di colore diverso
Occhi blu
Sordit

Macchia limitata attorno agli occhi (monocolo) o altrove, (bench


accettabile per la riproduzione.
Tricolore (macchie nere e fegato nello stesso cane)
Limone (macchie limone o arancio)
Comportamento molto timido o aggressivo

N.B. i maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente


discesi nello scroto.
RACCOMANDAZIONI : allo scopo di ridurre la sordit nei Dalmati (20 30%)

I Dalmati bilateralmente sordi e con gli occhi blu devono essere scartati
dallallevamento; sarebbe meglio scartare anche quelli sordi da un orecchio solo
Cani con una macchia limitata attorno allocchio (monocolo) o altrove,
dovrebbero essere accettati per la riproduzione
Si preferiscono cani con lo scroto pigmentato