Sei sulla pagina 1di 39

ANPA

SISTEMA NAZIONALE CONOSCITIVO E DEI CONTROLLI IN CAMPO


AMBIENTALE

Centro Tematico Nazionale Agenti Fisici

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione


alle metodologie analitiche e di monitoraggio del rumore

AGF-T-RAP-99-29

OBIETTIVO INTERMEDIO: OB06 TASK: TSK22


TEMI: T22
STATO: (1) Definitivo
REDATTO DA: (2)
RIVISTO DA: (3)
APPROVATO PER IL
RILASCIO DA: (4)

VERSIONE: 0
A. Poggi
M. Raffaelli
A. Poggi

DATA:

30/04/00

DATA:

30/04/00

P. Mozzo

DATA DI RILASCIO: 30/04/00

(1) bozza, definitivo. Il passaggio di stato del documento da bozza a definitivo determinato dalla approvazione
da parte del CTN Leader.
(2) Autore/autori del documento.
(3) Responsabile della task.
(4) CTN Leader.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 2 di 39

INDICE

1.

GENERALITA .........................................................................................................................................................................3
1.1. A MBITO DELLA RASSEGNA ....................................................................................................................................................3
1.2. RELAZIONI TRA ENTI DI STANDARDIZZAZIONE...................................................................................................................4
1.3. NOMENCLATURA .....................................................................................................................................................................4

2.

RASSEGNA ................................................................................................................................................................................6
2.1
2.2
2.3
2.4
2.5
2.6

3.

NORME DI BASE SULLEMISSIONE DELLE SORGENTI DI RUMORE (NORME DI TIPO B)....................................................6


NORME SULLA DEFINIZIONE DEL POTERE EMISSIVO DI SPECIFICHE SORGENTI (NORME DI TIPO C) ..........................13
NORME SULLA DETERMINAZIONE DELLISOLAMENTO ACUSTICO DI ELEMENTI DI SEPARAZIONE.............................19
NORME SULLA DESCRIZIONE ACUSTICA DELLO ST ATO DELLAMBIENTE......................................................................26
NORME SULLA PREVISIONE DEI LIVELLI SONORI ..............................................................................................................28
NORME SULLA STRUMENTAZIONE DI MISURA...................................................................................................................30

ANALISI CRITICA............................................................................................................................................................... 33
3.1
3.2
3.3
3.4
3.5
3.6

A NALISI CRITICA DELLE NORME DI TIPO B........................................................................................................................33


A NALISI CRITICA DELLE NORME DI TIPO C........................................................................................................................34
A NALISI CRITICA DELLE NORME RIGUARDANTI LA DETERMINAZIONE DELLISOLAMENTO ACUSTICO ....................34
A NALISI CRITICA DELLE NORME RIGUARDANTI LA DESCRIZIONE DELLO STATO DELL'AMBIENTE............................35
A NALISI CRITICA DELLE NORME RIGUARDANTI LA PREVISIONE DEI LIVELLI SONORI .................................................36
A NALISI CRITICA DELLE NORME RIGUARDANTI LA STRUMENTAZIONE DI MISURA......................................................36

4.

CONCLUSIONI...................................................................................................................................................................... 37

5.

INDICE ANALITICO DELLE NORME ........................................................................................................................ 38

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 3 di 39

1. GENERALITA
1.1. Ambito della rassegna
Questo rapporto fa una rassegna delle linee guida e guide tecniche che definiscono standard per la
metodologia analitica e di monitoraggio del rumore. In senso lato in tale ambito possono rientrare
tutte le norme tecniche riguardanti l'acustica. Esaminando solo quelle prodotte dal ISO su questo
argomento si trovano pi di 135 documenti in continua evoluzione ed aggiornamento peridico.
L'elenco completo immediatamente disponibile sul sito Web dell'ISO (http://www.iso.ch/)
ricercando i documenti con codice ICS uguale a 17.140, 91.120.20, 13.140.
Al fine di renderla pi utile ai destinatari, in questa rassegna sono state incluse solo quelle linee
guida che possono essere un utile riferimento nell'attivit pratica di controllo ambientale e di
monitoraggio del rumore, in generale, pertanto, non sono state incluse le seguenti categorie di
norme:

norme di carattere metrologico fondamentale (definizione di grandezze e standard di


calibrazione);

norme di caratterizzazione di sorgenti il cui impatto sia limitato allambiente domestico (


rubinetti, elettrodomestici, etc.);

norme su metodologie relative alla caratterizzazione dellesposizione professionale al rumore;

norme sulla progettazione di ambienti e di macchinario a bassa rumorosit.


Alcune eccezioni sono state fatte per quei metodi che, bench sviluppati con finalit diverse, hanno
potenzialit di essere un utile riferimento per le attivit in campo ambientale, nonch per quelli che
appartenendo a "famiglie" (es. ISO 140-X) pi vaste sono stati riportati per dare un quadro
completo dell'articolazione della famiglia di norme a cui appartengono. Sono cos trattate
esplicitamente circa 90 norme ed altrettante sono richiamate per concordanza.
Tra i possibili enti di unificazione si limitata la rassegna a quelli che includono l'Italia nel loro
ambito geografico di pertinenza, compaiono cos: le norme italiane della CEI (Commissione
Elettrotecnica Italiana) e dell'UNI (Ente Italiano di Unificazione), quelle europee dell'IEC e della
CEN (International Electrotechnical Commission e European Committee for Standardization),
quelle internazionali dell'ISO (International Organization for Standardization).
Per una migliore analisi, le guide reperite sono state suddivise e collocate in uno dei sei gruppi
tematici definiti, e di seguito riportati:

norme di base sullemissione delle sorgenti di rumore,

norme sulla definizione del potere emissivo di specifiche sorgenti,

norme sulla determinazione dellisolamento acustico di elementi di separazione,

norme sulla descrizione acustica dello stato dellambiente,

norme sulla previsione dei livelli sonori,

norme sulla strumentazione di misura.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 4 di 39

1.2. Relazioni tra enti di Standardizzazione


Tra gli enti di standardizzazione presi in esame esistono relazioni di collaborazione definite e
rapporti gerarchici che portano all'emanazione di norme mutuamente riconosciute e che, nel tempo,
stanno allineando tra loro i rispettivi insiemi di standard.
Nel settore dell'acustica, tra gli enti presi in esame, l'ISO vanta una maggiore tradizione ed il corpo
delle norme ISO ha fatto spesso da traccia per lo sviluppo di documenti agli altri livelli. CEN e ISO
hanno adottato procedure di mutuo riconoscimento che portano sia a situazioni di sviluppo
congiunto di norme sia alla adozione da parte della CEN di norme ISO come norme di valenza
comunitaria. UNI obbligata, dagli accordi che la legano alla CEN, a adottare entro 6 mesi come
norma UNI le norme EN varate dal CEN, e a cancellare eventuali norme nazionali sugli stessi
argomenti. Pertanto si trovano sempre pi frequentemente norme UNI EN che sono la traduzione,
ufficialmente riconosciuta, di uno standard precedentemente emanato dal CEN. La rassegna ha
preso in esame in maniera sistematica solo queste norme europee, anche se di quelle salienti non
ancora tradotte se ne d comunque notizia.
La rassegna riporta la denominazione della norma di valenza pi vicina all'Italia (nell'ordine UNI,
EN, ISO): il sistema degli istituti di unificazione ha adottato nel tempo convenzioni diverse in
merito alla denominazione delle norme per cui mentre l'equivalenza tra la norma UNI e quella
europea sempre indicata nella denominazione italiana come UNI EN, per quanto riguarda la
sovrapponibilit di quella italiana o europea con quella ISO in alcuni casi esplicitamente
richiamata nella denominazione UNI (UNI ISO XXX), in altri le denominazioni si richiamano solo
per la desinenza del numero (ad esempio la UNI EN 27182 la traduzione della ISO 7182 che
stata adottata anche dal CEN): in questi casi nella rassegna la concordanza con la ISO
espressamente richiamata nella descrizione.
Alcune delle norme qui richiamate appartengono a "famiglie" che sviluppano la stessa problematica
con metodologie leggermente diverse per coprire una variet di situazioni nelle quali viene
affrontato lo stesso problema. Tale affinit richiamata nel numero assegnato alla norma; succede
per che di una famiglia di norme ISO ne siano state successivamente recepite come EN solo
alcune: una suddivisione per tipologia, come quella scelta per l'esposizione di questa rassegna, in
questi casi, fa perdere di vista l'affinit delle norme di enti diversi e l'articolazione complessiva
della famiglia ISO da cui derivano. Pertanto in questi casi le norme di tipo diverso appartenenti alla
stessa famiglia sono mantenute in sequenza logica, anche se ci richiede un ordinamento diverso
dalla progressione per numero di norma crescente. Per facilitare la possibilit di rintracciare le
norme descritte nella rassegna al termine riportato un indice di tutte le norme citate per ordine di
denominazione .

1.3. Nomenclatura
Un elemento comune a diverse famiglie di norme l'articolazione dei metodi per classi di
precisione. In particolare vengono normalmente adottati tre gradi di precisione decrescente
individuati dalla denominazione del metodo nelle tre seguenti categorie:
- Laboratory
- Engineering
- Survey
Tali classificazioni sono state introdotte dalla ISO 2204/79 e tradotte in italiano rispettivamente:

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 5 di 39

- Di laboratorio
- Tecnico progettuale
- Di controllo
Gli stessi gradi di precisione si trovano anche indicati come "classi 1, 2, 3" con precisione
decrescente dall1 al 3.
Nella traduzione italiana l'appellativo relativo alla precisione si mimetizza maggiormente nel titolo
e potrebbe non essere colto per quello che effettivamente significa: una descrizione del significato
attribuito ai diversi livelli di precisione non pi da cercarsi nella ISO 2204 che stata cancellata,
ma si trova al punto 5 della UNI EN ISO 12001 (1998). Le tre classi non hanno un immediato
valore universale in termini di incertezza quantitativa del metodo, in quanto questa assume valori
diversi per le diverse metodiche della stessa classe, ed specificata in dettaglio nella descrizione del
metodo stesso. Comunque le tre classi di accuratezza dei metodi differiscono in maniera omogenea
per l' impegno richiesto per ottenere il dato analitico, e per le finalit a cui pu essere destinato il
valore acquisito con tale accuratezza. I tre gradi di precisione trovano un corrispettivo (anche se
numericamente sfalsato) nelle tre classi di precisione (0, 1, 2) introdotte dalla IEC per gli strumenti
di acustica.
Di seguito, sono elencate le linee guida e guide tecniche esaminate, nellultima versione
disponibile e suddivise per ciascuna delle categorie definite.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 6 di 39

2. RASSEGNA

2.1 Norme di base sullemissione delle sorgenti di rumore (norme di tipo B)

Numero della norma : ISO 3740


Titolo: Acoustics - Determination of sound power levels of noise sources - Guidelines for the use of
basic standards and for the preparation of noise test codes.
Sommario: Acustica determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore - Linee
guida per l'uso delle norme base e per la preparazione della procedura per prove di rumorosit.
Fornisce una guida per la scelta tra i metodi della famiglia 3740 facendone una rassegna delle
tipologie e dei requisiti con diverse tavole comparative.
La parte relativa alla descrizione dei criteri per la stesura di metodi per la determinazione delle
emissioni sonore di una specifica famiglia di macchine si sovrappone con quanto descritto nella pi
recente e articolata UNI EN ISO 12001.
Data di pubblicazione 1980
Numero della norma : UNI EN 23741
Titolo : Acustica. Determinazione dei livelli di potenza sonora emessi dalle sorgenti di rumore.
Metodo di laboratorio in camera riverberante per le sorgenti di rumore ad ampio spettro.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound power levels of noise sources. Precision
methods for broad-band sources in reverberation rooms.
Sommario: Versione in lingua italiana della EN 23741 (ott. 1991). Definisce nei dettagli due metodi
di laboratorio che permettono di determinare la potenza sonora irradiata da dispositivi, macchine,
componenti o gruppi, in funzione della frequenza. Tali metodi utilizzano una camera di prova
riverberante con caratteristiche acustiche del tipo specificato. Mentre per misurare il rumore emesso
da macchine e apparecchiature possibile utilizzare altri metodi, i metodi definiti nella presente
norma sono particolarmente appropriati per valutare la potenza sonora emessa dalle sorgenti che
producono rumore stazionario e per le quali non occorrono informazioni di direttivit. Se la
sorgente emette un rumore non stazionario, o nei casi in cui occorrono informazioni relative alla
direttivit, necessario selezionare uno degli altri metodi definiti nella ISO 3740.
Appendice A: Procedimento di qualificazione della camera di prova per la misurazione del suono
ad ampio spettro.
Appendice B: Caratteristiche e taratura della sorgente sonora di riferimento.
Appendice C: Procedimenti per il calcolo del livello di potenza sonora ponderato secondo la scala
A a partire dai livelli di potenza delle bande di ottava o di un terzo di ottava.
Appendice D: Direttive per le caratteristiche delle camere riverberanti.
Appendice E: Direttive per le caratteristiche dei diffusori rotanti.
Concordanze : = ISO 3741-88
Data di pubblicazione : 30/09/1992
Numero della norma : UNI EN 23742
Titolo : Acustica. Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore. Metodo di
laboratorio in camera riverberante per sorgenti di rumore con bande tonali e bande strette.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound power levels of noise sources. Precision
method for discrete- frequency and narrow-band sources in reverbation rooms.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 7 di 39

Sommario: Versione in lingua italiana della EN 23742 (ott. 1991). Definisce nei dettagli due metodi
di laboratorio atti a determinare la potenza sonora di sorgenti di piccole dimensioni mediante una
camera di prova riverberante. Il procedimento definito nella UNI EN 23741 puo' essere applicato
alle sorgenti che producono un rumore stazionario e a larga banda. Illustra precauzioni
supplementari da osservare nel caso in cui lo spettro del rumore irradiato dalla sorgente sonora
contenga bande tonali o bande strette.
Appendice: Procedimento di qualificazione alternativo per la misurazione delle componenti a
banda tonale.
Concordanze : = ISO 3742-88
Data di pubblicazione : 31/07/1992
Numero della norma : UNI EN ISO 3743-1
Titolo : Acustica. Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore. Metodi
tecnici progettuali in campo riverberante per piccole sorgenti trasportabili - Metodo di
comparazione per camere di prova a pareti rigide.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound power levels of noise sources.
Engineering methods for small, movable sources in reverberant fields - Comparison method for harwalled test rooms.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 3743-1 (edizione
giugno 1995).indica un metodo tecnico relativamente semplice per la determinazione dei livelli di
potenza sonora di sorgenti di rumore trasportabili di piccole dimensioni. Le misurazioni sono
eseguite dopo aver installato la sorgente in una sala di prova a pareti rigide.
Concordanze : =ISO 3743-1:1994
Data di pubblicazione : 30/06/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 3743-2
Titolo : Acustica. Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante
pressione sonora. Metodi tecnici progettuali in campo riverberante per piccole sorgenti
trasportabili - Metodi in camere riverberanti speciali.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound power levels of noise sources using
sound pressure. Engineering methods for small, movable sources in reverberant fields - Methods for
special reverberation test rooms.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 3743-2 (edizione
agosto 1996). Indica un metodo tecnico progettuale relativamente semplice per la determinazione
dei livelli di potenza sonora di sorgenti di rumore trasportabili di piccole dimensioni. Le
misurazioni sono eseguite dopo aver installato la sorgente in una camera appositamente studiata,
caratterizzata da un tempo di riverberazione specificato nella gamma di frequenza utile.
Data di pubblicazione : 31/12/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 3744
Titolo : Acustica. Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante
pressione sonora. Metodo tecnico progettuale in un campo essenzialmente libero su un piano
riflettente.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound power levels of noise sources using
sound pressure. Engineering method in an essentially free field over a reflecting plane.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 3744 (edizione
settembre 1995). Specifica un metodo per misurare i livelli di pressione sonora su una superficie di

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 8 di 39

misurazione contenente una sorgente di rumore, in condizioni di campo sostanzialmente libero,


nelle vicinanze di uno o pi piani riflettenti, in modo da calcolare il livello di potenza sonora
emesso dalla sorgente di rumore. Inoltre fornisce i requisiti relativi all'ambiente di prova e alla
strumentazione, nonch le tecniche per registrare il livello di pressione sonora superficiale dal quale
viene calcolato il livello di potenza sonora della sorgente, permettendo di ottenere risultati con
precisione di classe 2.
Data di pubblicazione : 31/12/1997
Numero della norma : EN ISO 3745
Sommario: norma attualmente cancellata, in corso di elaborazione la nuova versione: si tratta di
un metodo di precisione per la determinazione del livello della potenza sonora delle sorgenti di
rumore, in camere anecoiche o semianecoiche.
Numero della norma : UNI EN ISO 3746
Titolo : Acustica. Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante
pressione sonora. Metodo di controllo con una superficie avvolgente su un piano riflettente.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound power levels of noise sources using
sound pressure. Survey methods using an enveloping measurement surface over a reflecting plane.
Sommario: La norma specifica un metodo semplice per misurare i livelli di pressione sonora su una
superficie contenente la sorgente in modo da calcolarne il livello di potenza.
Data di pubblicazione : 31/12/1997
Numero della norma : ISO 3747
Titolo: Acoustics. Determination of sound power levels of noise sources. Survey method using a
reference sound source.
Sommario: La norma descrive una metodo per la determinazione dei livelli di potenza sonora delle
sorgenti di rumore. Metodo di controllo con luso di una sorgente sonora di riferimento per utilizzo
in sito con la tecnica della sostituzione. recentemente adottata dal CEN come EN ISO 3747.
Data di pubblicazione: 1987
Numero della norma : UNI EN ISO 9614-1
Titolo : Acustica. Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante il
metodo intensimetrico. Misurazione per punti discreti.
Titolo in lingua inglese: Acoustics . Determination of sound power levels of noise sources using
sound intensity. Measurement at discrete points.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 9614-1 (edizione
aprile 1995). Prescrive un metodo per la misurazione della componente dell'intensit sonora
normale ad una superficie di misurazione scelta in modo da racchiudere la sorgente di rumore di cui
si deve determinare il livello di potenza sonora per poter calcolare il livello di potenza sonora per
banda di ottava, di terzo di ottava o il valore ponderato su un numero limitato di bande. Consente
misurazioni con tutti e tre le diverse classi di precisione. La precisione conseguita col metodo non
definita a priori, ma sulla base dei risultati di prove ausiliarie specificate e dei calcoli eseguiti
congiuntamente alle misurazioni di prova. Per raggiungere un livello di precisione predefinito
necessario procedere in maniera iterativa come descritto nella norma.
Data di pubblicazione : 30/11/1997

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 9 di 39

Numero della norma : UNI EN ISO 9614-2


Titolo : Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante il
metodo intensimetrico - Misurazione per scansione.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Determination of sound power levels of noise sources using
sound intensity - Measurement by scanning.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
9614-2 (edizione agosto 1996). La norma prescrive un metodo di determinazione della potenze
sonora di una sorgente basato su una procedura di misura della componente dell'intensit sonora
normale ad una superficie, scelta in modo da racchiudere la(e) sorgente(i) di rumore sotto indagine.
Consente misurazioni con le classi di precisione tecnico progettuale e di controllo. La precisione
conseguita col metodo non definita a priori, ma sulla base dei risultati di prove ausiliarie
specificate e dei calcoli eseguiti congiuntamente alle misurazioni di prova. Per raggiungere un
livello di precisione predefinito necessario procedere in maniera iterativa come descritto nella
norma.
Concordanze : EN ISO 9614-2:1996 / ISO 9614-2:1996
Data di pubblicazione : 30/06/1998
Numero della norma : UNI 10855
Titolo : Acustica - Misura e valutazione del contributo acustico di singole sorgenti.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Measurement and evaluation of the noise contribution of single
sound sources.
Sommario: La norma fornisce una serie di indicazioni finalizzata a identificare singole sorgenti
sonore in un contesto ove non trascurabile l'influenza di altre sorgenti e a valutarne il livello di
pressione sonora.
Data di pubblicazione : 31/12/1999
Numero della norma : UNI EN ISO 11689
Titolo : Acustica - Procedura per la comparazione dei dati di emissione sonora per macchine ed
apparecchiature.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Procedure for the comparison of noise-emission data for
machinery and equipment.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
11689 (edizione dicembre 1996). La norma specifica un metodo per confrontare tra loro i dati di
emissione sonora di macchine diverse. Essa , in linea di principio, applicabile a qualsiasi tipo di
macchina o apparecchiatura per cui esista una procedura per prove di rumorosit o per cui siano
disponibili dati di emissione sonora comparabili. Obbiettivo della norma e consentire di stilare una
graduatoria di macchine pi o meno rumorose tra quelle equivalenti per gli utilizzi richiesti.
Data di pubblicazione : 31/10/1998
Numero della norma : UNI EN ISO 12001
Titolo : Acustica - Rumore emesso da macchine ed apparecchiature - Regole per la stesura e la
presentazione di una procedura per prove di rumorosit.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Noise emitted by machinery and equipment - Rules for the
drafting and presentation of a noise test code.
Sommario: La norma indica i requisiti tecnici di una procedura per prove di rumorosit per una
famiglia specifica di macchine od apparecchiature. Essa si applica in primo luogo alle macchine e

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 10 di 39

alle apparecchiature stazionarie, ivi compresi gli utensili portatili, nonch a quelle che presentano
dei rischi dovuti alla mobilit o al sollevamento di carichi.
Vi si trova una strutturazione delle norme su livelli in cascata: sono dette norme di tipo B quelle che
specificano i metodi di base per la misurazione di emissioni sonore delle sorgenti acustiche (3740,
11200 ecc.); le procedure di prova relative a specifiche classi di macchine sono dette norme di tipo
C e vi la prescrizione che queste siano costruite usando necessariamente i richiami alle norme di
tipo B come riferimento metodologico. La presente norma e` la versione ufficiale in lingua italiana
della norma europea EN ISO 12001 (edizione dicembre 1996) e tiene conto dell'errata corrige del
maggio 1997 (AC:1997).
Data di pubblicazione : 30/04/1998
Numero della norma : UNI EN ISO 4871
Titolo : Acustica - Dichiarazione e verifica dei valori di emissione sonora di macchine ed
apparecchiature.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Declaration and verification of noise emission values of
machinery and equipment.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
4871 (edizione dicembre 1996). La norma fornisce informazioni sulla dichiarazione dei valori di
emissione sonora, descrive le informazioni acustiche e di prodotto che devono figurare nella
documentazione tecnica ai fini della dichiarazione di emissione sonora, e specifica un metodo di
verifica della dichiarazione di emissione sonora. Essa si applica alle macchine e alle
apparecchiature. I metodi statistici utilizzati per definire i valori dichiarati e per effettuare le
verifiche sono piu ampiamente sviluppati nelle famiglia di norme UNI EN 27574.
Concordanze : EN ISO 4871:1996 - ISO 4871:1996
Data di pubblicazione : 31/10/1998
Numero della norma : UNI EN ISO 11200
Titolo : Acustica. Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature. Linee guida per l'uso
delle norme di base per la determinazione dei livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in
altre specifiche posizioni.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Noise emitted by machinery and equipment. Guidelines for the
use of basic standards for the determination of emission sound pressure levels at a work station and
at other specified positions.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11200 (edizione
dicembre 1995) e tiene conto dell'errata corrige 1 dell'aprile 1997 (AC:1997). Illustra sinteticamente
le norme internazionali di base concernenti la determinazione dei livelli di pressione del rumore
emesso da tutti i tipi di macchine e apparecchiature al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni
e fornisce alcune linee guida per consentire l'individuazione della norma pi' adeguata. applicabile
esclusivamente ai casi di misurazione del suono propagantesi per via aerea.
Data di pubblicazione : 31/10/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 11201
Titolo : Acustica. Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Misurazione dei livelli
di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni. Metodo tecnico progettuale in
campo sonoro praticamente libero su un piano riflettente.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 11 di 39

Titolo in lingua inglese: Acoustics. Noise emitted by machinery and equipment - Measurement of
emission sound pressure levels at a work station and at other specified positions. Engineering
method in an essentially free field over a reflecting plane.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11201 (edizione
dicembre 1995) e tiene conto dell'errata corrige dell'aprile 1997 (AC:1997). Descrive un metodo di
misurazione dei livelli di pressione sonora di emissione di macchine e di apparecchiature al posto di
lavoro e in altre specifiche posizioni adiacenti in un campo sonoro praticamente libero sopra un
piano riflettente.
Data di pubblicazione : 31/10/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 11202
Titolo : Acustica. Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Misurazione dei livelli
di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni. Metodo di controllo in sito.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Noise emitted by machinery and equipment - Measurement of
emission sound pressure levels at a work station and at other specified positions. Survey method in
situ.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11202 (edizione
dicembre 1995) e tie ne conto dell'errata corrige dell'aprile 1997 (AC:1997). Descrive un metodo di
misurazione dei livelli di pressione sonora di emissione di macchine e delle apparecchiature al posto
di lavoro e in altre specifiche posizioni nelle immediate vicinanze in campo semi-riverberante. I
livelli di pressione sonora di emissione vengono misurati come livelli ponderati A e, ove richiesto,
come livelli di picco ponderati C.
Data di pubblicazione : 31/10/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 11203
Titolo : Acustica. Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature. Determinazione dei
livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni sulla base del livello di
potenza sonora.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Noise emitted by machinery and equipment. Determination of
emission sound pressure levels at a work station and at other specified positions from the sound
power level.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11203 (edizione
dicembre 1995). Descrive due metodi di determinazione dei livelli di pressione sonora di emissione
di macchine e apparecchiature al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni adiacenti mediante
calcoli effettuati sulla base del livello di potenza sonora.
Data di pubblicazione : 31/10/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 11204
Titolo : Acustica. Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Misurazione dei livelli
di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni. Metodo richiedente correzioni
ambientali.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Noise emitted by machinery and equipment - Measurement of
emission sound pressure levels at a work station and at other specified positions. Method requiring
environmental corrections.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11204 (edizione
dicembre 1995) e tiene conto dell'errata corrige dell'aprile 1997 (AC:1997). Descrive un metodo di
misurazione dei livelli di pressione sonora di emissione delle macchine e delle apparecchiature al

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 12 di 39

posto di lavoro e in altre specifiche posizioni adiacenti all'interno di un qualsiasi ambiente che
soddisfi determinati requisiti di qualificazione. I livelli di pressione sonora di emissione vengono
misurati come livelli ponderati A e, ove richiesto, come livelli di picco ponderati C e livelli per
bande di frequenza.
Data di pubblicazione : 30/11/1997
Numero della norma : ISO 8297
Titolo : Acoustics - Determination of sound power levels of multisource industrial plants for
evaluation of sound pressure levels in the environment - Engineering method.
Sommario: La norma definisce un metodo di classe 2 per la determinazione della potenza sonora
immessa nell'ambiente da interi aree industriali o di cantiere, ai fine della stima dei livelli sonori
nelle aree circostanti l'impianto. Il metodo si fonda direttamente su misure all'esterno della sorgente
esaminata lungo un perimetro che racchiude la sorgente. Si applica ad impianti estesi in larghezza
pi che in altezza con la dimensione massima compresa tra 16 e 320 m, nelle quali la maggior parte
delle sorgenti sonore operi all'esterno.
Data di pubblicazione : 1994

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 13 di 39

2.2 Norme sulla definizione del potere emissivo di specifiche sorgenti (norme di tipo C)

Numero della norma : UNI ISO 7188


Titolo : Acustica - Misurazione del rumore emesso dalle autovetture nelle condizioni
rappresentative di traffico urbano.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Measurement of noise emitted by passenger cars under
conditions representative of urban driving.
Sommario: La norma specifica un metodo per misurare il rumore emesso dalle autovetture in
movimento. Esso si basa su studi statistici sull'uso delle autovetture nel traffico urbano.
Concordanze : =ISO 7188:1994
Data di pubblicazione : 30/09/1999
Numero della norma : UNI 8199
Titolo : Acustica - Collaudo acustico degli impianti di climatizzazione e ventilazione - Linee guida
contrattuali e modalit di misurazione.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Acoustic test of air conditioning and ventilating systems Contract guide lines and method of measurements.
Sommario: La norma definisce le modalit di misurazione negli ambienti del livello di rumore
conseguente al funzionamento degli impianti di climatizzazione e ventilazione e definisce un
criterio di valutazione della rumorosit in relazione alla destinazione d'uso degli ambienti serviti.
Data di pubblicazione : 30/11/1998
Numero della norma : UNI 8959
Titolo : Misura del rumore aereo emesso da impianti a turbina a gas. Prescrizioni e metodo di
rilevamento.
Titolo in lingua inglese: Measurement of airborne noise emitted by gas turbine installations.
Specifications and survey method.
Sommario: Definisce un metodo per la misura dei livelli di pressione sonora emessi all'esterno da
un impianto completo a turbina a gas. Vengono altres date indicazioni per determinare i livelli di
pressione sonora nell'ambiente circostante a tal impianto. Non ha lo scopo di fornire
raccomandazioni per il metodo di calcolo del livello di potenza sonora di un impianto completo,
bens di dare indicazioni per l'accettabilit al collaudo. Si applica a impianti fissi installati a terra
azionati da una o pi turbine a gas. Il metodo pu essere applicato, ma non limitato, a turbine a gas
azionanti generatori elettrici, compressori o pompe, in circuiti a ciclo semplice o combinato o in
impianti con recupero di calore. Il metodo non applicabile quando la potenza meccanica fornita
dalla/e turbina/e a gas solo un piccola parte della potenza sviluppata dall'intero impianto. Le
turbine a gas per propulsione di veicoli sono escluse dalla presente norma..
Data di pubblicazione : 30/04/1988
Numero della norma : UNI 10205
Titolo : Misura e limiti della rumorosit esterna dei filoveicoli.
Titolo in lingua inglese: Measurement and limit values of outside noise for trolley-bus.
Sommario: Prescrive le condizioni necessarie per ottenere misurazioni ripetibili e confrontabili dei
livelli di rumorosit esterna dei filoveicoli e stabilisce i valori massimi accettabili di rumorosit'.
Riguarda i filoveicoli di cui all'art. 55 del D.L. 30.04.92 n. 285 "Nuovo codice della Strada",

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 14 di 39

destinati ai trasporti di persone come previsto dalla categoria b) dell'art. 54 del succitato D.L. ed
adibiti al servizio di linea urbana e suburbana (classe I). Allegato: Schema rapporto di prova.
Data di pubblicazione : 01/04/1993
Numero della norma: UNI ISO 11094
Titolo : Acustica. Metodo di prova per la misurazione del rumore aereo emesso da tosaerba a
motore, trattrici tosaerba e da giardino, tosaerba professionali, trattrici tosaerba e da giardino con
attrezzo falciante.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Test code for the measurement of airborne noise emitted by
power lawn mowers, lawn tractors, lawn and garden tractors, professional mowers, and lawn and
garden tractors with mowing attachments.
Sommario: Versione ufficiale della norma internazionale ISO 11094 (edizione novembre 1991)
adottata nella versione in lingua inglese. La norma specifica i metodi per la misurazione dei livelli
di pressione sonora A con una prefissata posizione del microfono mentre la macchina ferma od in
movimento. La potenza sonora A della macchina pu' essere calcolata dai valori sopra misurati. Lo
schema del metodo stato ripreso dalla normativa UE per la prova di etichettatura acustica di questi
apparecchi, che per lo definisce autonomamente e non fa espressamente riferimento allo standard.
Concordanze : =ISO 11094:1991
Data di pubblicazione : 30/06/1996
Numero della norma : UNI ENV 12102
Titolo : Condizionatori, pompe di calore e deumidificatori con compressori azionati elettricamente Misurazione del rumore aereo - Determinazione del livello di potenza sonora.
Titolo in lingua inglese: Air conditioners, heat pumps and dehumidifiers with electrically driven
compressors - Measurement of airborne noise - Determination of the sound power level.
Sommario: La norma, sperimentale, specifica i requisiti per la determinazione, secondo un
procedimento normalizzato, del rumore emesso nell'aria circostante dai condizionatori d'aria, dalle
pompe di calore o dai deumidificatori con compressori azionati elettricamente.
Data di pubblicazione : 28/02/1998
Numero della norma : UNI EN 21680-1
Titolo : Acustica. Metodo di prova per la misurazione del rumore aereo emesso dalle macchine
elettriche rotanti. Metodo tecnico-progettuale in condizioni di campo libero su piano riflettente.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Test code for the measurement of airborne noise emitted by
rotating electrical machinery. Engineering method for free-field conditions over a reflecting plane.
Sommario: Versione italiana della norma europea EN 21680-1 (ott.1991). Definisce,
conformemente alla ISO 2204, un metodo tecnico-progettuale (classe 2) per la misura dei livelli di
pressione acustica su un parallelepipedo racchiudente la macchina e per il calcolo del livello di
potenza sonora prodotto dalla macchina. Indica i metodi utilizzabili per qualificare l'ambiente di
prova e specifica le caratteristiche della strumentazione da utilizzare. Fornisce un metodo per la
determinazione del livello di potenza sonora ponderata A e, se necessario, dei livelli di potenza
sonora in bande di ottava e di un terzo di ottava della macchina, partendo dal valore medio dei
livelli di pressione acustica misurati sul parallelepipedo rettangolo.
Appendice A: Metodi di qualificazione dell'ambiente acustico.
Appendice B: Calcolo del livello di potenza sonora ponderata A a partire dai livelli di potenza
determinati in bande di ottava o di un terzo di ottava.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 15 di 39

Appendice C: Metodo di stima della differenza tra il livello di rumore emesso durante il
funzionamento a vuoto e quello emesso durante il funzionamento sotto carico.
Concordanze : = ISO 1680-1-86
Data di pubblicazione : 31/01/1993
Numero della norma : UNI EN 21680-2
Titolo : Acustica. Metodo di prova per la misurazione del rumore aereo emesso dalle macchine
elettriche rotanti. Metodo di controllo.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Test code for the measurement of airborne noise emitted by
rotating electrical machinery. Survey method.
Sommario: Versione italiana della norma europea EN 21680-2 (ott. 1991). Definisce un metodo di
misurazione (di classe 3) per le macchine elettriche rotanti che emettono un rumore stabile durante
il loro funzionamento. Si applica alla misurazione del rumore aereo emesso da macchine elettriche
rotanti quali motori e generatori di qualsiasi dimensione, dotate di tutti gli ausiliari necessari per
ottenere le condizioni di funzionamento. Prescrive le procedure da utilizzare per qualificare
l'ambiente di prova e specifica le caratteristiche dell'apparecchiatura di misurazione da utilizzare.
Appendice A: Metodi di qualificazione dell'ambiente acustico.
Appendice B: Metodo di stima della differenza tra il livello di rumore emesso durante il
funzionamento a vuoto e quello emesso durante il funzionamento sotto carico.
Concordanze : = ISO 1680-2- 86
Data di pubblicazione : 31/01/1993
Numero della norma: UNI EN 22922
Titolo : Acustica - Misurazione del rumore generato da navi per navigazione interna e portuale.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Measurement of noise emitted by vessels on inland water-ways
and harbours.
Sommario: La norma stabilisce le condizioni per ottenere misure riproducibili e comparabili del
livello sonoro e dello spettro del rumore generato da navi di ogni tipo per navigazione interna e
portuale. La norma pu essere anche applicata alle piccole navi per navigazione in mare,
imbarcazioni portuali e draghe.
Data di pubblicazione : 28/02/1998
Numero della norma : UNI EN 25136
Titolo : Acustica. Determinazione della potenza sonora immessa in condotto da ventilatori. Metodo
con ventilatore inserito in condotto.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound power radiated into a duty by fans. Induct method.
Sommario: Versione italiana della norma europea EN 25136 (edizione novembre 1993) che
recepisce integralmente il testo della norma internazionale ISO 5136- nella versione originale in
lingua inglese. Specifica un metodo per determinare la potenza sonora irradiata in un condotto da
ventilatori intubati. Si applica a ventilatori che emettono suono stazionario con bande larghe, strette
e tonali.
Concordanze : =ISO 5136
Data di pubblicazione : 30/06/1995
Numero della norma : UNI EN 27182

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 16 di 39

Titolo : Acustica. Rilevamento all'orecchio dell'operatore del rumore emesso dalle motoseghe a
catena portatili.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Measurement at the operator's position of airborne noise emitted
by chain saws.
Sommario: Norma recepita dal CEN in data 10 ottobre 1991 come EN 27182 e conseguentemente
dall'UNI come UNI EN 27182. Versione in lingua italiana della norma ISO 7182 (edizione nov.
1984) adottata senza varianti. Specifica un metodo per misurare, all'orecchio dell'operatore, i livelli
di pressione sonora, ponderati A nonch' in bande di ottava, raggiunti dal rumore emesso da
motoseghe a catena con motore a scoppio utilizzato prevalentemente per lavori forestali. Le
condizioni operative durante la misura simulano le normali condizioni di lavoro in foresta.
Concordanze : = ISO 7182
Data di pubblicazione : 31/10/1991
Numero della norma : UNI EN 27917
Titolo : Acustica. Rilevamento all'orecchio dell'operatore del rumore emesso dai decespugliatori.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Measurement at the operator's position of airborne noise emitted
by brush saws.
Sommario: Versione in lingua italiana della norma EN 27917 (edizione ott. 1991), adottata senza
varianti. Specifica un metodo per misurare, all'orecchio dell'operatore, i livelli di pressio ne sonora,
ponderati a nonch' in bande di ottava, raggiunti dal rumore emesso da decespugliatori portatili,
utilizzati prevalentemente nel settore forestale, azionati da motore a combustione interna. Le
condizioni operative durante la misura simulano le normali condizioni di lavoro in foresta.
Concordanze : = ISO 7917
Data di pubblicazione : 30/06/1992
Numero della norma : ISO 362
Titolo : Acoustics - Measurement of noise emitted by accelerating road vehicles - Engineering
method.
Sommario: Specifica un metodo per definire in maniera ripetibile e riproducibile la rumorosit di un
veicolo stradale. Prevede l'utilizzo di una pista di prova specifica e condizioni di marcia
rigorosamente definite. Lo schema del metodo stato ripreso nella normativa tecnica per le prove di
omologazione dei veicoli, che per lo definisce autonomamente e non fa espressamente riferimento
allo standard.
Data di pubblicazione : 15/06/1998
Numero della norma : ISO 3095
Titolo : Acoustics - Measurement of noise emitted by railbound vehicles.
Sommario: la norma definisce una procedura per la determinazione, in condizioni riproducibili,
della rumorosit dei veicoli su rotaia. Il metodo non per considerato adeguato a fornire la base
per una etichettatura ed omologazione dei convogli ferroviari, per i quali si sta sviluppando in sede
europea un nuovo standard specifico.
Data di pubblicazione : 15/09/1975
Numero della norma : ISO 4872
Titolo : Acoustics - Measurement of airborne noise emitted by construction equipment intended for
outdoor use - Method for determining compliance with noise limits.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 17 di 39

Sommario: La norma descrive un metodo per la determinazione della potenza sonora delle
macchine da cantiere. Adotta una procedura di misura mediante determinazione della pressione
sonora su una superficie che racchiude la sorgente a analoga a quella delle ISO 3744 e 3746 senza
per richiamarle espressamente. Non descrive in dettaglio le condizioni operative delle macchine
durante il test. Risulta quindi una norma ibrida tra una di tipo B ed una di tipo C.
In Italia vigente un decreto che definisce autonomamente la metodologia di misura ed i limiti per
questa classe di macchine.
Data di pubblicazione : 15/06/1978
Numero della norma: ISO 6393
Titolo : Acoustics - Measurement of exterior noise emitted by earth-moving machinery - Stationary
test conditions.
Sommario: Specifica una metodologia per determinare, in maniera riproducibile, la potenza sonora
emessa da macchine da cantiere di movimento terra (pale caricatrici, ruspe, ecc) in una prova svolta
con la macchina ferma in folle.
Data di pubblicazione : 15/11/1998
Numero della norma : ISO 6395
Titolo : Acoustics - Measurement of exterior noise emitted by earth-moving machinery - Dynamic
test conditions.
Sommario: Specifica una metodologia per determinare, in maniera riproducibile, la potenza sonora
emessa da macchine da cantiere di movimento terra (pale caricatrici, ruspe, ecc) in una prova svolta
con la macchina in movimento. Lo schema del metodo stato ripreso dalla normativa UE per la
prova di etichettatura acustica di queste macchine, che per la definisce autonomamente e non fa
espressamente riferimento allo standard.
Data di pubblicazione : 1988
Numero della norma : ISO 6798
Titolo : Reciprocating internal combustion engines - Measurement of emitted airborne noise Engineering method and survey method.
Sommario: La norma destinata a costruttori ed utilizzatori di motori alternativi a combustione
interna, definisce un metodo per la misura del livello di potenza sonora di tali macchine. Il metodo
determina la potenza sonora della sorgente con la misura della pressione sonora su una superficie
che racchiude la sorgente. Specifica le condizioni dell'ambiente di prova e di funzionamento della
sorgente. Il metodo pu fornire un grado di precisione di classe 2 o 3.
Data di pubblicazione : 1995
Numero della norma : ISO 7216
Titolo : Acoustics - Agricultural and forestry wheeled tractors and self-propelled machines Measurement of noise emitted when in motion.
Sommario: Specifica una metodologia per determinare, in maniera riproducibile, la potenza sonora
emessa da macchine da trattori agricoli e macchine trattrici forestali a ruote, in una prova svolta con
la macchina in movimento. Lo schema del metodo stato ripreso dalla normativa UE per la prova
di etichettatura acustica di queste macchine, che per la definisce autonomamente e non fa
espressamente riferimento allo standard.
Data di pubblicazione : 15/02/1992

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 18 di 39

Numero della norma: ISO 8528-10


Titolo : Reciprocating internal combustion engine driven alternating current generating sets - Part
10: Measurement of airborne noise by the enveloping surface method.
Sommario: Il metodo specifica le condizioni di misura per la determinazione del livello di potenza
sonora dei motori alterativi a combustione interna utilizzati per il funzionamento di gruppi
elettrogeni.
Data di pubblicazione : 24/09/1998
Numero della norma : ISO 9902
Titolo : Textile machinery acoustics - Determination of sound pressure levels and sound power
levels emitted by textile machines - Engineering and survey methods.
Sommario: Specifica i criteri per la misura dei livelli di pressione sonora in posizioni predefinite e
della potenza sonora della macchine tessili, secondo le classi di precisione 2 e 3.
Data di pubblicazione : 15/12/1993
Numero della norma : ISO 10494
Titolo : Gas turbines and gas turbine sets - Measurement of emitted airborne noise Engineering/survey method.
Sommario: La norma destinata a costruttori, installatori ed utilizzatori di turbine a gas, definisce un
metodo per la misura dell'emissione sonora conforme alle ISO 3744 e 3746 e applicabile
direttamente alle turbine o gruppi di turbine a gas. Il metodo determina la potenza sonora della
sorgente con la misura della pressione sonora su una superficie che racchiude la sorgente. Specifica
le condizioni dell'ambiente di prova e di funzionamento della sorgente. Il metodo pu fornire un
grado di precisione di classe 2 o 3.
Data di pubblicazione : 1993
Numero della norma : ISO 10844
Titolo : Acoustics - Specification of test tracks for the purpose of measuring noise emitted by road
vehicles.
Sommario: definisce la caratteristiche della pista e della pavimentazione per lo svolgimento di
prove di rumorosit di veicoli stradali. Scopo principale quello di fornire criteri per eliminare le
incertezze che possono derivare dall'uso di asfalti diversi nella definizione della rumorosit di questi
veicoli.
Data di pubblicazione : 1/09/1994
Numero della norma : ISO 11819-1
Titolo: Acoustics - Measurement of the influence of road surfaces on traffic noise - Part 1:
Statistical Pass-By method.
Sommario: Indica un metodo statistico che consente di confrontare le prestazioni acustiche di asfalti
diversi senza ricorrere a veicoli normalizzati. Il metodo permette la comparazione con un traffico
veicolare normale. Definisce i requisiti della postazione di prova necessari per avere dati
comparabili con quelli ottenuti con diverse pavimentazioni in altre postazioni.
Data di pubblicazione : 15/09/1997

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 19 di 39

2.3 Norme sulla determinazione dellisolamento acustico di elementi di separazione

Numero della norma : UNI EN ISO 140-1


Titolo : Acustica - Misurazione dell'isolamento acustico in edifici e di elementi di edificio - Requisiti
per le attrezzature di laboratorio con soppressione della trasmissione laterale.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and of building
elements - Requirements for laboratory test facilities with suppressed flanking transmission.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
140-1 (edizione ottobre 1997) e tiene conto delle correzioni introdotte il 13 novembre 1997. La
norma fornisce specifiche riguardanti attrezzature di prova da laboratorio per la misurazione
dell'isolamento acustico di elementi di edificio.
Sostituisce la UNI 8270-1.
Data di pubblicazione : 30/09/1999
Numero della norma : UNI EN 20140-2
Titolo : Acustica. Misura dell'isolamento acustico di edifici e di elementi di edificio.
Determinazione, verifica e applicazione della precisione dei dati.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Measurement of sound insulation in building and of building
elements. Determination, verification and application of precision data.
Sommario: Versione in lingua italiana della norma europea EN 20140-2 (edizione mar. 1993) che
recepisce senza varianti il testo della norma internazionale ISO 140-2- 91. Specifica le procedure
per la valutazione dell'incertezza delle misurazioni acustiche descritte nelle ISO da 140-3 a 140-9
dovuta ad influenze casuali e sistematiche. Fornisce linee guida per:
determinare il valore di ripetibilit e il valore di riproducibilit;
verificare i valori di ripetibilit e i valori di riproducibilit per diverse configurazioni di
misurazioni in un laboratorio e per il confronto tra diversi laboratori;
applicare tali valori nella pratica.
Appendice A: Precisione delle misure dell'isolamento acustico di edifici e di elementi di edificio;
Appendice B: Valori di ripetibilit e valori di riproducibilit per risultati espressi in grandezze ad un
numero.
Concordanze : ISO 140-2
Data di pubblicazione : 31/03/1994
Numero della norma : UNI EN ISO 140-3
Titolo : Acustica. Misurazione dell'isolamento acustico in edifici e di elementi di edificio.
Misurazione in laboratorio dell'isolamento acustico per via aerea di elementi di edificio.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Measurement of sound insulation in buildings and of building
elements. Laboratory measurements of airborne sound insulation of building elements.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 140-3 (edizione
gennaio 1995). Prescrive un metodo di laboratorio per la misurazione del potere fonoisolante per
via aerea di elementi di edificio come pareti, pavimenti, porte, finestre, elementi di facciata e
facciate, ad eccezione di quegli elementi classificati come elementi edilizi di piccole dimensioni.
Concordanze : =ISO 140-3:1995, sostituisce UNI 8270-3.
Data di pubblicazione : 30/09/1997

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 20 di 39

Numero della norma : ISO 140-4


Titolo : Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and of building elements - Part 4:
Field measurements of airborne sound insulation between rooms.
Sommario: fornisce un metodo adatto a misure in opera, ovvero direttamente negli edifici, per la
determinazione del fonoisolamento per via aerea tra stanze adiacenti.
Concordanze: EN ISO 140-4/1998
Data di pubblicazione : 15/08/1998
Numero della norma : ISO 140-5
Titolo : Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and of building elements - Part 5:
Field measurements of airborne sound insulation of faade elements and faades.
Sommario: Metodo di prova, per misure sul campo, dell'isolamento per via aerea delle facciate
degli edifici o di loro porzioni.
Concordanze: EN ISO 140-5/1998
Data di pubblicazione : 15/08/1998
Numero della norma : ISO 140-6
Titolo : Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and of building elements- Part 6:
Laboratory measurements of impact sound insulation of floors.
Sommario: Fornisce un metodo di prova per la determinazione in laboratorio dell'isolamento del
rumore da calpestio dei pavimenti. Utilizza una macchina a martelli normalizzata per sollecitare la
superficie testata.
Concordanze: EN ISO 140-6/1998
Data di pubblicazione : 15/08/1998
Numero della norma : ISO 140-7
Titolo : Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and of building elements - Part 7:
Field measurements of impact sound insulation of floors.
Sommario: Fornisce un metodo di prova, per misure in opera, per la determinazione dell'isolamento
del rumore da calpestio dei pavimenti. Utilizza la stessa macchina a martelli normalizzata prevista
per le misure di laboratorio.
Concordanze: EN ISO 140-7/1998
Data di pubblicazione : 15/08/1998
Numero della norma : UNI EN ISO 140-8
Titolo : Acustica - Misurazione dell'isolamento acustico in edificio - Misurazione in laboratorio
della riduzione del rumore di calpestio trasmesso da rivestimenti di pavimentazioni su un solaio
pesante normalizzato.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and building
elements - Laboratory measurements of the reduction of transmitted impact noise by floor coverings
on a heavyweight standard floor.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
140-8 (edizione ottobre 1997) e tiene conto delle correzioni introdotte il 13 novembre 1997. La
norma specifica un metodo per la misurazione delle propriet acustiche dei rivestimenti di
pavimentazioni dal punto di vista della riduzione della trasmissione del rumore da calpestio. Essa

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 21 di 39

stabilisce un metodo per determinare il valore di riduzione di un rivestimento di pavimentazione in


condizioni di prova normalizzate.
Concordanze : =EN ISO 140-8:1997 - ISO 140-8:1997, sostituisce la UNI 8270-8.
Data di pubblicazione : 31/10/1999
Numero della norma : UNI EN 20140-9
Titolo : Acustica. Misurazione dell'isolamento acustico in edifici e in elementi di edificio.
Misurazione in laboratorio dell'isolamento acustico per via aerea da ambiente a ambiente coperti
dallo stesso controsoffitto.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Measurement of sound insulation in buildings and of buildings
elements. Laboratory measurement of room-to-room airborne sound insulation of a suspended
ceiling with a plenum above it.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 20140-9 (Edizione
settembre 1993). Specifica un metodo di laboratorio per la misurazione dell'isolamento acustico per
via aerea di un controsoffitto di altezza definita montato al di sopra di una barriera acustica separa
due ambienti di un impianto di prova specificato. Il presente metodo utilizza uno spazio di
laboratorio disposto in modo da simulare due uffici o ambienti tipici adiacenti orizzontalmente, che
condividono lo stesso controsoffitto e una parete divisoria.
Concordanze : EN 20140-9:1993 - ISO 140-9:1985, sostituisce la UNI 8270-9/ISO 140/9.
Data di pubblicazione : 31/01/1998
Numero della norma : UNI EN 20140-10
Titolo : Acustica. Misura dell'isolamento acustico in edifici e di elementi di edificio. Misura in
laboratorio dell'isolamento acustico per via aerea di piccoli elementi di edificio.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Measurement of sound insulation in building and of building
elements. Laboratory measurement of airborne sound insulation of small building elements.
Sommario: Versione italiana della norma europea EN 20140-10 che recepisce senza varianti la
norma internazionale ISO 140-10-91. Prescrive un metodo di misurazione in laboratorio
dell'isolamento dai rumori aerei, in condizioni di campo diffuso, di piccoli elementi di edificio. E'
previsto che i risultati ottenuti vengano utilizzati per mettere a punto elementi di edificio con
propriet' acustiche idonee, per classificare tali elementi in funzione del loro potere fonoisolante e
per valutare la loro influenza sull'isolamento acustico delle pareti interne degli edifici. Si applica a
qualsiasi elemento di edificio, con l'eccezione di porte e finestre, con area minore di 1 mq,
disponibili in diversi formati con dimensioni laterali ben definite e che trasmettono i suoni tra due
locali contigui o tra un locale e l'esterno a prescindere dagli elementi di edificio confinanti.
Appendice A: Correzione per la trasmissione laterale. Appendice B: Modifica locale dello spessore.
Appendice C: Simulazione di posizioni ad angolo o a bordo spigolo.
Concordanze : = ISO 140/10-91
Data di pubblicazione : 31/07/1993
Numero della norma : ISO 140-12
Titolo : Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and of building elements - Part
12: Laboratory measurement of room-to-room airborne and impact sound insulation of an access
floor.
Data di pubblicazione : 03/02/2000

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 22 di 39

Numero della norma : ISO/TR 140-13


Titolo : Acoustics - Measurement of sound insulation in buildings and of building elements - Part
13: Guidelines.
Sommario: Documento tecnico che fornisce indicazioni metodologiche e pratiche per la conduzione
delle prove descritte nella Famiglia ISO 140. Basato sull'esperienza acquisita con un progetto
finanziato dal Nordtest e sviluppato nei paesi nordici. Il testo la trascrizione del Nordtest
Technichal Report NT TECHN REPORT 203. Esamina gli elementi di dettaglio che nelle norme
non sono compiutamente descritti e fornisce regole pratiche per ottenere prestazioni adeguate ai
criteri forniti dagli standard.
Data di pubblicazione : 15/08/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 717-1
Titolo : Acustica. Valutazione dell'isolamento acustico in edifici e di elementi di edificio. Isolamento
acustico per via aerea.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Rating of sound insulation in buildings and of buildings
elements. Airborne sound insulation.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 717-1 (edizione
dicembre 1996). definisce gli indici di valutazione delle grandezze per l'isolamento acustico per via
aerea in edifici e di elementi di edificio: mediante apposite curve di interpolazione traduce le
grandezze di isolamento espresse per bande di frequenza in un unico numero. Prende in
considerazione i diversi spettri di livello acustico di varie sorgenti di rumore quali le sorgenti di
rumore all'interno di un edificio e il traffico all'esterno di un edificio, prescrive delle regole per
determinare dette grandezze in base ai risultati delle misurazioni effettuate per bande di terzo di
ottava o di ottava in conformit alle ISO 140 parti 3, 4, 5, 9 e 10.
Concordanze: Sost. con UNI EN ISO 717-2 la UNI 8270-7
Data di pubblicazione : 31/12/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 717-2
Titolo : Acustica. Valutazione dell'isolamento acustico in edifici e di elementi di edificio. Isolamento
del rumore di calpestio.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Rating of sound insulation in buildings and of buildings
elements. Impact sound insulation.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 717-2 (edizione
dicembre 1996). Definisce gli indici di valutazione delle grandezze per l'isolamento del rumore di
calpestio in edifici e dei solai: mediante apposite curve di interpolazione traduce le grandezze di
isolamento espresse per bande di frequenza in un unico numero. Prescrive le regole di
determinazione di detti valori in base ai risultati delle misurazioni effettuate per bande di terzo di
ottava in conformit alle ISO 140-6 e ISO 140-7 e di ottava in conformit alla ISO 140-7
esclusivamente per le misurazioni in opera, definisce degli indici di valutazione per l'attenuazione
del livello di rumore di calpestio dei rivestimenti di pavimentazioni e dei pavimenti antivibranti
sulla base dei risultati di misurazioni effettuate in conformit alla ISO 140-8.
Data di pubblicazione : 31/12/1997
Numero della norma : UNI EN 1793-1
Titolo : Dispositivi per la riduzione del rumore da traffico stradale - Metodo di prova per la
determinazione della prestazione acustica - Caratteristiche intrinseche di assorbimento acustico.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 23 di 39

Titolo in lingua inglese: Road traffic noise reducing devices - Test method for determining the
acoustic performance - Intrinsic characteristics of sound absorption.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN
1793-1 (edizione settembre 1997). La norma specifica il metodo di laboratorio per la misurazione
dell'assorbimento acustico delle barriere.
Concordanze : =EN 1793-1:1997
Data di pubblicazione : 31/07/1999
Numero della norma : UNI EN 1793-2
Titolo : Dispositivi per la riduzione del rumore da traffico stradale - Metodo di prova per la
determinazione della prestazione acustica - Caratteristiche intrinseche di isolamento acustico per
via aerea.
Titolo in lingua inglese: Road traffic noise reducing devices - Test method for determining the
acoustic performance - Intrinsic characteristics of airborne sound insulation.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN
1793-2 (edizione settembre 1997). La norma specifica il metodo di laboratorio per la misurazione
della prestazione di isolamento acustico per via aerea delle barriere antirumore stradali.
Concordanze : =EN 1793-2:1997
Data di pubblicazione : 31/07/1999
Numero della norma : UNI EN 1793-3
Titolo : Dispositivi per la riduzione del rumore da traffico stradale - Metodo di prova per la
determinazione della prestazione acustica - Spettro normalizzato del rumore da traffico.
Titolo in lingua inglese: Road traffic noise reducing devices - Test method for determining the
acoustic perfo rmance - Normalized traffic noise spectrum.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN
1793-3 (edizione settembre 1997). La norma definisce uno spettro normalizzato del rumore da
traffico per la valutazione e la determinazione della prestazione acustica dei dispositivi per la
riduzione del rumore da traffico stradale.
Concordanze : =EN 1793-3:1997
Data di pubblicazione : 31/07/1999
Numero della norma : UNI 9938
Titolo : Acustica. Cabinato per apparecchiature rumorose. Misura della perdita di inserzione
sonora. Metodo di controllo.
Titolo in lingua inglese: Acoustic. Enclosures. Measurement of the sound insertion loss. Survey
method.
Sommario: Prescrive un metodo per determinare la perdita di inserzione sonora dei cabinati per
apparecchiature rumorose con sorgente sonora di riferimento, utilizzando il metodo della
sostituzione. Secondo tale metodo, si misurano i livelli di pressione acustica in determinati punti
con e senza il cabinato. Si applica a cabinati per apparecchiature rumorose poggianti sul pavimento,
completi di pareti e di tetto, che abbiano configurazione parallelepipeda o assimilabile. Le misure
possono essere eseguite sia all'aperto sia all'interno di un locale chiuso; in quest'ultimo caso il locale
deve avere un volume almeno 10 volte maggiore di quello del cabinato.
Data di pubblicazione : 28/02/1992

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 24 di 39

Numero della norma : UNI EN ISO 11546-1


Titolo : Acustica. Determinazione delle prestazioni acustiche di cappottature. Misurazioni di
laboratorio (ai fini della dichiarazione).
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound insulation performances of enclosures.
Measurements under laboratory conditions (for declaration purposes).
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11546-1 (edizione
dicembre 1995). Descrive i metodi di laboratorio per la determinazione delle prestazioni acustiche
(attenuazione sonora) delle cappottature di macchine di piccole dimensioni. Si applica
esclusivamente alla cappottatura completa e non ai singoli pannelli da cui questa costituita.
Concordanze : =ISO 11546-1:1995
Data di pubblicazione : 30/09/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 11546-2
Titolo : Acustica. Determinazione delle prestazioni acustiche di cappottature. Misurazioni in opera
(ai fini dell'accettazione e della verifica).
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Determination of sound insulation performances of enclosures.
Measurements in situ (for acceptance and verification purposes).
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11546-2 (edizione
dicembre 1995). Descrive i metodi in opera per la determinazione delle prestazioni acustiche
(attenuazione di inserzione) delle cappottature di macchine di piccole dimensioni. Si applica
esclusivamente alla cappottatura completa e non ai singoli pannelli da cui questa costituita.
Concordanze: =ISO 11546-2:1995
Data di pubblicazione : 30/09/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 11691
Titolo : Acustica. Determinazione dell'attenuazione sonora dei silenziatori in canali senza flusso.
Metodo di laboratorio.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Measurement of insertion loss of ducted silencers without flow.
Laboratory survey method.
Sommario: Versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 11691 (edizione
agosto 1995). Specifica un metodo di sostituzione in laboratorio per determinare l'attenuazione
sonora in assenza di flusso di silenziatori circolari e rettangolari, prevalentemente assorbenti,
inseriti in condotti e di altri elementi in condotto destinati a essere utilizzati in sistemi di
ventilazione e di condizionamento d'aria.
Concordanze : =ISO 11691:1995
Data di pubblicazione : 30/09/1997
Numero della norma : UNI EN ISO 11820
Titolo : Acustica - Misurazioni su silenziatori in sito.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Measurements on silencers in situ.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
11820 (edizione dicembre 1996). La norma specifica misurazioni su silenziatori in sito. Essa si
applica alle misurazioni su silenziatori nelle applicazioni pratiche per l'analisi acustica, le prove di
accettazione e valutazioni simili.
Concordanze : EN ISO 11820:1996 - ISO 11820:1996
Data di pubblicazione : 31/01/1999

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 25 di 39

Numero della norma : UNI EN ISO 11821


Titolo : Acustica - Misurazione dell'attenuazione sonora in sito di uno schermo mobile.
Titolo in lingua inglese: Acoustics - Measurement of the in situ sound attenuation of a removable
screen.
Sommario: La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
11821 (edizione aprile 1997). La norma specifica i metodi per la valutazione in sito della capacit di
attenuazione sonora di uno schermo mobile posto sia all'interno sia all'esterno. Questo metodo
specialistico basato sulla misurazione della perdita per inserzione che puo' essere effettuata sia
utilizzando la sorgente(i) sonora(e) reale(i) da cui ci si vuole schermare sia utilizzando una sorgente
sonora artificiale.
Data di pubblicazione : 28/02/1999
Numero della norma : UNI 9435
Titolo : Sistemi schermanti. Misura della attenuazione acustica degli schermi sottili in campo libero
simulato.
Titolo in lingua inglese: Screening systems. Measurement of thin screen sound attenuation in a
simulated free field.
Sommario: Specifica un metodo per misurare l'attenuazione acustica in un campo libero simulato,
di schermi sottili aventi la funzione di realizzare l'isolamento acustico tra posizioni fisse e ben
individuate.
Appendice a: metodo semplificato per determinare le direttivit' della sorgente acustica.
Data di pubblicazione : 31/05/1989
Numero della norma : ISO 10847
Titolo: Acoustics - In-situ determination of insertion loss of outdoor noise barriers of all types.
Sommario: La norma descrive metodi per la determinazione, in sito, dell'attenuazione di barriere di
tutti tipi (anche non rimovibili).
Data di pubblicazio ne: 01/08/1997

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 26 di 39

2.4 Norme sulla descrizione acustica dello stato dellambiente

Numero della norma : UNI 9433


Titolo : Descrizione e misurazione del rumore immesso negli ambienti abitativi.
Titolo in lingua inglese: Description and measurement of noise in community environments.
Sommario: Stabilisce le linee guida e i metodi di misurazione per la caratterizzazione del rumore
immesso negli ambienti abitativi anche ai fini della verifica dei limiti di accettabilit'. I limiti di
accettabilit' sono fissati dalle autorit' competenti. La norma non applicabile ai fini della
protezione dei lavoratori dalle emissioni sonore provocate dalle sorgenti connesse all'attivit'
lavorativa per la quale si rimanda alla UNI 9432. Essa si applica inoltre unicamente alla
misurazione di suoni aventi frequenze maggiori di 20 Hz e minori di 20.000 Hz.
Data di pubblicazione : 31/12/1995
Numero della norma : UNI 9884
Titolo : Acustica. Caratterizzazione acustica del territorio mediante la descrizione del rumore
ambientale.
Titolo in lingua inglese: Acoustics. Acoustic characterisation of land by description of
environmental noise.
Sommario: Descrive una metodologia di misura e descrizione del rumore nell'ambiente esterno, al
fine di consentire la caratterizzazione acustica del territorio. Tale caratterizzazione costituisce uno
strumento di gestione e di pianificazione del territorio e non riguarda la valutazione del disturbo da
rumore.
Data di pubblicazione : 31/07/1997
Numero della norma : ISO 1996-1
Titolo: Acoustics - Description and measurement of environmental noise - Part 1: Basic quantities
and procedures.
Sommario: definisce le grandezze principali e le metodiche di riferimento per la misurazione
dell'inquinamento acustico in un'area.
Data di pubblicazione : 1982
Numero della norma : ISO 1996-2
Titolo: Acoustics - Description and measurement of environmental noise - Part 2: Acquisition of
data pertinent to land use.
Sommario: Fornisce criteri metodologici generali per la descrizione, mediante misure, delle
caratteristiche acustiche di una zona. Stabilisce l'uso del Leq(A) come quantificatore principale dei
livelli sonori e la possibilit di adottare un indicatore derivato dal Leq mediante correzioni additiva
per la presenza di toni puri e rumori impulsivi. L'emendamento fornisce un metodo articolato per
definire tali penalizzazioni, sulla base delle ricerche sociocustiche riconosciute.
Data di pubblicazione : first edition 15/04/1987, amendment 1 15/09/1998
Numero della norma : ISO 1996-3
Titolo: Acoustics - Description and measurement of environmental noise - Part 3: Application to
noise limits.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 27 di 39

Sommario: definisce i criteri per stabilire correttamente (da un punto di vista metodologico) i limiti
massimi di rumorosit e affinch questi possano essere adeguatamente verificati. La norma non
fissa alcun valore di riferimento e presuppone che i limiti siano fissai dalle autorit locali, ma
stabilisce i metodi e gli indicatori appropriati per farlo.
Data di pubblicazione : 15/12/1987
Numero della norma : ISO 3891
Titolo : Acoustics - Procedure for describing aircraft noise heard on the ground.
Sommario: La norma descrive i criteri ed i requisiti della strumentazione per la misurazione
dell'inquinamento acustico prodotto dal sorvolo di aeromobili. E' da molto tempo in elaborazione la
revisione di tale standard che dovrebbe renderlo molto pi articolato.
Data di pubblicazione : 15/01/1978

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 28 di 39

2.5 Norme sulla previsione dei livelli sonori

Numero della norma : UNI 9572


Titolo : Guida per la valutazione dell'impatto acustico ambientale per impianti con turbine a gas.
Titolo in lingua inglese: Guide to evaluate environmental noise impact for gas turbine installations.
Sommario: Prescrive una procedura da impiegare per l'individuazione dei livelli di pressione sonora
ponderata A di impianti con turbina a gas situati in prossimit' di zone abitate, al fine di valutare
l'impatto acustico ambientale sulla base della reazione della collettivit'. Le indicazioni date
possono servire al fornitore e all'utilizzatore per la preparazione di specifiche di fornitura
riguardanti i livelli sonori. Essa quindi permette di prevedere la reazione di una comunit' quando
siano stati prescritti i valori del livello sonoro dell'installazione. Si applica a impianti fissi a terra
azionati da una o pi' turbine a gas, come previsto in 1.2 della UNI 8959.
Data di pubblicazione : 31/07/1990
Numero della norma: ISO 9611
Titolo: Acoustics - Characterization of sources of structure-borne sound with respect to sound
radiation from connected structures - Measurement of velocity at the contact points of machinery
when resiliently mounted.
Sommario: La norma definisce un metodo per quantificare l'eccitazione prodotta da un macchinario
alle strutture che lo supportano. Tale quantificazione la base per confrontare la rumorosit che le
strutture emetteranno per effetto delle sollecitazioni trasmesse da macchine diverse o per predire i
livelli sonori generati qualora sia nota l'efficienza acustica del sistema.
Data di pubblicazione : 1/08/1996
Numero della norma : ISO 9613-1
Titolo: Acoustics - Attenuation of sound during propagation outdoors - Part 1: Calculation of the
absorption of sound by the atmosphere.
Sommario: La Norma descrive i coefficienti di attenuazione del suono per assorbimento dell'energia
in aria in funzione della temperatura e dell'umidit atmosferica.
Data di pubblicazione : 1993
Numero della norma : ISO 9613-2
Titolo: Acoustics - Attenuation of sound during propagation outdoors - Part 2: General method of
calculation
Sommario: La norma descrive una metodo empirico di calcolo dei livelli sonori nell'ambiente
aperto a distanza da una sorgente di potenza sonora data. Si applica al solo caso di condizioni
favorevoli alla propagazione del suono: sottovento alla sorgente od in presenza di inversione
termica al suolo. Include formule empiric he per il calcolo dell'efficacia di schermi acustici e per
l'attenuazione sonora prodotta dalla vegetazione.
Data di pubblicazione : 15/12/1996
Numero della norma : ISO/TR 11690-3
Titolo : Acoustics - Recommended practice for the design of low-noise workplaces containing
machinery - Part 3:Sound propagation and noise prediction in workrooms

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 29 di 39

Sommario: Acustica - Raccomandazioni pratiche per la progettazione di ambienti di lavoro a basso


livello di rumore contenenti macchinario Propagazione del suono e previsione del rumore negli
ambienti di lavoro. Adottata dal CEN come EN ISO 11690-3 nel 1997.
Data di pubblicazione : 27/02/1997

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 30 di 39

2.6 Norme sulla strumentazione di misura

Numero della norma : CEI EN 60651


Titolo: Misuratori di livello sonoro (fonometri)
Sommario: Versione italiana della Norma Europea CENELEC EN 60651, identica alla
Pubblicazione IEC 651 (1979), la Norma si applica ad apparecchi (fonometri) per la misura di
livelli di pressione sonora con determinate ponderazioni di frequenza e di tempo, considerando
fonometri di quattro classi di precisione, indicate come classi 0, 1, 2 e 3. Sostituisce di fatto la
Norma CEI 29-6 (1976) - fasc. 409 e 29-8 (1980) - fasc. 541.
Concordanze: EN 60651, IEC 651
Data di pubblicazione : 01/1982
Numero della norma : CEI EN 60804
Titolo: Fonometri integratori mediatori.
Titolo in lingua inglese: Integrating-averaging sound level meters.
Sommario: La norma tratta degli strumenti per la misura di livelli di pressione sonora ponderata in
frequenza e mediata nel tempo, ed in accordo con le prescrizioni della norma CEI 29-1(1982).
La norma costituisce la ristampa consolidata della norma pari numero ed edizione (Fascicolo 1123);
essa incorpora la Variante V1 pubblicata precedentemente in Fascicolo separato (Fascicolo 1816V).
Concordanze: EN 60804, IEC 804.
Data di pubblicazione : 03/1999
Numero della norma : CEI EN 60942
Titolo: Elettroacustica - Calibratori acustici
Sommario: La norma si riferisce ai calibratori acustici di classe 0, normalmente utilizzati nei
laboratori, e di classe 1 e 2, normalmente per l'uso sul campo. Vengono utilizzati per la sensibilit
alla pressione di microfoni di modelli specificati in configurazioni specificate e per verificare o
regolare la sensibilit globale di dispositivi per misure acustiche o di sistemi di misura che
utilizzano modelli specificati di microfoni.
Concordanze: EN 60942, IEC 60942.
Data di pubblicazione : 04/1999
Numero della norma : CEI EN 61094-1
Titolo : Microfoni di misura - Parte 1: Specifiche per microfoni campione di laboratorio
Sommario: La norma specifica le dimensioni meccaniche e determinate caratteristiche
elettroacustiche dei microfoni a condensatore utilizzati come campioni di laboratorio per la
realizzazione del campione di pressione acustica e per le misure di pressione acustica effettuate con
la massima precisione possibile. Le specifiche sono intese a garantire che la taratura primaria
mediante il metodo della reciprocit possa essere prontamente eseguita; inoltre stabilisce un sistema
per la classificazione dei microfoni a condensatore campione di laboratorio in un determinato
numero di tipi secondo le loro dimensioni e propriet, per facilitare la descrizione dei metodi di
taratura la condizione dei confronti fra i laboratori, compresa la taratura degli stessi microfoni in
diversi laboratori, e lintercambiabilit dei microfoni in un determinato sistema di taratura. La
presente Norma costituisce la ristampa senza modifiche, secondo il nuovo progetto di veste
editoriale, della Norma pari numero ed edizione (Fascicolo 2567 E).

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 31 di 39

Concordanze: EN 61094-1, IEC 1094-1


Data di pubblicazione : 07/1998
Numero della norma : CEI EN 61094-2
Titolo: Microfoni di misura - Parte 2: Metodo primario per la taratura in pressione di microfoni
campione di laboratorio con la tecnica di reciprocit.
Sommario: La Norma si applica ai microfoni campione di laboratorio conformi ai requisiti della
Pubblicazione IEC 1094-1 (CEI 29-20) e ad altri tipi di microfoni a condensatore aventi le stesse
dimensioni meccaniche; specifica inoltre, un metodo primario per determinare la sensibilit alla
pressione in modo da stabilire una base riproducibile e precisa per la misura della pressione
acustic a. La presente Norma costituisce la ristampa senza modifiche, secondo il nuovo progetto di
veste editoriale, della Norma pari numero ed edizione (Fascicolo 2456 E).
Concordanze: EN 61094-2, IEC 1094-2
Data di pubblicazione: 07/1998
Numero della norma : CEI EN 61094-3
Titolo: Microfoni di misura - Parte 3: Metodo primario per la taratura in campo libero dei
microfoni campione di laboratorio con la tecnica della reciprocit.
Sommario: La Norma applicabile ai microfoni campione di lavoro. Specifica un metodo primario
per la determinazione della sensibilit in campo libero tale da permettere di stabilire una base
riproducibile ed esatta per la misura della pressione acustica in condizione di campo libero. E per
luso da parte di laboratori di elevata esperienza ed apparecchiature specializzate.
Concordanze: EN 61094-3, IEC 1094-3
Data di pubblicazione : 09/1997
Numero della norma : CEI EN 61094-4
Titolo: Microfoni di misura - Parte 4: Specifiche dei microfoni campione di lavoro.
Sommario: La Norma applicabile ai microfoni campione di lavoro. Specifica le dimensioni
meccaniche e determina le caratteristiche elettroacustiche dei microfoni utilizzati nei sistemi di
misura per la determinazione della pressione acustica per rendere possibile la loro utilizzazione
come campioni secondari nella taratura degli apparecchi per misure acustiche.
Concordanze: EN 61094-4, IEC 1094-4
Data di pubblicazione : 07/1997
Numero della norma : CEI EN 61260
Titolo: Elettroacustica - Filtri in banda di ottava e di frazione di ottava.
Sommario: Fornisce le prescrizioni per le caratteristiche e i metodi di prova dei filtri passa-banda
analogici e a campionamento e numerici, utilizzati per realizzare banchi di filtri o analizzatori di
spettro. Le prescrizioni sono fornite per tre classi di filtri. Le tolleranze ammesse aumentano con il
numero della classe. I filtri passa-banda conformi alle prescrizioni della presente Norma possono
essere parte costituente di diversi sistemi di misura o possono essere un componente integrato in un
apparecchio specifico e devono comunque operare in tempo reale.
Concordanze: EN 61260, IEC 1260
Data di pubblicazione : 19/11/1997

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 32 di 39

Numero della norma : CEI 29-4


Titolo: Filtri di banda di ottava, di mezza ottava e di terzi di ottava per analisi acustiche
Sommario: Si applicano ai filtri in oggetto sia passivi che attivi, comprendenti eventualmente
anche amplificatori, costituenti complessi per analisi acustiche (rumori e vibrazioni) e specificano le
caratteristiche dei complessi di filtri di banda e relative tolleranze.
Concordanze: IEC 225
Data di pubblicazione : 01/1968

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 33 di 39

3. ANALISI CRITICA

3.1 Analisi critica delle norme di tipo B


Le norme di base per la determinazione dell'emissione sonora delle sorgenti costituiscono un
complesso di metodi ormai consolidati e molto articolato. Risentono, soprattutto quelle sulla
determinazione della pressione sonora, di una destinazione d'uso orientata ai luoghi di lavoro ed alle
dichiarazioni di "sicurezza" delle macchine, ma godono di una generalit sufficiente ad essere
utilizzate in molti casi anche per gli scopi tipici del controllo dell'inquinamento acustico. Si
articolano in tre gruppi principali:
quelle per la determinazione della potenza sonora delle macchine;
quelle per la determinazione della pressione sonora in punti prestabiliti (includono anche la
possibilit di specificare la pressione su una superficie ad una distanza data, senza dover
dettagliare il punto di misura con dichiarazioni del tipo "pressione sonora ad 1 m dalla
sorgente." );
le norme per la dichiarazione e la verifica di valori di emissione.
Quest'ultime prendono in esame i problemi derivanti dall'incertezza di misura, nel passaggio dal
valore misurato in un laboratorio su una macchina ad una etichetta che deve fornire valori certi e
verificabili per quella macchina in altre sessioni di misura od in alternativa per tutte le macchine
dello stesso tipo.
Il corpo delle norme di base ISO stato interamente recepito come normativa comunitaria ad
eccezione della ISO 3740. Tra tutte quelle recepite non sono ancora tradotte in norma italiana la EN
ISO 4871 e la EN ISO 3747.
Mentre la mancanza, nelle linee guida italiane, della 3747, metodo di controllo per la
determinazione della potenza sonora, non crea poi una grave lacuna ( comunque presumibile un
rapido adeguamento, visto che ladozione CEN molto recente), l'assenza delle altre due norme
crea dei vuoti poco giustificabili. Infatti la ISO 3740 la linea guida per l'uso dei metodi per la
determinazione della potenza sonora della relativa famiglia ed il suo utilizzo per altro
raccomandato anche dalla norma italiana UNI EN ISO 12001. La ISO 4871 invece la norma
cardine sulla dichiarazione dei valori di emissione: non ad oggi recepita in italiano come norma
UNI nonostante sia stata adottata dal CEN almeno dal 1997 e i metodi statistici necessari per
quest'ultima siano stati invece sviluppati in dettaglio nella famiglia UNI EN 27574 (discendente
della ISO 7574). Pertanto sia la ISO 3740 che la 4871 sono di fatto da ritenersi un completamento
indispensabile delle linee guida UNI EN di base sulla emissioni delle sorgenti sonore.
A queste si aggiungono una ISO di specifica valenza ambientale, la 8297, che sviluppa un metodo
specifico per il caso di una sorgente di grandi dimensioni di cui interessi solo lemissione sul piano
orizzontale per la predizione dei livelli sonori nell'ambiente circostante; e la UNI 10855 che precisa
metodi utili per la determinazione del valore di pressione sonora di una sorgente in situazioni di
controllo dell'inquinamento acustico in cui non sono applicabili i metodi delle 11200. Tale norma
stata espressamente richiesta per far fronte ai problemi metodologici posti dalla introduzione del
limite di emissione nella normativa italiana sull'inquinamento acustico.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 34 di 39

3.2 Analisi critica delle norme di tipo C


Il corpo di norme sulle emissioni di specifiche sorgenti assai meno completo ed organico. Il
numero di famiglie di macchine prese in esame certamente esiguo, sia in assoluto, sia a confronto
con la quantit di norme disponibili a riguardo nella normativa tecnica nazionale di altri paesi.
Buona parte delle linee guida esistenti sono chiaramente orientate alla certificazione di sicurezza,
ma sono state introdotte in questa rassegna quelle relative a tipologie di sorgenti capaci di avere un
significativo impatto anche all'esterno dei luoghi di lavoro. In queste norme si trovano le condizioni
operative rappresentative delle normali condizioni di lavoro per quella famiglia di macchine e tali
specifiche sono utilizzabili allo stesso modo anche per le stime di impatto acustico esterno.
Va osservato che quando le emissioni di una di queste famiglie di macchine sono state oggetto di
disciplina legislativa nazionale od europea (macchine da cantiere, omologazione veicoli stradali,
limiti di emissione ferroviari ecc.) molti dei metodi qui individuati hanno senza dubbio ispirato la
normativa di settore, ma questa ha evitato di fare ricorso alle norme tecniche per descrivere i
metodi, che invece sono stati esplicitamente definiti, con variazioni pi o meno significative, nel
testo delle norme. Questo vanifica buona parte del lavoro di normazione fatto, e in qualche caso,
soprattutto nella normativa nazionale, produce una significativa perdita di rigore tecnico dei metodi
legali. Comunque in tutti questi casi le leggi forniscono delle linee guida metodologiche alternative
alle norme tecniche ed in un certo senso prevalenti.
3.3 Analisi critica delle norme riguardanti la determinazione dellisolamento acustico
Questo complesso di norme costituito per una parte dal corpo organico delle 13 guide tecniche
appartenenti alla famiglia delle ISO 140, che tratta in maniera molto completa ed articolata la
casistica dellisolamento negli edifici. Anche se solo una parte di queste rivestono un reale interesse
per il monitoraggio ambientale, tutte le norme costituenti la famiglia sono state citate per rendere
pi evidente larticolazione dellimpianto normativo. A queste si abbinano le UNI EN ISO 717 che
forniscono gli algoritmi per passare da una descrizione analitica, per bande di frequenza, delle
prestazioni ad una indicazione di efficacia ad un solo numero.
Le altre linee guida di questa sezione costituiscono una serie di norme, assai meno organica ma di
maggior interesse specifico per il controllo ambientale, su una variet poco organizzata di temi,
quali le misurazioni di prestazioni di barriere, cappottature e silenziatori.
In particolare sulle barriere e gli schermi evidente una sovrapposizione di pi metodi non sempre
ben risolti, almeno nel titolo.
In realt i metodi trattano di questioni, ad una attenta lettura, distinte:
lisolamento intrinseco: ovvero la capacita del materiale di cui e costituito lo schermo di non
trasmettere il rumore che vi incide (UNI EN 1793-2);
lattenuazione della barriera: ovvero la differenza di livello sonoro tra la situazione con e quella
senza la barriera, in questo caso il risultato dipende dalla posizione del ricevitore e della
sorgente rispetto alla barriera e dalle sue dimensioni, (UNI 9435, UNI EN ISO 11821, ISO
10847);
lassorbimento acustico della barriera: ovvero la percentuale di energia sonora che la barriera
non riflette o diffonde dal lato della sorgente (UNI EN 1793-1)

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 35 di 39

Per quanto riguarda lattenuazione della barriera i metodi si distinguono poi sulla base della
possibilit o meno di essere utilizzati in sito e sulla necessit o meno di togliere lo schermo durante
la prova.
Complessivamente evidente che questo secondo gruppo di norme, che hanno origini assai diverse,
potrebbero essere parte di un sistema di linee guida pi organico sui dispositivi di controllo del
rumore e sulla efficacia delle bonifiche, che invece non c' ancora. Si tratta comunque di un settore
in evoluzione dove si stanno sviluppando e standardizzando nuove tecniche. C' da attendersi un
certo sviluppo di norme a riguardo nei prossimi mesi.
3.4 Analisi critica delle norme riguardanti la descrizione dello stato dell'ambiente
Nel settore della descrizione dello stato dell'ambiente evidente la disponibilit di un numero
esiguo di norme e linee guida. In realt la materia ha presentato fino ad oggi una bassa domanda di
normativa tecnica, per l'assenza di esigenze di carattere commerciale od economico a riguardo, che
sono invece uno dei principali motivi propulsori degli sforzi di unificazione nel settore.
La ISO 1996, norma cardine del settore, resta di fatto una norma molto generica e poco esaustiva
della materia: lo testimonia il mancato recepimento da parte della CEN ed ancor pi la persistenza
di una norma nazionale sullo stesso tema diversa da questa. Nonostante la sua estrema generalit
anche una linea guida disattesa dalle leggi di settore: la norma italiana sui limiti di rumorosit, ad
esempio (DPCM 14/11/97) non soddisfa pienamente ai requisiti della ISO 1996-3, n su fatti di
sostanza (il criterio differenziale non , infatti, un limite previsto dalla ISO) n su fatti tecnici, quale
ad esempio, la necessit che le leggi individuino i criteri di verifica del rispetto dei limiti, in
relazione all'incertezza delle misure ed alla variabilit del fenomeno esaminato.
Mancano norme specifiche sul disegno delle reti di monitoraggio, sulle modalit di misura di
sorgenti specifiche (ad esempio il rumore ferroviario), ed anche quella disponibile, sul rumore
aeroportuale, considerata largamente insufficiente, e da lungo tempo in elaborazione una
revisione che dovrebbe cambiarne radicalmente la struttura.
La volont di varare una direttiva europea sull'inquinamento acustico ha evidenziato l'esigenza di
approfondimenti non banali su molti punti relativi al controllo ambientale quali ad esempio la
definizione di indici di inquinamento acustico sintetici ed uniformi, la definizione della dipendenza
dei livelli sonori misurati dalla posizione dei punti di campionamento ecc. La risposta a tali
esigenze non al momento nemmeno oggetto di progetti di norme.
Per quanto riguarda la UNI 9433 va notato che risulta difforme per alcuni aspetti dagli ultimi
aggiornamenti della ISO 1996-2, e che la sua funzione completamente annullata dall'esistenza di
un decreto (DPCM 16/4/98) che disciplina con forza di legge la stessa materia, mentre la UNI 9884
costituisce ancora una guida parzialmente valida per attivit di caratterizzazione acustica. Qui
occorre per fare una riflessione: la generica caratterizzazione acustica del territorio, non di fatto
una attivit molto praticata e di una qualche utilit specifica. In realt le attivit di
"caratterizzazione " che vengono condotte sono sempre mirate ad obiettivi specifici, necessario
quindi che le linee guida a riguardo si riferiscano all'articolazione di tali possibili obiettivi per
essere un riferimento utile nella definizione di attivit di monitoraggio specifiche.
Si tratta in conclusione di un settore in grave carenza di linee guida, ma nel quale non c' da
attendersi un significativo sviluppo se non a seguito del progresso dell'attivit dei gruppi di lavoro
sulla direttiva europea su l'inquinamento acustico.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 36 di 39

3.5 Analisi critica delle norme riguardanti la previsione dei livelli sonori
Anche su questi aspetti le linee guida disponibili sono una base troppo esigua rispetto alle esigenze
del settore. In pratica una sola norma internazionale, la ISO 9613 con le sue due parti, sta con pieno
diritto sotto questo titolo della rassegna. Si tratta di un metodo empirico, non certo esaustivo di tutte
le esigenze di predizione e calcolo dei livelli sonori nell'ambiente.
La ISO/TR 11690-3 stata inclusa in questa parte della rassegna perch, bench chiaramente
formulata pensando alle esigenze di chi deve utilizzare modelli in ambienti di lavoro confinati resta
l'unica linea guida sull'utilizzo di modelli di calcolo dei livelli sonori e sui loro limiti. Ovviamente
largamente inadeguata a trattare in specifico le problematiche che si incontrano nell'uso dei modelli
per la propagazione del rumore nell'ambiente esterno, ma pu fornire una prima base per affrontare
alcuni problemi metodologici di base connessi con la simulazione della propagazione sonora.
Purtroppo, nonostante sia adottata dal CEN dal 1997 non stata ancora tradotta in norma UNI.
La ISO 9611 propriamente una norma sulla caratterizzazione delle sorgenti, stata inserita in
questa parte della rassegna in quanto il metodo non quantifica nessuna emissione sonora, ma
soltanto la sollecitazione a strutture che possono poi pi o meno irradiare tale energia sotto forma di
onde sonore. Questa pu essere quindi la base di un approccio modellistico al calcolo dei livelli
sonori emessi.
Molte sono ovviamente le carenze da evidenziare:
manca una descrizione di metodi pi analitici di calcolo della propagazione,
sono carenti linee metodologiche per la determinazione dei parametri che sono necessari per
l'applicazione della 9613-2
Manca una linea guida di carattere generale sulle metodologie e l'uso di modelli di simulazione
per l'ambiente esterno,
sarebbe anche necessaria una norma specifica di qualificazione di tali prodotti in termini di
accuratezza, metodologie di restituzione dei risultati, correttezza delle procedure di immissione
dei dati.
Infine, pensando alle richieste della normativa italiana, sarebbero necessarie linee guida
metodologiche sulla realizzazione di valutazioni previsionali di clima e impatto acustico
3.6 Analisi critica delle norme riguardanti la strumentazione di misura
L'insieme di norme sulla strumentazione ormai consolidato e copre tutta la strumentazione
normalmente utilizzata nel settore dell'acustica ambientale. C' un completo allineamento tra
normativa internazionale europea ed italiana. E' da tempo in fase di elaborazione in sede CEN IEC
la nuova norma sui fonometri che dovr sostituire le due attualmente vigenti CEI EN 60651 e 60804
per aggiornarle al progresso tecnologico.
Sono state incluse nella rassegna anche le CEI EN 61094 che trattano dei requisiti dei microfoni
campione di laboratorio, del tutto estranee alle questioni di acustica ambientale, perch sono
(erroneamente) citate come requisito dei microfoni di misura, nel DM 16/3/98 su "Tecniche di
rilevamento e di misurazione dell'inquinamento acustico". In effetti non c' nessuna necessit, in
questo caso, di riferirsi a norme sulle caratteristiche dei microfoni perch le norme tecniche sui
fonometri qualificano le prestazioni dello strumento includendo anche il microfono nell'esame della
catena di misura. Le norme citate, invece, si riferiscono ai microfoni che hanno la funzione di
campione di pressione sonora, definendone le specifiche ed i metodi per consentire il confronto
degli standard tra i diversi laboratori metrologici.
L'unica carenza, pi volte avvertita dagli operatori, riguarda la registrazione e riproduzione del
suono a fini di misura del rumore: non esiste alcun metodo standard per garantire la precisione e la
riproducibilit delle misure che includono questo passaggio intermedio. Analoga problematica si

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 37 di 39

pone in tutti i casi in cui si inserisca una codifica ed una trasmissione delle informazioni sulla
pressione sonora tra il microfono e lo stadio di misurazione dei livelli sonori.

4. CONCLUSIONI
La maggior parte delle questioni relative alle tecniche di misura e monitoraggio del rumore, sono
affrontate nelle norme tecniche emanate dagli enti di unificazione che hanno l'Italia nel loro ambito
di pertinenza. Queste sono un riferimento molto preciso e solido per fondare le metodologie e la
definizione delle caratteristiche tecniche della strumentazione utilizzata.
E' evidente un notevole sviluppo della normativa associata con la certificazione dei prodotti
commerciali, cosi come di quella relativa alle tecniche analitiche connesse con la documentazione e
la prevenzione dei rischi da esposizione professionale a rumore. Tali standard possono essere in
buona parte utilizzati anche nel campo del controllo dell'inquinamento acustico.
Il complesso delle norme dedicate ai temi pi peculiari del monitoraggio amb ientale e del controllo
dell'inquinamento acustico assai meno sviluppato ed il confronto con la ricchezza e la specificit
di quelle sviluppate per problematiche affini rendono evidente le potenzialit ancora inespresse dal
lavoro di standardizzazione internazionale.
Un notevole impulso alla migliore definizione delle metodologie potr venire dalle attivit
preparatorie della direttiva europea sull'inquinamento acustico. In attesa di queste, e in relazione
alle domande provenienti in maniera specifica dalla normativa italiana (ad esempio valutazioni
preventive di clima acustico), necessario promuovere una attivit di standardizzazione in sede
nazionale.
E' evidente uno scollamento tra normativa legislativa e standardizzazione, in quanto ancora
modesto e talvolta contraddittorio o improprio, sia in sede nazionale che comunitaria, il ricorso
nelle leggi alla citazione dei metodi definiti dagli enti di unificazione.

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 38 di 39

5. INDICE ANALITICO DELLE NORME


(le voci in grassetto indicano il titolo con cui la norma descritta, le altre indicano norme
richiamate nel sommario o nelle concordanze)
Norme CEI
CEI ..................................................................................... 30
CEI 29-1 ..............................................................................30
CEI 29-20............................................................................31
CEI 29-4 ............................................................................ 32
CEI 29-6 ..............................................................................30
Norme CEI EN
CEI EN 60651.................................................................. 30
CEI EN 60804.................................................................. 30
CEI EN 60942.................................................................. 30
CEI EN 61094-2 .............................................................. 31
CEI EN 61094-3 .............................................................. 31
CEI EN 61094-4 .............................................................. 31
CEI EN 61260.................................................................. 31
Norme EN
EN 1793-1...........................................................................23
EN 1793-2...........................................................................23
EN 1793-3...........................................................................23
EN 20140-...........................................................................21
EN 20140-10 ......................................................................21
EN 20140-2 ........................................................................19
EN 20140-9 ........................................................................21
EN 21680-1 ........................................................................14
EN 21680-2 ........................................................................15
EN 23741 ..............................................................................6
EN 23742 ..............................................................................7
EN 25136 ............................................................................15
EN 27182 ............................................................................16
EN 27917 ............................................................................16
EN 60651 ............................................................................30
EN 60804 ............................................................................30
EN 60942 ............................................................................30
EN 61094-1 ........................................................................31
EN 61094-2 ........................................................................31
EN 61094-3 ........................................................................31
EN 61094-4 ........................................................................31
EN 61260 ............................................................................31
Norme EN ISO
EN
EN
EN
EN
EN
EN
EN

ISO
ISO
ISO
ISO
ISO
ISO
ISO

11200 ....................................................................10
11201 ....................................................................11
11202 ....................................................................11
11203 ....................................................................11
11204 ....................................................................12
11546-1 ................................................................24
11546-2 ................................................................24

EN ISO 11689 ......................................................................9


EN ISO 11690-3 ................................................................29
EN ISO 11691 ....................................................................24
EN ISO 11820 ....................................................................24
EN ISO 11821 ....................................................................25
EN ISO 12001 ....................................................................10
EN ISO 140-1.....................................................................19
EN ISO 140-3.....................................................................19
EN ISO 140-4.....................................................................20
EN ISO 140-5.....................................................................20
EN ISO 140-6.....................................................................20
EN ISO 140-7.....................................................................20
EN ISO 140-8..............................................................20; 21
EN ISO 3743-1 ....................................................................7
EN ISO 3743-2 ....................................................................7
EN ISO 3744........................................................................8
EN ISO 3747........................................................................8
EN ISO 4871......................................................................10
EN ISO 717-1.....................................................................22
EN ISO 717-2.....................................................................22
EN ISO 9614-1 ....................................................................8
EN ISO 9614-2 ....................................................................9
Norme IEC
IEC 1094-1 .........................................................................31
IEC 1094-2 .........................................................................31
IEC 1094-3 .........................................................................31
IEC 1094-4 .........................................................................31
IEC 1260.............................................................................31
IEC 225 ...............................................................................32
IEC 60942 ...........................................................................30
IEC 651 ...............................................................................30
IEC 804 ...............................................................................30
Norme ISO
ISO 10494 ......................................................................... 18
ISO 10844 ......................................................................... 18
ISO 10847 ......................................................................... 25
ISO 11094 ...........................................................................14
ISO 11546-1 .......................................................................24
ISO 11546-2 .......................................................................24
ISO 11691 ...........................................................................24
ISO 11819-1...................................................................... 18
ISO 11820 ...........................................................................24
ISO 140-10 .........................................................................21
ISO 140-12 ........................................................................ 21
ISO 140-2............................................................................19
ISO 140-3............................................................................19
ISO 140-4 .......................................................................... 20
ISO 140-5 .......................................................................... 20

Rassegna delle linee guida e guide tecniche esistenti in relazione alle metodologie analitiche e di monitoraggio del
rumore AGF -T-RAP-99-29
Pag. 39 di 39
ISO 140-6 ....................................................................20; 22
ISO 140-7 ....................................................................20; 22
ISO 140-8.....................................................................21; 22
ISO 140-9............................................................................21
ISO 1680-1 .........................................................................15
ISO 1680-2 .........................................................................15
ISO 1996-1 ........................................................................ 26
ISO 1996-2 ........................................................................ 26
ISO 1996-3 ........................................................................ 26
ISO 2204.............................................................................14
ISO 3095............................................................................ 16
ISO 362.............................................................................. 16
ISO 3740...............................................................................6
ISO 3741...............................................................................6
ISO 3742...............................................................................7
ISO 3743-1 ...........................................................................7
ISO 3747...............................................................................8
ISO 3891............................................................................ 27
ISO 4871.............................................................................10
ISO 4872............................................................................ 16
ISO 5136.............................................................................15
ISO 6393............................................................................ 17
ISO 6395............................................................................ 17
ISO 6798............................................................................ 17
ISO 7182.............................................................................16
ISO 7188.............................................................................13
ISO 7216............................................................................ 17
ISO 7917.............................................................................16
ISO 8297............................................................................ 12
ISO 8528-10...................................................................... 18
ISO 9611............................................................................ 28
ISO 9613-1 ........................................................................ 28
ISO 9613-2 ........................................................................ 28
ISO 9614-2 ...........................................................................9
ISO 9902............................................................................ 18
ISO/TR 11690-3 .............................................................. 28
ISO/TR 140-13................................................................. 22
Norme UNI
UNI 10205......................................................................... 13
UNI 10855............................................................................9
UNI 8199 ........................................................................... 13
UNI 8270-1.........................................................................19
UNI 8270-3.........................................................................19
UNI 8270-7.........................................................................22
UNI 8270-8.........................................................................21
UNI 8270-9.........................................................................21
UNI 8959 .....................................................................13; 28
UNI 9432 ............................................................................26
UNI 9433 ........................................................................... 26
UNI 9435 ........................................................................... 25
UNI 9572 ........................................................................... 28
UNI 9884 ........................................................................... 26

UNI 9938 ........................................................................... 23


Norme UNI EN
UNI EN 1793-1 ................................................................ 22
UNI EN 1793-2 ................................................................ 23
UNI EN 1793-3 ................................................................ 23
UNI EN 20140-10............................................................ 21
UNI EN 20140-2.............................................................. 19
UNI EN 20140-9.............................................................. 21
UNI EN 21680-1.............................................................. 14
UNI EN 21680-2.............................................................. 15
UNI EN 22922.................................................................. 15
UNI EN 23741................................................................ 6; 7
UNI EN 23742.....................................................................6
UNI EN 25136.................................................................. 15
UNI EN 27182.................................................................. 15
UNI EN 27574...................................................................10
UNI EN 27917.................................................................. 16
Norme UNI EN ISO
UNI EN ISO 11200......................................................... 10
UNI EN ISO 11201......................................................... 11
UNI EN ISO 11202......................................................... 11
UNI EN ISO 11203......................................................... 11
UNI EN ISO 11204......................................................... 11
UNI EN ISO 11546-1 ..................................................... 24
UNI EN ISO 11546-2 ..................................................... 24
UNI EN ISO 11689............................................................9
UNI EN ISO 11691......................................................... 24
UNI EN ISO 11820......................................................... 24
UNI EN ISO 11821......................................................... 25
UNI EN ISO 12001............................................................9
UNI EN ISO 140-1.......................................................... 19
UNI EN ISO 140-3.......................................................... 19
UNI EN ISO 140-8.......................................................... 20
UNI EN ISO 3743-1 ..........................................................7
UNI EN ISO 3743-2 ..........................................................7
UNI EN ISO 3744..............................................................7
UNI EN ISO 3745..............................................................8
UNI EN ISO 3746..............................................................8
UNI EN ISO 4871 ........................................................... 10
UNI EN ISO 717-1.......................................................... 22
UNI EN ISO 717-2.......................................................... 22
UNI EN ISO 9614-1 ..........................................................8
UNI EN ISO 9614-2 ..........................................................9
UNI ENV 12102 .............................................................. 14
Norme UNI ISO
UNI ISO 11094................................................................ 14
UNI ISO 7188 .................................................................. 13