Sei sulla pagina 1di 3

SISTEMI OPERATIVI

II sistema operativo un software che serve per gestire l, hardware. Gli


utenti che utilizzano il software non devono indugiare su come costruito
l'hardware infatti il compito del software di nascondere la costruzione
dell'hardware.
Processo e programma
Un processo un programma in esecuzione sul calcolatore.
Un programma un oggetto statico (una sequenza di istruzioni).
Un processo invece dinamico, cio dotato di uno stato interno che cambia
nel tempo.
Lo stesso programma pu essere associato a pi processi distinti.
Il sistema operativo diviso in :
1. GESTORE DEI PROCESSI
Un sistema operativo per poter gestire
contemporaneamente pi programmi, ognuno dei quali pu essere
eseguito, bloccato e ripreso al punto in cui era stato sospeso
precedentemente, deve disporre di una struttura che possegga istante
per istante lo stato di ogni programma in esecuzione. Tale struttura
astratta il gestore dei processi . IL GESTORE dei processi si occupa di
coordinare l'utilizzo della cpu da parte dei programmi in esecuzione
chiamati anche processi.
Cosa in specifico un processo? l'insieme di istruzioni e variabili.
Il gestore dei processi gestisce l'utilizzo delle risorse (CPU) da parte
degli utenti del sistema. Il gestore inoltre reagisce correttamente agli
interventi (interruzioni) esterne.
Meccanismo di round Robin il tempo che ogni processo ha a sua
disposizione per poter utilizzare la CPU. Se il tempo non sufficiente
per completare il suo compito allora si rimette in coda.
I processi possono essere in tre stati:
Stato di esecuzione:ce n' uno solo per CPU
Stato di pronto (array) :sono i processi in coda ossia che aspettano
la CPU
Stato di attesa: processi in attesa di ricevere un dato esterno
Si parla di eventi sincroni quando certo che il processo smetter di usare la
CPU quando subentrer un altro processo facendo scaturire una interruzione.
Le interruzioni possono essere esterne al processo quando un processo ha
priorit di usare la CPU prima che perda il dato.
La gestione dei processi serve a migliorare il sistema sebbene faccia pi
passaggi. Ricordarsi che tutti i dati vengono salvati nel registro dati in modo
che poi vengo ripresa dal punto in cui erano stati lasciati al momento
dell'interruzione. I sistemi operativi che permettono di eseguire
contemporaneamente pi programmi sono detti multitasking
2. GESTORE DELLA MEMORIA CENTRALE :la memoria centrale viene
divisa dal gestore dei processi in maniera complessa in quanto il

gestore permette ai soli processi in esecuzione di rimanere nella


memoria centrale. I processi in attesa e in pronto devono rimanere
nella memoria di massa. Si parla dunque di memoria virtuale inquanto
fa parte della memoria di massa( dell'hardisk) creata apposta (infatti si
parla di memoria virtuale) allo scopo di far parte della memoria
centrale.
Con l'avvento della memoria virtuale sono state ideate altre due tecniche che
permettono di sfruttare al meglio questa tecnica: la paginazione e la
segmentazione.
Secondo la tecnica della paginazione, la memoria centrale, compresa anche
quella virtuale, viene divisa in blocchi di uguale dimensioni, solitamente
abbastanza piccole, mentre i processi in arrivo vengono divisi in pagine della
stessa dimensione dei blocchi. In questo modo, il processo viene allocato in
diversi blocchi che, per la prima volta, possono essere anche non contigui.
Durante la compilazione pu succedere che un programma venga frazionato
in parti che svolgono differenti funzioni, questa divisione logica di un
programma consente al gestore di memoria di caricare i segmenti che
compongono il programma in maniera indipendente.questo partizionamento
del programma si chiama segmentazione.
La gestione della memoria di massa deve fare fronte al problema della
rilocazione.
Rilocazione = Trasformare gli indirizzi logici ( presenti nei programmi) in
indirizzi fisici, corrispondenti alle locazioni di memoria dove i programmi sono
stati caricati .Essa pu essere statica (ovvero gli indirizzi relativi del
programma vengono tradotti una volta per tutte in indirizzi fisici quando il
programma viene messo in esecuzione per intero) oppure dinamica (ovvero
gli indirizzi relativi del programma vengono tradotti dinamicamente a seconda
della partizione di memoria che viene caricata .La rilocazione dinamica che
carica in memoria il codice in formato rilocabile, richiede l'utilizzo del registro
di base nel quale viene scritto il valore dell'indirizzo della prima cella di
memoria a partire dalla quale il programma stato caricato per
l'esecuzione..ci vuole dire che ogni volta che si far un accesso durante
l'esecuzione del programa, l'indirizzo effettivamente utilizzato sar ottenuto
sommando il contenuto del indirizzo di base all'indirizzo rilocabile.
GESTORE DELLA MEMORIA DI MASSA"FILE SYSTEM" le memorie di massa pi
diffuse sono le chiavette USB e il CD. Il compito del sistema operativo di
visualizzare gli elementi provenienti da diverse memorie allo stesso modo
consentendo di mettere in esecuzione i file protetti.
Ogni memoria contraddistinta da una etichetta e sono organizzati a
modo albero[esempio :directory(cartelle) ~>file(contenuto dei dati)]
Il pathname
il percorso per raggiungere un elemento, di
conseguenza non possono esserci due pathname uguali
necessario distinguere tra la struttura logica e quella fisica delle
informazioni memorizzate: la struttura fisica il modo in cui le

informazioni sono scritte fisicamente sulla memoria di massa in modo


tale che il sistema possa ritrovarle per poterle leggere e/o modificare;
la struttura logica il modo in cui lorganizzazione delle informazioni
presentata allutente.
3. GESTORE DELLE PERIFERICHE. Il gestore delle periferiche fa in modo di
avviare le periferiche senza che il processo sappia troppo su di essa. A
prescindere dal tipo di periferica, il gestore mette a disposizione
strumenti per ricevere o inviare dati. Il gestore delle periferiche adatta
la modalit d'uso delle singole periferiche ( che possono essere
estremamente diverse ) a quello di poche tipologie di periferiche
virtuali. Ad esempio, un programma pu usare una stampante senza
conoscere i dettagli precisi di funzionamento della stampante
fisicamente disponibile, in realt ad usare la stampante non il
programma, come potrebbe sembrare, ma il sistema operativo
attraverso il gestore delle periferiche. Il gestore delle periferiche per
poter usare le periferiche ha dei file chiamati driver che gli "insegnano"
come usare le diverse periferiche. Un driver un adattatore
( converte ) di dati dal formato virtuale ( generico, qualsiasi tipo ) usato
dai programmi applicativi a quello reale, cio della periferica
effettivamente in uso.In Windows i driver per ricevere o inviare dati
sono di due tipi
Driver Logico:il programma consente al processo di utilizzare la
periferica.
Driver fisico: programma serve a gestire una specifica periferica
ogni periferica ha entrambi i driver in quanto i dispositivi di input e output
funzionano allo stesso modo.
INTERPRETE DEI COMANDI si occupa dell'interazione tra l'utente e il
calcolatore. Linterprete dei comandi rappresenta lo strato superiore
del sistema operativo,responsabile di ricevere ed interpretare i
comandi formulati dallutente; queste istruzionirichiamano funzioni del
sistema operativo o mandano in esecuzione programmi dellutenteo di
sistema. In definitiva linterprete dei comandi si occupa di ricavare, dai
comandiforniti dallutente, le effettive richieste da inviare ai moduli
sottostanti.

MEMORIA DI MASSA / memoria secondaria


Le memorie di massa possono essere di tre tipi
I. Nastri magnetici
II. Dischi
III. Memorie flash
le memorie di massa servono principalmente per conservare dati permanentemente.