Sei sulla pagina 1di 8

Quote prefabbricato

Premessa
Con il presente manuale si intende dare delle indicazioni soprattutto a chi non ha mai
montato un forno per pizza prima d'ora. Ci nonostante, specie le indicazioni sulla prima
accensione dovranno essere visionate da tutti al fine di non danneggiare il forno. Potrete
comunicarci note ed osservazioni all'indirizzo e-mail info@ferropietro.it.
Elenco delle parti
Il forno costituito dalle seguenti parti:
Nr. 1

settore cupola con apertura bocca sinistro

Nr. 1

settore cupola con apertura bocca destro

Nr. 6

spicchi per la restante parte della cupola

Nr. 1

disco per la chiusura superiore della cupola

Nr. 1

settore bocca forno, finto mattone con apertura fumi


sinistro

Nr. 1

settore bocca forno, finto mattone con apertura fumi


destro

Nr. 5

piastre refrattarie spessore 40mm per la suola del


forno

Dimensionamento soletta di appoggio forno


Un buon lavoro parte dal corretto dimensionamento della base sulla quale appoggiare il
forno. Per fare questo, necessario tenere conto delle quote del prefabbricato e
considerare che sarebbe bene garantire uno spessore di materiale isolante fuori dal
prefabbricato di almeno 70mm. Si dovr poi considerare lo spessore della parete di
contenimento. Ad esempio consideriamo di volere realizzare un isolante spesso 70mm, un
muro di contenimento da 120mm. Essendo il forno largo 1240mm, sommando gli spessori
dell'isolante a destra e sinistra, e le due pareti di contenimento otteniamo una larghezza
del piano di 1620mm. Considerando la lunghezza complessiva del prefabbricato di 1420,
e che abbiamo un solo strato di isolante e una sola parete nella zona posteriore, otteniamo
una profondit di 1610mm.
Mettiamo di mettere un centimetro in pi di isolante sul lato posteriore del forno, otteniamo
che le dimensioni minime del basamento sono di 1620mm x 1620mm. L'isolante pu
essere anche superiore se non si hanno problemi di spazio, ed inoltre se lo si desidera,
davanti alla bocca del forno si pu prevedere una mensola.
L'altezza della soletta in cemento sopra la quale dovrete posizionare lo strato isolante e il
prefabbricato dovr essere circa 1100 mm: in tal modo il piano del forno sar esattamente
1200mm, un'altezza che dovrebbe andare bene un po' per tutti.

Sequenza montaggio prefabbricato


Prima di iniziare a montare il forno dovrete avere a disposizione:
1. Mattoni o altro materiale isolante da interporre tra soletta di appoggio e suola
refrattaria del forno (mattoni con densit 0,5 o argilla espansa con cemento fuso).
2. Cemento plastico o terra refrattaria per sigillare i blocchi dopo il loro
posizionamento.
3. Materiale isolante da porre sopra la cupola (vermiculite o argilla espansa con
cemento fuso)
Se disponente di mattoni refrattari isolanti, con peso
specifico 0,5 o similare, potete riempire con questi tutta la
superficie utile sopra la quale avete deciso di montare il
forno. I mattoni vanno messi a secco. Effettuata la posa,
se necessario livellare il piano. Lo strato di mattoni dovr
essere di circa 60mm. Se non disponete di mattoni, questi
possono essere sostituiti con argilla espansa miscelata
con poco cemento e acqua ( preferibile usare cemento
fuso). Livellare perfettamente l'impasto ottenuto: in questo
caso necessario attendere 24 ore prima di montare il
prefabbricato, mentre se avrete usato i mattoni potrete
proseguire immediatamente
Sopra il piano precedentemente realizzato, disporre le 5
piastre

di

suola:

saranno

utili

per

posizionare

correttamente gli altri blocchi. Si tenga presente che nella


zona circolare, tra suola e pareti deve restare circa un
centimetro di spazio, che successivamente riempirete con
della sabbia.
Importante!!!!
Le piastre hanno una superficie liscia e una pi rugosa:
ricordatevi di lasciare la parte liscia verso l'alto in modo da
mantenere il piano pulito con pi facilit.

Posizionare i 2 blocchi della cupola con l'apertura del


forno: una volta posizionati si terranno in piedi da s.

Procedere quindi posizionando gli altri 6 settori che


compongono la cupola.

Terminata questa operazione, aiutando con una mazzetta


di gomma, cercare di fare combaciare i blocchi nel
migliore modo possibile, evitando che rimangano fessure
tra i vari blocchi.

Quando i blocchi coincidono tra loro perfettamente,


inserire il disco di chiusura della cupola.

Infine posizionare davanti alla bocca, i 2 settori rossicci


con il rilevo dei mattoni e che costituiscono il voltino del
forno.

Infine sigillare tutte le fughe con un po' di cemento


plastico o terra refrattaria.

Ora potrete impastare della vermiculite con del cemento


fuso da porre sopra la cupola. In mancanza della
vermiculite, potrete usare dell'argilla espansa, impastata
con poco cemento. Nella zona bassa (i primi 10 cm),
dovrete mettere parecchio materiale in modo da bloccare
il blocchi del prefabbricato ed evitare che questi si
possano di nuovo muovere.

L'ideale riempire la zona

tra prefabbricato e parete di contenimento pressare con


l'ausilio di un pestello. Una volta che avrete completato le
pareti di contenimento e raccordato la feritoia di uscita dei
fumi con la canna fumaria, potrete mettere sopra il forno
altra argilla espansa a secco.

Canna fumaria
Per la canna fumaria, in linea di massima si dovr considerare per canne fumarie molto
alte (pi di 8 m) un diametro 200mm, mentre per le canne fumarie basse (meno di 8 m) un
diametro 250mm.
E' necessario provvedere alla verifica e pulizia delle canne fumarie semestralmente o
annualmente a seconda della frequenza d'uso del forno.

Prima accensione
Una volta che il forno stato montato, si attendono minimo 24 ore e poi si pu accendere
il fuoco. Le prime ore di accensione dovranno essere a fuoco molto lento. Evitare che le
fiamme vadano a contatto diretto del prefabbricato. Se non volete rischiare, prevedete 2-3
accensioni di un'ora in 2-3 giorni differenti. In questa fase, si corre il rischio di causare
l'esplosione dei blocchi del prefabbricato causata da sacche di vapore che potrebbero
esserci all'interno del refrattario. E' inoltre necessario fare evaporare l'acqua con la quale
avete impastato la vermiculite o l'argilla espansa di isolamento. In questa fase il forno
potrebbe risultare sporco di fuliggine nera, in quanto state lavorando a bassa temperatura:
questo segno che state facendo un buon lavoro.
Se rispettate questa sequenza, alla quarta accensione potete fare ci che volete, e
ovviamente usare il forno per fare delle buone pizze.
Conduzione tipica del forno
Per un uso discontinuo, occorrono almeno 3 ore per scaldare il forno. Molto dipende
anche dalla qualit della legna che avete a disposizione. Potete accendere il forno usando
carta e cartone o degli accendi fuoco che si trovano in commercio e legna piuttosto minuta
e secca; successivamente usare pezzi di legna pi grandi. Inizialmente si pu tenere il
fuoco in centro al forno in posizione piuttosto arretrata. Infine si posizioner il fuoco su di
un fianco. All'inizio la cupola del forno sar nera di fuliggine: a mano a mano che la
cupola si scalda si pulir, lasciando il colore chiaro del refrattario. Quando il forno sar
'bianco', ovvero pulito, il forno sar pronto per la cottura. Fino a quando non avrete
acquisito la necessaria esperienza preparate qualche pallina in pi di impasto, in modo da
eseguire un paio di prove e verificare il grado di cottura.
Il forno si pulisce con il fuoco stesso: voi dovrete solo togliere la cenere prima di ogni uso.
Attrezzatura per l'uso del forno
Per mantenere pulito il piano di cottura, gestire il fuoco, caricare e scaricare le pizze
dovrete procurarvi:
 Una paletta per la movimentazione della legna
 Un raschiatore per spostare la brace
 Una spazzola metallica per la pulizia del piano cottura
 Una pala per caricare le pizze
 Una pala per girare e scaricare le pizze cotte