Sei sulla pagina 1di 12

SALVARE VITE UMANE:

LA BARRIERA ANTITERRORISMO DI ISRAELE

O
S

C HI?

CHI?

stici compiuti da terroristi palestinesi.


Migliaia di israeliani sono rimasti feriti, molte delle vittime resteranno mutilate
per il resto della loro vita. I terroristi si sono infiltrati nelle citt e nei villaggi
israeliani e hanno compiuto gli attentati - compresi gli attacchi suicidi - sugli autobus, nei ristoranti, nei centri commerciali, e addirittura nelle case.
Nessuna altra nazione al mondo prima d'ora ha dovuto affrontare una simile ondata di terrorismo, in particolar modo sotto forma di attacchi suicidi.
Nella quasi totalit dei casi, i terroristi si sono infiltrati dalle aree palestinesi della
Cisgiordania. La leadership palestinese non sta facendo niente per fermare i terroristi, li sta addirittura incoraggiando.

D al settembre 2000, oltre 900 israeliani sono stati uccisi in attentati terrori-

C OSA?

COSA?
2

A causa dell'incessante terrorismo, Israele ha deciso di erigere una barriera

fisica. L'assenza di una simile barriera rende molto semplici le infiltrazioni


nelle comunit israeliane per i terroristi. Nessun terrorista si infiltrato in
Israele dalla Striscia di Gaza negli ultimi anni, perch l esiste gi una barriera
di sicurezza elettronica.
Il Governo d'Israele ha l'obbligo di difendere i propri cittadini dal terrorismo.
Questo diritto all'autodifesa stabilito dal diritto internazionale.

V
I
I
M
E
D
E
L
T
E
R

E' una barriera,


non un "muro".

R
O
R
I
S

Telecamere di sorveglianza
Filo spinato
Sabbia
Strada asfaltata
Fossato (1,8 - 2,4 metri)
Recinzione (3 metri)
Strada sterrata

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.

Nonostante le immagini dell'alto muro di cemento che


vengono mostrate dai mezzi
di informazione internazionali, oltre il 97% dei 720 km
di barriera difensiva progettata saranno formati da una
recinzione. Meno del 3%
della barriera sar formata
da cemento. I brevi tratti
formati da cemento servono
non solo per impedire le
infiltrazioni dei terroristi,
ma anche per impedire loro
di sparare sulle automobili
israeliane che viaggiano
sulle principali autostrade
che si trovano vicine alla
frontiera delineata prima
del giugno 1967.
La barriera di sicurezza ha
approssimativamente la larghezza di un'autostrada a
quattro corsie. Al centro si
trova una recinzione, collegata ad un sistema di rilevamento delle intrusioni.
Questo sistema tecnologicamente avanzato permette
di segnalare eventuali infiltrazioni.

La barriera di sicurezza
una misura di difesa
temporanea, non una
frontiera.

La barriera di sicurezza non annetter alcun territorio palestinese, non cambier


la condizione giuridica di alcun palestinese, non impedir ai palestinesi di continuare la propria vita quotidiana. Non stabilir un confine, questo verr infatti
determinato attraverso i negoziati fra israele e palestinesi.

O
M
S

C OSA?

COSA?

Poco pi del 3% della


barriera sar formato
da cemento

N onostante le immagini dellalto muro di cemento che vengono mostrate dai


mezzi di informazione internazionali, oltre il 97% dei 720 km di barriera difensiva
progettata sar costituito da una recinzione. Poco pi del 3% della barriera sar
formato da cemento. I brevi tratti formati da cemento servono, non solo per
impedire le infiltrazioni dei terroristi, ma anche per impedire loro di sparare sulle
automobili israeliane che viaggiano sulle principali autostrade che si trovano vicine alla frontiera delineata prima del giugno 1967. il caso, per esempio, dellautostrada 6 che passa tra Kfar Sava e Qalqilya e vicino a Tulkarem, dalle cui
case i cecchini palestinesi prendono di mira gli automobilisti israeliani.

V
T
I
M

QUANDO?

erano state provate tutte le altre possibilit, per impedire i sanguinosi attentati
terroristici, ma senza successo.
Nonostante i numerosi impegni presi, l'Autorit Palestinese non ha combattuto il
terrorismo. Gli impegni violati dall'Autorit Palestinese sono quelli degli Accordi
di Oslo e delle intese successive, cos come nella Roadmap, presentata alle parti
nel maggio 2003.
Se non ci fosse stato il terrorismo, Israele non sarebbe stato costretto a costruire
una barriera per proteggere i propri cittadini. I palestinesi devono smantellare le
organizzazioni terroristiche, confiscare le armi, arrestare i mandanti e gli esecutori degli attentati terroristici, fermare l'incitamento e ripristinare la cooperazione alla sicurezza con Israele; tutte queste azioni sono previste dalla Roadmap.
Queste misure sono indispensabili per riprendere il processo di pace.

L a decisione di costruire la barriera di sicurezza stata presa solo dopo che

QUANDO?

D
E
L
T
E
R
R
O
R
I
S
M

O
M
S

DOVE?

DOVE?

necessit di sicurezza e di considerazioni topografiche.


La barriera viene costruita in modo tale da poter, se necessario, spostare le sue
parti altrove.
A questo proposito, bisogna ricordare che quando Israele si ritir dal Libano meridionale, in adempimento della Risoluzione 425 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU,
l'ONU deline la frontiera fra Israele e Libano. Israele spost la propria barriera di
sicurezza, a volte solo di pochi metri, per adeguarsi alla nuova frontiera.
Israele ha reso l'utilizzo di terreni
pubblici una priorit nella costruzione della barriera di sicurezza, in
modo da evitare, per quanto possibile, l'uso di terreni privati.
Quando ci non possibile, i terreni privati vengono requisiti, non
confiscati, e rimangono dei legittimi proprietari. I procedimenti giudiziari consentono a ogni proprietario di sollevare un'obiezione all'uso
della propria terra. Quando vengono usati terreni privati, viene
offerto un risarcimento completo
al proprietario, come previsto dalla
legge; questo risarcimento viene
offerto sia in ununica somma che
mensilmente.

I l percorso della barriera stato determinato esclusivamente sulla base della

Nero - sezione di barriera


che stata gi costruita

V
I
T

COME?

I
M
E
D
E
L

sce una grande importanza agli interessi degli abitanti palestinesi. Israele riconosce la necessit di trovare un giusto equilibrio fra l'impellente bisogno di fermare
il terrorismo e difendere i propri cittadini e le esigenze dei palestinesi.
La maggior parte dei palestinesi rimarr sul lato orientale della barriera. Non verranno separati dai propri centri commerciali e urbani. Nessun palestinese si dovr
trasferire. Israele compir ogni sforzo possibile per evitare di causare problemi ed
interferenze con la loro vita quotidiana.
Sono stati istituiti decine di punti di attraversamento per permettere il libero
movimento di persone e di beni. La barriera di sicurezza stata collocata, per
quanto possibile, su terreni inutilizzati per evitare di danneggiare l'agricoltura. I
contadini palestinesi potranno raggiungere i propri campi attraverso speciali cancelli costruiti nella barriera. Gli alberi colpiti dalla costruzione verranno ripiantati.

O ltre agli sforzi per assicurare la sicurezza dei propri cittadini, Israele attribui-

COME?

T
E

Tenendo in considerazione
le esigenze dei palestinesi

R
R
O
R
I
S
M

O
M
S
I
R

PERCH?

R
E
T
L
E
D
E
M

Pace e salvare vite umane

L a barriera di sicurezza ha

un solo scopo: tenere i terroristi fuori e quindi salvare le


vite dei cittadini israeliani,
sia ebrei che arabi.
la barriera di sicurezza non
un ostacolo alla pace, come i
palestinesi vogliono far credere. In realt, la barriera
contro il terrorismo aiuter a
ristabilire la calma nella
regione e quindi aumenter
le probabilit di raggiungere
la pace. Non determiner
cambiamenti permanenti sul
territorio che possano influire sugli esiti dei negoziati.
I palestinesi cercano di incolpare Israele, la vittima del terrorismo che sta attuando una semplice misura difensiva. Inoltre, non tengono conto delle centinaia di
vittime uccise dal terrorismo palestinese proveniente dalla Cisgiordania. Non ci
sarebbe stato bisogno di costruire una barriera di sicurezza se non ci fosse stata
una campagna terroristica organizzata che uccide uomini, donne e bambini israeliani. La morte definitiva. E' irreversibile. I disagi per i palestinesi provocati dalla
barriera difensiva sono temporanei e reversibili, quando il terrorismo verr fermato e si raggiunger la pace.

PERCH?

Salvare vite umane la cosa pi importante!


8

V
I
T
T
I

L intensificarsi delle ostilit e dellodio nei confronti di Israele nei territori palestinesi, ma anche nel mondo arabo in generale, dovuto alla continuazione della
politica di incitamento condotta dallANP, e non alla barriera antiterrorismo, progettata proprio per prevenire gli attacchi terroristici, che sono conseguenza mortale di questa campagna di odio.

M
E
D

La veemente retorica anti-israeliana dei palestinesi ha avuto un impatto che ha


colpito tutti gli sforzi di pace nella regione. Questa campagna pervade ogni campo
della societ palestinese: il sistema di istruzione, i media, anche quelli ufficiali,
la letteratura, canzoni, teatro e cinema sono pregni di indottrinamento anti-israeliano che spesso sconfina in vero e proprio antisemitismo.

E
L

Lincitamento allodio e alla violenza pervade le aule scolastiche dei bambini e


persino gli asili infantili, movimenti giovanili, scuole, universit, sermoni di
moschee, dimostrazioni pubbliche. Tutto ci crea una cultura dellodio e della violenza, che offre un terreno fertile al terrorismo.

T
E
R
R
O
R
I
S

Ristampa egiziana del 1994 dei


Protocolli dei saggi di Sion

Bambini brandiscono fucili a una cerimonia in


una scuola materna

O
M
S
I
R

PERCH?

stinesi portati a termine nel 2003 rispetto al 2002. Similmente, si registrato un


calo del 50% nel numero di vittime assassinate da terroristi nel 2003, rispetto
allanno precedente.

R
T

Una volta completata la costruzione della barriera antiterrorismo, il numero complessivo di attacchi terroristici contro centri abitati e civili israeliani si abbasser
drasticamente.

T
I
V

D ati statistici indicano un calo del 30% nel numero di attacchi terroristici pale-

Invece nellarea dove la costruzione della barriera antiterrorismo non ancora iniziata, cio la parte meridionale (Giudea) dei territori palestinesi, non si registrato nessun calo nel numero di attacchi terroristici.

PERCH?

10

V
I
T
T
I

T ra gli anni 1949 e 1967, il Regno di Giordania aveva il controllo degli altipiani di Giudea e Samaria.
Lestenzione di Israele nella regione costiera detta dello Sharon era estremamente ridotta, e si stringeva e
ancora oggi si stringe a soli 15 km (10 miglia) nellarea di Tulkarm e Netanya. La cosiddetta linea verde
una linea di demarcazione, la linea del cessate il fuoco, e no mai stata, n mai riconosciuta come tale
neanche dallONU, un vero confine politico definitivo.

M
E
D

Vi sono citt in territorio israeliano, che a causa della loro


prossimit alla linea verde, sono esposte al fuoco e ai razzi
lanciati dai terroristi palestinesi. Tel Aviv dista dalla linea
verde solo 18 km, Netanya solo 15 km, e laeroporto Ben
Gurion appena 6-8 km da centri abitati palestinesi, dai
quali pi di una volta sono stati sparati colpi di arma da
fuoco sugli aerei in fase di decollo o di atterraggio.

E
L
T
E
R
R
O
R
I
S
M

11

Non ci sarebbe stato bisogno di costruire una barriera di sicurezza se non


ci fosse stato il terrorismo diretto contro i civili israeliani

La barriera non un confine. Il confine verr determinato attraverso i


negoziati.

I palestinesi non verranno separati dai loro campi e dai loro centri commerciali e urbani.

I terroristi uccidono. La morte definitiva.

I disagi provocati dalla barriera sono temporanei.

Il diritto di vivere liberi dal terrorismo deve avere la precedenza.

La barriera, una legittima misura di sicurezza temporanea, aiuter a


porre fine al terrorismo e a ristabilire la calma - passi necessari per riprendere il processo di pace.

In soli sei mesi con la barriera si pi che dimezzato il numero di attentati

Ambasciata dIsraele

http://roma.mfa.gov.il

info-coor@roma.mfa.gov.il

Si ringrazia ADI - Amici di Israele (www.amicidisraele.org) - per la traduzione