Sei sulla pagina 1di 52

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore.

L'origine
riferimento non stata trovata.

Esercizi proposti

A.1 Si determini la resistenza


d'ingresso del bipolo di figura A.1.

Risposta RAB = 5.

Figura A.1

A.2 Si determini la resistenza


d'ingresso del bipolo di figura A.2.

Risposta RAB = 5 .

Figura A.2

A.3 Si determini la resistenza


d'ingresso del bipolo di figura A.3.

Risposta RAB = 5.5.


Figura A.3

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

A.4 Si determini la resistenza


d'ingresso del bipolo di figura
A.4.

Risposta RAB = 5.5.

Figura A.4

A.5
Si
determini
la
resistenza d'ingresso del
bipolo di figura A.5.

Risposta RAB = 3.

Figura A.5

A.6 Si determini la resistenza


d'ingresso del bipolo di figura
A.6.

Risposta RAB = 10.

Figura A.6

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

A.7
Si
determini
la
resistenza d'ingresso del
bipolo di figura A.7,
resistenze espresse in
Ohm.

Risposta RAB = 6.
Figura A.7

A.8 Si ricostruisca la disposizione


circuitale dei resistori della rete
interna al black-box di figura,
sapendo che costituita da 3
elementi da un Ohm ciascuno e
che utilizzando un strumento per la
misura delle resistenze si ha:
RAB = 2 , RBC = 2 , RAC = 2 .

Figura A.8

Risposta: R1tondo collegato a A, R2tondo collegato a B, R3tondo collegato


a C, R1quadrato , R2quadrato , R3quadrato collegati insieme.

A.9 Si ricostruisca la disposizione


circuitale dei resistori della rete
interna al black-box di figura,
sapendo che costituita da 4
elementi da 3 ciascuno e che
utilizzando un strumento per la
misura delle resistenze si ha:
RAB = 2 , RBC = 5 , RAC = 5 .

Figura A.9

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: R1tondo collegato a B e a R3quadrato, R3tondo collegato a


R4quadrato e a R2quadrato, R4tondo collegato a C, R2tondo collegato ad A e
a, R1quadrato.

Esercizi proposti

C.1 Individuare le correnti


incognite nella rete di figura
C.1.
IG =5A, I1= 1A, I3=3A, I6 =2A.

Risposta: I2 = 5 A, I4 = 1A,
I5=-4A, I7 = 2A.

Figura C.1

C.2 Individuare le tensioni incognite nella rete resistiva di figura C.2

Figura C.2

Risposta: V2= 50V, V3 = -100V, V5 = 75 V.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

C.3 Individuare le tensioni incognite nella rete resistiva di figura C.3.

Figura C.3

Risposta: V2= 45V, V3 = 0V, V5 = 60 V, V6 = -10V, V8 = 20V.


C.4 Risolvere la rete di figura C.4.

Figura C.4

Risposta: V1=20V, V2=50V, V3=20V, I1=2A, I2=2,5A , I3=2A, IE1= 2A,


IE2=0.5A.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

C.5 Risolvere la rete di figura C.5.

Figura C.5

Risposta: V1=10V, V2=20V, V3=30V, I1=2A, I2=1A , I3=3A, IE1= 3A,


IE2=-2A.

C.6 Risolvere la rete ed eseguire il bilancio di potenza.

Figura C.6

Risposta: Pgenerata = Passorbita =17 kW.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

C.7 Identificare il componente circuitale incognito nella rete di figura


C.7. I1= 3A, I2= -1A, I4 =1A, E1=40V, V2= -10V, V3= -20V.

Figura C.7

Risposta: Vx=10V, Ix= -3A, quindi un generatore.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Esercizi proposti
D.1 Per mezzo del principio di
sovrapposizione
degli
effetti
determinare la corrente IR1.
E1=10V, E2=40V, R1 = 10 , R2 = 10,
R3 = 10 , R4= 10 .
Risposta: IR1= 3 A.

Figura D.1

D.2 Per mezzo del metodo di


sovrapposizione degli effetti
determinare la corrente che
circola su R1.
Consiglio: si utilizzi la regola
del partitore di corrente.
IG1 =2A, IG2 =6A, IG3 =20A,
R1 = 5 , R2 = 5 , R3 = 5 .
R4= 10 , R5=10 .

Figura D.2

Risposta: I1 =6 A,
D.3 Determinare il bipolo equivalente di
Thevenin alla porta AB.

R1
R2
R3

E1=10V, R1 = 10 , R2 = 5, R3 = 10 ,
R4= 5 .
Risposta: RAB =12.5 , VAB=5 V.

B
R4
Figura D.3

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

D.4
Determinare
il
bipolo
equivalente di Thevenin alla porta
AB.
E1=10V, R1 = 5 , R2 = 5,
R3 = 10 , R4= 1000 .
Risposta: RAB =10 , VAB=10 V.

Figura D.4

D.5
Determinare
il
bipolo
equivalente di Thevenin alla porta
AB.
R1 = 10 , R2 = 20, R3 = 20 ,
R4= 30 , R5= 10 , R6= 15 ,
R7= 15 , R8= 15 .
E1=90V
Figura D.5

Risposta: RAB =15 , VAB=30 V.


D.6 Determinare la resistenza
equivalente di Thevenin alla
porta AB.
R1 = 10 , R2 = 30, R3 = 60 ,
R4 = 60 , R5 = 60 , R6 = 60 ,
R7 = 60 , R8 = 30 .
Risposta: RAB =50 .

R1
R2

R5
R3
IR1

R4
R7
R8

Figura D.6

R6

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

D.7 Per mezzo del metodo delle


correnti
di
anello
(destrogire),
risolvere la rete di figura D.7 e
determinare la potenza erogata dai
generatori.
R1 = 10 , R2 = 20, R3 = 30 ,
R4= 40 , R5= 50 E1=80V, E2=60V,
E3=80V.
Risposta: J1=1 A, J2=2 A, PE1=80 W,
PE2=60 W, PE3=160 W.

Figura D.7

R1
D.8 Per mezzo del metodo delle
correnti di anello, risolvere la rete di
figura D.8.

R2
E1

R4

E1=10V, E2=40V, R1 = 10 , R2 =
10, R3 = 10 , R4= 10 .

E2

R3
Figura D.8

Risposta: J1=2 A, J2=3 A, J3=7 A,


I1 = -2 A, I2=1A, I3=3 A, I4=-4 A, IE1 = 2 A, IE2= 7A.
D.9 Per mezzo del metodo delle
correnti di anello, determinare le
tensioni VR1, VR2, VR3, VR4 nella rete
di figura D.9.
R1 = 5 , R2 = 10, R3 = 20 ,
R4= 10 , R5= 5 , R6= 10 ,
R7= 25 .
E1=20V, E2=15V, E3=60V, E4=65V.

E1

R1

R2

R4

E4

R3
E2

E3

Risposta: VR1=15 V, VR2=30 V,


R5
Figura D.9

R6
R7

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

VR3=20 V, VR4=-30 V.

R2

D.10 Per mezzo del metodo delle


correnti di anello, determinare le
correnti IR1, IR5, IR6, IR8.
R1 = 10 , R2 = 20, R3 = 30 ,
R4= 40 , R5= 50 , R6= 60 ,
R7= 70 , R8= 80 ,
E1=780V, E2=340V, E3=880V.

R3
R5
E2

R6
Risposta: IR1=6 A, IR5=2 A, IR6=1 A,
IR8=3 A.

R1
R4

R7
R8
Figura D.10

D.11 Per mezzo del metodo delle


correnti di anello, determinare le
determinare le tensioni VR1, VR2,
VR4 nella rete di figura D.11.
Determinare le potenze erogate.
R1 = 15 , R2 = 10, R3 = 20 ,
R4= 10 , R5= 5 ,
E1=1V, E2=6V, IG =3 A.
Risposta: VR1=15 V, VR2=20 V,
VR4=30 V.

E1

Figura D.11

PE1=1 W, PE2=12 W, PIG=357 W.


D.12 Per mezzo del metodo delle
correnti di anello, determinare le
correnti IR1 e IR4 nella rete di
figura D.12.

Figura D.12

E3

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

R1 = 5 , R2 = 10, R3 = 15 , R4= 20 , R5= 25 ,


R6= 30 , E1=70V, E2=55V, IG =1 A.
Risposta: IR1=3 A, IR4=2 A.
D.13 Per mezzo del metodo delle
correnti di anello, determinare le
correnti IR1, IR5, IR6, IR7 nella rete di
figura D.13
R1 = 10 , R2 = 15, R3 = 20 ,
R4= 15 , R5= 10 , R6= 5 ,
R7= 10 , R8= 15 .
E1=50V, E2=10V, IG =6 A.
Risposta: IR1= 4A, IR5=-2A, IR6=4A,
IR7=6A.

Figura D.13

R2
D.14 Per mezzo del metodo delle
correnti di anello, determinare le
correnti nelle quattro resistenze di
figura D.14.

IR2

R1
R3

E=60V, =25 , R1 = 30 , R2 = 15,


R3 = 10 , R4= 20 .
Risposta: IR1 = 2 A, IR2=2A, IR3=3 A,
IR4=1 A.

R4

Figura D.14

D.15 Per mezzo del metodo


delle
correnti
di
anello,
determinare le correnti IR3, IR4,
IR6, IR9 nella rete di figura D.15.
R1 =10 , R2 =20, R3 = 30 ,
R4= 40 , R5= 50 , R6= 60 ,
R7= 70 , R8= 80 , R9= 90 ,

Figura D.15

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

E1=20V, E2=150V, IG = 4 A, =30 .


Risposta: IR3=1 A, IR4=2 A IR6=3 A,
IR9= -4 A.

R3

D.16 Per mezzo del metodo dei


potenziali di nodo, determinare le
tensioni VR1, VR2, VR3, nella rete di
figura D.16.

I1

R1

I2
R2

R1 =10 , R2 =20, R3 = 5 ,
I1 = 5 A, I2 = 1 A.
Figura D.16

Risposta: VR1=30 V, VR2=20 V,


VR3=10 V.
D.17 Per mezzo del metodo del
metodo dei potenziali di nodo,
determinare le tensioni VR1, e
VR4, nella rete di figura D.17.
Suggerimento: inglobare R2 in
IG1.
IG1 =2A, IG2 =6A, IG3 =20A,
R1 = 5 , R2 = 5 , R3 = 5 .
R4= 10 , R5=10 .

Figura D.17

Risposta: VR1 = 30V , VR4 = 80 V.

R3
D.18 Per mezzo del metodo
dei potenziali di nodo,
determinare le tensioni VR1,
VR2, VR3, nella rete di figura
D.18.

I1
I2
R1
R5

R4
R2

R1=5 , R2 =10, R3 = 5 ,
R4=10 , R5=5 , R6=10 ,

R6
Figura D.18

I3

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

I1 = 13 A, I2 = -3 A, I3 = 1 A.
Risposta: VR1=50 V, VR2=40 V,VR3=-10 V.
D.19 Eseguite le semplificazioni
necessarie per risolvere la rete con il
metodo dei potenziali di nodo,
ricavare la potenza erogata del
generatore di corrente.
R1 = 15 , R2 = 10, R3 = 20 ,
R4= 10 , R5= 5 ,
E1=1V, E2=6V, IG =3 A.
Risposta: PIG=357 W.

Figura D.19

D.20 Per mezzo del metodo


dei
potenziali
di
nodo,
determinare
la
corrente
erogata dal generatore E nella
rete di figura D.20.
R1 = 5 , R2 = 15, R3 = 20 ,
R4= 5 , R5= 10 , I1 = 4 A,
I2 = 3 A, I3 = 14 A, E=40V.
Risposta: IE =2 A.
Figura D.20

D.21 Per mezzo del metodo dei


potenziali di nodo, determinare la
corrente erogata dal generatore E nella
rete di figura D.21.
R1 = 10 , R2 = 15 , R3 = 5 ,
R4= 10 , R5= 5 IG = 6A,
E=110V, =0.6 S.

Figura D.21

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: IE =12 A.

D.22
Determinare il bipolo
equivalente di Norton alla porta
AB.
R1 = 10 , R2 = 100, R3 = 20 ,
R4= 100 , R5= 10 , R6= 100 ,
E=100 V.
Risposta: RAB =10 , IAB=5 A.

Figura D.22

D.23
Determinare il bipolo
equivalente di Norton alla porta
AB.
R1 = 30 , R2 = 60, R3 = 20 ,
R4= 100 , R5= 10 , R6= 100 ,
E1=90 V, E2=60 V.
Risposta: RAB =20 , IAB=4 A.

Figura D.23

R5
D.24 Determinare la resistenza
equivalente di Norton alla porta
AB.

I3

R6
R7

R1 = 3 , R2 = 60, R3 = 7 ,
R4= 100 , R5= 50, R6= 100,
I1 = 4A, I2 = 3A, I3 = 14A, E=40V

I2

R4

R1

R2

R3

Risposta: RAB =10 .


A

B
Figura D.24

I1

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

D.25 Determinare il bipolo


equivalente di Norton alla
porta AB.

I3

R1 = 5 , R2 = 60,
R3 = 10 , R4= 10 ,
R5= 25 , I1 = 6 A, I2 = 3 A,
I3 = 9 A

I1

R1

I2
R3
R4

R2

Risposta: RAB =20 ,


IAB=7 A.
D.26 Il circuito equivalente di
Norton ai morsetti AB dato da:
RAB =12 , IAB=1 A.
Determinare
il
componente
incognito.

R5

Figura D.25

R1=5 , R2 =10, R3 = 5 ,
R4=5 , R5=2 , R6=10 .
Risposta:
il
componente
incognito un generatore reale
di tensione, RX=0.5 V,
EX=30 V.

R6

R3

R2
X
B
R5
R1

Figura D.26

D.27 Il ponte di Weatstone


realizzato per misurare resistenze
incognite. Si utilizza un galvanometro

Figura D.27

R4

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

che identifica la condizione di equipotenzialit tra A e B, ottenuta


facendo variare R2. Si ricavi la relazione che intercorre tra Rx e
R1,R2,R3, per mezzo del partitore di tensione..
Risposta: Rx = R2 R3 / R1.
Esercizi proposti
E.1 Determinare i parametri Z della
rete di figura.
R1 = 10 , R2 = 20.
Risposta: Z11= 10, Z12= 0,
Z21= 0, Z22= 20, la presenza del
c.to c.to trasversale disaccoppia i due
circuiti.

Figura E.1

E.2 Determinare i parametri Y della


rete di figura.
R1 = 10 , R2 = 20.
Risposta: Y11= 0.1S, Y12= 0S,
Y21= 0S, Y22= 0.05S, la presenza del
c.to c.to trasversale disaccoppia i due
circuiti.

Figura E.2

E.3 Determinare i parametri Z della


rete di figura.
R1 = 6, R2 = 3, R3 = 4, R4= 1,
R5= 1.
Risposta: Z11= 8, Z12= 1/3,
Z21= 1/3, Z22= 8/9.

Figura E.3

Figura E.4

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

E.4 Determinare la rete equivalente a T del doppio bipolo i cui


parametri Z sono: Z11= 20, Z12= 10, Z21= 10, Z22= 30.
Risposta: R1 = 10, R2 = 20,
R3 = 10.
E.5 Determinare i parametri Z
della rete di figura.
R1 = 4, R2 = 1, R3 = 1,
k= 3.
Risposta: Z11= 5, Z12= -2,
Z21= 1, Z22= 2.

Figura E.5

E.6 Determinare i parametri Z


della rete di figura.
R1 = 5, R2 = 2, k1 = 2,
k2= 1.
Risposta: Z11= 5, Z12= -2,
Z21= 1, Z22= 2.

Figura E.6

E.7 Determinare i parametri Y


della rete di figura.
R1 = 10, R2 = 20, k1 = 2S,
k2= 1S.
Risposta: Y11= 0.1S, Y12= 2S,
Y21= -1S, Y22= 0.05S.

Figura E.7

E.8 Determinare i parametri Y


della rete di figura.
R1 = 10, R2 = 20, R3 = 5,
k = 1S.
Risposta: Y11=0.15S, Y12= 0.95S,

Figura E.8

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Y21= -0.05S, Y22= 0.25.

E.9 Determinare la corrente


che fluisce su R2. I parametri
Z della rete di figura sono dati
da: Z11= 15, Z12= 5,
Z21= 5, Z22= 25.
R1 = 5 , R2 = 10 , E=70V.
Risposta: IR2= 1A.
Figura E.9

E.10 Determinare la corrente


che fluisce su R3. I parametri
Y della rete di figura sono dati
da: Y11= 3/10S, Y12= -1/5S,
Y21= -1/5, Y22= 3/10.
R1 = 20, R2 = 10,
R3 = 10, E=45V.
Risposta: IR3= 1A.
E.11 Determinare i parametri
di trasmissione per il doppio
bipolo
le
cui
equazioni
caratteristiche sono date da:
v1=(1/n) v2 , i1= -n i2.
Determinare la resistenza
vista dalla porta 1.
n=10, R = 2000.

Figura E.10

i1

i2
v1

Figura E.11

v2

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: A=1/n, B=0,C=0S, D=n. Rin= 20.

Esercizi proposti
Esercizio F.1
Determinare la legge di variazione
della tensione sul capacitore.
EG= 50V, R=1, C =1F, vc(0)=30V.
Risposta: vc(t)=-20e-t +50 V.
Esercizio F.2
Determinare la legge di variazione
della corrente del generatore.
EG= 50V, R1=1, R2=5, C =1F,
vc(0)=30V.

Figura F.1

Risposta: ig(t)=10+20e-t A.
Figura F.2

Esercizio F.3
Determinare la legge di variazione
della tensione sul capacitore.
EG= 30V, R1=3, R2=6, R3=3,
C =1/5F, vc(0)=30V.
Risposta: vc(t)=10e-t +20 V.
Figura F.3

Esercizio F.4
Determinare la legge di variazione
della tensione sul capacitore.
EG= 60V, R=1, R2=12, R3=6,

Figura F.4

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

L =2 H, IL(0)=2A.
Risposta: iL(t)=-3e-2t +5 A.

Esercizio F.5
Un oscilloscopio legge la corrente
sullinduttore. Determinare il valore di
induttanza da inserire nel circuito per
avere una corrente a forma rettangolare.
iL(0)=0A, EG = 10V R=10, L=5H, T1=2s,
T2=3s, T3=5s.
Risposta: si considera lintervallo
tempo pi piccolo (T2-T1)>10 L<1 H.

di

Figura F.5

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

L decrescente

corrente [A]

1
0.8
0.6
0.4
0.2
0
0

3
tempo [s]
Figura F.5a

Esercizi proposti
Esercizio G.1
Determinare il comportamento in
transitorio della rete di figura,
sapendo che quando il tasto T viene
chiuso il condensatore presenta una
carica Q0 =2.6710-3 C.
R=200, L=100mH, C=40/3F.
Risposta: iL(t)=2e-500t -2e-1500t A.

Figura G.1

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

corrente [A]

0.8
0.6
0.4
0.2
0
0

0.005

0.01

0.015

tempo [s]
Figura G.1a

Esercizio G.2
Determinare il comportamento in
transitorio della rete di figura,
sapendo che quando il tasto T viene
chiuso il condensatore presenta una
carica Q0 =2.6710-3 C.
R=200, L=100mH, C=10F.
Figura G.2

Risposta: iL(t)=2000e

-1000t

A.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

0.8

corrente [A]

0.6
0.4
0.2
0
0

0.002

0.004
0.006
tempo [s]
Figura G.2a

0.008

0.01

Esercizio G.3
Determinare il comportamento in
transitorio della rete di figura,
sapendo che quando il tasto T viene
chiuso il condensatore presenta una
carica Q0 =2.6710-3 C.
R=200, L=100mH, C=1F.
Figura G.3

Risposta: iL(t)=2/3sin(3000t) e-1000t A.

0.6

corrente [A]

0.4
0.2
0
-0.2
0

0.002

0.004
0.006
tempo [s]
Figura G.3a

0.008

0.01

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Esercizio G.4
Determinare
landamento
della
tensione sul condensatore, sapendo
che la rete inizialmente scarica.
R=5, L=100mH, C=500F,
EG= 20V.

Figura G.4

Risposta: vC(t)= -20cos(139t) e-25t -3.6sin(139t) e-25t +20V.


40

VC [V]

30
20
10
0
0

0.05

0.1
tempo [s]
Figura G.4a

Esercizio G.5
Determinare landamento delle
correnti
sul
capacitore
e
sullinduttore, sapendo che la rete
inizialmente scarica.
R1=10,
R2=30,
L=100mH,
C=100F, EG= 120V.

0.15

0.2

Figura G.5

Risposta: iC(t)= -8e-500t +20 e-800t A, iL(t)= -8e-500t +5 e-800t +3 A.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

15

corrente [A]

iL(t)
10

iC(t)

0
0

0.005

0.01
tempo [s]
Figura G.5a

0.015

Esercizio G.6
Determinare landamento delle correnti sul
capacitore e sullinduttore, sapendo che
iL(0)=2A.
R1=20, R2=20, L=50mH, C=20F,
EG= 60V.

0.02

Figura G.6

Risposta:
iC(t)= -1/14e-100t sin(700t)+1/2 e-100t cos(700t) A,
iL(t)= -1e-100t cos(700t)+1/7 e-100t sin(700t)+3 A.
4

corrente [A]

3
2

iL(t)
iC(t)

1
0
-1
0

0.005

0.01

0.015

0.02 0.025
tempo [s]
Figura G.6a

0.03

0.035

0.04

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Esercizi proposti
H.1 Rappresentare le seguenti funzioni sinusoidali per mezzo del
metodo simbolico:

at 10 cos100 t 0 ; bt 2 3 cos100 t ;
3

c t 10 sin100 t ; dt 20 2 cos100 t .
4

j100 t
; B t
Risposta: A t 10e

3 j3e

j100 t

C t j10e j100 t ; D t 20 j20 e j100 t .

H.2 Ricondurre i seguenti fasori alle relative funzioni sinusoidali:

A t 10e j20 t ; B t 2 3 j e j20 t ; C t je j20 t .


Risposta:

at 10 cos20t ; bt 2 cos 20t ; c t cos 20t .


6
2

H.3 Rappresentare graficamente nel piano di Gauss i fasori ottenuti


dalle seguenti funzioni sinusoidali:

at 10 cos10t ;
6

c t 20 cos10 t ;
2

Risposta

bt 10 2 cos10t ;
4

dt 15 sin10 t .

Figura H.3

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

H.4 Determinare limpedenza alla porta A-B.


R1 = 10 , R2 = 10, C= 1mF, =100 rad/s.
Risposta: AB = 20 - j10 .
Figura H.4

H.5 Determinare limpedenza alla porta A-B.


R1 = 10 , R2 = 20, L= 10mH, =100rad/s.
Risposta: AB = 30 + j .
Figura H.5

H.6 Determinare limpedenza alla porta


A-B.
R = 10 ,
=100rad/s.

L= 100mH, C=1mF,

Risposta: AB = 10 .

Figura H.6

H.7 Determinare limpedenza alla porta


A-B.
R = 10 ,
=100rad/s.

L= 100mH, C=1mF,

Risposta: AB = 5+j5 .

Figura H.7

H.8 Determinare limpedenza alla porta


A-B.
R = 10 ,
=100rad/s.

L= 100mH, C=1mF,

Figura H.8

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: AB = 5 - j5 .
H.9 Determinare limpedenza alla porta
A-B.
R1 = 5 , R2 = 10, R3 = 5 , L= 50mH,
C=1mF, =100rad/s.
Risposta: AB = 12.5 j2.5 .

Figura H.9

H.10 Determinare limpedenza alla porta


A-B.
R1 = 5 , R2 = 10, R3 = 5 , L= 50mH,
C=1mF, =100rad/s.
Figura H.10

Risposta: AB = 12.5 j2.5 .


H.11 Determinare limpedenza alla porta
A-B.
R1 = 5 , R2 = 10, R3 = 5 , L= 50mH,
C=1mF, =100rad/s.
Risposta: AB = 11 + j2.

Figura H.11

H.12 Determinare le tensioni incognite.

Figura H.12

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

E1 = 3 j5 V, E2 = -4 -j8 V, E3 =20+j55 V
Risposta: V3 =-10-j10V, V5= -30 - j20 V, V7 = - j15 V.
H.13 Determinare le tensioni incognite.

Figura H.13

E1 = 3 +j3 V, E2 = 52 j55 V, E3 =-9+j8V, E 4 = 23 +j10 V,


E5 = 17 +j73 V.

Risposta: V3 =11+j10V, V6 = 50- j38 V , V7= 6 - 10 V, V9 = - 50- j15 V .


Nei prossimi esercizi si considereranno i fasori espressi in valore
efficace. Inoltre capiter spesso di trovare angoli espressi in gradi:
formalmente ci non corretto, giacch la funzione sinusoidale
lavora con una pulsazione espressa in radianti su tempo e fasi
proprie espresse in radianti. Ciononostante ho preferito adottare una
notazione intuitiva, anche se non perfetta, per rendere pi
comprensibili gli sviluppi e i ragionamenti.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

H.14 Risolvere la rete e costruire il diagramma vettoriale completo.

Figura H.14

eG(t)= 50 2 cos(t) V, =100 rad/s, R1=10, R2=1, L=200mH,


C=1/300 F.
Risposta: IR1 =5 A, IL= -j2.5 A, IC =5+ j15 A.

Figura H14.a

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

H.15 Per mezzo del principio di


sovrapposizione
degli
effetti
determinare la corrente IR1.
R1=10, R2=5, L=200mH, C=1mF,
=100 rad/s, e1(t)= 30 2 cos(t) V,
e2(t)= 10cos(t+45) V.
Risposta: IR1= -0.8-j0.6 A.

Figura H.15

H.16 Per mezzo del principio


di sovrapposizione degli effetti
determinare la corrente IR1.
R1=15, R2=10, L=100mH,
C=1mF, =100 rad/s,
i1(t)= 0.80 2 cos(t+85.2) A,
i2(t)= 1.36 2 cos(t+72.9) A,
i3(t)= 0.50 2 cos(t-53.1) A.
Risposta: IR1= 2/3 A.

Figura H.16

H.17 Determinare il bipolo equivalente


di Thevenin alla porta A-B.
R1=20, R2=10, L=150mH, C=1mF,
=100 rad/s,
e (t)= 20cos(t+45) V.

Figura H.17

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: Th=20-j30 , Th =30+j30V.

H.18 Determinare il bipolo equivalente


di Thevenin alla porta A-B.
R1=5, R2=10, R3=5,
C2=1mF, =100 rad/s,

L=5mH,

i (t)= 0.89 2 cos(t-26.5) A.


Risposta: Th=15+j5 , Th =10V.

Figura H.18

H.19
Determinare
limpedenza
equivalente di Thevenin alla porta A-B.
R=1, =2, L=30mH, C2=1mF,
=100 rad/s.
Risposta: Th=1-j .
Figura H.19

H.20 Determinare le tre correnti di anello per la rete di figura.


R1=9, R2=8, R3=35/3, X1=4 , X2=10 , X3=1 , X4=10 ,
X5=10/3 , E1 = 3 j5 V, E2 = -4 -j8V, E3 = 20+j55V.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Figura H.20

Risposta: J1= 1+j A, J2 = 2A, J3= j3A.

H.21 Determinare le tre correnti di anello per la rete di figura.


R1=5, R2=4, R3=10 , R4 = 1 , X1=3 , X2=5 , X3=6 , X4=7 ,
X5=2 , E1 = 16 +j32 V, E2 = 10 j32V, E3 = 23-jV.

Figura H.21

Risposta: J1= 2+j2 A, J2 = 3-j3 A, J3=5A.


H.22 Determinare le tre correnti di anello per la rete di figura.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

R1=5 , R2=4 , R3=10 , R4 = 5 , R5 = 1 , X1=2 , X2=5 ,


X3 = 3 , , E1 = -16 +j50 V, E2 = -1 +j15V, E3 = 15-j45V, =3.
X2

R5

R1
E1
X1

iR1

R2
R3
E2

E3
X3

R4
Figura H.22

Risposta: J1= j2 A, J2 = 1+j3 A, J3= 2-j2


A.
H.23 Utilizzando il metodo dei potenziali
di nodo determinare i potenziali dei nodi
A,B e C.
R1=5, R2=10, R3=10, X1=10 ,
X2=5 , I1 =8-j15 A, I2 = -7.5+j5A, I3 =
13 j5 A.
Risposta: VA=50 -j50V, VB=10
j30V VC=-25 +j10V.
H.24 Determinare la tensione
applicata al resistore
R1
utilizzando
il
metodo
dei
potenziali di nodo.

Figura H.23

R1=5 , R2=10 , R3=15 ,

Figura H.24

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

X1=5 , X2=10 , X3=15 , X4=10 , X5=5 ,


I1 =1/3+j19/6 A, I2 = 1/3+j13/6 A,
I3 = 1/3 +j2/3 A.

Risposta: VR1=5 V .
H.25 Scrivere le relazioni matriciali che
risolvono la rete per mezzo del metodo
dei potenziali di nodo, discutere il
problema e determinare la corrente
che circola sul resistore R1 utilizzando
un metodo differente.
R1=5, R2=10, X1=5 , X2=10 ,
I1 = 2 A, I2 = -1.5 A, I3 = -1.5-j2 A, I4 =
2+2j A.
Risposta:
la
matrice
delle
ammettenze mal condizionata.
IR1=2A .
H.26
Determinare
il
bipolo
equivalente di Norton alla porta AB.

Figura H.25

R1 = 1 , R2 = 3, R3 = 10 ,
X1= 10 , X2= 4 , X3= 30 ,
I=10 A.
Risposta: AB =5.2-j6.4 , IAB=9-3j A.

Figura H.26

H.27 Si ricavi la forza elettromotrice in


modo che il resistore R impegni la
potenza di 100 W.
R=100, X1= 100 , X2= 100 ,
X3= 100 .

Figura H.27

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: =j100 V.

H.28 Da una misura risulta I1 = I2 = I3


=10 A. Si ricavino R e XC e si
rappresenti il relativo diagramma
fasoriale.
XL= 10 .
Risposta: R=8.66 , XC= 5 .

Figura H.28

Figura H28.a

H.29 Sapendo che:


- R1 = XL ;
- IL = 7,07 A;
- VC = 20 V;
- potenza attiva misurata ai morsetti
A-B: P=400 W;
- potenza reattiva misurata ai
morsetti A-B: Q=100 VAR;
si determinino R1, R2, XC, XL e la
tensione di alimentazione E.
Figura H.29

Risposta: XC= 2, QC=-200VAR, QL=300VAR, XL= 6, R1=6 ,


PR1=300W, PR2=100W, R2= 10 , E= 99 -85,5V.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Esercizi proposti

I.1 Tracciare qualitativamente landamento


della reattanza in funzione della pulsazione.

Risposta:

Figura I.1
Figura I.1a

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

I.2 Per il circuito lineare di figura, determinare


lespressione letterale della funzione di rete
( j) V2
H
.
V1
R1=6000 , R2=1500 , C=1F.
Risposta:1/(5+j610-3).

Figura I.2

I.3 Per il circuito lineare di figura, discutere


leffetto di eventuali capacit parassite CP.
Risposta:lincremento della capacit in
parallelo porta a una diminuzione della
pulsazione di taglio, quindi il filtro passa
basso diventa pi selettivo.

Figura I.3

I.4 Per il circuito lineare di figura, determinare


a che pulsazione x la funzione di
( j) assume il valore 0.5
trasferimento H
R=1000 , C=1F.
Risposta: /x= 31/2 , x =1732 rad/s.

Figura I.4

I.5 Per il circuito lineare di figura, determinare


a che frequenza fx la funzione di

Figura I.5

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

( j) assume il valore 0.9, sapendo che per f


trasferimento H
y

=50MHz, H( f y ) 0.50 .

R=5000 .
Risposta: L= 9.19 H, fx = 179 MHz.

Esercizi proposti

J.1 Per il circuito di figura


determinare le correnti di linea.
1= 10 , 2=10 , 3= 10,
E1 = 230V, E2 = -115 j199V,
E3 = -115 +j199V.
Figura J.1

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta:1=23A,2=-11.5-j19.9 A, 3=-11.5 +j19.9 A.


J.2 Per il circuito di figura
determinare le correnti di linea.
1= 10 , 2= -j5 , 3= 10+j15 ,
E1 = 230V, E2 = -115 j199V, E3 =
-115 +j199V.
Risposta: 1=5.3 +j29.53 A,
2=-19-j58.2 A, 3=-13.8 +j28.6 A.
Figura J.2

J.3 Per il circuito di figura


determinare le correnti di linea.
1= 8 +j5, 2= 3+j10 ,
3= 8+j20 , L= 2 ,
E1 = 230V, E2 = -115 j199V, E3
= -115 +j199V.
Risposta: 1=17.1 -10.0 A,
2=-22.0-j1.3.2 A, 3=4.9+8.6 A.

+
+
+

J.4 Per il circuito di figura


determinare le correnti di linea.
1= 8 +j5, 2= 3+j10 ,
3= 8+j20 , L= 2 ,
E1 = 230V, E2 = -115 j199V, E3
= -115 +j199V.

Figura J.3

Risposta: 1=17.9 j9.1 A,


2=-20.9+j1.54 A, 3=5.4 +j8.7 A.

Figura J.4

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

+
+
.

Risposta: 1=37.9 j9.1 A.

J.5 Per il circuito di figura


determinare la corrente.
1= 8 +j5, 2= 3+j10 ,
3= 8+j20 , L= 2 ,
4= 17.3+j10 ,
E1 = 230V, E2 = -115 j199V, E3
= -115 +j199V.

Figura J.5

J.6 Determinare la lettura dei due


wattmetri.
1= 10+j5, 2= 15+j10 ,
3= 20+j15 ,
E1 = 230V, E2 = -115 j199V,
E3 = -115 +j199V.

Risposta: W1=3585 W, W2=4199 W.

Figura J.6

J.7 Determinare la
lettura dei due
wattmetri.
1= 10+j5,
2= 15+j10 ,
3= 20+j15 ,
C= 30+j30 ,
E1 = 230V, E2 = -115
j199V,
Figura J.7

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

E3 = -115 +j199V.

Risposta: W1=5260 W, W2=10450 W.

J.8 Determinare la
lettura
dei
due
wattmetri.
1= 10+j5,
2= 15+j10 ,
3= 20+j15 ,
C= 30+j30 ,
L= 2 ,
E1 = 230V, E2 = -115
j199V,
E3 = -115 +j199V.
Risposta: W1=5420 W,
W2=8860 W.

Figura J.8

J.9 Per il circuito di figura


determinare
il rendimento di
trasmissione.
1= 10 , 2= j10 ,
3= 5+j10 , L= 1+j ,
E1 = 230V, E2 = -115 j199V,

E1

ZL

Z1

E2

ZL

Z2

E3

ZL

Z3

E3 = -115 +j199V.

ZL
Figura J.9

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: =83%.

J.10 Cosa succede in termini di


potenza se in una rete equilibrata una
fase viene interrotta?

Risposta:
dimezza.

La

potenza

totale

si
Figura J.10

Esercizi proposti

K.1 Determinare lo sviluppo in


serie di Fourier della forma
donda di figura. Imax = 10 A.
Figura K.1

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Imax 0 t 2

3
it Imax
t
.
2
2

3
I
t 2
max

2
Risposta: i(t)=0+40/(cost)+ 40/3(cos3t)+ 40/5(cos5t)+...

K.2 Determinare lo sviluppo in


serie di Fourier della forma
donda di figura.
Imax = 10 A.
K.2

Risposta: i(t)=5+10/(sint)+ 10/2(sin2t)+ 10/3(sin3t)+

K.3 Determinare lo sviluppo in


serie di Fourier della forma
donda di figura.
Imax = 10 A.
K.3

Risposta: i(t)=0-20/(sint)- 20/2(sin2t)- 20/3(sin3t)+

i(t)
K.4 Determinare lo sviluppo in
serie di Fourier della forma donda
di figura. Imax = 10 A.
it Imax sin t

Imax
t

2
Figura K.4

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: i(t)=0+10sint.

i(t)

K.5 Determinare lo sviluppo in serie


di Fourier della forma donda di
figura. Imax = 10 A.
it
sin t 0 t
I
it max
.
0
t 2

Imax
t

2
Figura K.5

Risposta: si separano i coefficienti


a0=20/ A, a1 = 0 A,
2
an=10(cosn-1)/((1-n )) A, b1=5 A, bn=0 A.

Esercizi proposti
L.1 Determinare la resistenza di un filo di alluminio lungo 500 m e di
diametro pari a 1.000 mm.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Resistivit dellalluminio a 20C =0.028310-6 m; coefficiente di


temperatura =0.00391C-1.
Risposta: 18.

L.2 La resistenza di un filo conduttore pari a 20 . Un secondo filo


dello stesso materiale realizzato con lunghezza doppia e diametro
pari a un terzo. Determinare la resistenza del secondo filo.
Risposta: 360.

L.3 La resistenza di un filo conduttore di alluminio a 20 C pari a 10


. Un secondo filo di rame realizzato mantenendo le stesse
dimensioni del primo. Determinare la resistenza del secondo filo.
Resistivit dellalluminio =0.028310-6 m; resistivit del rame
=0.017210-6 m.
Risposta: 6.07.

L.4 Uno degli avvolgimenti di rame di un trasformatore presenta una


resistenza di 40 a 20 C. Durante lesercizio la resistenza si porta
a 45 . Determinare la temperatura di esercizio.
Temperatura di riferimento per il rame T0=-234.5 C.
Risposta:R2/R1=(T2-T0)/(T1-T0)
T2=53C.

L.5 Un solenoide realizzato su un


supporto toroidale cavo, con
sezione circolare di diametro d pari

Figura L.5

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

a 4mm. Il toroide ha un raggio medio Rm pari a 20 mm. Il numero di


spire N=2500. che trattiene tutte le linee di campo. Determinare
linduttanza dellavvolgimento.
Risposta: L=N2 ((d/2)2)/(2Rm)=0.78 mH R2/R1=(T2-T0)/(T1-T0)
T2=53C.
L.6 Un anello di ghisa realizzato con raggio interno r1=7 cm e
raggio esterno r2=9 cm. Determinare il flusso quando applicata una
f.m.m. pari a 500 A.
a= 2cm.

a
Figura L.6

Risposta: =0.16mWb.

L.7 Il magnete di figura realizzato con un profilato dacciao a C e


una barra di ghisa. Determinare la corrente che deve percorrere il
pacchetto spire (N=100), affinch linduzione nella ghisa sia pari a
0.50 T.

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

S1=S2= 4cm2.

Figura L.7

Risposta: Hghisa=1500 A/m,


Lacciaio=0.34m, I =2.65 A.

Hacciaio=250A/m,

Lghisa =

0.12m,

Cavi unipolari interrati entro tubi


Resistenza Reattanza
Sezione portata
[/km]
[/km]

Esercizi proposti

1.5

15.5

14.80

0.168

2.5

21

8.91

0.155

28

5.57

0.143

36

3.71

0.135

10

50

2.24

0.119

16

68

1.41

0.112

25

89

0.89

0.106

35

111

0.64

0.101

50

134

0.47

0.101

70

171

0.33

0.0975

95

207

0.24

0.0965

120

239

0.19

0.0939

150

275

0.15

0.0928

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

M.1 La linea elettrica che alimenta il carico P1 ha una sezione di 50


mm2.
Verificare, sia con il criterio termico che con quello della massima
caduta di tensione, se tale linea pu ancora essere utilizzata, se si
aggiunge un carico P3 .
P1 = 40 kW, cos1=0.8, P2 = 100 kW, cos2=1, P3 = 30 kW,
cos3=0.9.

Risposta: La sezione
consente di vettoriare la
potenza richiesta, la
caduta di tensione
inferiore al 5% ed il cavo
ha la portata sufficiente.
Figura M.1

M.2 Dimensionare la linea che


alimenta i carichi P1 e P3.
Valutare il rendimento di
trasmissione.
P1 = 40 kW, cos1=0.9, P2 =
100 kW, cos2=1, P3 = 40 kW,
cos3=0.9.

Figura M.2

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.

Risposta: S= 50 mm2; =98.8%.

M.3 Dimensionare la linea che


alimenta P1. Determinare la
portata del dispositivo
preposto allinterruzione della
corrente di cortocircuito nella
sezione di alimentazione del
carico P1, essendo
limpedenza di cortocircuito del
trasformatore riferita al
secondario pari a:
Z cc 0.0046 j0.0153 .
P1 = 100 kW, cos1=0.8.

Figura M.3

Errore. L'origine riferimento non stata trovata. Errore. L'origine


riferimento non stata trovata.