Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E

DI

CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA


Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it

Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 697

22 FEBBRAIO 2015

I SETTIMANA DI QUARESIMA - LITURGIA DELLE ORE I SETTIMANA

IN QUEL TEMPO, LO SPIRITO SOSPINSE GES NEL


DESERTO E VI RIMASE QUARANTA GIORNI
Lespressione del Vangelo di Marco sintetica. Levangelista non si sofferma
sui tipi di tentazione a cui stato sottoposto il Maestro. Soltanto informa, a
differenza di Matteo e Luca, che Ges stato tentato. Prima di iniziare il suo
ministero pubblico, e dopo il battesimo, Ges si confronta con la prova, la
lotta con il Male.
Trascorse quaranta giorni nel deserto della Giudea, un territorio selvaggio,
desolato, arido, con grotte scavate nei rilievi montagnosi, nelle quali
trovavano riparo banditi, predoni e ribelli.
Ma, leggendo il testo di Marco, si pu scoprire che quella dei quaranta
giorni nel deserto non stata lunica tentazione del Cristo. In tutta la sua
vita, come ognuno di noi, ha dovuto scegliere tra una strada pi facile, che
non lo avrebbe certo condotto alla morte, e quella dolorosa di farsi in tutto,
fino in fondo, dono di amore secondo la volont del Padre.
Ha dovuto scegliere tra il comodo compromesso e la verit che lha portato
passo passo verso la tragica soluzione finale.
Proprio dentro questo messaggio esistenziale sta la buona notizia: Dio si
fatto uomo come noi, fuorch nel peccato. Non venuto per dare una
spiegazione al dolore e alla morte, che rimangono realt sempre misteriose,
ma venuto a condividere con ciascuno di noi la sofferenza e la disfatta, ma
anche la gioia e la speranza.

QUARESIMA: TEMPO DI GRAZIA


Quaresima. Si soliti guardare a questo momento dellanno liturgico come a
unoccasione severa di riflessione e di preghiera che aiuti il cristiano a prendere
coscienza della sua debolezza e del suo peccato per volgersi con rinnovata
confidenza a Colui che lo vuole salvo.
Dal versante delluomo in questo senso la Quaresima appare caratterizzata
da una vena di pessimismo e da una ricerca di contrizione non sempre
accompagnata dalla gioia del perdono e della libert che scaturisce dal reale
incontro con il Dio dellamore. Ma se vero che come creature siamo deboli e
inclini al peccato, altrettanto vero che il Vangelo la buona notizia proveniente
dal Padre delle misericordie che risuona per noi come inesausto invito alla fiducia e
alla festa; e di questa notizia la Quaresima tutta imbevuta ponendosi davanti a noi
come itinerario non di morte ma di vita, di gioia, di pace.
In questa prospettiva le immagini delle stagioni ben si offrono a una
riflessione positiva, piena di luce e di calore. Cos possiamo pensare a questo tempo
favorevole che la Quaresima, tempo di grazia e di perdono, come al
sopraggiungere della bella stagione che mentre offre agli occhi il miracolo sempre
nuovo della creazione in una natura che si sveglia al tepore del primo sole, apre
anche il cuore a una rinnovata primavera dello spirito.
Attraverso la Chiesa che nei suoi ritmi liturgici non si stanca di celebrare
lamore del Signore, e in particolare nella Quaresima diviene messaggera del suo
appello alla conversione, Dio stesso, autore della vita e fonte di ogni bene, chiama
la pi perfetta delle sue creature, luomo fatto a sua immagine e somiglianza, a
svegliarsi dal sonno, da ogni forma di torpore, per ascoltare la sua voce e recepire la
canzone dellamore che fino dalle origini del mondo Egli canta per lui.
Oggi, se udiamo la sua voce, non induriamo i nostri cuori!, poich Colui che
ci ha fatti e plasmati vuole operare nel nostro cuore il miracolo di una nuova
creazione ed apre per noi, affaticati nei percorsi della storia, una strada che senza
toglierci alle responsabilit della vita ci conduce alla lode di Lui. Il senso della
Quaresima, tempo forte di salvezza, tutto nellinvito pressante, rivoltoci come
credenti a riscoprire la nostra vocazione ultima per compiere in Cristo, attraverso la
partecipazione viva al suo mistero di morte e di risurrezione, il passaggio alla
condizione di figli di Dio, senso e pienezza di ogni esistenza umana e cristiana.
Celebriamo e viviamo per noi stessi e per tutti gli uomini la Quaresima:
tempo luminoso di incontro con Dio Creatore, Redentore, Padre.

RIMANI CON ME, SIGNORE


Rimani con me, Signore: ho bisogno di averti presente per non dimenticarti,
poich tu sai con quanta frequenza io ti abbandono.
Rimani con me, Signore, perch sono molto debole, ho bisogno del tuo aiuto e della
tua forza per non cadere cos spesso.
Rimani con me, Signore, perch tu sei la mia vita e senza di te si affievolisce il mio
fervore.
Rimani con me, Signore, perch tu sei la mia luce, e senza di te rimango nelle
tenebre.
Rimani con me, Signore, perch oda la tua voce e la segua.
Rimani con me, Signore, per mostrarmi tutta la tua volont.
Rimani con me, Signore, perch voglio amarti molto e vivere sempre insieme con te.
Rimani con me, Signore, e con tutta la mia famiglia perch viviamo uniti nel tuo
amore e un giorno, tutti insieme, cantiamo le tue lodi per l'eternit. Amen.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La preghiera del deserto


Il deserto il luogo della solitudine.
- Ma nella solitudine incontro te, Signore.
Il deserto il luogo del silenzio.
- Ma nel silenzio ascolto la tua parola, Signore.
Il deserto il luogo della fame e della sete.
- Ma nell'aspro cammino tu sei la mia oasi, Signore.
Il deserto il luogo dei mille pericoli.
- Ma in ogni avversit tu mi proteggi dal nemico, Signore.
Il deserto lungo da attraversare.
- Ma quando mi stanco, tu mi prendi tra le tue braccia, Signore. Il
deserto arido.
- Ma l che fiorisce il mio amore per te, Signore.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Vieni, Signore! Nel nostro cuore sempre notte. Non sappiamo amare. Vieni
a liberarci dai nostri egoismi e dalle nostre schiavit. Tu che ami, vieni a
insegnarci l'amore. Insegnaci che nessuno pu essere in comunione con suo
fratello se prima non in comunione con te. Vieni da noi, Signore! Insegnaci
l'amore.

CALENDARIO DELLA SETTIMANA


DOMENICA 22 FEBBRAIO
Sante Messe: Ore 8,30 - 11
Ore 10 a Santa Lucia
Ore 17 a Monteggiori
Ore 14,30
Pomeriggio insieme
LUNEDI 23
Ore 9,15
Pulizia dei locali dellOratorio
Ore 21
Giovani
MARTEDI 24
Ore 21
In ascolto della parola di Dio.
N.B.: Portare la Bibbia o il Vangelo
MERCOLEDI 25
Ore 21
Riflessione sul Vangelo presso

Parducci Massimo Via Bucine 29


Lorenzi Elisabetta - Via XII Agosto 29
Lari Silvano - Via Masini 30
GIOVEDI 26
Ore 21

Riflessione sul Vangelo presso

Lari Pierina - Via Pennelle 3


VENERDI 27
Ore 21
Via Crucis
SABATO 28
Ore 14,30
Pulizia della Chiesa
Ore 16,30
Confessioni
Ore 18
Santa Messa Festiva
DOMENICA 1 MARZO
Sante Messe: Ore 8,30 - 11
Ore 10 a Santa Lucia
Ore 17 a Monteggiori
Ore 18,30
Gruppo Famiglie
------------------------------------------------------------------

SONO TORNATI ALLA CASA DEL PADRE


Domenici Elena Da Prato Lino
Benassi Antonio - Giulianetti Angelo