Sei sulla pagina 1di 3

pw~i~010

sCNCE
notiziario della
l

FONDAZIONE,
LA OCIETADEI
ilp~g~lo@socon~erti.it
tel, 0267493160
ottobre 2009

Proseguiamo con la pubblicazione del nostro notiziario I1 Pungolo. I PROSSIMI APPUNTAMENTI


La cadenza è trimestrale e, da questo numero, troverete alcune modifiche Serie Rubino
nell'impaginazione e alcune rubriche nuove. Mercoledì 28 ottobre 2009 - ore 21
Abbiamo dato ascolto ad alcune vostre considerazioni e suggerimenti, cer- Trio Tango y algo mas &
cando di presentare un notiziario che sia interessante, curioso e utile nello Arkè Strings Quartet
stesso tempo. Musiche di R.Galliano, G.Sollima,
I1 formato è più grande per favorire una lettura più agevole per tutti. C.Cantini, G.Ligety, S.Dall'Ora,
Ricordiamo la casella di posta elettronica del Pungolo alla quale potete scri- C.A. Jobim, E.Gismonti, A.Piazzolla
vere per consigli, nuove idee e per creare un dialogo sempre più diretto e ve- J-Girotto
loce con lo staff della società dei Concerti. (ilpungolo@soconcerti.it)
A voi tutti un sentito grazie e un sincero augurio . Serie Smeraldo
Mercoledì 4 novembre 2009 - ore 21
Pianista Borie Berezowsky
Musiche di R.Schumann, FLiszt,
ESchubert
Serie Rubino
Mercoledì 18 novembre 2009 -ore 21
Pianista Ingrid Fliter
Musiche di EChopin
Serie Smeraldo
Mercoledì 25 novembre 2009 - ore 21
SudwestdeutschePhilharmonie
Direttore Vassilis Christopoulos
Violinista Chloe Hanslip
Musiche di PDukas, N.Paganini,

Serie Rubino
~ e r c o l e d2ì dicembre 2009 - ore 21
Pianista Rudolf Buchbinder
Musiche di W;A.Mozart, R.Schumann
Serie Smeraldo
Mercoledì 9 dicembre 2009 - ore 21
Orchestra Sinfonica Città di Ravenna
Direttore Matthieu Mantanus
COMUNICAZIONE IMPORTANTE
Pianista Vesselin Stanev
Vi confermiamo che è attiva la convenzione con il Parcheggio sotterraneo
Musiche di J.Sibelius, E.Grieg
di Via Mascagni, vicino al Conservatorio.
L.van Beethoven
L'accordo consente agli spettatori dei nostri concerti di parcheggiare la pro-
pria auto pagando 5 EURO P E R TRE ORE D I SOSTA. Serie Rubino
I biglietti convenzionati potranno essere acquistati direttamente nel foyer Mercoledì 16 dicembre 2009 - ore 21
del Conservatorio la sera del concerto e dovranno essere esibiti al momento Stuttgarter Philharmoniker
dell'uscita dal parcheggio unitamente al ticket ritirato all'ingresso. Direttore Gabriel Feltz
Qualora si superassero le tre ore di sosta ,verrà applicata, per ogni frazione Violinista Salvatore Accardo
di ora successiva, la normale tariffa in vigore. Musiche di ~ . ~ r a h m s , ~ . ~ r a n c k
Incontro con
Gtefano &igoratti, pianista
Protagonista in Sala Verdi, mercoledi' l1 novembre del primo concerto per Amore
Parlaci dei tuoi studi: quando hai cominciato, quali H a i frequentato corsi di perfezionamento?
strumenti hai studiato e perchè li hai scelti? Oltre al regolare percorso di studio al Conservatorio di
Ricordo che cominciai ad avvicinarmi al pianoforte da Milano , ho frequentato vari altri corsi. Ad esempio ho
piccolo, avrò avuto sei aiini: i miei genitori mi avevano seguito per vari anni le Master Class in pianoforte tenute
iscritto alla scuola di musica del piccolo paese in cui an- dal M" Risaliti a Città di Castello, dei corsi di direzione
cora vivo. Frequentavo di malavoglia e imparavo poco e d'orchestra e Master Class di organo e letteratura orga-
niente. Infatti, a sette aiini la mia storia d'amore con la nistica, oltre ad a corsi sulla musica Medievale e Barocca.
musica finì ancora prima di cominciare. Qualche anno
dopo, intorno ai dieci anni, ci riprovai. Odiavo soprat- Come giudichi e quale differenza trovi tra la tua vita di
tutto il solfeggio e le scale al pianoforte. Ma in casa avevo giovane musicista e quella di tanti tuoi coetanei?
un vecchio pianoforte verticale e un po' per gioco comin- La mia vita è ricca e piena di passione. Grazie alla mu-
ciai a improvvisarci sopra, in fondo almeno le note le sica, non mi sento mai solo. Vedo molti coetanei arran-
avevo imparate. Per Natale mi fu regalata una tastiera care purtroppo nell'incertezza, senza sapere cosa
e da quel momento complice il suono quasi organistico vogliono dalla vita, pieni di paure.
e la Toccata e Fuga in Re minore di Bach ci fu la vera La mia professione è molto difficile, ma ho un obiettivo,
svolta. una direzione, una disciplina. Solo per questo varrebbe
A tredici anni sono stato ammesso al corso di Organo e la pena di studiare musica!
composizione organistica al Conservatorio G. Verdi di
Milano, che ho frequentato regolarmente fino al di- Quali sono le tue passioni oltre alla Musica? A cosa ti
ploma. dedichi quando non suoni?
Ma, nel frattempo, l'altro grande amore è stato, inevi- Amo stare con gli amici e con la mia ragazza, andare al
tabilmente, il pianoforte. Per cui ho frequentato anche cinema, dedicarmi alle incisioni digitali nel mio studio
il corso di pianoforte, e quello di composizione tradizio- di registrazione ,e poi ci sono Facebook, e YouTube .....
nale. Tre corsi davvero importailti e tutti insieme: diffi-
cile ma esaltante. I1 prossimo 11novembre suonerai in Sala Verdi nell'am-
I1 clavicembalo, per un amante derbarocco come me, è bito dei Concerti per Amore. Parlaci nel dettaglio del
stato un approdo assolutamente naturale. Da qui, il mio programma che hai scelto.
terzo diploma di strumentista, conseguito, questa volta, I1 mio è in realtà un programma squisitamente "buso-
come privatista. La direzione d'orchestra, in cui mi sono niano", non soltanto per la presenza di due brani di que-
appena diplomato, costituisce il coronamento del mio sto magnifico compositore e pianista italiano, ma anche
percorso. perché rispecchia in pieno l'estetica musicale di Ferruc-
cio Busoni, che possiamo riassumere in questa sua cele-
Provieni da una famiglia di musicisti? bre frase: "Bach è la base per suonare il pianoforte, Liszt
I miei genitori non sono musicisti, sebbene abbiano sem- il vertice. Entrambi rendono possibile Beethoven".
pre avuto una forte passione per la musica. Infatti hanno I1 programma è incardinato intorno al nome e alla mu-
studiato entrambi pianoforte da giovani e quindi è sem- sica di J. S. Bach. Parte dalla sua "Fantasia cromatica e
pre esistita una reale cultura musicale in casa. Fuga", per svilupparsi in altre fantasie ispirate al
grande compositore, come la "Fantasia e Fuga sul nome
Quando hai tenuto il tuo primo concerto? Quale è il tuo di BACH" di l?Liszt, La "Fantasia nach J. S. Bach", di
ricordo di questa prima esperienza? Ferruccio Busoni, culminando nella celeberrima trascri-
Nel 2000, a quattordici anni, organizzai a Milano un zione busoniana della "Ciaccona" di Bach, dalla Partita
concerto in cui mi esibii come pianista e clavicembalista, I1 BWV 1004.
suonando anche pezzi miei, da solista e con 1"'Ensemble I1 programma comprende anche la Sonata "Appassio-
Perpetuum Mobile", che avevo creato con otto miei com- nata", di Ludwig Van Beethoven che può essere an-
pagni di Conservatorio. Una bella incoscienza, a pensarci ch'essa collegata con Bach per il secondo movimento
a posteriori ... suonavo il clavicembalo, non avendolo (sembra un corale con variazioni) e il suo ultimo tempo
mai studiato, componevo a istinto, dirigevo e suonavo (con spunti di tipo polifonico a canone).
addirittura un mio Concerto, il "Concerto Barocco". Ma E' un programma pianistico, ma è indubbiamente ispi-
che incredibile emozione, che gioia, e che successo, rato dalla mia conoscenza del repertorio clavicembali-
anche! stico, organistico e quindi barocco.
chi il corso di studi in Italia per chi, come te, vuole fare
della Musica una professione?
Io mi sono trovato veramente benissimo. I1 Conservato-
rio è veramente il massimo per un giovane che voglia in-
traprendere questa professione.
Ho avuto molti Maestri, e tutti molto bravi. Anche l'aver
frequentato diversi corsi contemporaneamente si è di-
mostrato un grandissimo arricchimento. Una volta un
musicista sapeva suonare diversi strumenti, componeva,
dirigeva. E' questo che voglio fare nella vita: essere un
musicista completo, senza rinunciare a nessuna delle mie
passioni.

Cosa consiglieresti, da giovane musicista, ad un bambino


che sia motivato nello studio della Musica?
Le forme presentate nel concerto, infatti, sono quelle ti- Ascoltare e poi ascoltare, improwisare, awalersi delle
piche del barocco: l'improwisazione domina nella forma nuove tecnologie (ad esempio della tastiera digitale, per
della Fantasia, la polifonia nella forma della Fuga,l'osti- registrarsi e riascoltarsi). Giocare con la musica, senza
nato nella forma della Ciaccona, e la Sonata ha le sue paura e in grande libertà. Esibirsi al più presto possibile
radici proprio nel barocco. in pubblico, suonare in gruppo, scrivere. Frequentare
una buona scuola ed essere nello stesso tempo il Maestro
TUhai studiato al Conservatorio di Milano: come giudi- di se stesso, come diceva Schumann.

I Concerti per Amore sono nati da un'idea di Antonio -Mormone e soprattutto dal suo Amore per la Musica.
Oggi rappresentano un altro piccolo gioiello della Società dei Concerti a latere delle due serie Smeraldo e Rubino.
Ci consentono di presentare artisti giovani e particolarmente meritevoli o programmi e formazioni particolari.
Dopo Ligoratti ecco gli altri appuntamenti:
- -
Venerdi' 11 Dicembre 2009 Trio Clarinetto, Violoncello e Pianoforte Del Mastro, Scano, Zanardi
-
Venerdi' 22 Gennaio 2010 Orchestra Sinfonica Siciliana, Alberto Veronesi direttore
-
Mercoledi' 10 Marzo 2010 Pierhancesco Forlenza pianista
-
Venerdi' 7 Maggio 2010 Sandrine e Gabriel Tacchino' duo pianistico
- -
Venerdi' 18 Giugno 2010 Alessio Bidoli violinista Stefania Mormone pianista
I bigliettiper il primo concerto per Ampre sono già a disposizione dei nostri Abbonati epossono essere acquisiti durante i
concerti i n Conservatorio oppurepresso la nostra sede in Corso di Porta Vittoria 18. Da questo anno chiediamo un piccolo
contributo che deve essere considerato un sostegno, seppur modesto, alla nostra attività

nome Bruno Walter Schlesinger n.d.r); Einstein che gli


dice "Ora so che Dio esiste"; Arrau il quale nota: "la mu-
sica fluiva da lui come se il Dio lo usasse quale messag-
de il -solo gero,,.
In questo primo libro della collana "Grandi Violinisti", in
YEHUDI MENUHIN. L'ORFEO TRAGICO
1
cui sono pubblicate anche le monografie dedicate a Jascha
di Alberto Cantù

1 Zecchini Editore, 2006 (euro 19,OO)


"Yehudi Menuhin (1916-
Heifetz e David Oistrakh, e che sarà presto arricchita
dall'uscita di nuovi volumi, Alberto Cantù ci conduce con
grande passione ed acuto spirito critico attraverso la vita
1999), '2 violino del secolo", artistica di uno dei grandi interpreti del novecento. Dagli
è un prodigio di musica allo esordi come bambino prodigio lungo una carriera segnata
stato puro: un Orfeo in cui anche da numerose crisi, l'autore organizza la narrazione
l'Istinto si fa Rivelazione. utilizzando come riferimento le varie tappe discografiche .
Senza essere "addestrato" da che in definitiva costituiscono per noi l'unica testimo-
virtuoso restituisce con agio nianza de117artedi Menuhin. Una lettura quindi che ri-
assoluto il Concerto in re manda continuamente alla musica vera, vissuta in prima
maggiore di Paganini ma sa persona, stimolando la curiosità del lettore a nuovi ascolti
anche, dodicenne, affrontare ma anche a un nuovo approccio ad incisioni già conosciute
e risolvere nella stessa sera un ed amate che si rivestono di nuovi significati, presentan-
concerto di Bach, quelli di dosi così in una nuova luce. Molto preziosa la discografia
Beethoven e di Brahms con la e la videografia integrali che completano e coronano que-
Filarmonica di Berlino direttore Bruno Walter (vero sto bellissimo itinerario musicale.
7