Sei sulla pagina 1di 8

Quindicinale - Anno 25 - Numero 2

Lintervista
Alluvione e unioni civili
Le versioni del sindaco

Levento
Tutte le maschere
del Carnevale in piazza

Il caso
Il giallo del Leonardo
ritrovato in Svizzera

ilducato.it
Sul sito servizi, notizie
e approfondimenti

ilDucato
Periodico dellIstituto
per la formazione al giornalismo di Urbino

20 febbraio 2015

Giustizia in emergenza
tutte le cifre di una crisi

Notiziario
Autobus

Adriabus cancella
il diretto per Roma
della mattina

Il bus che tutte le mattine va da


Pesaro a Roma non passer
pi per Urbino alle 6,55.
Adriabus ha modificato la
tratta perch salivano pochi
passeggeri. Dora in poi, chi
vuole arrivare nella capitale di
prima mattina dovr prendere
la linea 25 fino a Fossombrone
e da l aspettare la coincidenza
per Roma delle 6,35. Invariate
le altre tre corse.
Ferrovia Fano-Urbino

Proposta dei Verdi


S del consiglio

In otto anni i procedimenti accumulati sono aumentati del 106% per il penale e del 40% per il civile
Il presidente del Tribunale preoccupato:Abbiamo bisogno di pi personale amministrativo
Difficolt anche in Procura. E iI tetto delledificio ancora danneggiato: lavori in corso dal 2013

LA LEZIONE DI CHARLIE

a strage a Charlie Hebdo ha riaperto il dibattito


sui limiti della satira e di conseguenza sul diritto
alla libera espressione del pensiero. La satira, per
definizione, cruda, spietata, senza regole e
senza bersagli prefissati. E dissacrante verso la
politica, prende a bersaglio le religioni senza limiti e senza remore. A volte feroce e cattiva,
oltre che ironica, sarcastica o spiritosa. Spesso
scorretta. In certi casi perfino insultante, oltre i limiti del buongusto, che ovviamente sono soggettivi. In ogni caso libera di dire quello che vuole,
quando vuole e contro chi vuole. La satira tutto
questo o, semplicemente, non satira. Difendere
la libert di espressione non significa condividere
tutto ci che disegnano, scrivono o dicono coloro
che si avvalgono di questo diritto. E difendere la

satira non vuol dire che chi la fa non debba avere


limiti. Ci che non accettabile che i limiti
siano fissati per legge, con tanto di sanzioni per
chi li viola. La risposta migliore lha data il nuovo
direttore di Charlie: Lunica barriera la legge.
Esistono gi le leggi per punire chi commette violenze o istiga a commetterle, ma non pu essere
censurabile o sanzionabile chi esprime un pensiero, anche il pi bieco e ributtante. Certo, specie in Italia, spesso entra in azione lautocensura.
Ma il vignettista non deve mai porsi il problema
delleventuale reazione del bersaglio della satira.
Se si lavora con questo retropensiero meglio
cambiare lavoro. Lunica bussola deve essere lefficacia. Charlie non guardava in faccia ad alcuno. Tanto che lo hanno censurato col piombo.

Il Consiglio regionale delle


Marche ha approvato il 10
febbraio, con 20 voti favorevoli
e 7 contrari, la proposta di
ripristino della ferrovia FanoUrbino presentata daiVerdi. Il
progetto quello di un treno
che percorra lo stesso tragitto
del vecchio e porti turisti e
visitatori a Urbino. Ma tra due
mesi la giunta cambier e non
dovr per forza considerare
questo voto.
Mercato immobili

Prezzi in salita
ma vendite ferme
Il valore degli immobili del
comune di Urbino in lenta
ripresa. Il prezzo medio al
metro quadro delle abitazioni
di 1.511 euro (dati
immobiliare.it, gennaio 2015),
in aumento del 6% rispetto ai
dati di dicembre 2014. Un
segnale di risalita, ma le
compravendite restano ferme.
segue a pagina 8

ilDucato
2

Giustizia

Ingorgo e pioggia in tribunale


Nitri: Situazione precaria

ISABELLA CIOTTI
MARTINA NASSO

a giustizia a Urbino si
regge anche sugli stagisti. Unimmagine
forte per descrivere
le gravi carenze che mettono
in seria difficolt il lavoro
del Tribunale ducale. La preoccupazione per il futuro incerto del palazzo di giustizia
trova riscontro nelle parole
del presidente Francesco
Nitri: La situazione del personale amministrativo
precaria.
A distanza di un anno dal
rischio accorpamento con
Pesaro, che caus molti disagi allorganizzazione degli
uffici giudiziari, il palazzo di
giustizia della citt ducale si
trova ancora in affanno. Aumentano i rinvii delle
udienze, i procedimenti si
accumulano e il personale
amministrativo non basta,
tanto che molto lavoro viene
smaltito grazie ai giovani
che fanno l degli stage con
la speranza di una futura
collocazione nellorganico.
I lavori di manutenzione.
Ad aggravare la situazione
anche le condizioni dello
stabile che ospita gli uffici
giudiziari: Ci sono gravi

Negli ultimi anni si sono accumulati molti


procedimenti e gli amministrativi sono pochi
Il presidente Nitri chiede misure urgenti
al governo. Ma c il progetto di espansione
del circondario di Urbino che potrebbe
scongiurare il rischio di una nuova chiusura

Francesco Nitri, presidente del tribunale

problemi di manutenzione
dice il presidente Nitri il
tetto del tribunale ancora
scoperto nonostante i lavori
siano iniziati nel 2013. Con
le ultime piogge abbiamo
avuto locali allagati e ci
siamo dovuti stringere in
quelli disponibili.
Le statistiche. Gli ultimi
dati disponibili relativi al
2014, anche se non completi, confermano la situazione precaria del palazzo di
giustizia. Ad esempio nel
penale, dove nel secondo semestre 2014 si registra un
aumento di casi pendenti da
723 a 814 con un aumento
del 12,5%. Stessa tendenza
per i casi in carico al gip,
passati da 656 a 741 nel secondo trimestre con un aumento del 12,9%.
Se andiamo a guardare la
serie storica, prendendo i
dati del ministero della Giustizia (gli ultimi disponibili
sono del 31 dicembre 2013)
rispetto al 2005 si registrato un aumento del 106%
dei procedimenti penali non
arrivati a sentenza e un
+40% di quelli civili ancora
pendenti. Di contro le cause
portate a termine sono in diminuzione del 10% per il civile e del 42% per il penale.
Non sempre stato cos,

la situazione precipitata
negli ultimi 4 anni, in corrispondenza col periodo in
cui il tribunale era a rischio
chiusura. Nel 2013 sono stati
iscritti 3551 procedimenti
nei registri civili, ma ne sono
stati chiusi solo 3105 e a fine
anno c'erano 3572 cause
pendenti. Numeri leggermente migliori nel penale,
dove a fronte di 1444 fascicoli aperti, 1085 sono stati
chiusi e ne rimangono 1242
che attendono di essere definiti. Le pendenze civili si
sono accumulate per il rischio chiusura del tribunale.
Le risorse dice Nitri - sono
state concentrate sul penale.
Ora stiamo mettendo le
mani su tutto. Insomma a
Urbino i procedimenti conclusi sono sempre meno rispetto a quelli che vengono
aperti e quindi si stanno accumulando anno dopo
anno.
I dati regionali. Nelle
Marche va cos male solo il
tribunale di Fermo. Nella
giustizia penale la maglia
nera per i processi non conclusi va ad Ancona e Ascoli
Piceno, mentre Urbino rientra nella media regionale. Lo
stesso vale per il numero di
processi civili portati a termine. La giustizia ducale si

ilDucato
3

106% 23% 223 10


laumento di pendenze penali
accumulate dal 2005 al 2013

trova nella situazione di


maggiore difficolt rispetto
al resto della regione per
quanto riguarda il numero
di procedimenti penali definiti, dove spicca il tribunale
di Pesaro per i pochi procedimenti pendenti e i molti
definiti. Un tribunale di dimensioni simili era Camerino, soppresso nel 2013,
che aveva un maggior numero di procedimenti civili
definiti, ma anche pi cause
pendenti.
I tribunali piccoli. Se invece guardiamo alla realt
nazionale, rispetto ai tribunali di minori dimensioni
ancora attivi in Italia (molti
sono stati chiusi nel 2013),
Urbino ha una media di una
causa pendente per ogni
nuova iscritta nel 2013, ma
un basso numero di cause
civili concluse (solo Caltagirone, Locri, Tempio Pausania e Vallo della Lucania
fanno peggio).
Poco personale. Nonostante questo il numero di
procedimenti civili portati a
termine dai magistrati
nella media nazionale. Questo dato indica che a fronte
di un buon lavoro del personale giudiziario del tribunale, ci sono delle difficolt
nello smaltimento dei pro-

la percentuale di amministrativi
che manca in tribunale

cessi. Il tribunale di Urbino


si trova infatti con una mancanza di personale amministrativo
del
23%
dellorganico previsto dal
ministero della giustizia,
una delle situazioni peggiori
tra i piccoli uffici giudiziari
italiani. Nel 2013 ogni dipendente si trovava oberato
da una media di 223 procedimenti (erano 205 a testa a
Fermo, 190 ad Ascoli Piceno,
170 a Pesaro e ad Ancona e
165 a Macerata).
Nitri fa eco a quanto detto
dal ministro della Giustizia
Andrea Orlando: Speriamo
nella mobilit del personale
delle province. Ci auguriamo che questo possa venire a coprire i ruoli
amministrativi in tribunale.
Il progetto di ampliamento del circondario. Per
Nitri - che conosce bene la
realt pesarese, dove ha ricoperto il ruolo di sostituto
procuratore per dieci anni se ci fosse stata la fusione
con il tribunale di Pesaro la
situazione sarebbe stata tragica. Una soluzione alternativa, invece, potrebbe essere
quella di ampliare il circondario di Urbino. L'operazione, come dimostrato
anche da uno studio del
procuratore generale Ales-

i procedimenti che ogni dipendente i Comuni che potrebbero passare


amministrativo deve seguire
sotto Urbino nel progetto della procura

sandro G. Cannevale, da un
lato sgraverebbe Pesaro,
oberato di lavoro nel settore
civile, dallaltro incrementerebbe il numero di magistrati in organico a Urbino.
Nitri aggiunge: Nessuno
a quel punto parlerebbe pi
di chiudere il tribunale di
Urbino. Il trasferimento riguarderebbe 10 comuni
(Barchi, Cartoceto, Fratte
Rosa, Mondavio, Orciano di
Pesaro, Pergola, San Lorenzo
in Campo, Serra SantAbbondio, Saltara e Serrungarina) per un totale di 36.476
residenti attualmente sotto

la competenza di Pesaro. La
proposta stata gi inoltrata
al ministero, ma necessario che un parlamentare la
porti avanti e per fare questo
Nitri si rivolge alla deputata
Alessia Morani.
I problemi del tribunale
emergono non solo quindi
dai dati ministeriali, ma
anche dalle parole del presidente stesso che si rivolge
direttamente al ministro
della Giustizia: Se potessi
chiedere tre cose a Orlando
sarebbero la copertura del
personale amministrativo,
abbiamo troppo personale

che non si trova qui in pianta


stabile; la revisione del circondario con il passaggio di
alcuni comuni da Pesaro a
Urbino per dare pi materia
al tribunale e scongiurarne
definitivamente la chiusura.
Infine vorrei maggior attenzione sulla manutenzione
dello stabile. Tre richieste
che si devono trasformare in
interventi concreti che non
si possono pi rimandare.
Su ilducato.it lintervista
video al presidente del tribunale, tabelle e approfondimenti.

PROBLEMI ANCHE IN PROCURA


Se il tribunale piange, la procura non ride.
Laccumularsi di casi pendenti nel settore penale
dipende anche dalle difficolt dellaltra ala del
palazzo di giustizia. Il procuratore Alessandro
Cannevale sar trasferito sabato 21 febbraio e il
suo ufficio verr retto fno a nuova nomina dal
viceprocuratore Irene Lilliu. Il direttore
amministrativo, Raffaele Suriano, in partenza
entro lestate e non si sa se e quando verr
sostituito.Sono anni che lattivit amministrativa
spiega Suriano- della procura di Urbino va avanti
grazie a stagisti ed ex Lsu (lavoratori socialmente
utili), i cosiddetti contratti a progetto formativo che
la provincia ha assegnato alla procura di Urbino.
Gli impiegati sono costretti a mansioni che non gli

competono: ad esempio, parte del personale di


polizia giudiziaria impegnata con compiti di
cancelleria. Negli anni, molti universitari sono stati,
a lungo sfruttati ben al di l degli impegni legati al
loro stage non retribuito. I fondi ministeriali non
bastano a far fronte alle spese di cancelleria.
Le difficolt risultano ancora pi gravi se si pensa
che il 2014 ha visto crescere considerevolmente il
numero delle notizie di reato segnalate: sono ben
300 in pi rispetto al 2013. In aumento sono
soprattutto i reati contro la pubblica
amministrazione (decine i casi di peculato e abuso
dufficio). Crescono anche i reati fiscali e le
denunce per stalking o maltrattamenti, spesso
seguiti da proveddimenti restrittivi.

ilDucato
4

Lintervista

Per Urbino
sono in arrivo
4,5milionidi euro
Parola di sindaco
Il primo cittadino
Maurizio Gambini ospite
nella sede dellIfg
risponde alle domande
dei redattori del Ducato
Previsto
il miglioramento
per Santa Lucia
E annuncia lapertura
allistituzione del registro
per le unioni civili

SERENA SANTOLI

accia a faccia con


Maurizio Gambini, il
sindaco di Urbino,
eletto nel giugno
2014. Ospite lo scorso 10
febbraio alla sede dellIfg,
stato protagonista dellintervista collettiva condotta
dai giornalisti de il Ducato.
Trasporti pubblici, infrastrutture, rischio idrogeologico, unioni civili e cultura
sono stati i temi pi importanti trattati nel corso dellincontro. Gambini ha
risposto a tutte le domande,
esprimendo i suoi punti di
vista sulla vita della citt e
sui problemi ancora da risolvere.
Come abbiamo scritto su
Il Ducato, il parcheggio di
Santa Lucia non sta dando i
risultati sperati. Cosa accadrebbe se Urbino Servizi
non pagasse le rate dei due
mutui che ha acceso?
Sui debiti aperti dal Comune attraverso la Urbino
Servizi per il parcheggio di
Santa Lucia sono fiducioso.

Vedo lontana la possibilit


di uninsolvenza della societ. Ci sono margini di miglioramento.
Il
debito
trentennale prevede un ammortamento di 60 anni che
inizier nel 2017. Per quella
data, che coincide con la
conclusione del periodo di
rodaggio della struttura,
Urbino Servizi sar in grado
di far fronte ai pagamenti
delle rate del mutuo. Qualora le entrate della societ
non dovessero essere sufficienti ne risponder lamministrazione stessa, che
avr il compito di coprire la
parte mancante attingendo
al bilancio comunale.
Per il consorzio lesondazione del Foglia non dovuta allapertura della diga,
che il giorno dellalluvione
rimasta chiusa.
La responsabilit per
quello che successo del
Consorzio di bonifica delle
Marche che gestisce la diga
di Mercatale a Sassocorvaro.
Dinverno il bacino serve da
polmone per evitare situazioni come queste. Non
possibile che la sera alle 20

sia pieno fino allorlo


quando sono previste giornate di pioggia. Nessunaltra
zona del territorio ha avuto
problemi simili. Proporr al
consiglio provinciale straordinario una delibera per
fare causa allo Stato per
danno erariale e punter a
realizzare un miglior sistema
di comunicazione tra i tre
enti predisposti al controllo
della zona (Regione, Provincia e Consorzio, ndr). I dipendenti del Comune sono
andati sul luogo dellesondazione e non cera nessuno
a controllare. Sono dovuto

andare dal dirigente della


polizia provinciale che mi ha
detto di non sapere nulla
dellallagamento.
Quando partiranno i lavori di riqualificazione della
Data, mercatale e del parco
delle Vigne?
Il progetto di riqualificazione culturale e commerciale della citt prevede lo
stanziamento di quattro milioni e mezzo per riqualificare la Data, lantica
scuderia di Palazzo Ducale,
la piazza del Mercatale e il
Parco delle Vigne, realizzato

ilDucato
5
Diga di Mercatale

Netti contrattacca
False le accuse
al Consorzio

grazie ai fondi erogati dal


ministero dei Beni Culturali.
Il progetto funzionale stato
approvato, ma il finanziamento non ancora stanziato. Nel pacchetto
prevista dunque anche la riconversione del Parco delle
Vigne, pensato come un orto
botanico allaperto dal sapore rinascimentale, e di
borgo Mercatale, dove il parcheggio scomparir per fare
posto a una piazza completamente ripensata. Intanto
gi a maggio, in concomitanza con linizio di Expo
2015 a Milano, la Data ospiter unesposizione di venti
eccellenze culturali del
Montefeltro, con particolare
attenzione alla produzione
enogastronomica.
Con lordinanza anti-alcol
il gioved sera ci sono meno
giovani in piazza. Nel suo
programma accennava a
luoghi di aggregazione alternativi. Sono stati aperti?
Non il sindaco che deve
fare proposte, ma gli studenti attraverso i loro organi
di rappresentanza: soltanto
a quel punto verranno prese
in considerazione al consiglio comunale. Stiamo vagliando lipotesi di creare
una tensostruttura semipermanente in piazza Mer-

catale, che funzioner in diversi periodi dellanno.


Come vi state muovendo
sul progetto dei collegamenti diretti con gli aeroporti
vicini
(Ancona,
Rimini, Bologna) e sul miglioramento dei trasporti
interni?
Con il ripristino della ferrovia Urbino potrebbe essere molto meno isolata e
avrebbe la possibilit di collegarsi con le citt raggiunte
dallalta velocit come
Roma. Non solo: dopo la
chiusura della ferrovia abbiamo perso migliaia di abitanti. Lo spopolamento di
Urbino da ricercare anche
in questa mancanza. Per
quanto riguarda i collegamenti diretti da Urbino agli

aeroporti pi vicini, tra cui


Ancona e Rimini, la riduzione dei voli in queste due
citt non sta aiutando lorganizzazione del progetto.
Laeroporto di Bologna
quello che tra le tre citt inserite nel programma funziona meglio, ma mancano
le coincidenze con il treno
che parte da Pesaro (raggiungibile da Urbino con un
autobus). Lo stato nelle infrastrutture assente. Tanti
servizi vanno comunque garantiti anche se non danno
un ritorno economico.
Apertura del registro per
le unioni civili: lei crede che
sia possibile farlo a Urbino?
Sono favorevole allistituzione del registro per le
unioni civili, ma sar com-

pito dellassessore ai servizi


sociali Lucia Ciampi a occuparsi degli sviluppi della vicenda.
Oltre alla fusione tra polizia di Urbino e quella della
comunit Montana Alto e
Medio Metauro, state considerando altre attivit?
Lunione della polizia locale rientra allinterno di un
progetto pi ampio che vede
i piccoli Comuni della zona
seguire una linea comune in
settori come il turismo, i servizi legali e lurbanistica. Coordinando lUnione dei
Comuni (Borgo Pace, Mercatello sul Metauro, SantAngelo in Vado, Peglio, Urbania
e Fermignano, ndr) potremo
crearci opportunit di crescita e sviluppo.
Perch Urbino ha perso
loccasione di diventare Capitale europea 2019?
Sono sempre stato critico
sul programma della Campagna per Urbino capitale
europea 2019 presentata
dallarchitetto Ceccarelli. Si
basava solo sul patrocinio
dellUnesco, senza valorizzare le peculiarit del territorio.
Lintervista integrale
su ilducato.it

Maurizio Gambini durante


lintervista pubblicata in
questa pagina ha accusato il
Consorzio di bonifica di essere
il responsabile
dellesondazione del Foglia di
Venerd 6 Febbraio, ma il
commissario straordinario
Claudio Netti non ci sta: Ci
accusano di aver vuotato
linvaso,ma bisogna intendersi
sulle parole : non stato
vuotato, sarebbe una follia; a
un certo punto si cominciato
a scaricare quello che
ricevevamo a monte a causa
della pioggia. Tutta
loperazione stata eseguita
mantenendo un contatto
continuo con la Provincia e
con chi doveva occuparsi della
sicurezza a valle.
La catena di comando,
aggiunge Netti deve essere
controllata secondo certe
regole, e sostenere come ha
fatto il sindaco, che abbiamo
lavorato in autonomia una
falsit - spiega Netti - Le
operazioni di scarico si basano
sulle previsioni meteo, si
decide come procedere in
base ai bollettini che arrivano
dalla Sala operativa unificata
permanente della Protezione
civile di Pesaro. E sulle
precipitazioni arrivate tra
gioved 5 e venerd 6, il parere
di Netti chiaro, la sua portata
era stata sottovalutata.
Il problema vero sembra
essere quello dei fondi per le
politiche di lungo respiro. Su
questo sono daccordo sia il
commissario Netti che
Gambini, che anche vice
presidente della Provincia. I
tagli continui del governo
hanno svuotato le casse e la
logica della prevenzione stata
del tutto abbandonata.
Il sindaco di Montecalvo in
Foglia ha convocato
unassemblea pubblica per
luned 23 febbraio, invitando i
sindaci della zona e il
Consorzio, per discutere
strategie future per evitare
nuove esondazioni. (g.p.)

ilDucato
6

Levento
Grappoli duva
centurioni
e Bassotti
Il Carnevale
delle contrade
Il Carnevale in Piazza
2015 stato organizzato
dallAssociazione
delle Contrade
e dal Comune di Urbino
Questanno coinvolti
anche gli studenti
di due licei e le frazioni
di Gadana e Cavallino
Premiate, di fronte
a Palazzo Albani,
le maschere migliori

rbino ha festeggiato il Carnevale


sabato 14 febbraio
con un lungo corteo da Porta Santa Lucia a
piazza della Repubblica: dai
centurioni romani, passando per i minion di Cattivissimo Me a Mary Poppins
e il suo immancabile ombrellino.
Dieci le contrade in maschera che hanno animato il
centro, insieme agli studenti
e alle frazioni di Gadana e
Cavallino. I centauri di
Grease hanno attraversato
via Raffaello in sella alle
moto. In testa, gli antichi romani del liceo delle scienze
umane. I gruppi si sono presentati in piazza davanti ai
giudici per convincerli a
farsi votare. Capitan Uncino
(Giuseppe Biancalana) conduceva la parata.
Alla fine dei giochi i giurati
sono stati conquistati dai
grappoli duva interpretati
dai bambini di Mazzaferro.
Il loro stato il Gruppo mascherato pi bello. Il vicesindaco Maria Francesca
Crespini ha premiato gli abitanti di Duomo come i pi
organizzati. La terza coppa
lha consegnata il presidente
del Legato Albani Giovanni
Pagnoni ai biscottini della
prima colazione di Piansevero riconosciuti i pi
estrosi. La Rivoluzione
francese inscenata sul palco
da Valbona con lannuncio
della ghigliottina per Maria
Antonietta la pi intellettuale. Giovanni Volponi
della Pro Urbino ha assegnato il premio simpatia al
gruppo di che pasta sei? (S.
Bernardino). Grease (contrada Monte) ha ricevuto il
premio speciale. La pi colorata stata la Compagnia
dellArcobaleno della contrada Hong Kong che ha abbagliato il pubblico di
questo Carnevale urbinate.

Il gobbo Gru e i minion


di Cattivissimo me
Sopra, i bambini vestiti
da grappoli duva
A fianco, i centurioni romani
In basso, da sinistra, Maria
Antonietta e Mary Poppins
Sotto il titolo, dallalto, Capitan
Uncino, Danny Zuko e Sandy
Olsson di Grease
e la Banda Bassotti
(foto e testi di Alessandro
Crescentini, Serena Santoli
e Mauro Torresi)

Cronaca
Il Leonardo
ritrovato
Ma scontro
sullautenticit
Opinioni contrastanti
su chi sia lautore
del dipinto ritrovato
in una banca svizzera
Pedretti non ha dubbi:
Si vede la mano
del genio toscano
Per Sgarbi invece
una patacca: non vale
pi di 2000 euro

GIORGIO PINOTTI

arlo Pedretti, fra i


massimi esperti di
Leonardo da Vinci,
non ha dubbi:
Sulle pennellate che compongono il volto di Isabella
dEste evidente il tratto del
maestro del Rinascimento.,
mentre le mani sarebbero
opera dei suoi discepoli.
Sulla perizia di Pedretti si
basata la Procura della Repubblica di Pesaro per lautenticazione del quadro,
trovato nel caveau di una
banca di Lugano lo scorso
10 febbraio. Ma non man-

ilDucato
7
cano voci discordanti che
hanno fatto nascere polemiche sulla paternit dellopera: in prima fila il
critico darte Vittorio Sgarbi
raggiunto telefonicamente
dal Ducato, ha definito il
quadro una patacca, che
non varrebbe pi di 2000
euro. Lassessore alla Rivoluzione di Urbino ritiene che il
ritratto sia stato realizzato
da un imitatore del genio toscano che voleva omaggiarlo a 20 anni dalla sua
scomparsa. Con lui anche
Tomaso Montanari, che ha
dichiarato a La Repubblica:
Il quadro non di Leonardo.
Per il momento di sicuro
nessuno degli studiosi, che
propenda per lautenticit o
meno, ha potuto analizzare
il quadro, se non attraverso
le immagini diffuse dalla
stampa. Solo nei prossimi
mesi le analisi che verranno
eseguite sullopera potranno
fare maggiore chiarezza su
questa disputa.
La tela stata sequestrata
dalla Guardia di finanza di
Pesaro, in collaborazione
con la polizia elvetica. Estata trovata avvolta in una
carta bianca, buttata a terra
come un cimelio dimenti-

cato. I carabinieri erano


sulle tracce del quadro gi
dallagosto 2013, quando
scoprirono che era in possesso di un avvocato del foro
di Pesaro, incaricato di venderlo per una cifra non inferiore a 95 milioni di euro.
Inizi cos un indagine per
illecitaesportazione di opere
darte, che gi port ad un
tentativo di sequestro: fallito
perch il proprietario aveva
nel frattempo spostato il dipinto. La svolta avvenuta
nellagosto 2014, quando la
Guardia di finanza di Pesaro,
nel corso di altre indagini
per reati fiscali e truffe assicurative, ha ottenuto notizie
utili per rintracciare il quadro. Notizie che hanno portato al sequestro del 10
febbraio.
Sarebbero una decina le
persone indagate tra cui lo
stesso avvocato di Pesaro incaricato di venderlo. Laccusa di associazione a
delinquere finalizzata allillecita esportazione di opere
darte. Tramite lavvocato si
riusciti a risalire al proprietario del quadro: sarebbe
Emidia Cecchini, pesarese
di 70 anni, la cui famiglia si
tramandava il quadro da almeno tre generazioni.

Il medico buono di Fermignano


e la lunga fila di clandestini
MARCO TONELLI
Lorario di ricevimento ogni
luned dalle 16 alle 19, ma in
molti si mettono in fila tutta
la settimana, davanti al suo
studio. Paolo Agostinelli, da
due anni allAsur 1 di Fermignano, infatti il punto di riferimento per gli stranieri
senza permesso di soggiorno che necessitano di
cure mediche. Con il suo lavoro, nel suo piccolo ambulatorio pieno di medicinali e
manuali, Agostinelli segue
171 immigrati irregolari, in
maggioranza adulti e anziani albanesi, marocchini e
africani, che si aggiungono a
400 pazienti stranieri regolarmente residenti nella
zona.
Dopo 35 anni di carriera
come medico di base ho deciso di occuparmi di queste
persone. Diversi medici di
Fermignano, e dei paesi vicini, spesso e volentieri rifiutano i pazienti stranieri, e

Da due anni, Paolo Agostinelli segue gli stranieri


senza permesso di soggiorno. Tante le problematiche
e le richieste: dalle semplici analisi, alla cura
del diabete e dellipertensione un lavoro difficile
ma sono felice di farlo, si tratta del mio dovere

171
gli immigrati senza documenti
curati nei due anni di servizio
allAsur 1

400
i Pazienti stranieri regolari
nel comune di Fermignano

anche per questo motivo


vengono convogliati nel mio
ambulatorio, racconta il
dottor Agostinelli.
Le richieste sono tante e
inaspettate, qui si presentano pazienti con malattie
croniche come il diabete,
lipertensione e problemi
cardiaci, e non malati di malaria, tubercolosi o patologie
varie legate alla malnutrizione. Le diversit culturali,
a volte, complicano il rapporto, anche se la maggior
parte di loro parla correttamente litaliano, e lo stesso
Agostinelli riesce a padroneggiare linglese e il francese.
Il medico diventato un
punto di riferimento anche

per le comunit educative


per i minori della zona,
come la Villetta di Urbino.
Finalmente dopo tante
procedure burocratiche, abbiamo anche noi un medico
che ci segue, senza di lui,
anche richiedere una semplice radiografia diventa impossibile racconta Elio
Bisci, operatore della comunit, che ospita numerosi
minori stranieri e irregolari.
Anche in questo caso le necessit sono numerose: da
un certificato di sana e robusta costituzione per fare
sport, alle cure per una semplice influenza o una colica
renale passando per la richiesta di analisi ed esami di
tutti i tipi.
un lavoro difficile,
pieno di incomprensioni e
problemi, a partire dalla richiesta, da parte di alcuni, di
medicinali inutili e inadatti
alle loro condizioni di salute
conclude Agostinelli ma
sono felice di farlo, in fondo
faccio il mio dovere.

Il caso

Adsl a Montesoffio
tra Curia e Esaway
trattativa sospesa
Gli abitanti di Montesoffio
aspettano da due anni lAdsl. I
lavori dovevano finire nel 2013,
ma il servizio ancora parziale.
Per risolvere il problema
bisogna creare un ponte,
installando unantenna a Monte
Spadaro, ma loperazione al
centro di una trattativa che dura
da mesi, tra lArcidiocesi di
Urbino, proprietaria del terreno,
e lazienda Esaway.
La Curia chiede 10.000 euro
allanno di affitto, cifra che
lazienda ritiene insostenibile
poich il ricavo, per il numero di
famiglie coinvolte, sarebbe di
appena un migliaio di euro a
fronte di una spesa dieci volte
pi alta.Lazienda pronta a
investire per rispondere alle
richieste degli a abitanti
esattamente come abbiamo
fatto nella frazione Secchiano di
Cagli e a Babucce nel comune
di Tavullia - assicura Esaway ma a fronte di una somma
proporzionata.
La Curia, per, rimane ferma
sulla sua posizione ed Esaway
tornata luned a Montesoffio per
incontrare un privato,
proprietario di un altro terreno a
Monte Spadaro, che potrebbe
rappresentare la soluzione
alternativa per risolvere la
questione Speriamo che
questo faccia ragionare la Curia
ha affermato durante
lintervista allIfg (vedi pag. 4) il
sindaco di Urbino Maurizio
Gambini perch venga
incontro alla ditta.
Il circolo Arci di Montesoffio ha
lanciato una raccolta di firme
per sollecitare la mediazione,
chiedendo di incontrare il
sindaco:Siamo stanchi di
essere emarginati, i nostri
studenti, le aziende agricole, gli
agriturismi sono tutti tagliati fuori
e tra due anni sar tutto
digitalizzato.
Tarcisio Porto, lex assessore
regionale che aveva seguito il
progetto di digitalizzazione
della provincia, sostiene:
Questa situazione si pu
risolvere subito, basta che
Curia, politica e azienda si
mettano attorno a un tavolo. E
aggiunge:La Curia non
dovrebbe lucrare, Papa
Francesco dovrebbe fare un
appello perch le curie mettano
a disposizione i patrimoni che,
sebbene privati, hanno una
valenza pubblica. (m.n.)

ilDucato
8

Notiziario
Denaro pubblico

Spese pazze
anche a Urbino

LO SCATTO

Giornalismo culturale

Massarenti presenta
il suo nuovo libro

Tra i 66 indagati per peculato o


concorso in peculato e truffa
nellinchiesta sulle Spese
pazze nella Regione Marche ci
sono anche il capogruppo del
Pd in Regione Mirco Ricci e il
consigliere comunale a Urbino
(Forza Italia) Elisabetta Foschi.
Foschi ha dichiarato al Ducato:
Le somme sono rimborsi
mensili previsti assegnati ai
consiglieri per le attivit sul
territorio. La Procura di
Ancona mi ha solo segnalato
alcune spese documentate
in modo non adeguato.

Il 6 marzo alle ore 17,30


Armando Massarenti, filosofo e
responsabile del supplemento
culturale del Sole 24 Ore,
presenter alla biblioteca San
Giovanni di Pesaro il suo libro
Istruzioni per rendersi felici.
Come il pensiero antico
salver gli spiriti moderni
(Guanda 2014). Lincontro
previsto nellambito del
Festival del Giornalismo
Culturale che si svolger a
Urbino il 23 e 24 aprile 2015 e a
Fano il 25 e 26 aprile.
Camera Commercio

Urbino servizi

La nuova sede
aperta in centro

Ridotto lappalto
Cinque senza lavoro
Cinque addetti al Mercatale e
alla biglietteria di Santa Lucia
sono rimasti senza lavoro
dopo la decisione di Urbino
Servizi di affidare laccoglienza
a personale con conoscenza
delle lingue. Lo denuncia la
Cooperativa Sociale Opera che
si occupa dellinserimento di
soggetti svantaggiati: persone
con invalidit fisica, psichica o
ex detenuti. Mario Rosati, vicepresidente di Opera ha
spiegato che lazienda
pubblica richiedeva persone
pi preparate per
laccoglienza dei turisti.
Condanne

Tre mesi di carcere


per tentata truffa
Un uomo, Luigi Corsini, stato
condannato il 10 febbraio a tre
mesi di reclusione e a una
multa di 300 euro per tentata
truffa, con il beneficio della
sospensione condizionale
della pena. Aveva pagato una
fattura dal meccanico con un
assegno legato a un conto
corrente chiuso nel 2012.
Criminalit

Quattro arresti
per accoltellamento
Catturati i quattro uomini che
hanno accoltellato Tarik Ayad,
il 7 dicembre scorso, a
Mercatale di Sassocorvaro
come vendetta per il furto di
due grammi di cocaina. Erton
Fishekay, Fatjion Pashkue
Romeo Hanzo sono ora in
carcere con laccusa di tentato
omicidio con laggravante del
porto darmi abusivo, mentre

Torricini ancora coperti dai ponteggi. Soprintendenza ottimista


I Torricini sono ancora nascosti dietro ponteggi e
impalcature. I lavori dovevano finire il 29
dicembre 2014: un restauro era cominciato dopo
il nevone del 2012 per intervenire su sicurezza e
antisismica. Il budget stanziato dal Ministero
per i beni culturali era di oltre un milione e
mezzo. Un lavoro complicato che la
Soprintendente di Urbino Maria RosariaValazzi

garantisce finito: Devono solo tirare gi i


ponteggi, ho parlato con la soprintendenza di
Ancona e in un mese tutto sar pronto. Ma in
cantiere lottimismo non condiviso:
sicuramente i ponteggi del torricino con
lascensore staranno in piedi pi a lungo del
previsto, per laltra torre loperazione dovrebbe
essere pi rapida.

La Camera di commercio di
Urbino riapre in una nuova
sede. Mercoled 18 febbraio
sono stati inaugurati i nuovi
uffici, concessi dal Comune, in
piazza della Repubblica, nel
palazzo del Legato Albani.
Saranno aperti il mercoled e il
venerd dalle 9 alle 12. Oltre a
tutti i servizi offerti finora, la
Camera di commercio
rilascer anche certificati in
lingua inglese per le aziende.
Vandalismo

Yassine Abir Essabil,


costituitosi tre giorni dopo
laggressione, agli arresti
domiciliari. Per due di loro
altro capo daccusa spaccio
di sostanza stupefacente.
Lindagine dei carabinieri di
Urbino durata due mesi.
Universit e startup

Nuovo accordo
Carlo Bo e Bp Cube
Luniversit Carlo Bo ha
firmato un accordo con la Bp
Cube, societ di consulenza
per startup e incubatore
dimprese. Laccordo
permetter a studenti, laureati
e ricercatori di essere guidati
passo dopo passo nella
creazione di una start up a
partire dalle loro idee e

progetti. La Bp Cube fornisce


anche un aiuto nella ricerca di
fondi pubblici e privati per
finanziare nuove aziende.

Urbino. I voucher avranno un


valore nominale di 10 euro. Per
il progetto il Comune ha messo
a disposizione circa 20.000
euro.

Voucher lavoro

Tante domande
soldi non bastano
Lassessore ai servizi sociali e
allistruzione Lucia Ciampi ha
dichiarato che il Comune non
riuscir a coprire tutte le
domande in arrivo per i
voucher sulla disoccupazione.
I buoni lavoro per attivit
socialmente utili, come
manutenzione delle aree
verdi, assistenza ad anziani o
collaborazione nelle mense
scolastiche, sono destinati a
disoccupati e inoccupati
residenti nel Comune di

Fermignano e Urbania

Rubati in due case


oro e contanti
Luned 16 febbraio, tra le 18 e le
19, ci sono stati due casi di furti,
uno a Fermignano, vicino al
supermercato Eurospin e
laltro a Urbania, in via
Circonvallazione. In entrambi i
casi, i ladri sono entrati dalla
finestra mentre in casa non
cera nessuno e hanno rubato
indisturbati gioielli in oro e
contanti per un valore
complessivo che non stato
ancora quantificato.

ASSOCIAZIONE PER LA FORMAZIONE AL GIORNALISMO, fondata da Carlo Bo. Presidente: Vilberto


Stocchi, Rettore dell'Universit di Urbino Carlo Bo. Consiglieri: per l'Universit: Bruno Brusciotti, Lella
Mazzoli, Carlo Magnani; per l'Ordine: Nicola Di Francesco, Stefano Fabrizi, Simonetta Marfoglia; per la
Regione Marche: Jacopo Frattini, Alessandra Ciolli; per la Fnsi: Giovanni Rossi, Giancarlo Tartaglia
ISTITUTO PER LA FORMAZIONE AL GIORNALISMO: Direttore: Lella Mazzoli, Direttore emerito: Enrico
Mascilli Migliorini. SCUOLA DI GIORNALISMO: Direttore Giannetto Sabbattini Rossetti
IL DUCATO Periodico dell'Ifg di Urbino Via della Stazione, 61029 - Urbino - 0722350581 - fax
0722328336 http:// ifg.uniurb.it/giornalismo; e-mail: redazioneifgurbino@gmail.com
Direttore responsabile: Giannetto Sabbatini Rossetti; Stampa: Arti Grafiche Editoriali Srl - Urbino 0722328733 Registrazione Tribunale Urbino n. 154 del 31 gennaio 1991

Giovani ubriachi
sradicano cartello
Tre minorenni ubriachi sono
stati denunciati al tribunale
minorile di Ancona per aver
sradicato un cartello stradale
in via dei Morti a Urbino dopo
aver marinato la scuola la
mattina di venerd 13 febbraio.
Altri due ragazzi maggiorenni
che facevano parte dello stesso
gruppo hanno ricevuto una
sanzione amministrativa per
ubriachezza molesta.
Fermignano

Multe ai padroni
se il cane gira libero
Per chi lascia liberi i propri cani
multe fino a 258 euro. Lo ha
stabilito il sindaco di
Fermignano Giorgio
Cancellieri con unordinanza.
Lo facciamo per la sicurezza
pubblica, ma anche per quella
degli stessi animali. Un cane
libero pu finire in mezzo la
strada o mordere un
bambino, ha detto Cancellieri.
Dora in poi anche lobbligo di
usare guinzagli lunghi
massimo un metro e 50.