You are on page 1of 2

Meningococco B, Francesco Gulli, AD Novartis

Vaccines: Regno Unito lancia campagna di


vaccinazione nazionale infantile
Regno Unito, il Joint Committee on Vaccination and Immunisation ha raccomandato
linclusione del vaccino Novartis contro il meningococco B nel Programma di
Immunizzazione nazionale. Francesco Gulli, AD di Novartis Vaccines, azienda
biotecnologica del Gruppo Novartis: Abbiamo lavorato duramente per oltre 20 anni per
arrivare a questo traguardo. La vaccinazione sottolinea Gulli rappresenta unefficace
difesa contro questa aggressiva malattia. E lunico vaccino autorizzato dotato di unampia
copertura e approvato nella Comunit Europea, in Canada e in Australia per tutti i
gruppi di et, a partire dai due mesi.

Testo tratto dallarticolo di Quotidiano Sanit del 24 marzo 2014


Il Joint Committee on Vaccination and Immunisation (JCVI) britannico ha
raccomandato linclusione di Bexsero (vaccino contro il meningococco di gruppo B
[rDNA, componente, adsorbito]) nel Programma di Immunizzazione nazionale (National
Immunization Program, NIP) britannico. Ad annunciarlo stata lazienda produttrice del
vaccino Novartis, spiegando che, secondo la raccomandazione, il vaccino contro il MenB
dovr essere utilizzato di routine nei bambini a partire dai 2 mesi di et, per contribuire a
proteggere contro questo sierogruppo Limplementazione verr effettuata dal Department
of Health, attraverso il National Health Service, cio il Servizio sanitario nazionale inglese.
La decisione da parte delle autorit britanniche una bellissima notizia per molti genitori
che potranno finalmente proteggere i loro figli dalla meningite ha dichiarato Francesco
Gulli, AD di Novartis Vaccines. In Novartis abbiamo lavorato duramente per oltre 20
anni per arrivare a questo traguardo. La protezione dei neonati, i soggetti pi vulnerabili,
sar un grande risultato, ma anche una forte motivazione per noi a continuare i nostri
sforzi per difendere tutti i bambini e gli adolescenti contro questa malattia, nel Regno
Unito e nel resto del mondo.
La meningite B una malattia rara ma aggressiva, e spesso mortale. E la principale

causa di malattia meningococcica e di setticemia in Europa, continua lAD Gulli,


evidenziando che il meningococco B pu uccidere o causare gravi disabilit permanenti
entro 24 ore dal suo esordio, lasciando tempi ristretti di intervento. Come i neonati, anche
gli adolescenti sono ad elevato rischio di contrarre la meningite e presentano un elevato
tasso di mortalit. Ogni anno oltre 3000 persone nel Regno Unito contraggono la
meningite batterica e la setticemia, e il meningococco B responsabile di oltre la met di
questi casi. La vaccinazione rappresenta unefficace difesa contro questa aggressiva
malattia.
Un plauso al JCVI per aver preso la decisione giusta e aver reso questo vaccino salvavita
disponibile ai lattanti, dimostrandosi ancora una volta allavanguardia nella prevenzione
della malattia meningococcica. Mi auguro che presto anche lItalia segua questo esempio,
raccomandando il vaccino nel proprio Piano Nazionale Vaccini, ha commentato Michele
Conversano, presidente SItI, Societ Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanit
Pubblica. Le societ scientifiche avevano gi espresso il loro parere favorevole,
raccomandando lutilizzo di questo vaccino per limmunizzazione gratuita nel primo anno di
vita.
Il vaccino contro il meningococco B di Novartis, spiega Francesco Gulli, lunico
vaccino autorizzato dotato di unampia copertura e approvato nella Comunit Europea,
in Canada e in Australia per tutti i gruppi di et, a partire dai due mesi. Il vaccino
Novartis stato anche approvato per luso negli Stati Uniti, secondo un protocollo di
Investigational New Drug (IND, nuovo farmaco sperimentale), come parte di programmi di
vaccinazione implementati presso la Princeton University e la University of California Santa
Barbara (UCSB). Le recenti epidemie di meningococco B negli Stati Uniti dimostrano la
natura dinamica e imprevedibile di questa malattia e la necessit di una protezione ad
ampia copertura attraverso la vaccinazione. Novartis continua a collaborare con le autorit
sanitarie di tutto il mondo, nelle aree in cui la meningite B rimane unesigenza di sanit
pubblica insoddisfatta, per sostenere un ampio e tempestivo accesso al vaccino.
Fonte: Quotidiano Sanit