Sei sulla pagina 1di 13

Licenze per l'esercizio dell'attivita', obblighi previsti dai contratti standard per il trasporto di merci, redazione dei

documenti che costituiscono il contratto di trasporto, autorizzazioni al trasporto internazionale, obblighi previsti dalla
convenzione relativa al contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR), redazione della lettera di vettura
internazionale, attraversamento delle frontiere, commissionari di trasporto, documenti particolari di accompagnamento
delle merci.

1) Che cos' l'Albo degli autotrasportatori ?


E lalbo in cui si debbono iscrivere tutti gli autotrasportatori in conto terzi.
2) Quando il trasporto merci pu avvenire in esenzione da licenze ?
3) Che licenza serve per effettuare attivit di trasporto in conto proprio ?
Una licenza rilasciata dalla provincia. E libera se la portata fino a 3T, se
superiore a 3T subordinata a parere favorevole di apposita commissione.
4) Che cosa bisogna fare per poter svolgere attivit di trasporto cose per
conto di terzi ?
Bisogna iscriversi allalbo degli autotrasportatori.
5) Quali sono i requisiti per l'iscrizione all'albo degli autotrasportatori ?
Dimostrare di avere i requisiti di onorabilit, capacit finanziaria e capacit
professionale. Le imprese con veicoli di massa fino a 1,5 T hanno solo lobbligo
dellonorabilit.
6) Quali sono i contrassegni obbligatori da porre sui mezzi per segnalarne il
servizio cui destinato ?
Una banda diagonale anteriore e posteriore, rossa se trasporto in conto proprio
e bianca se trasporto in conto terzi.
7) Chi il preposto alla direzione all'attivit di trasporto ?
La persona che ha lidoneit professionale. Pu essere il titolare, un socio, un
collaboratore o un dipendente appositamente designato. Il preposto non pu
essere designato in due imprese diverse.
8) Cos' il contratto di trasporto su strada e quali sono gli elementi principali ?
E un contratto in base al quale il vettore si impegna, dietro corrispettivo, a
trasferire persone o cose da un luogo allaltro. I requisiti essenziali sono lutilit
patrimoniale, possibilit fisica, possibilit giuridica e determinato (sia nella
quantit che nella qualit).
9) Quali sono le responsabilit in capo al vettore in caso di perdita o avaria
delle cose trasportate ?

E responsabile, dal momento di presa in carico al momento di riconsegna al


destinatario, se non prova che tale perdita avvenuta per caso fortuito o di forza
maggiore, dalla natura o dai vizi delle cose e del loro imballaggio. Se accetta
senza riserve, significa che le cose non presentano apparenti vizi di imballaggio.
10) Quali sono i soggetti del contratto di trasporto ?
Proprietario, mittente (colui che stipula il contratto di trasporto), vettore (colui che
assume lobbligo di trasportare cose o persone), caricatore (colui che consegna
la merce al vettore e ne cura la sistemazione sul veicolo) e destinatario (chi
riceve la merce).
11) Quali sono le verifiche che il vettore deve fare al momento della presa in
carico della merce ?
Deve verificare che le merci non presentino vizi di forma o imballaggio, in caso
le pu accettare con riserva.
12) Cosa deve fare il conducente nel caso in cui il trasporto sia impedito o
ritardato o se il destinatario irreperibile o si rifiuta di ricevere la merce ?
Deve dare immediata comunicazione al mittente (che titolare del diritto fino a
consegna finale), pu scaricare la merce in luogo idoneo (deposito). Pu
vendere la merce in caso sia deperibile.
13) Cosa prevedono le norme in materia di risarcimento in caso di ritardo o
mancata esecuzione ?
Deve risarcire il ritardo, se oltre 30 giorni dal termine di riconsegna o 60 giorni
dalla presa in carico, in misura comunque non superiore al prezzo di trasporto.
14) Cos' il trasporto con pluralit di vettori e che tipologie esistono ?
Quando la fase di trasporto avviene con pi vettori. Ci pu essere Subtrasporto,
in cui un vettore assume lobbligo con il mittente, poi da mandato ad altri vettori
di fare parte o tutto il trasporto. Trasporto con Rispedizione, dove il vettore
opera, dopo aver fatto il trasporto, come mittente per la successiva tratta di
trasporto. Trasporto cumulativo, dove pi vettori assumono lesecuzione del
trasporto, rispondendone tutti in solido dellobbligazione.
15) Cos' il DTT ?
Documento di Trasporto. Pu essere sostituito dalla fattura accompagnatoria.
16) Cos' la scheda di trasporto ?
Il documento che sostituisce il DTT e che integra pi dati, come caricatore e
proprietario della merce. Pu essere sostituita dal contratto di trasporto.

17) Cosa si intende per trasporto internazionale di merci ?


Qualunque spostamento di un veicolo, anche scarico o solo in transito, tra due
stati diversi, anche tra paesi UE.
18) Quali sono i trasporti che vanno svolti con la licenza comunitaria ?
Quelli effettuati in ambito SEE in regime di conto terzi.
19) Quali sono i trasporti che possono essere svolti senza alcuna
autorizzazione in ambito UE ?
Servizi postali, di veicoli danneggiati, con veicoli fino a 6 T, in conto proprio e di
medicinali o attrezzature mediche.
20) Quali sono le autorizzazioni necessarie per svolgere servizi di trasporto in
ambito extracomunitario ?
Autorizzazioni contingentate (cio limitate) frutto di accordi bilaterali o
multilaterali.
21) Cos' l'autorizzazione CEMT e per che tipologie di trasporti necessaria ?
Unautorizzazione per trasporti nellarea CEMT (Ue + altri paesi europei) che
pu essere annuale o di breve durata (30 giorni). Non cedibile. Possono avere
limitazioni per i veicolo non Euro3 o per alcuni stati.
22) Cosa sono i trasporti in regime di cabotaggio ?
Unimpresa, che non stabilita in uno stato, pu effettuare fino a 3 trasporti
nazionali nello stato di entrata, nel rispetto delle normative vigenti in quello stato,
purch a seguito di entrata a carico ed entro una settimana dal termine del
viaggio in entrata.
23) Come sono regolamentati i trasporti attraverso la Svizzera ?
Tra Ue e Svizzera c un accordo che recepisce il regime di licenza comunitaria,
quindi i documenti svizzeri hanno la stessa validit di quelli europei.
24) Cos' la CMR ?
Il contratto di trasporto internazionale di cose. Vale anche in caso di trasporto
intermodale.
25) Cos la Lettera di Vettura ?

Il documento che accompagna la merce, in caso di CMR. Compilato dal mittente


in almeno tre copie, una per se stesso, una che accompagna la merce per il
destinatario e una trattenuta dal vettore.
26) Cos' la DAU ?
Il Documento Amministrativo Unico, nel quale si esprime la destinazione
doganale delle merci. Esso utilizzato per:

per le merci comunitarie dirette verso paesi terzi

per le merci provenienti da paesi terzi presentate in dogana per ottenere la


loro destinazione

per le merci sottoposte a vincoli di carattere doganale che circolano nel


territorio della Comunit

27) Cos' il carnet TIR ?


Un documento che consente ad un autoveicolo di attraversare pi frontiere
senza subire controlli e visti doganali. Non serve in ambito UE.
28) Chi sono gli operatori economici e gli spedizionieri ?
Chi organizza le pratiche e la spedizione delle merci.
29) Cos il contratto di spedizione ?
Il contratto di spedizione un mandato col quale lo spedizioniere l'obbligo di
concludere, in nome proprio e per conto del mandante, un contratto di trasporto
e di compiere le operazioni accessorie.
Calcolo del carico utile di un veicolo o di un complesso di veicoli, calcolo del volume totale, ripartizione del carico,
conseguenze del sovraccarico assiale, stabilita' del veicolo e baricentro, tipi di imballaggio e supporto del carico.
Principali categorie di merci bisognose di stivaggio, tecniche di ancoraggio e di stivaggio, uso delle cinghie di stivaggio,
verifica dei dispositivi di stivaggio, uso delle attrezzature di movimentazione, montaggio e smontaggio delle coperture
telate.

1) Quali sono le categorie di veicoli merci previste dalla classificazione


internazionale ?
2) Quali sono le categorie di veicoli merci previste dalla classificazione
nazionale ?
3) Cosa si intende per trasporto di colli e come vengono normalmente
raggruppati i colli ?

Detto anche trasporto a collettame, si intende la spedizione di piccole partite di


merce raggruppate in pacchi di solito effettuato da corrieri. Si dice a carico
completo quando la spedizione da unico mittente a unico destinatario.
4) Quali sono le tipologie di mezzi normalmente utilizzati per il trasporto in colli
?
Veicoli furgonati e cassonati (con teloni)
5) Cos' il trasporto alla rinfusa e quali sono i veicoli normalmente impiegati
per il trasporto alla rinfusa ?
Merci prive di apposito contenitore o imballaggio. Per i liquidi si usano cisterne,
per i solidi cassoni.
6) Che cos' un veicolo per il trasporto specifico e quali sono le sottocategorie
pi diffuse ?
Un veicolo atto al trasporto di determinate merci, munito di speciali carrozzerie
come cisterne, per trasporto veicoli, furgonature isotermiche, trasporto animali
vivi.
7) Quali sono i diversi tipi di cisterna ?
Cisterne per trasporto liquidi, in unico serbatoio o diviso in scomparti, cisterne
verticali per materiali pulvirulenti o granulari.
8) Cosa sono i furgoni con certificato ATP e per quali tipologie di merci
vengono impiegati ?
Furgoni con carrozzeria isotermica, con o senza frigorifero, atte al trasporto di
merci deperibili in regime di temperatura controllata.
9) Cosa sono le bisarche ?
Mezzi atti al carico di veicoli, muniti di due piani inclinabili e pedane per la salita
e discesa dei veicoli.
10) Che caratteristiche hanno i furgoni per il trasporto di animali vivi ?
Devono avere sistemi di aerazione, pianale a tenuta stagna e appositi sistemi di
raccolta dei liquami, rampe di salita e discesa del bestiame, appositi sistemi per
lalimentazione.
11) Quali sono le principali attrezzature installate sui veicoli per la
movimentazione delle merci ?
Una gru caricatrice, di solito montata dietro la cabina, e sponde caricatrici.
Nellazionare la gru, occorre sempre mettere a terra i piedi laterali, verificare la

solidit del terreno su cui opera e non sovraccaricare la gru oltre il massimo
peso consentito. La sponda caricatrice, di solito posteriore, va azionata sempre
con i piedi a terra, se previsti, e non sovraccaricandola.
12) Cosa si intende per attrezzature (o dispositivi) supplementari presenti sui
veicoli per la movimentazione delle merci e quali sono i principali ?
Mezzi atti al carico e allo scarico della merce come gru, sponda caricatrice,
cassone ribaltabile.
13) Quali sono i limiti di massa generali ?
Autocarri 2 assi 18 T, 3 assi 25 T (26 con sospensioni pneumatiche), 4 assi 32 T.
Autotreni 3 assi 24 T, 4 assi 40 T, 5 o pi assi 44 T.
Autoarticolati 3 assi 30 T, 4 assi 40 T, 5 o pi assi 44 T.
Rimorchi 1 asse 6 T, 2 assi 22 T, 3 assi 26 T.
Mezzi dopera 2 assi 20 T, 3 assi 33 T, 4 assi 40 T, 5 assi 56 T (54 per
autobetoniera).
14) Cosa si intende per "sovraccarico" e "massa franca" e quali sono le
principali sanzioni in caso di sovraccarico ?
Il sovraccarico si ha quando la massa complessiva supera del 5% quella
stabilita nella carta di circolazione. La massa franca quando la massa, pur
superando il limite, rientra nel 5% di tolleranza. La sanzione proporzionata al
superamento del limite in ragione di 1, 2 o 3 T se il veicolo di massa superiore
a 10 T o superiore a una percentuale del 10%, 20% o 30% se il veicolo di
massa inferiore a 10 T.
15) Quali sono le principali definizioni tecniche e i dati presenti sulla carta di
circolazione ?
Massa a vuoto e massa complessiva, dimensioni.
16) Cos' e come si calcola il carico utile di un veicolo ?
Facendo la differenza tra la massa complessiva e la massa a vuoto. Carico utile
uguale a portata. Nella massa a vuoto, oltre al veicolo, sono compresi il
conducente, il pieno di carburante e tutti i dispositivi del veicolo (come ruota di
scorta, attrezzi, ecc.).
17) Cos' la targhetta identificativa del veicolo (targa V.I.N) ?
Una targhetta in metallo posizionata in maniera visibile su una parte del telaio
con il numero di telaio e i dati della masse ammesse del veicolo.

18) Il conducente che ha bisogno di fare un calcolo approssimativo della


massa effettiva per asse, per verificare velocemente se sono stati rispettati i
limiti, che calcolo pratico pu fare ?
Con un carico distribuito uniformemente, divide la massa effettiva per il numero
di ruote e moltiplica quindi il valore per il numero di ruote di ogni asse. Ad
esempio, massa effettiva 12T, 2 assi con posteriore con ruote gemellate (totale 6
ruote), ogni ruota carica 2T, quindi 4T sullanteriore e 8T sul posteriore.
19) Come si calcola il volume di un cassone ?
Si calcola la superficie del pianale (larghezza x lunghezza) e si moltiplica per
laltezza utile interna. In caso di cassone aperto, la superficie del pianale va
moltiplicata per la differenza tra laltezza massima (4 m) e laltezza da terra del
pianale di carico. Il risultato si esprime in mc3.
20) Come deve essere sistemato il carico e quali sono le responsabilit che
gravano sul conducente relativamente al carico ?
Deve essere distribuito in maniera omogenea, senza sovraccaricare gli assi, se
un collo molto pesante posizionarlo al centro del piano di carico e utilizzare
traverse di legno per evitare di danneggiare il pianale.Il carico va posizionato nei
limiti privilegiando la disposizione in orizzontale, per mantenere quanto possibile
in baricentro pi in basso. I colli pesanti vanno messi sotto ai colli leggeri. Il
conducente responsabile del sovraccarico, dellerrata sistemazione e della sua
caduta.
21) In particolare a cosa deve prestare attenzione il conducente in materia di
fissaggio, sia durante il carico che durante il trasporto vero e proprio ?
Aver cura di fissarlo con corde e cinghie ben tese, per colli cilindrici utilizzando
anche appositi cunei. Durante il trasporto, controllare che le cinghie non siano
allentate.
22) Quali sono le conseguenza di un'errata sistemazione del carico e che
comportamento bisogna adottare in caso di perdita del carico ?
Un problema di stabilit del veicolo in curva o in frenata (carico che sposta il
baricentro in senso laterale o longitudinale) con conseguente ribaltamento o
sollecitazione eccessiva dellavantreno. In caso di caduta, deve segnalare il
carico caduto provvedendo, nei limiti, a liberare la carreggiata o dando
immediata comunicazione alle autorit.
23) Cosa si intende per logistica e in che branche si divide ?

Lorganizzazione delle attivit organizzative, gestionali e strategiche dellattivit.


Gestione dei flussi di materie prime (logistica di approvvigionamento),
semilavorati (logistica industriale) e prodotti finiti (logistica distributiva).
24) Cosa si intende per trasporto intermodale e trasporto combinato ?
Intermodale significa trasporto effettuato con mezzi diversi, combinato un
trasporto in prevalenza su ferrovia o via navigabile e con parte iniziale o finale
su gomma.
25) Dare le seguenti definizioni: unit di trasporto, unit di carico e unit di
movimentazione.
Unit di trasporto un mezzo, come autocarro, autotreno o autoarticolato. Unit
di carico un numero di cose disposte in maniera tale da poter essere
considerate un unico soggetto (pallet o container). Lunit di movimentazione
lelemento che consente lo spostamento dellunit di carico da una unit di
trasporto allaltra o da magazzino allunit di carico.
26) Cos' il pallet ? Specificare che tipologie esistono e quali sono le
dimensioni standard in Europa.
Un pianale in legno o metallo utilizzato per lappoggio di vari materiali, destinato
allimmagazzinaggio e movimentato tramite carrelli elevatori e transpallet. In
europa le misure sono 80x120 cm.
27) Cosa sono i contenitori (o container) e quali sono le dimensioni standard ?
E un contenitore di merci atto al trasporto intermodale. Durante lo stoccaggio
possono essere impilati. Le dimensioni standard sono larghezza 8 piedi (244
cm) Altezza 259 cm) e due lunghezze standard di 20 o 40 piedi (610 o 1220
cm).
28) Cos' la cassa mobile ? Quali sono le dimensioni standard e che
caratteristiche presentano ?
Unit simile al container ma di dimensioni diverse. Pi leggera del container, non
pu essere sovrapposta. Larghezza 250 cm, altezza 262 cm, lunghezza di 715,
1250 o 1360 cm.
29) Cosa si intende per imballaggio e quali sono i principali tipi di
imballaggio ?
Limballaggio il contenitore esterno della merce. Scatole di cartone, contenitori
in metallo, casse in legno.
30) Quali sono le funzioni principali delle unit di carico ?

Quelle di poter essere facilmente trasferite da un sistema di trasporto ad un altro


e la facilit di movimentazione da automezzo a magazzino.
31) Fare qualche esempio di marcatura grafica prevista per gli imballaggi di
trasporto.
Freccia in alto, indica il verso di posizionamento, un bicchiere significa contenuto
delicato e che teme gli urti, ombrello significa che teme lumidit.
32) Quali sono i principali dispositivi di fissaggio e quali sono i criteri per
scegliere un adeguato dispositivo di fissaggio ?
Corde e cinghie di ancoraggio, sistemi twist lock per container e casse mobili,
uncini e ganci per carrozzerie scarrabili, cunei con contenitori cilindrici.
33) Cosa sono le unit di movimentazione e quali sono quelle pi diffuse ?
Sono dispositivi atti alla movimentazione delle unit di carico. I carrelli elevatori
e i transpallet per i pallet, le gru e i carrelli per movimentare container e casse
mobili.
4) Che differenza c' tra societ di capitali e societ di persone ?
Le societ di capitali onorano i propri debiti solo con il capitale sociale, nelle
societ di persone i soci sono illimitatamente responsabili anche con il proprio
patrimonio personale (salvo i soci accomandanti della Sas che rispondono solo
con la quota conferita).
5) Cosa si intende per trasporto in cisterna ?
Veicoli adibiti per trasporto specifico per elementi liquidi o solidi come granulari e
polverulenti.
6) Cosa si intende per merci deperibili e quali autorizzazioni sono necessarie
per effettuarne il trasporto ?
Derrate alimentali soggette ad avaria in caso di trasporto con veicoli non idonei.
Occorrono quindi veicoli muniti di speciali carrozzerie refrigerate a temperatura
controllata. E necessaria lautorizzazione ATP.
7) Cos' l'attestazione ATP ?
Laccordo internazionale per il trasporto di derrate deperibili. Viene rilasciata
dallUMC e deve essere conservata a bordo, essendo parte integrante della
carta di circolazione. Vale 6 anni, prorogabili di 3+3 dietro collaudo.

8) Come viene regolamentato il trasporto di animali vivi e che caratteristiche


devono avere i veicoli adibiti a questo tipo di trasporto ?
I veicoli devono essere aerati, muniti di rampe per la salita e discesa, con
pianale stagno e con apposita raccolta di liquami. Devono essere ripuliti e
sterilizzati dopo il trasporto e devono avere anche apparato di controllo
satellitare.
9) Cosa si intende per ADR ?
Il trasporto su strada di merci pericolose.
10) Quali sono le regole da seguire per effettuare trasporti di merci
pericolose ?
Utilizzando veicoli adibiti a tale trasporto con certificazione Adr, le unit di carico
debbono avere imballaggio idoneo e etichettato, il conducente deve avere il CFP
ADR.
11) Come vanno trasportati i rifiuti pericolosi ?
Come per le merci pericolose. Il veicolo deve avere un apposito pannello
quadrato giallo con la scritta R nera avanti e dietro. Limprese deve essere
iscritta allalbo nazionale gestori ambientali.
12) Cosa sono i trasporti eccezionali ?
Trasporti effettuati con veicoli che, per massa o dimensioni, superano i limiti
stabiliti per la categoria.
13) Cosa sono i mezzi d'opera ?
Sono veicoli eccezionali per massa ma non per dimensioni. Devono avere una
luce lampeggiante gialla, hanno carrozzeria, sospensioni e pneumatici rinforzati.
Rientrano in tale categoria i mezzi da cantiere.
14) Cosa si intende per mobilit sostenibile ?
Lesigenza di avere un sistema di mobilit che, consentendo a ognuno
lesercizio del proprio diritto di mobilit, sia tale da non gravare sul sistema
sociale in particolare riguardo: inquinamento atmosferico e acustico,
congestione del traffico, incidentalit.
15) Cosa sono il trasporto intermodale e il trasporto combinato ?
Il trasporto intermodale quando la merce viaggia con la combinazione di pi
mezzi di trasporto (tipo ferrovia + gomma, gomma + nave). Il trasporto
combinato quando una sola parte del viaggio (iniziale e finale, in misura

minoritaria sul totale del tragitto) avviene su gomma mentre il resto avviene via
ferrovia o per via navigabile.
16) Cos' il trasporto combinato non accompagnato (TCNA) ?
Quando in un trasporto combinato si ha la rottura di carico, ossia lunit di carico
(cassa mobile, container, semirimorchio) viene scaricata dal veicolo e viene
messa su vagone o nave. Al termine del tratto ferroviario, lunit di carico viene
caricata su altro veicolo. Nel caso di trasporto combinato accompagnato, invece,
lunit di trasporto (autocarro, autotreno, ecc) che viene caricata su treno o
nave; il conducente segue quindi il trasporto in appositi vagoni o cuccette.
17) Cosa si intende per trasporto combinato RO/RO e LO/LO ?
Con ro/ro (roll-on/roll-off) si intende il trasporto tramite navi-traghetto apposite
con modalit di carico in maniera autonoma (quindi il veicolo viene imbarcato
senza operare la rottura di carico), lo/lo (lift-on/lift-off) si intende trasporto
combinato con navi mercantili che, tramite gru, imbarcano le unit di carico
(container o casse mobili); in tal caso si ha rottura di carico e si parla anche di
trasporto combinato non accompagnato.
18) Cosa sono i terminal intermodali ?
Impianti costituiti da piazzali e binari e attrezzati con gru per consentire il
trasbordo delle unit di carico da un mezzo di trasporto allaltro (tipo da
autocarro a vagone ferroviario). Classico esempio linterporto.
19) Quali sono i principali impianti logistici ?
Magazzini, ribalte, transit point e centri distributivi GD (grande distribuzione) DO (distribuzione organizzata).

Avellino 7 agosto 2012


OGGETTO: AUTOTRASPORTO. DIMOSTRAZIONE IDONEIT PROFESSIONALE PER IMPRESE TRASPORTO MERCI
C/TERZI CON MEZZI MASSA COMPLESSIVA SUPERIORE A 1,5 TONN. E FINO A 3,5 TONN.
Il MIT, con decreto dirigenziale (DD) del 30 luglio scorso, attuativo dellart. 11, comma 6 bis, terzo periodo, del
DL 5/2012, convertito in L. 35/2012, ha definito le modalit per la dimostrazione del requisito dellidoneit
professionale da parte delle imprese di trasporto merci su strada in conto terzi con veicoli di massa complessiva
superiore a 1,5 tonn. e fino a 3,5 tonn. Il provvedimento (che sar pubblicato sul sito del MIT) specifica che i
corsi di formazione preliminare per la dimostrazione del requisito riguardano:
- imprese iscritte allAlbo dellAutotrasporto c/terzi (mezzi di massa complessiva superiore 1,5 tonn. e fino a 3,5
tonn.) con domanda di iscrizione o di estensione delliscrizione successiva al 4.12.2011 ed entro il 6.04.2012
- imprese gi in attivit al 4.12.2011 che hanno optato per lesercizio con i veicoli di massa complessiva
superiore 1,5 tonn. e fino a 3,5 tonn.
- imprese che chiedono una nuova iscrizione allAlbo degli autotrasportatori con mezzi di massa complessiva
superiore 1,5 tonn. e fino a 3,5 tonn.
Tali corsi, di durata complessiva di 74 ore, che siano effettuati da enti gi autorizzati dal MIT e in attivit alla
data del 6 aprile 2012, devono iniziare non oltre il 7.04.2013 e concludersi entro il 31.07.2013. La mancata

iscrizione e frequenza (90% delle lezioni di ciascuna materia) determina la perdita dellidoneit professionale
per limpresa.
Il MIT anche intervenuto a dettare, con circolare del 31 luglio 2012, n. 8, le disposizioni di dettaglio e
procedurali per lo svolgimento dei corsi di formazione, in attuazione dellart. 3, comma 2, del DD suddetto.
Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti in merito.
Distinti saluti.

lbo Autotrasportatori Merci Conto Terzi (marted 30 aprile 2013)


Argomento:

Trasporti e Viabilit |

Sono tenute ad iscriversi allAlbo tutte le imprese che esercitano l'attivit di autotrasporto su
strada di cose per conto di terzi, dietro corrispettivo, con veicoli immatricolati ad uso di terzi.
Iscrizione limitata
per autoveicoli con massa complessiva a pieno carico non superiore a 1.500 Kg (<1,5 t) o
con complessi formati da questi veicoli.
1| Requisito dellonorabilit (*vedi sotto)
Iscrizione con veicoli di massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 tonnellate
(da 1,5 T a 3,5 T.)
1| Requisito dellonorabilit (*vedi sotto)
2| Requisito della capacit finanziaria (**vedi sotto)
3| Requisito dell'idoneit professionale
il gestore dei trasporti designato dovr aver frequentato un corso di formazione specifico,
organizzato e disciplinato ai sensi della nota prot. n. 207 del 30/07/12 del Ministero dei
Trasporti. In alternativa, dovr dimostrare di aver superato l'esame di idoneit professionale
ed ottenuto il relativo attestato.
Iscrizione "senza limiti" - Regolamento CE 1071/2009 e Legge n.35 del 4/4/12
per autoveicoli avente massa complessiva a pieno carico superiore a 1.500 Kg (>1,5 t)
1| Requisito dellonorabilit*
posseduto, oltre che dal gestore dei trasporti, anche dalle seguenti persone:
a) dallamministratore unico, ovvero dai membri del consiglio di amministrazione, per
le persone giuridiche pubbliche, per le persone giuridiche private e, salvo il disposto
della lettera b), per ogni altro tipo di ente;
b) dai soci illimitatamente responsabili per le societ di persone;
c) dal titolare dellimpresa individuale o familiare e dai collaboratori;
d) dall'impresa in quanto applicabile.
2| Requisito della capacit finanziaria **
9.000 per un solo autoveicolo + 5.000 per ogni autoveicolo supplementare.

Dimostrato tramite:
a) attestazione rilasciata da un revisore contabile, iscritto al registro revisori contabili
tenuto presso il Consiglio dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (o altro
soggetto debitamente riconosciuto ai sensi della nota prot. 11551 del 11/05/12, punto
5, del Ministero dei Trasporti), il quale certifichi che, sulla base dei conti annuali,
l'impresa dispone di un capitale e di riserve non inferiore all'importo indicato sopra;
b) attestazione rilasciata da una o pi banche, da compagnie di assicurazioni o da
intermediari finanziari autorizzati ed iscritti nei rispettivi albi (ed abilitati dalla Banca
d'Italia al rilascio di garanzie nei confronti del pubblico), sotto forma di garanzia
fideiussoria bancaria o assicurativa per l'importo indicato sopra;
c) attestazione di vigenza di polizza di responsabilit civile professionale predisposta
specificamente per le imprese di trasporto (nota prot. 11138 del 29/04/13 del
Ministero dei Trasporti), per l'importo indicato sopra.
3| Requisito dell'idoneit professionale
Tale requisito soddisfatto se la persona designata a dirigere l'attivit di trasporto (gestore
dei trasporti) in possesso di idoneit professionale e del requisito di onorabilit.
Il gestore dei trasporti pu svolgere tali funzioni per 1 sola impresa e pu essere:
a) un soggetto avente legami con l'impresa: amministratore unico, membro del
consiglio di amministrazione, socio illimitatamente responsabile, titolare dellimpresa
individuale o familiare, collaboratori dell'impresa familiare, persona legata da
rapporto di lavoro subordinato (con relative mansioni direzionali espressamente
attribuite) ai sensi dell'art. 4, par. 1 del Regolamento (CE) 1071/2009;
b) una persona fisica residente nella Comunit Europea legata da un apposito contratto
scritto il quale indichi i compiti che questa deve svolgere, effettivamente e
continuamente, in particolare quelli riguardanti la gestione della manutenzione dei
veicoli, la verifica dei contratti e dei documenti di trasporto, la contabilit di base, la
distribuzione di carichi e servizi, la verifica delle procedure di sicurezza (ai sensi
dell'art. 4, par. 2, lettera a - b del Regolamento (CE) 1071/2009).
La domanda di iscrizione all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi redatta secondo il
modello predisposto dall'Amministrazione Provinciale (scaricabile dal sito web della Provincia) deve essere
presentata (o spedita) alla Provincia di Sassari, Piazza d'Italia 31, Ufficio Protocollo.

Idoneit professionale
I residenti nella Provincia di Sassari che intendono ottenere l'idoneit professionale di
trasportatore su strada di merci per conto terzi e di viaggiatori, devono superare l'esame
presso la Provincia di residenza.
La partecipazione all'esame subordinata alla pubblicazione del relativo bando sul sito della
Provincia di Sassari ed alla frequenza di un corso di formazione preliminare.
Ai sensi degli articoli 8 e 9 del regolamento (CE) n. 1071/2009 e della Legge n.35 del 4/4/12:
Sono dispensate dalla frequenza del corso di formazione preliminare per lesame di
idoneit professionale le persone che hanno assolto allobbligo scolastico e superato un corso
di istruzione secondaria di secondo grado.
Sono dispensate dallesame per la dimostrazione dellidoneit professionale le persone
che dimostrano di aver diretto, in maniera continuativa, lattivit in una o pi imprese di
trasporto italiane o comunitarie da almeno dieci anni precedenti il 4 dicembre 2009 e siano in
attivit alla data di entrata in vigore del D.L. n.5 del 9/02/12.
Coloro che attualmente esercitano con mezzi entro le 3,5 T. di massa complessiva a
pieno carico, possono soddisfare il requisito anche attraverso la frequenza di uno specifico
corso di formazione preliminare, e di un corso di formazione periodica ogni 10 anni.