Sei sulla pagina 1di 26

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.

dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


Il parassitismo un tipo di rapporto fra due esseri
viventi.
Il rapporto pu istaurarsi solo a seguito di un contatto.
La maggior parte dei contatti che avvengono fra due
esseri viventi (che chiameremo X e Y) non comportano
alcuna conseguenza ed i due esseri venuti in contatto
generalmente si ignorano o, al pi, le influenze
reciproche non sono dirette, ma mediate da influenze
ambientali che entrambi contribuiscono a determinare.
Lezione 9

Dia 1

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


Quando i due partners dellincontro non si ignorano,
allora pu verificarsi uno dei seguenti eventi (Kim):
1 X si nutre di Y (o viceversa)
2 X ed Y iniziano a convivere senza danno per
nessuno dei due
3 X utilizza una qualche funzione o risorsa di Y:
3a con danno per Y
ovvero
3b senza danno per Y
Lezione 9

Dia 2

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


La condizione 1 rappresenta laspetto pi importante di
una funzione fisiologica essenziale: la nutrizione.
Questo tipo di rapporto innesca un processo di coevoluzione in cui il predatore sviluppa meccanismi atti a
migliorare lefficacia dellaggressione mentre la preda
tende ad ottimizzare le proprie difese specifiche.

Lezione 9

Dia 3

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


A livello elementare le funzioni di difesa coincidono
con alcuni meccanismi dellimmunit innata (detti
meccanismi dellimmunit naturale) preposti in
ciascuna specie a mantenere lintegrit del self
biologico di ciascun organismo vivente.
Un esempio delluso immunitario
di questi meccanismi la
fagocitosi cellulare.

Lezione 9

Dia 4

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


La condizione 2 corrisponde alla simbiosi mutualistica.
Abbiamo prove paleontologiche che questa condizione
antichissima.

Lezione 9

Dia 5

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


Secondo unipotesi anche le cellule eucariote sarebbero
il risultato di una ancestrale simbiosi fra procarioti che,
in un citoplasma comune, hanno iniziato a svolgere
funzioni differenziate e specializzate.
Per esempio, i mitocodri
sarebbero batteri (cellule
procariote) entrati in
simbiosi con cellule gi
pi complesse (Cohen).
Lezione 9

Dia 6

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


La condizione 3 corrisponde al parassitismo.
In questo tipo di rapporto i due partner hanno taglia
diversa: il parassita generalmente pi piccolo
dellospite.
Il parassita trae un vantaggio dallospite, ma ci pu
non comportare danno per lospite stesso (condizione
3a).
Se, al contrario, il vantaggio per il parassita comporta
un danno per lospite (condizione 3b) allora quel danno
prende il nome di malattia infettiva.
Lezione 9

Dia 7

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Origine del parassitismo


In questo modello teorico-evolutivo il termine
malattia esprime il danno palese a carico dellospite,
mentre laggettivo infettiva collega leziologia del
danno alla condizione parassitaria.
Ovviamente tutto ci implica lesistenza di infezioni senza
malattia (cio parassitosi senza danno: condizione 3b).

Lezione 9

Il parassita cyborged da www.hackerart.org

Dia 8

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
Nel corso dellevoluzione la nostra specie ha incontrato
milioni di parassiti. Questi incontri (tutti ricadenti nel
tipo 3 dello schema precedente) hanno prodotto
associazioni parassitarie (cio infezioni, con o senza
malattia, cio con o senza danno per lospite) con tre
diversi tipi di risultati possibili:
- Tipo A: morte dellospite
- Tipo B: morte del parassita
- Tipo C: convivenza ed avvio di un aggiustamento
epidemiologico tendente allequilibrio.
Lezione 9

Dia 9

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
Nel momento in cui, per caso, si realizza una
associazione parassitaria di tipo C, i partner avviano un
processo di coevoluzione nel quale ad ogni
cambiamento adattativo del parassita consegue una
reazione dellospite, a patto che il legame sia speciespecifico e non ci siano altri ospiti possibili per quel
parassita.
Per ciascuno dei partner le variazioni indotte nellaltro
partner rappresentano pressioni selettive ambientali.
Lezione 9

Dia 10

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
Il concetto di coevoluzione
parallela (introdotto da
Cockburn e codificato
da Kim) espresso da
questo schema (da Capasso,
2000).

Lezione 9

Dia 11

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
Attualmente circa 20 specie animali hanno come loro
unico habitat possibile luomo nel quale sono causa di
danni.
Altre centinaia di specie di microbi (funghi
microscopici, batteri, protozoi, virus, ecc.) hanno come
loro habitat preferenziale luomo, sebbene siano in
grado di parassitare anche altri ospiti: oltre ad essere
causa di danni (malattie parassitarie) queste specie sono
anche in grado di veicolare dal mondo selvatico
alluomo altri parassiti per noi occasionali.
Lezione 9

Dia 12

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
I parassiti specie-specifici delluomo tendono
allequilibrio epidemiologico e, in linea teorica, tanto
pi antico fu il primo contatto, tanto pi lieve dovrebbe
essere la malattia umana moderna (cio tanto pi
modesto dovrebbe essere il danno causato). Questo
equilibrio tende a raggiungersi grazie allazione di un
effetto Webster (come dimostra lesempio della guerra
biologica al coniglio in Australia).

Lezione 9

Dia 13

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
I parassiti non specie-specifici delluomo dimostrano
una virulenza ed una patogenicit generalmente
indipendente dallantichit cui si fa risalire il primo
contatto, in quanto essi sono in grado di nascondersi
in serbatoi non umani per aggirare leffetto mnemonico
e per incoraggiare la comparsa di mutazioni attraverso
un effetto Pasteur.

Lezione 9

Dia 14

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
Complessivamente la dinamica parassita-ospite, cio la storia
evolutiva delle malattie infettive delluomo, avviene attraverso due
modelli teorici (Capasso):
MODELLO I
Il modello dellaggiustamento epidemiologico, basato sul rapporto
ospite umano-parassita, prevalente in tutti i casi di specie-specificit
umana del parassita (esempi: pediculosi, tricocefalosi) che tende allo
sviluppo di un vero e proprio
equilibrio epidemiologico
fra i due partner.

Lezione 9

Dia 15

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
MODELLO II
Il modello delleffetto serbatoio basato sul rapporto ospite umanoparassita-altre specie di ospiti, prevalente nel caso di tutti gli altri
parassiti dotati di vasto host-range
spontaneo (esempi: pulci,
virus influenzali).

Pulex irritans
Lezione 9

Virus influenzale

Dia 16

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

La dinamica parassita-ospite
I rapporti parassita-ospite umano, avvenuti secondo i
modelli ricordati, sono cambiati e cambiano nel tempo,
influenzando sia levoluzione della specie umana, sia i
cambiamenti della nostra patocenosi.
Le malattie infettive hanno rappresentato e rappresentano
una importante pressione selettiva, capace di direzionare le
tendenze evolutive della nostra specie nel suo complesso e
di influenzare anche la nostra storia sociale e culturale.

Lezione 9

Dia 17

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Classificazione dei patogeni umani secondo la loro origine


Gli agenti viventi delle attuali malattie infettive umane, cio gli agenti
eziologici delle malattie infettive e parassitarie, possono essere
classificati in vari modi, tuttavia la classificazione biologica quella pi
adottata sia in microbiologica sia in patologia umana.
In tal modo abbiamo malattie da virus, malattie batteriche, malattie
fungine, ecc.
Tuttavia stata tentata anche una classificazione filogenetica, cio che
tenga conto dellorigine dei singoli agenti e della modalit e del
momento in cui ciascuno di essi ha preso ad interessare luomo.
Questa classificazione stata tentata primitivamente da Hare nel 1967,
perfezionata da Grmek nel 1980 e codificata da Capasso nel 1985.
Lezione 9

Dia 18

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

Classificazione dei patogeni umani secondo la loro origine


Classificazione di Hare

La classificazione di Hare basata su una serie di


dati e di informazioni:
1 Informazioni dirette (lesioni ed anormalit
scheletriche in materiali biologici umani antichi,
prevalentemente resti ossei e mummie) e le
informazioni indirette (relative ad antiche
testimonianze scritte ed artistiche lasciateci riguardo
alle malattie infettive e parassitarie), come per tutti
gli altri campi della paleopatologia.
Lezione 9

Dia 19

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE


Classificazione di Hare

2 Le informazioni paleofaunistiche, paleobotaniche,


paleoclimatiche, geologiche e, pi in generale, le
informazioni storiche sugli antichi ecosistemi, sulla loro
evoluzione e sulla dinamica ecosistema/uomo.
3 Le variazioni demografiche, di distribuzione territoriale,
di consistenza, di densit, di mobilit e di migrazione delle
popolazioni umane antiche.
4 Levoluzione socio-culturale della nostra specie.
5 Ogni informazione di patologia comparata, specialmente
degli animali domestici.
Lezione 9

Dia 20

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE


Classificazione di Hare

Sulla base integrata di queste informazioni, gli attuali agenti


viventi di malattia delluomo sono stati suddivisi in tre gradi
gruppi:
GRUPPO I: Patogeni provenienti dal mondo non vivente.
GRUPPO II: Patogeni provenienti dal mondo animale.
GRUPPO III: Patogeni propri delluomo.

Lezione 9

Dia 21

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE


GRUPPO I: Patogeni provenienti dal mondo non vivente

Definizione
Sono organismi il cui habitat naturale di natura inanimata.
Producono nelluomo infezioni occasionali, prevalentemente con
meccanismo patogenetico tossico.
Hanno svolto (e svolgeranno) la loro evoluzione in modo del tutto
indipendente dalla nostra, senza avviare interazioni evolutive.
Esempi
La maggior parte delle clostridiosi umane (tetano, botulismo).

Lezione 9

Dia 22

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE


CLOSTRIDIOSI
Tre specie di patogeni umani attuali appartengono a questo
raggruppamento:
- Clostridium tetani.
- Clostridium botulinum.
- Clostridium welchii ed affini (clostridi della gangrena gassosa).
Tutti vivono da saprofiti nel suolo, in modo assolutamente indipendente
dalluomo, ma possono occasionalmente introdursi nellorganismo
attraverso ferite aperte o con certi cibi.
Sono causa di malattie antichissime, certamente anche pre-umane, ma
rimaste sempre rare o occasionali, cosicch le testimonianze
paleopatologiche connesse sono solo relativamente recenti.
Lezione 9

Dia 23

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE


TETANO

Il tetano era certamente presente gi nel II millennio


a.C. in Egitto, come dimostra una descrizione della
malattia contenuta nel papiro Edwin Smith.
Anche Ippocrate conosceva il tetano e ne descrisse
alcuni casi nel libro IV e nel libro VII Delle Epidemie,
scritti attorno al VI secolo a.C.

Papiro Edwin Smith


Clostridium tetani
Lezione 9

Dia 24

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE


GANGRENA GASSOSA

Un chiaro caso di gangrena gassosa descritto nel papiro


medico Ebers.

Lezione 9

Dia 25

UNIVERSITA DEGLI STUDI G.dANNUNZIO Chieti e Pescara


Corso di Laurea in
MEDICINA E CHIRURURGIA
Corso di Storia della Medicina
Prof. Luigi Capasso

STORIA DELLE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE


BOTULISMO
Il botulismo potrebbe avere iniziato ad interessare luomo solo con
lintroduzione delle prime tecniche di conservazione del cibo. Luso di
essiccare carne e pesce stato verosimilmente introdotto nel Paleolitico
superiore.
Il Clostridium botulinum, infatti,
contamina carni e pesci essiccati
e non solo scatolami moderni.
Ancor oggi gli Eschimesi sono soggetti
a questa malattia a causa di
contaminazioni del pesce affumicato
ed essiccato ed anche in Europa
pochi casi dipendono
da contaminazioni
di carni insaccate.
Lezione 9

Dia 26