Sei sulla pagina 1di 2

Al Sig.

Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo

RISOLUZIONE URGENTE
Oggetto: gravi inadempienze ASL di Pescara proposta di revoca dei vertici aziendali

IL COSNIGLIO REGIONALE DELLABRUZZO


Premesso che:

Dal 2002 circa 30 infermieri del comparto Asl di Pescara ottenevano laffidamento di
incarichi di coordinamento facenti funzione (nonostante le gi previste figure di capo
sala);
I predetti affidamenti venivano disposti dai rispettivi primari e dirigenti con ordine di
servizio senza alcuna procedura selettiva;
Che lart. 19, comma 1 lettera c, del CCNL Comparto Sanit 07.04.1999 stabilisce che
lincarico delle funzioni di coordinamento sar garantito con idonee procedure selettive;
I citati infermieri per il passaggio alla posizione di coordinatori non effettuavano la
selezione prevista dalla normativa di settore;
Il Sindacato FIALS diverse volte ha segnalato alla Direzione Generale della ASL di Pescara la
illegittimit delle procedure di affidamento degli incarichi di coordinatore infermieristico
nonch il loro illegittimo mantenimento con conseguente danno erariale essendo stati,
ripetesi, promossi ad incarico superiore in assenza di selezione e quindi in violazione di
legge;
Alcuni coordinatori f.f. avendo fatto ricorso al Giudice del Lavoro per il riconoscimento delle
differenze economiche correlate a dette mansioni superiori si sono visti riconoscere
giudizialmente tale diritto con aggravio di spese per lEnte;
Nonostante tutto, la ASL di Pescara continua in tali irregolari utilizzazioni di personale

esponendosi nuovamente in giudizi ad essa sfavorevoli con aggravio di spese per le casse
pubbliche;
In data 12 gennaio 2015 la ASL di Pescara adottava il Regolamento per il conferimento degli
incarichi di coordinamento al personale del comparto e, detto regolamento, allart. 5
prevede lattribuzione di un punteggio superiore (max 20 punti) a coloro che avrebbero
svolto periodi lavorativi in posizione di coordinamento giuridicamente riconosciuti;
I predetti coordinatori facenti funzione, illegittimamente nominati, in sede giudiziaria
hanno ottenuto esclusivamente il riconoscimento dellindennit superiore e non del titolo;
Tali figure di coordinatori facenti funzioni non dovrebbero ottenere lassegnazione del
punteggio aggiuntivo per posizioni di coordinamento svolte (come previsto dallart. 5 del
cit. regolamento);
Alcuni mesi fa, la ASL di Pescara, addirittura negava laccesso agli atti al Consigliere Pettinari
e il Collegio per le Garanzie Statutarie nel formulare parere, oltre a dare ragione al
consigliere, configurava la responsabilit della ASL come dovere dufficio la cui violazione
attiva la responsabilit disciplinare del dirigente inadempiente;
Considerato che

Dopo oltre 8 anni dalla nomina illegittima, i predetti coordinatori facenti funzione
ricoprono ancora tale posizione e percepiscono la retribuzione aggiuntiva e nessun
provvedimento sanzionatorio e disciplinare sembrerebbe essere stato adottato dal vertice
aziendale nei confronti dei dirigenti medici responsabili di tali promozioni irregolari e
quindi ne deriva la responsabilit dello stesso vertice aziendale attivabile dallorgano
politico che lo ha nominato,
Tutto ci premesso
IMPEGNA IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE E LA GIUNTA REGIONALE
a risolvere il contratto dichiarando la decadenza del direttore generale della ASL di Pescara
ai sensi del D. Lgs 502/92, art. 3-bis, comma 7;

LAquila, 13.01.2015

Il Consigliere Regionale Proponente


Domenico Pettinari

Interessi correlati