Sei sulla pagina 1di 5

IMPIANTI TERMICI --- CLASSE IV

Calcolo del diametro delle tubazioni che devono distribuire lacqua ad un radiatore di un
impianto di riscaldamento ( ad acqua calda in pressione)
Si parte dal fabbisogno termico invernale della stanza Wt
Wt
= Potenza termica del radiatore ( Wrad)
nradiatori
Andiamo quindi alla formula fondamentale della calorimetria
Wrad = m (H2O) x Cs (H2O) x (Te Tus)
Potenza termica del rad. = portata massica acqua per il calore specifico per la differenza di
temperatura in entrata e quella in uscita ; (Te Tus )si assume uguale a 10C per radiatori statici
Esempio

6.000W
= 2.000 W
3

Trovo quindi la portata massica

2.000W

m =

Cs 10C
Portata vol.=

= 2.000 / 4.186 x10 = 0,047 Kg/sec. (portata massica)

m
0,047
= 47 x10 6 (mc / sec )
=
(densitacqua ) 1000(kg / mc)

(la densit dellacqua non precisamente 1000, ma facciamo cos per comodit di calcolo
passiamo alla sezione del tubo
la portata volumica = alla sezione del tubo x velocit media dellacqua
la velocit media dellacqua varia tra 0,1 e 1 m/s

quindi:

Prendiamo 0,5 m/s

Qv
= Sez tubo = 47 x10 6 (mc / sec ) : 0,5 = 94x10 6 metri quadri
veloc.media

Sezione tubo = St =

xd 2
4

d=

4St

4 x94 x10 6
94
= 10 3 x 2
= 10,94x 10 3 metri =
3,14
3,14

= 10,94mm (millimetri)
Cercher quindi un tubo di 11 mm di diametro interno
Calcoli validi per termosifoni; se ad esempio ci fossero dei termoconvettori, cambiano alcuni valori
come il Delta t (differenza di temperatura in Entrata ed Uscita che potrebbe essere di circa 25 gradi)
e sicuramente potremmo avere bisogno di maggiore potenza;

Qui sotto riportiamo , termini e concetti relativi alla densit, al peso specifico, al calore specifico,
alla portata; nozioni da non dimenticare, e che troviamo nel precedente esercizio e che ritroviamo
in quasi tutti gli esercizi

Densit, Peso specifico


La grandezza fisica densit di una sostanza definita come la massa di quella
sostanza contenuta nell'unit di volume. L'unit di misura della densit nel
sistema internazionale (S.I.) quindi
.
Per esempio, la densit dell'acqua 1000 kg/m in quanto la massa di acqua
contenuta in un decimetro cubo (un litro) (con ottima approssimazione) un
chilogrammo ed in un metro cubo ci
stanno 10 = 1000 dm (quindi 1000 kg di acqua).
La densit del ferro, per esempio, 7800 kg/m .
Se abbiamo a disposizione un volume di materia diverso dal metro cubo, per
calcolare la densit di quella materia si deve rapportare la massa al metro cubo.
Matematicamente, quindi, la densit definita come massa fratto volume, cio :

Naturalmente, se si cambia unit di misura, il numero che esprime la densit varia.


Per esempio, per l'acqua abbiamo :

(dove sta per litro). In passato, prima dell'entrata in vigore del sistema
internazionale, si usavano le unit di misura di densit appena indicate. Per questo
motivo, molte persone hanno in mente che la densit dell'acqua 1 ( e non 1000
come nel sistema internazionale) .
Analogamente si definisce la grandezza peso specifico di una certa sostanza come il
peso della medesima sostanza contenuta nell'unit di volume. Avremo quindi che il
peso specifico si definisce come :

e si misura, essendo il peso la forza con cui la Terra attira a s le masse, in N/m
(newton su metrocubo).
Siccome la forza peso data dalla nota formula :
,
dove g l'accelerazione di gravit (circa 9,8 m/s ), avremo :

Per l'acqua abbiamo :

.
Anche in questo caso dobbiamo ricordare che in passato si usavano differenti unit di
misura del peso specifico. Per l'acqua si poneva :

dove
indica il chilogrammo peso, ovvero il peso di una massa di un
indica il decimetro cubo (litro). Prima dell'avvento del sistema
chilogrammo e
internazionale si diceva allora che il peso specifico dell'acqua era 1 .
Confrontando la definizione di densit :

con quella di peso specifico :

possiamo scrivere :

quindi il peso specifico il prodotto della densit per l'accelerazione di gravit


( 9,8 m/s ) :
.

PROPRIET DELL'ACQUA

L'acqua a causa dei suoi legami a ponte di idrogeno presenta diverse propriet
particolari.

Densit: la densit di una sostanza varia con la temperatura, aumentando la


temperatura generalmente aumenta il volume e quindi la densit diminuisce.
Nel caso dell'acqua la massima densit corrisponde alla temperatura di 4C, a
0C l'acqua solida ma presenta densit minore dell'acqua liquida a 4C, per
questo motivo il ghiaccio galleggia.
Calore specifico: il calore specifico di una sostanza la quantit di calore che
permette di far variare la sua temperatura di 1C. Nel caso dell'acqua il calore
specifico molto elevato 4,19 KJ/Kg. Occorre quindi molta energia per far
variare di un grado centigrado la temperatura dell'acqua e questo rallenta le
variazioni di temperatura. Le correnti oceaniche trasportano grandi quantit di
calore.

La Portata
La portata la quantit di fluido che attraversa una sezione di area A nellunit di
tempo. Data una sezione si pu definire
--una portata ponderale se riferita al peso, (massa moltiplicata per acceleraz. di
gravit pari a 9,80665 m/s 2 )
--di massa (o massica) se riferita alla massa di fluido
--portata volumetrica se riferita al volume

Portata volumetrica
La portata volumetrica nel Sistema Internazionale si misura metri cubi al secondo
(m3/s).
La portata volumetrica V di fluido che transita in un tubo la cui sezione ha un'area A
pari a:

dove v indica la velocit del fluido, considerata uniforme e con un certo angolo
rispetto alla perpendicolare della sezione.Nel caso particolare di flusso
perpendicolare all'area sar:

Portata massica
La portata di massa, nel S.I.si misura in kg/s
Per passare dalla portata volumetrica alla portata massica, necessario moltiplicare la
portata volumetrica per la densit del fluido (che espressa nel Sistema
Internazionale in kg/m3).
La portata massica, o flusso massico, quindi data dalla formula:

Equazione della portata del condotto costante


In una tubazione in cui si abbiano due sezioni di diversa area, per la legge di
conservazione della massa , la portata uscente deve eguagliare la portata entrante e
quindi accadr che ove ci fosse un restringimento aumenter la velocit del fluido:

essendo: 1, 2, v1, v2 rispettivamente le densit le velocit del fluido in


corrispondenza alle sezioni A1 e A2.
Se il fluido incomprimibile (densit costante 1 = 2), la relazione precedente
diventa:

che l'equazione della portata del condotto costante.