Sei sulla pagina 1di 11

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Machu Picchu, il miracolo


delle Ande
Da 600 anni un mistero affascinante e insoluto
Tra le Ande, incastonato come un gioiello, giace Machu Picchu, la
citt perduta degli Incas. Edificata a 2.430 m sul livello del mare,
Machu Picchu una vera e propria citt nel cielo. Tuttavia non si
tratta di un centro abitativo qualunque. Gli edifici, le strade e le
terrazze racchiudono segreti ancora irrisolti.

Figura 1 Il sito di Machu Picchu

Partiamo dal sito. Gli ingegneri edili in fase di progettazione hanno


scelto il pi impervio e arduo dei terreni: un crinale appuntito e
scosceso a strapiombo tra gole e orridi. Secondo gli storici
accademici, lideatore della citt tra le nuvole fu di un principe,
Pachacutec, figlio del re Viracocha. Agli inizi del XV secolo il principe
riporta importanti vittorie sul popolo rivale degli Chanca, ampliando i
confini del regno e trasformandolo in un vasto impero con pi di
dieci milioni di persone.
Tra le prime opere volute dal principe vi la costruzione di una citt
tra le vette aguzze delle Ande dove, per due o tre mesi allanno,
Pachacutec si rifugiava con la corte. Egli ordina ledificazione di
Machu Picchu.

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Semplici uomini con semplici mezzi vengono incaricati di realizzare


la grandiosa visione di Pachacutec, dando lustro al nascente impero
Incas ma tale motivazione lascia alquanto scettici.

Figura 2impero di Pachacutec

Infatti Machu Picchu, che poteva ospitare fino a 1000 persone, viene
eretta in un luogo a dir poco inaccessibile e a ben 160 km dalla
capitale del suo Impero. Pi che una reggia di cui far sfoggio, Machu
Picchu appare come un segreto da condivide con pochi eletti. Essa
prima di tutto un luogo sacro, sorto secondo il principio dellaxis
mundi: asse spirituale tra cielo, montagna e fiumi. Ai quattro punti
cardinali si trovano quattro monti sacri e sopra di essi splende la
costellazione della Croce del Sud, il cui allineamento in autunno
indica linizio del raccolto. La scelta del sito non stata casuale ma
ben ponderata e ricercata. Qui gli elementi naturali si fondono con le
credenze spirituali, dando vita a un luogo unico e magico in cui
Pachacutec poteva comunicare con gli dei.
Le difficolt degli ingegneri sono state costanti e sovrumane: cavare
e spostare tonnellate di roccia in spazi ristretti e in pendenza; mezzi
di trasporto inesistenti; terremoti frequenti e violenti; piogge
torrenziali che minacciavano di far franare uomini e materiali.
La soluzione stata trovata nelle terrazze. Sono centinaia, scavate
nelle pendici del monte ed equivalenti a quasi dodici campi da
football; controllano il deflusso delle acque. Soprattutto rinforzano il
pendio che ha un grado di pendenza che arriva al 50%. Il segreto
risiede nella forma dei muri delle terrazze, i quali presentano
uninclinazione di circa 5 gradi puntellando le pendici e spingendo
contro di esse il peso della terra nel terreno sottostante. Senza le
terrazze le centinaia di strutture che sorgono a Machu Picchu non
esiterebbero.

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Figura 3 L'inclinazione delle terrazze

Figura 4 Il profilo a bolla delle terrazze

Figura 5 La simmetria delle terrazze

Il procedimento rigoroso e geniale. Gli ingegneri, dopo aver


livellato i terreni, pulito al roccia e riempite le eventuali crepe,
stendono strati di pietra e terra. Grossi massi sono posti sul fondo, a
cui se ne aggiungono di pi piccoli, spessi anche un metro, man
mano che ci si avvicina alla superficie; infine sabbia, humus e
soprassuolo. Ci conferisce alle fondamenta solidit e stabilit
invidiabili anche al giorno doggi. Le pietre pi piccole in cime e le
pi grandi in basso costringono lacqua piovana a defluire
lentamente attraverso strette fessure e a disperdersi uniformante
nella terrazza senza evitando lerosione del soprassuolo. Pertanto, il
60% di MP da considerarsi sottoterra.
3

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Figura 6 Stratificazione di rocce, sabbia e humus.

Figura 7 Il defluire delle acque

Dopo il sorprendente acume dimostrato in fatto di prevenzione del


dissesto idrogeologico e sfruttamento degli spazi, i costruttori di
Machu Picchu ci sorprendo ancora e certamente di pi: facendo
sfoggio di una genialit che stona con il livello tecnologico raggiunto,
senza luso di ruote o animali da soma plasmano centinaia di rocce
di granito neanche fossero fatti di pongo; inoltre li trasportano,
sollevano e collocano uno sullaltro con precisione chirurgica.
Per edificare gli edifici sono sfruttate i giganteschi massi di granito
sparsi per tutto il crinale. Il granito, lo ricordiamo, una roccia dura
e resistente, il cui peso specifico di 2,50 - 3,00 kg/dm; quello di
Machu Picchu anche pi duro del marmo per la presenza di
quarzo, mica e feldspato. Perfetto per ci che si vuole costruire,
infernale nella sua fibra.
I taglia pietre trasformano le rocce informe in muratura simmetrica
e perfetta che diverr simbolo delledilizia Inca.

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Come hanno fatto? Con mezzi primitivi, senza carrucole, gru,


carretti, animali da soma o altro. Sostanzialmente a mani nude
hanno spostato e lavorato massi da 15, 20 e pi tonnellate
aiutandosi con corde intrecciate composte da fibre animali e
vegetali, per giunta in un terreno in pendenza.

Figura 8 La cava di granito

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Figura 9 I taglia pietre di Machu Picchu

Figura 10 I taglia pietre e le pietre martello

Questo quanto gli archeologi sostengono da decenni.


A ci si aggiunge lipotesi, pi fantasiosa che plausibile, che per
spostare i massi gli Incas abbiamo utilizzato scale come slitte.

Figura 11 Le slitte fate di scale

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Figura 12 Fantasioso sistema di sollevamento massi di granito.

Tale struttura in legno resisterebbe al peso di svariate decine di


tonnellate? Gli operai con leve lignee potrebbero gestirne con
cautela e accuratezza la salita e il posizionamento? Come potrebbe
questa soluzione dimostrarsi efficace nelle fasi di realizzazione dei
punti pi alti?

Templi in cui venerare gli dei, case in cui abitare, terme: come si
pu realizzare tutto questo dimostrando esattezza e competenze
notevoli (invidiabili anche oggi) ma beneficiando di tecniche da
homo habilis?

Inoltre, per vincere i fortissimi venti, in grado scoperchiare le


abitazioni, sono ideati dei perni speciali in pietra che assicuravano i
materiali del tetto e le travi con la struttura di roccia dei
centosettanta edifici che compongo larea urbana.

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Figura 13 I perni modellati a mano

Ancora una volta sorprende che con rudimentali pietre martello sia
stato possibile dare forma regolare e spessore al granito.
Ancor di pi desta stupore la realizzazione di porte e finestre scavate
nella pietra. Ognuna intagliata e collocata al proprio posto con
rigore certosino. Le pietre sono unite tra loro senza lausilio di
cemento o malta, le pietre cambiano colore a mano a mano che si
avvicinano al punto di unione. Le linee di giunzione sono cos strette
da lasciare a bocca aperta e affascinare gli architetti moderni. La
lama di un coltello non penetra nei punti di fusione.

Figura 14 Esempio di finestra lavorata

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Figura 15Le linee di giunzione

Punti di unione perfetti sono presenti in tutti il sito. Le dimensione e


al peso della roccia erano fattori superflui. Inoltre, per vincere il
pericolo dei terremoti, le rocce sono disposte orizzontali e verticali in
modo alterno, cos da distribuire il peso uniformante. Ci garantisce
la resistenza ai terremoti. Il Per un paese altamente sismico e
Machu Picchu stato costruito sulla cima di due linee di faglia. In
presenza di un evento sismico le pietre di Machu Picchu ballano
ossia rimbalzano in modo elastico, seguendo il movimento del
terremoto, avvicinandosi di pi le une altre senza perdere lassetto
compatto.

Miracolose, ingegnose, stupefacenti.


Questi gli aggettivi che spontaneamente nascono ammirando le
creazioni architettoniche degli Incas. Esse non sono state il frutto di
spontanei colpi di genio ma il trasferimento di conoscenze superiori.
Pachacutec in un modo ancora da scoprire (o accettare) ha avuto
accesso ad abilit e competenze elevate nonch inspiegabili,
soprattutto in rapporto al livello tecnologico del suo popolo. I suoi
operai, taglia pietre e ingegneri non hanno escogitato brillanti e
9

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

geniali soluzioni in modo autonomo ma hanno applicato indicazioni


lavorative di altre menti pi evolute.
Gli edifici di Machu Picchu e il sito stesso sono realizzazioni arcane e
misteriose, per certi versi un vero object out of time in riferito al
contesto storico-sociale del tempo. Per questo, quando la via
tradizionale e consolidata non porta alla verit, allora bisogna
provare altri sentieri, forse meno battuti e inconsueti ma no per
questi inconcludenti. La forza della verit risiede nel coraggio delle
scelte.
Dal 1911, anno in cui Machu Picchu si mostrata agli occhi
stupefatti della spedizione peruviana dell'Universit di Yale, guidata
dall'esploratore Hiram Bingham, la citt incastonata tra le Ande pone
quesiti, fa perdere il sonno e abbaglia con la sua aura fascinoso
mistero. Le ipotesi espresse dagli studiosi suscitano dubbi e
insoddisfazione. Millantare spiegazioni circa il miracolo architettonico
realizzato in Per con corde intrecciate, scale di legno, pietre
equivale ad affossare la ricerca della verit sul nostro passato e la
comprensione vera e profonda di ci che siamo oggi.
Per comprendere le meraviglie del mondo antico necessario, ora
pi che mai, aprire gli occhi sulla reale influenza delle antiche civilt
che interagirono con quella inferiore, la nostra.
Machu Picchu, come la Piramide di Cheope, Gobleki Tepe e molti altri
siti archeologici, il frutto di una volont superiore realizzata con
tecniche specializzate da uomini limitati ma ben comandati.
Dispersione dei pesi strutturali in modo uniforme, deflusso delle
acque, edifici antisismici, modellamento del granito, incastri perfetti,
allineamenti astronomici. Tutto questo il misero di Machu,
raccontato dalle rocce ma ancora inascoltato e incompreso dagli
uomini.

10

ARCANI&MISTERI DOSSIER MACHU PICCHU

Figura 16 Vista dall'alto di Machu Picchu

11