Sei sulla pagina 1di 7

Sono giorni che ne parlano, e ormai la disinformazione tanta.

Insieme ad
Alessandro Mario Amoroso abbiamo riassunto 5 punti per spiegare nella maniera
pi semplice possibile il perch quello che sta circolando sui fondi tolti alla Terra
dei Fuochi una menzogna.
movimento-5-stelle-contributi-collaboratori-8-770x513
Di che fondi si tratta? La legge di stabilit 2015 ha destinato 10 milioni di euro
alla prosecuzione delle operazioni di monitoraggio dellesercito nella terra dei
fuochi. Obiettivo: controllo del territorio e prevenzione dei delitti di criminalit
organizzata e ambientale.
Cosa succede con il Milleproroghe secondo Di Maio? Secondo Luigi Di Maio
il decreto Milleproroghe sottrae 9,7 dei 10 milioni di euro per destinarli a sicurezza e vigilanza di Expo, lasciando alla terra dei fuochi solo 0,3 milioni.
Cosa succede veramente? Il Milleproroghe chiarisce lutilizzo dei 10 milioni
introducendo due novit: riporta il fondo nellambito delloperazione strade sicure,
che dovr garantire anche la sicurezza di Expo, e richiama la norma del decreto
terra dei fuochi che autorizza i prefetti campani a servirsi di personale militare
per le operazioni di pattugliamento.
Perch Di Maio sbaglia? Gli importi di 9,7 e 0,3 milioni di euro riportati dal
Milleproroghe non indicano la ripartizione del fondo tra Expo e terra dei fuochi
ma le somme per pagare le indennit, rispettivamente, delle Forze dellordine e
delle Forze di polizia impiegate.
Perch terra dei fuochi non perde fondi? Il Milleproroghe poteva avere leffetto
di ridurre in parte lo stanziamento per il monitoraggio dellesercito in Campania,
ma un nuovo decreto legge del 10 febbraio ha raddoppiato il numero dei militari
impiegati in terra dei fuochi, che sale di 200 unit.
ACCERTAMENTI FISCALI EX ART. 39
Prima di parlare degli accertamenti dobbiamo capire che oggi la maggioranza
degli accertamenti previsti si basano su presunzioni.
Le presunzioni tributarie aumentano in modo esponenziale, indagini bancarie, abuso di diritto, trasfer pricing, redditometro, studi di settore, con linversione dellonere della prova, tra laltro negativa e quindi impossibile da fornire in
molti casi, ormai il cittadino italiano non ha scampo! Deve pagare e basta.
Lart. 53 della Costituzione stabilisce che ogni cittadino deve concorrere alle
spese dello Stato in base alla capacit contributiva con criteri di progressivit,
Inoltre il diritto tributario deve pervenire ad un unico risultato, la giusta tassazione! ma, secondo voi viene rispettata questa norma se ogni cittadino viene
tassato su una presunzione? Inoltre con il sistema delle limitazioni alle deducibilit e alla detraibilit, siamo tassati non sul reddito effettivo, ma su quello
stabilito dal fisco per cui la tassazione non quella che ci dicono, ma piu ampia.
Ad esempio incasso 200 acquisto per 80 il mio reddito 120, ma se poi sugli
80, 30 non li posso scaricare il mio reddito imponibile sar di 150, se la tassazione
del 40
Se ricevete un accertamento bancario siete morti,se non dimostrate entrate
e uscite levasione sar frutto della somma delle entrate e delle uscite, ad esempio
versamenti 80.000 prelevamenti 70.000 evasione 150.000, assurdo vero? Ma la
norma esiste.
1

Le presunzioni
Ormai la presunzione negli accertamenti fiscali e sempre piu utilizzata,
tollerata dalla legge, ma nello stesso tempo disciplinata. Ma cosa sintende
per presunzione? Lart. 2727 del codice civile qualifica come presunzione
loperazione logico-intuitiva con cui dalla conoscenza di un fatto noto si deduce
la prova di un fatto ignoto. La legge non ci dice come sia provato il fatto noto
da cui prendiamo le mosse e, quindi, di per s non esclude che la conoscenza
del fatto noto derivi a sua volta da presunzioni, Il rischio rappresentato da
questo strumento e la possibilit, che da una presunzione ne scaturiscano molte
altre ancora per cui la Cassazione ha enunciato un divieto di presunzioni a
catena, cio della cosiddetta praesumptio de praesumpto (Cass.n.6033 del 23
giugno 1994).
In tema di presunzioni tributarie, la normativa appare orientata nel senso
delladozione di una disciplina delle presunzioni semplici basata sui principi
di diritto comune. Lart. 10, secondo comma, n. 4, della legge n. 825/1971
(legge delega per la riforma tributaria) prevede, in maniera esplicita, che quando
la contabilit sia stata regolarmente tenuta, la prova per presunzioni da parte
dellamministrazione dovr avere i requisiti indicati nel primo comma dellart.
2729 c.c. ossia che queste siano basate su fatti gravi, precisi e concordanti.
Le presunzioni tributarie si suddividono in tre categorie:
Presunzioni legali: disciplinate dallart. 2728 invece dispensano da qualsiasi
prova coloro a favore dei quali sono stabilite. Si distinguono in presunzioni legali
assolute (che non ammettono al prova contraria) e presunzione legale relativa
(che ammette la prova contraria).
Presunzioni semplicissime: che sono valide a condizione che siano espresse in
maniera puntuale, argomentata e logicamente consequenziale, tali presunzioni
sono tra le piu pericolose sono alla base degli accertamenti induttivi e sfociano
in un mero arbitrio.
Presunzioni semplici basate su fatti gravi, precisi e concordanti. sono valide
se basate su fatti gravi precisi e concordanti, ad esempio lo studio di settore
una presunzione semplice, a condizione pero che sia basata su fatti gravi precisi
e concordanti (es, verbale per la non emissione di uno scontrino) altrimenti non
ha valore.
Autorevole dottrina accomuna le presunzioni (civile) agli indizi (penale),
entrambi illazioni di fatti ignoti da fatti noti.
Lart. 192, 2 c. del c.p.p. stabilisce che lesistenza di un fatto non pu essere
desunta da indizi, a meno che questi non siano gravi, precisi e concordanti.
Poi le presunzioni in base alla possibilit di fornire la prova contraria abbiamo
due tipi di presunzioni
Presunzioni assolute juris et de jure (non ammettono la prova contraria)
Presunzioni relative juris tantum (ammettono la prova contraria)
Le presunzioni, secondo la definizione dellart. 2727 c.c., sono le conseguenze che la legge o il giudice trae da un fatto noto per risalire a un fatto
ignoto. Si distinguono in presunzioni legali (ex art. 2728 c.c.) se previste dalla
legge, e in presunzioni semplici (ex art. 2729 c.c.) nel caso in cui esse siano
lasciate alla valutazione del giudice in sede di accertamento dei fatti.
2

La stessa natura eccezionale delle presunzioni legali impone al legislatore


tributario ladozione di temperamenti idonei a contenere questo interesse fiscale
nei limiti del dettato costituzionale, evitando la violazione dei diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione, quali il principio di uguaglianza, il diritto alla
difesa, il diritto ad essere colpiti in relazione alla effettiva capacit contributiva
di ciascun soggetto, al diritto al giusto procedimento (L.241/90) il diritto alla
giusta determinazione dellimposta.
Anche se i giudici non hanno mai sostenuto la incostituzionalit tout court
delle presunzioni assolute hanno pero stabilito che quando lutilizzo della presunzione assoluta risulta palesemente irragionevole in relazione alla finalit che
la giustificano, proprio in quanto eccede la misura della tutela da assicurare alla
pronta riscossione del tributo o allesigenza di prevenire frodi fiscali, allora la
Corte non ha esitato a dichiararne lillegittimit costituzionale, come avvenuto
per la norma che prevedeva limpossibilit di opporre al pignoramento eseguito
dal concessionario della riscossione il fatto che i beni mobili appartenessero al
coniuge del debitore, per atto pubblico di donazione anteriore al matrimonio, o
avente data anteriore al verificarsi del presupposto dell imposta
Le presunzioni legali possono essere presunzioni juris tantum (presunzioni
relative), che ammettono la prova contraria e presunzioni juris et de jure (presunzioni assolute) che non ammettono la prova contraria. Le presunzioni che
non ammettono prova contraria sono evidentemente in contrto con il sacrosanto
diritto alla difesa del cittadino costituzionalmente garantito.
La prova presuntiva costituisce uno strumento espressamente richiamato
dalla normativa tributaria, sia al ricordato art. 39 del D.P.R. 600/73, sia, per
quanto riguarda anche lIva allart.54 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633. Il riferimento alle presunzioni riguarda anche laccertamento induttivo, disciplinato
corrispettivamente alle predette imposte al comma 2 dellart. 39 e allart. 55.
Questo il quadro relativo allazionabilit delle presunzioni in sede di accertamento
e rettifica.
La prova presuntiva pu fondarsi, oltre che su elementi plurimi aventi le caratteristiche della gravit, precisione e concordanza, come nella rappresentazione
tipica, anche su un solo elemento, purch questo assolva, anche sul piano della
sola probabilit, alla dimostrazione del nesso tra fatto noto e quello che si intende
dimostrare..
Per offrire la prova contraria alla presunzione viene poi prevista una sede
specifica che quella del contraddittorio contribuente-Amministrazione, in tale
sede e necessario dimostrare che la presunzione dellufficio non e fondata, che
quindi dal fatto noto non senza un ragionevole dubbio si perviene al fatti ignoto,
dimostrando con meccanismi alternativi di causa-effetto che si perviene ad una
conclusione diversa.
Tipo di presunzione
Atto fiscale
Presunzioni semplici
Accertamenti studi di settore
Presunzioni semplicissime
Accertamento induttivo
3

Presunzioni legali assolute che non ammettono prova contraria


Residenza fiscale persone fisiche
Presunzioni legali relative
Indagini bancarie
Redditometro
Spesometro
Valore normale dei beni immobili e Terreni
Antieconomicit
Interposizione fittizia
Presunzioni legali assolute, che pero ammettono la prova dei presupposti per
disattendere la norma
Antielusione
Confisca per equivalente
Sequestro preventivo
Come si svolge il Contraddittorio in tre fasi
1. Invito al Contribuente
2. Verbalizzazione, quindi redazione di un processo verbale in cui si prendono
in considerazione le giustificazioni del contribuente
3. Motivo del rigetto dellaccettazione delle giustificazioni fornite da indicare
dettagliatamente nellaccertamento
Attenzione la richiesta di documenti non e contraddittorio.
Laccertamento in mancanza di contraddittorio e nullo.
Vediamo di verificare i tipi di accertamento
Gli accertamenti principali sono 3 ex art.39 Dpr 600/73
1.Accertamento analitico puro o accertamento contabile (Art.39 comma 1
lett.a,b,c)
E ormai una tipologia di accertamento poco usata, costa molto e lo stado
tende a risparmiare, sia basa praticamente sulla ricerca delle fonti di base imponibile, si concretizza in rettifiche di costi, determinazione di maggior ricavi,
diversa interpretazione di norme sulla deducibilit dei costi o sulla detraibilit iva.
Non ha limiti.
2.Accertamento analitico induttivo o induttivo contabile (Art.39 comma 1
lettera d)
E un tipo di accertamento basato su presunzioni, la fotografia dellevasione
non ce, non si parla di accertare una verit storica, ma una verit giuridica.
La contabilit mantiene la sua attendibilit, ma in base a presunzioni se ne
determina il reddito (es. studi di settore, percentuali di ricarico..).
Si applicano le Presunzioni semplici basate su fatti gravi, precisi e concordanti
Per avere questi requisiti gli indizi devono essere piu di uno in un rapporto
referenziale tra fatto noto e fatto ignoto e devono tendere tutti nella stessa
direzione.
Qui non scopro la fonte dellevasione, ma ne determino indirettamente leffetto, ossia il maggior reddito tramite presunzioni.

Lufficio spesso tira in ballo lantieconomicit, che non ha alcun fondamento


giuridico ed e un concetto troppo elastico privo di indizi della gravit precisione
e concordanza tale da giustificare unaccertamento..
3.Accertamento induttivo puro o extra-contabile (Art.39 comma 1 lettera d)
E un tipo di accertamento basato su presunzioni semplicissime
La contabilit non viene presa in considerazione perche ritenuta inattendibile
o perche mancante.
Gli elementi indicativi in base ai quali la contabilit puo essere ritenuta inattendibile sono tassativamente previsti dal DPR 570 del 16/09/1996
Questo e un accertamento para-punitivo, anche se a punire sono solo le
sanzioni
I casi di applicazione
1. Omessa dichiarazione
2. Omessa esibizione delle scritture contabili anche per forza maggiore
3. Omissioni , false indicazioni, irregolarit contabili gravi, numerose e ripetute
4. Non rispondere a questionari o inviti
5. Omessa o infedele compilazione degli studi di settore (pero qui ce una
soglia di tolleranza del 10
Per questo tipo di accertamento richiesta a pena di illegittimit una doppia
motivazione
1. Le ragioni del ricorso allaccertamento extracontabile, fornendo le prove
di cio che si sostiene (motivazione piena) es. non ha risposto al questionario,
deve fornire la ricevuta di ritorno dellinvito.
2. Le ragioni per le quali la contabilit e inattendibile (da confrontare con gli
elementi tassativamente previsti dal DPR 570 del 16/09/1996).
Gli accertamenti fiscali, sono effettuati sempre piu con metodi induttivi,
senza che ci siano elementi basati su fatti gravi precisi e concordanti, molto
spesso poi gli uffici finanziari procedono o senza previo contraddittorio o non
motivando il rigetto delle ragioni del contribuente.
Siamo sempre piu esposti ad una dittatura fiscale, il modello unico 2007
ad esempio e lesempio piu lampante di questo modus operandi finalizzato a
distruggere i contribuenti, centinaia di modifiche, circolari, contrastanti tra loro
e senza consultare le associazioni di categorie, una vera vergogna.
Basta conoscere le norme e la maggior parte degli accertamenti vengono
annullati dai Giudici Tributari, questa e la situazione creata da uno Stato che
non e in grado di fare i controlli e di combattere levasione fiscale, che molto
spesso e fisiologica e necessaria per non chiudere bottega, si ricorre alle medie
nazionali, alla matematica, che in questo caso e un opinione.
Laccertamento a seguito di verifica e nullo in mancanza del contraddittorio ossia il contribuente deve essere preventivamente interpellato esporre le
proprie ragioni e conseguentemente redigere un verbale le cui risultanze devono
emergere dallaccertamento. Commissione Tributaria di Bari Sez.7 Sentenza n.
15/07/2008 Depositata il 19/02/2008 su ricorso della srl La P..difesa dal Dott.
Giuseppe Marino - Corte di Giustizia Europea - Corte Costituzionale 2009
La mera applicazione dello studio di settore non e sufficiente a realizzare
laccertamento di un rapporto giuridico tributario, occorre invece da parte dellAmministrazione
5

finanziaria la prova dellesistenza di circostanze idonee, gravi e afferenti, tali da


ritenere accertata linattendibilit delle scritture contabili e la rideterminazione
quantitativa del reddito fatta dal contribuente. Sent. n. 15 del 19 marzo 2007
(dep. il 27 marzo 2007) della Comm. trib. reg. di Torino, Sez. XXVIII - Corte
di Cassazione a Sezioni Unite
Laccertamento induttivo della capacit contributiva mediante lapplicazione
degli studi di settore non esime lAmministrazione finanziaria dallassolvere
allonere probatorio sulla sussistenza di tutti gli elementi di fatto e di diritto
atti a conferire gravit, precisione e concordanza alle risultanze presuntive degli
studi di settore essendo ormai pacifico in giurisprudenza il principio secondo il
quale costituisce obbligo dellufficio tener conto delleffettiva situazione personale del contribuente accertato nonch della realt economica nella quale questi
opera. Sent. n. 90 del 22 ottobre 2004 (dep. il 22 marzo 2005) della Comm.
trib. prov. di Macerata, Sez.3
Lavviso di accertamento notificato agli eredi singolarmente oppure al decujus (il defunto) e nullo, e necessario notificare lavviso collettivamente ed
impersonalemnte a tutti gli eredi al vecchio domicilio del de cujus. Cassazione
sentenza n. 10659 del 7 luglio 2003
Da cittadino mi chiedo, che fine fanno i nostri soldi? basterebbero solo le
entrate dei giochi, enalotto, superenalotto, videogames, tutti in mano allo Stato
per pagare le spese, ma purtroppo lo Stato e un pozzo senza fondo, e il conto
lo presentano a noi poveri sudditi.
Gli accertamenti fiscali sono sempre piu effettuati con metodi indiretti, il
classico esempio sono gli studi di settore e i parametri, che rientrano nella categoria degli accertamenti parziali. Lo Stato si e reso conto che effettuare una
verifica fiscale costa, e nello stesso tempo con le risorse disponibili, si riesce a
controllare una piccolissima parte della platea dei contribuenti.
Se non si vogliono avere problemi e necessario adeguarsi, Lart 10, comma
2, della L. 8 maggio 1998, n. 146 stabilisce che, nei confronti degli esercenti
attivit dimpresa in regime di contabilit ordinaria per effetto di opzione e degli
esercenti arti e professioni, gli studi di settore possono trovare applicazione solo
se lo scostamento tra i ricavi e compensi dichiarati e quelli desumibili dagli
studi avvenga in almeno due di tre periodi dimposta consecutivi considerati,
compreso quello da accertare. Se lo scostamento avviene secondo le condizioni
su esposte, laccertamento e automatico, arriva direttamente. In poche parole
bisogna adeguarsi un anno si e uno no.
Accertamenti ai proprietari di immobili
Ai fini delle locazioni arriva anche qui laccertamento indiretto,Con la finanziaria 2005 il Fisco ha stabilito, che se si vogliono evitare accertamenti
bisogna dichiarare un canone il cui importo sia il maggiore fra il 10
Accertamenti in base alle segnalazioni dellanagrafe tributaria
Unaltro elemento da tener presento e laccertamento in base alle segnalazioni
dellAnagrafe tributaria, ad esempio registrate un contratto di locazione, una
cessione di azienda, o una vendita di un immobile, non sfuggirete agli accertamenti se non riportate i compensi relativi nella dichiarazione.
Accertamenti in base al redditometro
6

Il redditometro (art.38 D.p.r. 600/73) e uno strumento importante, che


colpisce chiunque e consente di determinare lincongruenza tra reddito dichiarato
e tenore di vita, ad esempio se una persona e disoccupata e possiede un imbarcazione da diporto dovr spiegare con quali soldi sostiene tale spesa. Le voci,
oggetto di valutazione per determinare la capacit contributiva (quella indicata
dallart.53 della Costituzione quale presupposto perch ogni cittadino concorra
alla spesa pubblica), sono:
- Aeromobili - tra questi sono diversamente valutati gli aerei o gli elicotteri
da turismo, gli alianti e motoalianti, gli ultraleggeri e deltaplani a motore;
- Navi e imbarcazioni da diporto - le sottocategorie sono stabilite in base al
tipo di propulsione (vela o motore) alla stazza, al tempo di possesso;
- Autoveicoli - la distinzione tra alimentazione a benzina o gasolio;
- Altri mezzi di trasporto a motore - campers, autocaravan, motocicli superiori a 250 c.c. di cilindrata;
- Roulottes; - Residenze principali e secondarie - distinte per zone e per
tipologia di disponibilit (propriet o altro diritto reale, locazione stagionale e
non, multipropriet);
- Collaboratori familiari - conviventi e non, esclusi gli addetti allassistenza
di infermi e invalidi;
- Cavalli da corsa o da equitazione;
- Assicurazioni (escluse le Rc obbligatorie, le vita, infortuni o malattie).
Ma quali sono i termini di prescrizione?
Quattro anni se la dichiarazione e stata presentata, cinque se omessa, art.
43 D.p.r. n.602/73
I TERMINI SI RADDOPPIANO (8 O 10) IN CASO DI DENUNCIA PENALE