Sei sulla pagina 1di 2

la posizione piu' forte (Trasimaco) nel libro della repub.

e' che la giustizia sia l utile del piu' forte e


vale per natura. questo perche' e' nell ordine della natura che il piu' forte abbia ragione sul piu'
debole. Socrate si oppone e propone di fare una metafora con l'arte medica. secondo S in buona
sostanza il governante agisce come fa un medico che non cerca l interesse bensi' deve fare il
bene del malato acquisisce una rendita indiretta. quindi non tanto la ricerca del proprio interesse
quanto la realizz. del bene della poleis. tuttavia non basta questa metafora. e' opportuno
chiedersi quando un uomo e' giusto: propone di risolvere il problema facendo il passaggio dall
uomo allo Stato: i miopi vedono male i caratteri piccoli a distanza, ma vedono i caratteri grandi .
quindi guardiamo la giustizia quando si manifesra in una dimensione piu' grande. esiste un
rapporto tra uomo-stato, e lo stato e' l'uomo in grande. questo significa dire che guardando allo
stato e cercando di ricostruire l organizzaziobe dello stato si puo' ricostruire l uomo. e' una
differenza quella tra s. e u. e' di tipo quantitativo, quindi essi hanno la stessa struttura,
conosciuto uno si conosce l altro. significa esibire una concezione di stato ORGANICISTA. cosi
come l'u. c'e' per natura anche lo stato resiste per natura. la poleis e' necessaria per lo sviluppo
storico e senza la poleis non esiste lo stato. la societa' e' l'esito naturale.
questo perche' l'uomo si caratterizza per la RAZIONALITA' e la MOLTEPLICITA' DEI BISOGNI. all
uomo non basta una vita semplice, devono essere soddisfatti anche i bisogni intellettivi.
Lo stato nasce sulla base della DIVISIONE DEL LAVORO. lo S. nasce in relazione a questi bisogni
naturali che solo insieme agli altri possono realizzarsi e soddisfarsi.
PLATONE la Verita', l'essenza, si definisce Idea. le Idee abitano un luogo "iperuranio", hanno una
loro consistenza, costituiscono un archetipo. cio' che leggiamo ne la repubblica quindi non e' uno
Stato reale, tangibile, ma e' uno Stato perfetto. sulla divisione del lavoro si basa la societa'.
grazie a cio' tutti possono dare il meglio di se' stessi.
lo S. ha tre funz. fondamentali:
1)i bisogni primari (materiali) degli uomini.
2)difesa dall'esterno grazie ai soldati. e controllo dell' interno.
3)attivita' di governo.
vengono svolte da 3 gruppi di persone, classi:
1) la classe piu' bassa, i demiurgoi (op. econ.)
2) la classe dei militari, custodi e custodi guerrieri
3) custodi reggitori (filosofi)
perche' solo i filosofi possono governare? la ragione si capisce quando si capisce come l uomo
arrivi alla Verita'. egli si avvale di un mito per spiegarlo. egli usa i miti perche' l uomo non e' solo
razionale, e che la sua indole lo rende capace di esprimersi con immagini strutturalmente e non
accidentalmente. il mito e' quindi importante perche' ci permette di capire determinate verita'
per via intuitiva senza toccare aspetti razionali.
il mito della caverna immagina uomini legati alla caverna in fila, ed egli immagina che essi
possano vedere delle ombre che sono generate da alcune statuine sopra una cortina che viene
elevata dietro gli uomini. le statue sono statue che riproducono la vita reale; per gli schiavi le
ombre costituiscono la realta'. egli suppone che uno schiavo si liberi e che si giri e si rende conto
cosa aveva generato le ombre. dopo aver visto le statue esce. esce ed egli non riesce a vedere
subito la luce. immagina ci sia un laghetto fuori la caverna. di notte tutta la natura si specchia
sull acqua del lago. lo schiavo puo' vedere solo le ombre riflesse sul lago, e solo una volta che si
abitua alla luce vede la realta' vera e propria.
il mito spiega le 4 fasi della conoscenza.
1 le ombre=conoscenza da sensazioni
2 statuette= opinioni degli altri

3 lago= conosc. matem.


4 visione diretta= visione delle idee pure
il filosofo e' chi arriva al 4o stadio.
una volta arrivato filosofo egli torna nella caverna e libera gli altri, e guida gli altri verso la
verita'.