Sei sulla pagina 1di 21

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.

DanielaVigonia/a20112012)
Tav. 1

LE FASI DEL PROCEDIMENTO PENALE ORDINARIO

INDAGINI

PRELIMINARI

richiestadirinvioagiudizio

UDIENZA
PRELIMINARE

(art.416)

(art.429)

GIUDIZIO

decretochedisponeilgiudizio

richiestadiarchiviazione
(artt.408411c.p.p.125dispatt.)

ARCHIVIAZIONE
(artt.409411)

SENTENZADINONLUOGOAPROCEDERE
(art.425)

SENTENZADIPROSCIOGLIMENTO
(artt.529531)

SENTENZADICONDANNA
(art.533)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

PUBBLICO MINISTERO

Tav. 2

(artt. 104-109, 112 Cost.; art. 73 ss. ord. giud.;


parte necessaria: art. 50-54 c.p.p.; funzioni: art. 358 ss.)

ORGANI

Procuratore della Repubblica presso:


il tribunale
il tribunale per i minorenni
il tribunale del capoluogo del distretto di corte dappello
(Procuratore distrettuale antimafia)

Procuratore generale presso:


la Corte di appello
la Corte di Cassazione
nellambito della Procura generale presso la Corte di Cassazione
istituita la Direzione nazionale antimafia (DNA): la dirige il Procuratore nazionale antimafia

FUNZIONI

Inquirente (funzioni dinvestigazione e di azione)

Requirente (funzioni partecipative e proponenti)

Esecutive (funzioni propulsive, proponenti, partecipative)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

POLIZIA GIUDIZIARIA

Tav. 3

(soggetto: art. 55 ss. c.p.p.; funzioni: art. 347 ss. c.p.p.)

Dipendenza funzionale dal p.m. a legame variabile:

sezioni (art. 56 lett. b)

grado massimo di dipendenza funzionale


presso la procura della Repubblica
esclusiva funzione di polizia giudiziaria
dipendenza funzionale dal capo del singolo ufficio di p.m.
disponibilit diretta da parte del p.m.

servizi (art. 56 lett. a)

o
o
o
o

cogestione con ente di appartenenza


presso la questura, comando carabinieri, guardia di finanza
prioritaria funzione di p.g.
il rapporto del p.m. con il personale dei servizi mediato dallufficiale, che
unico responsabile di fronte al proc. Rep.
Lautorit giudiziaria si avvale dei servizi

altri ufficiali e agenti (art. 56 lett. c)

grado minimo di dipendenza funzionale


. presso qualsiasi ufficio: ad es. ispettori del lavoro
. la legge o il regolamento riconosce funzioni di p.g.
. dovere di eseguire i compiti inerenti alla funzione di p.g.
. lautorit giudiziaria si avvale di ogni organo di p.g.

DIADirezionedistrettualeantimafia

sottoladirezionedelPNAeoperativanelleindaginidelladirezionedistrettuale
antimafia

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

p.m.

p.g.

Tav. 4

acquisisconodipropriainiziativa
(obbligodinformativadellap.g.alp.m.exart.347)

ricevono
lanotiziadireato(art.330)

Denuncia(artt.331334bisc.p.p.;art.364c.p.)
dapartedi:
pubbliciufficiali/incaricatidipubblicoservizio
privati
n.b.:delladenunciaanonimanon
puesserefattoalcunuso(art.
333.3;art.108disp.att.;art.5
reg.es.)mod.46

Referto(art.334c.p.p.,365c.p.)

Querela(artt.120126,152156c.p.;artt.336340c.p.p.)

Istanzadiprocedimento(art.341c.p.p.)CONDIZIONIDIPROCEDIBILITA

Richiestadiprocedimento(art.342c.p.p.)

Autorizzazioneaprocedere(art.343c.p.p.)

ilp.m.iscrivelanotiziadireatoacquisitaopervenutanel
registrodellenotiziedireato(art.335)
(registrodellenonnotiziedireato=mod.45)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

ATTIVITADELLAPOLIZIAGIUDIZIARIATav. 5
Obbligodiriferirelanotiziadireato(art.347):
1. senzaritardo
2. Quando siano stati compiuti atti per cui prevista lassistenza del difensore al pi tardi
entro48h
3. Quando si tratti delitti di cui allart. 407.2, lett. a), nn. 16 e quando vi siano ragioni
durgenza immediatamente comunicazione (anche in forma orale, con successiva
comunicazionescritta)

Attivit(finalit):informativa,investigativa,assicurativa(artt.55,348)
Attivit(inrapportoalp.m.):
autonoma(ancheparallela)(artt.327,348.1e3)
guidata(sudirettivep.m.)
delegata(dalp.m.exart.370)

Attivit(disciplina)atipica

tipica(artt.349357)

indagato

Identificazionepersoneinformatesuifatti

(art.349)

indagato(art.350)

Sommarieinformazionipersoneinformatesuifatti(art.351)

imputatiinproc.connessooreatocollegato(art.351)

Perquisizioni(art.352)
Acquisizionidiplichiodicorrispondenza(art.353)
Accertamentiurgentisuluoghi,coseepersone(art.354)
Sequestro(artt.354355)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

GIUDICEPERLEINDAGINIPRELIMINARI

Tav. 6

(art.328)
INDIVIDUAZIONE

anormadegliartt.89

neicasidicuiallart.51,commi3bis,3quatere3quinquies:
giudicedeltribunaledelcapoluogodeldistrettoneicuiambitoha
sedeilgiudicecompetente

FUNZIONI:provvedesullerichiestedelp.m.,dellapersona
sottopostaalleindagini,dellapersonaoffesa(art.328;v.ancheart.121);

AREEdINTERVENTO:lefunzionidigaranziaedicontrollo
sui DIRITTI E LIBERTA FONDAMENTALI (v. le varie e specifiche
ipotesi previste dalla legge: in materia di misure precautelari; di
di misure cautelari; di intercettazioni telefoniche; di sequestro
preventivo,ecc)

sullaFORMAZIONEANTICIPATADELLAPROVA(v.,inparticolare,
incidenteprobatorio)

sullESITODELLEINDAGINI(v.,inparticolare,richiestadiproroga,
richiestadiarchiviazione;richiestadirinvioagiudizio)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

ATTIVITADELPUBBLICOMINISTEROTav. 7
nelleindaginipreliminari
(artt.358378)

- dirigeleindagini(art.327)
- compieogniattivitnecessariaperledeterminazioniinerenti
alleserciziodellazionepenale;ancheaccertamentiafavore
dellapersonasottopostaalleindagini(art.358)
- compiepersonalmenteattivitdindagine;puavvalersi
dellap.g.;pudelegareattiallap.g.(art.370)
Attitipici:

accertamentitecnici(artt.359,360)
individuazionedipersoneedicose(art.361)
assunzionediinformazioni(art.362)
interrogatorio(artt.64ss.;364ss.)
interrogatoriodipersonaimputatoinunprocedimento
connesso(art.363)
confronto(artt.364.1e370.1)

mezzidiricercadellaprova(libroIII):

ispezioni(artt.364.1;244)
perquisizioni(art.247)
sequestri(art.253)
intercettazionidiconversazioniocomunicazioni(art.266)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

INTERROGATORIO

dellindagato

ESAME

Tav. 8.1

dellimputato

INDAGINI(UDIENZAPRELIMINARE:v.art.421)

GIUDIZIO(Dibattimento)

difrontea:p.m.,p.g.sudelega,g.i.p.,(g.u.p.)

davantialgiudicedibattimentale

richiestoda:p.m./imputato;previstoexlegeIrichiesto(econdotto)dalleparti
mezzodidifesa/dinvestigazione

mezzodiprova(art.208)

disciplinasoggetti(libroII)disciplinasoggetti
indaginipreliminari(libroV)mezzidiprova

udienzapreliminare(libroV)giudizio

invitoacomparire/presentazionespontanearichiesta/consenso

SOMMARIEINFORMAZIONI

dallapersonaneicuiconfrontivengonosvolteleindagini
ATTODIPOLIZIAGIUDIZIARIA(ART.350)

DICHIARAZIONISPONTANEE
dellindagato/dellimputato
difronteallap.g.(art.350.7)
difrontealp.m.(art.374)
ingiudizio(art.494)

P.M. artt. 375376; 388 (arresto/fermo); 294.6 (misure cautelari); P.G. su delega (art. 370); g.i.p. art. 391.3
(arresto/fermo);art.294(misuracautelare);indagato(art.415bis).

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

Interrogatorio:regoleesequenza

Tav. 8.2

Art.64.12
Tuteladelladignitdellapersona
La persona sottoposta alle indagini, anche se in stato di custodia cautelare o se detenuta per
altra causa, interviene libera all'interrogatorio, salve le cautele necessarie per prevenire il
pericolo di fuga o di violenze.

Tuteladellalibertdiautodeterminazione
Non possono essere utilizzati, neppure con il consenso della persona interrogata, metodi o
tecniche idonei a influire sulla libert di autodeterminazione o ad alterare la capacit di
ricordare e di valutare i fatti .

Art.66
Invitoadichiararelegeneralit

Art.161(Art.369)
Invitoadichiarareoeleggereildomicilioperlenotificazioni

Art.364(Art.369e369bis)
Avvisochelapersonasottopostaalleindaginiassistitadaundifensore
dufficio,machepunominarneunodifiducia

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

Tav. 8.3

Art.64.33bis

Avvertimenti
Prima che abbia inizio l'interrogatorio, la persona deve essere avvertita che:

a) lesuedichiarazionipotrannosempreessereutilizzateneisuoiconfronti;

b) salvo quanto disposto dallart. 66, comma 1, ha la facolt di non rispondere ad alcuna
domanda,macomunqueilprocedimentoseguirilsuocorso;

c) se render dichiarazioni su fatti che concernono la responsabilit di altri, assumer, in


ordine a tali fatti, lufficio di testimone, salve leincompatibilit previstedallart. 197 e le
garanziedicuiallart.197bis.

3-bis. L'inosservanza delle disposizioni di cui al comma 3, lettere a) e b), rende inutilizzabili le
dichiarazioni rese dalla persona interrogata. In mancanza dell'avvertimento di cui al comma 3,
lettera c), le dichiarazioni eventualmente rese dalla persona interrogata su fatti che concernono la
responsabilit di altri non sono utilizzabili nei loro confronti e la persona interrogata non potr
assumere, in ordine a detti fatti, l'ufficio di testimone.

Art.65

Interrogatorionelmerito
Art. 65. - Interrogatorio nel merito.
1. L'autorit giudiziaria contesta alla persona sottoposta alle indagini in forma chiara e precisa il
fatto che le attribuito, le rende noti gli elementi di prova esistenti contro di lei e, se non pu
derivarne pregiudizio per le indagini, gliene comunica le fonti.
2. Invita, quindi, la persona ad esporre quanto ritiene utile per la sua difesa e le pone direttamente
domande.
3. Se la persona rifiuta di rispondere, ne fatta menzione nel verbale. Nel verbale fatta anche
menzione, quando occorre, dei connotati fisici e di eventuali segni particolari della persona.

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

INTERCETTAZIONI(artt.266271)

Tav. 9

comunicazioni(fraassenti)
comunicazioniinformaticheotelematiche
conversazioni(frapresenti)

p.m.
chiedelautorizzazione

adisporreleoperazioni

decretodisponeleoperazioni

neicasidiurgenzacon

erichiedeentro24hlaconvalida

g.i.p.

decretomotivatodiautorizzazionediconvalida(entro48h)
operazionidiintercettazione
annotazioneinappositoregistrodeidecreti:

dispositivi
autorizzativi
diconvalida
diproroga

registrazioneeredazionedeiverbalidelleoperazioni
trasmissionealp.m.edepositodiregistrazioni,verbali,decretiinsegreteria
avvisoaidifensoridellepartiperesameattieascolto/cognizionecomunicazioni
acquisizione/////stralciomanifestamenteirrilevanti
(giudiceepartiinudienzacamerale)inutilizzabiliexart.271

trascrizioniostampefascicoloperildibattimento(art.431)
conservazionedeiverbaliedelleregistrazioni(edeventualedistruzioneatuteladella
riservatezzaexart.269)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

ISPEZIONI(artt.244246) Tav. 10
accertamentodelletracceedeglialtrieffettimaterialidelreato

personalegiudice/p.m.(decretomotivato)(nonp.g.:v.art.254.3)
(art.245)

locale
giudice/p.m.(decretomotivato)

(art.246)

p.g.diniziativa(convalidap.m.)(artt.352,354)
sudelegap.m.(art.370)

reale
(art.246)

PERQUISIZIONI(artt.247252)
ricercadelcorpodelreatoedellecosepertinentialreato

sequestro(art.252)
personale

(art.249)

giudice/p.m.(decretomotivato)
p.g.diniziativa(convalidap.m.)(artt.352,354)

sudelegap.m.(art.370)

locale
(art.250)

domiciliare(art.251)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

INCIDENTEPROBATORIOTav. 11.1

Casiart.392

art.70
art.391bis.11

Sedi

indaginipreliminari

udienzapreliminare(C.cost.n.77/1994;v.anchen.368/2002)

v.attiurgentinegliattipreliminarialdibattimento(art.467)

Procedura
Legittimazione
p.m.anchesurichiestadellapersonaoffesa,indagato(artt.392394)
richiesta(art.393)
edeventualerichiestadiprorogadelterminedelleindagini

depositonellacancelleriadelgiudiceenotificazioni(art.395)
contraddittoriocartolare
edeventualerichiestadi:
estensioneoggettiva/soggettiva(art.396)
differimento(art.397)

ordinanzadelgiudice

accoglielarichiestadichiarainammissibilelarichiestarigettalarichiesta

notificheedavvisidelludienza

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

Tav. 11.2

udienza
peculiaritdelludienza(art.401):
incameradiconsiglio
partecipazionenecessariadelp.m.edel
difensoredellindagato
dirittodipartecipazionedeldifensoredella
personaoffesa
indagatoepersonaoffesahannodirittodi
assisterealludienzaquandosideveesaminare
untestimoneounaltrapersona;neglialtricasi,
necessariapreviaautorizzazionedelgiudice
proveassunteconleformestabiliteperil
dibattimento(v.possibilitdiaudizioneprotetta
neicasiprevistidallart.398.comma5bis)
possibilitdiestensione(cfr.art.401.6e402)

i verbali delle prove verranno inseriti nel fascicolo per il


dibattimento(art.431.1.lett.e)
utilizzabilit nel dibattimento delle prove assunte con
incidenteprobatorioneiconfronti:

degliindagati

icuidifensorihannopartecipato
allassunzione(art.403.1)

dellimputatoraggiunto

solosuccessivamenteallincidentedaindizidicolpevolezza
seildifensorenonhapartecipatoallassunzione
quandolattosiairripetibile(art.403.1bis)
deldanneggiatoallecondizionieneilimitidicuiallart.404

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

DNAPROFILEWatsonCrickWilkins(1953)

Tav. 12

Cortecost.,971996,n.238
incostituzionale lart. 224, 2 comma, c.p.p., nella parte in cui consente che il giudice,
nellambito delle operazioni peritali, disponga misure che comunque incidano sulla libert
personaledellindagatoodellimputatooditerzi,aldifuoridiquellespecificamenteprevistenei
casieneimodidallalegge.

D.l.n.144/2005convertitoinleggen.155/2005
Art.349,comma2bisc.p.p.PRELIEVOCOATTIVOPERIDENTIFICAZIONE(dellapersonanei
cuiconfrontivengonosvolteleindagini)introdottodal.n.155/2005
Dopolaleggen.85/2009(adesionealtrattatodiPrum):

ART. 224bis c.p.p. PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE PER LE PERIZIE CHE RICHIEDONO IL
COMPIMENTODIATTIIDONEIADINCIDERESULLALIBERTAPERSONALE(prelievocoattivo
aifinidelladeterminazionedelprofilodelDNA/accertamentimedicicoattivi)

Art.359bisc.p.p.PRELIEVOCOATTIVODICAMPIONIBIOLOGICISUPERSONEVIVENTI

Art. 392, comma 2 c.p.p. INCIDENTE PROBATORIO (per lesecuzione di accertamenti o


prelievisupersonaviventeexart.224bis)

Artt.72bisdisp.att.c.p.p.(consensominori,incapaci:genitore,tutore,curatore)

Art.72terdisp.att.c.p.p.(verbaleoperazioni)

Art.72quaterdisp.att.c.p.p.(distruzionecampionibiologici)

Sempreinbaseallal.n.85/2009,artt.519:

IstituzionedellabancadatanazionaledelDNA(raccoltaeraffrontoprofilidelDNA)

Istituzione del laboratorio centrale per la banca dati nazionale del DNA (tipizzazione del
profilodelDNAeconservazionedeicampionibiologici)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

ILDIFENSORE

Tav. 13.1

NELLATTIVITADIPOLIZIAGIUDIZIARIA

PARTECIPAZIONENECESSARIA
Sommarie
informazioni
della
persona sottoposta alle indagini in
statodilibert(art.350.14)

Interrogatorio/confronto delegato
dal p.m., sempre che la persona
sottopostaalleindaginisiainlibert
(art.370)
FACOLTADIASSISTERESENZAAVVISO
Perquisizioni (art. 356 c.p.p.; 114
disp.att.)

Accertamenti urgentisullostatodei
luoghi, delle cose e delle persone
(art.354)

Apertura su autorizzazione del p.m.


deiplichisigillati(art.353)
DIRITTODIASSISTEREPREVIOAVVISO
DELDIFENSOREDELLIMPUTATOIN
PROCEDIMENTOCONNESSOOPER
REATOCOLLEGATOallaudizionedi
questultimo(art.351.1bis)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

ILDIFENSORE

Tav. 13.2

NELLATTIVITADELPUBBLICOMINISTERO
DIRITTODIASSISTEREPREVIOAVVISO
Accertamenti tecnici non ripetibili
(art.360)

Interrogatorio, ispezione, confronto


a cui partecipa la persona
sottopostaalleindagini(art.364.1)

FACOLTADIASSISTEREPREVIOAVVISO
Prelievocoattivodicampionibiologicie
accertamentimedicicoattivi(artt.359bis,224bis)

DIRITTODIASSISTERECONASSUNZIONEDELLATTOPRIMADELTERMINEFISSATO,
FERMORESTANDOLOBBLIGODELTEMPESTIVOAVVISO
Interrogatorio,ispezione,confronto,
perragionidiurgenzaquandovisia
fondato motivo di ritenere che il
ritardopossapregiudicarelaricerca
elassicurazionedellefontidiprova
(art.364.5)
DIRITTODIASSISTERESENZAAVVISO
Ispezione quando vi sia fondato
motivodiritenerecheletracceogli
altri effetti materiali del reato
possanoesserealterati(art.364.5)

Perquisizioniesequestri(art.365)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

DURATADELLEINDAGINIPRELIMINARI(artt.405407)

Tav. 14

6mesidalladataincuiilnomedellapersonaiscrittonelregistrodellenotiziedi
reato;1annoperidelittidicuiallart.407.2,lett.a
Richiestadelp.m.diproroga(pergiustacausa)
(notificataallindagatoeallapersona
offesacheabbiachiestodiessereinformata)
contraddittoriocartolare

CIASCUNAPROROGA
NONPUOSUPERAREISEIMESIG.I.P.

conordinanzaautorizzadeplanolaproroga

fissa unudienza camerale quando non ritenga

in base allo stato degli atti di concedere la


proroga;notificheIIIII
conordinanza

autorizzaaproseguireleindaginirespingelarichiestadiproroga

seiltermineperleindagini
giscadutofissaun
termineperla
formulazionedelle
richiestedelp.m.circa
lesitodelleindagini
ilp.m.prosegueleindagini;ulterioriproroghepossonoessererichieste:
1. neicasidiparticolarecomplessitdelleindagini;ovvero
2. peroggettivaimpossibilitdiconcluderleentroiltermineprorogato
I TERMINI DI DURATA MASSIMA NON POSSONO SUPERARE I 18 MESI; I DUE ANNI NEI CASI
DELLART.407,COMMA2.

PERIREATIDICUIAGLIARTT.589,2COMMAE590,3COMMAC.P.laprorogapuessereconcessapernonpi
diunavolta(art.406.2ter)
IIII
PERIDELITTIDICUIAGLIARTT.51.3BISE407.2,LETT.A),NN.4E7BISC.P.P.larichiestanondanotificaree
quindinoncudienzacamerale(art.406.5bis).

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

ARCHIVIAZIONE

Tav. 15

PRESUPPOSTI
artt.408c.p.p.e125disp.att.
art.411
cfr.,inoltre,art.415(reatocommessodapersoneignote)

PROCEDURA
Richiestadelp.m.diarchiviazione

G.I.P.avvisoallapersonaoffesachepresenta

opposizioneritenutaammissibile

Decretodiarchiviazione

Udienzacamerale

OrdinanzaperOrdinanzaORDINANZAdiarchiviazione
ulterioriindaginidimputazionecoatta
P.M.

richiestaP.M.
diformulalimputazione
archiaviazione

richiestadirinvioagiudizio(art.405)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

LESERCIZIO DELLAZIONE PENALE


Art. 50.
Azione penale.
1. Il pubblico ministero esercita l'azione penale quando non sussistono i presupposti
per la richiesta di archiviazione.
(omissis)
Art. 60.
Assunzione della qualit di imputato.
1. Assume la qualit di imputato la persona alla quale attribuito il reato nella
richiesta di rinvio a giudizio, di giudizio immediato, di decreto penale di condanna, di
applicazione della pena a norma dell'articolo 447 comma 1, nel decreto di citazione
diretta a giudizio e nel giudizio direttissimo.
2. La qualit di imputato si conserva in ogni stato e grado del processo, sino a che
non sia pi soggetta a impugnazione la sentenza di non luogo a procedere, sia
divenuta irrevocabile la sentenza di proscioglimento o di condanna o sia divenuto
esecutivo il decreto penale di condanna.
3. La qualit di imputato si riassume in caso di revoca della sentenza di non luogo a
procedere e qualora sia disposta la revisione del processo.

Art. 405.
Inizio dell'azione penale. Forme e termini.
1. Il pubblico ministero, quando non deve richiedere l'archiviazione, esercita l'azione
penale, formulando l'imputazione, nei casi previsti nei titoli II, III, IV e V del libro VI
ovvero con richiesta di rinvio a giudizio.
(omissis)

INDAGINIPRELIMINARI(DIRITTOPROCESSUALEPENALEprof.DanielaVigonia/a20112012)

Art. 415-bis.
Avviso all'indagato della conclusione delle indagini preliminari.
1. Prima della scadenza del termine previsto dal comma 2 dell'articolo 405, anche se
prorogato, il pubblico ministero, se non deve formulare richiesta di archiviazione ai
sensi degli articoli 408 e 411, fa notificare alla persona sottoposta alle indagini e al
difensore avviso della conclusione delle indagini preliminari.
2. L'avviso contiene la sommaria enunciazione del fatto per il quale si procede, delle
norme di legge che si assumono violate, della data e del luogo del fatto, con
l'avvertimento che la documentazione relativa alle indagini espletate depositata
presso la segreteria del pubblico ministero e che l'indagato e il suo difensore hanno
facolt di prenderne visione ed estrarne copia.
3. L'avviso contiene altres l'avvertimento che l'indagato ha facolt, entro il termine di
venti giorni, di presentare memorie, produrre documenti, depositare documentazione
relativa ad investigazioni del difensore, chiedere al pubblico ministero il compimento
di atti di indagine, nonch di presentarsi per rilasciare dichiarazioni ovvero chiedere
di essere sottoposto ad interrogatorio. Se l'indagato chiede di essere sottoposto ad
interrogatorio il pubblico ministero deve procedervi.
4. Quando il pubblico ministero, a seguito delle richieste dell'indagato, dispone nuove
indagini, queste devono essere compiute entro trenta giorni dalla presentazione della
richiesta. Il termine pu essere prorogato dal giudice per le indagini preliminari, su
richiesta del pubblico ministero, per una sola volta e per non pi di sessanta giorni.
5. Le dichiarazioni rilasciate dall'indagato, l'interrogatorio del medesimo ed i nuovi
atti di indagine del pubblico ministero, previsti dai commi 3 e 4, sono utilizzabili se
compiuti entro il termine stabilito dal comma 4, ancorch sia decorso il termine
stabilito dalla legge o prorogato dal giudice per l'esercizio dell'azione penale o per la
richiesta di archiviazione.