Sei sulla pagina 1di 6

ATTI DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE N. 73 DEL 30/07/2010


OGGETTO: Concessione costruzione e gestione dell'impianto sportivo di Iolo approvazione progetto preliminare e bozza di convenzione,rilascio garanzia fideiussoria

Adunanza ordinaria del 30/07/2010 ore 09:00 seduta pubblica.


.
Risultano presenti al momento della votazione i seguenti 32 consiglieri:
Consigliere
Albini Enrico
Auzzi Giancarlo
Banchelli Gianluca
Berselli Emanuele
Bettazzi Maurizio
Biffoni Matteo
Calussi Maurizio
Castellani Paola Maria
Colzi Andrea
Frosini Simone
Giardi Enrico
Innaco Francesco
Lafranceschina Mirko
Longo Antonio
Mangani Simone
Oliva Nicola
Ponzuoli Fulvio
Sanz Cristina
Soldi Leonardo
Vanni Lia

Presente
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S

Assente
S
S
-

Consigliere
Amerini Andrea
Baldi Roberto
Bardazzi Piero Luca
Bettarini Tatiana
Bianchi Gianni
Bini Riccardo Giuseppe
Carlesi Massimo Silvano
Ciambellotti Maria Grazia
Donzella Aurelio Maria
Gestri Luciano
Giugni Alessandro
La Vigna Carlo Domenico
Lana Vittorio
Lorusso Federico
Mennini Roberto
Paradiso Emilio
Santi Ilaria
Scali Stefano Antonio
Tosoni Federico
Vannucci Luca

Presente
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S

Assente
S
S
S
S
S
S
-

Presiede Bettazzi Maurizio (Presidente del consiglio) , con l'assistenza del Segretario
Generale Del Regno Vincenzo.
-----------------------------------

Assistono alla seduta i seguenti assessori : Pieri Rita Ballerini Adriano Silli Giorgio Cenni
Gianni Caverni Roberto Borchi Goffredo Bernocchi Filippo Nocentini Annalisa

(omissis il verbale)

DELIBERAZIONE N. 73 del 30/07/2010


OGGETTO: Concessione costruzione e gestione dell'impianto sportivo di Iolo - approvazione
progetto preliminare e bozza di convenzione,rilascio garanzia fideiussoria

Relazione della Giunta


Il Consiglio Comunale, con proprio atto D.C.C. n. 42 del 13 Maggio 2010, ha valutato
positivamente la possibilit di procedere al rimodernamento e/o adeguamento degli impianti di
propriet comunale attraverso la collaborazione con soggetti privati operanti nel mondo
sportivo attraverso un affidamento misto di lavori e gestione, in cui il gestore si fa carico
dellesecuzione delle opere a fronte di un contratto di gestione con una durata congrua al valore
dellinvestimento.
Il Consiglio ha altres valutato opportuno che tali affidamenti siano effettuati rispettandole
seguenti indicazioni :
il contratto di concessione deve essere redatto sulla base di un progetto di massima che
descriva le opere di sviluppo e miglioramento sullimpianto e contenga il piano di attivit,
entrambi in accordo con le esigenze di attuale utilizzo e di sviluppo dellattivit sportiva,
comprensivo di tutti gli elementi utili a fornire una valutazione di massima dellinvestimento
richiesto e dei costi di gestione. I progetti possono altres contenere migliorie dellimpianto
finalizzate allincremento della redditivit dello stesso quali: bar, ristorante, servizi collaterali,
che non ne devono per inficiare nemmeno parzialmente lutilizzo a fini sportivi;
sempre al fine di aumentare la redditivit dellimpianto e quindi diminuire i costi per il Comune
di Prato, pu essere concesso al gestore lo sfruttamento pubblicitario degli impianti, qualora
autorizzato nel rispetto della normativa vigente;
sulla base dei dati gestionali, dei costi di investimento e delle attivit potenzialmente reddituali
deve essere redatto apposito piano economico che deve costituire elemento indispensabile
per la scelta del contraente e in particolare per il calcolo della durata della concessione che
dovr essere commisurata allinvestimento sostenuto dal concessionario, e delleventuale
contributo ( da erogarsi da parte del Comune ) o Canone concessorio (da parte del
concessionario);
Il contrato di gestione e concessione deve prevedere la possibilit per il Comune di Prato di
effettuare controlli sulloperato del concessionario per tutta la durata della concessione e
prevedere lobbligo per il concessionario alla redazione e alla messa a disposizione del
Comune di una contabilit separata relativamente alla gestione in concessione;
possibile autorizzare lavori di miglioria e ristrutturazione al titolare di una concessione,
senza effettuare procedure selettive, se vi sono ragioni di urgenza che non permettono di
attendere la scadenza della convenzione per procedere ad una nuova selezione, se il
periodo residuo di validit della convenzione, pur inferiore a quello stimato per
lammortamento dellinvestimento, permette un consistente rientro iniziale, e se il
concessionario non richiede alcun contributo economico da parte dellAmministrazione.
Vi sono sul territorio impianti su cui lAmministrazione pu sperimentare questo nuovo modo di
procedere, realizzando, in collaborazione con i privati, interventi di ristrutturazione o di
ampliamento e miglioria, resi necessari dalle condizioni manutentive e/o dallesigenza di
promuovere realt sportive di eccellenza attraverso centri polifunzionali in cui possono
coesistere interessi sportivi agonistici, promozionali, di aggregazione con attivit ludicoricreative.
Tra i vari interventi possibili, il progetto di miglioramento e sviluppo del Centro sportivo di Iolo
riveste un particolare interesse per lAmministrazione.
Il Campo da rugby Chersoni situato nellarea di Iolo, gestito tramite concessione con durata di
anni 10 (2007-2017), dalla societ sportiva dilettantistica s.r.l. I Cavalieri. Allo stato attuale
limpianto composto da aree sportive (campo centrale e sussidiario con tribune che
consentono unagibilit complessiva per 1299 persone) e strutture complementari per lo
svolgimento di attivit connesse (club house).
2

A partire dalla stagione sportiva 2009/2010, si verificata lesigenza di adeguare limpianto ai


requisiti richiesti dalla federazione per lo svolgimento del campionato di Eccellenza in cui milita
la squadra pratese, potenziando la capienza a 2500 posti a sedere, di cui la met coperti e
implementando lilluminazione.
Per la stagione in corso la federazione ha consentito luso dellimpianto in deroga, in attesa della
messa a norma delle strutture, che risulta tassativa per la stagione sportiva 2010/2011, pena
linutilizzabilit del campo.
La societ Rugby I Cavalieri, ha acquisito, la gestione del campo da calcio Fantaccini dal
01.01.2010, a seguito di un avviso pubblico di manifestazione di interesse per il quale stato
presentato un progetto di riqualificazione.
Gli impianti sono inseriti in un contesto ricco di strutture sportive in cui si riconosce unimportante
valenza sportiva polifunzionale, vista la presenza del campo da rugby, del campo da calcio, della
piscina e di aree suscettibili di sviluppo.
Considerata la necessit di garantire impianti in linea con le eccellenze sportive della citt, e
vista la particolare predisposizione dellarea per la costituzione di un centro polifunzionale
(cittadella dello sport) lAmministrazione ha costituito, con disposizione sindacale n. 9 del
24/09/2009, un gruppo di lavoro al fine di individuare ipotesi di sviluppo dellarea sportiva di Iolo.
Attraverso un percorso condiviso con lAmministrazione per lindividuazione di una soluzione per
lo sviluppo dellarea sportiva, e dopo attenta valutazione della fattibilit tecnica e sostenibilit
economica, la societ I Cavalieri ha elaborato un progetto, di cui alla richiesta prot. n. 83840 del
25.06.2010 , con i seguenti caratteri di sviluppo:
-

Area Chersoni potenziamento dello stadio rugby nel rispetto dei requisiti indicati dalla
FIR e dal Coni per lo svolgimento di campionati di Eccellenza ed incontri internazionali
(tribune e illuminazione), il progetto di adeguamento rispetta la normativa in materia di
sicurezza (antincendio, sanitario ecc..), e garantisce il dimensionamento dei servizi
accessori (parcheggi, servizi igienici) alla capienza complessiva;
Area Fantaccini riqualificazione dellimpianto con ristrutturazione degli spogliatoi e dei
servizi connessi, e conversione del campo sussidiario in campo rugby, cos come
previsto dal progetto presentato allavviso pubblico con cui stata acquisita la gestione;
Area Ludico sportiva - composta campi da calcetto, spogliatoi a supporto, pista di
pattinaggio, play ground basket, palestra e altri spazi ludico-ricreativi, lintera area a
corredo dellimpianto seppur recintata, mantiene laccessibilit pubblica.

Da una valutazione complessiva del progetto di riqualificazione e


emerge:

del piano economico,

La congruit del progetto di riqualificazione con gli indirizzi sportivi espressi


dallAmministrazione e in particolare la possibilit di dare celere risposta allesigenza di nuove
tribune, indispensabili per permettere leffettuazione di partite di rugby della categoria
Eccellenza.
La congruit e sostenibilit del piano economico-finanziario con linvestimento previsto, anche
in relazione alla realizzazione di interventi finalizzati allaccrescimento della redditivit dello
spazio.
La congruit dellampliamento richiesto per la concessione che diviene di anni 25 dalla
stipula della convenzione, anche in considerazione del fatto che la societ I Cavalieri non
richiede nessun contributo finanziario a sostegno dellinvestimento n della gestione
dellimpianto.
La necessit di istituire una apposita microzona per la somministrazione di alimenti e
bevande, presso larea sportiva eventualmente articolata in vari punti dellimpianto,
valorizzando lintera area e consentendo il potenziamento di attivit connesse alla gestione
sportiva che risultano necessarie alla sostenibilit della gestione dellintera area come
evidenziato nel piano economico/finanziario allegato;
Lopportunit di soddisfare la richiesta di prestare garanzia fideiussoria per il finanziamento
necessario alla realizzazione dellopera, di cui alla stessa nota prot. n. 83840 del 25.06.2010
3

della societ Rugby club i Cavalieri, a fronte dellassenza di contributo come sopra
specificato;
Tra le fonti di finanziamento dellinvestimento prevista laccensione di un mutuo da parte dei
Cavalieri ssd unipersonale arl presso la Cassa di Risparmio di Prato Spa. La societ sportiva, ha
chiesto la disponibilit dellente a prestare fidejussione per limporto di 2.300.000,00 , ai sensi
dellart. 207 c. 3 del Tuel, secondo le condizioni contenute nella bozza di contratto di
mutuo/fidejiussione, allegato al presente atto, che contiene altres i termini essenziali del
finanziamento, ovvero: Importo di 2.300.000,00 per una durata di 240 mesi (20 anni) di cui 15
mesi di preammortamento, al tasso variabile.
Lammontare dell obbligazione finanziaria del Comune variabile in ordine alle singole
somministrazioni effettuate dal mutuatario fino allinizio dellammortamento del mutuo e
corrisponde ad un importo pari al capitale erogato, agli eventuali interessi di preammortamento,
agli eventuali interessi di mora, per il caso di ritardo nel pagamento degli interessi di
preammortamento.
Lobbligazione fideiussoria del Comune corrisponde alla rata di ammortamento o
preammortamento del mutuo stesso per 20 anni, di cui 15 mesi di preammortamento, con
partenza definita dal piano di ammortamento, e comunque fino alla completa estinzione del
mutuo, nonch a quanto dovuto alla Cariprato dal mutuatario in caso di ritardo nei pagamenti,
risoluzione del contratto;
E stato accertato che sono rispettati i presupposti di cui allart. 207 del Tuel ovvero che:
- lassunzione del mutuo destinato alla ristrutturazione di opere a fini sportivi e sociali, su
terreno di propriet dellente;
- il progetto approvato con la presente deliberazione dellorgano consiliare che
contestualmente licenzia il testo di convenzione che regola lutilizzo delle strutture in funzione
delle esigenze della collettivit locale;
- la struttura realizzata acquisita al patrimonio dellente al collaudo;
- la convenzione regola i rapporti tra ente locale e mutuatario nel caso di rinuncia di questi alla
realizzazione o ristrutturazione dellopera.
Con la prestazione della garanzia fidejussoria non vengono superati i limiti stabiliti dallart. 204 c.
1 e dallart. 207 c. 4 del D. lgs 267/2000 pari a 22.739.193,89 in quanto rilasciando la presente
fidejussione il margine ancora disponibile per nuovi finanziamenti pari a 17.443.455,29.
Pertanto verr istituito nel bilancio di previsione un apposito capitolo rubricato oneri derivanti
dalle garanzie fidejussorie assunte, nel quale saranno stanziati i necessari importi solo nel caso
in cui il mutuatario mancasse alladempimento delle proprie obbligazioni, come da bozza di
contratto di mutuo bancario. Si d comunque atto che esiste copertura finanziaria, agli effetti
degli equilibri generali di bilancio, essendo regolarmente costituito un fondo di riserva ai sensi
dellart. 166 del TUEL;
Pertanto risulta opportuno accogliere, nei termini proposti, la richiesta della Societ I Cavalieri
Rugby da regolamentare attraverso la stipula di apposita convenzione allegata al presente atto a
farne parte integrante e che contiene i seguenti principi e contenuti:
-tempistica di realizzazione;
-clausole di garanzia per la corretta esecuzione delle prestazioni;
-nomina da parte dellAC del Rup e del referente tecnico per la supervisione degli interventi;
-regolamentazione delluso sportivo e dellesercizio delle attivit connesse, a garanzia delluso
pubblico dellimpianto;
- Il progetto corredato di parcheggio a raso nellarea comunale davanti allattuale ingresso del
campo di gara su via Bessi di circa 7500 mq per una disponibilit di ulteriori 350 posti auto, che
verr realizzato dallAmministrazione, tramite il Servizio mobilit ambiente grandi infrastrutture
protezione civile. Il parcheggio verr realizzato inizialmente a raso in bianco e LAmministrazione
si impegna a reperire nella programmazione pluriennale i fondi necessari per il completamento
del parcheggio stesso.

IL CONSIGLIO

Vista e fatta propria la Relazione della Giunta allegata al presente atto;


Esaminata il progetto corredato da piano economico presentato dalla societ I Cavalieri Rugby
Iolo per la riqualificazione del Centro sportivo di Iolo e ritenutolo congruo allinteresse pubblico
e agli indirizzi dettati dalla Amministrazione Comunale in materia di sport;
Valutato pertanto opportuno accogliere, nei termini proposti, la richiesta della societ Cavalieri
Rugby da regolamentare attraverso la firma di apposita convenzione allegata al presente atto a
costituirne parte integrante;
Evidenziata la necessit di costituire specifica microzona per la somministrazione di alimenti e
bevande per la valorizzazione dellintera area e il potenziamento di attivit connesse necessarie
alla sostenibilit della gestione;
Ritenuto accogliere la richiesta della societ I Cavalieri, di prestare garanzia fideiussoria per
lassunzione del finanziamento necessario alla realizzazione dellopera, nei termini previsti dalla
bozza di contratto di finanziamento e garanzia fidejussoria allegato al presente atto a farne parte
integrante;
Visto e preso atto del parere favorevole espresso, ai sensi e per gli effetti di cui allart. 49,
comma 1, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, dal Responsabile del Servizio Cultura, Turismo e
Sport in data 23.07.10, e dai responsabili del Patrimonio, lavori pubblici e mobilit, ambiente
grandi infrastrutture e protezione civile in ordine alla regolarit tecnica in data 26.07.10, e dal
Responsabile dello Staff Risorse Finanziarie in data 27.07.10, in ordine alla regolarit contabile;
Visto il parere espresso dalla Commissione Consiliare n 2 Sviluppo economico, finanze,
patrimonio, Politiche Comunitarie in data 29.07.10, dalla commissione consiliare n 3
Sicurezza urbana, politiche dellimmigrazione, politiche giovanili, lavori pubblici, mobilit e
trasporti in data 29.07.10 e dalla commissione consiliare n 5 Politiche, sociali, istruzione,
cultura, sport in data 29.07.10;
Ritenuta la propria competenza ai sensi dellart. 42 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267;

DELIBERA

1. di approvare la Relazione della Giunta allegata la presente atto;


2. di accogliere, nei termini proposti, la richiesta della societ I Cavalieri Rugby approvando il
progetto che se pur depositato in atti costituisce parte integrante e sostanziale del presente
atto;
3. di approvare il testo di convenzione allegato parte integrante e sostanziale del presente atto;
4. di ritenere opportuna la creazione dellapposita microzona per la somministrazione di
alimenti e bevande per la valorizzazione dellintera area e il potenziamento di attivit
connesse necessarie alla sostenibilit della gestione;

5. di accogliere la richiesta di prestare garanzia fideiussoria alla societ I Cavalieri per


lassunzione del finanziamento necessario alla realizzazione dellopera ai sensi del d.lgs
267/2000, come da bozza di contratto allegato parte integrante del presente atto;

(Omissis gli interventi di cui al verbale)


Esaurita cos la discussione il Presidente pone ai voti, in forma palese, il sopra trascritto
schema di deliberazione che viene approvato allunanimit da 32 Consiglieri presenti e votanti.
Su proposta dello stesso Presidente il Consiglio, stante lurgenza, delibera altres, a voti
parimenti unanimi, di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dellart. 134
4 comma del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267.