Sei sulla pagina 1di 2

NOMEPAGINA: ENTILOCALI EL1IN NAZ XVI 16/03/07 Autore: BTRALDI Data e Ora di stampa: 16/03/07 15.

38 Colore: C

SERVIZI ICT

Il Trentino fa scuola sui servizi in Comune


di Giuseppe Licalzi
Il Consorzio dei Il consorzio in pillole
N
e fanno parte tutti i
223 Comuni, gli 11
Comuni trentini Comprensori e Co-
munità montane e i 4 Ba- Numeri
costituito nel 1996 cini imbriferi Montani
della Provincia autonoma 223 Comuni
rappresenta un di Trento. Il Consorzio 11 Comprensori e Comunità montane
dei Comuni Trentini, so-
buon esempio di cietà cooperativa costitui- 4 Bacini Imbriferi montani
gestione associata ta nel luglio del 1996, è
un caso di scuola per 34 I membri del Cda
di servizi e attività, dalla quanto riguarda la pro- 11 I membri del Comitato esecutivo
grammazione, condivisio-
rappresentanza sindacale ne e gestione associata di Servizi
servizi. Preceduto in Ita- Rappresentanza sindacale
alla formazione e lia, in ordine di tempo,
solo dal Consorzio del- Formazione e aggiornamento professionale
aggiornamento l’Alto Adige Sudtirol,
Servizio centralizzato stipendi
professionale dei dal 2006 ruolo e funzioni
del Consorzio coincidono Servizio polizze assicurative
dipendenti, passando con il Consiglio delle Au-
Certificazione gestione forestale sostenibile
tonomie Locali, l’organo
da un servizio paghe che assicura la partecipa-
zione degli Enti locali al- luppo, rappresenta e di- e dell’aggiornamento pro-
centralizzato e alla le scelte di carattere isti- fende gli interessi dei Co- fessionale del personale
tuzionale, all’attività legi- muni e degli Enti associa- dipendente degli Enti as-
gestione forestale, slativa e amministrativa ti e ha inoltre la responsa- sociati.
garantiti con successo della Provincia di Trento.
Il Consorzio, il cui consi-
bilità della stipula di ac-
cordi, protocolli e con-
Le attività comprendono
interventi formativi, se-
a 223 Comuni glio d’amministrazione ri- venzioni per l’acquisto di minari e progetti specifi-
calca quello del Consi- beni e servizi. ci erogati ogni anno a ol-
e 11 Comunità montane glio delle Autonomie Lo-
FRONTI DIVERSI
tre 6mila tra amministra-
cali, ne è riconosciuto an- tori e dipendenti.
che come l’unico stru- Ampio e significativo il Articolati sono anche i
mento operativo di sup- ventaglio di servizi gesti- servizi di consulenza, or-
porto. Elemento non da to dal Consorzio in rap- ganizzati attraverso die-
poco, questo, per com- presentanza dei Comuni ci “sportelli” tematici: la-
prenderne il ruolo strate- e dei Comprensori, a par- vori pubblici, contabilità
gico per una gestione or- tire da quelli di rappre- e tributi, fiscale, attività
ganica ed efficiente di un sentanza sindacale: in economiche, affari demo-
territorio morfologica- Trentino infatti, non si ap- grafici, personale, pri-
mente complesso. plicano i contratti nazio- vacy, polizia municipale
nali, ed è il Consorzio e urbanistica. L’erogazio-
AMBITI DI ATTIVITÀ che coordina tutte le fasi ne dei servizi avviene
Il Consorzio presta ai so- della trattativa con le or- con varie modalità: dai
ci ogni forma di assisten- ganizzazioni dei lavorato- pareri scritti e telefonici
za, si occupa delle rela- ri e sottoscrive i contratti agli appuntamenti con
zioni con le istituzioni e i collettivi. A cura del Con- personale esperto, fino
privati, promuove iniziati- sorzio è anche l’intero agli interventi presso le
ve legislative per lo svi- settore della formazione sedi istituzionali degli

XVI 24 MARZO 2007 - n˚ 12


NOMEPAGINA: ENTILOCALI EL1IN NAZ XVII 16/03/07 Autore: BTRALDI Data e Ora di stampa: 16/03/07 15.38 Colore: C

SERVIZI ICT

Un Sisdoc per i flussi


L a razionalizzazione dei processi
di back office costituisce il presup-
posto fondamentale per l’erogazione
lavorazione delle pratiche, in virtù
della forte limitazione della circolazio-
ne della carta e della verifica in tem-
Grazie a Sisdoc si può interagire sta-
bilmente con un unico interlocutore
dell’amministrazione che è in grado
di servizi on line a cittadini e imprese. po reale di eventuali condizioni ostati- anche di coordinare il lavoro dei di-
L’obiettivo di Sisdoc (Sistema Docu- ve all’andamento dell’iter amministra- versi enti che partecipano al proget-
mentale Metropolitano) è stato quello tivo. to. Imprese e cittadini possono avere
di realizzare un nuovo modello per la Il sistema è già in funzione presso accesso, in ogni momento, alle infor-
gestione dei flussi documentali con molte direzioni degli enti interessati e mazioni sullo stato dei procedimenti
modalità di cooperazione tra gli Enti permette il monitoraggio continuo del che li riguardano, garantendo così un
territoriali coinvolti nel complesso iter processo di formazione degli atti a alto livello di trasparenza sull’attività
di gestione delle informazioni. Il pro- partire dalla loro proposta fino alla amministrativa dell’ente. Il progetto Si-
getto è stato realizzato dal Comune loro completa formalizzazione. Il cit- sdoc si inserisce nell’ambito del multi-
di Napoli, dalla Provincia di Napoli e tadino o l’impresa può seguire via progetto Sims (Sistema Integrato Me-
dal Comune di Genova, con la colla- internet l’avanzamento della pratica tropolitano dei Servizi). L’intero multi-
di proprio interesse e l’ufficio Control- progetto Sims ha un valore complessi-
borazione dell’Università “Federico
lo di Gestione dell’ente può ottenere vo di 6,5 milioni di euro di cui 2
II” e dell’Autorità Portuale di Napoli
preziose informazioni sui tempi e sui milioni destinati a Sisdoc. La realizza-
ed è stato cofinanziato, con fondi mi-
flussi documentali. In particolare, i ser- zione del sistema documentale e di
nisteriali, nel quadro del Piano Nazio-
vizi messi a disposizione da Sisdoc, workflow per la formazione degli atti
nale di e-government. Sisdoc ha con-
attivabili via internet, riguardano amministrativi è stata affidata alle
sentito di realizzare una serie di appli-
l’edilizia privata (istanze di concessio- aziende CM-Consit e Ormu. Con Si-
cazioni modulari capaci di aggrega-
ne, dichiarazione inizio attività, agibi- sdoc è stato realizzato un intervento
re tra loro i singoli servizi di protocol-
lità), le attività produttive (nuova attivi- in grado di incidere in misura signifi-
lo elettronico, posta certificata, flussi tà, subingresso, trasferimento, amplia- cativa sull’efficienza interna degli en-
documentali interoperabili, atti ammi- mento, sospensione, cessazione), le ti, la cui operatività sarà alleggerita e
nistrativi ed edilizia privata. Il sistema autorizzazioni ambientali, i permessi agevolata da procedure informatiche
si estende a tutta l’amministrazione in di occupazione e rottura di suolo pub- basate sul contatto virtuale con gli
modo trasversale ed è in grado di blico, oltre alle possibilità di visura utenti dei servizi. Il progetto è stato
fornire un utile strumento di lavoro delle pratiche di interesse. Il tutto può collaudato e approvato dal Cnipa al-
indistintamente per tutti gli uffici. Dal avvenire con firma digitale, dando la fine del 2006 ed è inserito nel
punto di vista operativo ciò consente quindi valore legale al documento Catalogo delle soluzioni di e-govern-
un significativo risparmio nei tempi di elettronico. ment. (Domenico Pennone)

Enti associati. condizioni economiche fica, 11 presidenti di ni. Agli amministratori


A carico del Consorzio è estremamente vantaggio- Comprensori e Comunità sono delegati tutti i pote-
poi il Servizio centraliz- se. Il Consorzio è molto Montane), il Comitato ri di gestione, mentre il
zato stipendi, per cui la attivo anche sui temi lega- esecutivo (che conta 11 Presidente ha la rappre-
struttura elabora i fogli ti alla salvaguardia del- membri, tra i quali sono sentanza del Consorzio
paga gli specifici modelli l’ambiente: gli fanno ca- indicati tre vice presiden- di fronte a terzi e in giudi-
per le denunce mensili e po infatti tutte le attività ti e un vicario) e il Presi- zio. Il Cda è rieleggibile,
trimestrali dei dipendenti previste per il manteni- dente. L’Assemblea eleg- la sua durata è stabilita
comunali e degli altri En- mento della certificazio- ge il Consiglio d’ammini- dall’Assemblea all’atto
ti. Particolarmente orien- ne della gestione foresta- strazione, e tra le sue pre- della nomina e non può
tato alla riduzione dei co- le sostenibile. rogative c’è l’approvazio- essere superiore ai tre
sti è il Servizio polizze ne del bilancio annuale e esercizi. Attualmente,
assicurative, per cui gli LA STRUTTURA la destinazione degli utili Presidente del Consorzio
uffici predispongono ca- Organi sociali del Consor- (o la copertura delle per- dei Comuni Trentini è
pitolati di polizze, svolgo- zio sono il Consiglio dite). È sempre l’Assem- Anderle Renzo, Sindaco
no trattative con il merca- d’amministrazione, com- blea, inoltre, che deve ap- del Comune di Pergine
to assicurativo e rendono posto da 34 membri (23 provare i programmi plu- Valsugana. Vicepresiden-
disponibili ai Comuni e sindaci individuati con riennali finalizzati allo te vicario è Alessandro
agli Enti associati pac- criteri di rappresentativi- sviluppo e l’ammoderna- Olivi, Sindaco di Folga-
chetti ben costruiti e a tà territoriale e demogra- mento delle organizzazio- ria. l

24 MARZO 2007 - n˚ 12 XVII