Sei sulla pagina 1di 4

RENATO ALTERIO

LA SAGRA DELLE BUGIE

C'ERA UNA VOLTA L'UCRAINA

C' una tragica guerra ormai in Ucraina, destabilizzata a cura degli Stati
Uniti, alla fine hanno preso il sopravvento le armi e la situazione
diventata catastrofica e per, pur essendo ci sotto gli occhi di tutti, i
media occidentali continuano imperterriti a stravolgere la verit.
Fanno finta di non sapere che, secondo informatori autonomi ed
imparziali, la guerra intestina dell'Ucraina militarmente gi stata persa
e che, per di pi, si concluder con una carneficina di civili per il
semplice motivo che, da parte di Kiev, esiste la volont di fare pulizia
etnica dei russofoni dell'est. sconcertante constatare che, dopo lo
sterminio degli ebrei avvenuto per colpa della Germania nazista,
l'Europa non abbia imparato la lezione e si faccia ancora oggi complice,
questa volta, dello sterminio di intere popolazioni ucraine. Purtroppo, se
questa la triste realt, allora le verit atlantiche diventano una volta
di pi colpevoli bugie. difficile ammetterlo per, diffusa la
convinzione che l'Europa abbia chinato la testa e si sia resa complice
degli Stati Uniti, artefici questi di una vera e propria carneficina al solo
scopo di portare l'Ucraina libera nell'Ue e nella Nato in funzione
antirussa. Senonch il tentativo di scacciare la Russia al di fuori dalla
sua tradizionale zona d'influenza sembra essere miseramente fallito. Ci
2

malgrado, per raggiungere tale lo scopo, i nostri amici americani, in


conformit con la loro tradizione guerrafondaia, hanno ordinato agli

ucraini di Kiev di tenere le loro posizioni ad ogni costo. Ma, ironia


della sorte, alla fine accaduto che sono state invece le milizie
filorusse quelle che hanno deciso di attaccare e che hanno chiuso in
una sacca quasi 8000 soldati ucraini che rischiano ora di fare la fine
dei tonni nella rete". Questa, al di l delle finzioni, purtroppo oggi la
triste realt dei fatti in Ucraina! Per, poich tutto ci avviene in
Ucraina e non a casa loro, gli Stati Uniti se ne infischiano e,
cinicamente come sempre, stanno progettando di armare l'esercito di
Kiev con armi e missili anticarro per un totale di tre miliardi di
dollari! Dollari che finiscono nelle tasche delle lobby americane delle
armi. E ci dimostra ancora una volta ( ma non ce n'era bisogno
perch gi lo sapevamo ) che non c' nulla di nuovo nella politica
imperialista e guerrafondaia degli Stati Uniti d'America. Per loro gli
affari sono affari tanto pi che, dopo le macerie bisogner pur
ricostruire! Il ministro degli Esteri russo, Aleksandr Lukashevich ha
affermato che: Washington sta spingendo "volutamente" le relazioni
tra Russia e Stati Uniti "verso un vicolo cieco, da cui servir davvero
molto tempo per uscire", ed ha invitato l'amministrazione Obama "ad
assumersi tutta la responsabilit" di tale scelta. Ma, se le cose stanno
cos, l'Unione europea che fa? Resta a guardare, si adegua e, per
compiacere gli americani, china la testa, approva e sanziona Mosca,
naturalmente! Povero Putin! Ne ha fatte tante lui ma questa proprio
non se la sarebbe aspettata! Infatti Bruxelles, facendo finta di ignorare
che il gas russo quello che arriva nelle nostre cucine, adottando la
legge del tartufo, continua a comminare al Cremlino sanzioni del tutto
pretestuose come se fosse stato Putin invece degli Stati Uniti a
promuovere il colpo di Stato in Ucraina! Ci malgrado, pare che la
guerra in Ucraina sia ormai praticamente finita anche se infuriano
ancora battaglie cruente e distruttive che continueranno finch gli Usa
3

ed il FMI continueranno a finanziare l'Ucraina usandola come falso


scopo per destabilizzare la Russia. Per, di questo passo, c' il
pericolo che si arrivi alla terza guerra mondiale ipotesi questa che
assume una sua reale consistenza perch un simile comportamento
rientra perfettamente nella lunga tradizione guerrafondaia americana.
Tuttavia, anche nel caso che questo non accade, l'Ucraina, come la
Corea, alla fine del conflitto, non sar pi la stessa. Nel frattempo,
anche la sovranit dell'Europa rispetto all'America si sar trasformata
in una sudditanza senza futuro in bilico fra guerra e pace. Purtroppo
siamo sotto tutela della Nato, perci i nostri governanti e quelli
europei sono costretti a mentire ed a chinare la testa! Con grande gioia
dello Zio americano! Chiss che cosa ne pensa Papa Francesco!

NOTA: Mi dispiace, io non ho nulla contro il popolo americano, c' l'ho invece
con la filosofia dei loro governanti perch, indovinando o magari sbagliando,
ragiono con la mia testa e non con quella degli altri!

Renato Alterio