Sei sulla pagina 1di 2

W.A.

MOZART
Concerto K.271 Jeunehomme
I movimento. Allegro
Misure 1-6 : esposizione del tema principale. Il tema viene proposto
dallorchestra e continuato dal pianoforte a battute alterne.
mis.7 : prosegue lesposizione orchestrale senza ulteriori interventi del solista
e si concluder a mis.59.
Dapprima lorch. conclude il motivo del primo tema ( da 7 a 14), poi a
mis.15 : inizia la transizione (in questo caso siccome, come di norma, tutti i
temi dellesposizione orchestrale sono nella tonalit dimpianto di mi bemolle
magg. la transizione non si conclude alla dominante ma riporta alla tonica). La
transizione si basa su un intervento dei bassi che percorrono le note
dellarpeggio ascendente di si bemolle magg. quindi di mi bemolle maggiore.
mis.26 : secondo gruppo tematico composto da due idee, una di seguito
allaltra
(mis.26-33 e 34-41)
mis.41 . Codette conclusive dellesposizione orchestrale.
Il solista entra con un trillo quando lorchestra non ha ancora concluso (mis.
56).
mis. 63-68 si ripropone il tema principale.
mis. 69. il pianoforte diventa protagonista sviluppando linciso del primo tema
e iniziando poi una transizione (mis.74) che porta alla tonalit della dominante
(si bemolle magg.) a mis.88.
88-95 : II tema 96-103: III tema
104: il terzo tema passa allorchestra per 4 battute poi continuato dal
pianoforte (108) in un lungo episodio che si conclude con un trillo e laccordo
di si bemolle magg.(mis.135)
da 135: codette conclusive della seconda esposizione.
mis.148 : il piano riprende (in si bem.) il disegno che lorch. aveva esposto
subito dopo il tema principale (a mis.7)
SVILUPPO (da mis.156 a 196)
Lo sviluppo basato interamente sul primo inciso del tema principale che
viene trasportato in fa minore per poi tornare a si bemolle maggiore
mis. 182 . elemento della transizione orchestrale
mis. 192-193 e 194-195 : due elementi cromatici a domanda e risposta tra
solista e orch.

RIPRESA (da mis. 196)


Tema principale a ruoli invertiti (prima solista, poi orchestra) poi il pianoforte
porta avanti la transizione che arriva al IItema (mis. 217), seguto dal III (mis.
227)
mis. 233: II tema allorchestra
mis. 237 : riprende il pianoforte Mis. 251: orchestra riprende la risposta al
primo tema gi sentita a mis. 7 e 148
mis. 253 : riprende il pianoforte
mis. 273: codette (orchestra)
mis. 282: sentiamo per lultima volta il tema principale
mis. 288 : lorch. prepara la cadenza del solista.
Alla fine della cadenza nella conclusione orchestrale c ancora il pianoforte
che rientra con un trillo e conclude il movimento assieme allorchestra.

2 movimento. Andantino
Tonalit di do minore. forma dellaria strumentale
mis. 1-16 Introduzione orchestrale (lorchestra anticipa quello che sar
laccompagnamento al I tema del pianoforte)
mis.16 : Ingresso del solista-I tema in do minore
mis.25 : al posto della transizione c un nuovo elemento tematico in mi
bemolle maggiore
del pianoforte solo
levare di Mis.32 : nuovo tema (2 o 3) iniziato dallorchestra e proseguito dal
pianoforte
mis. 45 : nuovo elemento tematico che conclude la prima sezione

mis.53 : nuovo tema in mi bemolle esposto dallorchestra e amplificato dal


pianoforte
(costituisce la sezione di sviluppo che si conclude alla mis.73)
mis.74 : il pianoforte ripropone il primo tema facendolo precedere da due
battute dellintroduzione.
mis.84 : elemento tematico che serve da transizione (vedi mis.25)
levare di mis.93 : 2 tema (in do minore)
Mis.106: parte conclusiva
Mis.116 : tema usato nello sviluppo (in do minore)

Mis.121-122: cadenza sospesa che introduce la cadenza del solista


Cadenza
Mis.123: coda conclusiva.
Prima sezione (A): mis. 1/52
Seconda sezione (B): mis.53/73
Terza sezione (A): mis.74/123 + cadenza e chiusa

K.271 III movimento. Rond


Tonalit di mi bemolle maggiore.
mis.1-35 : Refrain (ritornello) esposto dal pianoforte solo
mis.35-42 : lorchestra riprende la prima parte del refrain
mis.43 . nuovo elemento tematico dellorchestra che si basa sulle note
staccate dellarpeggio discendente
mis.56 . il pianoforte riprende il disegno dellorch. (in si bemolle maggiore)
mis.83 : I couplet (strofa) -nuovo tema in si bemolle maggiore
mis.149 : cadenza che chiude il couplet
mis.150 : refrain (prima il piano solo poi lorch.)
mis.196 : Tema in fa minore
mis.220 : inciso del tema principale (prima lorch. quindi il piano e di nuovo
lorch.)
mis.232 : breve cadenza del solista che introduce il

Menuetto (II couplet) in la bem. maggiore da mis.232 a 303


composto da un tema e quattro variazioni
mis.304 : refrain
mis.324 : ripresa del tema di mis.196
mis.328 : elemento sentito a mis.136
mis.356 : tema di mis.83 (ora in mi bemolle)
mis.424 : ultima comparsa del tema principale
mis.459 : conclusione (piano e orch. insieme) sulla reiterazione dellinciso
iniziale.
La macro-struttura . A - B - A - C - A