Sei sulla pagina 1di 4

Flusso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In matematica, il flusso di un campo vettoriale attraverso una superficie orientata definito come
l'integrale di superficie del prodotto scalare del campo con ilversore normale della superficie, esteso
su tutta la superficie stessa.
Una qualsiasi superficie S nello spazio tridimensionale pu essere, almeno
localmente, orientata attribuendo ad ogni elemento di superficie infinitesimo

dS un versore

ad esso perpendicolare, secondo la convenzione della

mano destra; si pu pertanto definire la superficie infinitesima orientata:

In fisica il flusso di una data grandezza fisica usato in presenza di fenomeni


di trasporto (le grandezze coinvolte possono essere per esempio il calore[1] o
lamassa) e rappresenta la quantit della grandezza che attraversa nell'unit di
tempo una data superficie (perpendicolare rispetto alla direzione in cui avviene
il trasporto della grandezza) diviso l'area della superficie considerata.[2]

Indice
[nascondi]

1 Definizioni
2 Applicazioni
2.1 Trasporto di materia
2.2 Trasporto di carica

2.3 Elettrodinamica
2.4 Termodinamica
2.5 Astronomia
3 Note
4 Bibliografia
5 Voci correlate
6 Altri progetti

Definizioni[modifica | modifica wikitesto]

L'immagine illustra come il flusso di un campo attraverso una superficie dipenda dall'intensit del
campo, dall'estensione della superficie e dalla loro rispettiva orientazione.

In algebra lineare quando un campo scalare

vettoriale (non necessariamente tridimensionale)


relazione:

e un campo

stanno fra loro nella

con S una qualsiasi superficie nello spazio di riferimento;

definito flusso di

definito campodi

, e viceversa

viene

viene

,
Esplicitando il prodotto scalare appare chiaro che il flusso elementare d

nullo se il campo in quel punto e la superficie elementare


sono perpendicolari; massimo o minimo se sono rispettivamente paralleli o
antiparalleli.
Si definisce invece fluenza il campo vettoriale dato dall'integrale del campo su
un periodo di tempo:

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]


Il termine flusso deriva originariamente dall'idrodinamica, con riferimento
alla portata; tuttavia il flusso, in quanto concetto matematico, non rappresenta
necessariamente il passaggio di energia o di materia. Spesso gli integrali di
flusso sono impiegati assieme ad altri importanti risultati matematici di analisi
vettoriale, quali il teorema della divergenza e il teorema del rotore, che spesso
permettono il calcolo di un flusso senza doverlo svolgere esplicitamente.
Alcune grandezze fisiche (necessariamente vettoriali) delle quali si calcola
spesso il flusso attraverso una superficie sono il campo gravitazionale ed
il campo elettrico: il calcolo del flusso di questi campi attraverso una superficie

chiusa risulta spesso facilitato dal teorema di Gauss, per via della loro
particolare struttura. Nel caso del campo magnetico il flusso attraverso una
superficie chiusa identicamente nullo (si dice che il campo magnetico
solenoidale).

Trasporto di materia[modifica | modifica wikitesto]


Nel caso di trasporto di materia, il flusso pu essere espresso dalle
seguenti unit di misura nel Sistema internazionale delle unit di misura:
flusso in massa: kg/m2s
flusso in moli: mol/m2s
Il concetto di flusso molare viene utilizzato ad esempio dalle Leggi di
Fick sulla diffusione di materia.