Sei sulla pagina 1di 3

Nardin Alessio

3^D

10-05-13

Titolo: Reazioni di doppio scambio con formazione di un precipitato


Scopo: effettuare reazioni di doppio scambio facendo reagire un sale con un idrossido per
osservare la formazione di un precipitato solido
Luogo: Laboratorio di chimica
Durata: circa due ore
Materiali: NaOH (idrossido di sodio), CuSO4 (solfato rameico), ZnSO4, (solfato di zinco), FeCl3
(cloruro ferrico), FeSO4(solfato ferrico), PbNO3(nitrato piomboso), Al(NO3)3 (nitrato di alluminio),
AgNO3 (nitrato di argento), Na2CO3 (carbonato di sodio), pipette pasteur, provette in vetro, becher,
contenitori per i sali, portaprovette
Svolgimento: Inizialmente abbiamo riempito un becher con l'idrossido di sodio, utilizzando una
pipetta solo per il NaOH .
Cos abbiamo preso otto provette e le abbiamo posizionate nel portaprovette, abbiamo preso una
provetta vuota e vi abbiamo versato del solfato rameico (CuSO4) in soluzione acquosa con un'altra
pipetta pasteur.
Successivamente abbiamo preso un po' di NaOH dal becher e lo abbiamo versato goccia per goccia
nel solfato rameico, osservando la che reazione avveniva.
Avvenuta la prima reazione, abbiamo ripetuto lo stesso procedimento con gli altri sette composti:
ZnSO4, (solfato di zinco), FeCl3 (cloruro ferrico), FeSO4(solfato ferrico), PbNO3(nitrato
piomboso), Al(NO3)3 (nitrato di alluminio), AgNO3 (nitrato di argento), Na2CO3 (carbonato di
sodio).
Risultati:
Lettura e osservazione dei dati:
Per prima cosa abbiamo notato che tutte le reazioni di doppio scambio osservate erano a reazione
immediata, ovvero che appena i composti venivano a contatto con l'idrossido si formava un
composto insolubile che si andava a depositare sul fondo della provetta.
1. Il solfato rameico, che si presenta come una soluzione acquosa dal colore blu, reagisce con
lidrossido di sodio, un liquido incolore, formando il solfato di sodio (acquoso) incolore e
lidrossido di rame (solido) di colore biancastro;
La reazione sarebbe:
CuSO4(aq) + 2NaOH(aq)
Na2SO4(aq) + Cu(OH)2 (s)
Lequazione ionica sarebbe: (Cu2+ +SO42-) + (2Na+ + 2OH-)
(2Na+ +SO42-) + Cu(OH)2
2+
E quindi lequazione ionica netta: Cu + 2OH
Cu(OH)2 (s)
2. Il solfato di zinco, incolore, reagisce con lidrossido di sodio formando il solfato di sodio
(incolore) e lidrossido di zinco (un precipitato bianco).
La reazione sarebbe:
ZnSO4(aq) + 2NaOH(aq)
Na2SO4(aq) + Zn(OH)2 (s)
L'equazione ionica sarebbe: (Zn2++SO42-) (aq) + (2Na++2OH-)(aq)
E l'equazione ionica netta: Zn2+ + 2OHZn(OH)2 (s)

(2Na++SO42-)(aq) + Zn(OH)2

(s)

3. Il cloruro ferrico, in soluzione acquosa di colore giallo ocra.


Se reagisce con lidrossido di sodio, la reazione ha come prodotti il cloruro di sodio (di
colore giallognolo), e lidrossido ferrico, precipitato di color ruggine:
La reazione sarebbe:
FeCl3(aq) + 3NaOH(aq)
3NaCl(aq) + Fe(OH)3 (s)
L'equazione ionica sarebbe: (Fe3+ +3Cl-)(aq) + (3Na+ +3OH-)(aq)
E l'equazione ionica netta: Fe3+ + 3OH-(aq)
Fe(OH)3 (s)

(3Na+ +3Cl-)(aq) + Fe(OH)3

(s)

4. Il solfato ferroso se reagisce a con lidrossido di sodio, forma il solfato di sodio (di colore
verde chiaro) e come precipitato lidrossido ferroso(verde scuro)
La reazione sarebbe:
FeSO4(aq) + 2NaOH(aq)
Na2SO4(aq) + Fe(OH)2 (s)
L'equazione ionica sarebbe: (Fe2+ +SO42-)(aq) + (2Na+ +2OH-)(aq)
E l'equazione ionica netta: Fe2+ + 2OHFe(OH)2 (s)

(2Na+ +SO42-)(aq) + Fe(OH)2 (s)

5. Il nitrato piomboso (incolore), reagendo con lidrossido forma il nitrato di sodio ( incolore) e
lidrossido piomboso (simile ad una polvere bianca).
La reazione sarebbe
Pb(NO3)2(aq) + 2NaOH(aq)
2NaNO3(aq) + Pb(OH)2 (s)
L'equazione ionica sarebbe: (Pb2+ +2NO3-) + (2Na+ +2OH-)
E l'equazione ionica netta: Pb2+ + 2OHPb(OH)2 (s)

(2Na+ +2NO3-) + Pb(OH)2

6. Il nitrato di alluminio (incolore) reagisce con lidrossido di sodio, formando il nitrato di


sodio (incolore) e lidrossido di alluminio (una polvere quasi invisibile di colore bianco)
La reazione sarebbe:
Al(NO3)3(aq) + 3NaOH(aq)
3NaNO3(aq) + Al(OH)3 (s)
L'equazione ionica sarebbe: (Al3+ +3NO3-) + (3Na+ +3OH-)
E l'equazione ionica netta: Al3+ + 3OHAl(OH)3

(3Na+ +3NO3-) + Al(OH)3

7. Il nitrato di argento (incolore), combinandosi con lidrossido di sodio, forma acqua, nitrato
di sodio e come precipitato lossido di argento(di colore marroncino)
La reazione sarebbe:
2AgNO3(aq) + 2NaOH(aq)
NaNO3(aq) + H2O(l) + Ag2O (s)
L'equazione ionica sarebbe: (2Ag+ +2NO3-) + (2Na+ +2OH-)
E l'equazione ionica netta: 2Ag+ + O2Ag2O

(Na+ +NO3-) + H2O + Ag2O

8. Facendo reagire il solfato rameico (incolore) con il carbonato di sodio, un sale ternario
(incolore), otteniamo del solfato di sodio, acquoso incolore, come precipitato del carbonato
rameico (di colore azzurrino)
La reazione sarebbe :
CuSO4(aq) + Na2CO3(aq)
Na2SO4 (aq) + CuCO3 (s)
L'equazione ionica sarebbe: (Cu2+ +SO42-) + (2Na+ +CO32-)
E l'equazione ionica netta: Cu2+ +CO3CuCO3

(2Na+ +SO42-) + CuCO3

Interpretazione dei dati e conclusioni


Da questa sperimentazione possiamo dedurre che facendo reagire un idrossido con un sale avviene
una reazione di doppio scambio che porta alla formazione di un composto solido insolubile
chiamato precipitato.
AB + CD
CB + AD
Versando lNaOH nei vari composti acquosi delle provette, abbiamo notato che, se veniva
somministrata una quantit eccessiva di idrossido, il precipitato tendeva a sciogliersi in una
soluzione: questo dimostra che le reazioni chimiche sono dei sistemi dinamici, in quanto se c' un
eccesso di reagente il precipitato si solubilizza.