Sei sulla pagina 1di 37

Web & Multimedia

Il web

Il World Wide Web un servizio di Internet che permette di navigare ed usufruire


di un insieme vastissimo di contenuti (multimediali e non) collegati tra loro
attraverso legami (link), e di ulteriori servizi accessibili a tutti o ad una parte
selezionata degli utenti di Internet.

Il sapere umano appartiene al mondo.


cit. S.Y.N.A.P.S.E. Peter Howitt, 2011

Il web 2.0

Si indica come Web 2.0 l'insieme di tutte quelle applicazioni online che
permettono un elevato livello di interazione tra il sito web e l'utente (Tim o' Reilly,
2004)

Connessione diretta

Piattaforme di condivisione media

Social network

Il web 2.0, gli strumenti che lo


definiscono

Connessione diretta con l'utente


Blog: un particolare tipo di sito web in cui i contenuti vengono
visualizzati in forma cronologica

Forum: l'insieme delle sezioni di discussione in una piattaforma


informatica, o una singola sezione, oppure lo stesso software utilizzato
per fornire questa struttura (detto anche "board")

Wiki: un sito web che permette ai propri utenti di aggiungere, modificare


o cancellare contenuti attraverso un browser web

Chat: servizio informatico che permette il dialogo tra due o pi utenti in


tempo reale

Piattaforme di condivisione media

Social Network

Il sito web

Un sito web o sito Internet (anche abbreviato in sito se chiaro il contesto


informatico) un insieme di pagine web correlate, ovvero una struttura
ipertestuale di documenti che risiede su un server web

Siti web di presentazione o siti


vetrina

costituiti da pagine statiche

contenuti di sola lettura

il cliente non ha disposizione strumenti per modificare i contenuti

basso costo di realizzazione

non ha scopi commerciali o comunicativi immediati

presentare i prodotti e i servizi offerti dall'azienda

CMS e Blog

CMS: Content Management System

Interfaccia con la quale si pu creare un sito web senza bisogno di saper


programmare

Si definisce l'aspetto e si inseriscono i contenuti

Gestione degli utenti senza sforzo (admin, guest etc) anche in quantit elevate

WordPress e Joomla

I Portali

E' un sito concepito e strutturato in modo da generare forte interesse nei


visitatori

Ricerca di informazioni o servizi

Vari canali tematici

Servizi interni al portale in gradi di aumentare i tempi di permanenza dell'utente

La targettizzazione e l'utenza eterogenea

Siti di e-commerce

Siti in cui un'azienda ha la possibilit di mettere on line i suoi prodotti

Vendere direttamente al cliente finale

Graficamente simili ai siti di presentazione ma con lo store interno

Esercizio n1

Ricercate 3 siti che, secondo voi, sono ben fatti e


motivatene la scelta

L'usabilit

Cos' l'usabilit?
Con il termine usabilit di un artefatto (qualsiasi oggetto prodotto dall'uomo per
uno scopo specifico) si intende la facilit con cui una persona svolge un compito
coerente con le funzioni dello stesso.

Nielsen e le sue 10 euristiche

Il decalogo di Nielsen (1993).


Le 10 euristiche di Nielsen sullusabilit delle interfacce, derivano
dallapplicazione di tecniche di analisi fattoriale su 249 problemi di usabilit.

1.Visibilit dello stato del sistema

Il sistema deve sempre tenere informato lutente su cosa sta facendo, fornendo
un adeguato feedback in un tempo ragionevole.

Sapere se un oggetto un link e dove porta

Icona o testo sottointensificato significa che la funzione non disponibile

Presenza di un segnale di attivit in corso (clessidra, barra di caricamento,


messaggio testuale, etc.)

2.Corrispondenza tra sistema e


mondo reale

Il sistema deve parlare il linguaggio dellutente, con parole, frasi e concetti a lui
familiari.
Uso di messaggi testuali, icone, azioni dal significato condiviso da tutti ("salva
con nome", icona "cestino", azione "copia e incolla"

Garantire lassociazione tra oggetti e informazione

3.Controllo e libert

Lutente deve avere il controllo del contenuto informativo e muoversi


liberamente tra i vari argomenti.

Evitare procedure costrittive troppo lunghe (iscrizioni tramite form lunghissimi)

Evitare percorsi predefiniti senza possibili scorciatoie (back to home etc)

Evitare azioni non volute dallutente (apertura automatica di pagine non


richieste)

4.Consistenza e standard

Lutente deve aspettarsi che le convenzioni del sistema siano valide per tutta
linterfaccia.
Riportare in ogni pagina alcuni elementi di riconoscimento (logo, stile grafico,
etc.)

Dare la sensazione di essere sempre nello stesso ambiente

5.Prevenzione dellerrore

Evitare di porre lutente in situazioni ambigue, critiche e che possono portare


allerrore.

Dare la possibilit di tornare indietro

Evitare che la non comprensione induca in errore

6.Riconoscimento anzich ricordo

Le istruzioni per luso del sistema devono essere ben visibili e facilmente
recuperabili.

Produrre layout semplici e schematici

Non contare sulla capacit dellutente di ricordare il posizionamento degli


oggetti che caratterizzano le pagine

Evitare che lutente riscopra ogni volta linterfaccia

7.Flessibilit duso

Offrire allutente la possibilit di un uso differenziale (a seconda della sua


esperienza) dellinterfaccia.

Offrire una navigazione gerarchica per i meno esperti

Offrire delle scorciatoie per i pi esperti

8.Design ed estetica minimalista

Dare maggior importanza al contenuto che allestetica.

Evitare di accentuare oggetti irrilevanti o raramente necessari (immagini grandi,


etc.)

Evitare che il contenuto informativo della pagina sia messo in secondo piano

Evitare che lutente si distragga o si confonda

9.Aiuto allutente

Aiutare lutente a riconoscere, diagnosticare e recuperare lerrore.

I messaggi di errore devono essere espressi in linguaggio comprensibile (senza


codici)

I messaggi di errore devono indicare in modo preciso il problema e suggerire


una soluzione

Chiedere conferma per unazione importante

10- Documentazione

Anche se il sistema dovrebbe essere usabile senza documentazione


preferibile che essa sia disponibile

Deve essere facile da reperire

Focalizzata sul compito dellutente

Strutturata in un insieme di passi comprensibili

I requisiti emergenti dell'usabilit del


web

" Un sito web usabile quando soddisfa i bisogni informativi dell'utente finale
che lo sta visitando e interrogando, fornendogli facilit di accesso e di
navigabilit e consentendo un adeguato livello di comprensione dei contenuti.
Nel caso non sia disponibile tutta l'informazione, un buon sito demanda ad altre
fonti informative." (Visciola, 1999)

I requisiti
Navigabilit: esistenza di un sistema di navigazione e di orientamento nel sito.
Essendo un ipertesto deve evitare il senso di smarrimento che spesso provoca
quindi lutente deve sapere dove si trova e come pu ritornare facilmente ad un
punto precedente. Anche i link devono dare anticipazioni corrette su dove
porteranno.
Utilit attesa: disponibilit di informazioni e/o servizi che corrispondono alle
aspettative degli utenti. Lutente web ha delle aspettative di ritorno per il tempo
che dedica alla visita del sito. Bisogna evitare che le promesse del sito siano
disattese o addirittura false.
Completezza dei contenuti: presenza di contenuti informativi a livello di
dettaglio desiderabile per gli utenti. E molto difficile che un sito soddisfi il
bisogno informativo di ogni tipologia di utenti; per un portale importante che
lampiezza di contenuti e il loro livello di dettaglio si adattino ad ogni tipologia.
Per un sito specialistico importante che sia subito definita laudience a cui si
rivolge.

I requisiti
Comprensibilit delle informazioni: la forma e la qualit con cui linformazione
e i contenuti vengono presentati nel sito. Molto importante il linguaggio usato,
soprattutto per operazioni interattive. Deve esistere un sistema di classificazione
delle informazioni comprensibile da tutti, anche se il contenuto finale pu essere
specialistico.
Efficacia comunicativa: la strategia comunicativa del sito. Lefficacia
comunicativa una misura della credibilit del sito e si basa sia sul marchio
dellistituzione/struttura che rappresenta, sia sulla capacit di essere persuasivi
e seducenti per portare ad una relazione di fiducia con gli utenti.
Attrattivit grafica: la qualit della grafica e la piacevolezza visiva del sito. La
grafica deve portare ad un giusto equilibrio tra emozioni e comfort che induce
sullutente e utilizzo consapevole dei contenuti. Non deve nascondere il vero
scopo del sito.

Esercizio n 2

Rivedere i siti scelti e confrontare le proprie


motivazioni con le euristiche di Nielsen

Costruire un sito web

Prima di partire definiamo:

Obiettivi

Utenza

Contenuto informativo

La struttura dellinformazione

Dividere linformazione in unit logiche

Stabilire una gerarchia (dal generale al particolare o dal pi importante al meno


importante)

Organizzare le relazioni fra le unit informative sulla base della gerarchia


individuata

Controllare la funzionalit della struttura creata

La struttura del sito pu


essere:

Sequenziale

a griglia

La struttura del sito pu


essere:

Gerarchica

a ragnatela

Esercizio n 3

Disegnate la struttura di un sito


Motivate e valutate le scelte fatte