Sei sulla pagina 1di 3

La Cronaca

L UNEDI 18 GENNAIO 2010 23

Lo Sport
20ª GIORNATA CREMONESE-SORRENTO 0-0

Cremo, occasione annullata


Il Sorrento allo Zini ferma i grigiorossi sullo zero a zero
Il pareggio del Novara aumenta il rammarico
S
marrita una buona abitudine. emotiva del provvisorio vantaggio la-
Vincere allo Zini, per la Cre- riano al Piola, è mancata la giusta
monese che vive di rincorsa, è dose di cattiveria sottorete, indispen-
questione di buona creanza. Come sabile nel regolare i conti con Marco-
lavarsi i denti prima di coricarsi, sa- nato a nostro favore. Stavolta la stella
lutare le signore levandosi il cappello di Guidetti non ha brillato più delle
alla maniera di Humprey Bogart, far altre, lasciando che la partita rima-
sedere le vecchiette sul tram. Cancel- nesse raggomitolata sul nulla di fatto.
lare d’un botto i tre punti casalinghi Eppure l’impatto a tratti devastante
dal prontuario delle cose da fare è il di Nizzetto ha creato incertezze nel
primo passo deciso sulla strada che sistema difensivo predisposto da Si-
conduce alla resa nella corsa per il monelli. L’esterno, magari non con
primato. La Cremonese è rimasta in- la dovuta continuità, ha preso d’as-
trappolata nella casella degli imprevi- salto a ripetizione Di Nunzio e De
sti, non riuscendo a scardinare un 0- Giosa, svariando da sinistra a destra
0 sedimentatosi con l’andar dei mi- e scodellando nel mezzo palloni di
nuti e, quel che è peggio, gettando pregio. Ma fino all’ingresso di Varric-
nel contempo alle ortiche la possibi- chio, il dominio aereo di Fernandez e
lità di riavvicinare sensibilmente il Lo Monaco è stato messo in discus-
Novara, imbrigliato sul pari dal Co- sione una sola volta, da Gori. Gui-
mo che non ti aspetti. A mettersi an- detti la cartuccia d’oro l’ha dimenti-
cora una volta di traverso ai nostri cata in fondo alle giberne, così dopo
piani, l’avversaria che più di altre ci aver sparato a salve una prima volta
sta spostando alle calende greche gli (dal limite, su suggerimento di un
orizzonti di gloria: il Sorrento. Simo- Musetti approssimativo quanto ca-
nelli, concluso il suo giro del mondo parbio), al quarto d’ora ha innescato
in ottanta giorni lontano dalla pan- il proverbiale diagonale sinistro, in-
china rossonera, ‘torna a Surriento’ cocciando però in guantoni e riflessi
con un punto in più sulla carta di di Marconato. Già abbottonato fin

Non basta una partita Nel finale Venturato


giocata all’attacco manda nella mischia
Invalidato per un mani anche Varricchio
il gol di Max Guidetti ma i campani resistono

credito da poter spendere nella ba- dall’avvio, il Sorrento, superati in sla-


garre salvezza. Contro i campani non lom i pericoli, ha abbassato ulterior-
c’è mai verso di spuntarla. Là, dico- mente il baricentro, richiamando i
no, è perché ci costringono a giocare mobili Carlini e Vanin all’altezza di
su un campetto sintetico più conso- Nicodemo e Niang e lasciando ai soli
no alle esigenze di un derbyssimo Paulinho e Mirtay il compito di tene-
scapoli contro ammogliati che ad re sotto pressione la Cremonese con
una partita di terza serie. E passi. Ma manovre di alleggerimento non sem-
una volta tornati alle nostre latitudi- pre efficaci. Il reparto arretrato gui-
ni, l’alibi quale sarebbe? Cosa non dato da Viali non ha mai sbandato,
funziona nello Zini al punto tale da fatta eccezione per un’uscita contro-
penalizzarci? Il fondo sprigiona anco- tempo di Galuppo su Paulinho e
ra il profumo intenso dell’erba taglia- un’amnesia in marcatura su palla alta
ta e le dimensioni ricordano le verdi giocata a beneficio di Mirtay. Insom-
praterie dell’Ovest. Forse, allora, è ma, frattaglie. Ma se Paoloni mai ha
solamente questione di feeling che corso pericoli seri (solo un’uscita,
non sboccia; magari è tutta colpa di tempestiva, sui piedi di Vanin), la
una domenica lunatica. Sta di fatto Cremo ha faticato a presentarsi nei
che nemmeno l’esordio a tempo de- sedici metri rossoneri, anche per la
terminato di Varricchio – in campo difficoltà riscontrata da Zanchetta e
dal 32’ del secondo tempo -, ha fun- “Con il petto!”: vane le proteste di Guidetti dopo il gol annullato dall’arbitro che ha visto un tocco di mano del bomber grigiorosso (foto Rastelli) Fietta nel trovare un consono coordi-
zionato da talismano contro la tam- namento. Sul finire del tempo i gri-
muriata rossonera, per noi sempre giorossi hanno intensificato le trame,
più simile alla macumba. Il bomber creando un paio di occasioni firmate
d’oro zecchino prelevato in settimana DOPPIO PASSO da Gori e ribattute da Fernandez. Al
dal Padova, però, si è presentato in 43’ l’arbitro ha annullato, giustamen-
tutto il suo splendore atletico. E per te, un gol di Guidetti, reo di aver
uno che non infilava un appunta-
mento ufficiale dallo scorso agosto
già non è poco. Varricchio ha regala-
Grande spreco o piccolo guadagno? Il solito pareggio controllato palla con il braccio. Più
determinata la formazione di Ventu-
rato nel corso della ripresa, in co-
to alla platea un colpo di testa asse- Appurato, confermato, ribadito che col Sorrento, noi, velarsi fondamentale nella corsa al titolo. Anzi, diremo stante proiezione offensiva anche
stato nel traffico dell’area di rigore mica si vince, oggi avremmo potuto leggere diverse ver- di più: la sbornia di complimenti di San Siro ha ingol- grazie all’apporto offerto da Rossi e
avversaria. Il pallone è uscito di po- sioni dei fatti, a proposito della domenica “bianca” del- fato i piemontesi che dopo aver perso la prima partita Bianchi sulle corsie laterali. Fra sci-
co, ma il solo fatto che a vincere un la Cremo contro i rossoneri che meno rossoneri non si stagionale sono ormai sprofondati in una crisi d’iden- volate (di Guidetti sull’invitante tra-
duello aereo fra i marcantoni campa- può (nonostante una falangina paulista Vanin-Pau- tità che consentirà ai grigiorossi (che, piano, ma avan- versone a pelo d’erba di Bianchi) e
ni sia stato lui è una garanzia per il linho). zano) di rosicchiare il gap e prendersi l’alloro in relativa sportellate vinte dai ruvidi ma corret-
futuro. La Cremo vanta una solida IPOTESI A(priti o cielo!) tranquillità. Bene ragazzi, un poco di più ed è fatta!”. ti centrali ospiti, la Cremo si è illusa
arma in più da giocarsi nei casi più “Una Cremonese scialba e scontata non va oltre il pari E invece... di trovare il punto di rottura del blin-
complicati: un giocatore capace di al cospetto del modesto Sorrento. Preoccupante l’invo- IPOTESI C(ome nulla fosse) datissimo bunker sorrentino, rinfor-
prendere a testate, non solo metafo- luzione degli uomini di Venturato che smarriscono la “Classica partita rognosa contro una di quelle perico- zato strada facendo dalle sostituzioni
ricamente, partite ingarbugliate co- via del gol e perdono ogni speranza di promozione di- lanti che si aggrappano allo 0-0 con le unghie e con i in stile conservativo di Simonelli. Ma
me lo è stata quella di ieri. Troppo retta a causa della logica, evidente, banale vittoria del denti... e a volte riescono. Allo Zini finisce in parità, co- non c’è stato nulla da fare, nonostan-
ragionieristica la Cremonese vista al- solito Novara che si sbarazza in scioltezza del Como me al Piola, dove il Como riporta il Novara sulla terra. te l’ingresso di Varricchio e gli ultimi
l’opera nella prima parte di gara. confermando la proprio netta e inequivocabile superio- I punti di distacco restano cinque e la sensazione che assalti portati secondo la logica del
Manovra compassata e difetti di po- rità sottolineata dal distacco che sale a 7 punti.” sia una corsa dura. Ma non solo per noi. Non sarà mol- 3-4-3. Nessuna resa, ma davanti a
sizione hanno impedito ai grigiorossi IPOTESI B(uccia di banana) to, ma è quello che passa il convento”. (E per chi pro- questo 0-0 resta la mesta consapevo-
di condurre la sfida in modo sciolto. “Occasionissima grigiorossa. Palla sul fondo. Col Nova- prio morisse dalla voglia di lamentarsi, tornare all’IPO- lezza di aver sprecato un’occasione
Poi, quando si è riusciti a gettare il ra sconfitto clamorosamente a domicilio dal Como, i TESI A). per riaprire i giochi in vetta.
cuore oltre l’ostacolo anche sull’onda grigiorossi guadagnano un punto d’oro che potrebbe ri- f.g. Paolo Loda
La Cronaca dello Sport L UNEDI 18 GENNAIO 2010

24
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA

Giornata senza impegni per Paoloni


Gli ospiti pensano solo a difendersi. Ai grigiorossi manca l’ultimo tocco
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
8’ Prima emozione dell’incontro: 5’ Musetti viene affossato in area
Musetti libera al limite dell'area Gui- da un avversario. L’arbitro lascia cor-
detti che sfodera un sinistro potente rere ignorando le timide proteste lo-
alzando però troppo la mira cali
10’ Partito dalla corsia di destra, 7’ Nizzetto allarga sulla sinistra
Nizzetto si accentra e dai trenta metri per Rossi, che a tutta velocità arriva
cerca il gran gol. Conclusione che su- sul pallone concludendo di prima in-
bisce una deviazione e termina in cal- tenzione col sinistro. Sfera che termi-
cio d'angolo na ampiamente a lato
15’ Traversone di Nizzetto sul 13’ Servizio basso sul primo pa-
secondo palo dove Guidetti di prima lo di Bianchi per Guidetti che antici-
intenzione calcia al volo costringendo pa il difensore, ma al momento della
alla respinta in tuffo Marconato conclusione scivola favorendo la
33’ Sugli sviluppi di un tiro dalla chiusura di Fernandez
bandierina, De Giosa effettua un 20’ Cross teso di Rossi, pallone
cross preciso sul primo palo per Myr- che carambola a centro area dove
taj, la cui girata di testa non inquadra Musetti prova a colpire, ma la difesa
lo specchio allontana
35’ Contropiede rapido condot- 28’ Sul traversone dalla sinistra
to palla al piede da Musetti, che dopo di Nizzetto, Varricchio si presenta ai
una cavalcata cinquanta metri palla al suoi nuovi tifosi con un colpo di testa
piede sbaglia la misura dell'assist per che sfiora l’incrocio dei pali
Guidetti 34’ Conclusione alta dal limite
40’ Sullo spiovente dalla sinistra del’area di Nicodemo
di Nizzetto, Gori colpisce di testa a 36’ La punizione dai venticin-
colpo sicuro, ma a centro area Fer- que metri in posizione centrale di
nandez ribatte Myrtaj viene bloccata senza difficoltà
41’ Il tentativo in mischia di Go- da Paoloni
ri viene respinto in corner dalla difesa 38’ Grande giocata di Gori che
campana Marconato non arriva su un colpo di testa di Varriccio. La palla però è fuori si libera di due avversari ed effettua
44’ La conclusione al volo di un bel cross a centro area dove però
Zanchetta si trasforma in un assist per Guidetti, che dopo un controllo nessun compagno trova la deviazione
insacca. ‘'arbitro però annulla per un tocco di mano dello stesso attaccan- 41’ Esposito prova a sorprendere la difesa grigiorossa accentrandosi
te grigiorosso e concludendo con un destro potente ma impreciso

L’analisi di Venturato: “Bene la tenuta difensiva e la gestione sicura del possesso”

“Guardiamo solo a noi stessi”


“Il Sorrento ha giocato per il pari. A noi è mancato il colpo del singolo”
A
ll’arrivo in sala stampa di mi-
ster Venturato la prima do-
manda riguarda subito la clas-
LA GARA IN TV
sifica che resta invariata nelle prime
posizioni nonostante il pareggio in-
Stasera la differita
terno del Novara contro il Como. della gara dello Zini
Mister, un’occasione persa? “Se
guardiamo sempre e solo a quello alle 21 su Studio1
che fa il Novara sarebbe così tutte le
domeniche - sorride con una cenno La gara disputata ieri allo
di disappunto il tecnico grigiorosso - stadio Zini tra Cremonese e
. Per questo noi dobbiamo guardare Sorrento sarà trasmessa in
a noi stessi e pensare che ogni nostra differita tv questa sera alle
gara sia determinante per questo 21 sull’emittente Studio1, vi-
campionato”. sibile in analogico nelle pro-
Dunque lo era anche quella con il vince di Cremona, Bergamo,
Sorrento che ancora una volta si Parma e Piacenza sul ch 57,
conferma avversario ostico: quattro nelle province di Brescia e
sfide in due anni e nessuna vittoria Mantova sul ch 40 e sulle
per la Cremo. “Già da alcune partite frequenze del digitale terre-
il Sorrento giocava in una maniera stre a Milano, Monza, Como
molto accorta in fase difensiva. A e Varese.
maggior ragione oggi sono venuti a
Cremona per fare un punto e non
sono mai usciti dalla loro metacam-
po piazzando sempre tanti uomini
dietro la linea della palla”. Situazio- IL TECNICO DEGLI AVVERSARI
ne complicata per chi cerca i varchi
per rendersi pericoloso. “Nel primo
tempo noi abbiamo faticato perché i
centrocampisti si abbassavano trop-
Ma mister Simonelli ribatte:
po. Poi siamo riusciti a giocare palla
più alti e siamo stati bravi - analizza
Venturato - soprattutto nell’ultimo
abbiamo giocato a viso aperto
quarto d’ora del primo tempo e per
una mezz’ora nel secondo a far gira- questa voglia di costruire attraverso mente può fare qualcosa in più”. Il grigiorosso probabilmente di- (con tre trequartisti e una punta,
re il pallone con buona intensità. La il gioco, ma dovremmo riuscire a Come certamente potrà migliorare venterà il colore preferito da Si- ndr). Sono soddisf atto quindi
difficoltà è stata quella di riuscire a mettere i nostri giocatori di maggior anche l’apporto di Varricchio, che monelli, visto che il “professore” dell’intera prestazione dei miei uo-
sbloccare l’incontro nonostante sia- talento nelle condizioni di trovare il ieri ha debuttato nella parte finale di campano, grazie ad una gara tatti- mini”. Il tecnico richiamato in set-
mo riusciti a creare almeno tre o colpo che possa cambiare gli equili- gara: “Varricchio non gioca una par- camente perfetta in chiave difensi- timana sulla panchina rossonera,
quattro situazioni favorevoli per po- bri. Comunque - chiude - più cose tita dal 9 agosto. L’ho trovato in va, è riuscito a rimanere imbattuto sottolinea anche “il grande atteg-
ter passare in vantaggio. Un gol positive che negative: dalla tenuta di- condizioni fisiche discrete perché è anche allo Zini, facendo salire così giamento mentale dei ragazzi. Per
l’avevamo anche fatto, ma è stato an- fensiva alla gestione sicura del pos- stato un vero professionista in questi a quattro la striscia di risultati utili quanto riguarda la salvezza non so-
nullato. Non so se giustamente o sesso palla”. mesi di allenamento, ma la gara dà in altrettante sfide contro la Cre- no nè ottimista nè pessimista,
meno”. Nessuna polemica con l’ar- A complicare le cose tuttavia ci so- sensazioni diverse. Sarà importante monese. “Non è corretto limitarci quello che mi interessa è cercare di
bitro, piuttosto una critica costrutti- no anche le domeniche sotto tono di sfruttare le sue qualità in questi scor- a dire che abbiamo fatto una parti- fare bene ogni giornata”. Infine sul
va per i suoi: “Spesso incontreremo alcuni uomini chiave, come Nizzet- ci di gara che a lui serviranno per ta solo di contenimento - esordisce gol annullato a Guidetti, Simonel-
squadre che giocano in questo mo- to, ieri sostituito: “Luca - commenta guadagnare il ritmo partita”. Per in sala stampa Simonelli - perché il litaglia corto: “Dalla panchina ero
do. Dobbiamo avere un po’ più di Venturato - ha fornito prestazioni avere un freccia in più nell’arco gri- nostro obiettivo era quello di pro- molto distante, onestamente non
cattiveria negli ultimi 20 metri di importanti nell’arco del campionato giorosso quando le gare si faranno vare a giocarcela a viso aperto, co- so dire se c’era il fallo”.
campo. E’ giusto - continua il mister ed è uno di quei giocatori che può davvero decisive. me dimostra lo schema di partenza m.z.
- che manteniamo questa identità e farci fare il salto di qualità. Sicura- Filippo Gilardi
L UNEDI 18 GENNAIO 2010 La Cronaca dello Sport
25
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

CREMONESE SORRENTO

0 0
4-4-2 4-2-3-1
1 PAOLONI 1 MARCONATO

2 A. BIANCHI 2 DI NUNZIO
5 VIALI 5 LO MONACO
6 GALUPPO (11' ST 16 ESPOSITO)
3 ROSSI 6 FERNANDEZ
(40' ST 16 CODA) 3 DE GIOSA

7 GORI 4 NICODEMO
8 ZANCHETTA 8 NIANG
4 FIETTA
10 NIZZETTO 7 VANIN
(32' ST 17 PRADOLIN) 10 PAULINHO
11 CARLINI
9 MUSETTI (17' ST 17 ARCIDIACONO)
(22' ST18 VARRICCHIO)
11 GUIDETTI 9 MYRTAJ

ALL.: VENTURATO ALL.: SIMONELLI

ARBITRO
MANERA DI CASTELFRANCO VENETO
(ASSISTENTI: CAISSUTTI E SECCO)

AMMONITI
CODA FERNANDEZ
DI NUNZIO
PAULINHO
MARCONATO

ANGOLI
5 2

NOTE
Osservato un minuto di raccoglimento per commemorare le vittime del
terremoto che ha colpito Haiti il 12 gennaio scorso.
SPETTATORI 3260 (di cui 2381 abbonati) per un incasso di 6.379 euro
RECUPERO: 1’ PT, 4’ ST

LE INTERVISTE
“Dovevamo creare più pericoli”
Guidetti: “Ho toccato col petto”. Galuppo: “Quanti fuorigioco!”
Il rammarico sui volti e nelle parole dei gri- obiettivo. Dal canto nostro - prosegue Gui- meno. Nel secondo tempo su ogni pallone il
giorossi è dovuto alla consapevolezza di non detti - abbiamo provato a creare spazi facen- guardialinee segnalava il fuorigioco e non
aver saputo approfittare del mezzo passo fal- do girare rapidamente il pallone. Peccato posso credere che tutte le volte fosse giusto
so del Novara. Dall’analisi emerge una Cre- perchè rispetto alla scorsa settimana abbia- fermare l’azione”.
monese incapace di rendersi pericolosa con mo giocato meglio, ma non siamo riusciti a Non riuscendo a trovare sbocchi, nel finale
costanza dalle parti del portiere sorrentino trovare il gol”. Venturato ha giocato la carta Varricchio.
Marconato, ma a dover di cronaca bisogna Grazie a prove convincenti che hanno dato L’airone, dopo una manciata di minuti dal
raccontare di un gol annullato a Guidetti, grande solidità all'intero reparto, Galuppo suo ingresso, ha provato a colpire con una
sul quale proprio l'attaccante tende a preci- ha conquistato pienamente la fiducia del bella incornata aerea: “E’ stata una delle po-
sare: “Ho controllato il pallone con il petto - tecnico. “Per un difensore è importantissimo che volte che siamo riusciti ad arrivare sul
afferma Max - poi magari la sfera è caram- finire la gara senza subire reti - commenta fondo - racconta Varricchio - e ho incrociato
bolata sul braccio, ma a quel punto il tocco Alberto - e a livello di prestazione personale bene senza però trovare la porta. Per quanto
era involontario”. Poi però la ragnatela co- e di reparto posso ritenermi soddisfatto. riguarda la gara siamo stati un po’ prevedibi-
struita dalla difesa campana è riuscita ad in- Quest’oggi (ieri, ndr) infatti abbiamo con- li ed anche se non è facile giocare con squa-
trappolare ogni tipo di attacco: “Hanno fat- cesso veramente poco”. Non molte però so- dre che si difendono a questa maniera, ave-
to una gara molto difensiva giocando anche no state anche le opportunità costruite in at- vamo comunque il dovere di creare qualcosa
con dieci uomini dietro la linea della palla e tacco: “Un gol invece l'abbiamo fatto - at- in più”.
Varricchio-Guidetti: si è ricomposta la coppia dello Spezia alla fine sono riusciti a raggiungere il loro tacca Galuppo - poi non so se era regolare o Matteo Zanibelli

LE PAGELLE Difesa impeccabile. Davanti manca il guizzo IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 6: Qualche uscita qua e
là, per il resto il suo è un pomerig-
gio di assoluta tranquillità. Mai im-
FIETTA 6: Fa legna com’è suo soli-
to, ma vive un primo tempo ad an-
damento lento. Prezioso in coper-
Roberto
Venturato
6
William
Viali 7 pegnato seriamente dagli attaccan-
ti sorrentini

A. BIANCHI 6,5: Si avvita a Carli-


tura, con l’andar dei minuti la sua
presenza si fa notare

ZANCHETTA 5,5: Per lui una


S q u a d r a
sempre linea-
re e ben si-
stemata. Ma
ni, non concede spazi ad Arcidiaco- partita difficile da interpretare.
la determina-
no e visto che può, nel secondo Non riesce a far quadrare i conti zione non è
tempo spinge con rabbia. Ottimo nel mezzo e la sua regia stavolta all’altezza
un suo cross radente ne risente dell’obiettivo
che si vor-
GALUPPO 6,5: Qulache problema NIZZETTO 6: Ottimo impatto sulla rebbe raggiungere. Improdutti-
vo il sacrificio di Nizzetto
di assestamento all’inizio, poi pren- gara. E’ l’unico grigiorosso che arri-
de le misure a Paulinho e lo cancel- va al cross con continuità. Entra
la dal taccuino. Un’altra prova sino- Varricchio, poco dopo esce lui. Una
nimo di garanzia contraddizione (PRADOLIN sv) SORRENTO
Marconato 6,5, Di Nunzio 6,
Lo Monaco 6,5 (Esposito
ROSSI 6,5: Giusto il tempo di ca- GUIDETTI 6: Non molti i palloni ve- 5,5), Fernandez 6,5, De Giosa
pire con chi ha a che fare e poi ri che può giocare. Uno lo alza dal 6, Nicodemo 6, Niang 6,5,
sciorina un’ottima prova. Soprattut- limite, l’altro lo ribatte Marconato, Vanin 6, Paulinho 5,5, Carlini
to nella ripresa (CODA sv: Entra e il terzo lo infila ma dopo un tocco 6 (Arcidiacono 6), Myrtaj 5.
Sicuro nel guidare il reparto, si fa sentire) di mano malandrino All.: Simonelli 6,5.
perfetto negli anticipi, compre
anche le rare falle dei suoi GORI 6,5: Parte male, perde un ARBITRO
compagni. Il capitano dà MUSETTI 5,5: Sgobba come non
paio di palloni importanti ma il me- si vedeva da tempo, ma sbaglia Manera 6,5 Qualche fuorigioco
l’esempio, suona la carica ma,
rito di non abbattersi. Con il tempo un’infinità di palloni. sanzionato ai grigiorossi solleva
purtroppo, il risultato non cam-
cresce fino a diventare incontenibi- (VARRICCHIO 6: Entra e si fa sen- malumori ma nel complesso la
bia
direzione è buona
le. Sfortunato nelle conclusioni tire)