Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Sanit

Trasferta vietata
ai tifosi azzurri
in terra acese

Ospedale Muscatello
Interrogazione
allArs
A pagina cinque

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 24 gennaio 2015 Anno XXVIIi N. 19 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50

Osservatorio. Necessaria e urgente la riforma di questo delicato settore

La gestione dei beni


pubblici vada ai privati

Alla Sovrintendenza solo la vigilanza e la tutela


SANITA

di Salvatore Maiorca

Potrebbe

Sede 118
Si faccia
in fretta

essere linizio
di una via nuova per la
gestione dei beni culturali:
la separazione tra gestione
e tutela, con lassoluta rigorosa riserva della tutela
alla mano pubblica e laffidamento della gestione a
privati operatori di settore.
E invece siamo alla consueta montagna che partorisce
il topolino. Il Comune ha
infatti bandito una gara.

Nonostante il Ministero

delle infrastrutture abbia


concesso, come ho anticipato mesi or sono, i locali
della Casermetta Mazzini
in Ortigia, il Comune di
Siracusa, come al solito,
continua a perdere tempo
e non si prende in carico detti locali e, di conseguenza, non vengono
eseguiti i lavori per poter
trasferire il 118 nellIsola
di Ortigia, che continua
ad essere lasciato lontano
dal centro storico della citt aretusea. Lo dichiara il
parlamentare regionale siracusano di Ncd.

i attendono tante persone questa mattina alla


chiesetta della Madonna
della roccia al Plemmirio.

l pronto soccorso dellospedale Umberto primo di


Siracusa al centro di una
rimostranza.

A pagina sei

A pagina sette

A pagina cinque

A pagina dodici

CRONACA

Stamattina
i funerali
di Eligia
S

cronaca

Pronto
soccorso
e proteste
I

Inaugurazione dellanno giudiziario

I numeri
della Giustizia
siracusana

politica

Ristoro
dei danni
Una favola

E rimasta a tutt'oggi una

passerella comunista ed
una promessa da marinaio". Punta l'indice contro
l'assessore regionale alle
Risorse agricole, il deputato regionale siracusano.

l presidente della Corte dAppello di Catania, Alfio


Scuto, presenta questa mattina i dati relativi allandamento della Giustizia dal 1 luglio 2013 al 30 giugno
2014 nel distretto di Catania. Lo fa questa mattina
in occasione dellinaugurazione dellanno giudiziario.

A pagina cinque

A pagina due e tre

Promozione turistica
Tre comuni insieme
E stato siglato ieri
mattina il protocollo
dintesa tra i comuni
di Siracusa, Noto e
Avola per la promozione turistica del territorio.
A pagina sei

Cronaca di Siracusa 2
politica

I giovani
forzisti
in piazza
Pancali

Sicilia 24 gennaio 2015, sabato

Domani, in Piazza Pancali, dalle 10 alle 18, si svol-

ger la Giornata di Adesione a Forza Italia Giovani:


uniniziativa per rinsaldare il legame con il territorio e incoraggiare i tanti giovani, che ancora hanno
voglia di impegnarsi, a partecipare attivamente alla
vita pubblica. Vogliamo incontrare i giovani siracusani ha spiegato il coordinatore provinciale
Davide Rossitto nel corso della conferenza stampa
di presentazione dellevento dialogare con loro,

ascoltare le loro proposte, spiegare i nostri obiettivi e coinvolgerli nelle attivit gi in programma. C ancora spazio
per un concreto impegno politico a favore della nostra citt.
Oltre allimpegno sociale - vogliamo promuovere la cultura della solidariet - pallino dei giovani forzisti la formazione politica. Per impegnarsi al meglio ed essere, domani,
buoni amministratori, occorre acquisire una preparazione
di base. Organizzeremo corsi di formazione per studiare il
funzionamento dei consigli di quartiere.

oltre 4 mila processi espletati

Landamento
della Giustizia
al Tribunale
di Siracusa
I processi di rito col-

legiale complessivamente pendenti al 30


giugno 2013 sono 214.
I processi sopravvenuti nel giro di un
anno sono stati 124. I
processi definiti nello
stesso periodo 126.
I processi pendenti alla
fine del periodo 206.
I processi di rito monocratico
pendenti
nella sezione penale al

30 giugno 2013 erano


1939. I processi sopravvenuti sono stati
4646 (di cui 2422 dalle ex sezioni distaccate di Augusta, Avola e
Lentini).
I processi definiti nel
periodo sono 1922.
Pi in particolare, con
specifico riferimento
al flusso per tipologia
di reato si segnala un
andamento sostanzial-

mente costante rispetto ai precedenti anni


per quanto concerne
i reati in materia di
delitti contro la Pubblica amministrazione, di delitti aventi
ad oggetto lindebita
percezione di contributi e finanziamenti
concessi dalla Stato e
o dalla Comunit Europea, di associazione
a delinquere di stam-

Questa mattina
a Catania la cerimonia dinaugurazione
dellanno giudiziario
nel distretto

Qui sopra, il palazzo di Giustizia di Siracusa.

po mafioso, di tentato
omicidio, di omicidio
colposo.
Va, invece, segnalato
lincremento in materia di delitti contro la
libert sessuale e, soprattutto, in materia di
stalking. Per quanto riguarda, invece, i reati
in materia di stupefacenti, le recenti modifiche legislative nonch il pronunciamento

tuttavia, ancora fortemente penalizzata dal divieto di utilizzo per le funzioni monocratiche penali dei magistrati
ordinari di tribunale assegnatari della
prima sede. Da ci deriva che, nel settore monocratico, sui tre magistrati pi
anziani (oltre che sul Presidente della
sezione e sul Presidente della sezione
di Assise coassegnato) gravano tutti i
processi provenienti dalludienza preliminare o introdotti con decreto di giudizio immediato del GIP, processi pi
complessi e per i quali non possibile
il ricorso a riti alternativi. Doverosa segnalazione deve farsi in merito allaumento esponenziale delle convalide
di arresto relative al reato di immigra-

a sordit nelle sue diverse forme una malattia sociale alla quale si pu
porre rimedio con diversi modi, importante conoscere lentit della perdita
e le sue caratteristiche patologiche. Domani in Piazza Santa Lucia dalle ore 9
alle 14 sar possibile per tutti, senza alcuna spesa, effettuare una visita audiometrica e fare un esame della sensibilit uditiva a cura di un equipe di medici
specialisti coordinati dal Direttore Unit di Otorino dellOspedale Umberto I

Dr. Giuseppe Reale, socio del Lions Club Siracusa Host e responsabile del Distretto Lions Sicilia per il tema della sordit.
Sar utilizzata in tale occasione una nuova struttura mobile audiologica dotata delle pi moderne attrezzature che toccher molte citt siciliane, messa a disposizione dalla Amplifon che ha dato credito alla
capacit e efficacia dei Lions. Il Presidente del Club Siracusa Host
P.I. Nestore De Sanctis promotore delliniziativa, nellinvitare tutta
la cittadinanza a partecipare, evidenzia che lintervento fa parte di un
Service Nazionale denominato Progetto Sordit, nellambito di un
pi ampio e diversificato impegno dei lions nel campo del sociale.

La macchina Giustizia
funziona fra alti e bassi

della Corte costituzionale, stanno determinando un aumento del


numero delle prescrizioni, essendosi il termine massimo (considerati gli aumenti
per eventi interruttivi)
drasticamente ridotto
per le droghe leggere
- a sette anni e mezzo.
La
strutturazione
come reato autonomo
e la riduzione di pena

Organici ridotti
tra magistrati
e amministrativi
A

In piazza santa Lucia visite


audiometriche senza alcuna spesa

Cronaca di Siracusa

eventi. la relazione del presidente della corte dAppello

statistiche e curiosit dal palazzaccio

seguito dellaccorpamento delle soppresse sezioni distaccate di


Augusta, Avola e Lentini, operativo
dal 13 settembre 2013, lorganico dei
magistrati addetti alla sezione penale
del Tribunale aretuseo risulta composto da nove magistrati, oltre il Presidente di Sezione. Ai cinque magistrati che al 30 giugno 2013 risultavano
assegnati esclusivamente alla sezione
penale si sono, infatti, aggiunti i due
magistrati, gi coassegnati alla sezione penale e alla sezione distaccata di
Avola, settore penale, e tre dei cinque
MOT nominati che hanno preso possesso dellufficio nel febbraio 2014.
Lorganizzazione del lavoro risulta,

Sicilia 3

24 gennaio 2015, sabato

zione clandestina, a seguito della nota


operazione Mare Nostrum, che ha sostanzialmente nei fatti istituzionalizzato lo sbarco di clandestini. Conforme,
invece, allanno precedente il numero
delle disposte intercettazioni telefoniche ed ambientali, cos come appare
sostanzialmente immutato quello delle
impugnazioni. Pure stabile rispetto al
precedente periodo di valutazione appare la situazione relativa ai sequestri per
equivalente, emessi con prevalenza in
materia di reati contro la P.A. ed anche
in materia fiscale. La durata dei processi penali non ha subito sostanziali variazioni nel periodo in esame rispetto al
corrispondente precedente periodo.

(da sei mesi a quattro


anni di reclusione) determina anche importanti effetti sul piano
organizzativo dellufficio perch, essendo,
per tali reati, divenuto
possibile lesercizio
dellazione penale con
citazione diretta, vengono meno le limitazioni funzionali previste per i Magistrati
ordinari in tirocinio e
per i GOT.
Nel decorso anno giudiziario sono sopravvenuti 75 procedimenti per il reato. Ne sono
stati definiti 63. Sono
sopravvenuti quattro
procedimenti per il reato di droga.
Venendo alle misure
di prevenzione sono
stati definiti 32 procedimenti in camera di
consiglio per proposte di applicazione di
misure di prevenzione
personale. Sono sopravvenute 51 proposte di applicazione di
misure di prevenzione
personale. Nel medesimo periodo sono stati
definiti tre procedimenti relativi a misure
di prevenzione patrimoniale. In due procedimenti stata disposta
la confisca dei beni. In
altri due procedimenti
stato disposto il sequestro dei beni.

l presidente della Corte


dAppello di Catania, Alfio
Scuto, presenta questa mattina i dati relativi allandamento della Giustizia dal
1 luglio 2013 al 30 giugno
2014 nel distretto di Catania. Lo fa questa mattina
in occasione dellinaugurazione dellanno giudiziario.
Per la prima volta traccia un
bilancio dopo la soppressione e laccorpamento di
numerosi sedi distaccate di
tribunali. Non si trattato di decisioni indolori - ha
scritto nella sua relazione
-, soprattutto nel profondo
sentire delle popolazioni
residenti e delle loro legittime aspettative di Giustizia.
stata per portata a compimento, seppure in maniera decisamente radicale,
lattesissima revisione della geografia giudiziaria
che, invocata da decenni
in funzione di una razionalizzazione del risalente

In foto, il presidente della Corte dAppello, Alfio Scuto. Sotto, lavvocato Ettore Di Giovanni.

reticolo giudiziario e di una


maggiore efficienza dei relativi servizi, si piuttosto
realizzata sullonda della
pubblicizzata operazione di
spending review nella Pubblica Amministrazione.
Anche nel periodo in esame - continua il presidente
Scuto - risulta confermato
il buon andamento della
giurisdizione civile e penale nel distretto, e ci nonostante lormai annoso handicap costituito dai vuoti
dorganico del personale di
magistratura che affliggo-

no, in misura maggiore o


minore, quasi tutti gli Uffici
del distretto, e in particolare
quelli di primo grado.Allo
stato le scoperture distrettuali si attestano su una percentuale media del 10,98
per gli Uffici giudicanti e
hanno raggiunto addirittura
quella del 22,34 per gli Uffici requirenti. Nel settore
degli operatori amministrativi anche il Tribunale di
Siracusa evidenzia la particolare e grave situazione
di organico del personale
amministrativo, depaupe-

rato a seguito dei numerosi


pensionamenti, senza le necessarie sostituzioni; detta
situazione peggiorata a
seguito dellafflusso in sede
centrale di tutto il carico di
lavoro delle sezioni distaccate, in quanto solo parte
del gi scarno personale ivi
in servizio stato destinato
al Tribunale, avendo numerose unit preferito ed ottenuto, a seguito di interpello
distrettuale, il trasferimento
in altre sedi.
Il presidente Scuto ha tracciato anche il quadro nel

si tratta di Annino, Di Giovanni, Patti, Ferrauto e Migliore

Ricordati gli avvocati aretusei


scomparsi nellultimo anno
Il

presidente della Corte dAppello ha avuto modo di ringraziare magistrati, avvocati e


operatori di Giustizia, che sono andati in quiescenza nellultimo periodo. Ma ha avuto anche
parole di ricordo anche nei confronti degli avvocati che esercitavano nel distretto di Catania
e che nellultimo anno sono scomparsi. In particolare, per quanto riguarda lordine forense

siracusano ha ricordato le figure degli avvocati


Giovanni Annino, Ettore Di Giovanni, Francesco Ferrauto Francesco, Salvatrice Migliore e
Giancarlo Patti. Per tutti rimane - ha scritto
il presidente Scuto - unitamente al ricordo, il
riconoscimento e lapprezzamento della preziosa opera svolta, nei rispettivi ruoli, a favore
dellamministrazione della giustizia.

settore dei fallimenti: in


evidenza che la iniziale
riduzione del numero dei
fallimenti dichiarati non
ha portato ad unaltrettanto
sostanziale deflazione del
contenzioso comunque legato alla materia fallimentare; per un verso, infatti,
come gi osservato, avendo
il legislatore sostanzialmente trasformato il procedimento di istruttoria prefallimentare, introducendovi
momenti cognitivi e di approfondimento istruttorio
prima esclusivamente propri della eventuale fase di
opposizione alla sentenza
dichiarativa di fallimento
(oggi, non a caso da impugnare innanzi alla Corte di
Appello e non davanti allo
stesso Tribunale), i giudici
della sezione sono stati e
sono oggi particolarmente
impegnati nella trattazione
delle istanze di fallimento,
peraltro rimaste, quanto alla
relativa consistenza numerica, sostanzialmente inalterate malgrado lentrata in
vigore della normativa. Il
Tribunale di Siracusa ha segnalato che alla data del 30
giugno 2014 erano pendenti
1.003 procedure fallimentari, 141 istanze di fallimento
e 15 concordati preventivi.
Tale dato numerico in riduzione per quanto riguarda
le prime, diminuite nellanno di riferimento (al 30 giugno 2013 erano 1044), in
ci assecondando un trend
manifestatosi lanno ancora
precedente, che appare in
controtendenza rispetto agli
effetti generali della crisi
economica in atto da tempo
nel contesto nazionale.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 24 gennaio 2015, sabato

24 gennaio 2015, sabato

politica. atto dindirizzo della consigliera salvo

Una sede comunale


contro le discriminazioni

Lassessore Troia s impegnata a continuare nel


confronto sociale con la citt sui temi della parit

Nuova

seduta del consiglio


comunale
di
Siracusa. In apertura
dei lavori il consigliere
Castagnino ha chiesto
il rinvio del punto sulla relazione del Sindaco
stante lindisponibilit
del primo cittadino a presenziare ai lavori daula.
Il Consiglio ha quindi
approvato i verbali della
seduta dello scorso 13
ottobre, prima di trattare
latto di indirizzo illustrato dal consigliere Stefania
Salvo, prima firmataria,
sul tema delle disparit
di genere. Latto impegna lAmministrazione
ad individuare La sede
dellassessorato alle Pari
opportunit che diventi al
contempo casa delle associazioni che svolgono
attivit nel campo della
lotta alle discriminazioni, ove le stesse possano
incontrarsi e confrontarsi; a redigere un regolamento istitutivo della
Commissione comunale
consultiva per le pari opportunit con al suo in-

In foto, la consigliera Stefania Salvo.

terno rappresentanti della Giunta, del Consiglio


comunale, del mondo
della scuola e delle associazioni che si occupano
di violenza di genere e
di politiche della non discriminazione; ad istituire un Albo comunale
delle associazione che
si occupano delle stesse
tematiche e lo sportello
comunale di ascolto; a

destinare stabilmente in
bilancio delle somme per
le pari opportunit.
Nel dibattito che ne seguito sono intervenuti i
consiglieri Salvo Castagnino che, pur condividendo latto di indirizzo
nella sua impalcatura, si
detto contrario allistituzione di nuove Commissioni ed Albi che di
fatto burocratizzano an-

cora di pi la materia;
il consigliere Carmen
Castelluccio ha invitato
laula A cogliere lo spirito dellatto di indirizzo,
che va nella direzione del
sempre maggiore coinvolgimento delle donne
nel pubblico come fatto
di democrazia; giudizio
positivo venuto anche
dal consigliere Cetty
Vinci, mentre lassessore Valeria Troia si impegnata a continuare nel
Confronto sociale avviato con la citt sui temi
della parit di genere e
della lotta a tutte le forme di discriminazioni.
Il Consiglio riprender i
lavori dallatto di indirizzo a firma dei consiglieri
Rodante, Milazzo e Sorbello sul completamento
del Teatro comunale. Gli
altri punti allordine del
giorno sono latto di indirizzo a firma del consigliere Burti per promuovere liniziativa Social
housing, ed il Regolamento per la realizzazione di Murales.

appuntamento alle ore 16.30 alla chiesa dei cavalieri di malta

Precariato negli enti locali


Si presenta il disegno di legge

Oggi alle ore 16,30, nella Chiesa Cavalieri di Malta

(via Tommaso Gargallo) a Siracusa si svolger un


incontro dibattito sul precariato negli Enti locali della Regione, della scuola e della sanit al quale parteciperanno il vice presidente vicario dellAssemblea
Regionale Siciliana on. Antonio Venturino (Psi), primo firmatario di due DDL in materia di precariato,
Gaetano Aiello, esperto in materia di Legislazione
statale e regionale sul precariato pubblico siciliano e
consigliere della vice presidenza vicaria dellAssemblea Regionale Siciliana, Sergio Galleano, giuslavorista tra i massimi esperti della materia, legale che
ha seguito le cause dei dipendenti precari in Corte
di Giustizia dell'Unione Europea, il sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta, vice presidente Anci
Sicilia ed il dirigente nazionale Silpol Stefania Malgioglio, assistente della Polizia municipale.
Verranno discusse le prospettive di stabilizzazione
dei contratti a tempo determinato stipulati dai dipendenti precari del pubblico impiego alla luce della
sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Euro-

pea del 26 novembre 2014 e in particolare: Le


possibili conseguenze del contenzioso del lavoro
per abuso di contratti a termine nel pubblico impiego a seguito della suddetta sentenza; a Legislazione statale del Decreto Legislativo 6 settembre
200 l n. 368, di recepimento nell'Ordinamento
della Direttiva n. 70/1999/CE, che disciplina il lavoro a tempo determinato in Italia e sugli effetti
dell'articolo 36, del Decreto Legislativo 30 marzo
2001 n. 165, sui contratti a termine nelle Pubbliche Amministrazioni siciliane, previsti dalla Legislazione regionale; la Legislazione regionale
che disciplina i contratti a tempo determinato nelle Pubbliche Amministrazioni siciliane in vigore
dal 1995; le prospettive legislative in materia di
stabilizzazione dei contratti a termine in discussione all' Assemblea Regionale Siciliana e le possibili conseguenze; il ddl n. 741 e il ddl n. 742 a
firma dellonorevole Antonio Venturino (Psi) sul
precariato degli Enti Locali ed Istituzionali della
Regione Siciliana.

Sicilia 5

Lha avanLuned
zata il parin servizio
lamentare
regionale
il nonno
Giambattista
Coltraro che civico
Entrano in serviha incontra- zio,
luned coloro
hanno manifeto il direttore che
stato la loro dispogenerale
nibilit a svolgere
il servizio di nondellAsp
no civico presso le
di Siracusa scuole di Floridia.

AGRICOLTURA

Imu agricola
Lettera
al ministro
Padoan

Lelevato grado di

incertezza che ha assunto, a decorrere dal


2014, la revisione del
perimetro dei Comuni
montani nei quali si
applica lesenzione
IMU per i terreni
agricoli, preoccupa
notevolmente e rende
necessario un suo tempestivo intervento.
Lo scrive Sofia Amoddio deputato componente della Commissione Giustizia, in una
lettera formale inviata
al ministro dellEconomia, Pier Carlo
Padoan, e per conoscenza al presidente
del consiglio dei ministri, Matteo Renzi.
La lettera firmata da
un nutrito gruppo di
deputati, allo scopo di
sollecitare il Governo
a intervenire prima
del 26 gennaio (data
di scadenza del pagamento dellimposta
sui terreni agricoli)
e a individuare una
soluzione al problema che riguarda non
solo gli agricoltori ma
anche i Comuni. Sulla
materia, infatti, sono
stati promossi dei ricorsi presso il TAR del
Lazio: il n. 559 R.G.
del 2015 stato accolto nella richiesta di
sospensiva con fissazione della camera di
consiglio per il giorno
4 febbraio p.v., in data
quindi successiva alla
scadenza di pagamento attualmente fissata per il 26 gennaio
2015. Una soluzione
che sta alimentando
un grande caos, oltre
a penalizzare ancora
una volta i comuni pi
piccoli, in particolare
quelli montani.
E necessario mettere ordine e fare
chiarezza in materia
- sollecita la lettera - e
lavorare da subito ad
una soluzione strutturale della problematica senza che essa
venga messa in capo a
municipalit, imprese
e cittadini.

Cronaca di Siracusa

Lospedale Muscatello di Augusta.

Ospedale Muscatello
Interrogazione allArs

Prosegue l'interlocuzione del deputato regionale Giambattista


Coltraro
con i vertici della
sanit pubblica per
puntare lattenzione
sulla situazione del
presidio ospedaliero
di Augusta, anche e
non solo in seguito
alla recente chiusura
delle sale operatorie.
Nei giorni scorsi
lon. Coltraro aveva
presentato un'interrogazione per chiedere maggiori chiarimenti, oltre che
rassicurazioni
su

Per chiedere chiarimenti, oltre che rassicurazioni


su modi e tempi, circa il futuro dell'ospedale

modi e tempi, circa


il futuro dell'ospedale Muscatello di
Augusta.
Ho chiesto e ottenuto un incontro con
il direttore generale
dell'Asp Salvatore
Brugaletta e con il
direttore sanitario
dell'ospedale Alfio
Spina afferma l'on.
Coltraro, presidente
del movimento Sal
nel corso del quale
mi stato garantito
il massimo impegno per mantenere

operativo l'ospedale
di Augusta, come
previsto gi anche
nel nuovo piano regionale. Il prossimo
obiettivo prosegue
il deputato regionale
adesso lindividuazione di finanziamenti necessari alla
realizzazione degli
interventi di adeguamento della struttura
oltre che, a stretto
giro, l'attuazione di
soluzioni transitorie
che possano almeno
garantire adeguata

assistenza ai cittadini.
In conclusione l'on.
Coltraro, che intende fornire le dovute
rassicurazioni alla
comunit megarese,
precisa:
Confido
negli impegni assunti a livello regionale per mantenere
la struttura ospedaliera del Muscatello
e nella precisa volont che mi stata
manifestata anche
dal direttore generale dell'Asp 8 di

Siracusa, ma ci non
toglie che, personalmente, non cesser di monitorare la
situazione e le sue
evoluzioni, perch'
questa citt veda realizzato al pi presto
l'annunciato
polo
oncologico provinciale. Una situazione che continua
a rimanere di pieno
allarme proprio perch riguarda la sanit e la risposta ospedaliera agli utenti
dellarea di Augusta
e tutto lhinterland
megarese.
R.L.

Gli aspiranti nonni civici hanno gi


partecipato ad un
corso tenuto dal
Comandante dei
vigili urbani, dott.
ssa
Mariagrazia
Alderuccio, che ha
fornito loro le indicazioni operative.
Stamattina, il Sindaco Orazio Scalorino consegner
loro la paletta e
la fascia bianco e
azzurra che sar il
simbolo distintivo
della loro presenza. In questa fase i
nonni civici affiancheranno i vigili
urbani nei plessi
scolastici di via
Fava, di via Pirandello e di via F.lli
Amato . Il Nonno
Civico sorveglier presso le scuole la sicurezza dei
bambini, in particolare lo stazionamento davanti
alle scuole durante
lorario.

attacco a testa bassa di Gennuso contro lassessore regionale allagricoltura

Risarcimento danni
del maltempo
Promessa da marinaio

rimasta
a
tutt'oggi una passerella comunista ed
una promessa da
marinaio".
Punta
l'indice contro l'assessore regionale
alle Risorse agricole, il deputato regionale siracusano,
Pippo Gennuso, gi
scettico sulle promesse di Nino Caleca, fatte ai produttori ed ai titolari delle
aziende agricole di

Pachino e Portopalo,
danneggiate
dal
maltempo di fine dicembre 2014. "A tre
settimane da quella
catastrofe naturale
non arrivato un solo
centesimo di contributo ai produttori ed
alle aziende che hanno perduto le strutture in serra a causa
delle gelate e del fortissimo vento. Caleca
- aggiunge Gennuso
- di fronte ad una mia

lettera dove gli chiedevo da dove avrebbe preso i fondi per i


risarcimenti, non ha
neppure risposto. Le
sue parole pronunciate a Marzamemi
davanti a centinaia
di persone, sono rimaste soltanto tali.
Un po' di fumo negli
occhi, per calmare gli
animi di chi oggi ha
perduto tutto. Probabilmente l'assessore
non stato infor-

In foto, danni alle serre.

mato che Pachino e


Portopalo, cos come
Rosolini, sono realt
che basano la propria
economia sull' agricoltura . La gente
ormai stanca di per-

sonaggi come Caleca


e di questo governo
della Regione, composto da "incantatori
di serpenti". Siamo
pronti ad organizzare
una manifestazione

di piazza per chiedere il rispetto dei


patti. Ovvero di risarcire produttori
e aziende colpite
dalla calamit naturale".

Cronaca di Siracusa 6

Nonostante

il
Ministero delle infrastrutture
abbia
concesso, come ho
anticipato mesi or
sono, i locali della
Casermetta Mazzini
in Ortigia, il Comune di Siracusa, come
al solito, continua
a perdere tempo e
non si prende in carico detti locali e, di
conseguenza,
non
vengono eseguiti i
lavori per poter trasferire il 118 nellIsola di Ortigia, che
continua ad essere
lasciato lontano dal
centro storico della
citt aretusea. Lo dichiara lon. Vincenzo
Vinciullo, Vice Presidente Vicario della
Commissione Bilancio e Programmazione allArs.
Eppure, la Regione
ha autorizzato, come
da me pi volte dichiarato, la trasformazione della sede
di Ortigia da h12 ad
h24, in modo che i
cittadini siano notte e
giorno garantiti dalla
presenza di unambulanza che possa intervenire ogni qualvolta
ve ne sia necessit.
Non possiamo non
denunciare tanto disinteresse pubblico,
che verr, ancora una
volta, scambiato dai
malevoli per avversione nei confronti
dellAmministrazione Comunale di
Siracusa, ma solo
constatazione
della sua inefficienza,
invito il Direttore
generale dellAsp di
Siracusa a farsi carico di trovare una
soluzione alla problematica evidenziata, perch non pi
tollerabile ci che sta
accadendo.
Per questo motivo,
ha proseguito lon.
Vinciullo, cos come
ho fatto con i suoi
predecessori, anche
a lui torno a chiedere
che la sede del 118 di
Ortigia sia trasferita
presso i locali di propriet dellAsp in via
Gargallo, di fronte
alla sede dellomonimo Liceo classico.
Quando ero vicesindaco, ha concluso
lon. Vinciullo, non
fu possibile utilizzare questi locali e

Sicilia 24 gennaio 2015, sabato

Cronaca di Siracusa

LA PROTESTA DElla cgil davanti allospedale

POLITICA.
Nonostante il
Ministero delle infrastrutture abbia concesso i locali
della Casermetta Mazzini in Ortigia,
il Comune
di Siracusa,
come al solito, continua
a perdere
tempo

Carenza dorganico
e luoghi angusti
Pronto soccorso out
I

La casermetta
al molo Zanagora.

La sede del 118 in Ortigia


Si continua a perdere tempo
quindi
lAmministrazione comunale
mise a disposizione
quelli di via Minniti, perch i locali di

Sicilia 7

24 gennaio 2015, sabato

propriet dellAsp
erano occupati dal
personale dipendente. Oggi, questi locali
sono vuoti e, di con-

seguenza, potrebbe
essere una soluzione
che, se attuata, potrebbe risolvere nel
giro di qualche gior-

no una problematica
che si trascina in maniera insopportabile
e che dimostra, ancora una volta, di come

la classe politica sia


assolutamente inadeguata al ruolo a cui i
cittadini, purtroppo,
lhanno chiamata.

l pronto soccorso dellospedale Umberto primo


di Siracusa al centro di
una rimostranza da parte
del sindacato ma anche
degli stessi utenti. Come
preannunciato nei giorni
scorsi, ieri mattina davanti l'Ospedale Umberto I
di Siracusa si tenuto un
sit-in per rilanciare i temi
della Sanit nella provincia di Siracusa, a partire dal Pronto Soccorso
dell'ospedale di Siracusa.
Dietro lo striscione della CGIL, nel quale venivano riportati i dati sugli
accessi del Pronto Soccorso e l'invito , neanche
tanto ironico, ad "aiutare" il Pronto Soccorso a

Il sit-in ha prodotto un primo risultato: marted ci sar


un incontro con il direttore generale dellAsp, Brugaletta
diventare pi efficiente
ed appropriato ai bisogni
dei cittadini siracusani,
si sono fermati tanti cittadini, a testimonianza
della giustezza dei temi
che la CGIL sta portando di nuovo all'attenzione generale. Temi che,
vogliamo ricordare, non
sono solo quelli del pronto soccorso - afferma il
segretario generale della
Cgil, Paolo Zappulla ma pi in generale quelli della carenza dei posti
letto, della carenza della
dotazione organica, e poi

della costruzione del nuovo Ospedale del capoluogo ( di cui a tutt'oggi


si sconoscono risorse e
tempi certi); del riordino
dell'ospedale Avola-Noto
e, se ancora in piedi, l'ipotesi di affidare a privati
alcuni reparti dell'ospedale di Noto; il nuovo assetto per il Muscatello di
Augusta, oggi interessato
da una chiusura, speriamo temporanea,delle sale
operatorie; del potenziamento dell'ospedale di
Lentini; e ancora dell'abbattimento delle liste

d'attesa, dell'assistenza
ai pazienti psichiatrici e
ai tossicodipendenti, dei
servizi territoriali non ancora attivati, dei servizi
per i pazienti diabetici,
cardiopatici e disabili,
dell'assistenza agli anziani ai malati cronici ai pazienti che necessitano di
terapie riabilitative.
Il sit-in ha prodotto gi
un primo risultato con
l'incontro che il Direttore Generale dell'ASP ha
proposto alla CGIL per
il pomeriggio di Marted
27 gennaio. In occasio-

ne dell'incontro la delegazione della CGIL non


si limiter a sottoporre
all'attenzione del Direttore Generale le questioni
di cui sopra, ma far anche proposte e chieder
certezza sui tempi e sugli
impegni che la direzione
generale vorr prendere.
La CGIL determinata a
proseguire nella sua azione e, qualora dall'incontro
non scaturiscano risultati significativi e concreti
passi avanti, rilancer la
mobilitazione, con l'obiettivo di coinvolgere i cittadini dell'intera provincia,
per affermare il sacrosanto diritto alla salute.
R.L.

i familiari chiedono giustizia per una morte assurda

Stamattina i funerali
di Eligia Ardita e la bimba

previsto un accordo anche per partecipare agli eventi fieristici

Siracusa, Noto e Avola insieme


per promuovere il turismo

Si attendono tante persone questa mat-

stato siglato ieri mattina il


protocollo dintesa tra i comuni
di Siracusa, Noto e Avola per la
promozione turistica del territorio
e la partecipazione alle fiere internazionali.
Erano presenti, i sindaci dei tre
comuni, Giancarlo Garozzo, Corrado Bonfanti e Luca Cannata,
lassessore alla Cultura, Turismo
e spettacoli, Francesco Italia, e
gli assessori al Turismo di Noto
e Avola, Francesco Terranova e
Giuseppe Morale.
Con la firma di questo protocollo
afferma il sindaco Garozzo avviamo un programma congiunto
che mira alla promozione turistica internazionale di unintera area
geografica ricca di eccellenze e
dotata di un patrimonio culturale
unico. Insieme presenteremo alle
fiere internazionali di Bruxelles,
Monaco di Baviera, Berlino, Goteborg, e Londra la storia, la cultura,
i prodotti tipici, lenogastronomia
e le tradizioni del nostro territorio,
che rappresentano i punti cardine
di un nuovo rilancio economico.
Per l'assessore Italia, nostra
intenzione attuare un programma

In foto, il sit in di protesta in ospedale.

Eligia Ardita.

tina alla chiesetta della Madonna della


roccia al Plemmirio, per i funerali di Eligia Ardita, la trentacinquenne deceduta
luned scorso insieme con la bimba che
portava in grembo per cause tutte al vaglio della magistratura. I suoi colleghi di
lavoro la dipingono come una ragazza
sempre sorridente, disponibile e pronta a
sacrificarsi per le persone che chiedevano il suo aiuto.
Eligia Ardita lascia un vuoto incolmabile non soltanto nel marito e nei suoi genitori ma anche fra le tante persone che
lhanno conosciuta e hanno condiviso

con lei le frenetiche giornate al pronto


soccorso del nosocomio, dove era stata
trasferita di recente proprio per quelle
sue virt comunicative e di profondo altruismo che la rendevano speciale anche
e soprattutto tra quei tanti pazienti che si
recavano al pronto soccorso per diverse
patologie, anche non gravi, e ricevevano
puntuale conforto dalle sue parole, dalle
sue azioni.
I familiari vogliono che sia fatta Giustizia. Non accettano che una donna in salute, alllottavo mese di gravidanza, possa
essere scomparsa in pochi istanti e per un
banale rigurgito.

il gip ha disposto la scarcerazione della donna

Portava la pistola alla cintola


e droga: pachinese resta dentro

La sottoscrizione del protocollo dintesa.

che ci consenta di conquistare


nuove fette del mercato turistico.
Un rilancio del settore che, attraverso la promozione di iniziative
culturali e artistiche condivise,
possa produrre ricadute positive

per le nostre attivit produttive. Comincia a concretizzarsi un percorso


iniziato nel 2014 insieme ai comuni di
Noto e Avola nellottica della condivisione delle risorse e del potenziamento dellofferta.

l Gip del tribunale, Andrea MIgneco ha disposto la convalida dellarresto a carico della
coppia di presunti spacciatori di sostanze stupefacenti. Resta in carcere il 27enne avolese
Maurizio Tuzza, arrestato marted scorso dai
carabinieri del nucleo operativo ad un posto di
controllo in via Pascoli a Pachino perch deteneva droga e portava alla cinta dei pantaloni
una pistola Beretta con colpo in canna. Difeso
dallavvocato Giuseppe Gurrieri, lindagato

comparso al cospetto del Gip del tribunale, Andrea Migneco, che ne ha convalidato
larresto, disponendone la misura cautelare in
carcere. E andata meglio alla 21enne Lucia
Attardi, che si vista revocare dal giudice la
misura degli arresti domiciliari per il meno
afflittivo obbligo di presentazione alla polizia
giudiziaria. Entrambi gli indagati si sono sottoposti ad interrogatorio di garanzia. La donna a sostanzialmente riferito di avere ottenuto

un passaggio da Tuzza. Versione confermata


dalluomo che ha giustificato il possesso di
due confezioni per complessivi 25 grammi di
eroina con il fatto di essersela procurata per
fini personali perch assuntore. Sul possesso
dellarma, invece, ha riferito di avere subito
di recente un furto in villetta e di temere per la
propria incolumit.

Cultura 8

Siracusa celebra San

Francesco di Sales
(1567-1622), patrono dei giornalisti. Ad
ospitare la cerimonia
religiosa, questa mattina alle ore 9,15, sar
la suggestiva Cattedrale di Siracusa, in
piazza Duomo.
Una scelta densa di
significati,
quella
dellUcsi, lUnione
Stampa
Cattolica,
Sicilia e della sezione di Siracusa che
insieme allUfficio
per la Pastorale delle
Comunicazioni Sociali dellArcidiocesi
di Siracusa e lAssociazione siciliana
della Stampa, sezione
di Siracusa, organizzano la festa del Patrono dei Giornalisti.
E qui che monsignor Salvatore Pappalardo, arcivescovo
metropolita dellarcidiocesi di Siracusa
presieder la celebrazione eucaristica, che
sar concelebrata da
don Paolo Buttiglieri,
consulente ecclesiastico dellUcsi Sicilia
e don Giuseppe Lombardo, consulente ecclesiastico dellUcsi
di Siracusa e direttore del Settimanale
cattolico Cammino
e vedr la partecipazione, tra gli altri, del
presidente nazionale
dellUcsi Andrea Melodia e del consigliere nazionale dellOrdine dei Giornalisti
Santo Gallo.
La giornata proseguir alle 10,15 nel
salone San Tommaso,
vicino alla chiesa del
Carmine in Ortigia,
con la prolusione del
presidente nazionale
dellUcsi Andrea Melodia sul tema lEtica professionale nel
mondo dellinformazione: quale futuro
dei giornalisti nellera digitale.
Lincontro sar introdotto da Salvatore
Di Salvo, presidente
provinciale dellUcsi di Siracusa, da
Giuseppe Vecchio,
presidente regionale
dellUcsi, da Damiano Chiaramone, segretario provinciale
Assostampa Siracusa,
da Aldo Mantineo, tutor dei corsi di formazione e componente
del Collegio dei Re-

24 GENNAIO 2014, sabato

Sicilia 24 GENNAIO 2014, SABATO

Monsignor
Salvatore
Pappalardo
presieder la
celebrazione
eucaristica, che sar
concelebrata
da don Paolo Buttiglieri e don
Giuseppe
Lombardo

Si celebra in Cattedrale
San Francesco di Sales,
patrono dei giornalisti

visori dellOrdine dei


Giornalisti di Sicilia.
Alla giornata parteciperanno le delegazioni dellUcsi delle
sezioni di Catania,
Enna e Messina e i
consiglieri regionali
dellUcsi e dellAssostampa.
Lincontro della durata di due ore dalle
10, 15 alle 13 sar
valido per la formazione dei giornalisti.
I partecipanti, accreditati tramite la piattaforma Sigef, otterranno tre crediti.
La festa liturgia di
San Francesco di Sales ha detto il presidente della sezione
di Siracusa Salvatore Di Salvo ci da
la possibilit di riflettere sul tema che
Papa Francesco ha
scelto per la giornata
mondiale delle comunicazioni sociali
2015 Comunicare
la famiglia: ambiente
privilegiato dellincontro nella gratuit
dellamore.
San Francesco di
Sales, in questo momento di crisi della
nostra professione,
costituisce
ancora
oggi un riferimento
proprio per la sua audacia nel trovare lin-

guaggi sempre nuovi,


per portare sempre la
stessa buona notizia.
Linvito esteso a
tutti, in particolare
a giornalisti, fotoreporter, operatori Tv,
responsabili degli Uffici stampa e delle comunicazioni sociali.
A Noto
L'Ufficio Diocesano
per le Comunicazioni Sociali di Noto, in
collaborazione con il
quindicinale La Vita
Diocesana organizzano alle ore 9,30,
presso la Sala Stampa
dellUfficio diocesano si terr un incontro sul tema Comu-

nicare la famiglia:
ambiente privilegiato
dellincontro nella
gratuit dellamore.
Relazioner Vincenzo Crienti, Responsabile Web presso
Tv2000.
Esperto di cultura
digitale e social network.
Allincontro parteciperanno Monsignor
Antonio Staglian,
Vescovo di Noto e
delegato
regionale della Cesi per la
Cultura e le Comunicazioni Sociali, il
direttore dellUfficio
diocesano per le Comunicazioni sociali

della diocesi di Noto


don Rosario Sultana
e il direttore del quindicinale
La Vita
diocesana Pino Malandrino.
Ad Acireale
LUcsi di Catania,
lUfficio comunicazioni sociali, Meic e
Azione Cattolica organizzano alle 16,30
la celebrazione Eucaristica nella Chiesa di
San Paolo.
A seguire, nel sala teatro San Paolo si terr
la relazione di Fabio
Zavattaro, giornalista
vaticanista e inviato
del Tg1 sul tema Il
valore e i valori del-

la comunicazione: le
sfide di oggi. Lincontro accreditato
dallOrdine e valido
per la formazione dei
giornalisti con lattribuzione di 4 crediti.
San Francesco di Sales, nato il 21 agosto
1567 in Savoia nel
castello di Sales presso Thorens, di nobile
famiglia, studi giurisprudenza a Parigi
e a Padova, divenne
avvocato, ma sin dagli anni accademici,
iniziarono ad emergere i suoi preminenti interessi teologici,
che
culminarono,
poi, nella vocazione
sacerdotale.
Ordinato sacerdote
il 18 dicembre 1593,
visti gli scarsi frutti
ottenuti dal pulpito,
si diede alla pubblicazione di fogli volanti, che egli stesso
faceva scivolare sotto gli usci delle case
o affiggeva ai muri,
meritandosi, per questa originale attivit
pubblicitaria, il titolo
di Santo patrono dei
giornalisti e di quanti
diffondono il cristianesimo, servendosi
dei mezzi di comunicazione sociale. Ma
anche quei foglietti,
che egli cacciava sotto le porte delle case,
ebbero scarsa efficacia.
Proverbiali divennero, comunque, i suoi
insegnamenti, pervasi di comprensione e
di dolcezza (Se sbaglio, voglio sbagliare
piuttosto per troppa
bont che per troppo
rigore) e permeati
dalla ferma convinzione che, a supporto
delle azioni umane,
vi sia sempre la provvidenziale presenza
divina.
Francesco di Sales fu
anche vescovo di Ginevra e grande dottore della Chiesa. Considerato padre della
spiritualit moderna,
ci ha lasciato numerose opere scritte.
Mor a Lione il 28
dicembre 1622, mentre il suo cuore incorrotto si trova nel
Monastero della Visitazione a Treviso.
Renato Pinnisi
Responsabile
Comunicazione
Ucsi Sicilia

Sicilia 9

E' stato
lanciato
il messaggio
per la prevenzione,
perch
mettere
il casco
pu salvare
la vita

societ

Carnevale
2015
Melilli
Sfilata
bambini in
maschera

In foto, gli studenti


premiati.
Sotto, giovani centauri
senza casco.

Sicurezza stradale, a Priolo


consegnato un casco per la vita
G

ioved pomeriggio, nellaula


consiliare
del Comune di
Priolo, si svolta la cerimonia
di consegna dei
caschi protettivi assegnati agli
studenti
che,
nellambito del
2014, hanno superato gli esami
di guida per il
ciclomotore. Ad
ogni giovane
stato, cos, consegnato un buono per il ritiro di
un casco omologato secondo le
norme del codice
della strada.
Alla cerimonia,

Assegnati agli studenti che, nellambito del 2014,


hanno superato gli esami di guida per il ciclomotore
alla quale hanno
assistito
anche
molti
genitori,
hanno preso parte il sindaco di
Priolo, Antonello
Rizza, Il comandante dei vigili
urbani, Giuseppe
Carpinteri, lassessore al turismo e spettacolo,
Alessandro Vutera, lassessore ai
lavori pubblici,
Santo Gozzo ed
il consigliere comunale Iuri Bonafede.

Al di l del valore economico del


casco consegnato
ai
neopatentati
dice il sindaco Rizza che,
in tempi di crisi,
pur sempre un
valido contributo
per le famiglie,
abbiamo voluto
lanciare un forte
messaggio per la
prevenzione, perch si comprenda
che il semplice
gesto di mettere
il casco pu salvare la vita.

Vogliamo che i
ragazzi indossino il casco non
solo per rispettare un obbligo
imposto
dalla
legge aggiunge il comandante
Carpinteri non
soltanto perch
ci sono i vigili
che, altrimenti,
elevano le multe,
ma, soprattutto,
in nome di quella sicurezza che,
sulla strada, deve
essere la priorit
assoluta quando

si alla guida di
un
ciclomotore. Le statistiche
sono impressionanti, gli incidenti mortali a causa
della mancanza
del casco sono
in aumento ed
un trend negativo che abbiamo
il dovere di combattere
I giovani ai quali
stato consegnato il casco hanno
partecipato ad al
bando, pubblicato sul sito del Comune di Priolo,
semplicemente
segnalando davere superato gli
esami di guida.
In alto nella foto
sono ritratti i giovani ai quali
stato consegnato il casco. Con
loro il sindaco,
Antonello Rizza,
il
comandante
dei vigili urbani,
Giuseppe
Carpinteri, lassessore al turismo e
spettacolo, Alessandro
Vutera,
lassessore
ai
lavori pubblici,
Santo Gozzo ed
il consigliere comunale Iuri Bonafede.

Scadr

il 30
gennaio 2015 il
termine ultimo
per presentare
allUfficio Protocollo del Comune di Melilli
la domanda di
partecipazione
alla manifestazione denominata
Sfilata
dei bambini in
maschera.
I genitori di
bambini
nati
negli
anni
2009, 2010 e
2011 che intendono far partecipare i propri
figli allevento,
devono
inoltrare apposita
istanza secondo il fac-simile
predisposto
dallUfficio
Sport Turismo
e
Spettacolo
del Comune.
Un
apposito
avviso affisso
in tutti i luoghi
pubblici.
Per maggiori
dettagli
consultare il sito
istituzionale
dellEnte.

societ 10

Sicilia 24 gennaio 2015, sabato

Nuovo mutuo? Almeno otteniamo


quanto lo Stato ci deve

24 gennaio 2015, sabato

facile gettare fango sui giornali


con un monologo e non avere
il coraggio di gestire un confronto

Sul prestito da
quasi 2 miliardi
con il quale la
Regione si impegnerebbe a
pagare i propri
debiti
alle imprese

Il Comune di Melilli ricorda


il bonus per nascita o adozione

Esibire indicatore Isee del nucleo familiare non superiore


a tre mila euro, deve essere in possesso della cittadinanza

Palazzo dOrleans
Sotto, uffici regionali
A destra, consiglio
comunale di Floridia.

a Sicilia non
una colonia,
n una provincia
dellimpero, ma
una Regione a
Statuto speciale.
Prima di approvare il Disegno
di Legge sul mutuo, opportuno
che, con un atto
di indirizzo o altro, la Regione
chieda al Governo nazionale la
restituzione delle somme che ci
spettano e che
dovranno essere
utilizzate sia per
mettere a norma
le nostre strutture
sanitarie,
o costruirne di
nuove, che per
acquistare macchinari da utilizzare per esami specialistici
cos il deputato
NCD Vincenzo
Vinciullo duran-

possono partecipare anche soggetti extracomunitari

te la discussione
in Aula sul prestito da quasi 2
miliardi con il
quale la Regione
si impegnerebbe
a pagare i propri
debiti alle imprese.
Dobbiamo
rivendicare queste
risorse sbotta
Vinciullo che
ammontano a pi

di 620 milioni di
euro per quanto
riguarda il Fondo
sanitario nazionale e 805 milioni di euro in forza allarticolo 20
della legge 67/88.
Solo cos potremmo riavere
la dignit che ci
spetta e far ripartire leconomia
della nostra Re-

gione. Rivolto
alla maggioranza Vinciullo ha
detto: Se avete
i numeri per far
passare
questo
Disegno di Legge, dovete dirci
cosa ne pensate
del mutuo e cosa
la Regione ha in
mente di fare per
risolvere la crisi
economica che
affligge lIsola.
Questo Governo
non si fa rispettare neanche dalla
sua stessa maggioranza, sottraendosi al confronto.
Il problema principale conclude furioso il
deputato Nuovo
centro destra
lesistenza di una
maggioranza che
si vergogna dello
stesso Governo
che rappresenta.

on si comprende perch il sig.


Gennuso da deputato regionale usa i
riflettori su Floridia anzich occuparsi dei temi regionali come si attendono i siciliani.
Evidentemente non ha niente di meglio da fare e si dedica ad inutili ed
offensivi comunicati stampa. facile
gettare fango sui giornali con un monologo e non avere il coraggio di gestire un confronto, che sarebbe stato
molto pi costruttivo nella logica del
dialogo tra rappresentati dei cittadini.
Inoltre continua a dimostrare di essere informato in modo pessimo sulle questioni floridiane, dato che cita
proprio acqua e spazzatura!
Per sua informazione sig. Gennuso
e per la cronaca: l'acqua tornata
ad essere gestita dal comune proprio
grazie alla battaglia del sottoscritto,
dopo anni di deleteria e dispendiosa
gestione privata; per la spazzatura
stato finalmente predisposto, guarda
caso dalla mia giunta, un nuovo piano di gestione dei rifiuti, dopo quello
obsoleto delle precedenti amministrazioni.
chiaro che il sig. Gennuso queste cose non le sa, dato che non si
mai visto a Floridia e riceve notizie
di seconda mano! A proposito dei
rimpianti dei miei concittadini, per
esempio, mi piacerebbe sapere come
fa ad entrare nel merito? Anche lei
fa ricevimento dei floridiani? O sta
a sentire piuttosto gli sfoghi di pochi che non governano pi la citt ed
hanno il dente troppo avvelenato con
chi oggi vuole veramente lavorare
per Floridia?
Le rinnovo l'invito a discutere di cose
serie, altrimenti la smetta con questa
sterile querelle che fa perdere solo
tempo.
P.s. sig. Gennuso, non si preoccupi,
non la massima aspirazione della
mia vita andare a fare il deputato regionale, avrei anche altro di importante di cui potermi occupare. Tuttavia, mi creda, dopo che lo ha fatto lei,
potrebbe farlo chiunque... ma veramente chiunque.
Avv. Orazio Scalorino
Sindaco di Floridia

genitori naturali o
adottivi di bambini
nati dal 1 gennaio al
31 dicembre 2014 potranno ricevere dal Comune, Servizi Sociali,
un bonus di mille euro.
Lo rende noto il Sindaco facente funzioni
Corrado Mascali attraverso un avviso che,
in applicazione del
decreto assessoriale
della Regione Sicilia,
determina criteri e
modalit di erogazione
dellincentivo.
Listanza deve essere
sottoscritta da uno dei
due genitori o, in caso
di impedimento degli
stessi, da uno dei soggetti esercenti la patria
potest parentale del
minore.
Il richiedente, con un
indicatore Isee del nucleo familiare non superiore a 3.000, deve
essere in possesso della
cittadinanza italiana o
comunitaria, ovvero,
in caso di soggetto
extracomunitario, titolare di permesso di
soggiorno.

Palazzo di citt a Melilli.


Lo stesso deve dimostrare la propria residenza nel territorio
della Regione Siciliana
al momento del parto o
delladozione, invece
gli extracomunitari devono essere residenti
nel territorio siciliano
da almeno dodici mesi
da quando avviene la
nascita che, in ogni
caso, deve aver luogo

nella regione siciliana.


Allistanza va allegata
la fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente
e lattestato indicatore
Isee riferito al reddito
percepito dal nucleo
familiare nel 2013. I
richiedenti extracomunitari dovranno allegare, inoltre, anche il
permesso di soggiorno

in corso di validit.
Per i nati dal 1 gennaio
al 30 giugno 2014, la
domanda, compresi gli
allegati, deve essere
presentata allUfficio
Protocollo del Comune
entro il 31/01/2015,
mentre per i nati dall1
luglio al 31 dicembre
dello scorso anno, va
presentata entro il 28
febbraio 2015.

Dirigente responsabile del Demanio Forestale di Siracusa

Antonino Attardo ha tenuto un incontro


con i soci di Italia Nostra
Proseguono la serie di incontri, a sfondo culturale, promosse dalla sezione siracusana di
Italia Nostra in collaborazione con il Circolo
Unione.
Infatti, ieri pomeriggio, Antonino Attardo, (in
foto) dirigente responsabile dell'unit operativa di base interventi e gestione tecnica del
Demanio Forestale di Siracusa, ha relazionato, con l'ausilio di immagini, ai numerosi soci
dell'associazione convenuti, su: Il restauro
degli antichi percorsi nella valle del Carosello
a Noto Antica. Il dr. Attardo ha spiegato anche, brevemente, la storia del demanio forestale di Siracusa, di cui egli dirigente.
Lucia Acerra, presidente della locale sezione
di Italia Nostra ha donato una pubblicazione
al dr. Attardo, ringraziandolo per la conferenza offerta allassociazione.

Sicilia 11

societ

regione

Paralisi
operativa
Crias, Marziano
lancia lallarme
C

hiedo lintervento del


Governo Regionale, altrimenti si rischia una rivolta
delle imprese artigiane.
A dichiararlo stato il
deputato regionale Bruno Marziano, presidente
della Terza commissione
Agricoltura e Attivit
produttive dellAssemblea regionale siciliana.
Esiste quasi una paralisi
operativa ha dichiarato
il parlamentare regionale
di una importante struttura di finanziamento con
cui hanno rapporti le imprese artigiane. Il Governo guidato dal presidente
Rosario Crocetta ha gi
approvato una delibera
attraverso cui si proceder
a restituire gli organismi
democratici sia alla Crias,
che allIrcac ed alle altre
strutture che sino ad oggi
sono commissariate. Ma
questo non basta, perch
c una situazione di paralisi e le pratiche sono
a rilento, dunque serve
accelerare i tempi delle
procedure burocratiche
perch non si pu tollerare questo stato di cose. Al
di la della buona volont
dellapparato burocratico, non ci sono certezze
sulle risorse finanziarie
e non c una guida politica. Guida che non deve
essere decisa dalla politica
ma restituita agli artigiani:
dovr essere il frutto della
gestione da parte dei soggetti interessati, attraverso
un presidente e un consiglio di amministrazione.
Il presidente della Terza
commissione ha rivolto il
proprio appello al presidente Rosario Crocetta e
allassessore alle Attivit
produttive, Linda Vancheri perch ha proseguito
Bruno Marziano interesse dello stesso Governo
regionale che questa situazione si sblocchi. Nonostante tutti i problemi,
questa categoria ancora
produttiva e non pu essere massacrata nel rapporto
con la struttura regionale
di finanziamento.

attualit 12

Sicilia 24 gennaio 2015, sabato

24 gennaio 2015, sabato

LOSSERVATORIO

Necessaria e urgente la riforma di questo delicato settore

Beni culturali, la gestione


devessere affidata ai privati
che essere unico,
con lalternativa: o
una legge regionale
che ridisciplini la
materia o un protocollo dintesa fra assessorato regionale
dei Beni culturali,
Soprintendenza e
Comune.
Una cosa certa:
la Soprintendenza
non in grado di
gestire alcunch.
E nella sua stessa
natura istituzionale
il fatto di non essere
un ente di gestione.
Pu anche non piacere a qualcuno. Ma
la Soprintendenza
essenzialmente,
esclusivamente, un
organo di tutela,
vigilanza, coordinamento, studio, ricerca. Cos comera
quando era statale.
Poi le soprinten-

denze passarono
alla Regione. E
divennero un pasticciaccio brutto
(per dirla con Carlo
Emilio Gadda). In
esse vennero infatti
assommate tutte le
competenze, compresi i lavori e gli
appalti. E fu la rovina. Anche perch
gestire tutte queste
competenze (appalti per primi) gestire potere. E gestire
potere fa perdere di
vista le competenze
pi essenzialmente connaturate a
una soprintendenza: tutela, vigilanza, coordinamento,
studio, ricerca. Per
ricordare poi il fatto pi importante:
gestire potere offusca, annebbia chi
lo gestisce, travisa
le cose, genera patologie.
Un esempio non
pu non essere ri-

della sua personalit.


Era un grande umanista socratico che
professava l'infinita
conoscibilit della
verit mai compiutamente raggiunta.
Era un teoretico ma
anche dotato di un
vivo senso di realismo costruttivo.
Quando l'Istituto
del Dramma antico era decaduto in
condizioni difficili
che preludevano
alla scomparsa fu
un
atto di grande saggezza e lungimiranza affidare
a Giusto Monaco il
destino della istituzione siracusana.
Egli sapeva di non
raccogliere allori,
intuiva di dover
lavorare tra diffidenze e malcelate
ostilit, ma seppe
raccogliere nel suo
animo generoso l'esortazione silenziosa della siracusanit

e pertanto accett
il difficile incarico
mettendosi all'opera con silenziosa
tenacia. Si avvalse
della collaborazione di fedeli amici
da lui scelti e lentamente riusc a rimuovere il pericolo
della liquidazione
dell'Inda avviando
un'opera geniale di
ricostruzione fino
alla conquista di
un prestigio internazionale mai prima raggiunto. Da
quell'opera geniale
scaturita la luminosa realt dei tempi attuali. Si deve
tutto a lui. Secondo
il suo stile volle
lasciare in silenzio
questo mondo con il
pensiero rivolto alla
sua Siracusa che
amava di un amore
infinito. Ormai giusto Monaco appartiene alla schiera dei
siracusani migliori
di ogni tempo.

Alla Soprintendenza devono rimanere tutela, vigilanza, ricerca

Salvatore Maiorca

otrebbe essere linizio di una via nuova per la gestione


dei beni culturali: la
separazione tra gestione e tutela, con
lassoluta rigorosa
riserva della tutela
alla mano pubblica
e laffidamento della gestione a privati
operatori di settore.
E invece siamo alla
consueta montagna
che partorisce il topolino. Il Comune
ha infatti bandito
una gara per affidare
a privati la gestione
dei suoi beni culturali. Ed cosa buona
e giusta. Ma rimane pur sempre una
piccola cosa. Vero
che glinglesi dicono che le piccole
cose fanno le grandi

cose (e n on sbagliano). Ma pur vero

che bisogna fare le


piccole cose pen-

sando alle grandi. E


lobiettivo non pu

Primo passo compiuto dal Comune. Ora


deve intervenire la Regione per una
organica e moderna disciplina della materia

cultura Un gigante nella storia dell'umanesimo moderno


di Corrado Piccione
L'opera culturale
e civile di Giusto
Monaco appartiene
alla storia dell'umanesimo moderno
che supera i confini nazionali. Una
personalit che rivel sin dagli anni
giovanili un'eccezionale vocazione
agli studi classici
che ebbe il pieno
riconoscimento con
l'ammissione alla
Normale di Pisa.
Nel fluire del tempo
l'originaria vocazione raggiunse il
traguardo della conoscenza integrale
della drammaturgia
greca che con la
perfetta conoscenza
della lingua antica
e moderna illuminava il magistero
didattico e ampliava la sua fama nel
mondo universi-

Giusto Monaco nella schiera


dei siracusani migliori di sempre
Rimane tra i grandi di questa citt
ingrata e senza memoria

tario italiano ed
europeo. Il corso
sistematico delle
sue lezioni, la celebre monografia su
Quintiliano, articoli
e conferenze consolidarono la sua
fama di esperto
grecista.
La capacit di cogliere lessenza di
ogni argomento,
l'attitudine divulgativa, il carisma di
rendere intelligibili
alla mentalit comune anche ardue
questioni filologiche ed ermeneutiche alimentavano il
fascino intellettuale

La Soprintendenza non in grado di gestire alcunch. E nella sua stessa natura istituzionale
il fatto di non essere un ente di gestione. Come
quando era statale. Poi subentr la Regione.
E fu il pasticciaccio brutto assommandosi tutte
le competenze, compresi i lavori e gli appalti
cordato. Anni fa,
quandera assessore
regionale dei Beni
culturali il siracusano Fabio Granata, un imprenditore
catanese propose un
progetto sperimentale per la gestione
deglingressi ai siti

archeologici e museali. E Granata, che


pu anche essere
accusato di essere
un po fascistello
ma una persona indubbiamente intelligente, lo accett.
Limprenditore, che
era un operatore tu-

Sicilia 13

ristico, organizzava
delle visite di gruppi
ai siti culturali nei
quali, preliminarmente, installava
dei piccoli terminali
simili a un orologio
elettrico da parete. Affidava quindi
ogni gruppo a una
guida munita di
una sorta di piccolo
telecomando che in
realt era un minuscolo terminale nel
quale era caricato il
credito di un certo
numero di biglietti
dingresso prepagati. La guida scaricava col suo terminale

Da sinstra una sala del museo archeologoico "Paolo Orsi", il cortile


catalanp del museo "Bellomo" e il museo dei Viaggiatori si Paklazzolo

il numero dingressi che lelaboratore


fisso registrava. E il
custode non doveva
far altro che controllare lesattezza
dello scarico del
numero dingressi.
Niente giro di danaro cotante, niente
code in biglietteria,
niente stacco di tagliandi aglingressi.
Tutto semplificato.
E garantito.
Ebbene il progetto
fall per lopposizione dei custodi.
I quali sostennero
che le radiazioni
emesse dallelabo-

ratore installato a
parete provocano il
mal di testa. Nulla
di verificato, naturalmente. Ma bast
questasserzione
per far saltare il
progetto.
Possono accadere
cose del genere?
Ebbene, nella Regione siciliana s:
accadono.
Dovrebbe bastare
questo esempio per
far capire quanto
necessaria e urgente
sia la separazione
delle competenze di
gestione da quelle
di tutela e vigilan-

teatro Nel centenario delle Rappresentazioni classiche

Q uandera

la stagione degli spettacoli classici al teatro


greco, ogni giorno,
poco prima dellinizio
dello spettacolo, una
figura longilinea si
stagliava sullo sperone di levante della
cavea. In silenzio
osservava. Stava attento allandamento
dello spettacolo, alle
reazioni, ancorch
silenziose, del pubblico. Osservava. Poi
teneva conto di tutto.
E interveniva l dove
ce nera bisogno.
Era Giusto Monaco,
la cui figura Corrado
Piccione ricorda qui
accanto. Era il salvatore dellInda. Se nel
1914 Mario Tommaso
Gargallo e pochi altri
illuminati aveva fondato lInda, negli anni
Settanta del Novecento Giusto Monaco lo
ha rifondato.
Ma non si pu qui

attualit

za, studio e ricerca. Ma in Sicilia


non si pu fare. E
si mantengono i
grovigli di potere.
Dai quali nascono
conseguenze perniciose e freni alle
attivit che invece
dovrebbero essere
quelle naturali delle
soprintendenze.
Domanda finale:
ci sar mai un politico siciliano in
grado di prendere in
considerazione questo problema? Allo
stato attuale delle
cose, purtroppo, la
risposta no.

nuti inutili. Tra questi


lInda. Concetto Lo
Bello, allora deputato, ingaggi una battaglia parlamentare.
La legge 70 rimetteva
infatti a un successivo
decreto una revisione
Riusc a salvare lInda dalla soppressione dellelenco degli enti
da sopprimere. Ebbene, Lo Bello riusc a
strappare lInda alla
soppressione. Nel decreto attuativo della
legge 70 lInda non
era pi nellelenco
degli enti da sopprimere. Don Concetto
aveva vinto la sua
ennesima battaglia
per questa citt immemore. LInda era
salvo. E ha continuato, fra alti e bassi, a
fare la sua parte.
Sono dunque tre i
siracusani i cui nomi
vanno scolpiti nella
storia di questa citt
immemore: Mario
A sinistra, Giusto Monaco; sopra, Mario Tommaso Gargallo e Concetto Lo Bello.
Tommaso Gargallo,
non ricordare che allaiuto, determinan- Lo Bello. Era infatti quale, riformando il Giusto Monaco, ConGiusto Monaco riusc te, di un altro grande entrata in vigore la Parastato, sopprimeva cetto Lo Bello.
s.m.
a salvare lInda grazie siracusano: Concetto legge 70 del 1975, la una serie di enti rite-

Un altro grande nella storia dellInda


il suo nome Concetto Lo Bello

Cultura 14

Sicilia 24 GENNAIO 2015, SABATO

La Razieddha:
Il quartiere pi suggestivo
di Arturo Messina

Marted scorso vi stato lultimo incontro del


Cenacolo della siracusanit, in via Scilla,
che Antonio Randazzo,
reduce dalla sua ultima mostra di scultura
a Gubbio, dove sono
state esposte, con il
pi lusinghiero successo, le sue meravigliose cinque sculture sui
cinque monumenti pi
importanti di Siracusa
(la porta Ligny, lApolleon, lantico teatro,
la fortezza Eurialo e lidealit di Santa Lucia),
ha fondato e conduce
dallestate scorsa ogni
marted nel suo garage
divenuto un autentico piccolo museo che
ognuno pu recarsi a
visitare ( e il turista pu
trovare anche i sevizi,
acqua fresca e persino il
servizio internet in PC
gratuitamente, visto che
non vi sono iscrizioni)
ha interesse di conoscere meglio la citt aretusea, la sua storia, la sua
letteratura, la sua arte, i
suoi monumenti e pu
prender parte alla conversazione su tali argomenti.
Largomento precedente era stato sul mare di
Siracusa, quello di marted scorso stato sul
pi suggestivo quartiere
di Ortigia: la Graziella:
Il quartiere popolare
della Graziella- scritto
a pag. 186 di Leggende, paesaggi e personaggi siracusani che
stata letta per avviare la conversazione-
detto cos perch vi si
venerava soprattutto la
Madonna della Grazie,
che era la protettrice dei
marinai: era infatti una
grande grazia quando
uno poteva da l partire,
recarsi a pescare e ritornare incolume con la
propria barca. E tutti ,
marinai e pescatori, erano quelli che vi abitavano con le loro famiglie,
perch generalmente
era il porto piccolo che
ospitava ale barche da
pesca, perch pi vicino al mare aperto. I
pi anziani, che non salivano pi in barca ma
ci mandavano i propri
figli, rimanevano a terra, stendevano le reti ad
asciugare o a rattoparle sulla lunga e ampia
banchina parallela a via

E stata descritta nel recente incontro del Cenacolo della siracusanit che Antonio
Randazzo, lo scultore-poeta che di siracusanit ne sa un pozzo tiene ogni marted

Gelone, che la gente del


passato chiamava Mascia rua ( dal francese
rue che vuol dire strada) dove oggi hanno
realizzato quel ludibrio
di Taliu per il posteggio delle macchine.

figlia di turisti venuti in visita a Siracusa,


che ritendendola con
qualcuno dei parenti e
amici turisti, lavevano
lasciata sul posto.
Ma questo non lo raccontiamo e rimandiamo

e le loro famiglie hanno nei confronti della


Madonna della Grazie.
Che la Graziella dei
siracusani sia sicuramente dedicata, dalla
fede popolare, alla Madonna dellla Grazie, si

vallari,, 1880-81, 0ve,


a testimonianza della
sua passata esistenza,
nello stesso luogo sorge unedicola votiva.
La Graziella, cos come
tutto il centro storico siracusano, ha assunto la

Largomento
precedente era
stato sul mare
di Siracusa,
quello di marted scorso
stato sul pi
suggestivo
quartiere di
Ortigia: la
Graziella

La Graziella confina con la Spirduta,


che poi porta a piazza
Archimede, attraverso il groviglio delle di
viuzze abitate un tempo
dagli artigiani, e intorno alla quale si raccontano ben due leggende:
la prima (che si trova
nel libro citato a pagina 194) ha per titolo
A spirduta: angolo di
Ortigia; l appariva <u
spirdu> dellimpiccataLa seconda racconta che l era sperduta
una bambina maltese,

chi volesse saperlo alla


lettura del libro, che
trover nel sito con il
citato titolo, preferendo
riferire ci che stato letto consultando la
pagina del prof. Paolo
Giansiracusa, proprio
sullargomento dal punto di visto della storia
dellarte:
Col nome di Graziella
sono chiamati molti dei
quartieri dei pescatori delle citt marinare
italiane e ci a motivo
della particolare devozione che i pescatori

capisce anche dalle numerose icone e sculture


mariane sparse lungo le
vie Mirabella, Dione,
Vittorio Veneto e della
Grazie, accessi principali, anche se indiretti
i primi tre, al cuore del
quartiere: il Largo alla
Graziella.
Al Largo della Graziella fino a non molto tempo fa sorgeva una cappelletta dedicata alla
Madonna ( il particolare rilevabile anche dalla
Topografia Archeologica di Saverio Ca-

fisionomia architettonica attuale attraverso


i secoli: nascendo da
un a iniziale pianificazione greca della quale
rimane solo il tracciato
tortuoso di Via Dione,
subisce modifiche ad
opera dei Romani ( via
Resalibera e via Mirabella) sono stati chiari
interventi castramentatio romana e poi nei
secoli del Medioevo
subisce trasformazioni,
abbattimenti ed aggiunte a causa dei terremoti, degli incendi, delle

distruzioni belliche, del


cambiamento di gusto
ed esigenze.
Un locale veramente
caratteristico- ha poi
raccontato lo stesso
Antonio Randazzo- e
da tanti ben conosciuto
e frequentato era quello di Pirruccio, dove si
passavano intere serate
allegramente giocando
a briscola, a scopone,
a tre settee assaporando, diciamo cos per
non dire sbafando, ogni
ben di Dio, ma soprattutto il polipo, che nessuno sapeva cucinare
come lui! Ancora c
la documentazione del
locale con uno stemma
che porta i quattro assi
delle carte
Nellintervallo
della
conversazione sono stata recitati, con il relativo accompagnamento
musicale costituito dalla base della canzone
specifica, i versi, in lingua sarausana si intende, della canzone: Picciotta da Razzieddha:
O picciutteddha, o
picciutteddha cara/ figghiuzza beddha, aduci
e cosa rara,/ da vaneddha chi scura, da
Grazieddha!// Niuri li
trizzi, chiaru lu cori,/
ca focu ardenti ci misi
u Signuri//nu focu
ardenti chi ancora du
suli/ Nun hai dinari e
mancu trisori,/ ma li to
ricchizzi su li biddhuizzi,/ li to durcizzi/
Tutti nhanu mmiria
e nuddhu i po aviri,/
iddhi su oru ca nun si
po arrubbari,/ e su munita ca nun si po scanciari.//Quannu camini
pi strati du scogghiu/
tutti fai vutari e firmari
pi taliari a tia//Chi
vampa fai acchianari
damuri, can un si stuta
chi!// La to vuccuzza
comu na rosa,/ e pumu
la fascciuzza,/ locchi
su perli:/ cu havi a tia,
miatiddhu!,/ ha priizza
e puisia,/ sempri cuntentu si senti a sira,/ e
cu n un thavi, sarrusica e suspira//Fimmini
ci ni su!/ qquantu si ni
po disiari;/ ma comu si
tu, picciutteddha/ da
Razzieddha,/ accuss
amurusa e beddha,/ tuttu u munnu si po furriairi,/ nun si po certu
mai attruvari//A Sarausa, pirci, shavi a
viniri,/ paviri lu piaciri/
i ti vidiri!

24 gennaio 2015, sabato

Dopo il turno di riposo una trappola da evitare

Acireale tappa importante


sul cammino degli azzurri

E il primo atto di un poker di partite probabilmente


decisivo per le sorti del campionato che il Siracusa
dovr affrontare forte del suo maggiore tasso tecnico

Sono

passati appena due mesi e mezzo dalla partita di


andata eppure quel
5 Ottobre e quel 5-0
a favore degli azzurri sembrano cos
lontani. Pi vicina e
sempre attuale invece la storia delle
ripicche fra Acireale
e Siracusa, recentemente rinverdita dal
reclamo degli acesi
dopo quella brutta
sconfitta con cui i
granata chiedevano
lassegnazione del
3-0 a loro favore per
la presunta posizione
irregolare di Beppe
Carbonaro. Respinto
in prima istanza quel
reclamo che a dire il
vero sembrava piuttosto pretestuoso e
basato su un cavillo,
la societ granata trov modo di riproporlo in appello ma col
medesimo risultato.

Lultimo
accenno
di polemica risale a pochi giorni fa
allorch i granata
si lamentarono per
dover affrontare un
Siracusa che aveva
usufruito della domenica di riposo, quasi
fosse da addebitare
al Siracusa se il Misterbianco si era ritirato. Nel frattempo e
come se non bastas-

se, ecco tre ex azzurri accasarsi ad Acireale e mettersi tanto in


luce da far pensare
che contro la loro ex
squadra giocheranno
la partita della vita
per togliersi qualche sassolino dalle
scarpe, nonostante le
caramellose dichiarazioni di prammatica, alle quali saranno
stati magari i primi a

Eccellenza Girone B
I marcatori
Carbonaro e Rametta hanno preso il largo
Con 11 reti: Carbonaro A. (Viagrande)
Con 9 reti: Rametta (Scordia)
Con 8 reti: Aleo (Giarre), Contino e Mascara (Siracusa)
Con 7 reti: Totaro (Castelbuonese) e Fichera (5 Vittoria
+ 2 Siracusa)
Con 6 reti: Okolie (Modica), Opoku (Patern), DAgosta (Siracusa)
Con 5 reti: Ravalli (Modica), Implatini (Rosolini),
Cocimano (Scordia), Strano L.(4 Vittoria + 1 Siracusa),
Scapellato (Viagrande).
Con 4 reti: Frittitta (Acireale), Ancione , Dama e Venuti
(Milazzo), Filicetti (Modica). Trotta (Patern), Ranno
(San Pio X), Bellino, Bertolo e Diop (Scordia).
Seguono: 13 giocatori con 3 reti 24 con due e 72 con
una rete.

non credere tanto da


consigliare ad Anastasi di prendere le
necessarie contromisure per evitare che la
naturale voglia di ben
figurare nei confronti
della loro ex squadra,
di Paolo Messina, di
Stefano Frittitta e di
Franco Scir, possa
far male. Sul fronte
azzurro limpressione generale e che un
possibile
successo
del Siracusa passa
per una maggiore
convinzione
della
squadra nei propri
mezzi, una spinta
psicologica che potrebbe scaturire dalla ritrovata vena di
Beppe Mascara che
sulla scorta delle ultime prestazioni pare
stia vivendo una seconda giovinezza.
E poi ci sono esigenze di classifica,
nonostante il piccolo
margine di vantaggio
che gli azzurri hanno
sullo Scordia, duramente impegnato a
Modica, e sul Milazzo, che nel derby della fascia tirrenica sar
costretto ad affrontare lIgea Virtus senza
sette titolari appiedati
dal giudice sportivo
per i fatti di Messina. Un margine, che
non ci stanchiamo
di ripetere, va difeso
in campo con le un-

Pallamano A1/M, la Teamnetwork a Benevento


per raggiungere la seconda posizione
Rush finale per i ragazzi di mi-

ster Vinci chiamati impegnati


nella difficile trasferta di Benevento. Ormai da diverse gare c
solo un imperativo in casa Teamnetwork, vincere. La seconda
posizione ormai nelle mani di
Calvo e compagni che diventerebbe realt espugnando oggi il
Paladua. A Benevento non sar
sicuramente una partita facileha commentato mister VinciDobbiamo cercare di mantenere la giusta concentrazione fino
alla fine. Mancano ormai quattro
gare e non possiamo permetterci
alcuna distrazione o cali di tensione, se vogliamo arrivare al
traguardo degli obiettivi che si
prefissata la societ. Nelle altre
garre della giornata del girone c
spicca il derby in terra pugliese
che in quella laziale. Alla Palestra Zizzi, infatti, la capolista
Junior Fasano ospita il Conversano a partire dalle ore 16:00
(arbitri
Cardone-Cardone),
mentre a Roma va in scena alle

20:00 (arbitri Politano Reale) il


confronto tra Lazio e Fondi. La
squadra di coach De Santis cercher laggancio al terzo posto,
attualmente nelle mani del Teamnetwork Albatro.A completare il quadro della 15^ giornata il
match TH Alcamo Geoter Gaeta con apertura fissata alle 15:30,
dirigono Cosenza Schiavone.
Riposano i ragazzi della Dorica.
Salvatore Cavallaro

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

In foto, Virgilio Vitale.

ghie e con i denti, ma


anche con adeguate
scelte di uomini e di
strategie. Chi parla
di derby daltri tempi si sbaglia perch
le partite di cartello
di una volta erano
combattute, questo

s, ma non certo con


lacredine di oggi.
E in attesa che fra
Acireale e Siracusa
scoppi calcisticamente la pace, gli azzurri
si preparino allennesima
battaglia.
Armando Galea

Trasferta vietata: chiuso


il settore ospiti di Acireale

La decisione del prefetto di Catania. Niente


tifosi siracusani al Tupparello. Nonostante
la determina dellOsservatorio sulle manifestazioni sportive, questa mattina arrivata
la decisione ultima che ha lasciato lamaro
in bocca tra gli sportivi azzurri. Per la sfida
di domenica 25 gennaio fischio dinizio fissato alle ore 17.00 tra lAcireale Calcio e il
Siracusa stato, dunque, disposto il divieto di
vendita dei biglietti ai residenti della provincia di Siracusa e chiusura del settore ospiti.

Calcio a 5 A1/F, per le Formiche


ancora un match fuori le mura
Nuova

trasferta per la
compagine aretusea de
Le Formiche, impegnate in occasione della 4
giornata di ritorno del
massimo campionato di
calcio a 5 femminile sul
terreno del Real Stigliano. La formazione lucana, agli ordini di mister
Lapuente, attualmente in
piena zona play out a 16
punti in classifica reduce dalla vittoria esterna
ottenuta domenica scorsa
in casa del Cosenza per
3-1.
Prestazione che in chiave salvezza dovr necessariamente confermare
anche contro le aretusee,
se vorr allontanarsi dai
piani bassi della classifica. Un proposito confermato in casa giallorossa
dallarrivo del nuovo portiere Francesca Fucile,
proveniente dalla Jordan
di Montalto Uffugo. Il
risultato della gara dan-

data, disputata lo scorso


19 ottobre, fu a netto vantaggio delle Formiche,
vincitrici del match per
5 reti a 0 ma, com noto
ogni trasferta di per se
insidiosa e questo le blu
siracusane lo sanno bene.
Per questo turno dovranno fare a meno di Rita
Basile, out per una giornata di squalifica dopo
lespulsione
rimediata
contro lIta Salandra,
unassenza
importante nel team di mister La
Bianca che in funzione
di questo ha rimodulato
la preparazione durante tutta la settimana. Al
posto di Basile rientrer
dopo linfortunio Silvia
Tringali pronta come
sempre a dare il massimo
per portare avanti i colori aretusei, cos come la
bomber Anita Zagarella
che domenica torner a
dare man forte alle compagne.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 24 gennaio 2015, sabato

L'Ortigia
dovr fare
a meno
di Tringali ma
recupera Abela
e Danilovic

Il portiere dellOrtigia
Patricelli.

Pallanuoto, derby tutto catanese


per lOrtigia e la 7 Scogli
Siracusa contro Ca- Doppio derby per le due squadre aretusee, Ortigia
tania, Pol. Muri Antichi contro la C.C.
Ortigia e, 7 Scogli
contro la Item Nuoto Catania questa
la sintesi dei derby
in programma della nona giornata di
campionato maschile
di Serie A2. Due gare
con propositi diversi.
LOrtigia di mister
Leone, smaltiti i
fumi dei festeggiamenti per la vittoria
contro la 7 Scogli,
scenderanno in vasca
etnea con il proposito di vincere il match
e continuare la rincorsa verso le prime
posizioni. Il tecnico
aretuseo Gino Leone,
che dovr fare a meno
di Andrea Tringali
per i prossimi mesi,
pu comunque sorridere per i recuperi di
Martino Abela e Damian Danilovic, usciti doloranti dal derby
di sabato scorso contro la 7Scogli. Entrambi, infatti, hanno
ripreso ad allenarsi
e, quasi sicuramente,
saranno disponibili e
pronti allimpiego in
partita.
Ci siamo preparati
a questo nuovo derby- ha commentato
Stefano Vinci- nel
migliore dei modi,
perch ci teniamo a
far bene contro una
squadra che comunque conosciamo e
abbiamo incontrato
gi altre volte. Forse
non un derby sentito come gli altri, ma
un match pur sem-

contro Muri Antichi e 7 Scogli contro la Item Nuoto

pre importante ai fini


della classifica ha
continuato il giocatore siracusano.
Questo pomeriggio,
infatti, si scontreranno anche Roma Nuoto e Civitavecchia,
che ci precedono di
1 e 3 punti. Per noi,
quindi, sar importante non commettere
passi falsi per racimolare qualche punto
a una delle due squadre e guadagnare,
eventualmente, anche
una posizione in classifica. Gara importante, quella della 7
Scogli al Paolo Caldarella contro i cugini dellItem Nuoto
Catania. I ragazzi di

mister Baio in settimana hanno svolto


unamichevole contro lOrtigia che ha
dato buone indicazioni a mister Baio che
dichiara:abbiamo
analizzato, insieme
ai giocatori, gli aspetti positivi e negativi
del match di sabato
scorso al fine di farne
tesoro con lo scopo
di migliorarsi nelle
prossime partite che
sulla carta sono davvero difficili. Ripartiamo dai primi due
tempi di Sabato dove
la squadra apparsa
lucida, umile, concentrata e disciplinata. Contro la Nuoto
Catania, che reputo

la migliore squadra
del girone Sud, con
un organico completo in tutti i ruoli, che
ha recentemente recuperato il forte centro vasca Giorgio La
Rosa tornato dagli
States, sapientemente
allenata da un tecnico
che stimo molto, sar
fondamentale evitare
quei pericolosi cali
di tensione e concentrazione che Sabato
scorso hanno provocato, negli ultimi minuti del terzo tempo,
il break decisivo a
favore dellOrtigia.
Dello stesso avviso il forte attaccante
bianco-blue
Steve
Camilleri che vuole

Calcio a 5 A2/M, al Palajonio per


lAugusta arriva il Catanzaro

Dopo

la vittoria in
campo della Libertas Eraclea, con il
punteggio di 5 a 1,
lAugusta ha consolidato la sua quinta posizione nella
classifica del girone
e soprattutto ha conquista virtualmente
e con larghissimo
anticipo la salvezza. I neroverdi Jorginho e Scheleski,
guidano ora appaiati con 22 reti la
classifica marcatori
del girone. Al Pa-

lajonio arriva oggi


il Catanzaro senza
Richichi e Frangipane con lintenzione
di fermare l'avanzata dell'Augusta, che
punta decisa le alte
quote della classifica, dalle quali non
vuole allontanarsi
il Catania, alle prese con una trasferta
affatto semplice a
Policoro contro un
Borussia bisognoso
dei tre punti per rientrare in corsa per
la salvezza diretta.

Nelle altre gare del


girone B, l'occasione pi che mai
propizia per l'Atletico Belvedere, che
ospita una Futsal
Isola falcidiata dagli infortuni (Lutta,
Djelveh, Zoppo e
Yoshifumi sono ko)
e potrebbe capitalizzare il turno di riposo della Carlisport
Cogianco per ritrovarsi da sola in vetta
alla classifica di un
girone B, che vedr
la Salinis ospitare

fortemente riscattare la prova di sabato


scorso: i primi due
tempi contro lOrtigia hanno confermato
che con attenzione,
ordine e pazienza
possiamo giocarcela
con tutti quindi anche contro la Nuoto
Catania. Ma le partite
durano quattro tempi
non due. Siamo desiderosi di regalare al
nostro meraviglioso
pubblico, che sabato
scorso ci ha sostenuti ininterrottamente,
una prova maiuscola.
Al di l della sconfitta nel derby, sono
rimasto
piacevolmente impressionato
dal notevole seguito
di sostenitori della 7
Scogli presente sugli
spalti.
Anthony M. Bianca
l'Odissea 2000 dovendo fare i conti
con le squalifiche
di Nardacchione,
Perri, Caetano e Segovia.
La Partenope riceve
la visita di un Acireale che lontano
dall'isola riuscito
a mettere in crisi
anche formazioni di
blasone, mentre la
Roma Torrino prover a schiodare lo
zero che campeggia nella casella dei
punti
attendendo
una Libertas Eraclea la cui ultima
vittoria risale al 13
dicembre.
S.C.

Atletica,
al via
la prima
Ekiden
Marathon
su pista

omenica
25
gennaio, parte la
1a Ekiden Marathon su pista. Il
ritrovo fissato
al campo scuola Di Natale, alle
ore 8,30; mentre
la partenza sar
data puntualmente
alle ore 9.00. Il fascino della lunga
distanza su pista,
arriva a Siracusa
dal lontano Giappone. E tipica ai
primi di gennaio a
Tokyo e linstancabile Rino Tona,
organizzatore
e ideatore della
Siracusa City Marathon che si svolger questanno il
prossimo 26 Aprile con partenza da
Piazza
Duomo,
ci prova a portare
questa specialit
nella nostra Citt.
Maratona e mezza
maratona su pista
per senior, master
e cadetti. Tutti insieme per provare
lemozione della
lunga distanza su
pista; con una differenza che ogni
5/6 km. a seconda la specialit,
avverr il passaggio del testimone.
Quindi una gara a
staffetta su pista.
Presenti
allappuntamento oltre
allatletica
della provincia di
Siracusa,
anche
atleti provenienti dallungheria,
e dal nord Italia.
Ekiden Marathon,
sar anche momento per pubblicizzare levento
Siracusa city Marathon giunto alla
sedicesima edizione.

Interessi correlati