Sei sulla pagina 1di 2

Curva

Una curva algebrica reale di 2 () il luogo di


punti propri o impropri le cui coordinate
omogenee sono tutte e sole autosoluzioni reali di
un equazione
(1 ,2 ,3 ) = 0
Dove un polinomio a coefficienti reali non
tutti nulli nelle variabili (1 , 2 , 3 ).

Punti r-upli
Un punto P appartenente a una conica r-uplo
se la generica retta per P ha con la conica , in P,
r intersezioni.

Punti multipli di una conica


Se una conica riducibile lo in due rette reali e
distinte o coincidenti.
Una conica :

Il grado del polinomio al primo membro di una


sua rappresentazione, per definizione, lordine
della curva.

Th. Dellordine in 2 ()

Lordine di una curva reale algebrica uguaglia il


numero di intersezioni che una generica retta di
2 () ha con a patto di contarne con la dovuta
molteplicit.
Se una retta r ha con la curva un numero di
intersezioni superiore allordine di allora r
componente .

Riducibilit
In A2(C) una curva algebrica reale C di equazione
P(x1, x2, x3) = 0 si dice riducibile se P(x1, x2, x3)
un polinomio fattorizzabile nel prodotto di
polinomi di grado positivo. In caso contrario la
curva si dice irriducibile.

Non ha punti tripli (Th. Dellordine)


Ha solo un punto doppio se e solo se la
conica lunione di due rette distinte
intersecanti in .
Ha almeno due punti doppi se e solo se la
conica lunione di due rette uguali.

Coniche generiche
Ellisse: una conica generica si definisce ellisse se
la sua intersezione con la retta infinita mi da due
punti complessi e coniugati.
Iperbole: una conica generica si definisce iperbole
se la sua intersezione con la retta infinita mi da
due punti reali e distinti.
Parabola: una conica generica si definisce
parabola se la sua intersezione con la retta
infinita mi da un punto con molteplicit di
intersezione doppia.

Polarit
Coniche
Le coniche in 2 () sono curve algebriche reali
del secondo ordine del tipo:
11 2 + 22 2 + 212 + 213 + 223
+ 33 = 0
Derivate tutte sezionando con piani un cono in
3 ().
Una conica si dice generica se non ha punti
doppi .
Una conica si dice semplicemente degenere se ha
un punto doppio.
Una conica si dice doppiamente degenere se ha
1 punti doppi.

Si dice polarit associata ad una conica


irriducibile la biiezione che associa ad ogni punto
P del piano (detto polo) la retta luogo dei suoi
coniugati (detta polare).

Se il polo esterno alla conica allora la


polare passa per la conica
Se il polo appartenente alla conica
allora la polare la tangente alla conica
passante per quel punto
Se il polo interno alla conica allora la
polare esterna alla conica

Centro vertice fuochi diametri assi


asintoti e direttrici
Il centro di una conica il polo della retta
impropria.
Ellissi e iperbole hanno centro proprio quindi
sono coniche a centro, la parabola ha centro
improprio.
I vertici: sono le intersezioni della conica con i
propri assi
I Fuochi di una conica generale sono i punti di
intersezione delle tangenti condotte dai punti
ciclici alla conica
I diametri sono le polari dei punti impropri
Per le coniche a centro i diametri sono un fascio
di rette proprio per il centro.
Per le parabole i diametri sono un fascio di rette
improprie con centro = [(12 , 11 , 0)].
Gli asintoti sono le tangenti alla conica nei sui
punti impropri.
La parabola non ha asintoti.
Gli asintoti delle coniche a centro sono rette che
congiungono il centro = (0 , 0 ) con i sui punti
impropri.
11 ( 0 )2 + 212 ( 0 )( 0 ) +
22 ( 0 )2 = 0
Gli assi sono diametri ortogonali al proprio polo
Per una conica a centro: si ricavano
[(, )] dallequazione:
12 2 + (22 11 ) 12 2 = 0
Poi si calcolano le polari.
Per le parabole:
11 (11 + 12 + 13 ) + 12 (12 + 12 +
+13 ) = 0
Le direttrici sono le polari dei fuochi

Fascio di coniche
Date due coniche 1 : = 0 e 2 : 2 = 0
con 1 2 si dice fascio di coniche il luogo
delle coniche di equazione
( ) + ( 2 ) = 0 con (, ) (0,0)