Sei sulla pagina 1di 17
2 Premesse (i, strada facendo, si sofferma su quanto v'é di pitt antico nelVantico si disporr alla necesith dieser poi Compreso diversamente da come egli steso intendeva ‘comprenders Ma questa neces si fonda sulla posibilita che sia ancora garantito uno spazio libero per dit della tra Gisione storia. Pud anche exere che storia e tradisione vengano livellae in un immagazzinamento unitorme di formazioni e, in quanto tall, vengano rese utilizabili per linevitabilepianificazione di cut un'umanita piocata ha bisogno. Rimane poi il problema se il pentare si extingua nel mcecanisme dellinformasione os, nel suo rove, eo Sia destinato a tovare un cammino soteraneo che 10 te liao, rs ala nn origin no eno cl ta: Lorginesiava oa il pensre sn quella regione che Eat ik del penimismo e delloxinimmo, Freiburg im Breisgau, inixio dellestate 1967, FENOMENOLOGIA E TEOLOGIA Questo breve sritto comprende una conferenza € una lewera La conferenta Phinomenologie und Theologie [Feno- menologia ¢teologia fu cenuta a Tubinga il 9 marzo 27 e ripetuta a Marburgo il I febbraio 1928. Tl testo ‘qui presentato riprodce il contenuto, ben presto ri Zehtarto con delle aggiunte, della seconda parte del ‘onferenca di Marburgo: Die Positvitt der Theologie lind ihr Verhilinis sur Phinomenologie [La postiith della teologia il suo tapporto con la fenomenologi}. ‘Sul concett di fenomenologia che qui é determinante © ful suo rapporto con le sciente positive, informa Viatro- Guzione di Sein umd Zeit [Esere e tempo), 1927, § 7, p. 27 94g, La lee dell mao 196 fe aeane indice sioni su aspettl capital per wn dibatito teologico su ‘Das Problem cines nichtabjektivierenden Denkens und Sprechens in der heutigen Theologe (0 problema un pensievo di un linguaggio non oggettvant nella teolo- {Ba ollerna). Questo dibatéto 4 tenne all Universi di Brew, Maton, USA, nei giorai 911 aprile 1964 4 Segnavia Entrambi i test qui pubblicai sono apparsi per la pri ‘ma volta isieme alla raduzione francese, in + Archives {de Philosophie », ol. XXX (1969), pp. 886 sg Questo serito potrebbe forse consentire una ripresa della rifessione sul moltepice valore problematic della Cristiani del cristianesimo ¢ della sua teologia, ma a che sul valore problematico della Slosofia, e in partico. Tare su cid che qui viene exposto, (Ormai quasi centanni fa sono appari contemporanea- ‘mente (1878) due scrtti df due amici: Ia « prima » delle Unzeitgemaise Betrachtungen [Consideraioni inatuall] di Friedrich Nietsche, in eul & nominato il « magnifico Holderin », il «tratatello » Ober die Chritichkeit unserer heutigen Theologe [Sulla eristianit della nostra ‘odiema teologia] di Franz Overbeck, che vede nella ne- fazione del mondo, implicta nell ates della sua fine, Herato fondamentale del crstianesimo originaio, Entrambi quest scriti sono ancora inattuali, anche nelle condiziont mutate del mondo odierno; voglio dire: [per que pochi che pensano, trai molt che ealcolano, es Sisono scrittisignifcaivi che indirizano a quel forma: tivo permanere di fronte allinaccesibile, dicendo, inter. rogando. Per una discusione sul pit, ampio contesto dei pro Dlemi dei de sri, cfr. M. Heidegger, Holzwege [Sen ‘interrott], 1980, pp. 198 sgg-r «La sentenza i Nietsche: "Dio # orto»; inoltre: Nietsche, 1961, vol. Il, pp. 7282: «Il nichilismo europea >, © pp. 282 206: «ta determinazione del nichilismo secondo la st- ria dellesere». Entrambi querti testi sono appar sep atmente in ediione economica nel 1967. Freiburg im Breisgau, 27 agosto 1970 La concetione ordinaria del rapporto ta telogia ¢ & Josofia si orienta prevalentemente sulle forme di opposi- zione tra fede e sapere, ta rivelazione e ragione, Per ess, 1a flovofia Vinterpretatione del mondo della vita che prescinde dalla rivelarione e dalla fede, mentre la teolo- Bia ¢ lespresione di una concezione del mondo e della ‘ita conforme alla fede e, nel nostro cao, alla fede eri stiana, Cosi intes, Sloofia e teologia esprimono la ten Sone e la lotta ta due posizioni 0 vsioni del mondo, ‘Questo rapporto non & deciso da argomentazioni sien ‘liche, ma dal modo, dalla misura e dalla foraa di con: Vinaione e di affermazione di una visione del mondo. Noi, fin dalViniio, intendiamo diversamente il pro- Dlema del rapporo, ¢ precisamente come problema’ del rapporto tra due cient "Ma questo problema necesita di una pid precisa deter. rminazione, Qui non si tratta di mettere a confronto 10 Hato eettivo di due scienze soricamente date, © cid an. the prescindendo dal fatto che oggi sarebbe difficile de Serivere in modo unitario lo stato di elasana, per Ia di vergenza degltindiriai che v da entrambe le part. Per ‘questa Via di un confronto. del rapporta efetivo non artiveremmo mai a eapite fondamentalmente in quale 6 Seqnavia rapport tino Yuna con Talera la teologia cistiana ¢ la Awaba ‘er dxporte di una base che consenta una discussione 4 fondo mal problema, & nccesaria perio una costa one ideale delle ide di entrambe te scieze. Partendo ‘alle postbilia di cui entrambe dupongono in quanto Scien, da decidere i oro pomsbil rapport reciproco. ‘Ma na tale problematic prensppone In determina sione dell'igea di sient in generale la comnotarione ele variant fondamentalmente possibili di quest es (Qa in questo problems, che dovrebbe coir pro: legoment della nostra discussione, non posiamo quad Ebne nota che {atede nah volo modo dl proporee[Porgebe] che we ID pontum che la teologia pot oggetiva, ma entra ‘Sa scl tema, Non aoa fh quanto la teologia Sapowa ala fee, solo ella fede ana esa pb avere 2 Segnavia 1a motivazionesulfclente pers. Se a fede si opponesse per natura a un'iterpreuaione conoeteae, i eolog Erbe alora una comprensone del rato snedeguate a Proprio oggewo (la fede. Le mancherebbe un elemento Esenrale senza quale es, fit dlliniaio non pote. berm dnt ution. Quen a raglne pci a neces dela teologia non pub enon potrt met ce ‘ededoa da un sen delle Clente aionaimene pro seu, Acid si deve agglungere che la fee non solo me. {iva Tintervento a una scenea che interpret la erst hid, ma, in quanto rigeneratione, eau 2d un tempo la Soria al cui tender a ne tvogin deve contribute pez agree nti Sl fen ano evento storicamenteeaaterzato a teologia a {To senso a sua giuseaione os TTentando di fare luce questa conneione, mostre emo come i scensifeta dela senza della fede pre figura dll specifica pouuivita dela teologia, cot Ea event eisianosvla dalla fede in quanto fe 2) Le scientificina deta teologia a teologia & la scensa della fede ignifin diverse coe: 1. La teologia ta cienza di cid che si svela nella fee ciot di eid che st cree, com Favrertensa che 8 che rede non ¢qualeom a cui noi ct limitiamo a dare il n= S70 asseno come a un insieme i proposiatont sa fat event! che non sono evident teorevcamente, ma di Sule pb appoprine nel moto appt dquo 2, La teologia € quindi ad un tempo Ia scienza dell tegglamento del credere, Ia scienza della credenza che, solo in quanto ognora rivelata, cori come pud essere in assoluto secondo la sua intriore posibilidl Cid significa hela fede, in quanto atteggiamento del credere, © ess scum ogpetio el cede lot appartene ain volts a wh Fenomenologia'e teologia 1 2: La teologi,inolee,¢scienza della fede non solo in ‘quanto ha per opgeto il erederee il creduto, ma anche betcha sua volts nace dala fede. am € la scienza che vede mova e gustiica da 4; Lateologia,infne scienaa dela fede non solo per ché ha come oggettoc come motivarion la fede, ma ah he perch ew ogetivaione dia fle, i cnr tiicoseopo quello di contebuite a fomare la eredenss sxe, Da'n panto di vista formate a fede, in quanto ‘apporod'esittents con il roto, ¢ una modal del ‘eter sorico, delfestensa uma, precmente del ‘enerestovio in una sora ches sla solo nella fe € per la fede. Pertanto, in quanto sien della fede, Sesa ome modo deere in sf worico(gechihtlich, I colo fon é nel tio nicleo pid interno una scienta storice {historic ans, per In peculare sori che & insite nella fede ~ «evento della svelasione > ~ In teologia ¢ tina slensa stories di genereparticlare, Tn quanto autointerpreasione conettuale dell eiten- aa che ha fede, ot in quanto conoscenza storia, la tee logia mira unicamente alla trasparena dell evento er shin rveato nella fe eda ques ultima delimitato. Lo {copo, dung, di questa sctenon storia ¢ Vesistenza ek Sthana ste nella sua conererione, enon un sistema, ligo ins di proposiaion teologiche a fat general nek Tambito oi una regione dell ere data te le alte. Que- sta crasparenca dell eitensa che ha fede im quanto com. Prensione delleistensa, pu ritres sempre esol alle Bre sewo. Oni propotsione e ogni conceto teologico patlano in quant tli allesstenta credeate del singolo tomo nella comuaita, © non succenivemente, in Base coiddeta « applicaione» pratca. La natura spe Gia delloggett della teologasichiede che Ia conoscen 4a teologca adeguata non poss mai sedimentarsi come tin sapere libero che sparia wo fat qualsasi, cost come 1s craparenan tologin e Timterpretasione concetvale della fede non ponono fondame né garansine la legit timid néantomeno fcltane in qualche modo Tassur. Hone ¢ la sa conserratone. La tologa puo solo render Dil dif la fede mostrando che i eredere non pub & 4 Segnavia sere dent da quel ~ dalla elon come cenza~ ma “nicamentee solo dla fee. In queso modo in teloga Dud render ha condenm conaperble dels sere gi Ei el credere in quanto maco teiens «dona» {coogi «pod» simile cn, lot ne expe, ne a cenlteininte a pssbilia 12 eeologa dung, velativarente alla postive da cost ogg ¢ ina scene force Cat que tel Sembrm ce not neghamo la posit et neta sia ina teologastematcay a una tol rain Mat bene ontervare he ol non dicamo cheese una ‘coogi orca; eciadendo ana tologis«ssena Servet ccologl patie»: La noua fe & pnts he I elope in'gederale in quanto senna, £ orien, Gua che sano le Sasplne in Guess aol: Ant froprio parendo da ques carstterianionen pu com brendere ere come lacologts, nom enincamente, bs per ith series del su tema, dvds oi Taremente ine daciplina seermaticy, ora (nebo frerto)e pratea Per fiungere lia comprenton flo. safes Aue ucena, non &suficientecoghee Farol Fone git. dato accicenaimence data asmere sem plicoment la divisone tenes de lavoro, per po colle fre ucceniamente le dveredacipine econrusy o- rv un concen generale ta, dando ols Farco- Tron dt to stent, econ rimetere in dscusione eg accertare se perce quest aricolaione richest ca Tesena dela seen in questione in he mira on cfletvsorgamiunine corpo aides d stents de ferminaes dallas pooh ‘Mi allo, dal momento che la teologia& interpret rioneconcettaledellenstenn rian appare een te che ean ta ence peri tre contenato, hanno ‘on rapporto ewensise con Yevent chia in quanto tale fl Compito dell tcologiasutomatca¢cogete com fetualmene questo vente nal sto contenu determi tate nel 19 modo specif exer, € pecisamente Toten el modo cl ene i tte ncla fede per in fete. Sicome poi a cretenns © tions nella Sctrra In terogi pe eens teologianeoestemen- tara, Tn ale parole laeologa non ¢ seman perche Scola Tinsieme del contensto fede in una sere Fenomenologia ¢ teologia 18 loci, per pot comport net quadro di un sistema dim: serae quindi la vaidith del sitema. Esa nom & tien perch contaise tn sistema a perch, al conraro, Ioedita, porta diretamente alla ice unicamente Tit teviore aterm dell evento erixiano in quanto tal, cia ‘ereando di condure il eredente, in quanto comprende Concetalmente; nella sora deli ivlatone. Lx teolo: fia ¢ tanto cp sitematia »e tanto meno schiava di Se stems, quanto pi orca e quanto pid immedia tamente esprime, con la paola ei concet., Ia sori dela fede orginarith ella comoscenm di quest com: pitoe deie we erigenze metodologice contsce fl cr Teno per stabilize livllo senticn 6 una teologia ‘tematic La rusia del compito ai quest ultima € an to pi scare e neta quanto pr dicetamente la teologa fa dareiconcet et eat concettals dal modo desere dala natura delfente che ea opgetiva. Quanto pid Chiaramente la teologta preside dallimpiego et una ‘Gualche flo ede riopttivo sem, tanto Pi & lo {fies nella sun stents spelen ‘Dralero canto, quanto pila tcologia sistematca nel. senso sopra indicat, tanto pi direttament s fonda la deceuith della teologia sorta el senso specfico dell ee- {fee della sorls dei dogmi e della Chiew. Se quested Spline pretendono di enere autentica eologs, © non Smit prrticolar delle comunt xcienze toriche profane, {necro che st nin indicate proprio oggeto dak 1s eologasstematica coreetamente inten. £ proprio tatavia dellsutointerpretarione dell evento erisano, in quanto evento sorca, che exo di continuo SU rappropri della a autentic sori © della com prentone! che ncaa a svilppa, delle pombilia del Festerel che a fede: Or, sicome la teologia, sia come dixiplinacateratica, sa come diciplina worse, ha come S00 opyeto primario Vevento cristiano nella sua criti ithe torid, e siccome questo evento si determina ‘come modo desitens del eredent, dal momento che ‘Stee tagire, clot ribs, le teologia he per exensa il ‘orattere dt una scenta pratice. Come sccnsa dll gite Ai Dio sll domo che agce con fede, la teologa & om lesa gid « per natura» solo per queso vei posi Tih eke eas conieinc, nell tua efletiva organiza 16 Segnavia zione, come teologia pratica, come omileticae cateche tica, © non perches per bisogn casual, si manifest Tes tenia di trovare anche un uso pratico 3 proposition: SE teoreiche La teologia¢ automata tolo te stor: Draice;¢sorica solo te 8 sstematice-pratca; & prtica Solose woricouttematica. “Tutti questi eartteri sono esenalmente egati fra loro. Le adieme controverse teologche possono diver: tare un rele confronto in un feconda comanicaione, ‘ola se il problema della teologia come senza viene 1 ondoteo ala questione centrale che nace dll idea della leologte come tciena postive, cit: qual & il ondamen. to delfunieh species € della necessra moleepicit de: le dicipline astematiche, orice e pratiche della to. login? Posiamo ilutrare brevemente il caratere ora aber: ato dela teologin, prectando innantiatto che com Ia teologia non & TM conceto racchiuso nella parola teologia viol dire sciensa di Dio. Ma Dio non ¢allato oggetto dela sera. teologea come lo sono, ad ciempio, git animal per la toologin. La teologia non & la conoscenzaspeculativa di Dio. Non ne coglma il conceto neppure se allarghiaoo iT tema dicendo che oggetto della teclogia€ ia rlaione 4 Dio in generale con Tuomo in generale viceversa, perehé in queso cao la teologia sarebbe Slosoa della Feligione o sora della religione e quid scienza della Feligione. Ancor meno exa ¢sciensa dlluomo ¢ della fsa condsione ed esperiensareligioms nel senso di una Pscologia della vligione,quindi selena delle esperienze ‘sue atravero la cu analis alla fine, dovrebbe esere tcoperto ell'oma Dio. Ors si potrcbbe concedere che Jn teoloia non coincide con la conoscenma speculatna dt Dio, con la scenza della relgione econ la ptcologia della Feligione io generale, maa un tempo owereae che Ia teologa rappesenta tn caso particlare di losofa della Feligione storia della religion ee. quindi che ex ‘latelenta lowocostorico pelologica della religion er ‘nina, Ma da quanto abbiamo deto risus evidente che 1a teoiogasittematin aon & na vo dela religione itera alla religionecritana, cos! come I storia della Chics: nom rappresnts una storia della religione lim Fenomenologia teologia. " st a ge sa, eg ee serine abs a ies ae Sunn. ieee Getic aaa Sitio aa eouirnees sdatet re Peta nee et cSTemietad cme tbe te SABER Seettes pte teat fapcinds Sucine sd age me fa ste asta, Sinem en ge he cE sonia’ uel abt at ttc nt ei went ah Sapa enn i ae seis raen nie aremscit res or Um er ere Fae da oe fee te Seti ee gt arash ae za della dimostrazione delle sue proposizioni ¢ qualcom Bipehce Cpa mene andes Se gta beam SoU pore 0 Sie me Soge de Sennett goa pe Gusta eaeare sche Seta elas SETA Sith sed ae mc Piet ialcaeal nt giants fei ct oan ee tee en ‘tern nee tf dl wire nn eg ene ees Taste Scilect set pretts eer tae i ane ec tent ae ‘eitatls Ratan unsaid sk te fal eevee aso ee is Pi at dine pe Se Seiad NE cece pen obec ie opt emecese etntet (eich it ta Ad quienes {Sta pt psi ah ome 18 Segnavia pere che esa preigura, la teologia & una scienza ontica plenamente indipendente. Sorge ora il problema: che Fapporto acon la flosofia questa scienza positiva che ab ‘lame ormai caraterizato nella sua posiivita e nell sux scientific? ©) Hrapporto dels teologia, in quanto ‘lena positive, con ls flosofe ‘Della flosfia non ha bisogno la fede, ma la sciensa del- Ja fede in quanto scienza posiiva, Anzi qui si rende op- [poreuna wi-ulteriore distinrione I cienan positiva dela fede ha bizogno della flosofa non per la fondazione © Jo selamento primario della sua positivit che & la crt sianith, Quem fonda se stexa nel modo che Te & pro- prio. La sienra positiva della fede ha bisogno della flo- {ofa solo in rapparto alla sua scientfita e anche questo jn un modo che, pur esendo fondamentale, ha dei imiti particolar ‘Tn quanto scienza, la teologa sottosthall’exigenza di te gittimare © di adeguare i euoi concett alfente della ex {nterpretaione si ¢ fata carico. Ma Tente che i concet- {i teologicl devono interpretare non & appunto svelato cxlusivamente dalla fee, per la fede e nella fede? Cid, infatt, che qui sha da cogliere concettualmente non & forse cid che per exenza ¢ incancepibile e che percid per vie puramente razionali non pud sere né scandagliato nel to contenuto specific, né fondato nel suo di ‘Ma qualeosa che & inconcepibil ‘essere svelato in modo primario dalla ragione, non esc 4e taueavia per questo una comprensione concettuale di Sé. Al contrari, proprio per scoprire nel modo giusto Tinconeepibilit in quanto tale, & necessario pasate per tun'interpretazione concettoale adeguata, cit che, ad un tempo, aviv sino ai suot limit. Diveramente Tincon- ‘cepibilta rimane, per cosi dire, muta. Ma questa inter pretazione delleistenza che ha fede & appunto compito [Riis teologa. Perche danque ls Slomtar Ont ente fvela solo sulla base di un'antecedente, anche se inconst- pevole, comprensione preconeetuale di cid che questo Fenomenologia teologia 19 relativo ente &, di come eo &. Ogni interpretazione fontica si muove sul fondamento, anzituto e per lo pit ‘ascost, di un ontologia. Ma concetti come quelli della troce, della colps, ece, che appartengono chiaramente ST contesto dellxtere della erstianita, come posiono es tere intesi nel lor specifica «che cosa» (WVasein) e «> the» (Wiesein) se non con Ta fede? Come devono essere fontologicamente svelatt il «che cota > e il «come» di (quest fondamentaliconcett coscicutvi della cristiania? ‘Deve la fede diventare erterio di conoscenza per un epli- ‘azlone ontologies flosofica? Non sono proprio concett {eologicl fondamentali ad exere del tutto soutrati ad una, ‘iflesione ontologic-flosofiea? Certo, qui non si pub trascurare un aspetto esenzia te: se comrettamente impostats, 'esplicarione det concet {i fondamentali non avviene tat esplicando e definen do per s€ conceti isolate introducendoli poi qua e 2. ‘ome getiont, Ogni eslicazione di concetifondamentali Aleve indirizzare | proprisforsi sppunto a quella primaria connessione conchiusa dellessere a cui rinviano tutti | ‘onceti fondamentali, per scorgela e tenerla eostante- ‘mente presente nella rua totale originaria. Che cosas: fnilca questo per explicazione det concetifondamentali Sella ecotogia? ‘Abbiamo caratteriarato la fede come F'elemento cost tutiva enensiale della crisianitas la fede ¢rigenerazione enché la fede non si ottenga da sé, benché cid che in ‘est si manifesta non posta mai ewere fondato da un sape- te rationale della vagione,Iibera e autonoma, cttavia,& Implicito nel'evento erstano, in quanto rigenerazione che Iesistenra dell enerci precedent la fede e quindi non ‘redente sia in exo supersta.Superata non significa sop- prea, ma elevata nella nuova crezione, nella quale ¢ ‘mantenutae inveraa. Certo, nella fede Iesistenza prect- ‘iana é sperata sul plano onticoesistentivo. Ma questo fuperamento esistentivo dellesistenza precristiana, che fappartiene alla fede come rigenerazione, significa appun- {6 che, sul piano ontologic-esitensale, Tesercl precr iano supetato & ricompres nellestenza che ha fede Superare non vuol die Fespingere, ma asumere in una nuova disporitione. Ne deriva che tutti i concetti teo- logic fondamentali hanno di volta in volta in sé, presi 20 Segnavia nel loro contesto regionale pieno, un contensto pect: Sano, e quindi coneepibile in modo puramente Tazio fale, che tert sul piano esttentivo & impotente,oxsia nticamente spersto, ma che proprio per questo & ono Iogicamente deerminante. Ogni conceto teologico te ‘hude necesariamente in sé fa comprensione dellewere Ghe reser! umano, come eal, ha da sen quanto in ge ‘erale esse! Cost ad esempioy it peccat st manifesta {bio nela fede, e solo il eredente pub estere eifetiva mente come peceatore Se perb ocorre siege sul piano teologio concetuale il peat, che & i Fenomeno oppo So alla fede come rigeneranione e che und ¢ wh feo: tno evistensnle allo a esigere i torn al eoncetto ‘ieoipa non & un qualche dilet flosofeo de teolog, fina ilcontenuto del conceta steno. Ma la colpa ® una eerminarione cnologics originariadellsistenza det Treserei? per cul quanto pit a csttuione fondamen- tale delfcrerc in generale ¢ mesa in luce in modo or- finato, adeguato € autenicamente ontlogic, quanto Pil il Concetta di colpa, ad esempio, &orjginaramente ‘Meat, tanto pid ctaramente exo pub fungere da Alo ‘Conduttore pet Feplicasione teologics del peceato Se i. ‘vce st suume in quest modo il eonceto ontologico di ‘colpa come Blo conduttore,allora& proprio la floota ‘che decide in modo primario del conteto teologico. Ma {n-questo modo la telogia non viene forse tema sotto tues dalla lowfat In neon model Perehé, nella sua {Sienna il peceato non deve ener dedoto in modo Taro. Sale dal concetto di colpa. A'maggior rgione, orienta. Goa in tal mado oul conceto ontologico copa, non si flee e non si pd dimostare tatonalmente in un ual Che modo il fatto del peceato,né tanto meno st capisce per questa via la possi efletiva det pecato. L'unica Eom the css aggiunge, ma che ret indispensable ae |. Tus | fondamentl cont tog delenitene fonda ul 1h fede tstcons a une specico ouaggi Slfescensn, inca Fee nein cc mm apo on tain tana Queso cratered pauaggio moira pen ploriinen ‘ali’det cncet tenon, nears am pono le 2 Cle Sin nd Ze, seen § 58 Fenomenologia ¢ teologia a che per I teologia come aciena, 2 che, in quanto con- ettoesstensale i eoncetto teologico di peecto aq fta quella coreione (Norretion) io codireione (Mi. Ieitng) che, in quanto concerto esitensile, cesstia per il suo contensto precritisno. La dieione (Divehi) (0 derivastone (elem) primaria, in {fuantoorigine del suo contenuto eristiano, fr ieee, Eipre e wltanto la fede: Lontologiafunge guind! slo ome un correttioo del contenu onc, ot precrstia: ft, det concert teologie fondamental. ha qu eta Oa ‘servae che questa coreione non & fondant, cost co: tne, ad esempio,Leonoet fondamental dla fen vee. oo és ufoniologia della natura ia Toro fondaione Uriginra eI dimotratione dela loro pena, intinsera posibilit, ciot della loro superior vei La correione Eiiuttost un indicasione slo formate, oma il concetto tntologco di colpa non diventa mai come tale, tema del In teolgia: Neppare ilconceto di peceato & contrat semplicemente sil concetto ntalgico di ealpa. Questo {srtvia€ determinant da'un panto di vista formate, in quanto indica i caattere ontlogio della regione del Heer in cui il conceta di pect, in quanto concetio. ‘stncale, deve necesariamente mantener Tn ques indicarone formate dla regione onologica sa a drcaia necnatia non per calle flowScaren- {eo specicn contenu telagco del coneeto, ma pet uingero e nearaca dare dala enela specifica dimen lone evstenzate dela fede cos indicata. L'indieasione formal del concettoontologico non ha dungue Ta fan lone di lege, ma, ab contri, quella di Hberaree di rvar allo svelament dell origin spect, cio confor- ime ala fede, del conceit teologici, Cosh caratterizata, {i‘tunaione delfontologia non tdi dierione. ma slo dl