Sei sulla pagina 1di 1

IL REUCCIO FATTO A MANO

C'era un re che aveva una figlia, la Reginotta, che non voleva sposarsi. Un giorno, stanca delle insistenze del
Padre si present a lui e disse:" Padre, datemi un cantaro di farina e un cantaro di zucchero che il marito me lo
faccio da me". Il padre l'accontent e la Reginotta si chiuse nelle sue stanze: impast la farina e lo zucchero, diede
una forma al suo sposo e al posto del naso gli mise un bel peperone e lo pos in una nicchia. Ogni giorno andava
davanti alla nicchia e recitava: " re Pipi fatto a mano senza penna e calamaro, sei mesi a setacciare, sei mesi ad
impastare , sei mesi alla nicchiola e ti viene la parola". Dopo sei mesi Re Pipi parl e la Reginotta lo accompagn
da suo padre e re Pipi chiese la mano della principessa. Il Re organizz una grande festa invitando tutti i principi
e le principesse, fra queste anche la principessa Turcacane che aveva dei poteri magici e che si innamor di re
Pipi e con la scusa di una passeggiata in giardino fece sollevare un forte vento e rap Re Pipi. La Reginotta
disperata torn dal padre piangendo e pianse per molti mesi poi un giorno si decise e disse al padre:" Non voglio
pi piangere voglio andare a cercare il mio sposo". Si mise un mantello sulle spalle e incominci a camminare per
raggiungere il castello della principessa Turcacane.....cammina cammina, la sera giunse al limitare di un bosco e
vide un piccolo lumicino ad una casetta, buss: una voce grave chiese chi fosse e la Reginotta rispose: "Sono
un'anima cristiana, senza casa cerco un riparo per la notte.." Entra anima cristiana e segnati con il segno della
croce"....La Reginotta si segn ed entr nella casetta, al mattino prima di andarsene il romito le diede una noce e
le raccomand di aprirla solo quando fosse arrivata sotto il castello della principessa, la stessa cosa successe la
sera seguente e il secondo romito le diede una nocciola con le stesse raccomandazioni e il terzo romito una
castagna.
Giunta al castello della principessa, la Reginotta butt per terra la noce che si apr ed usci una bellissima
danzatrice tutta vestita d'oro con uno strumento in mano e si mise a suonare. La principessa si affacci e subito
ordin alla sua serva di andare a comprare quel tesoro e la Reginotta chiese in cambio di poter dormire una notte
nella stanza di Re Pipi.Quando sal nel castello Re Pipi dormiva e la poverina si mise a piangere e a recitare " re
Pipi fatto a mano senza penna e calamaro, sei mesi a setacciare, sei mesi ad impastare , sei mesi alla nicchiola e ti
viene la parola", ma Re Pipi non si svegli e la poverina al mattino se ne and triste. Si ricord dei doni e ruppe la
nocciola, usc un'altra bellissima fanciulla che si mise a suonare e come il giorno prima avvenne lo scambio e la
sera il pianto della Reginotta perch il suo Re Pipi non si svegliava. Durante il giorno il re fece una lunga
passeggiata nel giardino del castello che confinava con un carcere, si avvicin ai prigionieri che subito gli chiesero
perch ogni sera sentivano piangere nel castello e gli ripeterono parola per parola quello che avevano sentito e
finalmente re Pipi cap di essere sotto un sortilegio. Al Mattino la Reginotta disperata ruppe la castagna, usci
ancora la bella danzatrice tutta d'oro e la Turcacane la volle comprare alle solite condizioni solo che quando port
a Re Pipi la solita camomilla, re Pipi la butt in una pianta della stanza, appena entr la Reginotta si mise subito a
piangere ma aveva appena incominciato che re Pipi le prese una mano e le disse "Zitta zitta moglie mia che adesso
ce ne andiamo a casa" e riuscirono a fuggire mentre la Turcacane dormiva. Tornarono alla loro reggia e
si ficero tanti festi
balli e canti
e nui ristamo cu li mani vacanti.