Sei sulla pagina 1di 3

RENATO ALTERIO

CARO COFFERATI...

CARO COFFERATI...!

BIOGRAFIA
Sergio Gaetano Cofferati nacque il 30 gennaio 1948 ed ha oggi 67
anni. Quando era impiegato alla Pirelli di Milano era iscritto al
sindacato FILCEA (CGIL). In seguito, nel 1990, venne nominato nella
segreteria nazionale della CGIL e nel 1994 successe a Bruno Trentin
nel ruolo di segretario generale. Il 21 settembre 2002 termin il
mandato di segretario nella CGIL e riprese il posto di lavoro alla
Pirelli. Nel giugno 2004, venne eletto sindaco di Bologna con il 55,9%
dei voti. Dal 23 maggio 2007 divenne uno dei 45 membri del
Comitato nazionale per il Partito Democratico. Nelle elezioni europee
del 6/7 giugno del 2009 Cofferati fu eletto parlamentare europeo per il
partito democratico. Il 25 maggio 2014 viene rieletto parlamentare
europeo, sempre per il Partito Democratico. Oggi invece Cofferati,
dopo il suo flop nelle primarie del Pd per la candidatura alla
presidenza della regione Liguria, ci ha spiegato che per lui stato
"l'incredibile silenzio" del vertice nazionale del Pd a seguito delle sue
denunce di irregolarit nelle primarie, ad averlo spinto a lasciare il
partito affermando che: "Non posso pi restare in questo partito. In un

partito che non dice nulla su quanto accaduto in Liguria io non posso
pi restare. E' decisione per me difficile e dolorosa perch sono uno
dei 45 fondatori del Pd. Ma esco ugualmente. E non lo faccio per
fondare un altro partito: lo faccio perch cos non posso restare".
Perfetto! Se non fosse per il fatto che lui medesimo, il Sergio Cofferati
nazionale, ha traccheggiato per anni fra sindacato e politica sin da
quando era impiegato alla Pirelli di Milano. Infatti fu nel 1990 che
entr a far parte della segreteria nazionale della CGIL e da allora non
ha mai smesso di far politica e di rivestire incarichi prima come
segretario della CGIL poi come sindaco di Bologna e poi come
deputato in Europa per ben due volte consecutive ossia per dieci anni
di fila! Ergo, dal 1990 ad oggi ha goduto e gode di tutti i privilegi
anche economici che le sue attivit gli hanno consentito. A conti fatti
ci risulta che dal 1990 ad oggi, ossia al 2015, sono passati venticinque
anni, ci malgrado, Cofferati non vuole proprio arrendersi e non
accetta sconfitte. Eppure ha ormai 67 anni e, alla sua et, le persone
normali vanno tutte in pensione! Ma lui no, lui si ritiene Er mejo Fico
der Bigonzo, rifiuta di arrendersi e pretende di essere ancora il primo
della classe! Mi dispiace per Cofferati e per tutta la minoranza Pd che
lo sostiene, minoranza che come lui presuntuosa pur essendo
obsoleta! Si rassegni Cofferati e, per salvaguardare gli interessi suoi,
non faccia del male al suo ormai vecchio partito, guardi avanti e non
indietro, pensi piuttosto ai giovani che oggi cercano disperatamente un
lavoro che non c'. Un po di generosit non guasterebbe lasciando da
parte le presunzioni e gli egoismi. Largo ai giovani ed i vecchi invece
vadano in pensione se la pensione l'hanno maturata. Ti chiedo scusa
Cofferati, io sono pi vecchio di te ma sono fortunato perch una
pensione ce l'ho invece ho una figlia praticamente inoccupata! Quale
sar il suo futuro? Perci, pensa ai giovani caro Cofferati, non ti
crucciare e ritirati in pace a vita privata! Lascia il posto tuo ai giovani
perch loro ne hanno pi bisogno di te! Amen!
Renato Alterio