Sei sulla pagina 1di 3
Mribewill Spiome Avyvenire del 15/01/15 Estratto da pagina 10 Inchiesta. Gli esperti denunciano Rete anti-radicali l'ltalia in ritardo SPacnoL0 A Pacina 10 Rete Ue anti radicalismi Ma I'Italia é in ritardo Dal 2011 Bruxelles finanzia il progetto Ran Interventi in scuole e famiglie per frenare l'odio Liniziativa Viene chiamato “soft power" ed é l'approccio di tipo sociale che, nel Nord Europa, si affianca alle indagini di poliziae intelligence su aspiranti terroristi. Da noi ancora pochi esempi, carceri arischio di proselitismo Vesperto Fra i responsabili dei gruppi europei Vitaliano Guglielminetti: «La Ue ha quintuplicato i fondi, da 5 a 25 milioni di euro. Ma finora, in Italia e altri Paesi latini, il contrasto é affrontato solo come una questione di polizia> Vincenzo R. Sracnoto Roma upisoltars, «auentatoridella porta «(Lee Sono ledefinizioniusate dagli "007" perclassificare individui capaci di trasformare insilenzio, ontano dal fro delleindaginidipo- linia, leproprieconvinzioni estreme nati vio- lent Vicende come quelle dei_francesi Said e Cherif Kouachi © Amedy Coulibaly hanno radici diverse a quella dell'mmmi- rato libico Moha- med Game (che nel 2009 fece esplodere tun ordigno fatto in a cura dell’ Ufficio Stampa e Comunicazione casadavantiaunaca- serma di Milano) ma anche tratti comuni. Studiatli,con proget- Uisull campo (nelle pe. riferi, nei centri per immigrati, nelle prigioni) potrebbe aiutare a prevenireaitr episod Eilcosiddeto oft power, Fapproceio "morbido" poco studiato alle nostre latitudini, al punto che, lamentano gli espert, eancora non ¢ alcuna traduzione in italiano delle ricerche esteres. E mentre la Commissio: ne Ue ha quintuplicato i finanziamenti della rete europea di intervent (da a 25 milioni di euro), chiamata Ran, Italia non ha ancora va- rato proprie azioni Verso rorrore a piceoli pass. Pa le palestre del odio, cisono i siti web radicali, ma anche { cattivi maestr in cerca di potenziat reciute. Laprimatappa,scrivono nel rapporto «Lai tamorfosi operata nei giovani dai nuovi scorsi terroristiciglistudiosi francesi Dounia Bouzar, Christophe Caupenne e Sulayman Val- san, consiste «in un piccolo passo:urlarecon- tro ipoliziott, esibire apertamente la propria ideologia, cambiare i costumi social... Eun cambiamento che avviene a domicilio, in fa miglia..». A quel punto, «® ancora tutto vir tualeei cadaveric le teste esibite dai combat- ‘enti somigliano a scenografie lontane... Po sarebbe davvero possibile». I tre studiosi col- laborano in Francia col Cpdsi (Centro di pre- venzione contro lederive settarie collegateal- Vislam). E anche in Gran Bretagna o Germa- nialo studio dei percorsi di radicalizzazione® tuna pratica diffusa. Rete europea, Italia ferma. Tre anni fa, allo: ra commissario europeo agli Affariinterni Ce- cilia Malmstrém ha costituito la Ran, una «re- Mribewill Spiome Avyvenire del 15/01/15 Estratto da pagina 10 te di sensibilizzazione al problema della radi- zzazione», per «contrastare l'ideologia €la propaganda degli estremistiv. La rete ¢artico- Iata in nove gruppi di lavoro: da quello fra in- vestigatori a quello sulla prevenzione, fino al team che si occupadella wderadicalizzazione» di ex estremisti, Fra i due leader del gruppo sulle «voci delle vit me di terrorismo», in- sieme a un francese, ce proprio unricerc toreitaliano, Luca Gu- slielminetti: «Sono tre anni che me ne occu- za che alcuna italiana, del altro, abbiamai dato segnali di vero interes- se al lavoro svolto, neppure durante il re- cente semestre di presidenza. In It tri Paesi latini, la prevenzione & ancora intesa come repressione delle fasi iniziali di un at- tentato» osserva amaramente, mentre «nel Nord e centro Europa la prevenzione del ter- rorismo non 2 affare esclusivo di pol DAMBRUOSO (SC) cdstituzioni determinate nel contrasto al terrorisme» La decisione cli minist Akano Orlando dt istituire ur procu ra naziorale antiterrorismo dé 1 collocare presso la Direzionera- ale ar-imafia. presa assieme £ alprocuratorenaziorale Antima. : ia & ai Capi delle piu important procure falar. ¢ un ing Ssegnale doe ctor rinaer'e dee le istituioni por intersiticare le prever one cor rasta dal es Fonsmno>, diceil deputatod ta chica ed ex magistrato, a cura dell’ Ufficio Stampa e Comunicazione telligence. Dalla partnership fra pubblico e pri- vato sono nati progetti sul campo con inter- venti in comunita a rischio, scuole, famighie». Con risultati concreti: dal 1998 in Germania "associazione Exit, guidata dall'ex estremista destra 34enne Robert Orell ha sottratto alla violenza 700 giovani. Mnodo delle carceri, 11 premier francese Ma- nuel Valls annuncia la predispo parti d’isolamento per i detenuti radicali. Ein Italia? Chi ha memoria ricordera la conversi ne in carcere del siciliano Domenico Quaran- ta, che frail 2001 ei 2002 fece esplodere bom- bole di gas nella valle dei templi di Agrigento e nella metro di Milano, Daallora poco sié fatto: «in carcere cil rischio di diffusione del fo) damentalismo islamico», avverte Donato pece, segretario del sindacato di polizia pen tenziaria. E Guglieminetti conferma: «Nei pe- nitenziart italiani non ci sono interventi ant radicalizzazione. Non mancanole buone pras si, ma sono casi isolati, Andrebbero coordina- tie messi in rete. Attendiamo che sopraggiun- gano consapevolezza e volonta politica, spe- rando che non avvenga solo dopo qualche at- tentato», PINOTTI (DIFESA) «Pit militari per vigilare con le forze di polizia» Peri mnisteo dela latesa nel ‘operaz one ‘strade sicure" pattugiamento Polizia-Cara- dinien patrebbe essere riv sto con un aumento dete Forze Armate sugii oo ettiv sensio't orstinando il nuneo og nano d 4.250 (dal 1 gonnaio rdotto a Simia, nd) o se Ser oil, Masirtia cesar ta ver libara‘e fe forze di po- Za “nviegate per oresidi @ pattugliarr enti al FERRI (GIUSTIZIA) nica — affema il sottoseg arman zzare @ leg eurap: ano nazion una procu antiterro” 8" sulla falsariga dolla Dra, o si trasfovnano lo direz oni die rettual in procure ant mata @ antterrorisiro» cdstituire un pm europeo € una procura nazionale> Il tetorismo d matvice sla tavio alla Giustiza - ha una d mrensione sovanazionale: 9 - Zioni rra anche creare un’ pm, 0 antiterronsiro, Sul 20 Si stituisce Mribewill Spiome Ayvenire del 15/01/15 Estratto da pagina 10 Parole e propaganda, é battaglia sul web Un progetto della Commissione Ue punta a creare una contro-narrazione Internet Ai video dell'ls, dicono gli studiosi, vanno contrapposte le esperienze di ex jihadisti e vittime Hl ministro Alfano ai gestori della Ret arginiamo i proclami del fanatismo Roma ono stato unreclutatore. Lamassimaam- Ie milizie jihadiste. Un'esperienza che ha ripudiato da tempo, attraverso un percorso di recupero. Ora Jorrore che li attende. La sua testimonianza é con- tenuta in un video realizzato col contributo della Commissione europea, intitolato "Holy war expe- tube. Le esperienze di chi ha preso le distanze daun precedente percorso di radicalismo e violenza, an- chegravieall'intervento di madri, mogli fratellio so- relle, come i racconti delle vittime o dei loro fami- stremistica. Anche in Italia 2 attivo dal 2013 il pro- al terrorismo» (C4C) @ un progetto trans-nazionale, sostenuto dalla Commissione europea e che coin- a battaglia si gioca anche «sul terreno delle parole, delle storie, delle narrazionie della propagandache gli girare intomo». Ed é proprio Internet uno dei terreni di confronto Yagguerrita machina della propaganda jihadista, capace di mettere in rete filmati agghiaccianti co- 1'ls, o di pubblicare riviste online con istruzioni per a cura dell’ Ufficio Stampa e Comunicazione aspiranti attentatori come Inspire (in lingua ingle- se ein formato pdf, ideata dall'imam Anwar al Aw- laki, nato negli Stati Uniti e uccisonel 2011 in Yemen da un raid aereo degli Usa). Una "narrazione” vir- tuale che ha sostituito i primi Vhs, Cd-rom e Dvd che diffondevano le gesta dei combattenti in Af- sghanistan, Bosnia o Cecenia, sequestratiin anni pas- sati agliinvestigatori durante le perquisizioni, eal- Ja quale i governi dei Paesi occidentali intendono controbattere. Anche la Ue si & mossa: a ottobre il Gai (il gruppo di ministri dell’Interno dei 28 Stati membri) ha varato linee di condotta per il contra- sto dell'uso delweb da parte delle organizzazioni ter- roristiche per finalita di reclutamento e radicaliz~ zavione. E a dicembre il ypinistro dell'Iniemno An- gelino Alfang ha incontrato i rappresentanti italia- ni di Microsoft, Ibm, Google e Facebook, auspican- do una «collaborazione dei colossi del web permo- nitorare la rete», «individuare sintomi di progettua lita terroristiche e arginare la propaganda via web». La convinzione & che si possa far qualcosa per pe- netrare in quella zona grigia in cui un «simpatiz- ante» pud essere indottrinato fino a divenire fian- tore e poi attentatore, Non @ un processo dicono gli studiosi, ma «dinamico» e, con opportuni interventi,sipud provare afar retrocedere sliindividui coinvolti». Come accaduto ad Ahmad, unaltro dei protagonisti del documentario ricorda- to all'inizio. Vive a Copenaghen e nel 2006, a 28 an- ‘come imam aveva capeggiato le proteste dei mu- sulmani danesi dopo la pubblicazione di alcune vi- gnette sul quotidiano Jyllands-Posten, «Ho unacat- tiva coscienza in riferimento a quel periodo. E per questo ho messo la mia opera al servizio della Da- nimarca, che deve essere protetta. Ritengo chel'Eu- ropa debba capire di pity del mondo musulmano, della societa islamica Tutti parlano di al-Qaeda, de- gliestremisti che mettono le bombe, ma pochi co- noscono i movimenti islamici meno visibili. Se p so contribuire in modo positivo, credo che potrd ri- pulire la mia coscienza e sdebitarmi con la Dani- che@ stata accogliente con mee coi miei fa- (URS)