Sei sulla pagina 1di 4

ICP

PROTOCOLLO SPECIFICO DEL SISTEMA QUALITA'


CORRETTO IMPIEGO DEI FARMACI

Azienda Ospedaliera
Milano

PTS DNE 12.01


Edizione
1
Revisione 0
del 12.11.01
Pag. 1 di 4

CORRETTO IMPIEGO DEI FARMACI

INDICE
1.

SCOPO

2.

CAMPO DI APPLICAZIONE

3.

RIFERIMENTI

4.

RESPONSABILIT

5.

DESCRIZIONE DEL PROTOCOLLO

Edizione e
Revisione

Data

Descrizione e/o
modifica

1 edizione
0 revisione
1 revisione
2 revisione
3 revisione
4 revisione
5 revisione

12.11.01

prima emissione del


Protocollo Specifico

Firma di Verifica Firma di


del Nucleo
Emissione del
Qualit
RAQ

Firma di
Approvazione del
DG o DS o DA o del
Responsabile di
Dipartimento

Redazione: Dott. Colnaghi, AFD Plevani, V.I. Lamanna, Personale InfermieristicoTIN e Pat. Neon

ICP
Azienda Ospedaliera
Milano

1.

PROTOCOLLO SPECIFICO DEL SISTEMA QUALITA'


CORRETTO IMPIEGO DEI FARMACI

PTS DNE 12.01


Edizione
1
Revisione 0
del 12.11.01
Pag. 2 di 4

SCOPO

Scopo del protocollo quello di dare indicazioni specifiche in merito allimpiego dei farmaci
pi comunemente utilizzati allinterno delle UU.OO. di Terapia Intensiva Neonatale e
Patologia Neonatale (azione dei farmaci , modalit di preparazione e necessit
assistenziali previste prima, durante e dopo la somministrazione degli stessi) affinch
lequipe assistenziale possieda le necessarie conoscenze e ununiformit di
comportamento.

2.

CAMPO DI APPLICAZIONE

Il presente protocollo si applica nella U.O. di Terapia Intensiva-Patologia Neonatale del


P.O. Via Commenda.

3.






4.

RIFERIMENTI
Manuale della Qualit dellA.O. ICP
UNI EN ISO 9001:2000
Codice deontologico dellInfermiere 12/05/1999
Profilo professionale dellInfermiere D.M. 14/09/1994 n 739
Prontuario Farmaceutico Neonatale. 194 farmaci per il neonato. CIS EDITORE ,
edizione 2000-2001

RESPONSABILITA'
Linfermiere responsabile della corretta applicazione delle prescrizioni diagnosticoterapeutiche , come previsto dallarticolo 3 del Profilo Professionale. Questa
responsabilit riguarda non solo quanto previsto per la preparazione, somministrazione
e verifica dei farmaci , ma anche quanto previsto per la conoscenza di tutto ci che
concerne lazione del farmaco stesso.
Pertanto, lInfermiere tenuto a conoscere lazione di ogni farmaco impiegato
allinterno dellU.O. e tutte le informazioni utili ad esso correlate.
Infine, bene ricordare che:

Redazione: Dott.

Colnaghi, AFD Plevani, V.I. Lamanna, Personale InfermieristicoTIN e Pat. Neon

ICP
Azienda Ospedaliera
Milano

PROTOCOLLO SPECIFICO DEL SISTEMA QUALITA'


CORRETTO IMPIEGO DEI FARMACI

PTS DNE 12.01


Edizione
1
Revisione 0
del 12.11.01
Pag. 3 di 4

Secondo il codice deontologico art. 3.2: Linfermiere assume responsabilit in base


al livello di competenza raggiunto e ricorre, se necessario, allintervento e alla
consulenza di esperti.
Inoltre, secondo lart. 3.3: Linfermiere riconosce i limiti delle proprie conoscenze e
competenze e declina la responsabilit quando ritenga di non poter agire con
sicurezza. Ha il diritto e il dovere di richiedere formazione e/o supervisione per
pratiche nuove o sulle quali non ha esperienza.

La Capo Sala ha la responsabilit di


- verificare che quanto definito nel protocollo sia correttamente applicato da tutto il
personale infermieristico.
- adottare la modalit pi idonea per raccogliere le schede farmaco, in modo che
siano facilmente accessibili a tutti gli Infermieri
-

aggiornare periodicamente, con il supporto delle figure professionali ritenute utili, le


schede-farmaco e di predisporre nuove schede ogni qualvolta viene adottato un
nuovo farmaco.

Il medico ha la responsabilit di:


-

prescrivere correttamente il farmaco


informare il personale infermieristico delluso di nuovi farmaci nella pratica
clinica.

5. DESCRIZIONE DELLE ATTIVIT

Per tutti i farmaci pi comunemente utilizzati allinterno dellU.O. e in ogni caso per tutti
i farmaci da utilizzarsi per via endovenosa, predisposta una SCHEDA FARMACO
che contiene le seguenti informazioni:

CONTENUTO DELLA SCHEDA


Nome commerciale
Principio attivo
Forma farmaceutica
Attivit farmacologica e indicazioni
Posologia
Interazioni farmacologiche
Effetti collaterali
Conservazione
Vie di somministrazione
Preparazione/diluizione del farmaco
Nursing pre-somministrazione
Nursing durante la somministrazione
Nursing post-somministrazione
Note/precauzioni
Redazione: Dott.

ESEMPIO
AMINOMAL
Aminofillina
Fiale EV 240mg/10 ml
Impiegato in patologie polmonari
5 mg/kg EV
Cimetidina
Tachicardia
Al riparo dalla luce
EV
Valutazione dei parametri vitali
Osservazione di eventuali variazioni dei
parametri vitali
Idem
Somministrare in 15 minuti

Colnaghi, AFD Plevani, V.I. Lamanna, Personale InfermieristicoTIN e Pat. Neon

ICP
Azienda Ospedaliera
Milano

PROTOCOLLO SPECIFICO DEL SISTEMA QUALITA'


CORRETTO IMPIEGO DEI FARMACI

PTS DNE 12.01


Edizione
1
Revisione 0
del 12.11.01
Pag. 4 di 4

Le schede farmaco sono contenute in raccoglitori suddivisi in:


- pi comunemente utilizzati in Terapia Intensiva
- pi comunemente utilizzati in Patologia Neonatale
I raccoglitori sono a disposizione del personale infermieristico per la consultazione
e devono essere utilizzati durante la preparazione della terapia farmacologica.

Tutte le schede farmaco devono essere aggiornate ogni anno e ogni qualvolta venga
effettuata una modifica; sullintestazione del raccoglitore deve essere specificato
aggiornato il .
prossimo aggiornamento il..

Redazione: Dott.

Colnaghi, AFD Plevani, V.I. Lamanna, Personale InfermieristicoTIN e Pat. Neon