Sei sulla pagina 1di 10

Come migliorare la connessione Wi-Fi di casa

Ecco alcuni validi consigli per migliorare la connessione wi-fi


di casa.
Il Wi-Fi ormai presente in ogni casa connessa ad Internet: troppo comoda lindipendenza dal
cavo, unita allelevata diffusione di apparecchiature portatili in grado di sfruttare le reti senza fili;
siamo ormai praticamente dipendenti da queste onde radio.
In molti casi per non tutto rose e fiori! Munirci di modem/router o access point Wi-Fi solo il
primo passo, bisogna vedere come tali apparecchiature coprono il segnale e spesso ci troviamo
davanti ad una prima delusione: qualche stanza non coperta dal segnale oppure in alcuni punti
della casa cos debole da compromettere una normale navigazione.
In questa guida vi illustrer 7 validi consigli per aumentare le prestazioni delle vostre reti WiFi; la maggior parte di essi non richiede nemmeno una spesa extra, basta seguire i giusti
accorgimenti; altri prevedono una spesa (comunque molto bassa) per risolvere brillantemente ogni
problema e migliorare la connessione Wi-Fi da ogni punto di vista.

Riposizionare il router wireless


Il primo consiglio il pi banale: semplicemente spostate il router wireless. Idealmente
opportuno posizionare il router al centro dellarea di copertura desiderata, quindi se possibile
piazziamo il router al centro della nostra casa; purtroppo non sempre la presa del telefono
abbastanza vicina per permettere cambi.
Se non avete altre prese telefoniche in loco o per qualsiasi altro problema c una brillante
soluzione: comprare un Extender Wi-Fi. Questi dispositivi sono piccoli, economici ed efficaci:
captano il segnale Wi-Fi di nostro interesse e ne estendono la copertura (Repeater). Uno dei migliori
repeater il TP-LINK TL-WR702N
Link Amazon | TP-LINK TL-WR702N (20)

Utilizzare un solo standard wireless


Anche se gli standard wireless (802.11b, 802.11g, 802.11n e il futuro standard 802.11ac) sono retrocompatibili, si dovrebbe utilizzare un solo standard per il router e dispositivi Wi-Fi; solo cos
otterremo le migliori prestazioni e la migliore copertura del segnale.
Ovviamente dovremo utilizzare lultimo standard compatibile con il nostro router Wi-Fi, che
supporta le pi alte velocit e compre una zona pi ampia (250 metri per l802.11n).

Quindi dobbiamo sbarazzarci del formato Mixed delle nostre reti ed usare un solo protocollo,
possibilmente 802.11n o 802.11ac. Ovviamente questa una scelta dettata anche in base alle
apparecchiature Wi-Fi di cui disponiamo: se abbiamo ancora dispositivi che supportano
solo 802.11g, dobbiamo lasciare la rete Mixed per permettere a queste apparecchiature di collegarsi.
Se dovete cambiare router, il vecchio non buttatelo: potete impostarlo solo in modalit g (per fornire
connettivit ai dispositivi vecchi), lasciando al nuovo il compito di finirne connettivit 802.11n o ac
(per le periferiche compatibili).
La regola : meglio due reti separate con protocolli diversi che una sola rete che supporta tutti i
protocolli. Ovviamente cercate di impostare i due router su canali o frequenze diverse per evitare
interferenze (possibilmente usate i 5GHz per i router compatibili).

Utilizzare la protezione WPA2


Nonostante tutti i protocolli supportino la crittografia, sui router N o AC consigliatissimo
utilizzare la protezione WPA2 con crittografia AES. Lutilizzo di protezione WPA o WEP con la
crittografia TKIP ridurr drasticamente la larghezza di banda e la copertura del segnale. La maggior
parte dei router offrono la modalit mista WPA/WPA2, ma si dovrebbe usare se possibile solo
WPA2; ovviamente dipende anche dai client che connettiamo (in questo caso quasi tutti i
dispositivi da 8 anni a questa parte supportano WPA2-AES).

In casa dobbiamo usare la modalit Personal (PSK) che pi facile da configurare mentre le
imprese dovrebbero utilizzare la modalit enterprise (RADIUS) che richiede un server di
autenticazione esterno.

Cambiare il canale wireless


Cambiare il canale di trasmissione wireless potrebbe contribuire ad aumentare le prestazioni
della nostra rete Wi-Fi, soprattutto se si dispone di reti vicine impostate sullo stesso canale o si
verifichino improvvise interferenze da altri dispositivi elettronici. Possiamo controllare lutilizzo
del canale con un app per Android come questa , ma si pu semplicemente provare tutti canali per
vedere quale il migliore.

Per i router 2.4GHz (i pi comuni), il canale 6 quello impostato di default nella maggior parte dei
casi: se abbiamo dei vicini con router simili avremo tante linee sul canale 6. Proviamo a cambiare il
canale su 1, 11 o su altri canali non sovrapposti. Allontaniamo se possibile il router da forni a
microonde o telefoni cordless (operano a 2.4 GHz sugli stessi canali del Wi-Fi).
Per router wireless N o AC a 5GHz, non si dovrebbe avere nessun problema di interferenza (per
ora), in quanto sono molto meno diffusi.

Cambiare la larghezza del canale predefinito del router


Le velocit pi elevate dei protocolli wireless N e AC possono essere raggiunte solo utilizzando i

canali con larghezza di banda a 40MHz (occhio, ben diversi dai canali di trasmissione di cui
abbiamo gi parlato).

Per il wireless N (e probabilmente per il wireless AC, anche se in standardizzazione la larghezza


di 80 MHz, prevista per il 2015), il canale di larghezza predefinita impostata sui router di
20MHz per retro-compatibilit.
possibile accedere al pannello di controllo del router e delle impostazioni wireless per cambiare
il canale della larghezza a 20/40MHz (per compatibilit con i vecchi dispositivi) o only 40 GHz.

Comprare un nuovo router


Se il router non supporta le ultime tecnologie o non permette di modificare le impostazioni
consigliate in questa guida dobbiamo prendere in seria considerazione la sua
sostituzione. Cerchiamone uno con lo standard wireless pi recente, come 802.11n o 802.11ac.
Occhio anche a cosa acquistiamo: i router pi economici potrebbero non impiegare tutte le
tecnologie che quelli pi costosi offrono (come MIMO, che aiuta ad aumentare la gamma di
trasmissione e la velocit o supportare la banda di frequenza a 5GHz che meno congestionata).
Come accennato in precedenza, considerate di tenere il router vecchio e di collegarlo in bridge a
quello nuovo al fine di supportare i vecchi dispositivi Wi-Fi e con il nuovo connettere solo i
nuovi dispositivi Wi-Fi. Ci contribuir ad aumentare le prestazioni wireless del nuovo router.
Ovviamente vi fornir qualche consiglio per gli acquisti, in questo caso ben 3 consigli: uno per un
router wireless (senza modem) e 2 per dei modem/router wireless.
Come router wireless consiglio il D-Link DIR-850L: completo (supporta anche il futuro standard
802.11ac in dual band fino a 1200 Mbps), piccolo e funzionale (ricorda da vicino i nuovi Mac).
Offre anche una presa USB per connettere uno storage di rete ed offre il servizio Cloud di D-Link
per il controllo da remoto delle periferiche connesse.
Link Amazon | D-Link DIR-850L (81 )

Come router modem/router wireless consiglio il Netgear D6300: uno dei pi potenti
modem/router wireless con il supporto a 802.11ac.
Link Amazon | Netgear D6300 (138)

Se invece non vogliamo spendere molto e ci accontentiamo del supporto al protocollo 802.11n
abbiamo questa valida alternativa: TP-LINK TD-W8970. Dual band N a 300 Mbps, modem
ADSL2+, due porte USB e ben 3 antenne per il massimo della copertura.
Link Amazon | TP-LINK TD-W8970 (50)

Aggiornare gli adattatori wireless su PC


Comprare un nuovo router che supporti i protocolli 802.11n o 802.11ac pu contribuire ad
aumentare le prestazioni, ma per sfruttare appieno questi standard necessario aggiornare le
schede di rete wireless di ogni computer agganciato alla rete. A seconda di quale slot il computer
dispone possibile aggiornare i computer con PCI, PCIe o utilizzare adattatori wireless USB. Altri
dispositivi Wi-Fi come smartphone e dispositivi di gioco potrebbero non essere cos facili da
aggiornare, quindi se dovete acquistarne uno assicuratevi che abbia il supporto agli standard pi
recenti (almeno 802.11n).
Come adattatore wireless per PC o notebook consiglio il D-Link DWA-171; piccolissimo e

potente!
Link Amazon | D-Link DWA-171 (35)

Migliorare la connessione WiFi: impostiamo il


router
Possiamo migliorare la nostra WiFi agendo su alcune
impostazioni avanzate presenti in tutti i router.
Oggi andremo un po oltre, vedremo come migliorare ulteriormente la connessione WiFi con
alcune voci avanzate presenti in tutti i router moderni: baster accedere al pannello di
configurazione e raggiungere la scheda che vi permetter di agire sui parametri nascosti per la
connessione WiFi.
Per la guida user un router D-Link, ma le voci sono simili anche su router WiFi di altre marche.

Migliorare la connessione WiFi


Raggiungiamo prima di tutto la scheda Impostazioni avanzate Wireless o simili: il nome varia in
base al modello e alla marca, ma potrete riconoscerla subito grazie ad alcune delle voci presenti in
essa.

Analizziamo una ad una le voci per capire meglio dove intervenire e cosa modificare.
Transmit Power
Indica la potenza massima espressa dallantenna o dalle antenne del router per lanciare le onde
elettromagnetiche del segnale wireless. Lasciamo ovviamente il valore su 100%.

Beacon Period
Indica lintervallo di tempo tra due trasmissioni dellidentificativo di rete (SSID). Possiamo
benissimo lasciare il valore di default (di solito 100).
RTS Threshold
Questo parametro indica la dimensione dei pacchetti che un segnale Request to Send (RTS, o
richiesta di invio) deve utilizzare per linvio allunit wireless ricevente, prima che lunit wireless
che trasmette apra il canale delle comunicazioni. Il valore di default va gi molto bene, ma se
abbiamo pi di 4 client connessi allo stesso router potete provare ad abbassare leggermente la
soglia (2306).
Fragmentation
Indica la grandezza di un frame 802.11, il segnale viene suddiviso in segmenti e la grandezza di
questi segmenti dato da questo valore. Modificare questa voce molto utile se la rete WIFI
disturbata o se si verificano numerose collisioni (molti computer nella rete o sulla stessa frequenza).
Se vi ritrovate in questo scenario con molte reti vicine abbassate il valore fino a 2306,
cercando di non scendere mai sotto i 2000.
DTIM Interval
Il delivery traffic indication message indica la frequenza con la quale lAP (il router) avverte un
device in sleep mode (per esempio uno smartphone con schermo spento) che c del traffico in
arrivo per lui. Il valore di default molto basso (1), il che un bene nella maggior parte degli
scenari. Se volete per aumentare un po la durata della batteria del vostro smartphone (fino
al 30% in alcuni casi) potete impostare il valore su 3.
Preamble Type
Lo standard wireless 802.11 prevede un preambolo lungo e uno corto; il primo permette una sicura
interoperabilit tra i dispositivi pi vecchi, ma meno efficiente e veloce. Il secondo pi efficiente
ma i dispositivi che si connettono al router devono supportarlo. Se avete dispositivi prodotti dal
2006 in poi, conviene lasciare attiva la voce Short Preamble.
CTS Mode
Clear to Send. Utile in ambienti WiFi misti (n/g/b), impedisce che i dispositivi operanti su tipi di
wireless diversi collidano tra di loro. Se avete dei client misti N e G, conviene attivarlo. Se
avete tutti client che funzionano sotto un solo tipo di wireless (G, N o AC) meglio lasciarlo
spento (tende a sovraccaricare il router).
Wireless Mode
Permette di scegliere il tipo di connessione wireless attiva sul nostro router. Cercate se possibile di
usare un solo tipo di connessione (solo G, solo N o solo AC) per i migliori risultati, ma se avete vari
tipi di client e non sapete se tutti sono compatibili con un solo standard lasciate il sistema misto.
Band Width
La larghezza di banda di ogni canale WiFi supportato dal nostro router. Di solito conviene lasciare i
valori di default, che sono 20 MHz nel caso di router a 2.4 GHz (WiFi B/G ed draft-N) e 40 MHz
nel caso di router a 5 GHz (router N e/o AC).
Evitate se possibile di usare le larghezze di bande miste (20/40 MHz) perch collidono spesso
e causano interferenze a tutte le reti vicine, compresa la vostra, specie se operiamo a 2.4 GHz.
severamente sconsigliato usare i canali 40 MHz only sullo spettro dei 2.4 GHz, pena la perdita di
segnale ed interferenze ad ogni connessione (non un caso che sia fuori specifica WiFi Alliance e
molti produttori evitano di implemetarlo); i 40 MHz puri vanno usati solo nello spettro dei 5
GHz.

STBC
La codifica di Alamouti, anche conosciuta come space-time block coding, una forma di codifica
utilizzata nella trasmissione di dati via wireless. Questa codifica permette di ottenere unalta qualit
delle trasmissioni, mediante lutilizzo di pi antenne. Se il vostro router monta almeno due antenne,
questa voce sar presente nel pannello.
Attivandola le due antenne verranno utilizzate in maniera intelligente, inviando pi trasmissioni
della stessa informazione (lo stesso dato viene inviato da ogni antenna in doppia copia),
informazioni che verranno selezionate in fase di ricezione dal client. In pratica, con due antenne in
trasmissione e in presenza di fading (disturbi ed interferenze), si riesce a realizzare un sistema di
trasmissione numerica in cui la probabilit di perdere linformazione tende a zero.
Se avete tante reti wireless nei paraggi molto conveniente lasciare attiva questa voce: la
velocit massima ottenibile sar leggermente pi bassa, ma linformazione arriver sicuramente a
destinazione anche in caso di fortissime interferenze (almeno uno dei due pacchetti gemelli arriver
al client).
20/40 MHz Coexist
Questa voce sar attiva solo se avete selezionato la larghezza di banda mista 20/40 MHz;
permette di utilizzare entrambe le larghezze di banda riducendo al minimo le collisioni e le
interferenze tra le due. Visto che sconsigliamo a prescindere di usare i canali a 40 MHz (anche in
formato misto) sullo spettro dei 2.4 GHz e, se avete un router compatibile, di usare sullo spettro dei
5 GHz solo i canali a 40 MHz, questa voce inutile nel nostro caso.
Short Guard Interval (GI)
In telecomunicazioni, lintervallo di guardia viene utilizzato per garantire che le due o pi
trasmissioni distinte non interferiscano luno con laltro. Di norma questo intervallo di 0,8 ms, ma
usando lintervallo breve (short) possiamo abbassarlo a 0,4 ms per migliorare la velocit di
trasmissione dei dati. Lasciamo questa voce sempre attiva